Beta globuline 1 e 2 alte, basse e valori normali

Ultima modifica 08.01.2020

Introduzione

Le beta globuline sono proteine prodotte dal fegato che vengono rilasciate nel sangue in presenza di un processo infiammatorio oppure in corso di alcune malattie. Sono suddivise a loro volta in due gruppi, beta 1 e beta 2 globuline, il cui valore aumenta o diminuisce in parallelo nella maggior parte dei casi.

Dopo il prelievo del sangue, vengono separate in laboratorio nelle diverse componenti grazie a un procedimento definito elettroforesi, che permette di dividere e, di conseguenza, classificare e identificare le proteine in base alla loro mobilità all’interno di un campo elettrico.

Durante l’elettroforesi la frazione del siero del sangue (la parte liquida, privata delle cellule) viene posizionata su un supporto di carta ed esposto al passaggi di una corrente elettrica; le proteine, per effetto del campo elettromagnetico, si dispongono sulla carta a formare bande la cui dimensione è funzione della percentuale di ciascuna frazione proteica.

Un piccolo trucco per ricordare l'esito di un'elettroforesi delle proteine normale con la mano

Un piccolo trucco per ricordare l’esito di un’elettroforesi delle proteine normale (immagine derivata da By Simon CaultonOwn work, CC BY-SA 3.0, Link e iStock.com/blackred)

Le singole proteine​​, ad eccezione dell’albumina, di solito non sono misurate singolarmente (visibile nell’immagine associata al mignolo).

Valori normali

  • Proteine totali 6.0–8.0 g/dl
  • Beta globuline 0.7–1.2 g/dl (7–14% del totale)

Fonte: McGraw-Hill’s Manual of Laboratory & Diagnostic Tests

Si sottolinea che i valori di riferimento possono cambiare leggermente da un laboratorio all’altro, per questo si raccomanda di fare sempre riferimento al proprio referto.

Descrizione

Nel loro insieme le beta globuline comprendono diverse proteine:

  • beta 2 – microglobulina,
  • plasminogeno,
  • transferrina,
  • angiostatine,
  • properdina,
  • globulina legante gli ormoni sessuali,
  • fibrinogeno,
  • proteine del complemento (in particolare C3 e C4),
  • lipoproteine (in particolare LDL ossia lipoproteine a bassa densità).

Interpretazione dei valori

Da un punto di vista molto generale la concentrazione delle beta globuline nel sangue aumenta nel caso di infiammazione, ma una variazione dei valori dev’essere sempre contestualizzata e supportata da ulteriori parametri di laboratorio che possono indirizzare verso una diagnosi più precisa.

Beta globuline alte

Un valore significativamente aumentato delel beta globuline circolanti può essere legato a:

Anche uno stato di gravidanza, nel terzo trimestre, può indurre un aumento non preoccupante dei valori.

Beta globuline basse

Una diminuzione patologica delle beta globuline può essere conseguenza di

  • malnutrizione (insufficiente assunzione di proteine),
  • livelli molto bassi di LDL (dovuti alla presenza di malattie genetiche).

Essendo la frazione beta costituita prevalentemente da transferrina, è comune che un valore elevato sia la conseguenza di uno stato di carenza di ferro.

Quando viene richiesto l’esame

L’elettroforesi e, di conseguenza, la richiesta dei valori delle beta globuline, viene richiesta nel caso in cui vi sia il sospetto di:

Fattori che possono influenzare i valori

Alcuni farmaci sono in grado di alterare i risultati dell’esame, tra questi si annoverano:

Rischi e preparazione

Non sussistono particolari rischi legati all’esecuzione dell’esame, mentre è richiesto che il paziente rimanga a digiuno per almeno 8 ore prima del prelievo di sangue.

Seppur molto raramente, può accadere che si verifichi, come in un qualsiasi prelievo ematico:

Fonti e bibliografia

Articoli Correlati