Alli, lo Xenical (orlistat) senza bisogno di ricetta: funziona?

Ultima modifica 27.01.2020
Alli, scatola

Alli, scatola

Introduzione

Ogni 2 Kg persi grazie alla tua attuale dieta, Alli te ne fa perdere uno ulteriore.

È questo lo slogan che spesso si usa per presentare il primo e unico farmaco (non integratore) senza obbligo di ricetta per dimagrire, venduto in Italia, anche se come vedremo in seguito in realtà l’effetto sul peso è generalmente più modesto.

Il principio attivo contenuto è orlistat e in passato veniva venduto esclusivamente dietro presentazione di ricetta medica sotto il nome Xenical, in confezioni da 84 cps da 120 mg .

Negli Stati Uniti Alli 60mg, questo il nome del farmaco da banco, ha anticipato l’uscita di circa un paio di anni (2007) suscitando non poche polemiche, mentre in Italia l’impatto è stato certamente più morbido.

I motivi alla base dell’autorizzazione fornita dall’EMEA sono essenzialmente tre:

  • alla dose di 60 mg orlistat è in grado di fornire un aiuto concreto, associato ad una opportuna dieta, nella perdita di peso;
  • gli effetti collaterali manifestati sono stati sensibilmente inferiori rispetto alla dose piena da 120 mg;
  • il package è studiato in modo da fornire una valida guida al paziente che si avvicina alla cura, offrendo consigli mirati su come adeguare anche e soprattutto lo stile di vita.

La prescrizione prevede che sia assunto “in associazione a una dieta per il trattamento di pazienti obesi (in sovrappeso eccessivo), con indice di massa corporea (IMC) maggiore o uguale a 30 kg/m2, o di pazienti in sovrappeso (IMC superiore o uguale a 28 kg/m2) che rischiano di ammalarsi a causa di tale squilibrio.”

Fotografia della confezione esterna del farmaco

Confezione del farmaco

Alli, confezione interna

Il farmaco si presenta in un elegante package contenente un flacone di polietilene con chiusura a prova di bambino contenente le capsule ed un piccolo contenitore in grado di ospitare e proteggere 3 capsule.

Insieme alla confezione sono allegati 2 opuscoli contenenti rispettivamente:

  • Introduzione ad una dieta ipocalorica, istruzioni per la corretta interpretazione delle etichette alimentari, indicazioni sulle quantità di alimenti contenuti in cucchiai e cucchiaini, consigli alimentari, numerose ricette suddivise per pasto (colazione, primi piatti, secondi piatti, puntini e dessert) con l’indicazione del contenuto calorico ed il dettaglio della quantità di grassi contenuti.
  • Diario alimentare, da compilare durante la dieta per verificare i progressi della stessa e l’efficacia del farmaco.

Quanto costa?

Il prezzo consigliato di Alli è di € 69.29 (27 gennaio 2020), anche se è spesso possibile trovarlo a prezzo inferiore; la confezione contiene 84 capsule che, con un consumo consigliato di 3 al giorno (colazione pranzo e cena) si rivelano sufficienti per 28 giorni (costo giornaliero pari a circa € 1.90); nel caso in cui si assumano 2 compresse al giorno la confezione permette quasi 1 mese e mezzo di terapia al costo quotidiano di € 1.26.

È inoltre possibile acquistare un generico, Beacita, al prezzo consigliato di € 45.90.

Come funziona?

Orlistat, il principio attivo contenuto nel farmaco, è un potente inibitore dell’assorbimento intestinale dei grassi assunti con la dieta; in altre parole impedisce ai grassi di essere assorbiti dall’intestino, cosicché possano essere eliminati con le feci.

Gli studi parlano di circa il 25% in meno di grassi assorbiti con dosi unitarie da 60 mg, contro il 30% circa di dosi da 120 mg, anche se in realtà l’effetto sul peso è certamente rilevabile ma percentualmente più modesto:

I dati dimostrano che Orlistat consente il raggiungimento di una perdita di peso modesta ma significativa, pari a circa il 3% in più rispetto alla sola dieta negli adulti sovrappeso e obesi.

Fonte: Belinda S Drew, Andrew F Dixon, and John B Dixon, Obesity management: Update on orlistat, Vasc Health Risk Manag. 2007 Dec; 3(6): 817–821.

Al di là dei numeri, ampiamente variabili in relazione al soggetto e alle sue condizioni iniziali, e soprattutto al tipo di dieta usata a paragone, si può certamente affermare che a differenza degli integratori per dimagrire (di cui non esiste evidenza scientifica) questo farmaco funziona.

Funziona anche per i carboidrati?

No, Alli non influenza l’assorbimento dei carboidrati, ma solo quello dei grassi.

Come si assume?

Alli è stato approvato in un dosaggio ridotto rispetto a Xenical, esattamente pari a metà dose (60 mg contro 120 mg), in forma di capsula rigida con una banda centrale di colore blu scuro e testa e corpo turchesi, con impresso il nome Alli.

Alli ha come unica indicazione la perdita di peso in adulti sovrappeso in associazione ad una dieta ipocalorica e povera di grassi.

Per definire con maggiore precisione cosa si intende per sovrappeso si ricorre all’indicazione di un indice di massa corporea (peso diviso altezza al quadrato, calcola il tuo indice di massa corporea) superiore a 28 kg/m2.

Sulla confezione, a questo proposito, è riportata un’utile tabella di riferimento (pesi minimi per l’assunzione, riferiti all’altezza):

Alli, retro della scatola

Alli, retro della scatola

Altezza   Peso
1,50 m  63 kg
1,55 m  67,25 kg
1,60 m  71,75 kg
1,65 m  76,25 kg
1,70 m  81 kg
1,75 m  85,75 kg
1,80 m  90,75 kg
1,85 m  95,75 kg
1,90 m  101 kg

La dose consigliata è di una capsula 3 volte al giorno, da ingerire con acqua subito prima, durante o fino ad un’ora dopo ciascun pasto principale se consumato e solo se presenti grassi: per esempio una colazione a base di solo caffè non richiede alcuna assunzione.

In questo caso la dose consigliata è esattamente pari alla metà di quella consigliata per Xenical, che prevede una capsula (da 120 mg) per ciascun pasto se consumato.

Si sottolinea che non andrebbero assunte più di 3 capsule in 24 ore per non incorrere con maggiori probabilità in effetti collaterali ed il trattamento non dovrebbe superare i 6 mesi continuativi.

Il foglietto illustrativo riporta poi un’importante avvertenza:

“I pazienti che non riescono a perdere peso dopo 12 settimane di trattamento con Alli, devono consultare il loro medico o farmacista. Potrebbe essere necessario interrompere il trattamento.”

Quest’indicazione nasce dalla provata efficacia della sostanza in condizioni ottimali; data la natura di automedicazione di Alli è possibile che in caso di mancanza di risultati ci siano errori di fondo (dieta ipercalorica per esempio) od altre problematiche da riferirsi al paziente specifico.

È infatti essenziale abbinare all’assunzione di Alli una dieta adeguata e un moderato ma costante esercizio fisico, adeguato alle condizioni di salute del paziente.

Poichè orlistat potrebbe compromettere l’assunzione di alcune vitamine liposolubili (vitamina A, D, E e K) potrebbe rivelarsi utile assumere un integratore polivitaminico alla sera, prima di coricarsi.

I pazienti diabetici, in cura per pressione alta o per il colesterolo dovrebbero essere costantemente seguiti dal proprio medico in quanto la perdita di peso permette spesso un miglioramento della situazione, in alcuni casi tale da giustificare una diminuzione delle dosi di farmaco: questa scelta deve però esclusivamente essere presa dal proprio medico curante o dallo specialista.

L’assunzione di Alli potrebbe infine essere causa di un mancato assorbimento di anticoncezionali orali (pillola), è quindi di assoluta importanza evitarne la contemporanea assunzione.

Controindicazioni

Alli non deve essere assunto da bambini ed adolescenti e ne va ponderato attentamente l’uso in soggetti con insufficienza epatica o renale.

Inoltre non deve essere assunto in caso di:

  • ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti,
  • trattamento concomitante con ciclosporina o anticoagulanti orali,
  • sindrome da malassorbimento cronico,
  • colestasi,
  • gravidanza e allattamento.

Recenti evidenze suggeriscono inoltre prudenza nei soggetti affetti da malattie renali, pazienti in cura con levotiroxina (Eutirox®) o con antiepilettici; in genere si ipotizza che le interazioni in questi casi siano dovute ad un limitato assorbimento dei farmaci già in uso, ma si suggerisce in ogni caso un parere medico.

Effetti collaterali

Con una dose di 60 mg gli eventuali effetti collaterali sono generalmente lievi e transitori (di solito nei primi 3 mesi di trattamento): al fine di ridurre la possibilità di effetti indesiderati è comunque opportuno consumare una dieta povera di grassi.

I più comuni sono a carico dell’apparato digerente, tra cui:

In altre parole orlistat, sulla base del proprio meccanismo di azione di inibizione dell’assorbimento dei grassi, rende le feci particolarmente oleose e lubrificate, al punto di causare talvolta perdite involontare od incontrollate.

Sono state poi segnalati comunemente

Meno comuni, ma più gravi:

Si noti che con l’interruzione del trattamento il contenuto di grassi nelle feci ritorna normale entro 48-72 ore.

Conclusione

La presenza sul mercato di Xenical da diverso tempo consente di stilare un bilancio che, per quanto non ancora definitivo, è in grado di fornire alcune indicazioni:

  • il farmaco è sicuramente efficace,
  • ma ancora non è chiaro tuttavia l’entità di questo vantaggio rispetto ad una sola dieta equilibata ed ipocalorica.

Ulteriori vantaggi emersi da alcuni studi sono invece la riduzione di numerosi fattori di rischio cardiovascolari:

Quello che maggiormente lascia perplessi i principali esponenti della comunità scientifica è tuttavia la scarsa compliance dei pazienti, ossia la ridotta attenzione ad una corretta assunzione insieme ad una dieta ipocalorica e priva o quasi di grassi.

Fonti

Articoli Correlati

Domande e risposte
  1. Domanda

    Cos’è Alli?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Alli, insieme al corrispondente generico Beacita, è l’unico farmaco da banco in vendita in Italia per il controllo del peso.

  2. Domanda

    Funziona?

    1. Dr. Roberto Gindro

      Sì, il farmaco ha dimostrato di essere efficace, ma non è ancora chiaro il reale beneficio in confronto alla sola dieta, soprattutto sul lungo periodo.

  3. Domanda

    Se non compare diarrea significa che non funziona?

    1. Dr. Roberto Gindro

      No, la diarrea è un possibile (e comune) effetto collaterale, ma il fatto che compaia o meno non è indicativo dell’efficacia del farmaco.

  4. Domanda

    Funziona senza fare la dieta?

    1. Dr. Roberto Gindro

      Sì, da un punto di vista generale la risposta è sì, ma:
      1. Se non si sta attenti a quello che si mangia il rischio di effetti indesiderati aumenta (soprattutto in caso di consumo di alimenti grassi).
      2. Se non si approfitta della dieta per acquisire un regime alimentare più sano i chili verranno ripresi rapidamente.
      3. La perdita di peso potrebbe essere limitata.
      4. Ovviamente dipende da quanto mangia, se l’attuale dieta è ipercalorica il solo farmaco potrebbe non essere sufficiente a renderla ipocalorica.
      5. Il sequestro dei grassi a livello intestinale significa anche un impoverimento della dieta (si pensi ai preziosi grassi omega 3-6 e alle vitamine liposolubili).