Tutte le domande e le risposte per Scoliosi: cause, cure ed esercizio fisico
  1. Anonimo

    Salve dottore, ho una scoliosi molto leggera a livello lombare , e di conseguenza un bacino leggermente ruotato, ma è quasi impercettibile, con attenzione ovviamente posso svolgere attivita in palestra a parer suo? Il mio steopata mi ha gia detto di si, ma facendo attenzione a non caricare troppo

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Con piccole attenzioni, non vedo problemi.

  2. Anonimo

    Buongiorno dottore, soffro da qualche tempo di mal di schiena, non invalidante, il referto della rx colonna in toto (ortostasi) con bacino fatta pochi giorni fa dice : Modesto atteggiamento scoliotico dx-convesso del rachide. Ridotta la fisiologica lordosi cervicale. Metameri esaminati in asse, di regolare altezza e morfologia, con spazi intersomatici non compromessi. Allineati i muri somatici posteriori. Minima dismetria sottolineata da testa femorale sn 2 mm più alta della controlaterale. Può essere questo la causa del mio indolenzimento alla schiena?? Come posso alleviare questo fastidio. Sono in attesa di visita fisiatrica ma se ne l frattempo potesse darmi un suo parere le sarei grata! Grazie! Buona giornata.

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Mi dispiace, ma non esprimo mai giudizi sui referti di esami di imaging.

  3. Anonimo

    Buongiorno dottore sono una ragazza e ho 25 anni. Quando ero piccolina il mio pediatra in una.visita qualunque mi avevo scoperto la scoliosi. Avevo fatto le lastre ecc ed era di 9/10 gradi la curvatura non mi hanno mai messo il busto e avevo fatto x un periodo la ginnastica correttiva. Ed ero scesa a 8 centimetri. Onestamente non ricordo se poi dopo facevo dei controlli o meno sicura nn ho mai più rifatto lastre.. ma lei pensa che posso essere peggiorata di molto?? Pensa che il mio medico se ne accorgerete in caso di peggioramento? ?. Io noto di avere posture errate ma vorrei sapere se si può peggiorare una volta adulti o solo durante la crescita

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe peggiorare, farei forse il punto con uno specialista.

  4. Anonimo

    dottore ho una lieve curvatura posso giocare a calcio ??

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Direi che non ci sono problemi, ma l’ultima parola spetta al suo medico.

  5. Anonimo

    Dottore ho 25 anni e nn controllo la scoliosi da molto una curva bassa di 10 gradi quando lo scoperta da adolescente può peggiorare???? Avevo fatto anche correttiva.. può peggiorare di molto??

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Potrebbe essere peggiorata, vale la pena verificare.

    2. Anonimo

      Ma ho letto su altri siti che scoliosi al di sotto di 30 gradi nn peggiorano di tanto.. e vera questa cosa o è una cavolata???

    3. Anonimo

      C’è la possibilità che io abbia superato i 20 gradi?? Io visivamente nn vedo grossi peggioramenti

    4. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se i peggioramenti fossero stati gravi sicuramente se ne sarebbe accorta.

  6. Anonimo

    Buongiorno dottore le volevo chiedere una cosa.. io ho una leggera scoliosi nella parte passa scoperta ovviamente quando ero adolescente.. curata con correttiva e la cosa era morta li.. ma quello che vorrei sapere col tempo la cosa può peggiorare anche se lieve?? Ma sopratutto anche se adulto può venire la scoliosi in altri punti?? Tipo io la curvatura ce lo bassa puo curvarsi anche la parte superiore?? O se non ce lavevo da piccola nn viene piu e al massimo peggiora solo la curvatura che ho già? ?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Se sotto i 30° in genere non peggiora, ma potrebbe comunque valere la pena verificare regolarmente per sicurezza.
      Non dovrebbero invece insorgere altri problemi.

    2. Anonimo

      Quindi altre curvature in altri punti nn posso venire in età adulta??

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Lo ritengo improbabile, ma non sono ortopedico, quindi raccomando di fare il punto con il suo medico.

  7. Anonimo

    buonasera dottore ho un figlio di 11 anni.e ha scoliosi 2 anni fa aveva 4 mm ora ha 8 mm ..e bisogno a preoccupare?? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      È seguito da uno specialista?

    2. Anonimo

      si….ma non capisco xche questa crescita…

    3. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo può succedere, ma essendo seguito si interverrà nel modo corretto e tempestivamente.

    4. Anonimo

      grazie dottore.buona giornata.

  8. Anonimo

    Buonasera egregio sigr. Cimurro. Mi è stata diagnostica una scoliosi grave adolescenziale (S italica) sinistra dorsale e destra lombare (52 gradi dorsale e 47 lombare) esattamente, anzi non proprio esattamente, ma quasi un anno fa. Nell’estate dell’anno scorso ho cominciato ad indossare per ben 23h (che indosso ancora ora) un corsetto sforzesco. Nonostante il caldo afoso del periodo in cui ho cominciato ad indossarlo, nonostante i pianti, i “no, non indosserò mai quel coso di plastica!” nonostante il pochissimo tempo libero a mia disposizione.. Insomma nonostante tutto ciò, ho seguito alla perfezione tutte le indicazioni dei medici, esercizi specifici eseguiti quotidianamente.. Dopo 4 mesi avevo ottenuto un buonissimo, ottimo risultato che persino stupito i medici che mi seguono, (32 gradi dorsale, 28/29 circa lombare) mi dissero di festeggiare per questo trionfante risultato, cosa che abbiamo ovviamente fatto con i miei genitori, entrambi estremamente entusiasti.. Il busto intanto cominciava a diventare più piccolo, forse non ci avevano fatto molto caso i medici. Solo una settimana dopo dalla visita ho cominciato ad avere problemi. Problemi che pensavo fossero momentanei.. Premetto che avevo cominciato a fare meno esercizi perché lo studio me lo impediva e non trovavo un momento libero durante la giornata per eseguirli come invece accadeva prima. Ho riportato una sublussazione della clavicola sinistra e problemi di vario genere alle spalle e ascelle, speravamo che modificando e cambiando il corsetto sarebbe cambiato radicalmente tutto. Così non è stato. Non riesco a sedermi per più di un’ora e a scuola è diventato un vero e proprio disastro. Dopo due ore ho l’incessante necessità di sdraiarmi, una delle mie prof. mi ha allestito uno stanzino che poi non è altro che l’aula di musica, con un materassino, plade e telo mare. Così fino a pochi giorni fa usufruivo di questo stanzino, statomi proibito dal preside della scuola con una conseguente “colpa” a livello penale dei professori se avessero continuato ad aiutarmi in questo modo. Per un periodo ho anche lasciato la scuola, un periodo durato un mese se non piú.Qualche giorno fa ho fatto l’ecografia alle spalle da un medico che ha confermato la sublussazione e mi ha reso noti altri problemi a livello di cervicale (mi dava dei pizzichi e vedeva che da una parte mi faceva più male e dall’altra meno, così anche sul collo. Ha dato un nome preciso a tutta questa cosa, ma non riesco a rammentare..) dunque ha consigliato di modificare di mezzaluna il busto dove toccava sotto le ascelle, diminuire la spinta derotatoria e renderlo meno cifotico sennò continuando di questo passo la sublussazione rimarrà a vita. Cosa che aveva già consigliato un chirurgo della spalla in precedenza.. Ma che i medici si erano rifiutati di fare perché dicevano che la funzionalità del busto non sarebbe stata più la stessa e bla bla. Cose ovviamente non vere, perché abbassare di mezzo centimetro il cavo sotto ascellare del busto, non avrebbe cambiato un bel niente. La tolleranza del busto è del 96% quindi seppur minima una percentuale che ne soffre, pari al 4% c’è. Dovrebbero (i medici) invece di guardare l’insuccesso come una cosa mia personale, aiutarmi… Sto soffrendo davvero tanto e questo dolore è esaustivo. Non posso scrivere quando sono a scuola o a casa (le mie scapole non riescono ad espandersi dentro il busto nella maniera giusta) di fatti non riesco ad alzare le braccia. (Così ha avuto modo di constatare l’ecografo/fisiatra delle spalle). Inoltre, ho dimenticato di tenere presente un dettaglio, ho una lassità di tipo 3. Comunque adesso sono in una condizione davvero inspiegabilmente orrenda, nessuno alla mia età dovrebbe passare tutto questo. E ho paura, paura che non si sistemerà mai nulla, per adesso ogni tentativo è risultato vano.. Non voglio continuare a passare 24h su 24h a letto, come un defunto, non a questa età. Vorrei togliere il busto, senza quest’ultimo questi problemi spariscono quasi. Ma il problema è che quando levo il busto non riesco a fare nulla, il dolore mi uccide. Soprattutto zona lombare, nervo sciatico. (Se non avessi avuto questi dolori probabilmente nessuno si sarebbe accorto della mia scoliosi) perché non si notava molto, solo negli ultimi tempi quando ormai stavo malissimo e passavo le giornate a letto. Come sta succedendo adesso, ma con tutto il busto. Ne ho abbastanza di tutto questo calvario.. Lei può consigliarmi qualcosa? Ovviamente nei limiti delle sue conoscenze, ci mancherebbe. Vorrei sapere, poiché non ho ancora avuto risposta da nessuno a questo quesito se una volta tolto il busto, finalmente raggiunta la maggiore età, avrò ancora questi dolori alla schiena e se mi può dare altre indicazioni, le sarei riconoscente.
    Tendo sempre a dilungarmi troppo, le chiedo scusa.

  9. Anonimo

    Mi preme precisarle che con ciò non le sto chiedendo e non mi aspetto neanche che mi risolva il problema. Però una parola d’aiuto, un conforto, un consiglio, non lo rifiuto e onestamente ne necessito molto. Vedo che aiuta molte persone.. Credo valga molto anche una sola parola quindi.
    Spero di aver espresso bene il concetto, se non ho spiegato bene qualcosa.. Posso rispiegarla in un modo diverso.
    Se può esserle d’aiuto a capire meglio la situazione le allego la diagnosi e gli altri referti medici di cui ho parlato prima. La ringrazio già in anticipo per la risposta

  10. Anonimo

    Visita diagnosi scoliosi in data 21/04/15.
    TELERADIOGRAFIA DEL RACHIDE E DEL BACINO:
    Rotoscoliosi destro convessa del tratto lombare con curva di compenso dorsale.
    Rettilineizzata la fisiologica cifosi dorsale.
    Minima asimmetria delle anche (+4mm a destra)
    ————————–

    OGGETC: assistenza protesica agli invalidi Civili e minori.
    QUADRO B – RELAZIONE MEDICA
    Notizie generali Anamnesi: rachialgia persistente
    Esame obiettivo: stato generale. Marcata asimmetria posturale
    Indagini diagnostiche effettuate e loro esito: scoliosi idiopatica dorsale sinistro convessa – lombare destro convessa
    Prescrizione corsetto sforzesco riconducibile a lionese su modello gessato.
    (Non dice granché, molto simile al referto medico del centro che mi segue)
    ——————
    Cominciano i primi dolori alle spalle e clavicola. Telefoniamo il centro che mi segue e dice che si tratta di sublussazione e avere certezza da un’ortopedico.
    Ortopedico (abbastanza indietro) che ci prendeva in giro dicendo che il corsetto sforzesco non esisteva e che i miei dolori erano tutto frutto di fantasia mia.
    Comunque questo è quello che ha refertato:
    Diagnosi: scoliosi dorso-lombare con sublussazione della sterno-claveare di sinistra.
    Anamnesi: riferisce dolore alla clavicola da circa 5 giorni; da quattro mesi porta busto ortopedico Lionese. Riferisce lombalgia da 1 anno.

    – il mio busto in realtà è lo sforzesco ma lui rimaneva dell’idea che non esisteva
    Gli abbiamo detto “corsetto sforzesco riconducibile a Lyonese su modello gessato” e lui se ne esce “siete andati addirittura a Lione per un busto?!”
    Tralascio il discorso.
    ///
    Esame obiettivo: lieve strapiombo con il busto a destra. Riferisce intolleranza al busto.
    —————–
    Visita da un chirurgo della spalla:
    Amnesi:
    Paziente riferisce che da tempo presenta dolore a carico della spalla dx e sx. Collaudato corsetto sforzesco per scoliosi adolescenziale grave da giugno 2015, Riferisce comparsa dei primi dolori alla spalla dx e sx da ottobre 2015
    Pz con iperlassità polidistrettuale di grado 3.
    Patologie associate: rotoscoliosi S italica grave.

    Esame obiettivo:
    Spalla dx/sx:
    Fredda e asciutta, atteggiamento indifferente con adduzione della scapola.
    Ipotrofia no.
    Cassetto anteriore +++; cassetto posteriore +++; Jerk +++, apprhension +++;
    Articolarità attiva: elevazione completa; abduzione completa; extrarotazione e intrarotazione completa;
    Lassità generale: si tipo 3
    Deficit vasculo-nervosi evidenti no
    Conclusioni diagnostiche:
    Instabilità multidirezionale bilaterale in soggetto con iperlassità polidistrettuale di grado 3.
    Prescrizioni e terapia:
    Continua ginnastica correttiva
    Esercizi di potenziamento muscolare mm paravertebrali e potenziamento muscolare polidistrettuale.
    ———-

    Si consiglia nuovo collaudo del corsetto al fine di abbassare la spinta al cavo ascellare bilatermente.