Lipedema: cause, sintomi e cura

Ultima modifica

Introduzione

Il lipedema (o lipoedema) è una malattia, progressiva, cronica, incurabile che si manifesta quasi esclusivamente nelle donne e che è caratterizzata da un progressivo del volume delle gambe (fianchi, natiche e gambe fino alle caviglie) conseguente ad un deposito di grasso sotto la pelle. Sebbene la patologia non sia associata a complicazioni gravi, l’aspetto gravemente sfigurato che viene a prodursi nel tempo porta allo sviluppo di depressione e ripercussioni sociali.

I sintomi esordiscono in genere durante fasi di importanti cambiamenti ormonali, come la pubertà o la menopausa.

La causa è tuttora sconosciuta, ma poiché si osserva una certa familiarità è probabile che ci sia un qualche coinvolgimento di fattori genetici.

La diagnosi è clinica, si basa cioè principalmente sull’osservazione dei sintomi

Il trattamento è focalizzato sulla gestione dei sintomi attraverso approcci chirurgici e non.

Jennifer William, affetta da lipedema da quando aveva 10 anni (Getty/Barcroft Media)

Cause

La causa alla base dell’insorgenza del lipedema è sconosciuta, ma la letteratura disponibile consente di ipotizzare che possano essere coinvolti sia fattori ormonali che genetici.

La malattia colpisce esclusivamente le donne; è spesso associata a problemi di sovrappeso ed obesità, ma non si tratta di un fattore necessario (più della metà dei pazienti con questa condizione è comunque sovrappeso o obeso).

Alcuni autori ipotizzano che possano rivestire un qualche ruolo anche processi infiammatori e/o metabolici.

Sintomi

Segni e sintomi del lipedema possono variare da un paziente all’altro, sia in termini di presenza che di gravità; tra i più comuni si annoverano:

  • Depositi di grasso anormali in entrambe le gambe, dai fianchi alle caviglie (più raro è l’interessamento delle braccia)
  • Facilità di formazione di lividi
  • Dolore (che viene avvertito in seguito a pressione o, talvolta, anche spontaneamente)
  • Pelle flaccida, che perde elasticità

Il gonfiore riguarda entrambi gli arti (simmetrica e bilaterale), ma non i piedi, che rimangono in buona parte risparmiati.

I sintomi del lipedema esordiscono in genere durante alterazioni ormonali, come pubertà, gravidanza o menopausa.

La deposizione di grasso è in genere progressiva, peggiora nel tempo, sebbene alcune donne sviluppino una forma sostanzialmente stabile; nelle prime fasi la maggior parte dei pazienti conserva un aspetto normale al di sopra la vita, tuttavia con il tempo possono formarsi depositi di grasso anche su torace, busto, addome e braccia.

Complicazioni

Le gravi alterazioni estetiche sono purtroppo spesso causa di sviluppo di ansiadepressione e di difficoltà di accettazione della malattia.

Nel tempo il paziente può avvertire inoltre un crescendo del dolore, una riduzione della mobilità e più in generale della qualità di vita.

Diagnosi

Il lipedema viene diagnosticato sulla base dei sintomi e dell’esame clinico.

Gli esami di imaging, come l’ecografia, la risonanza magnetica, il linfangiogramma e/o la linfoscintigrafia possono essere utili per meglio caratterizzare la malattia ed in fase di diagnosi differenziale, ad esempio con:

Cura

Il lipedema è purtroppo incurabile, quindi la terapia è mirata alla gestione dei sintomi e al rallentamento della deposizione di grasso.

Tra gli approcci necessari si annoverano

  • attività fisica
  • consigli dietetici
  • supporto emotivo
  • eventuale gestione di problemi di salute coesistenti che possono causare gonfiore alle gambe.

Seppure l’esercizio fisico e la dieta siano aspetti fondamentali per ridurre la progressione, purtroppo la riduzione calorica e l’aumento del dispendio energetico mediante il movimento hanno poco effetto sulla distribuzione sproporzionata dei grassi sottocutanei.

È poi possibile ricorrere a linfodrenaggi manuali (attraverso il massaggio), terapia compressiva e mobilizzazione fisica (fisioterapia).

La chirurgia può essere presa in considerazione se le terapie conservative e di supporto non si rivelano sufficientemente efficaci e possono comprendere:

  • liposuzione, ricorrendo a tecniche specifiche
  • escissione (rimozione chirurgica di grandi depositi di tessuto).

 

Fonti e bibliografia