Tutte le domande e le risposte per Embolia polmonare: sintomi, cause, cura, conseguenze
  1. Domanda

    buon giorno mi do dasolo dell’imbecille per quello che ho fatto avevo una flbo mentre ero all’ospedale ieri sono dovuto andare in bagno e i sono portato dietro la flebo mentr facevo la pipi la flebo i è caduta e si staccata dopo di che io presa e ho provato a rinfilarla, non riuscivo nel farlo promevo il boccettino, e h visto che non usciva liquido allora ho messo lattaccodella flebo dentro il buco e sono riuscito arinfilarla e uscito un po di fisologica mentre infilavo ovviamente mi sono reso conto dopo del pericolo di quello che stavo facendo e in tutto quel tranbusto ho oaura di ssermi iniettato dell’aria mi girava la testa mi mancava laria. questo è successo alle 17,45 di ieri la mia domanda è molto semplice commenti a parte che. mi faccio dasolo. se ci fosse stata un iniezieno di aria in vena dopo quanto tempo avrei dovuto avere i sintomi di un embolia ? considerando il fatto che il sangue ci metta 50 secondi a fare il giro comleto del corpo? voglio solo sapere se sono fuori pericolo adesso

    1. Domanda

      vi prego è molto importane indipendente dal mio caso specifico dopo quanto se viene iniettata aria in vena entro quanto si dovrebbero avvertire i primi sintomi ? ed entro qanto ci si può definire fuori pericolo?

    2. Dr. Roberto Gindro

      Premesso che piccole bolle d’aria non sono un pericolo (può capitare per esempio se non cambia la flebo prima della fine del flacone), lascio la parola alla Dr.ssa Fabiani che possiede l’esperienza clinica per risponderle. Risponderà appena possibile, in tarda serata.

      PS: L’ago è andato in giro per il bagno, a contatto con pareti, sanitari e pavimento?

    3. Domanda

      I cosino di plastica intende? Forse sì un medico di medicinali a mi ha detto che nn corro rischi riguardo a sepsii

    4. Domanda

      cosa dovrei fare secndo lei riguardo all’embolia nn credo di essermi iniettato molta aria. lei nn sa dirmi se accade quanto tempo ci vuole perche si manifestano i primi sntomi di embolia? ed eventalmente anche di infezione?

    5. Dr. Roberto Gindro

      Come detto prima preferisco farmi da parte a favore della Dr.ssa Fabiani, che possiede l’esperienza e le competenze necessarie a risponderle.

    6. Domanda

      daccordo grazie mille allora per il suo tempo, ne frattempo ho fatto una ricrca è ho trovat info utlili riguardo alle embolie che hanno i sub ega embolia aria libera e mmd di gag inerte. la prima dice che i primi sintomi dovrebbero comaparire immediatamente nei prossimi 10 15 minuti la seconda invece entro le 24 ore

    7. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, si è vero quello che dice, se si tratta di embolia importante i sintomi sono repentini, si presentano quasi immediatamente; detto ciò non credo che sia successo nulla di importante nel suo caso, ma suppongo sia ricoverato? in tal caso ne parlerei ovviamente col personale medico e infermieristico di reparto, e comunque non riprovi a ri-montare la flebo se dovesse ricapitare! mi faccia sapere come sta comunque, un saluto.

    8. Domanda

      buon giorno dottoressa no non sono stato ricoverato sono a casa

    9. Dr. Roberto Gindro

      Se dovesse succedere nuovamente contatti il medico per riposizionare la flebo, o chiami il 118.

  2. Domanda

    attendo con ansia il commento dell dottoressa allora

    1. Dr. Roberto Gindro

      OK, arriverà il prima possibile, ma a causa di impegni lavorativi sarà comunque in tarda serata.

  3. Domanda

    ormai sono passate 36 ore direi che mi posso definire fuori pericolo? anche da eveutuali infezioni o e il caso che prenda qualcosa? non ho febbre

    1. Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente può stare tranquillo, ma è a mio avviso corretto fare il punto (telefonico) con il suo medico.

    2. Domanda

      lo farò senzaltro.

  4. Domanda

    dottoressa nel caso di embolia non massiva le bollevengono dunque assorbite dal circolo ematico senza con seguenze?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si esatto piccole bolle non comportano rischi e per quanto riguarda lei , credo che possa stare tranquillo, Ovviamente la prossima volta non si inventi infermiere e eviti manovre incongrue. saluti

  5. Domanda

    Buongiorno scusate se sono ripetitivo ma non ho ancora avuto una risposta avendo fatto la stessa domanda su un altra discussione nel sito Chi ha avuto parenti tipo padre che soffre di embolia può prendere il norlevo? Perché sul foglio illustrativo c’è scritto assunzione sconsigliata a chi ha sofferto o chi ha storie in famiglia di trombosi

    1. Dr. Roberto Gindro

      Sollecitare la risposta non serve, perchè rispondiamo comunque nel più breve tempo possibile e leggendo le domande in ordine cronologico.

      Come scritto nell’altra pagina “ovviamente è proprio come c’è scritto sul foglietto illustrativo, in questi casi è bene il preventivo parere del medico”.

  6. Domanda

    Salve, ho 34 anni e ho assunto la pillola anticoncezionale Yaz per 11 giorni (per curare delle cisti ovariche). Ho avuto da subito una serie di problemi: mal di testa, stanchezza, nausea…Ma la sera dell’undicesimo giorno di cura stavo particolarmente male, mi sentivo stanchissima, avevo anche un po di febbre e la notte sono svenuta. Il giorno dopo ho interrotto la pillola e sono andata al pronto soccorso, mi è stato fatto un elettrocardiogramma e controllata la pressione e tutto sembrava nella norma. Io però continuo ad avere dolori al petto e difficoltà a respirare (non sempre, ci sono momenti in cui sto bene e poi, all’improvviso, mi sento affaticata in modo eccessivo e avverto pesantezza o dolore al petto, più o meno vicino al cuore). Potrebbe trattarsi di embolia polmonare? Questa mattina, data la difficoltà respiratoria, ho preso un bentelan…E’ il caso di andare di nuovo in ospedale?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, si faccia visitare dal suo medico, sarà lui a decidere se è il caso di intervenire in altro modo . Vada in PS solo se i sintomi dovessero peggiorare rapidamente e se il suo medico non è disponibile la mattina. saluti

    2. Domanda

      Purtroppo ho chiesto un parere su internet perché mi trovo all’estero e qui non c’è il medico di famiglia, c’è solo l’ospedale… Abituata in Italia, il mio medico qui mi manca tantissimo! Grazie mille per la sua risposta, farò come mi ha detto, se i sintomi dovessero peggiorare andrò in ospedale.

  7. Domanda

    Vorrei sapere se stare a letto con l’influenza può essere un fattore di rischio per trombosi. Mi spiego meglio trascorro più tempo a letto, ma mi alzo pure ogni tanto per fare due passi dentro casa o andare al bagno e nel letto cambio spesso posizione. Anche lo stare a letto la notte per dormire significa immobilizzazione a letto? Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Per immobilizzazione a letto si intende anche l’incapacità di cambiare posizione e tempi molto più prolungati di immobilità. Inoltre dipende anche dalla presenza di fattori di rischio trombotici ( età > 65 aa, precedenti eventi , neoplasie, aritmie, ecc.) Normalmente stare a letto qualche ora per riposare non è un rischio. saluti

  8. Domanda

    Grazie Dottore, le ho fatto la domanda perché ho una mutazione genetica per trombofilia eterozigote che non mi ha mai causato problemi e tutti i valori della coagulazione nella norma. Io ho quasi 45 anni e sono molto ipocondriaca e siccome ieri a causa di febbre molto alta mo sono alzata dal letto poche volte mi è venuta questa preoccupazione. Oggi la febbre è passata ma resta un forte stato di stanchezza e quindi ancora a letto ma ogni ora mi alzo e faccio due passi in casa. Cosa posso rischiare? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      Probabilmente nulla, ma ovviamente senta anche il medico.

  9. Domanda

    Grazie, purtroppo non posso sentire il mio medico, comunque oggi ho ripreso piano piano quasi tutte le mie attività quotidiane. Non avverto nulla di strano a parte la stanchezza post influenza. Secondo lei posso stare tranquilla per rischi trombosi ecc.?
    Inoltre mi chiedo ma anche stare a letto la notte mentre si dorme può essere un rischio? La mia ipocondria la ringrazia infinitamente.

    1. Dr. Roberto Gindro

      1. A mio avviso sì, ma per ovvi motivi di responsabilità non posso darle garanzie.
      2. No, nessun problema.

  10. Domanda

    Una curiosità Dottore, perché stare a letto tutta la notte mentre si dorme non comporta rischi visto che comunque passano tante ore in cui si è in quello stato?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Perché non si sta fermi immobili ed esistono comunque dei meccanismi antitrombotici propri dell’organismo.

    2. Domanda

      Grazie mille! Quindi io stando due giorni a letto per l’influenza e alzandosi ogni tanto e muovendomi nel letto non dovrei correre rischi di trombosi perché non sono stata immobile in effetti.

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Assolutamente no.

    4. Domanda

      Mi scusi: “assolutamente no” nel senso senso che non posso aver corso rischi di trombosi giusto?
      Ho iniziato a fare questa domanda perché ipocondriaca e perché ho una sola mutazione del fattore V in eterozigosi e tutti gli altri fattori della coagulazione nella norma. Ma posso stare comunque tranquilla vero? Anche perché il mio medico ha parlato sempre di rischi legati ad interventi chirurgici,voli lunghi in aereo e immobilizzazioni ma due giorni a letto con influenza non si possono considerare immobilizzazione. Ho capito bene? Grazie Dottoressa

    5. Dr. Roberto Gindro

      Tranquilla, ha capito benissimo.