Tutte le domande e le risposte per AIDS ed HIV: non tutto quello che si sente è vero
  1. Domanda

    Buonasera,
    salve dottoressa, le scrivo per chiederle un consiglio
    25 giorni fa una prostituta mi ha messo il preservativo, fatto (raporto orale)
    il problema è che dopo ho visto che aveva una ferita sanguinante sulla gamba, che aveva già medicato con un cerotto
    la mia paura è che abbia tocato la ferita in precedenza è puoi con le mani sicuramente non pulite mi ha messo il preservativo, prendentolo dal interno c’è da preocuparsi?
    adesso dopo 30 gg vado a fare il test
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      Onestamente ritengo davvero poco probabile, per non dire impossibile, un contagio con questa modalità.

    2. Domanda

      La ringrazio molto,
      per essere 100% sicuro andrò a fare un test
      buona serata dottoressa..

  2. Domanda

    Buonasera
    Una settimana fa ho avuto un rapporto orale con un trans senza protezione non mi ha iegulato in bocca rischio hiv? È possibile che la paura possa farmi sentire i sintomi..? Cerco di spiegarmi meglio è un paio di giorni che mi sento la sensazione di tossire ma solo quando sono in anzia che ci penso…oggi ho fatto diarrea…sono veri sintomi da ricollegare hiv ? Non so più che pesare….chiedo un vostro consiglio grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Ai sintomi non dia alcun peso, non significano nulla, su questo stia tranquillo; il rischio è davvero minimo comunque.

  3. Domanda

    Grazie dottoressa
    Volevo chiederle la differenza tra ads e hiv e quale delle due posso essere a rischio..

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sono la stessa cosa, cioè l’AIDS è la malattia e l’HIV è il virus che la causa.

  4. Domanda

    Buonasera dottoressa
    Sono sempre quello del commento precedente mi deve scusare ma sono abbastanza anzioso..da sabato che faccio diarrea…escludendo mi auguro quella cosa li ….quali atri fattori ne può dipendere?

    1. Dr. Roberto Gindro

      Colon irritabile, gastroenterite, …

    2. Domanda

      Come si cura?
      Cosa posso mangiare x non accentuare ?
      Conviene consultarli con il mio medico? Vi ringrazio sempe dei vostri consigli..

    3. Dr. Roberto Gindro

      1. Dieta leggera,
      2. ma raccomando di fare il punto con il medico.

    4. Domanda

      Un ultima cosa.
      Questi sintomi possono venire così all’improvviso non ho mai sofferto di queste patologie..

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Certo, possono presentarsi improvvisamente, è un andamento normale.

    6. Domanda

      Vi ringrazio tanto

  5. Domanda

    Buona sera ieri sera una prostituta mi ha fatto un orale scoperto io rischio l’hiv?

    1. Dr. Roberto Gindro

      A meno che la partner non le abbia lasciato abbondanti tracce di sangue sul pene no, non rischia l’HIV, ma ci sono comunque altre malattie trasmissibili con questa pratica (sifilide, HPV, …), raccomando quindi di verificare la situazione con un medico e abituarsi a usare sempre il preservativo.

    2. Domanda

      I sintomi della sifilide ecc quali sono?

  6. Domanda

    E’ possibile contrarre il virus con un rapporto protetto, con profilattico tolto solo per pochi istanti durante la penetrazione?

    1. Dr. Roberto Gindro

      Se c’è anche solo una penetrazione senza preservativo in teoria il rischio esiste.

  7. Domanda

    Buonasera, sto avendo rapporti anali con la mia attuale ragazza, lei in passato ha praticato già anale con altri uomini.. il nostro dubbio è può la donna trasmettere il virus tramite l’ano? Quali liquidi possono trasmetterlo? Comunque è solo una cuoriosità lei è sana nonché donatrice quindi controllata.. grazie

    1. Dr. Roberto Gindro

      Assolutamente sì, non fosse altro che per le microlesioni che possono formarsi su pene e mucosa rettale durante il rapporto.

    2. Domanda

      Salve dottore ho letto in.un articolo del ministero.che la profilassi pep provoca una farmacoresistenza in caso di successivo contagio.cosa vuol dire che in caso di un contagio.futuro.rispetto a un altro.son.molto piu soggetto.a contrarre il virus?oppure che se dovessi ricorrere a una.nuoba pep.non.mi.farebbe piu effetto?

    3. Dr. Roberto Gindro

      Riesce a linkarmi la pagina cui fa riferimento?

    4. Dr. Roberto Gindro

      Con tutti i limiti delle mie competenze, è un’ipotesi suggerita da alcuni autori che tuttavia al momento non sembra aver trovato conferme statisticamente significative; credo (ma questa è una mia opinione) che sia uno degli ulteriori aspetti che dovrebbero essere rivisti nelle linee guida alla luce delle ultime pubblicazioni.

    5. Domanda

      E quindi.dottor.Cimurro.come viene interpretata la cosa ?che la pep crea resistenza farmacologica cioè che se effettuo una prossima pep ha poca efficienza??oppure che se avessi un futuro contagio sarei piu vulnerabile rispetto un altro individuo che nn ha mai assunto farmaci inerenti alla pep?

    6. Dr. Roberto Gindro

      ll significato della frase è che esiste il rischio di sviluppare farmacoresistenza al farmaco se per caso ci fosse un futuro contagio, ma come detto non mi risulta confermato da linee guida più recenti (ho verificato velocemente sul sito dell’OMS).

    7. Domanda

      Ok.dottore quindi.in un.eventuale nuovo.contagio.presunto quei farmaci usati.nella pep.potrebbero esser innocui.giusto?

    8. Dr. Roberto Gindro

      A mio avviso sì, poi ovviamente senta anche il parere dell’infettivologo.
      In linea di massima se c’è stato un comportamento a rischio proceda subito e senza indugi.

    9. Domanda

      Ok certo.sprrando.di.non rovinare la situazione.ovviamente

  8. Domanda

    Buongiorno Dottore, sono un ragazzo di 28 nato da madre sieropositiva. Vorrei avere una volta per tutte chiarezza riguardo ai rapporti orali…il liquido pre-seminale è contagioso? Grazie mille in anticipo per le risposte e buona giornata.

    1. Dr. Roberto Gindro

      Secondo alcuni ricercatori non si può escludere che lo sia.

  9. Domanda

    Salve dottore
    Vi ho scritto un post di tempo fa ho avuto raporto passivo con trans non protetto. Dopo una settimana mi è venuta diarrea ..fatto il punto con il mio medico mi ha prescritto reuflor e normale 200 diarrea non faccio più però sento degli gas intestinali scusi il termine qualche giorno sudo alla notte non abbondante diciamo che mi sento accaldato..volevo chiedere da cosa può dipendere? Tensione per paura del virus? I sintomi intestinali ? Attendo un vostro consiglio grazie

    1. Domanda

      Scusi il rapporto orale passivo volevo precisare..

    2. Dr. Roberto Gindro

      L’ansia può sicuramente incidere, ma segnali comunque al medico l’assenza di risultati.

    3. Domanda

      Per la sudurazione notturna? Che può essere ?

    4. Dr. Roberto Gindro

      Ansia, eccessiva temperatura nella camera, tiroide, …

    5. Domanda

      La ringrazio dottore…

  10. Domanda

    Salve spero che qualcuno possa darmi una risposta ! I primi di novembre ho avuto la mia prima esperienza sessuale gay (da passivo) il rapporto si è svolto con molta tranquillità (piccola stimolazione orale io a lui assenza di liquido precoitale il ragazzo dice di non aver mai precum) e rapporto anale protetto (lui è benuto comunque dentro ma nel preservativo) 4/5 giorni dopo il rapporto ho avuto un gran mal di gola scomparsocon l’assunzione di antibiotico , ora però dal 39 novembre ho una febbre persistente che non va via da 9 giorni ! Il medico mi ha visitato pressione ok ghiandole ok linfonodi ok tranne la gola arrossata con tonsille gonfie (non mi fanno male) sto prendendo da 3 giorni antibiotico e tachipirina all’occorrenza ! La febbre varia dai 37 ai 38 e mezzo… dite che mi sto fasciando la testa ? È una pesante ricaduta L devo preoccuparmi?

    1. Dr. Roberto Gindro

      Se è stato usato il preservativo direi che non c’è rischio di HIV.

    2. Domanda

      Grazie per la risposta … si rapporto anale protetto orare no( durato davveronpochissimo )

    3. Domanda

      Salve dottore ieri ho praticato un rapporto orale a una donna e dopo pochi minuti ha avuto un elevata eiaculazione di liquido “claasico squirt” al sapore era come l urina che ho ingoiato.quindi volevo chiederle quando una donna squirta si tratta di urina quindi dato che l urina nn contiene virus ppsso star tranquillo, oppure lo squirt è solo liquido vaginale e quindi sono a rischio in quanto da come si dice il virus è contenuto anche nel liquido vaginale????

    4. Dr. Roberto Gindro

      In genere non è urina, ma un liquido diverso anche dal classico muco cervicale; onestamente credo che non si conosca con esattezza l’eventuale carica virale, valuterei quindi la situazione RAPIDAMENTE con un virologo per valutare l’eventuale profilassi post esposizione.

    5. Domanda

      Ok grazie

    6. Domanda

      Dottor cimurro lo squirt è composto da acido urico creatina e antigene.prostatico…(PSA) quindi in quest ultimo potrebbe esserci virus?

    7. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      La presenza o meno del virus non dipende dalla composizione, tra l’altro il liquido in questione essendo vaginale non può contenere antigene prostatico, dato che le donne non hanno la proposta; ha letto qualcosa di erroneo o di relativo al sesso maschile.

    8. Domanda

      salve dottoressa su internet diceva che la composizione fosse questa…..comq a prescindere della composizione mi sa dire se questo liquido è pericoloso o meno?

    9. Dr. Roberto Gindro

      Come detto sopra, con tutti i limiti delle mie competenze, in letteratura non è presente alcuna informazione certa sull’eventuale presenza di carica virale nel liquido eiaculatorio femminile, per questa ragione è da considerare potenzialmente a rischio.

    10. Domanda

      Quindi dottore mi sta dicendo che potrebbe come no…quindi il.rischio potrebbe esserci come no…ho.capito.bene?

    11. Dr. Roberto Gindro

      Esatto, non lo sappiamo, quindi sarà necessario procedere come per le situazioni sicuramente a rischio.

    12. Domanda

      salve dottore…ho fatto una breve ricerca che mi ha portato a tale conclusione…..Secondo uno studio riportato dal Journal of Sexual Medicine effettuato in Francia, non solo ne sarebbe confermata l’esistenza come il prodotto di una stimolazione diretta ma potrebbe avere anche un legame con l’urina; non sarebbe dunque solo un’associazione mentale dovuta a immagini hot di eiaculazioni particolarmente generose ma, come afferma la scienza, lo squirt sarebbe davvero composto da urea, acido urico, creatina e antigene prostatico, noto come PSA sebbene appaia come un fluido trasparente e privo di odore. Non è questa però l’unica similitudine a mettere in correlazione lo squirting e minzione: la ricerca ha dimostrato anche come, in seguito a un orgasmo analizzato su sette donne prive di malformazioni o patologie ginecologiche, la vescica risulti vuota proprio come accade dopo aver urinato.,,,,,,,quindi come vede…contiene anche il PSA…nonostante fosse solo da come si dice presente solo negli uomini…

    13. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Da quello che ha scritto non si evince che il liquido femminile sia composto anche dal PSA, cosa che NON è possibile, perché le donne non hanno la prostata, fino a prova contraria.