1. Anonimo

    Ciao, sono un ragazzo di 17 anni, peso circa 70 kg per 180 cm di altezza circa. Ho fatto un elettrocardiogramma circa un anno e 5 mesi fa, e ho avuto come risultato che andava tutto bene. Dato che ultimamente ho problemi di ansia, e ho sempre questa paura che mi venga un infarto, volevo sapere se era possibile che accada a quest età e in queste condizioni…
    Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tutto è possibile, ma in assenza di fattori di rischio e con un ottimo elettrocardiogramma alle spalle non ha motivo di pensarlo. Ne parli con fiducia anche al suo medico, la conosce meglio di me e potrà rassicurarla ulteriormente.

    2. Anonimo

      Un ulteriore domanda.
      Quanto ci vuole perché si istauri una condizione a rischio infarto?
      Cioè che una una arteria/coronaria si tappi a tal punto da provocare questo avvenimento?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Dipende dai fattori di rischio, ma nel suo caso sembra che non ce ne siano.

    4. Anonimo

      GRAZIE MILLE

  2. Anonimo

    Salve circa un’anno ho messo uno stent coronarico, a oggi le analisi tutto ok anche sotto sforzo. La mia domanda posso tornare a sciare senza complicazioni ? Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Probabilmente sì, ma è una decisione che spetta al cardiologo.

  3. Anonimo

    Salve dott. Il mio ragazzo ha avuto un intervento alla carotide un mese fa esatto.
    Oggi abbiamo avuto il nostro primo rapporto dopo l’intervento, xKe il nostro medico di famiglia ha detto che non rischia nulla. Volevo essere più sicura chiedodo a lei. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non ho motivo di dubitare della valutazione medica, diciamo che serve solo gradualità (per i numeri da circo aspettiamo ancora un po’… 😉 ).

    2. Anonimo

      Mi chiamo Matteo e ho da fare una domanda:
      Se le cellule dell’arteria, dopo l’introduzione di uno stent all’aorta addominale (Bolton Relay Plus), proliferano andando a coprire la rete dello stent rendendo la parete addominale originaria, a cosa serve l’antiaggregante per tutta una vita? Grazie.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Per esempio a prevenire eventi cardiovascolari in un paziente che si è dimostrato essere a rischio.

  4. Anonimo

    Scusi con ecg prima e dopo sforzo!!!

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Soffre d’ansia?

  5. Anonimo

    Buongiorno dottore!
    Causa episodio estivo ad agosto, mi sono recato in ps dove mi hanno fatto esami per infarto e rx torace in due proiezioni, esito ombre cardiache nei limiti della norma, fatta visita cardiologica come da consiglio con eco e anche lì tt a posto! Ad oggi soprattutto durante sforzo sento pressione sulla colonna vertebrale e raucedine con a volte senso di mancanza di respiro e gonfiore sul collo sinistro con dolore, è possibile che in così poco tempo le cose siano cambiate, cioè tipo aneurisma toracico???

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non c’è motivo di pensare ad un aneurisma, ma i sintomi vanno segnalati al medico ed eventualmente indagati con prova da sforzo.

    2. Anonimo

      Già fatto test da sforzo e nn è risolta ti nulla, con eco prima e dopo sforzo!!!

  6. Anonimo

    Buonasera Dottore, dall’angio tc dell’aorta toracica mi hanno trovato in particolare una dilatazione dell’aorta addominale ascendente di cm. 5,6. Passato subito una visita dal chirurgo vascolare che mi ha invitato urgentemente a fare la preospedalizzazione nel mese di maggio. Nel mese di giugno venivo informato che nel mio caso era necessario applicare un’endoprotesi di tipo fenestrato. Nel mese di agosto ho fatto la visita con l’anestesista. A tutt’oggi non sono stato ancora chiamato per l’intervento (da maggio). Vorrei sapere da Lei se la mia patologia deve essere trattata urgentemente o no. In tanti mi dicono che se l’aneurisma supera di 5,5 cm. è urgente intervenire, il rischio di rottura aumenta e si muore nella maggioranza dei casi. Ho 50 anni e sono iperteso. Grazie.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non mi sento in grado di esprimere giudizi.

  7. Anonimo

    Salve dr ,volevo sapere se si po comprare il stent di qua per mandarlo in altro paese, se mi po consiliare dove si trovano grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo temo di no, perchè l’impianto deve avvenire comunque in ambiente ospedaliero.

    2. Anonimo

      Chiedo dopo quanti giorni o settimane si dovrebbero avvertire i benefici dell’angioplastica?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non giudicherei prima di 1-2 mesi.

    4. Anonimo

      grazie!

  8. Anonimo

    mi sono stati inpiantati 3 stent , volevo sapere se posso fare sforzi normalmente al lavoro……….grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Dipende dal tipo di lavoro.

  9. Anonimo

    volevo sapere se e’ possibile se una persona che ha infarto a 40 anni possa non farciela a riprendersi a confronto con una persona più grande di età, e perché? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì, può succedere per vari motivi (in ordine sparso e non esaustivo):
      1. Gravità dell’infarto,
      2. Tempo trascorso prima dei soccorsi,
      3. Stato di salute generale,
      4. […]

  10. Anonimo

    Mia madre e’ venuta a mancare 7 giorni fa a causa di un’emorragia cerebrale. Aveva avuto un infarto acuto del miocardio e aveva fatto una angioplastica con uno stent medicato. Dal 2011 prendeva Plavix, cardioaspirina e altri farmaci. Un cugino medico mi ha detto che il Plavix si prende massimo per 12 mesi e che risulta strano che lo prendesse da circa 4 anni insieme alla cardioaspirina. Le chiedo un parere in proposito. Grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ho diversi pazienti che lo prendono regolarmente da diversi anni ed esiste un farmaco (Duoplavin) che è proprio l’associazione in un un’unica compressa tra Plavix ed aspirina; questi farmaci espongono sicuramente ad un rischio di emorragie, ma in genere questo è giustificato dal benificio in termini di prevenzione.

      Questa è più o meno la teoria, ma onestamente non so purtroppo dirle se nel caso della sua mamma siano stati commessi degli errori o meno. Mi dispiace davvero.

    2. Anonimo

      La ringrazio molto di questa risposta, in quanto mi fa capire che con mia madre e’ stata seguita una certa prassi. Io pero’, da pignolo come sono, ho fatto una piccola ricerca e ho trovato che seconso alcuni studi la doppia terapia antiaggregante dopo i 1 mesi non ridurrebbe i rischi di infarto. Questo è il link (ma ne ho trovati altri)
      http://www.pharmastar.it/index.html?cat=19&id=10662
      Forse esistono ricerche di segno opposto, ma mi chiedo se, data l’esistenza di questi studi non fosse il caso di sospendere il plavix.
      Aggiungo che probabilmente l’emorragia cerebrale e’ stata causata da un picco pressorio, ma visto l’effetto del plavix e della cardiospirina la situazione e’ precipitata in pochissimo tempo e si e’ rivelata gravissima.

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Su questo purtroppo non mi sento di esprimere giudizi; il cardiologo che aveva prescritto la terapia cosa ne pensa?

  11. Anonimo

    volevo sapere se dopo un intervento di angioplastica posso fare una risonanza magnetica?se si se ci sono dei centri in Piemonte?grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Se lo stent è di metallo, non è consigliabile sottoporsi alla risonanza magnetica (MRI) nei primi due mesi dopo l’intervento, ma ovviamente senta lo specialista.

  12. Anonimo

    un vecchio stent coronarico dx posizionato nel 1999 si stava restringendo.A detta dei medici. In questi giorni sono stato ricoverato all’ospedale di Desenzano del Garda dove mi hanno inserito uno stent dentro il vecchio stent. Al momento va tutto bene e spero continui. Sono in terapia antiagregante

  13. Anonimo

    Scusate volevo sapere se è normale inserire 10 stent in un solo giorno?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non ho esperienza clinica per giudicare, ma sono tanti.

  14. Anonimo

    ma in un’italia che va tutta a scatafascio un’eccellenza c’è :è il reparto di cardiologia di castelfranco veneto io ho subito tre interventi di angioplastica e non cambierei ospedale un grazie di cuore è proprio il caso di dirlo a tutti coloro che si sono occupati di me come degente e un grazie a lei di avermi ospitato

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie a lei per la preziosa testimonianza.

  15. Anonimo

    risposte molto chiare ed esaurienti .
    mio marito ha fatto l angioplastica carotidea .
    non so perche oltre la cardioaspirina e plavix gli èSTATO PRESCRITTO anche il cumadin ,premetto che non ha mai avuto problemi al sangue grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      C’è grande dibattito attorno alla possibilità di associare tutti e tre i principi attivi al fine di ottenere un maggior effetti anticoagulante, ma purtroppo non so dirle se questa scelta nel caso di suo marito sia legata alle linee guida dell’intervento subito o ad una scelta del chirurgo.

  16. Anonimo

    tre giorni fa mio zio è stato sottoposto a un intervento per aneurisma all aorta toracica,purtroppo è morto poco dopo l intervento.i medici hanno detto che hanno trovato la parete dell arteria molto fragile per questo vi è stata una emorragia che ha fatto precipitare la situazione.nn vi è nessun esame che veda la fragilità dell arteria?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo non che io sappia.

    2. Anonimo

      Normalmente con una coronarografia ci si rende conto dello stato delle vene

  17. Anonimo

    ho parlato con il dentista che mi ha risposto se rea possibbile sospendere momentaneamente la cardio aspirina il tempo di estrarre il dente

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Ne parli con il medico o con il cardiologo, le prescriveranno probabilmente dell’eparina in sostituzione.

    2. Anonimo

      grazzie

  18. Anonimo

    dovrei estrarre un dente e quindi una micro anesteia e possibile, dopo 2 mesi dall’ intervento e alicazione di 2 stent , cardio aspiria fatemi sapere grazzie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non è tanto un problema di anestesia, quando di possibile emorragia; segnali al dentista l’uso di Cardioaspirin.

  19. Anonimo

    Buonasera dottore! Mio papà a breve dovrà farsi un intervento alle carotidi, ha entrambi le vene ottuerate, tra cui nella sinistra , 15 anni fa è stato operato, perché le è venuto un ictus! 20 Giorni fa , ha avuto un malore, la metà parte del corpo addormentata , lo abbiamo portato in ospedale, ed i medici hanno detto che è stato colpito da ischemia cerebrale , dove risulta essere scritto dai referti medici! Volevo porle una domanda! queste vene, nonostante l intervento che a breve dovrà fare, potranno otturarsi altre volte?

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo è possibile.

  20. Anonimo

    quanto puo durare uno stend

  21. Anonimo

    io sono una donna di 45 anni io ho uno stent aspetto di fare un intrvento da 5 mesi e me lanno cambiaato due volte e normale metterlo senza enstesia e tenerlo tutto questo tempo
    grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sì.

  22. Anonimo

    Ho uno stent da 1 anno circa, l’intervento eseguito a Bassano del Grappa presso l’ospedale San Bassiano, è andato bene ed io sto veramente bene’ tutto questo xkè i miei genitori sono deceduti giovani per la malattia del cuore 20 anni fa cosi mi sono detto è meglio prevenire, io ho 54 anni cmq veniamo ad oggi … dopo una prova dello sforzo eseguita nei giorni scorsi hanno riscontrato una debole forma di affaticamento quindi devo essere sottoposto ad un altro esame x vedere se prima cosa lo stent è al suo posto e non ha residui di plache poi vedre se si sono formati altri accumuli di grasso nelle altre arterie cmq sia io ci vado e non vedo ora cosa riscontreranno caiaociao a tutti e grazie x le vostre storie

  23. Anonimo

    MIO PADRE E’ DECEDUTO 15 GIORNI FA’ DOPO AVER SUBITO UN ANGIOPLASTICA PRIMA DAL BRACCIO MA NON RIUSCITA POI INGUINALE. LA PRIMA NOTTE DOPO L’INTERVENTO MANIFESTAVA FORTI MAL DI TESTA E OPPRESSIONE AL PETTO E I MEDICI CHE HANNO FATTO? DOPO ORE DI LAMENTELE GLI HANNO DATO UNA TACHIPIRINA,POCO DOPO ICTUS EMORRAGGICO INTERVENTO CHIRURGICO E DOPO 2 MESI DI COMA E’ DECEDUTO. COSA DIAMINE GLI HANNO FATTO?GRAZIE

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Mi dispiace, ma in questi casi non sento di aver le competenze per poter esprimere giudizi.

  24. Anonimo

    io sono stato operato di angioplastica,avevo un’arteia otturata in due posti,e`mi anno inserito gli stent metallic,che alimentazione dovrei fare,potro mangiare di tutto

    1. Anonimo

      Fai come me Guido diventa vegetariano e anche un pò vegano e ti sentirai meglio ciao

    2. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Sono (quasi) vegetariano, mi concedo solo un po’ di pesce, e confermo di essere felicissimo per la scelta; non mi sento invece ancora pronto per diventare vegano.

  25. Anonimo

    io sono stato operato di angioplastica arti inferiori e l’intervento e’ andato magnificamente grazie a 2 medici in gamba di ancona e sono stato operato presso ospedale civile di ascoli piceno,ringrazio l’echip della radiologia e cardologia

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie per l’indicazione!

  26. Anonimo

    Mia Madre a settantacinque si e’ sottoposta ,circa un anno fa, ad intervento di stent alla carotide.L’intervento e’ riuscito bene ed e’ sotto controllo e sembra procedere tutto bene.Controlliamo spesso la pressione che all’inizia era molto bassa ma poi e’ andata a migliorare. Tuttavia ho notato che ha avuto un forte dimagrimento in quest’anno ,dovuto anche al cambiamento di alimentazione in quanto avevano riscontrato un po’ di glicemia che pero’ poi si e’ stabilizzata grazie al farmaco dato.La trovo ,secondo me ,anche piu’ facile a stancarsi ,mi chiedevo se’ tutto cio’ fosse normale.GRAZIE MILLE.

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Tutti i fattori insieme, compreso adesso il cambio di stagione, possono spiegare la stanchezza.

  27. Anonimo

    L’Ospedale di Garbagnate Milanese è all’avanguardia, può telefonare e chiedere del reparto chirurgia vascolare, dove lavorano Dr.ssa Callini/Dr.ssa Abbritti, e chiedere Sig.ra Barbara x informazioni
    sono molto disponibili
    in bocca al lupo !!!!
    Paola

    1. Anonimo

      ma non è vero nulla è una bufala rischi di essere cacciato
      e poi sono sotto inchiesta per pazienti morti in chirurgia vascolare

  28. Anonimo

    un ultima domanda, quanto durano i benefici di un angioplastica agli arti inferiori? grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      I risultati dell’angioplastica (successo tecnico e durata dello stesso) dipendono da numerosi fattori: sede ed entità della stenosi sono quelli più rilevanti; deve inoltre essere considerata la composizione della placca che determina la stenosi (placche con maggiore componente di calcio sono più “resistenti” alla dilatazione). In alcuni casi tuttavia il risultato è poco durevole nel tempo e deve essere ripetuto o integrato da altra metodica.
      (Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Angioplastica)

    2. Anonimo

      grazie. ma in genere si parla di mesi o di anni come durata?

    3. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Credo che l’obiettivo sia “anni”, ma non sempre sia possibile.

  29. Anonimo

    salve, vorrei sapere quali sono gli ospedali migliori con centri specializzati in angioplastica arti inferiori nei pazienti diabetici. grazie

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Purtroppo non glielo so dire, giro la domanda ad eventuali lettori che sappiano rispondere; in che zona d’Italia si trova?

    2. Anonimo

      grazie. alta toscana, al confine con liguria ed emilia.

    3. Anonimo

      L’ospedale di chirurgia vascolare diretto dal Prof. Gioacchino Coppi a Baggiovara Modena

    4. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Grazie!

  30. Anonimo

    salve volevo sapere se era vero che avere le vene molto vistose è un sintomo di buona circolazione , mentre averle poco vistose è sintomo di cattiva circolazione

    1. Dr. Roberto Gindro (farmacista)
      Dr. Roberto Gindro (farmacista)

      Non che io sappia.