Falsi miti sulla contraccezione

a cura di Dr. Roberto Gindro -Ultimo Aggiornamento: 10 ottobre 2018
Giovane di fronte a un PC portatile, con una confezione di pillola anticoncezionale in mano

iStock.com/Vertigo3d

Una donna non può rimanere incinta la prima volta

Le possibilità che ha una donna di rimanere incinta sono sempre le stesse, circa 1 su 20 per un rapporto casuale, anche se sono alla loro prima volta. Questo può significare in linea teorica che una donna può rimanere incinta anche prima che abbia la sua prima mestruazione (dal momento che ovula approssimativamente quattordici giorni prima che cominci il suo ciclo). Non sentitevi pressate da commenti del tipo “non ti preoccupare è la prima volta” e non credete che una persona possa essere troppo giovane per rimanere incinta.

Non si rimane incinta se si urina subito dopo un rapporto sessuale

Lavarsi o urinare dopo un rapporto non blocca lo sperma già entrato nell’utero attraverso la cervice.

Fare una lavanda, un bagno o una doccia può prevenire la gravidanza

Fare delle lavande non è un metodo efficace di controllo delle nascite perché è impossibile fare una lavanda abbastanza velocemente da impedire allo sperma di raggiungere l’ovulo. Questo è vero anche se effettuate l’operazione appena dopo aver fatto sesso.

Urinare o fare un bagno o una doccia allo stesso modo non laverà via lo sperma. Ho sentito anche di una teoria secondo la quale farsi delle lavande con la Coca-Cola dovrebbe uccidere gli spermatozoi; sebbene questo possa essere effettivamente vero, non è consigliabile in alcun modo perché può causare dei danni al sistema riproduttivo. Allo stesso modo spray e deodoranti vaginali non hanno azione contraccettiva.

Se il sesso viene praticato in acqua, non si corre il rischio di rimanere incinta

Il concepimento può senz’altro avvenire in piscina o in acqua. Un rapporto sessuale in piscina, nel bagno o sotto la doccia non garantisce alcuna protezione anticoncezionale. Ciò è dovuto al fatto che lo sperma comunque viene eiaculato nella vagina durante un rapporto con penetrazione.

C’è invece chi si preoccupa di rimanere incinta per il solo fatto di nuotare in una piscina in cui qualcuno abbia eiaculato. Ciò non è possibile. Lo sperma non può viaggiare dall’acqua alla vagina e causare una gravidanza. Quindi, se anche un maschio eiacula vicino a una donna, questa non rimarrà incinta, a meno che l’eiaculazione non avvenga nella donna.

Una ragazza non può rimanere incinta se il maschio “eiacula fuori”

Questo è un grande mito! Il coito interrotto non è affidabile e vi sono varie ragioni a dimostrarlo. Una volta che il maschio viene stimolato espelle del liquido di pre-eiaculazione: questo liquido contiene almeno 300.000 spermatozoi (e ne è richiesto solamente uno per entrare nell’ovulo!), inoltre vi è il rischio che egli non possa effettuare l’operazione in tempo utile poichè in quel momento può essere difficile mantenere il controllo. Anche eiaculando al di fuori della vagina, lo sperma è in grado di imboccare la strada corretta, anche solo se il seme si trova vicino alla vagina può lo stesso portare alla gravidanza (questo significa che la gravidanza può verificarsi anche senza che ci sia una penetrazione se l’uomo eiacula sopra o vicino alla vagina).

Una donna non può rimanere incinta se fa sesso durante le mestruazioni

Anche se spesso è il periodo delle mestruazioni non è fertile, questo non è vero per tutte le donne e soprattutto per tutti i cicli; ogni donna può andare incontro a cicli anomali ed imprevisti e questo significa che potenzialmente anche i giorni durante il quale si manifesta il flusso mestruale potrebbero essere fertili.

È quindi imperativo capire che avere un rapporto in QUALSIASI giorno può avere come esito una gravidanza indesiderata.

La pillola causa il cancro

Sebbene si possano verificare a volte degli effetti collaterali per l’assunzione della pillola, questa non è stata in via definitiva collegata al cancro; le ricerche più recenti suggeriscono che la pillola ha veramente poco, se non niente a che fare con il rischio di sviluppare il cancro al seno. Infatti, secondo Planned Parenthood, le donne che usano la pillola rappresentano solo un terzo di tutte coloro che sviluppano un cancro al seno, alle ovaie o quello dell’utero rispetto a coloro che non la usano. La protezione contro lo sviluppo di questo tipo di tumori aumenta con ogni anno di utilizzo e può durare fino a trent’anni dopo l’arresto della pillola.

Va bene usare più volte lo stesso preservativo

Il singolo preservativo protegge dal rischio di gravidanza un unico rapporto sessuale.
Anche in assenza di eiaculazione, il preservativo non dovrà essere riutilizzato, perché potrebbe comunque essersi indebolito con il primo uso e ha maggiori probabilità di rompersi.

Due preservativi proteggono meglio di uno

In passato si riteneva che indossare due preservativi fosse più sicuro che usarne uno solo, ma non è così! L’utilizzo di due preservativi, uno sull’altro, aumenta il rischio di rottura o che si sfili, riducendone quindi di fatto l’efficacia.

La donna deve sospendere la pillola ogni paio d’anni

Non c’è nessun motivo medico per sospendere la pillola.
La pillola può essere usata continuativamente per 5, 10 o 20 anni senza alcuna interruzione.

Dopo il parto, la donna non può rimanere incinta prima di aver riavuto le prime mestruazioni

Una donna può rimanere incinta dopo il parto anche se non ha ancora riavuto le mestruazioni (capoparto).

In molte donne l’ovulazione precede la comparsa del ciclo; se il rapporto sessuale avviene in concomitanza con l’ovulazione, la donna potrà rimanere incinta.

Una donna che sta ancora allattando non può rimanere incinta

L’allattamento riduce le probabilità di gravidanza, ma solo nelle donne che allattano in modo esclusivo, e comunque non escludono al 100% la possibilità di ovulazione.

Utilizzare la pellicola trasparente o un palloncino se non si trova un preservativo.

La pellicola trasparente non è un sostituto del preservativo. Se non si dispone di un metodo contraccettivo efficace a portata di mano, non usate della plastica per avvolgere il pene come un panino per prevenire la gravidanza: non funziona (e neanche un palloncino, quindi non provate a vedere)! E, come nota collegata a questo argomento, mai utilizzare il dentifricio al posto dello spermicida (non uccide gli spermatozoi come molti credono).

Non si rimarrà incinta se si saltella su e giù o si mettono dei semi nella vagina.

Ci sono molte persone che credono che tossire, starnutire e saltellare su e giù dopo aver fatto sesso possa togliere lo sperma dal luogo in cui si trova. Tutti questi sono falsi metodi; gli spermatozoi sono troppo veloci e troppo piccoli per ognuno di questi metodi perché possano funzionare.

In più, introdurre degli oggetti (come semi o piante) dentro la vagina prima, durante o dopo il sesso  non avrà nessun effetto sulla prevenzione della gravidanza. Questo comportamento può invece essere pericoloso perché può causare danni al corpo femminile, come infezioni, lacerazioni o problemi più gravi.

Fare sesso stando in piedi funziona come contraccettivo

Le misconoscenze sulla posizione in cui fare sesso sono veramente comuni. Il più frequente che ho sentito dire è che non è possibile rimanere incinta se si sta in piedi mentre si fa sesso. Sempre su una simile lunghezza d’onda, certe storie affermano che si hanno meno possibilità di rimanere incinte se si fa sesso meno spesso.

Qualsiasi consiglio vi capiti di sentire, sia che dipenda dalle volte in cui si è fatto sesso o dalla posizione in cui ci si trova mentre si ha un rapporto sessuale, non ha nessun fondamento scientifico nè tantomeno speranza di efficacia.

Non avere un orgasmo può essere un ottimo metodo per controllare le nascite

La gravidanza avviene quando uno spermatozoo feconda un ovocita femminile. Mentre è necessario che l’uomo eiaculi per emettere lo sperma, l’orgasmo femminile non è necessario ai fini di una gravidanza. Una donna in età fertile rilascia un ovocita al mese come parte del proprio normale ciclo mestruale. Questo avviene che la donna abbia o meno rapporti sessuali o orgasmi.

Una donna è tanto più protetta quanto più il preservativo calza al suo partner

Anche questo equivoco è basato sulla convinzione che più stretto sarà il preservativo meno possibilità ci saranno per lo sperma di scivolare fuori o che il preservativo si sfili durante il rapporto. Ma un preservativo che è troppo stretto ha più probabilità di rompersi durante i rapporti.

L’unico modo per evitare del tutto una gravidanza è non avere rapporti sessuali

Vero! L’astensione è l’unico modo completamente sicuro per evitare gravidanze.
Tuttavia, vari metodi anticoncezionali sono sicuri, efficaci e disponibili a costi relativamente contenuti.

Articoli correlati
Domande e risposte
  1. Anonimo

    Buonasera, una settimana e mezzo fa ho avuto un rapporto protetto con il mio ragazzo lui è venuto nel preservativo che dopo abbiamo anche gonfiato ed era intatto, oggi dopo aver urinarie ho notato delle macchie rosa sulla carta, più tardi l’urina era quasi completamente rosa (inizialmente sembrava anche sangue). Cosa può essere? Sono incinta?

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non credo ci sia pericolo di gravidanza; può avere avuto piccole perdite ematiche dopo il trauma del rapporto, oppure una cistite; se dovessero persistere consiglio una valutazione medica, eventualmente ginecologica.

    2. Anonimo

      Si esclude quindi la gravidanza?

    3. Anonimo

      Grazie mille per la risposta! 🙂
      Quindi la gravidanza è esclusa?

    4. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Con tutta probabilità sì; se dovesse tardare il ciclo può fare un test per scrupolo, a 20 giorni dal rapporto, ma non credo sia plausibile come ipotesi.

    5. Anonimo

      Prima di quel rapporto ne abbiamo avuto “un’altro” senza preservativo ma lui non è arrIvano anche perché non eravamo intenzionati a farlo!
      Può esserci qualche probabilità?
      Comunque abbiamo fatto il test ed è uscito negativo, però continuo ad avere perdite marroni, rosa non più (solo quando il marrone è di colore chiaro)
      ed ogni tanto ho doloretti sulla pancia e il seno gonfio e “dolorante”. Può essere il ciclo? (Che comunque non è regolare). Oppure lei mi consiglia di rifare il test?

    6. Anonimo

      Volevo dire *lui non è arrivato* mi correggo

    7. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      1. Si tratta di coito interrotto e, anche se basso, esiste il rischio.
      2. Ripeta il test a 19 giorni dall’ultimo rapporto, a quel punto sarà definitivo; se persistessero le perdite le segnali al ginecologo.

    8. Anonimo

      Dal primo rapporto che le ho detto sarebbero già passati 19 giorni o per l’omeno più di 15 giorni sicuro!

    9. Anonimo

      Per primo intendo quello non protetto.

    10. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Per avere la certezza è necessario ripeterlo a 19 dall’ultimo così sarà definitivo; se dal primo sono passati 19 giorni o più sappiamo che con quel rapporto non è rimasta incinta.

    11. Anonimo

      Riguardo all’altro(quello protetto) la dottoressa mi rispose che comunque la possibilità non c’era..

    12. Anonimo

      Ma la possibilità di gravidanza nel complesso è alta, bassa o quasi inesistente?

    13. Anonimo

      Ne farò comunque un’altro per sicurezza!

    14. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Effettivamente se è stato protetto dall’inizio alla fine non ci aspettiamo sorprese.

    15. Anonimo

      Ho cercato su internet riguardo alle perdite, parla di perdite da impianto! Sono spaventatissima…è possibile?

    16. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      A mio parere no, ma non possiamo essere certi, per cui confermo il consiglio di ripetere il test a 20 giorni dal rapporto per sicurezza.

    17. Anonimo

      Finalmente è arrivato il ciclo mestruale, non credo ci siano più dubbi giusto?
      Grazie mille comunque! ?

    18. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Credo che ora possa rilassarsi. saluti

  2. Anonimo

    Il 22/11/16 ho avuto il primo rapporto senza precauzioni. Il 24/11/16 ho avuto un altro rapporto non protetto e il ragazzo mi è venuto quasi dentro. C’è rischio che sia in cinta?

  3. Anonimo

    Dovrei fare il test di gravidanza?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, esiste ovviamente la possibilità di gravidanza, ma se lo desidera è ancora in tempo per valutare la pillola dei 5 giorni dopo (che non dà garanzie assolute, ma ha elevata efficacia).

  4. Anonimo

    Giorno 27 ho avuto un rapporto con il mio ragazzo senza precauzione,ma non mi è venuto dentro e di questo ne sono sicura,solo che ho paura del liquido preseminale.dopo un Giorno e mezzo ho iniziato ad avere un mal di schiena costante che ho tutt’ora,spesso mal di testa e dolore al basso ventre e ho notatoil mio seno cambiato (ho trovato dei pallini che si chiamano tubercoli di Montgomery )che dicono sia sintomo di una gravidanza.purtroppo ero anche nel mio giorno “molto fertile” precedente l’ovulazione. Posso essere rimasta incinta?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Sì, una gravidanza è possibile, ma glielo dico per il coito interrotto, non certo per i sintomi perchè è assolutamente troppo presto per averne.

  5. Anonimo

    salve buonasera in questi giorni ho avuto un rapporto con la mia ragazza il preservativo si è bucato ma non ero ancora arrivato c’era solo un po di sperma liquido per l’eccitazione dentro il profilattico ma senza essere arrivato è probabile che rimanga in cinta?

    1. Dr.ssa Elisabetta Fabiani
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Il rischio è molto basso, dipende anche dal periodo del ciclo della partner (se fosse stata in fase ovulatoria ovviamente il rischio aumenta).

  6. Anonimo

    Ieri ho avuto un rapporto non protetto, subito dopo ho fatto una lavanda con la CocaCola e poi ho fatto pipì, posso stare tranquilla?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Purtroppo no, valuti urgentemente il ricorso alla contraccezione di emergenza se un’eventuale gravidanza non potrebbe essere accolta.

  7. Anonimo

    Salve dottore, mercoledì ho avuto un rapporto con il mio ragazzo e purtroppo si è rotto il preservativo; lì per lì non ci siamo preoccupati troppo perché lui non era venuto, ma adesso per sicurezza vorrei cautelarmi con la pillola del giorno dopo, ma sono ancora in tempo?

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Norlevo ormai non ha più senso, sono passati più di tre giorni.
      Si può eventualmente valutare EllaOne, che copre (ma senza la certezza assoluta) fino a 5 giorni dal rapporto.

  8. Anonimo

    Entro quanti giorni si può prendere la pillola del giorno dopo? Ho avuto un rapporto in cui ci si è rotto il preservativo e stiamo pensando a cosa fare…

    1. Dr. Roberto Gindro
      Dr. Roberto Gindro

      Posto che prima si prende e maggiore è l’efficacia, EllaOne si può assumere fino a 5 giorni dopo.