Allergie ed intolleranze alimentari nel neonato

Ultimo Aggiornamento: 157 giorni

Le allergie alimentari interessano il 5-6% dei bambini con meno di 3 anni, il 3-4% dei bambini in età prescolare, scolare, gli adolescenti e gli adulti dei paesi maggiormente industrializzati.

  • Per allergia alimentare si intende una reazione anomala, mediata dal sistema immunitario, nei confronti di uno o più alimenti riconosciuti erroneamente come estranei.
  • Per intolleranza alimentare invece si intende una reazione avversa agli alimenti non mediata dal sistema immunitario.

Alcuni alimenti come cioccolato, pomodoro, fragole, insaccati, pesci e molluschi che contengono sostanze bioattive come istamina e tiramina possono causare sintomi simili a quelli delle allergie vere e proprie e infatti si dice che queste sostanze possono ingenerare reazioni pseudoallergiche.

Una particolare forma di reazione avversa agli alimenti è la celiachia, una malattia autoimmune che si scatena per assunzione del glutine e può manifestarsi già allo svezzamento. Altrettanto tipica del primo anno di vita del bambino è l’allergia su base immunologica alle proteine del latte vaccino, mentre solo in una piccolissima percentuale di casi già alla nascita si manifesta intolleranza al lattosio.

Allergia alle proteine del latte

L’allergia alle proteine del latte vaccino si presenta quasi sempre nel primo trimestre di vita del neonato, con un’incidenza massima fra i bambini nutriti con formule artificiali ma, seppure raramente, tale allergia si può presentare anche nei bambini allattati al seno

  • per trasferimento degli antigeni del latte vaccino attraverso la placenta,
  • tramite il latte materno durante l’allattamento al seno,
  • per somministrazione sporadica di un biberon di latte formulato durante l’allattamento al seno.

I sintomi dell’allergia alle proteine del latte si manifestano con:

  • nausea,
  • vomito,
  • dolore e distensione addominale,
  • diarrea,
  • prurito,
  • rossore,
  • eczema,
  • orticaria,
  • dermatite atopica.

I sintomi respiratori invece, come respiro sibilante, tosse, rinite, asma sono meno frequenti, talvolta possono comparire anche schok anafilattico, anemia per perdita di sangue con le feci, irritabilità e anche morte improvvisa del lattante.

In caso di allergia alle proteine del latte bisogna eliminare completamente le proteine del latte vaccino:

  • se l’allergia interviene durante l’allattamento al seno dovrà essere la mamma ad eliminarle dalla sua alimentazione e allattare il bambino il più a lungo possibile.
  • Se invece l’allergia si presenta in bambini allattati con formule artificiali bisogna ricorrere all’uso di formule a base di soia, idrolisati proteici spinti o formule elementari; queste formule garantiscono una crescita ottimale del neonato, ma sono particolarmente costose ed hanno una minore palatabilità.

Se il bambino ha meno di 6 mesi non tutti i pediatri consigliano di indirizzarsi subito verso il latte di soia, perchè vi è una forte cross reattività fra le proteine del latte vaccino e quelle della soia, infatti in un 30% di casi compare intolleranza alle proteine della soia.

Il rischio di sviluppare tale intolleranza si minimizza dopo i 6 mesi di vita del bambino, se il bambino ha più di 6 mesi ed è affetto da APLV, sotto stretto controllo medico, si può tentare anche la somministrazione di latte d’asina.

Secondo studi condotti da ricercatori torinesi e pubblicati sulle maggiori riviste internazionali l’uso di questo latte permette di ottenere nell’80% dei bambini con APLV trattati una risoluzione nell’allergia di base. Il latte d’asina ha un sapore gradevole, ma è difficilmente reperibile ed è ugualmente costoso.

In generale si recupera la tolleranza al latte vaccino entro il primo anno di vita, anche se l’affezione rimane attiva in 1/3 dei pazienti anche dopo 3-4 anni.

Intolleranza al lattosio

L’intolleranza al lattosio può presentarsi a partire dal secondo anno di vita, mentre è piuttosto raro che si ravvisi già alla nascita. Per manifestare intolleranza al lattosio già alla nascita l’enzima lattasi responsabile della digestione del latte dev’essere completamente assente. Se il neonato manifesta gonfiore, meteorismo, tensione addominale, feci scomposte più che pensare ad un’intolleranza al lattosio ci dovrebbe orientare verso una sospetta intolleranza alle proteine del latte vaccino.

Celiachia

La celiachia infine colpisce circa l’1% della popolazione europea e statunitense: nei soggetti geneticamente predisposti con l’introduzione del glutine, la principale frazione proteica di frumento e altri cereali, si scatenano una serie di reazioni avverse con lesione della mucosa del piccolo intestino, atrofia dei villi, ipertrofia delle cripte ed aumento dei linfociti intraepiteliali: in altre parole una grave reazione al consumo dei cibi incriminati al livello dell’intestino.

La malattia può manifestarsi già all’inizio dello svezzamento con diarrea cronica, arresto della crescita, vomito e inappetenza. Al momento l’unico rimedio possibile in caso di celiachia è una dieta priva di glutine: i centri di dietologia e l’AIC (Associazione Italiana Celiachia) mettono a disposizione delle persone celiache elenchi che comprendono tutti gli alimenti privi di glutine. Quando si elimina completamente il glutine la sintomatologia scompare, riprende la normale crescita del neonato e l’intestino si riparara gradualmente.

Fonte:
www.inran.it
www.ministerodellasalute.it
www.aic.it

A cura della Dr.ssa Angela Nanni

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo

    Al mio bambino di 2 mesi, allattato al seno esclusivamente, sono spuntati dei puntini rossi alla tempia dx, diversi dagli ormai conosciuti brufoli che aveva alle guance settimane fa. Può essere il caldo, il sudore? O è qualcosa che ho mangiato io? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza vedere è impossibile fare ipotesi, ma se rimangono confinati in una zona ristretta escluderei una reazione allergica alimentare.

  2. Anonimo

    Da ieri sera sono sempre e solo sulla tempia. Sembra diminuisca il rossore che accentua i puntini solo quando dorme rilassato. Il pediatra, al momento solo per telefono, mi ha detto di mettere dell’olio di mandorla sulla parte. Lo vedrà fra 2 giorni se la situazione non migliora. Grazie a lei per l’attenzione

  3. Anonimo

    Salve dottore, ho una bimba di quasi 5 mesi nata in 36 settimane, ha sempre preso il mio latte fino ai primi bollenti caldi di Agosto quando forse x l’ ecessivo caldo ho notato di avere pochissima latte….la bimba aveva sempre fame….cosi ho iniziato a togliermela ed ho potuto verificare quanto deto prima!
    Da allora ho provato numerose marche di latte artificiale, ma la bimba che ne beva un bibe pieno che ne beva 10 cl dopo qualche ora comincia a dimenarsi, impallidisce, gli si sente sullo stomaco dei brontolii, fino a che non comincia a vomitare ripetutamente!
    La mia pediatra e’ via…il primo sostituto che ho trovato mi ha consigliato un latte AR ma niente da fare la situazione rimane invariata, il secondo sostituto mi ha indirizzato sul latte di soya….ha fatto fatica a berlo ma fino ad ora non l’ ha ancora vomitato! Leggevo sul portale che il latte di soya e meglio somministrarlo dopo i 6 mesi, questo puo essere un problema x la mia bambina? Secondo lei, devo pensare ad uuna intolleranza od a un’allergia? Leggevo sempre sul portale che comunque fosse si potrebbe risolvere con l’ eta?!
    La ringrazio arrivederci….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Per l’età è sufficiente somministrare latte di soia specifico per lattanti.
      2. Confermo, spesso l’intolleranza viene superata.

    2. Anonimo

      Buon giorno dottore, bene, allora secondo lei dai sintomi che le ho scritto la mia bembina potrebbe essere intollerante? Dovro stare attenta anche nello svezzamento?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Difficile fare ipotesi adesso; finchè l’allattava in modo esclusivo aveva mai verificato sintomi di qualunque genere, magari legati a quello che mangiava lei?

    4. Anonimo

      Bhe….le diro’, aveva difficolta’ a digerire….manifestava a distanza di diverso tempo ancora dei ruttini…..x il resto mi e’ sempre sembrara stare bene.

    5. Anonimo

      Buongiorno dottore ho una domanda da farle….ho un bambino di 3 e mezzo mai nessunpproblema!!!! Ora invece in 8 si è verificato uno strano sintomo mattia il mio bambino mangia tranquillamente gioca e va a dormire x la notte…..quando arrivano le 5 del mattino inizia con mal di pancia forte da urlare vomito e dissenteria che dura 3/4 ore poi svanisce tutto!!!! Inizio a preoccuparti la volta scorsa ho dato colpa al freddo caldo il tempo….ma l’episodio anche di stanotte non so cosa pensare…la cene prima di questi episodi era la pasta al sugo e basta in tutti e 2 le serate
      La ringrazio in anticipo attendo una suo risposta sono molto preoccupata

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è capitato solo due volte per ora non allarmiamoci, ma lo tenga molto leggero nella dieta e valuti con il pediatra l’uso di fermenti.

    1. Anonimo

      Buongiorno dottore ,ho una bimba di 9 mesi che da quando ho cominciato lo svezzamento tutte le volte che gli introduco nell’alimentazione latte o derivati dopo qualche minuto vomita fino a completo svutamento delle sostanze ingerite, all’istante si riempie di bolle e comincia a grattarsi e gli si gonfia il volto fino a quando non somministro un cortisonico….ho provato dietro consigli pediatrico a inserire nell’alimentazione prima un latte senza lattosio ed ho ottenuto lo stesso esito ,e poi con latte di riso e soia che la bimba si rifiuta di bere ,il problema sorge innanzi tutto la mattina cosa devo dargli?Da tenere presente che le davo un pochino di latte materno “che sta iniziando a scarseggiare”e quindi quando si sveglia che a fame cosa devo darle?la prego mi aiuti lei date le diverse prove non so + cosa fare.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Anche se non si dovrebbe, ha provato a dolcificare il latte di soia/riso con Nesquik o simili?

  4. Anonimo

    Si può tentare col nesquik ma che proporzioni tenendo presente che i pediatri sconsigliano l’uso ulteriore zucchero

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il minimo indispensabile per insaporire la bevanda ed almeno capire se causa problemi o meno.

  5. Anonimo

    Ok per il momento la ringrazio e le faccio sapere prossimamente come procede

  6. Anonimo

    Salve dottore le scrivo per capire da cosasono dovuti i sseguenti sintomi dovuti all introduzione del glutine nella dieta della mia bimba che ora ho 9 mesi….sin dalla prima volta che ho provato a dargli la pastina (a sei mesi e mezzo circa) dopo due k tre ore dalla pappa ha ogni volta vomito ripetuto e mancamenti. Abbiamo fatto gli esami dell allergia al grano e sono risultate negative abbiamo fatto rsami x la celiachia e sono risultate negative nel frattempo ho eliminato definitivamente il glutine dalla dieta e non ha piu problemi del genere ma se non è allergica e non è celiaca cosa sarà. .la ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Che tipo di analisi sono state fatte per la celiachia? Ci sono casi in famiglia?

    2. Anonimo

      Sono state fatte le analisi genetiche x la celiachia….in famiglia l unico caso è di mio cugino carnale .

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le analisi genetiche non possono sostituire la diagnosi del morbo, ma solo dire se ci sia una predisposizione genetica; contatterei un centro specializzato pediatrico e mi aspetto che procedano ad ulteriori esami relativi alla celiachia.

    4. Anonimo

      Sono stata all ospedale bambino gesu a roma a fare questi esami…mi hanno inviato le risp tramite mail….nella diagnosi non mi hanno dato risposte riguardo le analisi effettuate x la celiachia( quindi ho dato x scontato che non è celiaca ) ma bensi si parla solo di un deficit immunitario e mi hanno consigliato di ripetere le analisi al compimento dell anno….insomma sono andata li x capire cosa avesse mia figlia al riguardo e non hanno trovato cos ha…e in un ospedale del genere mi sembra cosi assurdo. ..la ringrazio vivamente x le sue risposte

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace che non abbia trovato una diagnosi.

  7. Anonimo

    Salve dott ho una bimba di 21mesi da due mesi che è piena di piccolussime bollicine su quasi tutto il corpo con i dott abbiamo provato di tutto ma niente ora mi ha consigliato di dargli il latte di proseguimento (ho cominciato a dargli il vaccino già da 9mesi fa) volevo chiderle eliminando il latte vaccino dovrò eliminare anche il parmiggiano? Posso dargli il formaggio di capra o meglio di no? LA ringrazio infinitamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È seguita da uno specialista?

      Almeno inizialmente sì, elimini anche il parmigiano e formaggi di capra.

  8. Anonimo

    Ciao ho una bimba di14mesi e da 3 mesi Che non prende peso e a il pancino sempre gonfio la cacchina la fa regolare Che può essere aiuto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il pediatra cosa ne pensa? È lui che ha rilevato il pancino non trattabile?

    2. Anonimo

      No sono stata Io a vedere il pancino gonfio poi sono stata da Un dott.privato e lui suppone Che potrebbe essere la ciclica e possibile Grazie dott.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È possibile, ma sottolineo che non sto dicendo che sia il suo caso.

  9. Anonimo

    Salve mio figlio ha 8 mesi e da quando è nato ha spesso muco/catarro nelle alte vie respiratorie, e x il pediatra è un po’ predisposto alla formazione di muco. l’ho allattato per 6 mesi esclusivamente poi siamo passati a LA (ne ho cambiati un paio sia per gradimento che per problemi di cacca) e prende ora il plasmon transilat. Da un mesetto circa dopo l’ennesimo raffreddato accompagnato da tosse, mi sembra come se questa tosse gli si smuova dopo che ha mangiato specie il latte, e si senta appunto come catarro in gola che butta fuori tossendo (ogni tanto tossisce al punto di vomitare). Il pediatra visitandolo ha detto che i bronchi sono liberi x cui il catarro che ha è alto. Però mi ha detto che potrebbe catarro e quindi questa tosse dipendere dal fatto che è intollerante al latte. … Ora leggendo il suo articolo mi sembra che i vari sintomi elecanti come comuni non comprendano la tosse e mio figlio tolta quella e il rumore di catarro in gola non ha altro. Tra l’altro ha anche avuto a 5 mesi la bronchiolite (in forma lieve) e non so se allora è più legata a questo che al latte.
    Lei che ne pensa?…
    Potrebbe essere il latte plasmon a creare catarro e quindi cambiando di nuovo latte potrei risolvere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Effettua regolarmente lavaggi nasali seguiti da aspirazione del muco?

    2. Anonimo

      Tutti i giorni gli spruzzo la soluzione isotonica ma nn aspiro il naso ogni giorno. C’è da dire che ho un altro figlio di 4 anni che è stato raffreddato quasi tutto l’inverno causa scuola, e spesso quindi anche io. Nn so se quindi il piccolino sia passato di raffreddore in raffreddore a volte più lieve a volte più forte. Ma x lei è correlato il discorso muco e intolleranza come unico sintomo?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ritengo indispensabile effettuare il lavaggio nasale più volte al giorno e SEMPRE seguito da aspirazione, si stupirà della differenza.

  10. Anonimo

    ogni volta che la mia bimba mangia le diventa le guance rosse cosa puo essere grazie

  11. Anonimo

    Salve dottore, la mia bimba di 20 mesi, soffre di dermatite da contatto come me, ma presenta episodi di diarrea acuta quando assume il pomodoro con conseguenti ustioni al sederino. Cosa mi consiglia di fare oltre che evitare il pomodoro e pasti che lo contengono?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’obiettivo deve essere capire tutti gli alimenti che le danno fastidio ed evitarli, non può fare molto altro; servirà poi fare il punto con un bravo specialista.

  12. Anonimo

    Buongiorno dottore,il mio bimbo di 14 mesi ha avuto il virus intestinale”così pensavo fosse”perché anche il primo lo ha avuto ma per un solo giorno con lui siamo andati avanti così per dieci giorni”prova questo e prova quello” il bimbi e stato ricoverato per disidratazione,così ho chiesto di fare le anali per allergia alimentare visto che in famiglia ci sono celiaci intoller al lattosio e medicine,quindi sono in attesa della risposta lui già ieri ha avuto una ricaduta e riiniziata la diarrea a il pancino gonfio,quindi le chiedo di che allergia si può trattare,perché sono sicura che è allergico a qualcosa,aspetto ansiosamente una risposta,i risultati sono già 8 giorni e ancora niente ci vorrà martedì o mercoledì

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È un discorso complesso perchè esclusi lattosio (poco probabile in un bimbo) e celiachia, sulle altre allergie/intolleranza non c’è ancora unanimità nel mondo scientifico.

      Che tipo di analisi sono state fatte?

  13. Anonimo

    Lo so che non può darmi una risposta certa però visto che queste allergie sono ereditarie,come ho detto sopra casi in famiglia diagnosticati da piccoli il timore e questo altrimenti non vedo perché questa diarrea e vomito non passi,la mia speranza e che non sia celiachia

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Data la famigliarità fa bene a verificare, ma gastroenteriti di 10 giorni nei bambini piccoli sono comunque comuni.

  14. Anonimo

    Buongiorno dottore,mia figlia tra una settimana compirà 5 mesi,e’ sempre stata una mangiona,pesa 6.700, dal terzo mese ha cominciato a piangere ad ogni poppata(ha sempre preso latte artificiale) sembra che la situazione stia peggiorando,infatti ora ne prende pochissimo,neanche 100ml..il vasetto di frutta e pappa di mais e tapioca però la mangia senza storie…inoltre qnd beve latte e fa il ruttino rigurgita spesso..potrebbe essere un’intolleranza? Ho cambiato latte ma è lo stesso

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’intolleranza non spiegherebbe il rifiuto istantaneo; il pediatra cosa ne pensa?

    2. Anonimo

      Non si è sbilanciata più di tanto, ha ipotizzato che la causa sia il caldo, i dentini oppure qualche intolleranza ma non fa detto più di tanto. Eventualmente con le analisi delle urine e delle feci risulterebbe?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo no; tutto sommato se mostra di gradire altri alimenti potrebbe non essere un grosso problema, con l’aiuto del pediatra si può pensare di accelerare lo svezzamento.

      Personalmente mi sono trovato molto bene con questo approccio:

      http://www.autosvezzamento.it/

  15. Anonimo

    il mio bambino ha due mesi circa, prima lo allattavo al seno ma questo scarseggiava un pò e l’ ho dovuto aiutare con il latte in polvere. Il bambino da subito ha sofferto di coliche notturne, le sue feci sono di colore verde, nel suo viso è apparso uno sfogo sicuramente dovuto al latte che gli sto somministrando,non riesce a digerirlo molto bene oppure è intollerante al lattosio? grazie mi consigli lei cosa fare a proposito

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il colore verde delle feci è spesso segno di malassorbimento, in ogni caso data l’età non posso che consigliarle di rivolgersi al pediatra già domani.

  16. Anonimo

    Salve dottore, o una bimba di 2 mesi.da qualche settimana e, dopo aver visto muco con striature rosee nelle feci , controllo il pannolino e trovo spesso , ma non sempre , tracce millimetriche di sangue. Oggi invece la traccia di sangue era più vistosa. Il pediatra ha detto che può essere il colon irritato dal latte (aptamil 1 che do in aggiunta al mio). Mi è stato detto che può essere anche muco nasale non digerito, visto che ha spesso le narici asciutte e le faccio i lavaggi con spray tonimer. Comunque mia figlia cresce normalmente e non ha altri sintomi particolari . Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Rimanga vigile, se continuasse a vedere sangue lo segnali nuovamente al pediatra.

  17. Anonimo

    Buongiorno, mio figlio (2 anni e 9 mesi) è goloso del carpaccio di pesce spada e salmone affumicato. Non che lo mangi tutti i giorni, ma quando lo mangiamo noi adulti lui lo mangia con noi. Non presenta nessun tipo di allergia o intolleranza. Può non essere un cibo adatto?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Due problemi, che valgono per gli adulti ed a maggior ragione per i bambini:

      1. Il pesce spada è un’ottima fonte di acidi grassi omega 3 (utili per esempio per il controllo dei trigliceridi, ma non solo), purtroppo è un predatore di grossa taglia che accumula per questo motivo grandi quantità di mercurio. Il consumo deve quindi essere limitato. Per approfondire: http://www.ilfattoalimentare.it/pesce-e-mercurio-donne-efsa.html

      2. Per il salmone vale nel bene e nel male quanto detto sopra, a cui tuttavia aggiungiamo la possibile presenza di molecole cancerogene provenienti dal processo di affumicatura. Per approfondire: http://www.my-personaltrainer.it/nutrizione/affumicazione.html

      Ribadisco, sono alimenti con un elevato contenuto di nutrienti di grande qualità, ma serve attenzione a non esagerare con le dosi; aggiungo che anche dal punto di vista educativo è assolutamente corretto abituare i bambini a mangiare un po’ di tutto, quindi è un altro lato positivo, serve solo attenzione a non proporre troppo spesso in tavola questi alimenti.

    2. Anonimo

      La frequenza è veramente limitata, capiterà 3-4 volte l’anno.
      Grazie per la tempestiva e precisa assistenza!

  18. Anonimo

    Salve dottore ho una bimba di 6 mesi, dal inizio a cominciato con le coliche, pianto, gonfiore… da due mesi ho datto latte artificiale a cominciato a non fare le fecci, il pediatra mi ha detto di dargli aptamil conformil plus, le fecce le fa, continua con la pancia gonfia, dolori, urli, movimenti gambe i piedi, meteorismo con urli, fecci sempre verdi, ha detto di provare il latte senza proteine, però non ha fatto nessun analisi, come devo fare? questo latte costa il doppio.lei beve solo il latte) grazie per il suo tempo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Proverei a rivolgermi ad un ospedale specializzato per approfondire il caso (Gaslini di Genova, Regina Margherita di Torino, …).

  19. Anonimo

    salve dottore ho una bimba di 11 mesi, da una settimana ha delle chiazze rosse sul tutto il corpo, che i primi 2 gg. venivano e andavano via. dal terzo giorno è aumentato notevolmente e sono fisse. Mio marito ha portato la bambina dal dermatologo il giorno dopo ed ha prescritto il bentelan per tre giorni mattina e sera, e per altri giorni a scalare una volta al giorno. dopo la prima assunzione e quasi sparito tutto. Ma ieri sera dopo assunzione di bentelan ha vomitato sia il farmaco sia la cena. e stamattina si e svegliata di nuovo con enormi chiazze rosse sul tutto il corpo. da domani mattina dovrebbe prendere il bentelan a scalare una volta al giorno. il pediatra dice che è orticaria. io da 4 giorni ho tolto il parmiggiano, l’uovo, yogurt, e fomraggino Mio. Ora prende solo il latte Mellin 2. le che cosa ne pensa? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, sembra orticaria, purtroppo non è facile capire da cosa sia scatenata.

  20. Anonimo

    Salve
    Mio Figlio ha 17 mesi e non è mai stato un gran mangione di latte , fino a Sabato scorso dato il latte crescita della Mellin e lo mangia solo a pappetta col cucchiaio con crema di riso e biscotti. Fin dai 5 mesi ha sempre mangiato yogurt , budini per lattanti, parmigiano, formaggi tipo robiola e philadelfia e va matto per le sottilette. Fino ad oggi nessun problema , la notte invece si beve circa 100/130 ml di latte con uno o due biscotti.
    Ora dato che il latte crescita ha un costo e poi dopo 48 ore si deve buttare , ho optato per introdurgli il latte vaccino fesco e da domenica così è stato , ho preso il granarolo più giorno e glielo stempero con l’acqua . I primi due giorni nessun problema le feci erano normali, da mercoled’ pomeriggio diarrea con muco 3/4 scarice con molto muco addirittura oggi ha avuto una scarica con solo muco ( diventato verdino appena aperto il pannolino) che gli ha provocato un forte arrossamento ai genitali e al sederino.
    Che sia il Latte? Oggi a colazione gli ho dato acqua con crema di riso e biscottini.
    Mia suocera mi dice che il muco è dovuto ai canini che devono spuntare. Può essere correlato?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Tenderei ad escludere che sia il latte (lo usi parzialmente scremato).
      2. Non ho mai sentito un pediatra confermare che i dentini possano portare diarrea ma… onestamente capita un po’ troppo spesso per non far venire questo dubbio; dentini o influenza intestinale sono a mio avviso le ipotesi più probabili.

  21. Anonimo

    Dott buonasera volevo porle una domanda la mia bimba di 8 mesi e da un po di tempo ma anche prima succedeva mi fa muco poco nella cacca o a giorni alterni oppure tutti i giorni o a volte una volta a settimana cosa può essere i dentini ?

    1. Anonimo

      No le feci sono formate quando fa il muco ci sono feci formate e pezzi più morbidi che sono muchi

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere segno di leggera infiammazione, ma non dovrebbe essere nulla di preoccupante; senta comunque il parere del pediatra.

    3. Anonimo

      Io so che il muco in quantità minime è normale o no. Cmq sarà anche che gli faccio lavaggi nasali tutti i giorni che tipo di infiammazione potrebbe essere

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Con lo svezzamento può capitare, non si preoccupi e senta comunque il pediatra per conferma.

  22. Anonimo

    Buongiorno dottore ho una bimba di quasi 2 medi sempre allattato al seno e sempre cresciuta bene da 2 settimane rifiuta il latte la pediatra ha provato a darmi l aggiunta ma ancora nulla.. in questi 2 mesi ha avuto episodi di vomito a getto di singhiozzi rigurgiti ma stava bene.
    Ora da 2 settimane rifiuta il latte diamo andate all ospedale dove è stata una settimana l hanno ricoverata per sospetTo RGE solo che prima di farle il sondino hanno voluto provare con un latte in formula senza le proteine del latte ma la bambina lo rifiuta riesco a farle bere qualcosa solo se dorme o non c è verso ma rigurgiti singhiozzi li ha ancora e a volte ancora non vuole il seno,sto facendo la dieta senza latte, si stacca piangendo disperata.. la mia domanda è c è un esame del sangue qualcosa x essere sicuri che sia intollerante alle proteine del latte?! Perché non ha senso dare questo latte alla bambina che assolutamente non lo vuole quando magari non è intollerante e io non riesco a farla mangiare
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A quest’età gli esami allergici lasciano il tempo che trovano purtroppo.

    2. Anonimo

      Ma all ospedale mi hanno dato il dulceril per assaporarire un po quel latte il nutramigen.. ma non fa male a una neonata di 2 mesi?!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è stato usato è perchè ci sono evidenze certe della sua innocuità, non si preoccupi.

  23. Anonimo

    Salve ho un problema vi prego aiutatemi.,la mia bimba ha 20 giorni io nn ho late al inizio li ho dato humana dopo un po ha cominciato a piangere e ho preso humana anticolica xo dopo un pi a cominciato a piangere sempre quando mangiava quando faceva la caca e quando i arrivava il latte dentro pancia si sentiva l ibtistinoche faceva rumore e piangeva.ho cambiato con melin ma e uguale piangeva sempre quando i arrivava il latte dentro pancia e quando faceva la cacca siamo state dalla pediatra e mi ha detto che e colpa del latte e mi ha detto di provare con nidina ma fa uguale,sapete dirmi xke? Che posso fare o che latte i devo dare per non fare piu cosi xke mi si rompe il cuore vedendola cosi come piange e non puo mangiare e non puo dormire bene Vi prego aiuatetimi grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, mi dispiace non possiamo essere granché utili, probabilmente ci vuole del tempo per abituarsi al latte non materno, ma la situazione va valutata dalla pediatra, per cui la invito a consultarla nuovamente essendo una situazione delicata.

  24. Anonimo

    La mia bimba di tre mesi presenta sempre muco nelle feci e in quest’ultimo periodo ha difficoltà a fare la cacca….è allattata esclusivamente al seno e la pediatra mi ha consigliato di eliminare dalla mia alimentazione i latticini e le zucchine…potrebbe trattarsi di un intolleranza?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, è molto piccola per stabilire che abbia un’intolleranza al latte e credo sia diffiicile, visto che i bambini si nutrono solo di latte almeno fino allo svezzamento.

  25. Anonimo

    Buonasera, da circa una settimana al mio bambino di 15 mesi sono comparsi dei puntini più simili a brufoletti belli rossi su parte della faccia dx e proprio oggi qualcuno sulla pancia e sul tronco. Non danno prurito o altro, il bimbo è sempre il solito, non presenta febbre ma solo tosse (va all’asilo e quindi è cronica praticamente) ultimamente gli ho dato un po’ di miele (per tosse) ma non ha mangiato niente di particolare… cosa potrebbero essere? Grazie in anticipo!!

    1. Anonimo

      No! Ieri sono andata dal pediatra e mi ha detto che ha solo gola infiammata e che potrebbe essere uno sfogo dovuto proprio a questo. MA E’ POSSIBILE? Perché oltre a queste macchiette tipo brufoli in faccia, sull’addome ha tipo rossore come se fossero puntini miniscoli minuscoli… Ha avuto febbre solo il 7 ottobre ma per catarro. Lui è il solito, anzi.. sta benissimo! Ha un po’ di smania in bocca ma per denti… Grazie dottore!!

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile, si tratta di forme virali esantematiche.

    3. Anonimo

      Caro Dottore,
      all’asilo nido c’è la sesta malattia… è possibile che il mio bimbo stia facendo una sesta malattia lievissima… ovvero, solo con macchie sul viso e addome (che sembrano anche quelle della sesta), tosse e raffreddore senza febbre? Grazie mille!!!

  26. Anonimo

    Salve,
    Io ho un bambino di 19 mesi,che dai 12 mesi beve latte di mucca (circa 500 ml tra la colazione e la sera prima di addormentarsi).E’ 2 settimane che quando prende il latte dal biberon inizia a tossire e lo vomita oppure gli risale a gola anche se non lo vomita.
    E da un po di tempo ha uno sfogo di bollicine sulle gambe che non gli dà fastidio.
    Potrebbe essere reflusso o intolleranza al lattosio?!

    1. Anonimo

      Salve..
      Ho un bimbo di 10 mesi che da 4 mesi ha sempre avuto diarrea…sotto consiglio della pediatra abbiamo fatto il beta lattotest ed è risultato positivo con un valore molto alto..significa che non può mangiare più alimenti contenenti lattosio? Grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il test evidenzia reazioni verso la ß-lattoglobulina del latte, quindi il problema probabilmente non è il lattosio; verranno invece sconsigliati latte e latticini. Ovviamente raccomando di fare il punto con la pediatra.

    3. Anonimo

      Buona sera…infatti la pediatra mi ha detto di togliere tutto il latte e i latticini anche perché ha delle reazioni allergiche quando li assume…ma se il problema non è il lattosio perché bisogna toglierlo?

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Perché il problema è un’altro elemento contenuto nel latte e nei latticini, la ß-lattoglobulina come già detto dal Dott. Cimurro.

  27. Anonimo

    [CUT] però mi ha anche detto di eliminare il lattosio e tutti gli alimenti che contengono latte…scusi l’ignoranza ma allora perché il problema non è il lattosio?
    Grazie per la disponibilità

    1. Anonimo

      Quindi mi consiglia di fare un test per vedere se è intollerante al lattosio?
      Grazie mille per la disponibilità

  28. Anonimo

    Buongiorno,
    Volevo chiederle un suo parere.
    La mia bambina adesso ha un anno…fino a 3 settimane fa beveva aptamil 2 HA x la dermatite atopica ora beve granarolo latte crescita 3 e gli e uscita una sfogazione vucino alla bocca puo essere il latte???potrei tentare con qualche altro latte???
    La ringrazio per il.momento

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non salterei a conclusioni, non è detto che sia il latte; verifichi prima con il pediatra.

La sezione commenti è attualmente chiusa.