Alito cattivo (alitosi): cause e rimedi

Ultimo Aggiornamento: 105 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Con il termine alitosi, o volgarmente alito cattivo, si indica l’odore sgradevole che si emette durante la respirazione; è un disturbo che può colpire soggetti di qualsiasi sesso ed età, anche se il problema si presenta con maggior frequenza all’aumentare dell’età.

Dal punto di vista sociale è una problematica in grado di provocare un forte imbarazzo in chi ne è colpito, arrivando a mettere a rischio le relazioni interpersonali per la paura di indurre a disagio il proprio interlocutore; esiste anche un disturbo in cui il paziente lamenta una forte alitosi, nonostante l’infondatezza del pensiero (alitofobia).

Si stima che il 25% della popolazione soffra di questo problema ed il 6% presenti alito cattivo in modo permanente.

Cause

Le cause di un alito cattivo sono molteplici e di varia natura; nella maggior parte dei casi, fino al 90%, il cattivo odore ha origine direttamente in bocca, molto spesso per accumulo di residui di cibo che vengono trasformati dal metabolismo dei batteri responsabili della placca, presenti a causa di una insufficiente igiene orale su denti e lingua. E’ inoltre possibile che la causa sia una ridotta idratazione della mucosa orale.

Quando la causa non è in bocca, possono essere diverse malattie a causare l’alitosi:

Più raramente la causa del disturbo è da cercare in alcune sostanze specifiche:

  • Cibi (aglio, cipolla, cibi speziati, …),
  • Altre sostanze (tabacco, alcool, farmaci, …)

Quando l’alitosi nasce in bocca

In quasi il 90% dei casi di alito cattivo dovuto a cause del cavo orale, il problema è legato alla putrefazione di cibo, cellule della mucosa orale morte e componenti microscopici di sangue; a seguito di una complessa serie di reazioni chimiche con i batteri presenti, in particolar modo sulla parte posteriore della lingua, ha origine l’odore sgradevole.

Altri insediamenti batterici responsabili possono essere talvolta individuati in spazi interdentali, ricostruzioni dentali imperfette, ascessi e protesi/dentiere poco pulite.

E’ possibile individuare una serie di alimenti in grado di peggiorare l’alitosi:

  • latticini (latte, fomaggio, yogurt, gelato, …),
  • cipolle ed aglio,
  • alcool (per disidratazione della bocca),
  • zucchero (perchè in grado di fungere da stimolo alla proliferazione batterica),
  • caffè (a causa del suop pH acido).

Esistono poi tutta una serie di concause che possono aggravare il problema:

  • scarsa salivazione,
  • scarsa igiene orale,
  • carie non individuata,
  • resti di cibo,
  • infezioni locali (per esempio mughetto),
  • inspirazione attraverso la bocca (respirare cioè senza l’ausilio del naso),
  • stress,
  • fumo,
  • alcool.

Diagnosi

Una diagnosi medica dell’alitosi può avvenire secondo diverse metodologie:

  • Un operatore sanitario valuta l’alito e, separatamente, l’aria proveniente dal naso a 3 distanze diverse per determinare la severità del problema.
  • Utilizzo dell’alitometro, un dispositivo specifico per la valutazione dell’alitosi;
  • Utilizzo della gascromatografia per rilevare le sostanze presenti;
  • Utilizzo del BANA test, per individuare le specie batteriche presenti nel cavo orale.

Cura e terapia

Lo specialista di riferimento per questo problema è il dentista, che è in grado di valutare e diagnosticare eventuali problemi.

Il paziente, prima di rivolgersi al medico, può provare a mettere in atto una serie di strategie per cercare di risolvere in modo autonomo il problema; inizialmente è opportuno intensificare e, quado possibile, migliorare l’igiene orale quotidiana. Oltre alla normale pulizia dei denti, magari con prodotti specifici, è possibile provare a:

  • pulire la lingua con appositi ed economici strumenti in vendita in farmacia;
  • utilizzare scovolini o filo interdentale per rimuovere depositi di cibo fra i denti.

I colluttori e dentifrici formulati per combattere l’alitosi contengono di norma principi attivi antibatterici, tra cui:

  • Fluoro,
  • Zinco,
  • Eteri aromatici,
  • Oli essenziali.

Prevenzione

  1. Lava i denti almeno 2 volte al giorno, usando un dentifricio al fluoro; assicurati di spazzolare bene lungo il bordo della gengiva e sulla superficie dei denti. Dopo aver spazzolato i denti spazzola anche la lingua, in particolare nella parte più vicino alla gola (meglio sarebbe con un pulisci-lingua).
  2. Usa il filo interdentale o gli scovolini almeno 1 volta al giorno per rimuovere i residui di cibo fra i denti.
  3. Mangia più frutta e verdura tutti i giorno e diminuisci il consumo di carne.
  4. Elimina i cibi contenenti cipolla, aglio e altri condimenti in grado di peggiorare l’alito.
  5. Evita il consumo di alcool.
  6. Evita di fumare.
  7. Consuma una caramella od una gomma senza zucchero alla menta o bevi di più se la bocca sembra essere piuttosto secca.
  8. Se fai uso di un collutorio assicurati di sciacquare per almeno 30 secondi prima di sputare.
  9. Se fai suo di protesi o dentiere disinfettale spesso, se possibile dopo ogni pasto, lasciandola a bagno in una soluzione disinfettante dopo averla spazzolata.
  10. Sottoponiti alla detartrasi (pulizia dei denti) dal tuo dentista 2 volte l’anno.

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. ivan

    Buon a sera, dottore da due messi fa mi brucano le gambe e mi fano mali i muscoli e sento troppo caldo nel le gambe solo a la sera lo sento e quando dormo non riesco anche dormire. Grazie

  2. tabata

    Buonasera! vorrei sapere dove posso rivolgermi per farmi sentire l alito,ho sempre un brutto odore …ho molti denti incapsulati ma il dentista dice che va tutto bene, per me invece no mi sento davvero l alito pesante alle volte qualcuno mi dice che sente puzza di fogna….co me devo fare ..non riesco a socializzare ……grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se per il dentista è tutto ok il passo successivo è l’otorino.

  3. lala

    buongiorno, le volevo chiedere cosa vuol dire il punto otto del paragrafo 5Prevenzione?????? la ringrazio in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mancava una parola, ora la frase corretta è

      “Se fai uso di un collutorio assicurati di sciacquare per almeno 30 secondi prima di sputare.”

      Grazie mille per la segnalazione.

  4. tasso

    posso chiederle una cosa non inerente a questo?
    Ho riscontrato la presenza di un punto bianco sopra la mia gengiva destra, cosa può essere?
    Gengivite, mi hanno detto questo.

  5. Tasso

    Può essere anche se correlato non vi è del dolore o dei sanguinamenti (gengivite)? In effetti un’afta in bocca ce l’ho, potrebbe essere una reazione.

    1. angelo

      Ho la bocca e labra secca che avvolte non riesco neanche a parlare cosa posso fare? , potete aiutami per favore? Grazie

  6. alessia

    soffro di regurgito gastroesofageo e il mio alito è sempre cattivo , anche dopo aver lavato identi e caramelle e gingomme non le posso mangiare , specialmente alla menta , sono disperata ! cosa mi consiglia?

  7. alessia

    Sto facendo una cura di pantorc e seguo una dieta che mi hanno dato quando ho fatto la gastroscopia..ho l’ernia iatale ..il punto è che devo aspettare per vedere se si ritira..altrimenti dovreò operarla..ci vuole tempo e questo alito mi rovina la vita

  8. alessia

    No, se dipende dal reflusso non credo che c’entrino i denti,però tentar non nuoce , andrò a consultare anche il mio dentista!

  9. daniela

    salve dottore, ho un grande problema. Le spiego, circa 4 o 5 anni fa soffrivo di meterosimo ma con alcune medicine mi è passato dopo qualche tempo. Ma da 2 o 3 anni a questa parte soffro di alitosi, pensavo dipendesse da aria nello stomaco dato che io sento (con orecchie) il rumore dell’aria. Ho preso svariate medicine per l’aria nello stomaco ma non hanno fatto nessun effetto ne per l’aria ne per l’alito. Facendo un’ecografia il dottore mi ha trovato un’infiammayione all’esofago, e allora ho subito pensato che l’alito dipendesse da questo. sto prendendo le LUcen ma sull’alito non vedo alcun effetto. Anyi peggio, addirrittura mi hanno fatto notare che anche il respiro è pesante. Mi consiglia qualche cosa?

    1. Anonimo

      no non ci sono andata. alcune carie le ho lo so, ma nel frattempo che ci vado mi puo dare qualche cosa che possa aiutarmi? prendo anche cb12 senza alcun effetto, si renda conto

    2. elisa

      Mio figlio di 7 anni spesso si ritrova con la lingua macchiata e come spellata, la pediatra dice che è semplicemente mancanza di vitamine. Ho dei dubbi a riguardo visto che gli ho somministrato betotal per parecchi mesi senza risultato. Tutto ciò accompagnato da alitosi e digrigna spesso i denti nel sonno.di testa mia ho iniziato a dargli tutte le sere prima di dormire una capsula di acidophilus bifido.a mio parere migliora,addirittura mi sembra che sia migliorato il sistema immunitario, però quando interrompo un po alla volta peggiora .secondo lei è una causalità o posso continuare per tutto l inverno? Grazie

    3. elisa

      Si da metà in giu,aggiungo anche che ha spesso scariche di feci molle e galleggianti

    4. anonimo 2

      Salve dottore, sono un ragazzo di 20 anni con problemi di alitosi…non parlo mai di questo con nessuno tanto meno con i miei, una sola volta avevo detto di sentirmi strano e di voler fare una visita completa all’interno del mio corpo, ma nulla e per loro sembra che la fonte del mio alito sia causa dei molari o di qualche carie, ma sta di fatto che ho speso un occhio della testa per curare tutte le carie pure le più leggere compreso di pulizia ma non cambia assolutamente nulla…mastico un pacchetto di gomme al giorno per camuffare l’alito ma come sempre non cambia, mi isolo, lo vedo dagli occhi degli altri quando parlo e spesso trattengo il respiro per la vergogna che porto addosso…fumo…fumo anche per cambiare l’alito e troppe sigarette al giorno..un pacchetto..sono circa 5 anni con questo problema e cercando su internet non trovo nessun medicinale…sto male e voglio la mia vita e questo è un ostacolo immenso che sembra che dovrò tenermi per tutta la vita…spesso ho mal di testa..a volte mal di gola..oppure mi sento caldo all’interno della gola mentre parlo o respiro…la prego si informi e mi dia un gran buon consiglio….

    5. anonimo 2

      Non lo so..non ne abbiamo discusso..ci vuole un gran coraggio a parlarne con qualcuno

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è “qualcuno”, è uno specialista medico che tratta anche di questi problemi.

  10. Beatrice

    Salve Dottore, molto spesso ho mal di stomaco. Prendo un Maalox e a volte passa. Da qualche giorno i mal di stomaco sono abbastanza frequenti. Cosa mi consiglia di fare?
    Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Deve parlarne con il medico e valutare una terapia diversa e più costante; attenzione all’alimentazione.

  11. Giordano

    Salve dottore le volevo kiedere è possibile che se non ci si lavi i denti per un pó lo stomaco faccia male??? Il problema è che ho dei disturbi di stomaco vorrei sapere se è dovuto al fatto che la sera prima di andare a letto non mi lavo i denti

    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non mi risulta, anche se un’imperfetta igiene dentale può avere diversi problemi anche slegati dalla bocca.

  12. dennis

    Ciao dottore o 16 anni e io come la penzo sofro di alitosi io credo che la colpa sia dei denti perche cello massacrati ogni giorno cuanto dormo mi esce dalla bocca la saliva e puzza, io non so che fare mi vergogno molto di questa cosa ce non posso prendere i mezzi publici, ogni volta che prendo i mezzi tutta la gente mi guarda parla a passa voce e a mi ecome se mi venisse di dare pugni calci nn so più che fare MI AIUTI DOTTORE MI DIA UN CONSIGLIO

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il primo passo è sicuramente una corretta igiene orale e la sistemazione dei denti.

  13. Anonimo

    dottore da circa inizio mese ho, precisamente dove si trovano le tonsille un po’ di mucosa con qualche capillare in evidenza, ho chiesto consiglio a due medici i quali mi hanno confermato la cosa, tuttavia ho letto sul web che il mughetto tecnicamente nel giro di un paio di settimane dovrebbe scomparire, eppure ciò non è ancora avvenuto…
    Il medico mi aveva prescritto Mycostatin, ma non l’ho preso.

  14. kira

    Dott bn sera io credo di avere alito pesante. Nessuno me la detto ancora xke io in verita nn mu avvicino mai quando parlo faccio un uso cuotidiano di gomme alla menta solo. Cosi mi sento sicura soffro di stipsi sinusite e nn bevo molto grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il primo passo è capire se ci sia realmente questo problema, deve quindi chiedere a qualcuno di cui si fida se sia realmente così.

  15. Anita

    Salve dottore. Ho 30 anni ed ho sempre sofferto di alito pesante, sin dalla preadolescenza (no quotidianamente) e questa cosa mi crea un disagio enorme.
    Da un annetto ho scoperto di soffrire di gastrite ed esofagite, ma visto che la cosa risale a tempi ancora più remoti, cosa potrebbe essere allora?? Un insieme di cause? A chi mi rivolgo per prima per risolvere il mio problema?? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si rivolga al medico di base o ad un gastroenterologo, risolvendo i problemi di stomaco probabilmente spariranno anche i problemi di alitosi.

  16. Maria

    Buonasera dott.Oggi pomeriggio sono andata dal dentista per pulizia dentale.Ha usato lo sheratec 30 ml,ma mi ha prima detto che e’un prodotto naturale e più in secondo tempo mi ha detto che è un farmaco chimico. Dott,cosa è lo sheratec?Grazie!

  17. Anonima500

    Buonasera o meglio buonanotte dottore, anch’io da tantissimi anni soffro di alitosi. Lavo i denti tutti i giorni, pulisco la lingua con il pulisci lingua e dietro consiglio del mio dentista a volte la pulisco con il bicarbonato…ma nonostante ciò, peggioro sempre di più. Ho provato, qualche anno fa, a parlarne con il mio medico, ma mi ha detto che non c’è alcun rimedio… La prego mi aiuti. Lavoro a contatto con la gente e mi vergogno da morire. Grazie.

    1. Anonima500

      Si. Ho solo un molare che a causa di una carie si sta spezzando un po alla volta e lui me lo ricostruisce. In questo mese ho rifatto la pulizia. Mi ha anche spiegato che la causa della mia “malattia” è la lingua..C’è qualche rimedio????

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ok, perchè la lingua? Cos’ha esattamente che non va? Candidosi?

    3. Anonimo

      Perché è ricoperta da una spessa patina bianca che riesco a togliere, per poche ore, solo con il bicarbonato.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere candida; ne parlerei con un dermatologo.

  18. margherita

    lavoro in un centro medico penso che il problema mio dell’aLITOSI NON DIPENDE DALLA BOCCA MA DALLO STOMACO E L’INTESTINO PERCHE’ MI HANNO DIAGNOSTICATO LA RETTICOLITE ULCEROSA appunto volevo sapere che cosa posso usare per lalito cattivo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere farmaci od altre terapie.

  19. domenico

    salve io sento di avere un alito cattivissimo ma mia sorella mi ha detto di non avvertire niente se le parlo vicino. io però sento un sapore bruttissimo sapore in bocca soprattutto quando ingoio. uso regolarmente filo interdentale e colluttorio e rimuovo i pallini bianchi dalle tonsille. il retrogusto schifoso all ingoio aumenta se fumo o bevo. può essere un problema di tonsille?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, è un problema di alcool e fumo che le lascia un sapore sgradevole, ma non necessariamente connesso all’alito.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.