Prostata: i valori corretti di PSA

Ultimo Aggiornamento: 1740 giorni

Link sponsorizzati

Uno degli esami più semplici per evidenziare un eventuale tumore alla prostata è l’analisi dei valori del PSA, che è un esame del sangue in grado di valutare livelli di una glicoproteina prodotta dalla prostata. In presenza di tumore i valori del PSA aumentano, perché le cellule ghiandolari malate producono molto più PSA di quelle normali.

Si rilevano saltuariamente falsi negativi, ossia valori considerati nella media che tuttavia nascondono un tumore in crescita.

Il PSA, di norma più elevato in pazienti anziani per un fisiologico aumento di volume della ghiandola con l’età, funge quindi dal marker per la diagnosi dell’adenocarcinoma prostatico e generalmente il valore considerato limite è pari a 4 ng/ml. Tuttavia è spesso difficile, se non impossibile, distinguere un tumore da un caso di ipertrofia prostatica benigna, che presenta spesso valori di PSA fra 4 e 10 ng/ml.

Allo stesso tempo si rileva che il 25-30% dei pazienti presenta valori di PSA nella norma, ossia nell’intervallo compreso fra 2.5 e 4.0 ng/ml. Quindi si considera che

  • Valori di PSA inferiori a 4 presentano un rischio di tumore pari al 5%
  • Valori di PSA compresi tra 4 e 9.9 sono associati ad un rischio pari al 25%
  • Valori di PSA superiori a 10 si rivelano tumori nel 55% dei casi

Con l’obiettivo di migliore l’accuratezza del test sono stati individuati ulteriori parametri che contribuiscono alla valutazione diagnostica; il PSAD (density), rapporto tra PSA e peso della prostata, è sospetto quando superiore a 0.15 ng/ml/gr

Si studia poi la velocità di aumento dei valori di PSA (PSA velocity), che aumenta fino a superare il valore soglia pari a 0.75 ng/ml/anno.

Si valuta infine il PSA free, che di norma indica patologia tumorale per valori inferiori al 10% ed una patologia benigna per valori superiori al 20%.

In ogni caso nessuno di questi valori risulta determinante nella diagnosi.

L’esame per il PSA non richiede di presentarsi a digiuno, mentre è necessario non avere rapporti sessuali nelle 24 ore che precedono l’esame. Se il paziente sta assumento finasteride (Proscar, Prostide, Finastid) il valore misurato dev’essere moltiplicato per 2 e poi valutato come visto in precedenza.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. mario

    ho 66 anni psa 4,26 free 0,479 rapporto psa libero totale 11.2 .con leggero dolore pancia bassa.che ne pensa.grazie.

  2. Vincenzo42 torino

    Son afflitto da forti dolori al collo e alla schiena . Il mio medico mi ha prescritto degli antidolorifici pur sapendo che la medicina ad hoc sarebbe il bentelan.Devo precisare che da qualche mese assumo la Cardioaspirina. In virtù di ciò a detta del mio medico l’Aspirina e l’antinfiammatorio vanno in conflitto.Poichè la scorsa notte non ho dormito a causa dei dolori,mi sono recato in ospedale dove dopo averli informati mi hanno prescritto punture di muscoril e bentelan.
    La mia domanda è: C’è conflitto fra aspirina e bentelan?
    In attesa di un suo chiarimento invio cordiali saluti

    Vincenzo Torino

  3. Vincenzo42 torino

    si Pantorc 20.

    Approfitto per fare un’altra domanda:
    mi hanno detto che le statine sono portatrici di dolori,è vero?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. In questo caso non c’è problema.
      2. In alcuni pazienti sì.

  4. Vincenzo42 torino

    Gent. dott., il 10/cm mi è stato impiantato un defribillatore a causa di fibrillazioni che ,a detta dei cardiologi,avrebbero potuto causare un arresto cardiaco.Il problema non è stato improvviso,ma veniva da lontano, avendo io una ipertrofia cardiaca genetica.Dopo l’intervento ho dovuto fare delle punture di Bentelan per i forti dolori alla schiena.Ho notato nella parte superiore del braccio sx delle tumefazioni ,a mio parere causate dall’intervento.Altre tumefazioni color violaceo si trovano all’altezza della mammella dx,forse per l’aspirina che assumo.Ho già chiesto a Lei un parere il g.16/cm che mi ha soddisfatto pienamente.La mia domanda è:quanto tempo passerà prima che queste tumefazioni spariscano?C’è stato contrasto tra Aspirina e Bentelan?Tra l’altro i dolori alla schiena non sono passati,ma solo attenuati.Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Qualche settimana al massimo, cambieranno colore fino a sparire.
      2. L’aspirina può sicuramente aumentare il rischio di formazione di lividi, rendendo il sangue più fluido.

  5. antonio

    buonasera volevo sapere per mio padre anni 76
    esami prostata
    psa 7.40
    psafree/psa totale 33.4%

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È già seguito da un urologo? Viene da pensare ad un po’ di ipertrofia prostatica benigna.

    2. antonio

      si ha fatto pochi giorni fa la biospsi stiamo aspettando gli esisti secondo lei e grave?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende dall’esito della biopsia, ma non credo che si avranno sorprese.

  6. Alessandro05

    Oggi ho effettuato l’esame psa totale 0,36 psa libero 0,16 psa libero/psa totale 0,44. Volevo sapere se i valori sono nella norma. Grazie

    1. enrico

      Buongiorno. Volevo chiedere se i valori psa totale 0,38 psa libero 0,20 e rapporto fra psa libero e totale 0,52 sono giusti. Grazie

  7. francesco

    sono stato operato per asportazione della prostata radicale 2009 novembre da circa 8 mesi il controllo del psa è in aumento oggi ho fatto un analisa del sangue il psa 0,739 psa libero 0,025 rapporto 0,0338 mi hanno detto che il male sta continuando chi mi sugerisce la cura ormonale chi quella radioterapica io non sò cosa fare il grado del esame (7=4+3) sec.gleason con permeazione neoplastica perineurale se getilmente mi può consigliare pet negativa tac negativa scintil ossea negatva grazie della suo consiglio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      MI dispiace, ma temo di non avere le competenze per poterla aiutare.

  8. kira

    salve dottore,
    mio nonno ha 78 anni, fatto delle analisi dove risulta un PSA 8.45, PSA LIBERO 0.75 E FPSA/PSA TOT. 9%. vorrei sapere se i valori sono nella norma. grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, sono un po’ aumentati; servirà ora approfondire con l’aiuto dell’urologo.

  9. mauro

    Buonasera dottore, ho 50 anni, ad oggi psa 1,74 psa free 0,59 rapporto 0,33. Sei mesi fa psa 3,22 psa free 0,82 rapporto 0,25. Esame ripetuto dopo 6 mesi con cura data dall’urologo con permixton
    30gg si e 30gg no. Consiglio?

    1. mauro

      buongiorno, sintomi nessuno, la prostata circa 2 anni fa risultava ingrossata, ho fatto un anno di Avodart e dopo 2/3 mesi visita urologica e l’urologo scrive prostata di dimensioni normali ma il valore psa era 3.22, psa free 0.82 e rapporto 0,25 i quali valori non piacevano. appunto la cura con permixton e di nuovo esami, perché secondo lui in base ai risultati avrebbe deciso per una biopsia. Un suo parere? Gentilissimo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che verrà ritenuta necessaria una biopsia alla luce dell’attuale valore, ma è possibile che debba continuare con l’assunzione del farmaco.

    2. mauro

      il permixton è un fitofarmaco, nel tempo crea problemi?
      Chi meglio di lei può saperlo.? Grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere non si verificano significativi effetti collaterali.

  10. giuseppe

    sono già stato operato alla prostata ma a oggi il neurologo dice che è di nuovo ingrossataho rifatto il PSA che mi dice 6,68 il PSA free i,56 rapporto 0,23 vorrei sapere se devo sottopormi di nuovo ad un intervento o se è curabile con farmaci grazie distinti saluti

  11. Giuseppe

    Sottoposto ad intervento di resezione endoscopica della prostata
    (IPB). Esame istologico : ipertrofia della prostata.
    Dopo 6 mesi : PSA 2.05
    Dopo 18 mesi : PSA 4.01 Rapporto libero/totale 20,1%
    Ecografia prostatica : lobo medio del volume ca. 70 cc
    Esami successivi : PSA 3,5 rapporto 21,0%
    (intervallo 35 gg) : PSA 3,9 rapporto 23.7%
    Visita urologica di controllo (clinica urologica) prenotata in giugno.
    E’ curabile con farmaci ? Età 81 anni. Grazie

  12. Giuseppe

    Ho 73 anni e attraverso l’analisi del sangue per la prostata, ho avuto questi risultati:
    S-PSA 2.97
    PSA FREE/PSA TOT 40.40
    S-PSA LIBERO 1.20
    Devo preoccuparmi?
    GRAZIE

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Preoccuparsi assolutamente no, forse c’è una leggera ipertrofia prostatica piuttosto comune dopo una certa età; il medico cosa ne pensa? È già seguito da un urologo?

  13. salvatore

    Oggi ho ritirato gli esami
    psa totale 0,83
    psa libero 0,16
    raporto psa fee/psatot 19,28
    mi sa dire perfavore cosa ne pensa.
    grazie

  14. alex

    Psa totale 4,37
    Psa libero 1.49
    Rapporto 34.10

    Come è la situazione?
    Grazie

  15. gionni

    psa totale 4,25 frazione libera 0,72 ng/ml rappoto psa libero 17
    eta 57 devo approfondire

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente senza paura ma sì, vale la pena sentire un urologo.

  16. Caterina

    Mio padre ha 55 anni ha fatto gli esami del sangue ed il valore del ratio e 18 che ne pensa?

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.