Prostata: i valori corretti di PSA

Ultimo Aggiornamento: 2029 giorni

Link sponsorizzati

Uno degli esami più semplici per evidenziare un eventuale tumore alla prostata è l’analisi dei valori del PSA, che è un esame del sangue in grado di valutare livelli di una glicoproteina prodotta dalla prostata. In presenza di tumore i valori del PSA aumentano, perché le cellule ghiandolari malate producono molto più PSA di quelle normali.

Si rilevano saltuariamente falsi negativi, ossia valori considerati nella media che tuttavia nascondono un tumore in crescita.

Il PSA, di norma più elevato in pazienti anziani per un fisiologico aumento di volume della ghiandola con l’età, funge quindi dal marker per la diagnosi dell’adenocarcinoma prostatico e generalmente il valore considerato limite è pari a 4 ng/ml. Tuttavia è spesso difficile, se non impossibile, distinguere un tumore da un caso di ipertrofia prostatica benigna, che presenta spesso valori di PSA fra 4 e 10 ng/ml.

Allo stesso tempo si rileva che il 25-30% dei pazienti presenta valori di PSA nella norma, ossia nell’intervallo compreso fra 2.5 e 4.0 ng/ml. Quindi si considera che

  • Valori di PSA inferiori a 4 presentano un rischio di tumore pari al 5%
  • Valori di PSA compresi tra 4 e 9.9 sono associati ad un rischio pari al 25%
  • Valori di PSA superiori a 10 si rivelano tumori nel 55% dei casi

Con l’obiettivo di migliore l’accuratezza del test sono stati individuati ulteriori parametri che contribuiscono alla valutazione diagnostica; il PSAD (density), rapporto tra PSA e peso della prostata, è sospetto quando superiore a 0.15 ng/ml/gr

Si studia poi la velocità di aumento dei valori di PSA (PSA velocity), che aumenta fino a superare il valore soglia pari a 0.75 ng/ml/anno.

Si valuta infine il PSA free, che di norma indica patologia tumorale per valori inferiori al 10% ed una patologia benigna per valori superiori al 20%.

In ogni caso nessuno di questi valori risulta determinante nella diagnosi.

L’esame per il PSA non richiede di presentarsi a digiuno, mentre è necessario non avere rapporti sessuali nelle 24 ore che precedono l’esame. Se il paziente sta assumento finasteride (Proscar, Prostide, Finastid) il valore misurato dev’essere moltiplicato per 2 e poi valutato come visto in precedenza.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Giovanni

    Buona sera dottore, ho 64 anni e dal’esame del PSA risultano i seguenti valori: PSA 12.92 – PSA Free 2.13 -PSA ratio 16.48.Devo preoccuparmi?

  2. BRONTOLON

    buona sera dottore. ho 59 anni , le scrivo per inviarle i miei valori degli esami riguardanti il PSA totale: nel gennaio 2015, 0,62 mg/ml, e dicembre 2015, 1,145 mg/ml. per questo aumento dopo neanche un anno mi devo preoccupare?. devo fare altri esami? grazzie tante aspetto sua risposta

    1. brontolon

      premetto che mangio tantissima frutta e verdura.,ho bisogno di urinare 2 3 volte durante la notte, poi produco pochissima sperma e trasparente come l’acqua grazie ancora della sua risposta.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Preoccupare no, ma verificherei con l’aiuto di un urologo, probabilmente si sta ingrossando leggermente.

  3. Salvatore

    Buona sera faccio presente che soffro di ipb 8 anni fa ho fatto una biopsia esito negativo sono in cura con i seguenti farmaci Avidat e xatra 10 nel mese di settembre ho fatto un controllo periodico il psa era 3,76 psa free 0.71 psa-r/psa L 19.0 ho fatto 12 giorni di antibiotico Unidrox 600 dopo 3 mesi ho rifatto il psa con i seguenti valori psa 3.91 Psa Free 0.86 Psa -r psa- L 21.9 ho già prenotato una visita con l’urologo
    In attesa di un parere ringrazio
    Cordiali saluti

  4. Salvatore

    Grazie dottore ma come mai dopo l’antibiotico il Psa totale non è di minuito?
    Mi devo preoccupare
    La ringrazio e buona sera

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere stato un batterio resistente, oppure un’infiammazione e non un’infezione, oppure può essere ricomparsa l’infezione nei 3 mesi di intervallo, …

  5. marina

    Buon giorno dottore vorrei un suo parere riguardo la salute di mio marito , nel2013 le e’ stato diagnosticato un carcinoma prostatico ad alto rischio con metastasi linfonodali purtroppo non operabile psa 93 geason 9 non poteva eessere radiato ha fatto ormonoterapia senza sucesso ora sta facendo il 2 ciclo di chemioterapia ma il psa continua a salire cosa ci aspetta? Cordiali saluti Marina

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non ho l’esperienza per esprimere giudizi.

  6. a.

    gentile dottore mio papà dopo asportazione totale prostata nel 2014 oggi il suo valore psa è 0,09 va bene’?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dopo una prostatectomia radicale ci si aspetta che i valori si azzerino (inferiore a 0.2 ng/ml), quindi mi sembra che il risultato vada benissimo; raccomando comunque di verificare anche con il medico.

  7. Rosario

    Salve dottore, le scrivo poichè poco tempo fa ho urinato qualche gocciolina di sangue e per questo motivo ho voluto vederci a fondo. Facendo il primo test del PSA , il valore risultava essere a 11, dalla radiografia la prostata sembrava però non essersi ingrossata, anzi tutto regolare. Ho assunto un antibiotico prescritto e dopo aver finito la cura ho rifatto le analisi. Psa a 4,50… Mi da una motiviazione? Va tutto bene?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’urologo potrebbe suggerire un secondo ciclo per provare ad abbassare ancora il valore.

  8. Anonimo

    Buona sera dottore e chiedo scusa se la disturbo mio padre ha problemi alla prostata e ha fatto le analisi del Psa . Ha 77 anni e e da 0 a 4, 000 il suo valore è 1, 163. Mi devo preoccupare? Le anticipo che ha qualche volta dolore e bisogno spesso di urinare. Grazie se vorrà rispondere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra buono, ma dati i sintomi raccomando comunque una visita urologica.

    2. Anonimo

      Quello che mi preoccupa un po è che facendo un’eci il medico ha visto un area nodulare ipoecogena di 19 mm al sesto segmento del fegato. I valori di tutti i gamma sono nella norma. Lunedì pross deve fare una tac a contrasto…. lei può tranquillizzarmi? Grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fatto che gli esami epatici siano nella norma è un ottimo punto di partenza, permette a mio avviso una cauta tranquillità.

  9. Sem

    Ho fatto l’esame del PSA, ho 47 anni, questi sono i risultati:
    PSA-TOTALE 1,060 * 0 – 4 ng/ml
    PSA-FREE 0,288 * ng/ml
    PSA-FREE/PSA-TOTALE 27,2 > 20 %
    I valori normali sono standardizzati
    * su pazienti con valori di PSA-totale
    * compresi tra 4 – 10 ng/ml.
    * Al di sotto ed al disopra di tale range
    * il dosaggio del PSA-FREE non ha
    * significato particolare

    E’ il caso di approfondire?

    grazie.

    1. Sem

      mi scusi dottore, premetto che da una decina di giorni circa ho bruciori e dolori durante la minzione, difficolta a trattenerla

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      La prostata sembra in salute.

      Ha già fatto esame delle urine ed eventuale urinocoltura?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi tenga al corrente (ma non le faccia se non prescritte dal medico).

  10. Sem

    Si, è stato il mio medico a prescrivermele.
    La terrò al corrente.

    Grazie Mille.

  11. maurizio

    Buongiorno volevo un consulto ho mio padre con dei valori psa Tototale 6, psa Free 0,530 . Rapporto fra psa libero è totale 8. Dobbiamo preoccuparci dottore?. Grazie in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Preoccuparsi no, approfondire con l’aiuto di un urologo sì.

    2. Maurizio

      Grazie dottore, infatti giovedì ha un appuntamento con l’urologo. Lunedì fará la transrettale. È affetto da prostatite da qualche anno ormai, solo che stupidamente non si è curato. Adesso si è ripresentato qualche problema di bruciore alla minzione… Non ha nessun tipo di fastidio oltre a quello.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      La prostatite può spiegare tutti i sintomi.

      Mi tenga al corrente.

    4. Anonimo

      Salve dottore, ieri mattina mio padre ha fatto la transrettale ,il radiologo ha accennato mentre faceva l’esame che di masse tumorali non ce ne sono… è che c’è solo la struttura della vescica muscolosa. Visto che però gli analisi del psa un po sfalzati c ha consigliato di andare giustamente da un urologo.Giovedi abbiamo l’appuntamento con l’urologo… la terrò informata dottore….

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo, sono felicissimo che non sia emerso nulla di preoccupante.

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe trattarsi di ipertrofia prostatica benigna, piuttosto comune dopo una certa età.

    7. Anonimo

      Le invio il referto dellla transrettale: Reni in sede ,normali per volume e morfologia. Regolare lo spessore cortico-midollare. Non ectasia delle cavità renali. Vescica non distesa. Prostata con dimensioni e contorni regolari: ecostruttura disomogenea e prevalentemente ipocogenea,della porzione centrale,con calcificazione periuretrali. Non congestione del plesso venoso periprostatico . Non evidenti chiare lesioni sospette in zona periferica della ghiandola. Profilo ghiandolare conservato.
      ECONBIOMETRIA PROSTICA:
      Diam.tarsv.45mm
      Diam.AP 25mm
      Diam.long 36mm
      Volume 21cc.
      Vescichette seminali congeste.
      Si consiglia consulenza urologica.

      Dottore legge in tutto ció qualcosa di preoccupante?.

    8. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, ma d’altra parte non mi sento in grado di interpretare a fondo questo tipo di referto.

    9. Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo comprendo perfettamente e non si deve preoccupare, dispiace a me non riuscire ad essere più concreto nelle risposte.

  12. MASSIMO 1

    buongiorno esame PSA 21,82 esame urinocoltura NEGATIVA
    ETA 59 ANNI a breve dovrei fare ecgrfi addome completo. UN Suo giudizio grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere ipertrofia benigna, ma è corretto ed indispensabile approfondire con l’aiuto dell’urologo.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.