Tumore al seno, i sintomi

Ultimo Aggiornamento: 2134 giorni

Il cancro al seno è un tumore che può manifestarsi attraverso tutti i sintomi che andremo a descrivere, solo alcuni o addirittura rimanere del tutto asintomatico (privo cioè di sintomi evidenti); ogni caso è diverso dall’altro ed è difficile, se non impossibile, descrivere un quadro generale valido per ogni donna. Si ricordi inoltre che gli stessi sintomi possono essere provocati da cause diverse dal tumore e l’unico modo per avere una valutazione certa è eseguire una mammografia, l’esame più importante per la diagnosi del carcinoma della mammella.

Prima di procedere all’elenco dei sintomi più spesso riscontrabili desidero fare una premessa molto importante: le diagnosi fai da te sono un’incredibile fonte di ansia spesso ingiustificata che, da quando Internet ha preso il posto dell’enciclopedia medica, è se possibile anche peggiorata. Se sei arrivata a questa pagina perché hai il dubbio di avere un cancro al seno non metterti in mente di avere un male brutto e ricordati che in ogni caso il tuo medico è più appropriato di Internet per valutare la situazione.

I sintomi più comuni sono:

  • Un nuovo nodulo nel seno o sotto l’ascella,
  • gonfiore o di una parte del seno,
  • irritazione della pelle del seno,
  • arrossamento della pelle nella zona capezzolo,
  • dolore nella zona capezzolo,
  • qualsiasi modifica delle dimensioni o della forma del seno,
  • dolore in ogni zona del seno.

Per approfondire un buon punto di partenza scientificamente valido è il sito della associazione italiana della ricerca sul cancro.

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. x

    Compio 38 anni tra qualche mese.
    Il ciclo dovrebbe arrivare tra qualche giorno forse perché sto provando ad avere un secondo bambino. Quello che mi preoccupa è anche il dolore che ho quasi sempre e spesso molto forte dietro la schiena all altezza dello sterno e sotto il capezzolo sinistro. Grazie Dottore.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso che consigliare una visita medica; se lo avverte sulla schiena è poco probabile che sia legato al seno.

  2. Tiziana

    Buongiorno, mi chiamo Tiziana e ho 35 anni. Circa tre mesi fa ho fatto un eco al seno e mammografia, dall’eco è risultato che al seno SX ho un nodulo di circa 8mm. Ho fatto questi accertamenti perché avvertivo tipo una sensazione di bruciore al seno e sotto l’ascella,con il passare dei mesi il bruciore sotto l’ascella è andato via ma il dolore e bruciore al seno in corrispondenza del nodulo è come dire intermittente, nell’arco della giornata va e viene. Un mese fa circa ho fatto visita senologica e la dottoressa che mi ha visitata sostiene che il dolore che avverto sia in corrispondenza di un linfonodo al seno e che dipende tutto da un fattore ormonale. Le dico che nei giorni che ho il ciclo mi sento un pochino meglio,ma il fastidio non scompare del tutto. Il mio medico curante guardando i risultati dell’eco e della mammografia sostiene che si tratti di una ciste dai contorni ben delineati e calcificata. Ora le chiedo dato che il fastidio che sento non si attenua, mammografia, ecografia e visita senologica l’ho fatta,cosa mi consiglia? Grazie.

  3. anna

    Buonasera dottore
    Sono una signora di 41 anni e da 1 mese che ho dolori ascella e seno ho fatto mammografia ed ecografia e mi hanno trovato a sx un linfonodo ascellare e uno sotto capezzolo ma come dice il medico sono reattivi ma ho tanta paura, mi hanno diagnosticato la fibriomialgia può essere questa a causare questi dolori anke perché delle volte ho dolori pure alla scapola e ogni tanto pure sotto ascella dx…
    Avendo fatto mammografia ed eco ke dice posso stare tranquilla? Ho fatto pure esami sangue di routine emocromo ecc ed è tt nella norma ma la paura e tanta…che mi consiglia? La ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, la fibromialgia e l’ansia possono spiegare i dolori; se il medico l’ha tranquillizzata non c’è motivo di temere ancora.

  4. maria

    Ciao ho 33 anni e non sono sposata ho un prurito al seno destro mi devo preoccupare ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima no, ma chiaramente va sottoposto al medico per una corretta diagnosi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Età?
      Da quanti giorni?

      Raccomando comunque il parere del medico.

  5. Carmela

    Salve io avverto un dolore continuo al seno sinistro bruciore e dolore allo stesso tempo in particolare al capezzolo e sotto al seno a volte mi accorgo che anche nel movimente durante il respiro mi da fastidio e oggi durante la doccia mi sono accorta che sul al di sopra del capezzo delle sfumature piu scure tipo lividi per favore puo darmi un consiglio e dirmi lei cosa ne pensa della mia descrizione grazie

  6. Bianca

    Buonasera dottore da circa una settimana o un dolore alla mammella sinistra sono andata dal medico e visitandomi a detto che non sente noduli e neanche zona ascelle mi a ordinato una pomata e niente piu …il dolore ce sempre ..la mammografia lo fatta nel 2015 tt bene e sono in menopausa provvocata chirurgicamente nel 2015 cosa mi consiglia da fare? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Prosegua con fiducia la cura prescritta ancora per qualche giorno prima di valutare.

    2. Emanuela alberto

      Mi fa male il seno lato sinistro quando mi toccò mi sento un palla e più grossa e mi porta un Po di dolore mi sa dire cose sono preoccupata.

    3. Emanuela alberto

      Ma io non prendo niente ancora questa è la prima volta che o questa cosa al seno

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente panico, ci sono moltissime spiegazioni del tutto benigne, ma è indispensabile verificare con il medico.

  7. Laura

    Buonasera Dott.re,
    ho 42 anni quest’anno 43,l’anno scorso ho fatto la mia prima mammografia con eco ad entrambe le mammelle, dovuta ad una ciste scoperta per caso mentre mettevo della crema. Al controllo sono risultate cisti di dimensioni notevoli ad entrami i seni, premetto che prima della visita avvertivo dei dolori delle volte dovevo tenermi il seno per sopportarlo, la dott.ssa era intenzionata ad aspirare ma poi ha lasciato perdere e mi ha detto di prendere degli antidolorifici da banco ma se continuavo ad avere dolore di ritornare dopo sei mesi( ho resistito…anche perché non sono una che pensa subito al peggio). E’ passato un anno, il 23 maggio ho la visita prenotata…quel che è cambiato sono l’aumento delle cisti..al tatto si sentono ma da un paio di mesi ho bruciore al capezzolo sinistro questo a prescindere dal ciclo, non ha preferenze di periodo ne di intensità di dolore.. Visto che debbo aspettare ancora due mesi e mezzo per la visita le chiedo un parere, se il bruciore è correlato alle cisti e generalmente di che si tratta,(dimenticavo….ho secrezione ad entrambi i capezzoli da tanto tempo, può essere di color latte,al giallo al sieroso chiaro.)la ringrazio in anticipo per la sua opinione personale e non come diagnosi…Distinti saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Alla luce del fatto che mancano ancora un paio di mesi al controllo inizierei a fare il punto con il medico di base (NON sto assolutamente pensando a qualcosa di grave, ma merita segnalare questo nuovo sintomo legato alle perdite dal seno).

    2. Laura

      La ringrazio per il suo consiglio e la disponibilità immediata nel rispondere.. Parlerò con il medico di base, le farò sapere.
      Buon lavoro!
      Distinti saluti

  8. Ambra

    Salve, ho 25 anni e niente figli.
    Da 5 mesi circa ho notato una perdita di peso di circa 12 kg.
    Mi sono stati prescritti esami che sono in attesa di fare.
    Da circa 1 settimana ho un forte bruciore e dolore al seno sinistro, che si irradia fin sotto l’ascella.
    Alzando il braccio o sollevando pesi il dolore è lancinante ma il mio medico dice che secondo lui è un fatto muscolare e non mi ha prescritto visite , se non antidolorifici tipo contramal.
    Io però sto veramente male…
    Cosa mi consiglia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si fidi del medico e proceda con gli esami prescritti.

  9. Serenella

    Dottore avevo male al seno e ho fatto l’ecografia formazione italiane evopriva solida disomogenea l’ecografia mi ha detto che nn ci sono recidive sono stata operata 2 anni fa al seno ma vuole l esame istologico

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      M dispiace, ma non esprimo mai giudizi sui referti ecografici.

  10. Anonimo

    Buona sera dottore volevo chiederle una cosa ho notato già da un po una cosa hai miei seni nello specifico un torno al capezzolo ho delle pretuberanza di pelle piccoline ma sono normali?? Alle volte li vedono altre di piu

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbero essere i tubercoli di Montgomery, ed in caso non sarebbe nulla di preoccupante, ma raccomando di verificare con il medico.

  11. Miriam

    Salve e da circa 2 o 3 mesi che ho un dolore continuo al seno destro che si irradia anche dietro la spalla e poco sotto l’ascella cosa potrebbe essere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile verificare con il medico; le cause plausibili sono numerose e per la maggior parte non preoccupante, ma va tassativamente verificato.

  12. Serenella

    Dottore 2 anni fa ho avuto un tumore al seno giorni fa ho fatto la visita senologia e ecografia risultato l’ipocrinosi ogni tanto mi fa male il capezzolo se fosse un tumore con l’ecografia se ne sarebbero accorti grazie dottore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se ci fossero stati dubbi tra eco e visita qualcosa sarebbe emerso, chiaramente è molto importante che lei segnali sempre tutti i sintomi che avverte.

  13. Melania

    Avverto da giorni un dolore al seno destro. Ho 48 anni e un ritardo del ciclo di 3 mesi. Il ciclo e’ intermittente da circa 8 mesi, ma non era mai scomparso così a lungo. L’anno scorso avevo avuto dolori ad entrambi i capezzoli per circa una settimana. Il ginecologo mi aveva rassicurata dicendomi che era dovuto a cambiamenti ormonali. Ora il dolore e’ tornato ma è più forte è localizzato solo al seno destro su cui avverto una piccola pallina alla palpazione, anch’essa dolorosa.
    4 mesi fa l’ecografia mammaria rilevava una piccola ciste da controllare nel tempo, ma, a detta dello specialista,di nessuna gravità. Cosa mi consiglia di fare? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La ciste era nella zona dove adesso avverte la pallina?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sono fluttuazioni ormonali anche questa volta, ma raccomando di verificare con il medico ed eventualmente con il senologo.

  14. Serenella

    Dottore sono stata operata 2 anni fa e possibile che ha volte ho delle fitte al capezzolo ho fatto 2 ecografie e risultati ipocronosi e vero che il cancro nn da dolore le ricordo che 3 settimana fa ho fatto la visita senologia il le fitte mi sono venute dopo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso può stare tranquilla, ma segnali comunque i dolori al medico di base.

  15. Serenella

    Ma dottore nn mi ha risposto ma è vero che il cancro nn da dolore ma il senologo se ne sarebbe accorto se c’era qualcosa che nn va

  16. serenella

    Ma se fosse cancro le fitte sarebbero costante nn crede io le sento sopratutto la sera

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si fidi della senologa e si limiti a segnalare il fastidio al medico.

  17. laura

    Salve. Tra qualche giorno deve arrivarmi il ciclo. Ho il normal fastidio al seno premestruale.ma al seno sinistro ho notato una specie di pallina non piccolissima che al tatto da festidio ed è abbastanza dura. (Età 23). Sono preoccupata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Può succedere, non si spaventi, ma senta comunque anche e soprattutto il parere del medico.

    2. laura

      Grazie. Quindi il fatto che non sia proprio molle non è necessariamente sintomo di qualcosa di preoccupante?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      In generale la presenza di una piccola pallina (dura o molle) non è mai certezza di qualcosa di brutto e può verificarsi in ogni donna, ma ovviamente raccomando di verificare con il medico.

    4. laura

      Certo. Anche perché non è proprio piccola come normali palline.per questo sono maggiormente preoccupata

  18. Chiara

    Dottore ho 27 anni, ovaio policistico che anni fa mi ha provocato dolori fortissimi al seno destro tra ascella e mammella, (il ginecologo mi aveva detto che era una ciste all ovaio che mi provocava il dolore), ora sono mesi che sono preoccupata xke sento dolore sempre al seno destro che parte dal ascella e si irradia…in più ho attacchi di panico… Sono molto preoccupata, potrebbe essere qualcosa di grave i potrei soffrire semplicemente di dolore al seno? (Poi non riesco mai a sentire il seno “liscio” mi da come l’idea che dentro sia fatto di tanti grappoli… mi sto spaventando molto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente non è nulla di importante, ma va comunque verificato con il ginecologo ed eventualmente con un senologo.

  19. Ambra

    Salve, ho 24 anni, premetto che prendo la pillola da 3 anni (ginoden) senza problemi.
    Da un mese o poco più avverto costante fastidio e dolore al seno, su entrambi i lati ma maggiormente nel sinistro e ascella. È diminuito solo per 5 giorni, senza sparire, per poi ri-aumentare e continuare giorno e notte a farsi sentire (sopportabile ma c’è sempre e me ne accorgo molto).
    Il fastidio è tipo tensione mammaria mentre, nella zona in cui sento dolore, è un dolore che perfepisco come molto interno al seno.
    Con l’autopalpazione riesco a capirci poco, essendo un dolore interno e avendo un seno un po’ abbondante. Ho avvertito un leggero indurimento che potrebbe essere un nodulo come potrebbe non essere nulla perché faccio fatica a sentirlo.

    La mia preoccupazione riguarda la durata e la costanza del dolore, oltre che il fatto che è una sensazione nuova, molto diversa dai fastidi per esempio durante le mestruazioni.

    Ora io mi sono da poco trasferita all’estero e sto già prenotando le visite necessarie, ma temo ci vorrà un mese o più prima che possano darmi appuntamento.
    Potrebbe essere così urgente da cercare di farmi visitare subito? Che patologie potrebbero esserci oltre all’ipotesi del tumore?

    Per completezza aggiungo che non fumo, non ho avuto gravidanze e ho un ciclo abbastanza regolare che non mi ha mai dato neanche crampi o simili, massimo leggerissima tensione mammaria.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fatto che il dolore sia bilaterale a mio avviso permette ragionevole tranquillità sul fronte tumore; potrebbe essere un effetto collaterale della pillola (anche se è poco probabile a distanza di 3 anni).

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.