Tumore alla prostata, i sintomi

Ultimo Aggiornamento: 2226 giorni

Il tumore alla prostata viene di norma scoperto e diagnosticato in seguito ad un’analisi dei valori PSA o dopo un esame rettale (in cui il medico valuta manualmente la grandezza della ghiandola), anche in pazienti totalmente privi di sintomi evidenti; il tumore alla prostata rimane infatti molto spesso asintomatico, ma in altri casi può manifestare sintomi che sono tuttavia rilevabili in condizioni anche diverse dall’adenocarcinoma prostatico. Questi sintomi sono:

  • Necessità di urinare particolarmente frequente
  • Dolore o bruciore durante la minzione
  • Flusso dell’urina debole o con tendenza ad interrompersi
  • Sangue nelle urine
  • Necessità di urinare frequentemente anche durante la notte

Nessuna di queste condizioni è prerogativa unica del tumore alla prostata, gli stessi sintomi possono infatti manifestarsi negli uomini con iperplasia prostatica benigna od in caso di semplici infezioni dell’apparato urinario.

Un tumore alla prostata che si estende ad altri distretti provoca:

  • Mal di schiena, fianchi, cosce, spalle o di altra zona per diffusione di metastasi
  • Inspiegabile perdita di peso
  • Affaticamento

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Carlo

    Dottore e il forte mal di schiena e il dolore alle cosce cosa potrebbe essere sapendo che ho anche problemi alla minzione cioè ritardo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se dalle visite non è emerso nulla non posso che pensare che sia una somatizzazione dell’ansia.

  2. Carlo

    Dottore e che può essere il ritardo a urinare e il getto debole???I farmaci???

  3. Carlo

    Ho fatto una corsa Dottore e mi sento affaticatissimo con il solito mal di schiena

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non ho davvero la possibilità di tranquillizzarla tutte le volte e, soprattutto, se lo facessi non farei il suo bene perchè alla lunga alimenterebbe l’ansia.

  4. Anonimo

    Gentile dottore ha da qualche settimana che durantre l eiaculazione ho un fastidio in fase di uscita dello sperma come la sensazione é come se espellessi un corpo estraneo tipo qualcosa di non liquido ho notato tipo sperma granuloso in passato é capitato ma dureava tipo 2giorni adesso persiste. dalla visita ed esami di urina cultura e spermiocutura e tampone é tutto ok, il mio urologo mi ha prescritto una dieta senza grassi con poco sale e senza cibi irritanti in piu delle bustine rubis ai frutti rossi, .
    Non bruciori durante la minzione ne pelvici. Ogni tanto mi vienebun dolore al testicolo che dura anche un ora ho fatto anche radiografia e palpazione ed é a posto, cosa poitrebbe essere ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dai consigli ricevuti probabilmente l’urologo sospetta un po’ di congestione della prostata; aggiungo solo di provare a bere abbondantemente.

  5. pietro

    il valore del psa e di 0,49 . ng/ml la mia età e di anni 62 il valore di riferimento è4,5ng/ml

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra ottimo, ma chiaramente lo verifichi con il medico.

  6. Leo

    Buon giorno dottor mi scusi li volevo chiedere dal mese di marzo mi hanno diagnosticato tumore alla prostata con metastasi ossa il mio urologo mi ha prescritto androcur una fiala a settimana e firmagon una al mese lei cosa ne pensa

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La ringrazio per la fiducia, ma in questi casi non mi sento di esprimere giudizi.

  7. Antonio

    Salve dottore sono un donatore AVIS e mi sono visto arrivare le analisi ed il consiglio di rivolgermi ad un urologo visto che emerge , dalle analisi, che il valore del psa totale è 4,11 .
    Ho 59 anni e stò assumento da tempo una pillola al di di Omnic.
    Grazia anticipatamente della risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Omnic lo assume perchè diagnosticata in passato un’ipertrofia prostatica benigna?

    2. antonio

      lo stò assumendo dietro consiglio del mio urologo e mi aveva anche detto che dopo 6 mesi voleva ricontrollarmi ma io non lo fatto adesso però ci andrò.
      Grazie Dottore

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Perfetto, verrà rivalutata la salute della prostata e, se necessario, corretta la terapia.

  8. Anonimo

    Salve Dottore….circa tre anni fa mi è stata diagnosticata un ipertrofia prostatica benigna con restringimento della parte finale del meato. Mi è stato dato il farmaco silodyx da 8mg associato con il profluss perché come sintomi avevo difficoltà ad urinarie e avvolte bruciava. Ho sempre controllato il PSA ed è stato sempre nella norma, l’ultimo controllo del PSA risale a 10 mesi fa con PSA 0,72 PSA FREE 0,38 PSA RATIO 0,53, poi nell’ ottobre 2013 ho fatto una cistouretrografia con questo esito: ESAME ESEGUITO IN CONDIZIONI BASALI E DOPO PER INTRODUZIONE PER VIA RETROGRADA DI MEZZO DI CONTRASTO, MOSTRA REGOLARE DISTENSIONE DELLA VESCICA CHE NON PRESENTA ALTERAZIONI PARIETALI. NON SEGNI DI SPANDIMENTO DI MEZZO DI CONTRASTO. REGOLARE SVUOTAMENTO VESCICALE IN FASE MINZIONALE CON RESIDUO PRESSOCHÉ COMPLETAMENTE ASSENTE. Arrivo al quesito….sono 3/4 giorni che ho ripreso ad urinarie con difficoltà con rari bruciori durante la minzione ed ho ricominciato a prendere il profluss ma con scarsi risultati…ho notato che questo problema maggiormente mi viene l’estate. Le chiedo gentilmente un consiglio su cosa fare e se è un problema che si può debellare completamente….Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Servirà qualche giorno per apprezzare il beneficio di Profluss.
      Beve a sufficienza?
      Utile e consigliabile comunque fare il punto con il medico.

    2. Anonimo

      Purtroppo arriverò a bere circa 1 litro d’acqua al giorno….lei pensa che dovrò rifare qualche accertamento? Ripeto l’ultimo PSA l’ho fatto 10 mesi fa e la cistouretrografia ad ottobre del 2013…grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1 litro è un po’ poco, soprattutto adesso d’estate.

      Non credo che saranno necessari accertamenti invasivi.

    4. Anonimo

      Ok grazie Dottore….come li considera i valori del PSA? PSA TOTALE 0,72, PSA FREE 0,38, PSA RATIO 0,53….GRAZIE

    5. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, mi sembra che siano valori che ci fanno stare ragionevolmente tranquilli. Saluti

    6. Anonimo

      Grazie Dottore per la risposta….una ipertrofia prostatica benigna se non curata può portare un tumore alla prostata? Grazie

  9. Antonio

    Dottore ogni 4 . 5 mesi faccio la pipi sangue adesso sono 4 giorni che lo faccio di continuo e` pericoloso come mi posso curare grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile verificare con una certa urgenza con l’aiuto di un urologo, quello che serve è prima di tutto una diagnosi.

  10. Luca

    Buongiorno dottore Militello sono un uomo di 52 anni è da circa un mese ho dei problemi di disfunzione erettile e calo di desiderio penso che sia associato ad un farmaco che prendo da circa due mesi avodart mi ha dato l’urologo dopo una biopsia con risultato( neoplasia benigna) Al momento sto bene vorrei sapere se cambiare farmaco o se eventualmente interromperlo? Prima di fare la biopsia il mio PSA era:antigene prostamico specifico 10,34 rapporto libero 0,63ng/ml 6,09% secondo lei è il caso di ripetere la biopsia o prima il PSA? Eventualmente la biopsia a che distanza di tempo si ripete visto che lo fatta a maggio 2016? Eventualmente è il caso di sentire un altro parere? la ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Prego il Dr. Militello di correggermi su qualsiasi aspetto che non condividesse.

      Ritengo che interrompere il farmaco NON sia la scelta giusta, perchè potrebbe tornare a manifestare sintomi legati alla prostata ingrossata, ma le confermo che il farmaco può raramente avere gli effetti collaterali descritti e valuterei quindi un cambio di terapia con l’urologo.

    2. Anonimo

      Buongiorno la ringrazio per il suo consiglio ma volevo anche sapere se è vero che a distanza di 6 mesi dovrei ripetere la biopsia la cosa sinceramente non mi piace.

    3. Luca

      La ringrazio però il fatto di ripetere la biopsia tra 6 8 mesi non mi piace

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo proprio che lo specialista le farà ripetere la biopsia a distanza di così poco tempo, ma ovviamente dipenderà dall’andamento di sintomi e valori.

    5. Luca

      Lo dicevo perché il mio urologo già mi ha accennato che a distanza di tempo anche se i valori del PSA sono buoni si deve ripetere! Comunque la ringrazio le farò sapere più avanti.

    6. Luca

      Un’ultima cosa volevo chiederle, dopo quanto tempo dalla sospensione di avodart scompaiuto gli effetti collaterale ?È vero che eventualmente non si sospende gli effetti collaterali scompaiono dopo un anno?

    7. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, non sono uno specialista ma solitamente con la sospensione del farmaco gli effetti collaterali scompaiano in breve tempo, e, effettivamente, in scheda tecnica è segnalato che tali effetti tendono a ridursi dopo il primo anno di somministrazione. Ovviamente starà al suo urologo valutare se continuare o modificare la terapia. Saluti

  11. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)
    Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    La risposta del dr Cimurro è corretta….l’argomento molto delicato. Alcune volte si prescrive Avodart per sei mesi per verificare se il psa sia in grado di scendere almeno sotto 2. In questo caso possiamo ufficiosamente scongiurare patologie particolari. Ma è un atteggiamento non condiviso dalle linee guida. Anche io tal volta lo applico.
    Ricordiamoci che esiste questo esame :

    http://www.urologia-andrologia.net/risonanza-magnetica-multiparametrica-della-prostata.html

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.