Ematocrito (HCT) basso e alto: cause e sintomi

Ultimo Aggiornamento: 99 giorni

Introduzione

L’ematocrito è un esame del sangue che misura la percentuale del volume sanguigno occupata dai globuli rossi; se il risultato fosse 45%, significherebbe che il 45% del volume del campione di sangue è occupato dai globuli rossi e il restante 55% dal plasma (la parte liquida).

È una valutazione che fa parte dell’emocromo, insieme ad altri valori come l’emoglobina, la conta dei globuli rossi, bianchi, piastrine, …

I globuli rossi sono prodotti dal midollo osseo e rilasciati in circolo quando raggiungono la maturità; ogni globulo rosso contiene emoglobina, la molecola che consente di legare l’ossigeno. Poiché la funzione dei globuli rossi è quella di trasportare l’ossigeno prelevato a livello polmonare in tutto il corpo, la misurazione di questo parametro è particolarmente utile per valutare la capacità di distribuzione dell’ossigeno.

Sono peraltro in grado di trasportare piccole quantità di anidride carbonica, sottoprodotto della respirazione cellulare, per riportarla ai polmoni dove verrà scambiata con l’ossigeno per ricominciare immediatamente il circolo.

Un globulo rosso vive mediamente 120 giorni, ma la produzione di nuove cellule è continua per tutta la vita dell’individuo e questo processo va quindi visto come un ricambio senza soluzione di continuità tra vecchie e nuove cellule.

Il valore dell’ematocrito è quindi un parametro legato sia al numero dei globuli rossi circolanti sia al loro volume medio.

Da notare che tecnicamente l’ematocrito sarebbe il rapporto tra l’intera frazione corpuscolata del sangue e il volume totale, ma poichè globuli bianchi e piastrine ne occupano un volume trascurabile le due definizioni possono essere ritenute sovrapponibili.

Da un punto di vista pratico l’esame prevede un normale prelievo di sangue, generalmente dal braccio; l’analista porrà il campione in una provetta per poi sottoporla a centrifugazione, un processo in grado di separare la parte corpuscolata (ossia le cellule, più pesanti), dalla parte liquida (plasma).

Per sottoporsi all’esame non è richiesta alcuna preparazione specifica.

Valori normali

Tendenzialmente i valori normali sono più alti negli uomini rispetto alle donne.

  • Uomini
    • Bambini
    • Nascita-7 giorni: 42.0-60.0%
    • 8-14 giorni: 39.0-60.0%
    • 15 giorni-1 month: 31.0-55.0%
    • 2-5 mesi: 28.0-42.0%
    • 6 mesi-1 year: 33.0-40.0%
    • 2 anni: 33.0-42.0%
    • 3-5 anni: 33.0-43.0%
    • 6-11 anni: 35.8-42.4%
    • 12-15 anni: 37.3-47.3%
  • Adulti: 38.8-50.0%
  • Donne
  • Bambini
    • Nascita-7 giorni: 42.0-60.0%
    • 8-14 giorni: 39.0-60.0%
    • 15 giorni-1 month: 31.0-55.0%
    • 2-5 mesi: 28.0-42.0%
    • 6 mesi-1 year: 33.0-40.0%
    • 2 anni: 33.0-42.0%
    • 3-5 anni: 35.0-44.0%
    • 6-11 anni: 35.7-43.0%
    • 12-15 anni: 36.3-43.4%
  • Adulti: 34.9-44.5%

Fonte: Mayo Medical Laboratoires

Da notare che i valori di riferimento possono variare da un laboratorio all’altro, quindi si raccomanda di fare sempre riferimento a quelli forniti sul proprio referto.

Valori alti

Da un punto di vista molto generale un ematocrito alto indica la presenza di un’elevata quantità di globuli rossi rispetto al volume totale del sangue, ma l’interpretazione viene in genere fatta associata ad altri parametri del sangue.

Si tratta di una situazione che se portata all’estremo può diventare pericolosa, in quanto un sangue troppo denso trova maggiori difficoltà a venire pompato dal cuore anche nelle periferie dell’organismo e nei capillare più piccoli; il cuore verrà quindi messo sotto sforzo (peggiorando eventuali patologie cardiache pre-esistenti) ed esponendo il soggetto a rischi di salute importanti (emorragie cerebrali, trombofilia, …).

Valori bassi

Un ematocrito basso associato a un valore insufficiente del numero di globuli rossi e un valore di emoglobina sotto la norma indica in genere uno stato di anemia, le cui cause possono essere:

  • perdita di sangue (mestruazioni abbondanti, emorragie a livello del tratto digestivo, traumi, tumori, …),
  • insufficiente produzione di globuli rossi (anemia aplastica, dieta povera di ferro, carenze ormonali, gravidanza, …),
  • aumentato tasso di distruzione dei globuli rossi (anemia falciforme, talassemia, …).

Un valore alto dell’ematocrito associato a valori alti di emoglobina e globuli rossi indica policitemia, le cui cause principali possono essere:

  • disidratazione (la causa in assoluto più comune; diminuendo la frazione liquida del sangue la percentuale di volume occupata dai globuli rossi aumenta di conseguenza),
  • malattie polmonari (quando l’ossigeno non viene assorbito in quantità adeguate l’organismo prova a compensare aumentando la quantità di globuli rossi disponibili),
  • malattie cardiache congenite,
  • tumore renale che aumenta la produzione dell’ormone che stimola la sintesi dei globuli rossi.

Fattori

In gravidanza tendenzialmente si assiste a un aumento della quantità di liquidi nel sangue e a una diminuzione dei valori del ferro, quindi è comune osservare un ematocrito leggermente diminuito rispetto ai valori normali.

I soggetti fumatori mostrano spesso un aumentato ematocrito, strategia che l’organismo sceglie per compensare la minor quantità di ossigeno che riesce a venire assorbita.

Vivere ad altitudini elevate, per lo stesso motivo, è causa di valori alti.

Quando viene richiesto

Essendo parte dell’emocrono, l’ematocrito viene richiesto spesso come esame di routine, ma può essere preso in considerazione soprattutto in caso di sospetto di:

L’utilizzo principale che si fa di questo esame è la diagnosi e la valutazione delle anemie, che prevedono la valutazione del parametro insieme al risultato dell’emoglobina; tra i sintomi più comuni dell’anemia ricordiamo:

  • mancanza di fiato,
  • stanchezza e debolezza,
  • senso di svenimento,
  • vertigini,
  • mal di testa,
  • mani e piedi freddi,
  • pallore,
  • dolore al petto.

In caso di anemia l’organismo perde la capacità di distribuire efficacemente l’ossigeno in tutto il corpo (per questo compaiono fatica e stanchezza).

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    A seguito di esami di routine ho trovato l’ematocrito leggermente aumentato; il mio medico mi ha solo detto di bere di più, ma devo preoccuparmi?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il suo medico ha sicuramente valutato la situazione nel complesso, arrivando alla conclusione che la causa potrebbe essere semplicemente un po’ di disidratazione; utile smettere di fumare, se fumasse.

La sezione commenti è attualmente chiusa.