Orzaiolo nell’occhio: sintomi, cura e rimedi

Ultimo Aggiornamento: 25 giorni

Introduzione

L’orzaiolo è un nodulo piccolo e doloroso sull’interno o sull’esterno della palpebra.

L’occhio colpito da orzaiolo può lacrimare e la palpebra o lo stesso occhio possono essere arrossati.

L’orzaiolo di solito interessa un solo occhio, anche se sono possibili orzaioli multipli dello stesso occhio o bilaterali. La vista non dovrebbe esserne alterata.

Esistono due tipi di orzaiolo:

  • Esterno, ossia un gonfiore che si sviluppa lungo il bordo della palpebra. Può evolvere in un foruncolo pieno di pus giallo, doloroso da toccare.
  • Interno, ossia un gonfiore che si sviluppa sull’interno della palpebra. Di solito, è più doloroso di quello esterno.

Cause

In genere, l’orzaiolo è dovuto a un’infezione di batteri stafilococchi. Questi batteri spesso vivono sulla pelle senza causare alcun danno.

Orzaioli esterni

L’orzaiolo esterno (sull’esterno della palpebra) può essere causato da:

  • infezione di un follicolo ciliare (il forellino della pelle da cui spunta il singolo ciglio).
  • infezione di una ghiandola sebacea (Zeis); questa ghiandola è attaccata al follicolo ciliare e produce una sostanza oleosa, detta sebo, che lubrifica il ciglio per impedirne la secchezza.
  • infezione di una ghiandola apocrina (Moll). Questa ghiandola sudoripara si svuota nel follicolo ciliare; il liquido raggiunge la pellicola di lacrime che ricopre l’occhio e ne impedisce la secchezza.

Orzaioli interni

L’orzaiolo interno è causato dall’infezione di una ghiandola di Meibomio. Queste ghiandole si trovano sulle palpebre e producono un liquido oleoso, che contribuisce a formare la pellicola di lacrime che ricopre l’occhio.

Blefarite

Talvolta, l’orzaiolo è una complicanza di un’altra condizione, detta blefarite. La blefarite è un’infiammazione delle rime delle palpebre (diventano rosse e gonfie). Può dare sintomi quali:

  • bruciore o irritazione agli occhi,
  • ciglia crostose,
  • prurito ciliare.

La blefarite può essere causata da un’infezione batterica o essere una complicanza di una condizione della pelle come la rosacea (una situazione cronica che causa brufoli e rossore del viso).

La blefarite cronica (di lunga durata) rappresenta un fattore di rischio per lo sviluppo di orzaioli.

Fattori di rischio

Il rischio di orzaiolo aumenta se:

  • Ci si toccano gli occhi con le mani non lavate.
  • Si mettono le lenti a contatto senza averle accuratamente disinfettate o senza essersi ben lavati le mani prima.
  • Si dorme senza struccare gli occhi.
  • Si usano cosmetici vecchi.
  • Si soffre di blefarite, un’infiammazione cronica del bordo delle palpebre.
  • Si soffre di rosacea, un disturbo caratterizzato dal rossore del viso.

Sintomi

Il disturbo è caratterizzato da un nodulo rosso sulla palpebra, simile a un foruncolo o a una bollicina; possono essere presenti inoltre:

  • Dolore alla palpebra
  • Gonfiore della palpebra
  • Lacrimazione

A causare un’infiammazione della palpebra è anche il calazio, che tuttavia a differenza dell’orzaiolo non è doloroso e tende a svilupparsi più che altro sul lato interno della palpebra; tende a svilupparsi in caso di occlusione di una delle piccole ghiandole a secrezione oleosa sul margine della palpebra, appena dietro alle ciglia.

Quando chiamare il medico

La maggioranza degli orzaioli non comporta pericoli per l’occhio e non impedisce di vederci bene. Si possono provare prima rimedi di auto-medicazione, come applicare una pezzuola calda sull’occhio chiuso per 5 – 10 minuti più volte al giorno, massaggiando delicatamente la palpebra. Contattare il medico se:

  • Non si è sicuri della natura del disturbo.
  • Ci sono problemi di visione.
  • L’orzaiolo non migliora nell’arco di 48 ore.
  • Rossore e gonfiore si estendono oltre la palpebra, interessando la guancia o altre parti del viso.

Pericoli

L’orzaiolo di solito migliora senza alcun trattamento. Talvolta però causa complicanze, raramente gravi.

Calazio (cisti meibomiana)

Un orzaiolo di lunga durata nell’interno della palpebra (orzaiolo interno) può evolvere in calazio. I calazi, talvolta chiamati cisti meibomiane (o tarsali), possono svilupparsi in caso di occlusione di una delle ghiandole palpebrali.

Queste cisti di solito non sono dolorose a meno di infettarsi. Se succede, potrebbe essere necessario assumere antibiotici (farmaci contro le infezioni batteriche).

L’applicazione di impacchi caldi (garza o pezzuola scaldate con acqua calda) sulla cisti dovrebbe aiutare a ridurla, anche se la maggioranza delle cisti sparisce da sé.
Se una cisti non scompare, può essere rimossa con un intervento chirurgico semplice in anestesia locale (ossia, viene anestetizzata la zona colpita).

Cellulite presettale

Se l’infezione causata dall’orzaiolo si diffonde ai tessuti intorno all’occhio, può causare la cellulite presettale.

La cellulite presettale, o periorbitale, è un’infiammazione (arrossamento e gonfiore) degli strati della pelle intorno all’occhio. Può rendere le palpebre gonfie e rosse e può essere curata con gli antibiotici.

Cura e terapia

L’orzaiolo spesso migliora spontaneamente, specie quando si apre e rilascia il pus.

Non cercare di aprire l’orzaiolo da soli.

La maggioranza degli orzaioli migliora e scompare entro 1-3 settimane, ma nel frattempo i sintomi possono essere alleviati adottando i trattamenti descritti di seguito (dietro avallo medico).

Impacco caldo

Il disturbo può essere curato con un impacco caldo. L’impacco caldo viene fatto con una garza o una pezzuola imbevute di acqua calda. Attenzione a non usare acqua troppo calda, soprattutto nei bambini.

Si dovrebbe:

  1. tenere l’impacco caldo sull’occhio malato per 5 – 10 minuti,
  2. ripetere l’impacco tre o quattro volte al giorno finché l’orzaiolo sparisce o spurga un po’ di pus.

Il caldo dell’impacco favorirà il rilascio di pus, che verrà così drenato via. Una volta avvenuto ciò, i sintomi dovrebbero rapidamente migliorare.

Si dovrebbe anche mantenere l’area intorno all’occhio pulita e senza croste.

Analgesici

Se l’orzaiolo è molto doloroso analgesici come il paracetamolo o l’ibuprofene possono eliminare il dolore. Sono disponibili come farmaci da banco.
Leggere comunque sempre il foglietto illustrativo per assicurarsi di assumere un farmaco compatibile con il proprio stato e nel giusto dosaggio.
Non somministrare aspirina ai bambini sotto i 16 anni.

Altri rimedi

Ricorrere al proprio medico se affetti da un orzaiolo esterno (lato esterno della palpebra) molto doloroso. Il medico potrebbe:

  • rimuovere il ciglio più vicino all’orzaiolo se quest’ultimo è dovuto a un follicolo ciliare (il forellino della pelle da cui spunta il singolo ciglio) infetto;
  • usare un ago molto sottile e pulito per incidere l’orzaiolo e drenare via il pus;

Non provare a rimuovere da sé il ciglio, né a strizzare l’orzaiolo.

Il medico potrebbe richiedere il consulto di un oculista (uno specialista nella diagnosi e terapia di patologie dell’occhio) se:

  • l’orzaiolo non migliora nonostante i trattamenti sopra descritti,
    l’orzaiolo è interno (lato interno della palpebra) ed è particolarmente grosso o doloroso.

L’oculista può praticare un’incisione nell’orzaiolo e drenarne via il pus.

Altre condizioni dell’occhio

Se altri problemi dell’occhio peggiorano l’orzaiolo, il medico può prescrivere altri farmaci o raccomandare un diverso approccio terapeutico.

Per esempio, in presenza di:

  • congiuntivite, il medico può prescrivere antibiotici (farmaci contro le infezioni batteriche);
  • blefarite, il medico può raccomandare misure igieniche dell’occhio particolari, come l’impiego di un bastoncino di cotone per pulire la rima palpebrale.

Gli antibiotici non sono raccomandati per il trattamento dell’orzaiolo perché ci sono pochi dati a sostegno di una loro efficacia e comunque l’orzaiolo tende a guarire da solo.

Prevenzione

Per prevenire infezioni dell’occhio:

  1. Lavarsi le mani con acqua calda e sapone o usare un disinfettante per le mani a base di alcool diverse volte al giorno. Tenere le mani lontano dagli occhi.
  2. Fare attenzione ai cosmetici. Ridurre il rischio di infezioni oculari ricorrenti gettando cosmetici vecchi. Non condividere i propri cosmetici con altre persone.
  3. Non dormire senza struccare gli occhi.
  4. Assicurarsi che le lenti a contatto siano pulite. Se portatori di lenti a contatto, lavarsi le mani attentamente prima di maneggiare le lenti e seguire i consigli del medico su come disinfettarle.
  5. Applicare impacchi caldi. Se già affetti da orzaiolo, l’esecuzione periodica di impacchi caldi può aiutare a prevenire eventuali recidive.
  6. Curare eventuali blefariti. Se affetti da blefarite, seguire le istruzioni del medico per la cura dei propri occhi.

Fonti Principali:

(traduzione ed integrazione a cura della Dr.ssa Greppi Barbara)

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
  1. Anonimo

    Ma l orzaiolo e infwttivo? ? Ce la il mio ragazzo se io lo bacio rischio che mi infetta pire a me??.

  2. Anonimo

    Buona sera ma è normale che l’orzaiolo mi ha fatto gonfiare la palpebra inferiore dell’occhio proprio dove ho l’orzaiolo ovviamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è normale perchè può infiammare la palpebra; è stato diagnosticato dal medico? Sta già curando l’orzaiolo?

    2. Anonimo

      Buona sera si sono andato in farmacia e il farmacista mi ha dato una crema antibiotica che si chiama exocin 0,3% unguento ofloxacina spero sia la cura giusta speriamo vada via questo gonfiore sotto l’occhio sembra una borsa sotto l’occhio e la prima volta che mi capita che si gonfia mai successo

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se non migliorasse rapidamente faccia riferimento ad un oculista.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      M idispiace, ma non posso prescrivere o suggerire farmaci.

    5. Anonimo

      Buonasera, mi sono imbattuta in questo articolo perché, per la prima volta, mi è uscito l’orzaiolo. Mi sono recata in farmacia e mi è stato dato un unguento oftalmico, Colbiocin per l’appunto, contenente l’antibiotico.
      Sono stata sempre super contraria a questi ultimi, ma oggi mi sono detta “eh vabbè, purtroppo devo curarlo, mi tocca.” Ora, leggendo questo articolo ho solo tanta rabbia, con me stessa e con il Farmacista, per carità, lui mi ha dato una soluzione al problema ma perché darmi una cura con gli antibiotici se sono sconsigliati? Sono sempre più convinta che siamo considerati dei semplici clienti e NON persone da curare. È assurdo, c’è differenza tra “tamponare con garza e acqua calda” e “utilizzare un unguento con antibiotico”. Talvolta ALCUNI farmaci, secondo il mio umilissimo parere, sono pensati ad hoc per creare quell’effetto domino, malattia-farmaco-malattia-farmaco-malattia-farmaco. E la cosa ancora più assurda è che paghiamo per farci del male! Ah se io avessi letto questo articolo prima di entrare in farmarcia…
      Spero di non essere andata fuori tema,
      Cordiali saluti,
      Samantha F.

    6. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Immagino che il farmacista abbia comunque agito in buona fede, comunque anche se non è il rimedio più indicato non credo le causerà disturbi. saluti

    7. Anonimo

      Va curato con L’antibiotico
      Meno male che qualche farmacista serio lo sa.
      Ed e contagioso da contatto.

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La letteratura internazionale in realtà non porta grandissime evidenze a sostegno della cura antibiotica, anche se in realtà si vede spesso prescritto soprattutto in caso di frequenti recidive.

      Insomma, mai come in questi casi il parere dell’oculista o del medico curante è indispensabile prima di iniziare un trattamento farmacologico.

      Verissimo invece che possa essere contagioso ed è il motivo per cui non va strizzato.

    9. Anonimo

      Buongiorno o l’occhio destro che mi si è gonfiata la palpebra e mi fa molto male la mattina non si può guardare ne pomeriggio si riprende un po mi potrebbe indicare qualche farmaco un po migliore rispetto a quello che sto usando x l’occhiox che non vedo nessun miglioramento il farmaco si chiama Tobrax e lo sto associando con delle pastiglie di antibiotici amoxicillina aspetto sue notizie grazie e le auguro una buona giornata

  3. Anonimo

    Sto usando il Cortison Chemicetina per uso oftalmico. Vorrei sapere se va bene per l’orzaiola o se devo sospendere grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Contiene cortisone, lo usi solo e soltanto se prescritto dal medico.

  4. Anonimo

    buonasera ho un orzaiolo esterno da stamattina…panico…perchè proprio sabato avrei da fare la mia promessa di matrimonio…andrà via per sabato? in farmacia mi hanno dato colbiocin pomata antibiotica uso interno esterno va bene come cura??
    attendo una risposta al piu presto…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      2 giorni potrebbero non bastare, ma dovrebbe vedersi un po’ meno.

    2. Anonimo

      Ciao a me orzaiolo da molto fastidio e non riesco a togliere le mani dall’occhio infetto

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se hai un orzaiolo dovresti andare dal medico a farti prescrivere delle gocce o del gel per curarlo e devi sforzarti di non toccare l’occhio per facilitare la guarigione. Saluti

  5. Anonimo

    Buongiorno, mio figlio di 4 anni è qualche giorno che sbatte l’occhio. Dice di sentire come un capello. Non è arrossato, però ieri aveva un grumettino bianco nell’angolo interno e se lo strusciava.
    Può essere congiuntivite?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile, ma raccomando di verificare con il pediatra.

    2. Anonimo

      È possibile usare un collirio calmante tipo quelli alla camomilla in attesa del pediatra?

    3. Anonimo

      Consultato il pediatra: è un tic pare tipico dell’età infantile. Grazie.

  6. Anonimo

    Buona sera,
    All’occhio destro ho come una sorta di borsa piccolina che mi fa male..sicuramente è orzaiolo! Mi saprebbe dire se con acqua calda si allieva il dolore? Ho già applicato una crema prescritta dal medico..ma volevo sapere se a casa posso far qualcosa in più per alleviare il dolore.
    Molte grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace davvero, ma non posso consigliare/avallare alcun tipo di terapia.

    2. Anonimo

      Come posso fare per alleviare il dolore del orzaiolo mia figlia 12 anni

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci o altri rimedi.

  7. Anonimo

    Salve Dottore,
    e una settimana e più che sulla palpebra sinistra esterna proprio sul bordo delle ciglia questa sorta di bolla, se lo sfioro o tocco fa male, e sembra essere un lieve pus, come un brufolo, infatti non mi sono preoccupata, perché detergendo la pelle ho pensato se ne andasse da se, ma nulla, può trattarsi di orzaiolo? non ho mai sofferto prima.
    La ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere, ma raccomando di rivolgersi al medico per verificare e nel caso per la prescrizione della corretta terapia.

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      …perchè non si possono fare diagnosi e prescrivere terapie senza avere il paziente di fronte e quindi senza la possibilità di valutare la situazione.

  8. Anonimo

    Dottore salve, sicuramente non sono nella sezione giusta, comunque volevo chiederle; questa mattina pullendo il cestino dove rimangono i detersivi in polvere, sentivo questa polvera del detersivo nell’aria e sentivo brucciarmi l’occhio, l’ho lavato sotto l’acqua corrente, mio occhio non è per nulla rosso o gonfio, niente, ogni tanto sento brucciare un pò, ma poco, poco, ho preso un collirio a basw di camomila e thè verde, senza conservante, sto bene, ma ogni tanti, viene il piccolo bruciore, le pensa che sia il caso di andare in pronto soccorso?.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso non è necessario, ma eventualmente può contattare il centro antiveleni per averne conferma.

  9. Anonimo

    Gentile medico, un mese fa mi è venuto un orzaiolo nell’occhio destro. poi dopo una settimana una altro nel sinistro e poi altri 3 sempre nel sinistro. Tutto piuttosto doloroso. Ho applicato una crema antibiotica. Mentre gli orzaioli stavano guarendo, è comparsa una infezione all narice interna del naso, come un ascesso molto molto doloroso. Ho preso antibiot x via orale e tutto è finito. Ora, dopo un mese si sta formando una altro orzaiolo. Sono un po’ preoccupata. Non ho mai avuto un orzaiolo prima. Da cosa può dipendere? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le cause possibili sono quelle descritte nell’articolo, ma alla luce dei numerosi episodi è indispensabile a mio avviso una visita oculistica.

  10. Anonimo

    Buongiorno, questa mattina mi sono svegliato ed avevo la zona sotto palpebra per intederci dove si formano le occhiaie gonfia, però da sta mattina ad ora non riscontro altri sintomi oltre il gonfiore, non avverto fastidi qualsi dolore prurito vista appannata pus o altro solo gonfiore, con ogni probabilità mi ha punto un insetto nella notte lei che ne pensa?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe trattarsi di un fenomeno allergico, ma se persiste o peggiora deve andare dal medico. saluti.

  11. Anonimo

    Prima di andare dal medico indicativamente quanto potrei aspettare per vedere se passi da solo? 2-3 giorni?

  12. Anonimo

    Salve oggi va molto meglio gonfiore diminuito molto, ipotesi sempre reazione allergica a qualcosa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza vedere è quasi come tirare a indovinare, ma resta in piedi anche l’ipotesi di puntura d’insetto.

  13. Anonimo

    Tenendo in considerazione che dopo una giornata è passato quasi del tutto si può associare a qualcosa di più specifico

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non è possibile fare considerazioni certe, solo ipotesi (si possono escludere alcune patologie come l’orzaiolo, per esempio).

  14. Anonimo

    Buonasera, mi è venuto un orzaiolo occhio destro il gonfiore prima palpebra superiore e poi , ora mi si è gonfiato la parte sotto del occhio per farle capire la sacca sotto la palpebra inferiore… Che potrei USA in più posso continuare a prendere la moto per lavoro….a alla parte superiore nn ho più fastidio..
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Senti il medico per iniziare una terapia adatta, non sarà un problema il ritorno a scuola.

  15. Anonimo

    Buonasera sono un po’ preoccupata non sapevo in che sezione scrivere sicuramente sto sbagliando e mi scuso ma ho un problema all’occhio sinistro da qualche giorno mi fa male , me lo sento stanco a volte capita che mi lacrimino e ho notato che se provo a leggere solo con l’occhio sinistro vedo sfuocato e ho molta difficoltà a distinguere i caratteri..sono ipermetrope e da un anno porto gli occhiali per leggere o per pc e tv, qualche volta anche se non penso sia rilevante ho avuto l’orzaiolo ma molti mesi fa…sono preoccupata perché ho questo fastidio e vedo pochissimo dall’occhio sinistro da qualche giorno massimo una settimana..può essere una cosa passeggera o è permanente so che è impossibile che lei mi faccia una diagnosi a distanza..però ho paura che si tratti di qualcosa di serio..secondo lei cosa è occhio pigro o peggioramento così improvviso e rapido? Ho 19 anni e mezzo e l’ultima visita dall’oculista l’ho fatta un anno fa…
    Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se è già una settimana che ha questi disturbi deve assolutamente farsi valutare da un oculista per sapere bene qual è il problema. Saluti

  16. Anonimo

    Salve, ho avuto un calazio all’occhio (o almeno, é ciò che mi han detto che fosse ) nel 2010 il cui gonfiore, nonostante le cure adeguate, è durato per 6 mesi . Il calazio era nella palpebra superiore dell’occhio sinistro, verso il naso. A distanza di anni la palpebra dell’occhio sinistro non si apre completamente nonostante sia poco visibile il problema . Quindi c’è questa disomogeneità tra occhio sinistro e destro . Cosa posso fare ?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, mi sembra che il problema ormai non si possa risolvere con terapie mediche, è necessario chiedere ad un oculista se è possibile e se è opportuno intervenire in altro modo. saluti

  17. Anonimo

    Grazie per il suggerimento di usare impacchi caldi per evitare recidiva.
    Mio figlio è molto soggetto ad orzaioli, quasi certamente non si lava le mani abbastanza…
    Quando accade, lo pulisco con garza e soluzione fisiologica e in genere in 1-2 giorni va a posto. Proverò a scaldare un poco la fisiologica, magari un po’ calda rende il trattamento più piacevole ☺
    Buon lavoro

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Bene, non scaldi troppo l’impacco però perchè potrebbe aggravare l’eventuale infiammazione.

  18. Anonimo

    Sono 2 giorni che ho l’ occhio destro rosso dentro e gonfio sopra e alla fine dell’ occhio si sente una piccola pallina cosa posso fare grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Visita medica, serve prima di tutto una diagnosi esatta (orzaiolo?).

    2. Anonimo

      Dottor cimurro 2 Giorni fa mi ero truccata la matita dentro l’ occhio e il giorno dopo l’occhio era rosso dentro e gonfio sopra e alla fine dell’ occhio si sente una pallina ora si e’ abbassata giu’ la pallina gonfio e il colire e’ violetto

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Come detto sopra raccomando una visita medica, si tratta di infezione e va inquadrata correttamente.

  19. Anonimo

    Sabato mi è venuto fuori un bel orzaiolo. Io però l’ho fatto spurgare aiutandomi col cotton fioc. Ho letto che non si dovrebbe fare questa operazione, cosa può comportare? L’orzaiolo comunque rilascia pus continuamente anche senza il mio aiuto. Grazie

    1. Anonimo

      Ma aiuta la guarigione o non serve a niente? Io comunque cerco di farlo con molta attenzione, ma se non aiuta, smetto…

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La presenza di pus indica infezione, in genere si preferisce cautelarsi con una crema oftalmica antibiotica.
      Il fatto che esca è un vantaggio, ma potrebbe non essere sufficiente.

  20. Anonimo

    Salve almenonuna volta all’anno mi salta fuori un bell’orzaiolo in base alle volte grande o piccolo che neanche me ne accorgo ma questa volta mi si e gonfiata la borsa sotto occhio che a primo acchitto semhra del liquido e imcomincio a pensare che non sia il solito orzaiolo o che si sia aggiunta un infezione piu grossa oggi secondo giorno va peggio nonostante i miei soliti impacchi con camomilla molto efficaci , consiglia di farmi vedere????grazie mille

  21. Anonimo

    Salve ho un orzaiolo da quasi 5 giorni e da 2 sono in cura con gli antibiotici però adesso ho un livido sotto l’occhio da cosa dipende?Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Difficile fare ipotesi senza vedere, ma probabilmente si è rotto un capillare.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Bisogna che valuti l’oculista e prescriva la terapia più adatta.

  22. Anonimo

    Io ho una ciste nell’occhio da 9 mesi, 9 mesi con un occhio più chiuso della’altro, fra un mese me la tolgono chirurgicamente.
    l’occhio si riapre come prima?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sì, ma senza vedere non mi sento di darle garanzie.

    2. Anonimo

      Non c’è il rischio che dopo un bel pò di tempo stressata, la palpebra assume una certa posizione?

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non dovrebbe succedere nulla perchè la palpebra è molto elastica, ovviamente dipende dalla situazione nello specifico, dovrebbe chiedere a chi l’ha valutata direttamente e la opererà.

  23. Anonimo

    Da circa 5 giorni ho un orzaiolo esterno all ‘occhio dx..Il mio medico mi ha prescritto un unguento oftalmico,cortson chemicetina 0,5+1%,e’ giusto cosi?

  24. Anonimo

    sono soggetta all’orzaiolo, ormai mi viene spesso quando fa molto freddo, quindi deduco sia dovuto ad un colpo d’aria.. 1. come potrei evitarlo? stavo pensando di prendere un paio d’occhiali da battaglia, in uno di quei negozi di accessori, da usare quando esco, perché ormai la situazione è insopportabile, ogni volta che fa freddo mi torna. 2.a proposito, questa volta mi sta dando particolarmente fastidio, mi prude e brucia, e non so come mi prude anche la palpebra superiore, anche se li non ho nulla (l’orzaiolo è sulla palpebra inferiore). 3.in più c’e il puntino bianco sull’orzaiolo, che ho provato a premere leggermente per vedere se usciva qualcosa, ma non ho ritentato altre volte, e per fortuna che ho trovato l’articolo. sono indecisa se chiedere a mia madre di andare dal medico (sono minorenne), ma probabilmente m dirà di lasciar perdere e che guarirà da solo. pero mi da molto fastidio, che mi consiglia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, può provare, anche se potrebbe non essere sufficiente quando si è predisposti.
      2. Probabilmente ha infiammato per contatto anche la palpebra superiore.
      3. Il parere del medico lo sentirei, curandolo BENE è possibile ridurre la frequenza di comparsa (oltre ad avere conferma della diagnosi).

  25. Anonimo

    Salve d’ottobre questa mattina mi sono svegliato con un occhio gonfio, presumo sia un orzaiolo, la causa potrebbe essere attribuita ad una serata di sesso con una sconosciuta? Mi consigliano di fare impacchi con acqua e sale

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No, il rapporto non può essere causa di patologie oculari.
      2. Si rivolga innanzi tutto al medico per una diagnosi certa.

  26. Anonimo

    Gentile Dr. Cimurro. Da circa 4 giorni mi sono comparsi due orzaioli nell’occhio sinistro, entrambi sulla palpebra inferiore nei pressi dell’angolo mediale dell’occhio. Sabato notte l’occhio e la palpebra si erano gonfiati visibilmente provocando un dolore acuto. In farmacia mi hanno consigliato una pomata, Posiformin 2%. Lunedì mi sono recata dalla mia dottoressa di base che mi ha suggerito di continuare la terapia. Ora l’occhio si è sgonfiato ed entrambi gli orzaioli sono ancora molto visibili e si presentano con due pus all’interno. Gli impacchi a base di camomilla potrebbero accelerare il processo del rilasciamento del pus? La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sì, ma prima di qualsiasi terapia farei il punto con il curante o con l’oculista.

  27. Anonimo

    Salve…2 o 3 mesi fa mi sono svegliata con l’occhio gonfio e il medico mi ha detto di disinfettarlo con l’acido borico e in 3-4 giorni il gonfiore era sparito …pero e rimasto come un rigonfiamento (sembra tipo un brufoletto all’interno della palpebra ,si vede solo se la alzo)..e adesso comincia a darmi fastidio che dovrei fare?…(per il “brufoletto” non sono andata dal medico)

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il dubbio che sia un orzaiolo viene sicuramente, raccomando di verificare con il medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.