Condilomi acuminati: foto, sintomi e cura

Ultimo Aggiornamento: 1210 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Le verruche genitali, più spesso conosciute come condilomi acuminati, sono escrescenze o protuberanze  sulle cute contratte attraverso il contatto sessuale. Sono causate da alcuni ceppi del papilloma virus umano (HPV), una delle più comuni cause di malattie a trasmissione sessuale (MST).

Foto

Data la natura piuttosto forte delle immagini si è preferito pubblicare dei ritagli delle foto originali per rendere la visione adatta ad un sito divulgativo.

http://en.wikipedia.org/wiki/File:SOA-Condylomata-acuminata-around-anus.jpg

http://en.wikipedia.org/wiki/File:SOA-Condylomata-acuminata-around-anus.jpg

http://en.wikipedia.org/wiki/File:SOA-Condylomata-acuminata-man.jpg

http://en.wikipedia.org/wiki/File:SOA-Condylomata-acuminata-man.jpg

Cause

Verruche genitali e condilomi sono causati da un’infezione da papilloma virus umano o HPV (acronimo di Human Papilloma Virus);  si conoscono oltre 100 tipi di HPV, dei quali la maggior parte causa malattie non gravi, quali ad esempio le verruche cutanee, mentre altri sono causa di tumori benigni quale il condiloma genitale e anche maligni quale il cancro al collo dell’utero, al cavo orale, all’ano, all’esofago, alla laringe.

Sintomi

Nelle donne le verruche genitali compaiono come condilomi vaginali o nell’ano (o intorno a queste zone), oppure sul collo dell’utero.

Negli uomini, invece, i condilomi compaiono sul pene, sullo scroto, sul glande, sull’inguine o sulle cosce.

I condilomi possono essere in rilievo o piatti, piccoli o grandi; talvolta possono essere raggruppati, ed assumere una forma che ricorda un polipo o un cavolfiore. Spesso, però, sono dello stesso colore della pelle e non causano dolore. In alcuni casi le verruche sono talmente piccole e piatte che possono addirittura passare inosservate.

È possibile che trascorrano diversi mesi o anni prima che appaiano i sintomi dell’infezione, e questi sintomi possono anche non presentarsi.

Nelle donne, il virus può causare modifiche al collo dell’utero che potrebbero causare un tumore, quindi è importante diagnosticarlo e curarlo il prima possibile. Gli uomini portatori di HPV possono anche essere a rischio di tumore al pene e all’ano.

Nei bambini, la presenza di un’infezione MST potrebbe essere un indizio di abuso sessuale. Se avete un qualche timore o sospetto, parlatene apertamente con il pediatra.

Trasmissione

I condilomi acuminati si trasmettono principalmente attraverso il contatto sessuale (anale, orale e vaginale) con una persona infetta e possono apparire anche dopo diverse settimane o mesi.
Il virus viene trasmesso attraverso il contatto delle epidermidi, ma non tutti coloro che si trovano esposti al virus svilupperanno verruche genitali.

Non si può escludere la possibilità di contagio attraverso altre vie non sessuali.

Pericoli

Ogni anno, in Italia, sono circa 3.500 le donne che si ammalano di cancro del collo dell’utero, causato dal virus HPV. Quasi la metà muore. Nel Mondo ogni anno 400.000 donne si ammalano e la metà di loro muore.

Una donna incinta portatrice di malattie a trasmissione sessuale può contagiare il bambino, anche se la malattia non presenta sintomi evidenti. Lo screening di alcune malattie a trasmissione sessuale (ma non di tutte!) è ormai una prassi durante l’assistenza prenatale ma, se avete sintomi o preoccupazioni di qualsiasi natura, parlatene con il vostro medico durante la gravidanza.

Cura e terapia

Sebbene non esista una cura per le infezioni HPV, le verruche genitali possono essere curate e rimosse assumendo farmaci prescritti dal medico o con altre procedure cliniche, come la crioterapia o i trattamenti laser.

Poiché l’HPV rimane asintomatico all’interno del corpo, le verruche genitali potrebbero riapparire in qualunque momento dopo la cura. Coloro che sono già stati contagiati dalle verruche genitali possono essere portatori del virus e infettare altre persone. Chi ha già avuto un episodio di HPV può essere infettato dall’HPV da un partner diverso.

Numerose ricerche scientifico-farmaceutiche hanno dimostrato che la podofillotossina (in Italia venduta come Condyline soluzione e Wartec crema) è un agente chimico in grado di distruggere i condilomi. Questa sostanza infatti impedisce la mitosi cellulare, che nelle cellule infettate dal virus è accelerata, disgregando l’intera infezione.

Un’altra terapia medica utilizzata è l’imiquimod per uso topico (Aldara crema).

Prevenzione

È stato approvato e introdotto un vaccino per le donne dai nove ai ventisei anni, utile per prevenire l’infezione HPV, ovvero la causa della maggior parte dei casi di cancro al collo dell’utero e di verruche genitali. Il vaccino, chiamato Gardasil, viene somministrato sotto forma di tre iniezioni su un periodo di sei mesi. Non protegge le donne che sono già state infettate dall’HPV e nemmeno protegge contro tutti i tipi di HPV, quindi potrebbe essere necessario sottoporsi comunque a tutti i controlli di routine e agli esami ginecologici necessari.

Poiché le verruche genitali si diffondono attraverso il contatto sessuale, il miglior modo per prevenirle rimane l’astinenza.

Il contatto sessuale con diversi partner o con qualcuno che ha diversi partner aumenta il rischio di contrarre qualsiasi tipo di malattia sessualmente trasmissibile. Se usato in maniera corretta e costante, il preservativo può diminuire il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili.

L’uso delle irrigazioni può aumentare il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale, poiché può modificare la flora batterica naturale della vagina e può far scorrere i batteri verso la parte superiore del tratto genitale.

Gli adolescenti in cura per le verruche genitali, dovrebbero anche sottoporsi a esami per escludere la presenza di altre malattie a trasmissione sessuale e dovrebbero essere lasciati da soli a tu per tu con il medico, per poter parlare apertamente degli argomenti privati come l’attività sessuale. Non tutti gli adolescenti, infatti, si sentono a proprio agio a parlare di certi argomenti con i propri genitori, ma è importante incoraggiarli a discutere con un adulto fidato che può informarli correttamente.

Fonte: kidshealth.org


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. venere

    Salve dott oggi ho iniziato ha mettere l aldara mi è stata data dal mio ginecologo . Dice che è molto forte non solo fortifica il sistema immunitario e vero? Poi volevo chiederle se sul monte di Venere è necessario per essere efficace levare i peli perché mi sa che son di intralcio a l azione della pomata lei che dice sarà il caso di togliere i peli per estendere meglio la pomata ? Cosa mi consiglia.aspetto la sua risposta grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Confermo.
      2. No, non dovrebbe essere necessaria la depilazione.

  2. libra

    Salve dottore, ho visitato 3 importanti dermatologi e il centro MTS in ospedale per due piccoli condilomi sul glande, non come quelli in foto ma piatti, ma nessuno mi ha parlato di particolari prodotti per aiutare la scomparsa.
    Le chiedo, come potrei recuperare ed effettuare una terapia con il Condyline?
    Grazie!

  3. venere

    Salve dott allora io sto usando aldara e la seconda volta che la applico di notte ma dopo che mi lavo seguendo tutte le indicazioni sento un po di prurito. È normale secondo lei sentire un questo prurito dopo che mi lavo una volta passate le dieci ore come c’è scritto seguendo le istruzioni.

  4. venere

    Grazie . Che dice se mi faccio qualche impacco o lavaggio di camomilla

  5. venere

    Scusi mi son dimenticata mi hanno detto che per aumentare le difese immunitarie di mangiare aglio . E vero. ? Come dovrei mangiarlo? Crudo o come ? Grazie aspetto la sua risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È necessaria una visione a più ampio raggio, le difese immunitarie vengono rinforzare da uno stile di vita sano ed un’alimentazione varia ed equilibrata.

  6. venere

    Buongiorno dott. Io vorrei porle questa domanda ieri mentre leggevo un commento di una persona che applica la crema aldara specificava che su di lei una volta applicata la crema non aveva nessun sintomo o meglio il solito normale fastidio prurito e bruciore che io ha differenza sento avvolte anche molto forte. E che passate le ore con un buon getto d’acqua e un sapone neutro lavo e passa. A questo punto mi chiedo quindi se aldara in crema da questi effetti bruciore e prurito fastidio sopportabili naturalmente significa che sta agendo. ?perché leggendo questo commento di un altra persona lei diceva che applicava aldara ma non sentiva nulla di tutto ciò. Quindi gli chiedo cortesemente se è vero che la crema aldara applicata e da questi sintomi che io stessa sento sta agendo? Che mi dice ? Grazie per la sua risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta di un possibile effetto collaterale, che quindi può comparire o meno indipendentemente dall’efficacia.

  7. venere

    E quindi se si tratte di un effetto collaterale significa anche che brucia e provoca prurito ma non sta agendo allora?perché nel mio caso è così la applico dopo un po sento un po di bruciore e fastidio ma passate le ore con un buon lavaggio passa. Quindi che significa che magari su di me e un effetto collaterale e non mi sta facendo bene ?

  8. venere

    Mi scusi ma io non ho capito ciò che lei mi ha detto. Ma allora nel mio casa che dopo un ora e anche di più che metto aldara sento fastidio bruciare e prurito questo nel mio caso è un effetto collaterale ? E quindi dovrei interrompere oppure mi vuol dire che l’azione della crema aldara cambia da soggetto a soggetto?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È un possibile effetto collaterale, può verificarsi o meno, sia in soggetti in cui la crema funziona sia nel caso in cui l’effetto sia inferiore.

      A meno che il bruciore non sia insopportabile continui regolarmente.

  9. roberta

    Buonasera Dottore, vorrei delle informazioni. Durante una visita ai nei mi hanno scoperto questi condilomi, ora li sto bruciando con l’azoto. Ho fatto il test per il papilloma virus e fortunatamente il risultato e’ negativo.
    Il mio compagno fortunatamente non li ha contratti, ma e’ possibile la trasmissione solo per via sessuale? perché sono 10 anni che stiamo insieme e facciamo sesso solamente tra di noi.
    Un’altra cosa e’ piu’ consigliabile l’azoto o il laser? perché mi hanno detto che e’ un percorso tanto lungo da fare…ma visto che vorrei fare un figlio (ho 35 anni) vorrei accorciare i tempi.
    La ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È raro, ma è possibile essere contagiati anche tramite fomiti (per esempio bagni pubblici).

  10. Disperata!!!

    Salve, io ho provato la cura con l’Aldara ma non ha funzionato, sono passata poi alla crioterapia ma neanche questa ha funzionato. La dermatologa mi ha parlato del bisturi elettrico, ma sono ormai 5 mesi che ho una grave piastrinopenia ed in più una malattia autoimmune. La mia sensazione è che tutte le cure che faccio per la mia malattia autoimmune “alimenti” i condilomi che si diffondono a vista d’occhio..Cosa posso fare per risolvere questo problema? Ormai il dolore è insopportabile. Può spiegarmi come funzione il laser e se è doloroso? La ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, il laser non è doloroso (credo semplicemente più costoso); purtroppo è possibile che l’attuale stato di salute favorisca la diffusione del problema.

  11. venere

    Salve dott. Io i condilomi anali sono andata direttamente sul intervento chirurgico e li ho tolti. Me ne son rimasti alcuni nella vagina esternamente mi è stata data l aldara ma penso di aver esagerato in quanto ne ho usato tre bustine e sento ora un forte bruciore. Mi scusi ma che lei sa qual’è la dose giusta ?il mio ginecologo mi ha detto di metterla solo due volte ma non ho specificato che ho esagerato con la dose ,quindi povera me ho un bruciore forte secondo me è perché ho esagerato con la crema mettendone troppa secondo lei?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, possibile; riporto dal foglietto illustrativo

      deve essere applicata sulla zona affetta da condilomi, precedentemente lavata, in strato sottile, massaggiando fino a completo assorbimento. Applicare il prodotto solo sulle zone interessate evitando scrupolosamente l’applicazione sulle superfici interne. Aldara crema deve essere applicata prima di coricarsi. Durante le 6 – 10 ore del trattamento dovranno essere evitati bagno e doccia. Dopo questo periodo è fondamentale che la crema sia eliminata con l’uso di acqua e sapone delicato. L’applicazione di una quantità eccessiva di crema o il contatto prolungato della crema sulla pelle può causare gravi reazioni nella zona di applicazione. Una bustina monouso è sufficiente a coprire una zona di condilomi di 20 cm2. Una volta aperte le bustine non devono essere riutilizzate. Lavare accuratamente le mani prima e dopo l’applicazione della crema.

  12. venere

    Grazie mille per la sua risposta. Purtroppo mi rendo conto di aver esagerato usando tre bustine e non solo applicando la crema dovunque e ora capisco il grande e doloroso bruciore poiché lo applicata anche nella zona interna delle grandi labbra. Ora ho messo una crema per le bruciature spero che mi passi . Grazie ancora

  13. venere

    Dottore mi scusi volevo farle una domanda. Ma mettere aldara prima di andare a dormire è necessario. Oppure posso metterla di pomeriggio perché se la metto prima di andare a dormire la tengo più delle dieci ore invece se la metto di pomeriggio riesco a calcolare l’ora ed evito di fare fesserie come ieri ho fatto mettendo non solo tre buste da venti cm2 ma tenendola più di dieci ore lei che mi dice se la applico il pomeriggio. Grazie ancora aspetto la sua risposta.

  14. Anna

    Salve dottore,

    Mi sono stati riscontrati 2 condilomi genitali ma l’HPV é negativo. É possibile?

    1. Anonimo

      Si ho fatto il pap test ed é risultato negativo.

      Alla prima visita dermatologica la dottoressa (un anno fa) mi aveva detto che non mi devo preoccupare perché si trattava uno di fibroma pendulo e l’altro di una verruca seborroica. E questi sono stati rimossi con chirurgia e laser.
      Il supposto fibroma pendulo non é piú riapparso, ma dove aveva bruciato (forse male) la verruca seborroica, nel frattempo ho notato che sta ricrescendo.

      Sono passati mesi e lo stesso tipo di formazione seborroica mi é cresciuta anche nella zona anale. Ho fatto una visita con un’altra dermatologa che con la crioterapia mi ha bruciato con l’azoto liquido queste formazioni che ha chiamato condilomi da HPV ma, a mio modesto parere, confrontando con le immagini su internet, non hanno niente a che vedere con il condiloma, ma piú con la verruca seborroica.

      Sono preoccupata, perché leggendo un pó di bibliografia sui condilomi, mi rendo conto che la mia vita sessuale dovrá essere limitata perché i condilomi sono contagiosi persino con il preservativo.

      Come posso togliermi il dubbio definitivamente?

      PS: 12 anni fa ho avuto un HPV che é scomparso subito e tutti i pap test che ho fatto in questi anni sono sempre risultati negativi.

      Grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il PAP-test negativo è un’ottima notizia, significa che pur essendo venuta a contatto con il virus non ci sono lesioni pericolose; ad oggi quindi non ci sono più formazioni?

    3. Anonimo

      Ho queste due formazioni che sono state trattate due giorni fa, ma non so quale sia la sua natura.
      La mia domanda specifica é:É possibile l’esistenza di condilomi con pap test negativo?

  15. chicca

    Buonasera dottore,chi ha avuto l hpv può iniziare un trattamento di depilazione laser nella zona inguinale o ci sono controindicazioni?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non vedo controindicazioni, anche se l’ultima parola spetta al ginecologo.

  16. venere

    Buona sera dott. Vorrei porle questa domanda in quanto tempo o meglio c’è un tempo stimato per la guarigione da condilomi. Perché io nella zona anale mi son fatta operare ma sul monte di Venere utilizzando l aldara non vedo ancora nessun risultato. Poi volevo chiederle i primi condilomi vagina li mi son stati tolti e mandati ad analizzare ma ancora non so risposta sarebbe anche il caso di fare un Pap test lei che mi consiglia.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Purtroppo dipende da un caso all’altro, se dopo 16 settimane non fossero scomparsi va segnalato al medico.
      2. Sì, farei un PAP-test.

  17. laura

    Buongiorno dottore, ho letto dei condilomi al cavo orale e mi sono un pò spaventata…ma si possono trasmettere anche limonando?
    grazie

    1. laura

      Oddio…e come si fa a stare tranquilli e proteggersi da questi cosi ??

    2. Anonimo

      Buona sera dottore, io sono 2 anni ché mi sono accorto di avere dei condilomi anali,li ho curati con aldara crema,anche se con molti problemi, per esempio mi portava febbre, indebolimento, ho avuto un po di benefici, ma come ho interotto,sono usciti di nuovo, poi sono passato al bisturi elettrico, dove sono stati bruciati,dopo un po sono ricomparsi,mi può dare un consiglio, o se c’è qualche centro in Italia, ché si occupa solo di questi condilomi.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non ci sono alternative al continuare a trattarli fino a risoluzione.

    4. ex Condilomato

      Salve, dovrebbe provare a tamponarli con acqua e candeggina diluita al 50% tenendo il batuffolo di cotone premuto poi per almeno un minuto e ripetere l’operazione 3 volte al giorno.
      presti anche attenzione all’igiene facendosi spesso dei bidet e rigorosamente ogni volta che va al bagno

  18. pietro

    Dicono che succede a chi mangia troppi insaccati e quando evacua non ha l’abitudine di fare il bidet.
    Nei paesi che non hanno i bidet infatti c’è più gente con questi problemi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’HPV è un virus a trasmissione prevalentemente sessuale, non è legato all’igiene.

  19. Fidelio

    Gentilissimo,
    ho avuto un rapporto sessuale non protetto con una donna, la quale presentava delle escrescenze nella zona pubico – anale. Chiedendole cosa fossero mi sono sentito rispondere: nulla, non ti preoccupare. Invece poi mi sono informato e documentato in internet e quelle protuberanze sono compatibili con i condilomi. Sono passati 7 giorni da quell’incontro. Posso fare qualcosa (test, ecc…) per verficare un eventuale contagio? Devo astenermi dal frequentare altri partner sessuali?
    Attendo un suo cordiale riscontro.

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.