10 domande (e risposte) sui massaggi che non hai mai osato fare

Ultimo Aggiornamento: 226 giorni

Link sponsorizzati

Devo dare una mancia al massaggiatore?

Se vi fate fare un massaggio presso un centro termale od un hotel, un 10% – 20% di mancia è auspicabile se si è soddisfatti dei servizi. D’altro canto non ci sono vere regole ed alcuni terapeuti non lo ritengono necessario. Se non sei sicuro, chiedi se è una pratica comune dove ti trovi senza paura, oppure è possibile telefonare per chiedere se non si vuole farlo faccia a faccia. Se la mancia non è pratica comune potete sempre fare pubblicità tramite passaparola ad amici, familiari e colleghi di lavoro come forma di ringraziamento.

Devo togliere la biancheria intima quando faccio un massaggio?

Molte persone preferiscono indossare i loro slip durante il massaggio, mentre altri preferiscono essere completamente nudi. Sta a voi. Se vi viene suggerito di rimanere nudi, i massaggiatori devono garantire che le zone intime siano sempre adeguatamente coperte da un foglio o asciugamano. Solo la zona che viene massaggiata verrà scoperta.

Che cosa succede se mi rendo conto che ho sbavato durante il massaggio?

Molte persone cadono in un sonno profondo durante il massaggio, ma quando si svegliano,si nota una macchia di bava sul cuscino. Accade spesso quando le persone vengono massaggiate mentre sono a faccia in giù, quindi non c’è nulla di cui vergognarsi.

Il massaggiatore deve stare lì quando mi svesto?

Il massaggiatore lascerà la camera in modo che tu possa svestirti e sdraiarti sul piano di massaggio (di solito a faccia in giù) . Non aver paura che lui o lei entri improvvisamente, il massaggiatore bussa sempre chiedendo se si è pronti prima di entrare nella sala massaggi.

Devo parlare con il massaggiatore durante il massaggio?

Anche se alcune persone preferiscono parlare durante il massaggio, non c’è bisogno di fare conversazione per forza. Dopo tutto, stai avendo un trattamento, non sei a un cocktail party! Sentiti libero di chiudere gli occhi e rilassarti, che è ciò che la maggior parte delle persone fa. Il massaggio profondo dei tessuti e i massaggi sportivi sono solo alcuni dei tipi di massaggio che richiedono ulteriori commenti. Il terapeuta spesso agisce sugli strati più profondi del muscolo e desidera garantire che la pressione non causi un problema.

Infine non avere paura di:

  • dire se la stanza è troppo calda o troppo fredda,
  • dire se provi dolore,
  • fare domande relative al massaggio,
  • aggiungere qualcosa che ti sei dimenticato di menzionare nel corso della consultazione.

Che cosa succede se ho un’erezione durante il massaggio?

Alcuni uomini non richiedono la terapia di massaggio perché temono di avere un’erezione o, per lo stesso motivo, non sono in grado di rilassarsi durante il massaggio. Non vi è alcun motivo di essere imbarazzati, è perfettamente normale per gli uomini avere un’erezione nel corso di un massaggio terapeutico. Un lieve tocco in qualsiasi area del corpo può attivare il sistema nervoso parasimpatico e causare una parziale o totale erezione. Il massaggiatore (maschio o femmina) ne è a conoscenza e generalmente lo ignora. Se sei ancora preoccupato potresti indossare un costume durante il massaggio, che prevede un sostegno contenitivo maggiore.

Come faccio a sapere se si tratta di una clinica riconosciuta?

Se stai cercando una nuova clinica o spa, è una buona idea di chiamare prima e fare queste domande:

  • Offrite un massaggio terapeutico?
  • Il terapeuta è certificato o possiede una licenza?

Un terapeuta certificato inoltre non entrerà in contatto con i genitali o capezzoli durante il massaggio.

La pressione non è abbastanza profonda, ma non voglio offendere il terapeuta. Che cosa devo fare?

Comunicare apertamente con il terapeuta. Tieni presente, tuttavia, che è un mito che la terapia di massaggio debba fare male per essere efficace. Una buona regola empirica – su una scala da uno a 10 nin cui uno non si sente dolore e 10 è estremamente doloroso, la pressione deve sempre essere inferiore a sette.

Mi vergogno di una certa parte del mio corpo e non desidero che il massaggiatore mi veda. Che cosa posso fare?

Le persone sono timide per vari motivi. Alcune delle preoccupazioni più comuni sono:

  • sovrappeso,
  • eccessiva crescita dei peli sul corpo,
  • acne sul viso o schiena,
  • piedi brutti,
  • cicatrici.

Essere timidi non dovrebbe mai impedire di ricevere cure sanitarie, sia che si tratti di visita medica sia di massaggio. Se ci si vergogna di una certa parte del corpo, è possibile chiedere al terapeuta di evitare la zona. In alternativa, è possibile optare per una terapia che viene fatta attraverso l’abbigliamento, come ad esempio lo shiatsu o il massaggio tailandese, perché non servono oli e si resta completamente vestiti durante la sessione.

Preferisco avere una massaggiatrice donna. Devo richiederlo?

Alcuni uomini non si sentono a proprio agio con un massaggiatore maschio, questo può essere causato degli stereotipi della professione o dalla paura di avere un’erezione durante il massaggio. Anche alcune donne preferiscono un terapeuta donna perché dicono di sentirsi più a loro agio. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti :

  • Se ci sono vari operatori nella clinica chiedere se è possibile essere soddisfatti in questa richiesta prima di prenotare l’appuntamento.
  • Si potrebbe iniziare con una forma di massaggio attivo, come ad esempio il massaggio sportivo o di un tipo di massaggio che è fatto completamente da vestiti, come ad esempio lo shiatsu o il massaggio tailandese.

Qual’è il massaggio giusto per te?

Ecco una breve guida dei più popolari tipi di massaggio per aiutarti a capire quale terapia sia giusta per te.

Massaggio svedese

Questo è il tipo più comune di massaggio-terapia negli Stati Uniti. E’ conosciuto come massaggio svedese o semplicemente come massaggio terapia: i terapisti usano colpi lunghi, manipolazioni, e movimenti circolari sugli strati superficiali del muscolo utilizzando lozioni o oli da massaggio. La terapia del massaggio svedese può essere molto dolce e rilassante. Se non hai mai provato prima questo massaggio, vale senz’altro la pena iniziare con questa tecnica.

Massaggio con aromaterapia

Questo tipo di massaggio si serve dell’aggiunta di uno o più oli vegetali profumati chiamati oli essenziali per affrontare specifici problemi. Il terapeuta può selezionare gli oli che sono rilassanti, energizzanti, anti-stress, di bilanciamento, ecc. Uno degli oli essenziali più comuni utilizzati con il massaggio aromaterapeutico è la lavanda. Il massaggio aromaterapeutico è particolarmente adatto a condizioni di stress o condizioni determinate da una componente emotiva.

Massaggio con pietre calde

Pietre lisce e riscaldate sono collocate su alcuni punti sul corpo per scaldare ed allentare i muscoli e i centri di equilibrio energetico nel corpo. Il terapeuta può anche tenere le pietre e applicare una pressione gentile con esse. Il calore è confortante. Il massaggio con pietre è adatto per le persone che hanno tensioni muscolari, ma preferiscono un massaggio leggero.

Massaggio negli strati profondi

Il massaggio negli strati profondi ha come obiettivo gli strati più interni del muscolo e del tessuto connettivo. Il terapeuta utilizza lenti colpi ad attrito o tecniche di frizione in tutto il muscolo. Il massaggio del tessuto profondo viene utilizzato per tensioni croniche o dolorose del muscolo, stiramenti ripetuti, problemi posturali, o recupero da infortunio. Le persone spesso sentono dolore per uno o due giorni dopo il massaggio profondo dei tessuti.

Shiatsu

Lo shiatsu è una forma di arte giapponese che utilizza la pressione con le dita poste in un sequenza ritmica nei meridiani dell’agopuntura. Ogni punto è tenuto da due a otto secondi per migliorare il flusso di energia e di aiutare il corpo a ritrovare equilibrio. Le persone sono normalmente piacevolmente sorprese quando provano lo shiatsu per la prima volta. E’ rilassante sebbene la pressione sia ferma, e di solito non vi è nessun dolore dopo.

Massaggio tailandese

Come lo shiatsu, il massaggio tailandese allinea le energie del corpo utilizzando una pressione dolce su punti specifici. Il massaggio tailandese comprende anche compressioni e estensioni. Non dovete stendervi ed il terapeuta vi muove e vi estende in una sequenza di posture. E’ come fare yoga senza fare alcun lavoro. Il massaggio tailandese è più energizzante rispetto ad altre forme di massaggio, riduce lo stress e migliora la flessibilità e la gamma dei movimenti.

Massaggi per la gravidanza

Chiamato anche massaggio prenatale, il massaggio per la gravidanza sta diventando sempre più popolare tra le donne. I terapisti che sono certificati per questo massaggio conoscono il modo corretto di posizionare e sostenere il corpo della donna durante il massaggio e come applicare correttamente le tecniche. Il massaggio prenatale viene utilizzato per ridurre lo stress, il gonfiore, alleviare fastidio e dolore, e ridurre l’ansia e la depressione. Il massaggio è personalizzato per le esigenze individuali della donna.

Riflessologia

La riflessologia, anche se a volte è chiamata massaggio dei piedi, è più di un semplice massaggio ai piedi. La riflessologia comporta l’applicazione di una pressione su determinati punti del piede che corrispondono ai sistemi degli organi e del corpo. La riflessologia è molto rilassante, soprattutto per le persone che stanno in piedi tutto il giorno o hanno solo piedi stanchi e doloranti .

Massaggi sportivi

Il massaggio sportivo è specificamente pensato per le persone che sono coinvolte nell’attività fisica, ma non devi essere un atleta professionista per farne uno, viene infatti usato anche da persone che operano e lavorano spesso all’aperto. Non riguardano il rilassamento, ma la prevenzione e il trattamento delle lesioni e il miglioramento delle prestazioni atletiche. Viene utilizzata una combinazione di tecniche: i colpi sono generalmente più veloci di quelli del massaggio svedese. Una tecnica comune è quella di favorire l’allungamento. Aiuta a sciogliere i muscoli e aumentare la flessibilità.

Massaggi alla schiena

Alcune cliniche per massaggi e centri termali offrono 30 minuti di massaggi alla schiena. Se un massaggio alla schiena non è espressamente pubblicizzato, è anche possibile prenotare 30 o 40 minuti di massaggio e chiedere che il terapeuta si concentri sulla schiena.

Fonte: Libera traduzione da About.com


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Anonimo

    Buongiorno dottore. Stanotte con una bella dormita i dolori sono passati ma stamattina dopo che sono andata in bagno (leggermente tenera) sono tornati i brontoli alla pancia e la sensazione di dover andare in bagno…..

  2. Alex

    ma quando si va a frae i massaggi anche shiatzu , bisogna togliersi proprio tutto ?Non si può stare in slip e collant ?
    Infatti non vedo controindicazioni se mi lascio il collant addosso …grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il collant credo che verrà consigliato di toglierso per favorire il contatto con il massaggiatore (e gli oli/creme usate), mentre di norma gli slip sono assolutamente consentiti.

  3. ALEX

    Grazie …e se chiedesse un massaggio tipo shiatzu o comunque senza uso di olii ? Solitamente uso collant molto sottili …

    Grazie ancora

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non sono un massaggiatore, ma credo che la mano debba scorrere più liberamente rispetto al contatto a “secco”; prenda comunque contatti con il professionista, è la cosa migliore per discutere di dubbi e obiettivi.

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.