Tricomoniasi: sintomi e cure

Ultimo Aggiornamento: 121 giorni

Introduzione

La tricomoniasi è una malattia sessualmente trasmissibile piuttosto diffusa che colpisce sia gli uomini sia le donne, nonostante i sintomi siano più comuni tra le donne.

E’ la malattia sessualmente trasmessa più frequente tra donne giovani, sessualmente attive: fortunatamente è una patologia curabile. Si stima che, ogni anno, circa 5 milioni di persone ne siano colpite.

Cause

Protozoo Trichomonas (http://it.wikipedia.org/wiki/File:Trichomonas.JPG)

Protozoo Trichomonas (http://it.wikipedia.org/wiki/File:Trichomonas.JPG)

La tricomoniasi è causata da un protozoo parassita unicellulare chiamato Trichomonas vaginalis. Nelle donne la zona che viene infettata più di frequente è la vagina, mentre negli uomini è l’uretra.

Chi è a rischio? Tutte le persone sessualmente attive possono ammalarsi.

Sintomi

La maggior parte degli uomini affetti da tricomoniasi non avverte alcun sintomo, nella restante parte i sintomi più comuni sono:

  • irritazione all’interno del pene,
  • piccole perdite o leggero bruciore dopo la minzione o l’eiaculazione.

Nelle donne, invece, i sintomi dell’infezione sono molto più frequenti, di solito compaiono da 5 a 28 giorni dopo l’esposizione provocando:

  • perdite vaginali schiumose, di colore verdastro o giallastro e dall’odore forte,
  • dolori durante i rapporti sessuali e la minzione,
  • irritazione o prurito nella zona dei genitali,
  • raramente dolore al basso ventre.

Trasmissione

E’ una malattia sessualmente trasmissibile che si trasmette mediante i rapporti sessuali vaginali o il semplice contatto con la vulva di una partner infetta. Le donne possono essere contagiate indifferentemente da un uomo o da un’altra donna, mentre gli uomini di solito vengono contagiati unicamente da una partner di sesso femminile.

Pericoli

Nelle donne incinte la tricomoniasi può causare la rottura prematura delle membrane e quindi un parto pretermine. L’infiammazione genitale causata dalla tricomoniasi può anche aumentare il rischio di contrarre l’infezione da HIV, se la donna ne viene a contatto. Se il Protozoo Trichomonas colpisce una donna già infetta dal virus HIV, le probabilità di trasmettere l’HIV al partner possono essere maggiori.

Diagnosi

Per diagnosticare la tricomoniasi il medico deve compiere una visita e un esame di laboratorio. Nelle donne la visita ginecologica può scoprire la presenza di piccole ulcerazioni arrossate sulle pareti vaginali o sulla cervice, mentre gli esami di laboratorio vengono effettuati su un campione di fluido vaginale o uretrale e mirano a individuare il parassita che provoca la malattia. Il parassita è più difficile da individuare negli uomini che nelle donne.

Cura e terapia

La tricomoniasi di solito può essere curata con il metronidazolo, un farmaco con obbligo di ricetta che viene somministrato per via orale in un’unica dose. Negli uomini infetti i sintomi potrebbero scomparire nel giro di alcune settimane, senza alcuna terapia. Tuttavia, l’uomo infetto, anche se non ha mai avvertito alcun sintomo o se i sintomi sono scomparsi, può continuare a infettare le sue partner finché non viene curato.

In conclusione, è consigliabile curare contemporaneamente entrambi i partner, per eliminare il parassita. I pazienti che seguono una terapia per la tricomoniasi dovrebbero astenersi dai rapporti sessuali fino a quando entrambi i partner hanno completato la terapia e i sintomi sono spariti in entrambi. Il metronidazolo può essere usato anche durante la gravidanza.

Prevenzione

  • Usare correttamente il preservativo in tutti i rapporti.
  • Usando i preservativi di lattice o di poliuretano durante i rapporti vaginali è possibile prevenire la trasmissione della tricomoniasi. Tuttavia, il preservativo non è in grado di prevenire tutte le MST. Nelle persone infette le ferite e le lesioni derivanti dalle altre MST possono apparire in zone non coperte dal preservativo, e quindi l’infezione può essere trasmessa al partner.
  • Limitare il numero di partner, e non cambiare partner continuamente.
  • Astenersi dai rapporti, oppure avere contatti sessuali con un unico partner sano.
  • Se si pensa di aver contratto l’infezione, evitare i rapporti e andare dal medico.

Tutti i sintomi genitali, come le perdite, il bruciore durante la minzione, il dolore o l’irritazione insoliti dovrebbero essere un segnale d’allarme: si dovrebbero evitare rapporti e consultare un medico il prima possibile. Se si scopre di essere affetti da tricomoniasi o da un’altra MST e si inizia la terapia, è necessario informare tutti i partner recenti, in modo che anche loro possano andare dal medico e farsi curare.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    buonasere dottore,in passato ho fatto spesso pap-test perche’ avevo sempre perdite vaginali come la ricotta e sempre il risultato e’ stato candida.tre mesi fa’ ho ripetuto il pap test piu’ tamponi per i vari germi ed il risultato e’ stato trichomonas.io non vado in bagni publici e non ho amanti,possibile che il trichomonas e’ rimasto nascosto nonostante i pap test?vorrei anche sapere se la cura che ho fatto sia io che mio marito e’ risolutiva o se ci possono essere recidive!vorrei anche sapere quali rischi comporta se non viene debellato il trichomonas.come mai il pap test non ha mai rivelato la presenza di trichomonas?grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Probabilmente il contagio è avvenuto in altro modo, non ritengo che possa essere passato inosservato ai tamponi precedenti.
      2. La cura è risolutiva, ma non si acquisisce immunità.
      3. Le complicazioni sono infezioni ed infiammazioni più serie dell’apparato genitale.

    2. Anonimo

      gentilissimo dottore,la ringrazio di avermi risposto,volevo sapere un’altra cosa,attualmente ho delle perdite giallo verdi tipo muco,ma non fa cattivo odore e non provoca prurito,potrebbe essere di nuovo trichomonas?e volevo anche sapere quali sono le conseguenze serie che lei ha menzionato se il trichomonas non viene debellato!grazie!

  2. Anonimo

    salve .spesse volte ho un dolore che e’ vicino l’appendice e sale e mi capita di avere perdite abbondanti gialle siccome sono vicino o posso essere probabilmente in ovulazione e in passato ho sofferto di infezioni urinarie dovute ai calcoli ora non so riconoscere il dolore a che cosa e’ dovuto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se capitano circa 14 PRIMA del successivo ciclo mestruale è probabile che siano da ovulazione.

  3. Anonimo

    La tricomoniosi se non viene eliminata definitivamente può portarti ad avere l’hiv o addirittura l’AIDS?

  4. Anonimo

    salve,ho eseguito tampone vaginale con risultato di trichomonias,dall’antibiogramma mio mdb ha prescritto levoxacin,eseguito x 10 giorni senza beneficcio,successivamente assunto flagyl x os e ovuli,niente,poi fatto carica con trimonase,ripetuta dopo 8 giorni,niente,come devo fare x debellare qst protozoo che mi fa impazzire con prurito e perdite che durano da 3 mesi e mi fanno impazzire,grazie anna

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non ci sono alternative ai farmaci; verrà probabilmente provato un ulteriore protocollo.

  5. Anonimo

    Salve dottore avrei una domanda urgente da farle , da pochi giorni sto notando delle perdite di colore Giallo accompagnate da prurito e bruciore ( non emanano nessun cattivo odore ) e in più queste perdite sono molte e spesso devo pensare che si tratti di tricomoniosi ?

    1. Anonimo

      Salve dottore io da 10 giorni ho delle perdite verde molto dense tipo ricotta e prurito può essere trichomonas?io 10 giorni fa ho fatto mastoplastica addettiva ho preso antibiotici da una settimana possono essere gli antibiotici o pure la prima domanda questi perdute sono iniziati dopo l’assunzione delle medicine grazie!

  6. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Buongiorno, l’uso di antibiotici effettivamente può predisporre a infezioni. Potrebbe essere candida ma occorre che faccia una visita per una corretta valutazione del caso. Saluti

    1. Anonimo

      Salve dottore, avevo una domanda cui nessuna delle dottoresse che mi ha visitato ha saputo dare una risposta….per la tricomoniasi avevo cominciato a prendere flagyl (la prescrizione era solo per 5 giorni), e mentre lo prendevo sembrava peggiorare , una volta smesso, è passato tutto, seppur per pochi giorni…come mai? È sbagliata la cura o le dosi non erano sufficienti?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Che sintomi sono peggiorati?
      A seguito della cura è stata dichiarata guarita?

    3. Anonimo

      Sono aumentate le perdite e ha cominciato a sentirsi l’odore molto forte, e l’infiammazione comunque non passava…dopo aver finito l’antibiotico, per un paio di giorni, ho notato grandi miglioramenti (niente perdite, odore e l’infiammazione era scomparsa) ….purtroppo però non sono guarita, anzi,è ritornato tutto e adesso non so che cosa poter fare..

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Evidentemente la cura non è stata adatta, bisognerebbe considerare un’altra terapia valutando la situazione. Saluti.

    5. Anonimo

      Purtroppo ho una dottoressa che ha il “tanto non hai nulla” un pò facile e soprattutto, non sta nemmeno a sentire quello che le dico, quindi una visita da lei è del tutto inutile… Secondo lei come mai ha fatto questo effetto? Ho provato altri farmaci a base di metronidazolo (oltre flagyl) e tutti hanno dato le stesse conseguenze (lieve peggioramento), solo con flagyl l’infiammazione era quasi completamente scomparsa, per poi tornare gradualmente come se non avessi preso niente…le sarei davvero grata se riuscisse ad aiutarmi in questo rebus, perché mi sembra di aver capito che la dottoressa dalla quale sono in cura, se ne sia lavata completamente le mani…La ringrazio anticipatamente.

    6. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, stando così le cose mi affiderei ad uno specialista, perché va comunque valutata la situazione dal vivo per capire come procedere.

    7. Anonimo

      Salve dottore…ma la cura per trichomonas e da fare 2g in una sola giornata o un ciclo di almeno 7 giorni?grazie

    8. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Solitamente si usa il metronidazolo in un’unica dose, ma dipende dai casi e dai farmaci somministrati.

  7. Anonimo

    Salve dottore circa 4 mesi fa il mio ragazzo accusò un bruciore nelle parti intime e la pelle si sgretolava così il dermadologo gli diagnosticò la micosi.. dopo una settimana accusò anche io un bruciore però senza prurito e ne perdite solo un brutto dolore ma non avevamo avuto rapporti perché in quel periodo avevo iniziato la pillola anticoncezionale e avevo il ciclo per molti giorni però decisi comunque di andare dal ginecologo e feci il pap test e il tampone vaginale tutto e uscito negativo e la gine mi disse che ero solo molto infiammata infatti con l arrivo del 2 ciclo tutto andò via.. adesso sono passati 4 mesi e io non ho rapporti da circa 2 mesi perché il mio ragazzo e fuori per lavoro.. e da qualche giorno sto accusando di nuovo quel bruciore pensi Che si tratti di fungo oppure è di nuovo un infiammazione forse dovuta dalla pillola anticoncezionale?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono plausibili entrambe le ipotesi, purtroppo a distanza sarebbe come tirare a indovinare.

    2. Anonimo

      Visto che lunedì arriva il ciclo aspetto che andrà via per poi andare dal ginecologo

    3. Anonimo

      Ma ci si può avere un infezione di questo tipo senza avvertire prurito e perdite? Adesso il bruciore e passato avverto solo un po di fastidio ma poco

    4. Anonimo

      Ah dimenticavo ho fatto il tampone circa 3 mesi fa per questi stessi sintomi ed il risultato era negativo per trichomonas,negativo per lieviti e negativo per altri patogeni e per miceti.. Poi è risultato la flora batterica scarsa, diverse cellule e alcuni leucociti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Con un tampone negativo e gli stessi sintomi è poco probabile che si tratti di infezione.

  8. Anonimo

    Il bruciore e il fastidio continuano purtroppo domani arriva il ciclo mestruale e non potrò fare il tampone e andare dal ginecologo secondo lei se aspetto che vanno via e poi faccio il tampone se si tratta di un infezione uscirà lo stesso? Oppure quando andrà via il ciclo andrà via anche l infezione..?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Poco probabile che passi con il ciclo, può quindi rimandare il tampone alla fine della mestruazione.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Rimandare fino alla fine del flusso non avrà grosse conseguenze, non si preoccupi, d’altronde non può fare altrimenti. Saluti.

  9. Anonimo

    Sono in attesa di fare un tampone vaginale perche da tempo accuso forte bruciore e irritazione dopo rapporti ,che poi si protrae nei gioni a seguire.poche perdite bianche senza odore.sono in menopausa da circa tre anni e la secchezza vaginale mi accompagna da tempo.paptest recente non ha evidenziato infezioni.cosa potrebbe trattarsi? Grazie dottori.anna

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un problema legato alla secchezza vaginale più che a un’infezione.

    2. Anonimo

      Sono in attesa di fare un tampone vaginale perche da tempo accuso forte bruciore e irritazione dopo rapporti ,che poi si protrae nei gioni a seguire.poche perdite bianche senza odore.sono in menopausa da circa tre anni e la secchezza vaginale mi accompagna da tempo.paptest recente non ha evide
      nzia
      to infezioni.cosa potrebbe trattarsi? Grazie dottori.anna
      Quindi come trattare questa secchezza cosi ostinata che non si risolve con le comuni creme lubrificanti? Cosa c.e di piu efficace? Grazie infinite

    3. Anonimo

      Quindi che fare per questa secchezza ostinata che non si risolve con le creme lubrificanti? C.e qualcosa di piu efficace? Grazie infinite

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, intanto va posta una diagnosi, senza la quale non si può pensare ad una terapia; eventualmente considerare una terapia ormonale sostitutiva. Saluti.

  10. Anonimo

    Con il test chlamydia trachomatis anticorpi igg/ igm
    Rileva anche tricomoinasi ? O serve fare altri test ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sono due patogeni diversi, per cui bisogna fare test diversi e specifici per ciascuno.

  11. Anonimo

    Dunque ho avuto dopo.un rapporto non protetto.gonfiore.bruciore e fastidio , pensavo fosse dovuto a una.semplice irritazione. Ma nei gg a venire il fastidio e’ peggiorato, perdite bianche, no maleodoranti, può essere trichomonas , perché con queste perdite fisiologiche e l’ovulazione non.ci capisco piu niente

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se ha fastidi ingravescenti e perdite insolite verosimilmente c’è una infezione. Per capire bene di cosa si tratta è opportuno fare tampone vaginale. saluti

    1. Anonimo

      Ma se ho avuto dar rapporti anali e orali attivi non protetti per sicurezza devo fare test ho posso stare sicuro ? Alla clamidia risultò negativo. Grazie per la risposta

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi sembra di capire che lei sia uomo, quindi ragionerò in questo senso.

      In assenza di sintomi specifici non penserei a questo disturbo, mentre è indispensabile per esempio verificare l’HIV (per il rapporto anale attivo non protetto).

    3. Anonimo

      Ho già fatto test per epatite sifilide HIV e clamidia e risultò negativo. Ho letto che la tricomoinasi e molto frequente nei ragazzi. Ho avuto un rapporto orale e anale attivo non ho nessun sintomo né bruciore né perdite ma ho Leto che molto spesso è asintomatica e volevo sapere se devo fare il test? Sono un ragazzo. Grazie per la risposta.

  12. Anonimo

    Salve Dottore, avrei bisogno di un suo parere, ho una bambina di 3 anni, lo scorso Settembre ha iniziato la scuola materna, e subito dopo 10 giorni aveva già preso una cistite curata con antibiotico, da quel momento la bambina si continua a lamentare di mal di pancia zona ombelico e di prurito e bruciore all’ano, proprio questa sera ho visto che la zona perianale è fortemente te arrossata, secondo lei può essere un’infezione da streptococco??? Non si preoccupi, domani chiamerò il mio pediatra, chiedevo un’info a lei x chiarirmi le idee!!!. Grazie mille.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, è un sintomo molto aspecifico, non vedo perché pensare allo streptococco che solitamente poi è causa di altro tipo di disturbi; concordo ovviamente con la visita pediatrica.

  13. Anonimo

    Buonasera sono alla trentacinquesima settimana di gravidanza.Due mesi fa ho effettuato i tamponi vaginali e sono risultata negativa a tutto.pochi giorni fa li ho rifatti e sono risultata positiva alla tricomoniasi che sto curando con meclon+candinet.Come posso averla contratta se negli ultimi due mesi non ho avuto rapporti neanche con mio marito?

  14. Anonimo

    A questo punto mi domando se posso aver contratto anche qualche malattia piu’ seria se ho una mst senza aver avuto rapporti….ho tanta paura

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è impossibile un contagio attraverso fomiti (bagno pubblico, palestra, piscina, …).

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Non ci sono sintomi nè motivo di pensare ad altro mi pare, se non ha avuto rapporti sessuali, trasfusioni o situazioni simili non corre rischi, per cui starei tranquilla.

La sezione commenti è attualmente chiusa.