Tonsille gonfie e placche: antibiotici, rimedi e bambini

Ultimo Aggiornamento: 1985 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Tonsille e placche (http://www.flickr.com/photos/spiderdog/3592224930/)

La tonsillite si verifica quando le tonsille (i piccoli cuscinetti che si trovano su entrambi i lati nella parte posteriore della gola) si infettano, a causa di un virus o batteri. La tonsillite è un disturbo piuttosto frequente tra i bambini, le tonsille si gonfiano e iniziano a far male.

La maggior parte dei casi è causata da un virus e viene curata senza necessità di ricovero in ospedale con i comuni farmaci da banco usati per combattere il mal di gola. In alcune situazioni la tonsillite è invece provocata da un’infezione batterica e per questo motivo sono necessari gli antibiotici. Un tempo la rimozione delle tonsille (tonsillectomia) era una terapia frequente per i casi di tonsillite ricorrente, attualmente l’intervento chirurgico è consigliato solo se la malattia non migliora con le altre terapie.

Cause

Quando i batteri e i virus penetrano nell’organismo attraverso il naso o la bocca, le tonsille fanno da filtro, scatenando i globuli bianchi contro i microrganismi patogeni. In questo modo si scatena un’infezione non grave delle tonsille. Se l’infezione si aggrava, al contrario, si sviluppa la tonsillite: le tonsille iniziano a far male e ad infiammarsi.

La maggior parte dei casi è provocata dai virus, tra cui il virus della mononucleosi (virus di Epstein-Barr), in altri casi è causata da un’infezione batterica; quando provocata da un certo ceppo di batteri (gli streptococchi del gruppo A), viene anche chiamata tonsillite o mal di gola da streptococco, i segni d’allarme in questo caso sono:

  • la comparsa improvvisa del dolore e dell’infiammazione,
  • il dolore ai linfonodi del collo,
  • la febbre alta,
  • la mancanza di congestione nasale.

Se la tonsillite è causata dallo streptococco o da altri tipi di batteri è necessario ricorrere agli antibiotici, tuttavia la maggior parte dei casi è causata da virus e non da batteri: in questo caso l’unica terapia possibile è quella con rimedi fai da te o farmaci da banco.

Fattori di rischio

  • Età pediatrica. La tonsillite colpisce soprattutto i bambini in età scolare.
  • Contatto con gli altri. Come i germi che causano i raffreddori o l’influenza, i virus e i batteri che provocano la tonsillite tendono a diffondersi nei luoghi come le scuole e gli asili, dove le persone sono a stretto contatto.

Sintomi

Tra i segni e i sintomi della tonsillite troviamo:

  • Tonsille arrossate e gonfie,
  • Placche bianche in gola,
  • Mal di gola,
  • Difficoltà a deglutire o dolore quando si deglutisce,
  • Mal di testa,
  • Febbre e brividi,
  • Dolore e gonfiore nelle ghiandole (linfonodi) della mandibola e del collo,
  • Perdita della voce (laringite),
  • Mal di pancia (nei bambini).

Pericoli

Se non vengono curate le tonsille, gonfiandosi, possono bloccare la normale respirazione (ostruzione respiratoria) provocando apnee nel sonno e diversi altri disturbi.

Se la tonsillite non viene curata il pus si può raccogliere tra la tonsilla e i tessuti molli che la circondano, formando un ascesso. L’ascesso può coprire una gran parte dei tessuti molli che si trovano nella parte posteriore del palato (palato molle) e, in rari casi, l’ascesso può diffondersi nel flusso sanguigno oppure nel collo o nel petto.

Alcuni ceppi di streptococchi che provocano l’infezione all’origine della tonsillite possono anche causare l’infiammazione dei reni (nefrite) o la febbre reumatica, una malattia grave che è in grado di colpire il cuore, le articolazioni, il sistema nervoso e la pelle.

Diagnosi

Il medico controllerà le tonsille e la parte posteriore della gola, alla ricerca di eventuali sintomi di infezione come rossore e pus. Potrà prescrivervi questi esami:

  • Tampone faringeo. Con questo semplice esame, eseguibile in ambulatorio, il medico passa un bastoncino sterile nella parte posteriore della gola per raccogliere un campione di secrezioni. Il campione verrà esaminato in laboratorio, per evidenziare l’eventuale presenza di streptococchi. I risultati dell’esame saranno disponibili da pochi minuti a 24, 48 ore dopo il prelievo, a seconda del metodo con cui è stato eseguito l’esame.
  • Esami del sangue completi. In alcuni casi, l’esame del sangue noto come emocromo completo potrebbe contribuire a identificare la causa dell’infezione. In questo esame un campione di sangue viene mandato in laboratorio: si valuta se sono presenti una grande quantità di globuli bianchi oppure cellule anomale, indice di un’infezione di origine virale.

Cura e terapia

Tonsillite (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Mono_tonsils.JPG)

La tonsillite causata da un virus di solito viene curata con farmaci da banco e rimedi casalinghi, quando invece è causata da un’infezione batterica il medico può prescrivervi gli antibiotici. Le penicilline per uso orale normalmente devono essere assunte per almeno 10 giorni, altri tipi di antibiotici, invece, richiedono una terapia più breve. Probabilmente vi sentirete quasi guariti dopo un giorno o due, ma è importante seguire la terapia fino alla fine, come prescritto dal medico. Se la si interrompe prima della fine l’infezione potrebbe ripresentarsi.

Se il bambino ha difficoltà a deglutire gli antibiotici possono anche essere somministrati con un’iniezione. In alcuni casi, la terapia a base di farmaci steroidei (cortisone) può ridurre il gonfiore.

Da molto tempo l’intervento chirurgico non è più la terapia normale per la tonsillite, ma la rimozione delle tonsille (tonsillectomia) può essere consigliabile quando le altre terapie non si rivelano efficaci.

Rimedi fai da te

Nella maggior parte dei casi la tonsillite è provocata da un’infezione virale, quindi gli antibiotici sono inutili; l’unica cosa da fare è attendere che il virus faccia il suo corso e attrezzarsi per alleviare il dolore e l’infiammazione. Per una completa guarigione possono essere necessarie una settimana o due.

Usate il paracetamolo (Tachipirina® e simili) o l’ibuprofene (Nurofen Febbre e Dolore®, Antalfebal®, ecc) per far diminuire la febbre e alleviare il dolore. Non somministrate l’aspirina ai bambini di età inferiore ai 12 anni, perché c’è il rischio che contraggano la sindrome di Reye, una malattia potenzialmente letale.

Il mal di gola può essere veramente spiacevole. Questi consigli vi potranno essere utili.

  • Bevete di più. È consigliabile bere liquidi tiepidi, come minestra, brodo e tè.
  • Fate i gargarismi con acqua e bicarbonato. Diluite un quarto di cucchiaio in due decilitri di acqua tiepida: fate i gargarismi e sputate l’acqua.
  • Usate il miele e il limone. Mescolate il miele e il limone in un bicchiere d’acqua calda. Fate raffreddare a temperatura ambiente e bevete a piccoli sorsi. Il miele protegge e idrata la gola mentre il limone contribuisce a diminuire il catarro. Non usate il miele o lo sciroppo di frumento per i bambini di età inferiore a un anno.
  • Tenete in bocca una pastiglia per il mal di gola o una caramella dura. In questo modo stimolerete la produzione di saliva che inumidisce e pulisce la gola.
  • Umidificate l’ambiente. Se l’aria è più umida la gola si irriterà di meno e sarà più facile dormire. Cambiate l’acqua nell’umidificatore almeno una volta al giorno e pulitelo almeno una volta ogni tre giorni, per prevenire lo sviluppo di muffe e batteri dannosi.
  • Evitate il fumo e le altre sostanze che inquinano l’aria. Il fumo irrita la gola, specie quando questa è già infiammata.
  • Tenete la voce a riposo. Se parlate la gola si potrebbe irritare di più e potreste perdere temporaneamente la voce (laringite).
  • Infine, non dimenticatevi degli altri. Se non vi sentite bene state a casa per qualche giorno, per evitare di diffondere i germi.

Intervento chirurgico

Il ricorso alla rimozione chirurgica delle tonsille (tonsillectomia) è molto raro tra gli adulti. Per i bambini, invece, l’intervento potrebbe essere consigliato se il bambino ha avuto:

  • Sette o più infezioni gravi della gola, nell’arco di un anno.
  • Cinque o più infezioni gravi della gola all’anno, per un periodo di due anni.
  • Tre o più infezioni gravi della gola all’anno, per un periodo di tre anni.

La tonsillectomia è anche consigliabile quando si tratta di curare un ascesso che non migliora con la terapia antibiotica oppure quando le tonsille gonfie impediscono di respirare normalmente.

La tonsillectomia di solito viene svolta in day hospital. Vostro figlio, quindi, non dovrà essere ricoverato e potrà tornare a casa subito dopo l’intervento. Per una completa guarigione potranno essere necessarie una settimana o due.

Prevenzione

I germi che provocano la tonsillite virale e batterica sono contagiosi. Lavarsi spesso le mani è il modo migliore per prevenire qualsiasi tipo di infezione, compresa la tonsillite. Lavatevi spesso le mani e consigliate ai vostri figli di fare altrettanto.

Esistono anche altre precauzioni di buonsenso.

  • Quando tossite o starnutite non dimenticatevi di usare il fazzoletto (o al massimo la manica).
  • Non condividente i bicchieri o le stoviglie con qualcun altro.
  • Evitate di stare a stretto contatto con le persone malate.

Riammissione a scuola

Se vostro figlio è positivo al tampone per lo streptococco deve completare almeno 24 ore di terapia antibiotica prima di ritornare a scuola o all’asilo.

Quando chiamare il medico

La tonsillite di solito non è una malattia grave, ma può provocare complicazioni se non viene curata. Chiamate il medico se:

  • Avete mal di gola da più di 48 ore.
  • Avete la febbre a più di 39 °C.
  • Non riuscite a deglutire perché le tonsille sono gonfie o fanno molto male.
  • Il mal di gola è accompagnato da dolori addominali, soprattutto se state vomitando.
  • Avete male al collo o vi sentite deboli.

Andate immediatamente al pronto soccorso se voi o vostro figlio:

  • Perdete saliva involontariamente ed in modo abbondante.
  • Non siete in grado di deglutire, per via del dolore o del gonfiore

Traduzione a cura di Elisa Bruno

http://www.farmacoecura.it/farmaci/tachipirina-paracetamolo-indicazioni-gravidanza-dosi/

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Sara

    Buongiorno ieri ho finito la mia cura per la tonsillite e otite.. Per le orecchie ho preso Tobradex mentre per la gola Unixime.. Però stamattina ho ancora un po’ di mal di gola..
    Come mai ?

    1. carla

      salve l altro ieri dopo diversi colpi di tosse mi sono salite della palline bianche molto puzzolenti,e ieri dopo una ruttazione che dopo mi ha dato l ordire di tonno che avevo mangiato mi è salito un muco con relativa minuscola pallina sulla gola,non ho fatto in tempo di vedere cosa fosse,soffro di sinusite e mia madre dice che si possa trattare di placche alle tonsille visto che sono anche abbastanza raffreddata,ho 13 anni lei che ne pensa?

    2. Carola

      Ho mal di gola quando ingoio ma guardandomi tramite fotocamera non risulta niente e non ho febbre … cosa potrei avere??

  2. aurora

    Salve dottore nel 2011ho avuto la mononucleosi. E dopo che l ho avuta Mi viene spesso mal di gola placche febbre.. Solo che oggi ho placche con mal di gola senza febbre. L antibiotico devo prenderlo,???l antibiotico fa male non si cosa devo fare .lo assumo 2-3 volte a l anno

  3. Iuliana

    Mio figlio a 5 ani è a la febre di 5giorni .pediatria a detto che c’è la le placche in gola e a consigliato di darli antibiotici. E normale ché là febre dure così tanti giorni?

  4. Anonimo

    Salve, mia figlia a 9 anni ha la tonsille sinistra sempre gonfia quando si ammala, quasi una volta al mese, si gonfia pure l’altra con placche e la febbre arriva quasi a 40, il pedriatra gli dà sempre un antibiotico, ma si può dare l’antibiotico ogni volta, non è forse il caso di fare un intervento?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La tendenza degli ultimi anni è quella di evitare, quando possibile; è già stata visitata da un otorino?

  5. Rosy

    Mio figlio ha un anno e mi sofre di tozzile ho paura perché la sera respira male e ci faccio aerosol ci fa bene ho no

  6. stefan

    Buongiorno ieri mattina mi sono svegliato con mal di gola, sono andato a scuola e alla ultima ora mi inizio a sentire male .con brividi e dolori sparsi per il corpo .adesso non resco a ingoiare niente .ho guardato dentro la gola sullo specchio e vedo tipo così gialli sparsi per la gola .quando sputo .mi escono tipo catarro ..ho avuto la febbre dopo un giorno non ce l’ho piu.. Che posso fare??

  7. Nella

    Ciao dottore…sto assumendo minocin antibiotico dal primo novembre che ripeto ogni mese per via di un acne ora in fase di miglioramento..nonostante sto assumendo questo antibiotico,da stanotte mi sono comparse placche di pus alle tonsille..e mai possibile che dopo 7 giorni di antibiotici mi sia comparsa questa tonsillite..?

  8. anonima

    salve.mia sorella ha mal di gola quando ingoia , non ha ancora la febbre , ha freddo e non può parlare ad alta voce
    cosa possiamo fare per lei?

    1. Anonimo

      Buonasera dottore. Ho notato che nella tonsilla di sinistra c’è una cosina (non so cosa sia) attaccata, come se fuoriuscisse ed è di colore bianco. Leggendo su internet ho pensato potrebbe trattarsi di un tonsillotto. O cos altro sennò? Aggiungo comunque col dirle che me ne sono accorta perché mi è venuto di istinto guardarmi con una lampadina dopo aver deglutito e sentire una sensazione (tagliente) in fondo alla lingua (magari non ha nemmeno a che vedere con questa cosa, piuttosto c’entra con altri problemi che ho da più tempo come dei fastidi proprio in fondo alla lingua. In un altro post comunque gli ho parlato dei problemi che intendo). Secondo lei oltre ad un tonsillotto cosa potrebbe essere? È bianchissimo; non di un bianco sporco/giallastro ma bianchissimo. E cosa dovrei fare? Andare dal medico mi sembra ovvio, ma intendo da me.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Lei per ora non può fare nulla, ci serve prima di tutto una diagnosi certa.

    3. Anonimo

      Si, era ovvia una risposta simile dottore. Però lei cosa pensa possa essere oltre a quello che le ho detto?

    4. Anonimo

      Ho finito da non molto di cenare ed ho notato che questa cosina che O era attaccata, o fuoriusciva era comunque evidente adesso invece guardando di nuovo sembra che è come se fosse “entrata” ed è frammista a tessuto dalla quale era attaccata. Potrebbe comunque essere normale ed essere quindi un tonsillotto che andrà via?

    5. Anonimo

      Scusi il nome sbagliato ma causa del correttore e mancanza di attenzione. Grazie comunque del suo aiuto. Ma allora gli altri problemi della quale le parlai tempo fa possono essere correlati tra di loro? Le ricordo in breve: aldilà del fatto che mi viene male a respirare, avvertendo pesantezza e bruciore a partire dallo stomaco, salendo su per il petto e gola, avvertendo la sensazione di mani che stringono quest’ultima; oggi nel deglutire ho notato in prima serata un dolorino tipo tagliente mentre adesso no, ma solo fastidio banale. Gli altri sintomi possono essere cause di questo? O questo, potrebbe essere causa dei sintomi descritti prima? Scusi il giro di parole ma ho preso la via più semplice

    6. Anonimo

      Cmq perché avverto sempre in fondo alla lingua questa strana sensazione come se punzecchiasse? Non fa male, ma dà fastidio. È come se punzecchiasse! Cosa pensa lei facendo un quadro generico, leggendo tutto?

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Alla base potrebbe esserci un po’ di reflusso, ma raccomando comunque di verificare con il medico.

  9. marco

    buonasera dottore io o 30 anni e mi viene la tonsillite almeno 2 volte l anno! mi e venuta neanche un mese fà e finito la cura di antibiotico augmentin con acido clavulanico per una settimana 2 volte al dì mi ritrovo ancora con le plache in gola cosa posso fare? l unica cosa e che non sento grandi sintomi o febbre! solo gira un pò la testa e sento la gola secca secca! oggi il mio dottore mi a prescritto un altro tipo di antibiotico spero che non mi torna più… grazie per il suo tempo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      2-3 episodi all’anno purtroppo sono normali per alcuni soggetti più sensibili.

  10. Stefano

    Buonasera Dott. La scorsa settimana mi è venuta una brutta tonsillite; Su consiglio del mio curante ho effettuato tampone colturale completo che ha dato esiti tutti negativi,presumendo così l’eziologia virale (ho assunto FANS per il dolore e l’irritazione). Questa tonsillite mi ha buttato parecchio giù a livello fisico,e oggi avverto un fastidio in corrispondenza della tonsilla sx. È possibile un ascesso peritonsillare dopo una tonsillite virale? O è una complicanza legata a quelle di tipo batterico? Scusi la mia ignoranza.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Avevo il mezzo dubbio della mononucleosi, ma probabilmente è solo questione di tempo e non c’è motivo di pensare a complicazioni.

  11. Stefano

    Sto iniziando a pensarci anch’io per via di un linfonodo un po’ gonfio e fastidioso sotto la mandibola. Se persiste mi consiglia di eseguire il Monotest?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non faccia esami se non prescritti, se i sintomi dovessero persistere li segnali al medico e questi prescriverà gli opportuni approfondimenti.

  12. Elena

    Da più di un mese soffro di ricorrenti mal di gola ed oggi mi ritrovo con tonsillite il medico mi ha dato ribotrex antibiotico da tre giorni sono tre pasticche ora che ho preso il secondo non trovo miglioramento mi fa male a deglutire e ho placche posso prendere anche un antiffiamatori x alleviare dolore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere non ci sono controindicazioni, ma decida con un medico cosa usare perchè alcuni sono controindicati durante gli episodi influenzali (diclofenac, nimesulide, …).

  13. Anonimo

    Buongiorno. A causa di un persistente mal di gola e febbricola sono costretta a prendere l’antibiotico (augmentin). Ho notato una leggera sudorazione dall’inizio dell’assunzione, forse solo dovuta alla febbre e alla debolezza dell’influenza, visto che ho preso diverse volte questo farmaco e non mi ha mai dato controindicazioni. La cosa che mi preoccupa è che circa un anno fa ho sentito parlare di un ritiro di questo farmaco. Al momento è sicuro? è stato acquistato una settimana fa.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è mai stato ritirato, se non alcuni lotti come può capitare periodicamente per QUALUNQUE farmaco.

    2. Anonimo

      In associazione al farmaco il dottore mi ha consigliato i fermenti lattici. Sono sufficienti? è consigliabile anche un multivitaminico?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      I fermenti sono sufficienti, si ricordi che l’antibiotico va assunto prima dei pasti.

    4. Anonimo

      questo non lo sapevo.. ho iniziato a prenderlo alle 14.30 e poi la sera. va bene se faccio uno spuntino dopo o è meglio che anticipi l’orario anche se ormai ho iniziato la cura?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Questa sera lo assuma prima di cena, verso l’ora che andrà poi a mantenere per tutta la cura; domani mattina lo assuma prima di colazione, possibilmente attorno alle 12 ore di distanza da quella della sera.

      Per la compressa assunta alle 14:30 non si preoccupi, bene uno spuntino quando possibile.

    6. Anonimo

      Quindi posso prenderla alle 19.30 senza problemi, anche se non sono passate 8 ore? Come mai è consigliabile prima dei pasti? grazie per le celeri risposte.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Anche se le prime somministrazioni sono un po’ più ravvicinate non è un problema.
      2. Si riduce il rischio di manifestare effetti collaterali gastrointestinali.

    8. Anonimo

      mi scusi, un ultimo quesito. Purtroppo sono in cura per una carenza di vitamina d. L’antibiotico ne rallenta l’assorbimento?

  14. Anonimo

    Salve dottore. Ho il bambino di 2 anni e mezzo. Un mese fa avvuto mal di gola, pediatra ha visitato e dato un rimedio omeopatico.dopo un giorno comparsa la febbre alta e la tosse secca io ancora continuato con il farmaco omeopatico ma dopo un giorno non é migliorato niente ho portato bimbo in pronto soccorso li me hanno detto che tonsillite e utite e hanno prescritto antibiotico amoxsicillina.Settimana dopo portato il bimbo dal pediatra per il controllo ma mi ha sgridato ha dicendo che no é necessario prendere antibiotico.Sta volta settimana fa venerdì scorso bambino avvuto i sintomi di bruciore ha gol la e mal di orecchio e febbre alta io dato tachipirina le supposte di 250 mg, ma la febbre continuava essere sempre alta.lunedì vado da pediatra e mi da New era j 2 pastiglie 3 v al di.Pediatra ha detto che ha un può di raffreddore.e se bimbo avra la febbre alta abbassare con tachipirina, io continuato cura fino mercoledi notte che comparsa la febbre 39,7 e pianto tutta la notte giovedì ho portato il bimbo di nuovo al pronto soccorso e bimbo ha tonsillite e di nuovo da prendere antibiotico.prossimo giorno chiamo pediatra e dico che ha tonsillite e febbre alta è mi conferma di prendere antibiotico.Io mi domando perché la pediatra quando siamo stati per la visita di lunedì non ha prescritto tampone faringe e se dava cure subito giuste mio bimbo non aveva le seguente.Ora che continua antibiotico 3 giorno ha a febbre sempre alta,non si abbassa con tachipirina che devo fare ritornare in pronto soccorso???

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, al suo posto lo porterei nuovamente in PS per verificare.

  15. melania

    Salve
    Facendo luce nella gola della mia bambina di 20 mesi mi sono accorta Che ha delle cose biancastre … come fossero pacche.
    Non ha né febbre ne dolore.
    La pediatra dice di lasciarle li se non ha sintomi. Che passeranno.
    Crede sia possibile?

  16. sara

    Gentile dottore,in caso le tonsille siano solo rosse e gonfie con mal di gola, ma senza placche, l’antibiotico non serve, dico bene? Grazie

    1. Sara

      Aggiungo: ieri febbre massimo a 37,26 , ma non avevo dormito la notte a causa del mal di gola, quindi magari era un po’di strapazzo

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima è così, ma il medico valuta anche altri aspetti per formulare la diagnosi.

    3. Sara

      Senza antibiotico in quanto tempo passa il dolore alle tonsille gonfie e senza placche? Una volta senza antibiotico come facevano? Grazie

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Se l’infezione è virale in genere dura 4-5 giorni.
      2. Non dico che si morisse per il mal di gola, ma sicuramente era un grosso problema (tempi di guarigione lunghi, complicazioni frequenti, …).

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dipende dai casi, ma potrebbe non passare; se si trattasse di streptococco, inoltre, si potrebbero verificare complicazioni anche gravi.

  17. Matteo

    Salve ho finito l’antibiotico una settimana fa per placche febbre e altri dolori e questa mattina mi fa dinuovo male la gola e non riesco a deglutire bene è mai possibile siano dinuovo placche? Se si cosa posso fare per non prendere dinuovo antibiotico visto che non fa bene?
    Ho 15 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere solo un residuo dell’infiammazione, domani ne parli con fiducia al medico.

  18. Pietro

    Salve.. Mio figlio ha due anni e mezzo, é all’incirca ogni tre settimane gli arriva una febbre altissima che dura tre o max quatro giorni, ma nessuno ancora ha trovato la causa di sta febbre ..secondo voi cosa può essere?

  19. Ester

    Mio figlio soffre alle tonsille Ke spesso si gonfiano gli fanno male e poi inizia a tossire prima la tosse è secca poi diventa grassa, il tutto dura circa una settimana, c’è da dire Ke a 7 anni ha avuto una bronzo polmonite, ora ne ha nove, ma è dalla età di tre anni che ogni anno immancabilmente almeno x tre volte lui si ammala di questo, io nn so più Ke fare e sono stanca di darle sempre antibiotici e altro, c’è qualcos altro Ke posso Fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dieta sana e bilanciata, è l’unico aspetto su cui possiamo agire (insieme all’esercizio fisico) per favorire il lavoro delle difese immunitarie.

      Con tre episodi l’anno non credo che verrà presa in considerazione l’idea di agire chirurgicamente sulle tonsille.

  20. Giovanna

    Ho un dubbio… Dopo sette giorni di cura di antibiotico veclam a causa di placche, ho sospeso l’antibiotico pensando che bastasse come faccio di solito ma dopo due giorno sono ricomparse subentrate anche da febbre alta e per adesso sto somministrando la tachipirina 250, mia figlia a quasi 5 anni e pesa 14 kg. Cosa devo fare??devo ridargli l’antibiotico anche se sono passate 48 ore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso avallare l’uso di farmaci; raccomando di contattare già domani il pediatra.

  21. Salva

    Tonsillite con placche alla gola. Stamattina ho fatto esplodere una placca, ho subito avuto sollievo, riesco a mangiare e parlare. Sto continuando a prendere l antibiotico. Mi chiedevo se rischio un infezione poiché ho fatto esplodere la placca con un attrezzo non sterile( pinzetta per le sopracciglia lavata in acqua calda)

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima no, a maggior ragione perchè sotto antibiotico.

  22. Roberta

    Buonasera, da stamattina ho la febbre a 38,5 dolore alla ossa mal di gola e mal di testa. Guardando la gola sembra ci siamo delle striature bianche molto chiare. Non ho le tonsille ma già una volta mi vennero le placche sulla gola. Che faccio dottore, aspetto che la situazione evolva, oppure prendo subito l’antibiotico Zitromax? Grazie per il suo aiuto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Assuma l’antibiotico solo se prescritto dal medico.
      2. Se verrà prescritto i farmaci sono compatibili.

    2. Roberta

      Stamattina ho trovato una placca sul lato della lingua verso la fine. Ma possono venire anche lì le placche? Grazie per i suoi consigli.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Provi a grattarla leggermente con una garza, possibilmente imbevuta di acqua e bicarbonato; è improbabile che sia una placca batterica.

    4. Roberta

      Grazie Dottore, è andata via.
      Nel mentre ieri sera la febbre è salita a 39,5 ho sentito il medico di famiglia che mi ha autorizzato ad assumere Zitromax. Speriamo passi tutto presto. Grazie davvero per i suoi consigli. Buona domenica.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo, vedrà che entro 24-48 ore inizierà a stare meglio.

  23. Marco

    Salve,da una settimana ho febbre e tonsille con placche. I primi 4 giorni mi hanno curato con zimox a pillole dopodiché con le punture kofacen. Oggi sono andato di nuovo dal medico e mi ha dato altre 2 punture. Volevo sapere se è normale avere ancora la febbre dopo una settimana

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.