Tigna e piede d’atleta: sintomi, cura e prevenzione

Ultimo Aggiornamento: 1360 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Praticando molto sport le docce nello spogliatoio e le pile di abiti sudati probabilmente fanno parte della vostra vita quotidiana, al pari del rischio di contrarre infezioni della pelle definite micosi.

La tigna dell’inguine, il piede d’atleta e la tigna tricofitica sono tre tipi comuni di micosi cutanee che insieme ad altre forme sono noti nel complesso come tigna; sono causate da funghi chiamati dermatofiti che vivono sulla pelle, nei capelli e nelle unghie e proliferano nelle zone calde e umide.

I sintomi di queste infezioni possono variare a seconda della parte del corpo in cui compaiono. Il fungo può trovarsi nel terreno, su un animale (più di frequente un cane, un gatto o un roditore) o, nella maggior parte dei casi, su un’altra persona. I traumi della pelle di lieve entità (come i graffi) e la scarsa igiene della pelle aumentano la possibilità di contrarre l’infezione.

È importante insegnare ai bambini a prendere precauzioni contro le micosi cutanee, che possono causare prurito e forte disagio. Lla maggior parte delle infezioni possono essere curate con medicinali da banco, ma per alcune forme potrebbe rivelarsi necessaria una terapia medica.

Tigna

La tigna è una micosi del cuoio capelluto o della pelle: può produrre dei piccoli anelli oppure una serie di anelli concentrici sulla pelle.

Tigna dell’inguine

La tigna dell’inguine si chiama così perché è un’infezione dell’inguine e della parte superiore delle cosce: è una malattia piuttosto comune tra chi pratica sport e quindi suda molto. In realtà il fungo che provoca quest’infezione può proliferare sulla pelle di qualsiasi persona che si espone per molto tempo al calore e all’umidità, indossa abiti stretti come i costumi da bagno che causano attrito sulla pelle, condivide gli asciugamani e gli abiti con qualcun altro e non si asciuga completamente. Se non curata opportunamente, l’infezione può durare per settimane o mesi.

Piede d’atleta

Il piede d’atleta di solito colpisce la pianta dei piedi, le zone tra le dita e, a volte, le unghie dei piedi. Se vostro figlio tocca il piede infetto e poi tocca un’altra parte del corpo, può anche diffondersi verso i palmi delle mani, la zona inguinale o le ascelle. Il piede d’atleta si chiama così perché di solito colpisce i piedi soggetti a maggior sudorazione e traspirazione, come spesso capita nel caso degli atleti.

Foto

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Ringworm_on_the_arm,_or_tinea_corporis_due_to_Trichophyton_mentagrophytes_PHIL_2938_lores.jpg

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Ringworm_on_the_arm,_or_tinea_corporis_due_to_Trichophyton_mentagrophytes_PHIL_2938_lores.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/File:4809_lores.jpg

http://it.wikipedia.org/wiki/File:4809_lores.jpg

http://nl.wikipedia.org/wiki/Bestand:Intertrigo-1.jpg

http://nl.wikipedia.org/wiki/Bestand:Intertrigo-1.jpg

Sintomi

Tigna

La tigna si manifesta all’inizio come un piccola piaghetta che assomiglia a una pustola e in un secondo momento può dare origine a chiazze, scaglie o squame. Le scaglie potrebbero essere scambiate per forfora. Come possibile conseguenza di questa micosi, i capelli cadono o si spezzano facilmente. La tigna può anche causare gonfiore, fragilità e rossore nel cuoio capelluto.

A volte, può presentarsi una piccola escrescenza gonfia e infiammata, nota come kerion, che trasuda liquido. Questi sintomi possono essere scambiati per impetigine o cellulite. Le caratteristiche distintive della tigna sono il prurito, il rossore della pelle e una lesione circolare e a chiazze che si diffonde verso l’esterno ed è più chiara nella zona centrale.

La tigna delle unghie può colpire una o più unghie delle mani o dei piedi. Le unghie possono diventare più spesse, bianche o giallastre e fragili.

Tigna dell’inguine

Tra i sintomi della tigna dell’inguine possiamo trovare:

  • prurito, irritazione o bruciore nella zona inguinale, nelle cosce o nella zona anale,
  • rossore nella zona inguinale, nelle cosce o nell’area anale,
  • pelle che si squama, che si spella o si screpola.

Piede d’atleta

I sintomi del piede d’atleta possono comprendere:

  • prurito, bruciore, rossore e dolore pungente alle piante dei piedi.
  • La pelle può squamarsi, spellare, presentare vesciche o screpolature.

Trasmissione

La trasmissione di questi funghi avviene di norma per contatto con persone o superfici infette.

Cura e terapia

Tigna

La cura e la diagnosi della tigna sono abbastanza facili. Il più delle volte il dottore può diagnosticarla semplicemente guardando il paziente oppure grattando via un piccolo campione (una scaglia) di pelle infetta per controllare che il fungo sia effettivamente presente. Il medico può consigliare una crema antifungina per la tigna della pelle oppure un farmaco da assumere per via orale nel caso della tigna tricofitica e delle unghie.

Tigna dell’inguine

La tigna dell’inguine di solito può essere curata con creme e spray antimicotici senza obbligo di ricetta. In associazione a questo è importante:

  • lavare e asciugare la zona colpita con un asciugamano pulito,
  • applicare la crema, la polvere o lo spray antimicotico seguendo le indicazioni presenti nella confezione,
  • cambiarsi d’abito (specialmente la biancheria intima) ogni giorno,
  • continuare la cura per due settimane, anche se i sintomi spariscono, per evitare che l’infezione diventi ricorrente.

Se la crema o lo spray non è efficace, rivolgetevi al medico, che potrà prescrivervi una cura diversa.

Piede d’atleta

Il medico spesso può diagnosticare il piede d’atleta semplicemente esaminando il piede oppure prendendo un piccolo campione di pelle infetta per evidenziare la presenza del fungo che provoca l’infezione.

Le creme e gli spray antifungini senza obbligo di ricetta possono rivelarsi efficaci entro poche settimane nella cura dei casi meno gravi di piede d’atleta Il piede d’atleta può essere ricorrente oppure manifestarsi con sintomi più gravi. In quest’ultimo caso, chiedete al medico se è opportuno provare una terapia più aggressiva.

Prevenzione

Tigna

Il contagio della tigna avviene di norma se si entra in contatto con un’altra persona infetta, quindi è importante non condividere pettini, spazzole, cuscini e cappelli con nessun altro.

Tigna dell’inguine

È possibile prevenire la tigna dell’inguine tenendo la zona inguinale pulita e asciutta, soprattutto dopo la doccia, dopo essere andati in piscina o aver svolto qualsiasi attività che implichi un’elevata sudorazione.

Piede d’atleta

Poiché il fungo che provoca il piede d’atleta prolifera nelle zone calde e umide, è possibile prevenire le infezioni tenendo puliti e asciutti i piedi e le zone tra le dita.

Il piede d’atleta è contagioso è può diffondersi nei luoghi umidi, come gli spogliatoi, le docce o le piscine, quindi è prudente prendere qualche precauzione aggiuntiva per evitarlo:

  • indossare calzature impermeabili o sandali di gomma quando utilizzano le docce condivise come quelle negli spogliatoi,
  • non indossare sempre le stesse scarpe o scarpe da ginnastica, per prevenire l’accumulo di umidità e la proliferazione dei funghi
  • evitare i calzini che impediscono la traspirazione o fanno sudare i piedi e scegliere invece quelli di cotone o di lana oppure quelli fatti di materiali che non fanno ristagnare l’umidità
  • scegliere scarpe da ginnastica che favoriscono la traspirazione e hanno dei forellini, per mantenere i piedi asciutti.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. giorgio

    da un po di tempo ho dei piccoli tagli tra il terzo e il quarto dito di entrambi i piedi con del rossore nella parte superiore che va e viene .il problema non e molto grave ma il taglio non si rimargina .ho usato varie creme inutilmente.mi puo dare un consilio grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso prescrivere farmaci, ma dalla posizione si tratta probabilmente di una micosi; le creme provate da chi sono state prescritte?

  2. mg61

    Mia madre soffre di bruciore al dito medio del piede e le si addormenta anche la gamba destra. Sono sintomi correlabili o sono indipendenti fra loro ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      E’ facile che siano collegati, ma per una diagnosi è opportuno rivolgersi al medico.

  3. fede

    Ho dei punti rossi sulla schiena e una ad anello sul fianco sinistro.si puo trattare di tigna

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma è davvero impossibile una diagnosi di questo tipo a distanza.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non essendo dermatologo non avrei le competenze per una diagnosi, si rivolga con fiducia al medico.

  4. giuseppe

    a quasi un messe chegio picheta su un dito del pide che mifaun male non riesco neache a caminaresto usando unna crema antifuchino la polvere e unna pastigli per via orale per quidici giorni e ancora senza risultato
    ancora e umida

  5. DOMENICA

    SALVE , FARE BAGNI AI PIEDI IN ACQUA TIEPIDA E ACETO TUTTI I GIORNI PER UNA VENTINA DI MINUTI OPPURE PER DUE VOLTE A SETTIMANA AIUTA A RISOLVERE MOLTI PROBLEMI ANCHE QUELLO DEL CATTIVO ODORE. USARE UNA PARTE DI ACETO E DUE DI ACQUA TIEPIDA, MA SE QUESTA SOLUZIONE VI SEMBRA TROPPO AGGRESSIVA AUMENTARE L ACQUA. VI ASSICURO CHE RISOLVERETE MOLTI PROBLEMI RIGUARDANTI INFEZIONI , ONICOMICOSI ECC…………. BUONA FORTUNA.

  6. daniela

    ho un forte prurito fra le dita dei piedi e si fanno delle fissure rosse e si desquama in casa ho il pevaryl crema può andare bene può esserci una corellazione con i linfonodi dell’inguine ingrossati

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso prescrivere farmaci, anche se in effetti dalla descrizione sembra proprio una micosi.
      Improbabile una correlazione con i linfonodi inguinali.

  7. rosa

    buonasera….qualche settimana fa mi sono accorta che avevo un graffio sul ginocchio e quindi mi sono disinfettata con acqua ossigenata….dop qualche giorno mi sono accorta che avevo una macchiolina tonda di coore rosso ho pensato ad una scottatura e ci ho messo il foille…premetto che non avevo nessun dolore ne prurito e gia mi dava da pensare…dopo ancora qualche giorno a chiazza era enorme alche mi sono preoccupata e sono andata a pronto soccorso,,dopo 2 ore di attesa me ne sono andata comunicandolo all infermiera che mi ha consigliato una pomata e di andare dal medico di base..nel frattempo ho messo gentalin beta e leggermente stava migiorando..finche sono andata dal medico di base e mi ha diagnosticato un fungo…ora sto mettendo trosid e mi sto lavando con un sapone neutro consigliatomi dalla farmacia…malgrado non mi gratto e metto la crema vedo che migliora nella parte centrale ma si sta espandendo la mia domanda e’…puo colpirmi in tutta la gamba o si fermera’?siccome ho una situazione di calo di difese immunitarie…e di conseguente stress cosa posso prendere x via orale?…e come posso prevenire il ritorno del fungo in un probabile futuro? grazie anticipatamente se mi rispondera

  8. Angelina Time

    Vorrei farvi una domanda .L’aceto e l’olio con acqua funziona contro il piede d’atleta? Se si per quanto bisogna tenerlo a bagno.

  9. Terry

    salve mi escono certe bollicine sulla pianta de piedi ,or mai sono passati piu di 3 mesi ,o messo tante tipi di creme ma non e cambiato nulla mi prude un sacco lo pure punto con lo ago e rimane lo buco ,sono andata da tutti dottori che cunosco , e non cambia niente , si mi po dare lei un consiglio Grasie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma senza una diagnosi non mi è possibile esprimere giudizi.

  10. principessa

    sono appena entrata sul sito non riesco a dare un vero e proprio commento vorrei un consiglio però è più di un anno che soffro con i piedi saranno anche 3 4 anni pero ho sempre dato la colpa al mio mestiere faccio la barista e sto molte ore in piedi mi gonfiano le caviglie ho molte vene capillari su tutte le cosce dietro alle ginocchia e da questa estate soffro molto dal ginocchio fino a sotto il piede tutta la pianta ho un dolore fortissimo ai talloni più a quello dx tanto che dopo tutte le ore di lavoro 9 ,10 ecc… quando salgo in macchina torno a casa al momento di scendere e ricamminare non riesco quasi a fare un passo i primi 4,5 passi rischio di cascare in terra se non ho un punto di appoggio lo stesso tutte le volte che mi siedo e mi rialzo anche a letto tengo le gambe con il cuscino sotto per la circolazione ma ho un dolore fortissimo dentro le ossa del tallone come se avessi un bastone puntato dentro le ossa è un dolore indescrivibile tutte le volte che mi alzo durante la notte e la mattina i primi dieci passi mi vorrei mettere a piangere dal dolore e dalla rabbia non riesco ad appoggiare i piedi in terra mi ci vorrebbero le stampelle per camminare .stasera ho avuto una altra delle mie crisi di circolazione hai piedi non so cosa possa essere non capisco mi viene un forte prurito tra le dite dei piedi mi prude tutta la pianta del piede ed è come se mi prendessero fuoco ed io vorrei morire dal dolore che mi viene mi dica dottore cosa mi sta succedendo cosa devo fare io ho solo 42 anni mai una gravidanza ed ho tante cose da fare non mi posso fermare .

  11. Domenico

    una domanda; soffro del piede d’attlata, da qualche tempo
    mi hanno consigliato la fuxsina fenica.Anche usandola regolarmente,il problema non s’attenua anzi,stò notando un peggioramanto dei sintomi.Cosa mi consiglia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sospenda e valuti con il medico rimedi più incisivi, oltre magari a strategie preventive (attenzione a calze, scarpe; magari faccia pediluvi con il bicarbonato, …).

  12. Pasquale

    buona sera da più o meno 15 giorni mi si è rotta in parte un’unghia del alluce vicino a dove l’unghia stessa attacca però ho notato che la stessa non cresce ed al di sotto di essa c’è un’altra unghia mi sembra molto sottile…
    secondo voi di cheti tratta??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un’onicomicosi, ma va fatta vedere ad un medico.

  13. stefania

    salve da un po di anni soffro di tagietti che si formano tra le dita dei piedi. Questi taglietti di solito quando mi vengono fuori li curo con dei pediluvi e poi ci metto delle creme tipo leocrema e cosi facendo per un po spariscono. Pero’ ho notato che piu’ passa il tempo piu’ quando mi vengono fuori mi fanno piu’ male. cosa posso fare? Ho anche una bimba di tre anni che ne soffre. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta probabilmente di infezioni micotiche (da funghi); esistono prodotti specifici sia per il trattamento che per la prevenzione, ma prima di tutto serve una conferma medica dell’ipotesi.

  14. Patty

    Salve, da quasi cinque anni tra le dita e la pianta dei piedi ho la pelle spessa,ciò lo si nota di piu’ quando faccio il pediluvio,ho creduto fossero calli, da un po di tempo i miei piedi sono diventati molto puzzolenti benchè li lavo spesso non riesco a risolvere il problema, può trattarsi di piede d’atleta? Grazie anticipatamente per la risposta.

  15. Sara

    Buon giorno dott,
    Ho prurito fortissimo sotto il piede, sopratutto sotto il tallone ma non ho nessun segno niente di niente….
    Questo da una sett/10 giorni, ora camminando scalza quel tallone mi provoca leggero dolore.

    1. Anonimo

      No… Non particolarmente, sono molto stressata in quanto sto preparando l’ultimo esame universitario e il prurito davo colpa a quello.. Ma ora che fa anche male il tallone non saprei

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      È una spiegazione plausibile e, se leggero, il dolore potrebbe derivare da un’inconsapevole contrazione muscolare.

  16. santo

    e da circa 5 anni che ho fastidi come sopra descritti piu’ o meno ma sicuramente ho trovato la soluzione un bravo medico si sta prodigando molto in questo caso e mi ha consigliato pediluvi con acqua e aceto e con acqua e bicarbonato alternati durante il giorno.

  17. armando

    Salve il mio medico mi ha diagnosticato una micosi all’inguine… mi ha dato la decoderm crema per 20 giorni… ora dopoun miglioramento ho la parte completamente arrossata e ho fastidio… è possibile che sia una controindicazione della crema?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Strano, ma può essere un effetto rebound del cortisone; domani senta il medico.

  18. matteo

    Mi sino venute delle chiazzette bianche sulle dita dei piedi forse dovute alla troppa sudorazione tengo le scarpe 10 ore al giorno poi praticando sport i piedi sono sempre soggetti a sudorazione vorrei consigli

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Visita medica per una diagnosi esatta e relativa prescrizione, nel frattempo può fare pediluvi con acqua e bicarbonato.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.