Tendinite e borsite: sintomi, cause e cura

Ultimo Aggiornamento: 107 giorni

Introduzione

Borsiti e tendiniti sono due frequenti condizioni infiammatorie a carico dei tessuti molli intorno a muscoli e ossa, soprattutto in corrispondenza di

  • spalla,
  • gomito,
  • polso,
  • anca,
  • ginocchio,
  • caviglia.

Le borse sono piccole sacche piene di liquido che fanno da cuscinetto tra l’osso e le altre parti mobili: muscoli, tendini o pelle. Sono disseminate in tutto il corpo. La borsite è l’infiammazione (rossore e aumento del liquido) di una borsa.

I tendini sono bande flessibili di tessuto fibroso che connettono i muscoli alle ossa. Aiutano i muscoli a muovere le ossa. La tendinite è l’infiammazione di un tendine. I tendini trasmettono la trazione del muscolo all’osso per generare il movimento. Sono dappertutto nel corpo:

  • mani,
  • polsi,
  • gomiti,
  • spalle,
  • anche,
  • ginocchia,
  • caviglie,
  • piedi.

I tendini possono essere piccoli, come quelli delle mani, o grossi, come il tendine di Achille nel tallone.

La tendinite in genere si manifesta dopo traumi ripetuti in un’area, per esempio polso o caviglia. Causa dolore e irritazione intorno a un’articolazione. Alcune forme comuni di tendinite prendono il nome dagli sport che ne aumentano il rischio. Si parla per esempio di gomito del tennista, spalla del lanciatore, spalla del nuotatore e ginocchio del saltatore.

La diagnosi di tendinite viene posta sulla base dell’anamnesi, dell’esame obiettivo e di tecniche diagnostiche per immagine. Il primo passo terapeutico consiste nel ridurre dolore e gonfiore. Possono servire il riposo, fasciature o elevazione dell’area interessata, e farmaci. Il ghiaccio è utile in caso di traumi recenti e importanti. Altri tipi di trattamento sono gli ultrasuoni, la terapia fisica, le iniezioni di steroidi e la chirurgia.

Cause e sintomi

La tendinite causa dolore e irritazione appena all’esterno di un’articolazione.

Alcune tendiniti prendono il nome dallo sport o dal movimento che tipicamente aumenta il rischio di infiammazione, si parla così di

  • gomito del tennista,
  • gomito del golfista,
  • spalla del lanciatore,
  • spalla del nuotatore
  • e ginocchio del saltatore.

La borsite in genere è dovuta all’uso eccessivo o a un trauma diretto di un’articolazione. Può interessare un ginocchio o un gomito, per esempio per posizioni (inginocchiarsi o poggiare sui gomiti) mantenute per troppo tempo o su superfici dure. La tendinite è più spesso dovuta a lesioni o movimenti ripetitivi della zona interessata. Queste condizioni avvengono più frequentemente con l’età. I tendini diventano meno flessibili, quindi maggiormente predisposti a lesioni.

Pazienti come

  • carpentieri,
  • giardinieri,
  • musicisti
  • e gli atleti che eseguono attività con movimenti ripetitivi o con stress articolari

sono più a rischio di sviluppare tendiniti e borsiti.

Anche infezioni, artriti, gotta, malattie tiroidee e diabete possono causare infiammazioni di borse o tendini.

Polso

La tendinite del polso (morbo di Quervain) è un’infiammazione che colpisce i due tendini estensori del pollice nel passaggio a livello del polso. I due tendini possono andare incontro a infiammazione o compressione e questo causa una significativa percezione di dolore lungo il lato del polso verso il pollice, dolore che tende ad aumentare quando si afferra un oggetto, quando si stringe il pugno, …

La tendinite del polso si manifesta quando si utilizza in maniera eccessiva, ripetitiva e/o sbagliata il polso (cucire, utilizzo del mouse, …); ne sono particolarmente soggette le donne in gravidanza e chi soffre di artrite reumatoide.

La patologia è molto diffusa fra le donne di mezza età.

Gomito

Il gomito del tennista identifica una lesione del tendine cubitale esterno. Quello del golfista indica invece una lesione del tendine cubitale interno. Queste tendiniti possono dipendere da qualunque attività che richieda la rotazione ripetitiva del polso o la presa della mano, come avviene con l’uso di certi utensili o movimenti di stretta o rotazione della mano. Carpentieri, giardinieri, imbianchini, musicisti, estetisti (manicure) e dentisti sono maggiormente a rischio di queste forme di tendinite. Il dolore si manifesta vicino al gomito, talvolta irradiandosi alla parte superiore del braccio o verso l’avambraccio. Altro nome per il gomito del tennista è epicondilite laterale. Il gomito del golfista si chiama invece epicondilite mediale.

Spalla

La spalla può essere interessata da due tipi di tendinite. La tendinite del bicipite causa dolore sul davanti o sul lato della spalla, irradiandosi verso il gomito e l’avambraccio. Il dolore può anche manifestarsi quando il braccio è alzato sopra la testa. Il muscolo bicipite, sul davanti del braccio, aiuta a stabilizzare l’omero (l’osso del braccio) nell’articolazione della spalla. Aiuta anche ad accelerare e rallentare il braccio durante i movimenti in cui viene alzato sopra la testa in attività come il tennis o il lancio.

La tendinite della cuffia dei rotatori causa dolore alla punta della spalla e alla parte esterna del braccio. Il dolore può peggiorare quando si alza, tira, spinge, estende il braccio sopra il livello della spalla o quando ci si sdraia sul lato colpito. La cuffia dei rotatori è fondamentalmente il gruppo dei quattro muscoli che attaccano il braccio alla spalla, consentendogli di ruotare e alzarsi. Se la cuffia dei rotatori o le borse sono irritate o infiammate e gonfie, possono rimanere compresse tra la testa dell’omero e l’acromion, il margine esterno della scapola. Negli anni, anche spostamenti ripetuti delle braccia o gli effetti dell’invecchiamento sui movimenti della spalla possono irritare e logorare tendini, muscoli e strutture circostanti. Questa situazione di compressione viene detta sindrome da conflitto sub-acromiale.

Malattie come l’artrite reumatoide possono causare tendiniti della cuffia dei rotatori e borsiti. Sport che implicano l’uso strenuo della spalla e attività professionali che richiedono frequenti iperestensioni del braccio verso l’alto sono altre possibili cause di irritazione della cuffia dei rotatori o delle borse e possono causare infiammazione e conflitto.

Ginocchio

Un tendine sottoposto a un uso eccessivo durante attività come la danza, la bicicletta o la corsa, può iperallungarsi o andare incontro a rotture microscopiche e infiammarsi. Anche il tentativo di attutire una caduta può causare la contrazione del muscolo quadricipite e la rottura del suo tendine sopra la rotula o sotto (tendine rotuleo). Questo tipo di lesione si manifesta con più frequenza in soggetti anziani, che hanno tendini più deboli e meno flessibili. La tendinite del tendine rotuleo viene talvolta detta ginocchio del saltatore perché, negli sport che richiedono salti, la contrazione muscolare e la forza della ricaduta a terra dopo un salto sforzano il tendine. Stress ripetuti potranno causare infiammazione o rotture del tendine.

La tendinite del ginocchio può causare dolore durante la corsa, una camminata veloce o il salto. Può inoltre aumentare il rischio di rotture o lacerazioni estese del tendine. Una rottura completa dei tendini quadricipite o rotuleo è non solo dolorosa, ma anche invalidante: rende difficile piegare, estendere o alzare la gamba, oppure caricare pesi sulla gamba interessata.

Tendinite di Achille

Lesioni del tendine di Achille determinano irritazione, strappi o lacerazioni del tendine che collega il muscolo del polpaccio al tallone. La tendinite di Achille è una frequente lesione da uso eccessivo, anche se può essere causata da muscoli del polpaccio contratti o deboli, o da condizioni che rendono il tendine meno flessibile e più rigido, come l’artrite reattiva o un normale invecchiamento.

Le lesioni del tendine di Achille possono colpire chiunque partecipi regolarmente ad attività che fanno contrarre il muscolo del polpaccio, come salire le scale, anche se sono più frequenti nei soggetti di mezza età (i guerrieri del fine settimana) che magari non praticano un’attività fisica regolare. Tra gli atleti professionisti, la maggior parte delle tendiniti di Achille sembra verificarsi in sport con accelerazioni rapide o salti, come il calcio, il tennis e la pallacanestro, e quasi sempre al termine della stagione agonistica.

Può essere una condizione cronica. Può anche determinare un’apparente lesione improvvisa. La tendinite è la concausa più frequente delle rotture del tendine di Achille. Quando un tendine è indebolito dall’età o dell’eccesso di lavoro, un trauma ne può causare la rottura. Queste lesioni possono essere così improvvise e dolorose da riuscire ad abbattere in stato di shock giocatori professionisti di football americano lanciati in corsa.

Diagnosi

La diagnosi inizia con l’anamnesi e l’esame obiettivo.

Il paziente dovrà descrivere il dolore e le circostanze in cui è insorto il dolore:

  • ubicazione e insorgenza del dolore,
  • variazioni durante il giorno
  • e i fattori che lo alleviano o aumentano

sono tutti dati essenziali per la diagnosi.

Terapisti e medici impiegano dei test manuali, detti test di tensione tissutale, per identificare il tendine coinvolto, di cui palperanno poi aree specifiche per evidenziare l’area infiammata.

I raggi X non visualizzano tendini o borse, ma possono essere utili per escludere anomalie ossee o fenomeni artritici. In caso di rottura tendinea possono inoltre aiutare a identificare il tendine leso. In una lesione del ginocchio, per esempio, la radiografia mostra che la rotula è più bassa del normale in caso di rottura del tendine quadricipite, mentre è più alta in caso di lesione del rotuleo.

La rottura parziale o totale del tendine può essere confermata anche tramite la risonanza magnetica (RM). L’RM visualizza sia le ossa che i tessuti molli (muscoli, tendini e loro rivestimenti o fasce, borse).

Per escludere un’infezione, il medico può prelevare e analizzare il liquido proveniente dall’area infiammata.

Cura e rimedi

Il trattamento è mirato alla guarigione della borsa o del tendine colpiti.

Il primo passo nel trattare queste condizioni è la riduzione del dolore e dell’infiammazione tramite

Nelle lesioni acute, può essere usato anche il ghiaccio, ma la maggior parte dei casi di borsite o tendinite è in pratica cronica, quindi il ghiaccio è inutile. Quando ha senso, si può applicare un impacco di ghiaccio sull’area colpita per 15 – 20 minuti ogni 4 – 6 ore per 3 – 5 giorni. Il medico potrà raccomandare un impiego di ghiaccio per periodi più lunghi, insieme a un programma di stiramento.

Guarigione e prevenzione di ulteriori danni richiedono anche di evitare attività che coinvolgano le articolazioni colpite.

In alcuni casi, per esempio nel gomito del tennista, possono essere utili fasciature che comprimendo l’avambraccio allevino il dolore, limitando la trazione del tendine sull’osso.

Altri dispositivi di protezione, come ortesi plantari per la caviglia e il piede o stecche per il ginocchio o la mano, possono ridurre temporaneamente lo stress al tendine o alla borsa colpiti e facilitarne una guarigione più veloce, pur consentendo di mantenere i propri livelli generali di attività.

Stiramenti delicati ed esercizi di estensione vengono aggiunti gradualmente. Possono essere utili massaggi dei tessuti molli. Possono essere preceduti o seguiti da impacchi con borse di ghiaccio. Gli esercizi raccomandati possono variare secondo la sede dell’infiammazione.

Se non ci sono miglioramenti, il medico può iniettare corticosteroidi nell’area intorno alla borsa o al tendine infiammati. Benché le iniezioni di corticosteroidi siano usate comunemente, devono essere praticate con cautela perché possono indebolire o rompere il tendine (specialmente tendini che sopportano pesi, come il tendine di Achille [caviglia], il tendine tibiale posteriore [arco del piede] e il tendine rotuleo [ginocchio]).

In mancanza di miglioramenti, dopo 6 – 12 mesi il medico può ricorrere alla chirurgia artroscopica o aperta per riparare il danno e alleviare la pressione su tendini e borse.

Se la borsite è causata da un’infezione, il medico prescriverà antibiotici.

In caso di rottura completa di un tendine, la riparazione del danno può richiedere l’intervento chirurgico. Dopo un intervento chirurgico su un tendine quadricipite o rotuleo, per esempio, il paziente dovrà portare un gesso o un altro dispositivo di immobilizzazione per 3 – 6 settimane e camminare con le stampelle. In caso di rottura parziale, può essere sufficiente il gesso senza ricorrere alla chirurgia.

La riabilitazione da una rottura tendinea totale o parziale richiede un programma di esercizio per ristabilire il piegamento e rinforzare il ginocchio e la gamba, al fine di evitare nuovi danni. Il programma di riabilitazione può durare fino a 6 mesi, anche se il paziente può riprendere diverse attività prima di concluderlo.

Prevenzione

Per cercare di prevenire l’infiammazione o ridurre la gravità di eventuali recidive:

  1. Iniziare nuove attività o programmi di esercizio lentamente.
  2. Aumentare l’attività gradualmente, dopo varie sessioni ben tollerate.
  3. Fare attività fisica regolare.
  4. Rinforzare i muscoli intorno all’articolazione.
  5. Fare pause frequenti nel caso di attività ripetitive.
  6. Interrompere attività che causano dolore.
  7. Ammortizzare l’articolazione colpita. Usare protezioni per il ginocchio o i gomiti.
  8. Aumentare la superficie di presa di utensili con guanti o imbottiture. Utilizzare mazze da golf con impugnatura nastrata o di dimensioni maggiorate.
  9. Prendere gli strumenti pesanti con due mani e, a tennis, fare il rovescio a due mani.
  10. Non stare seduti fermi per lunghi periodi.
  11. Allenarsi a mantenere una postura corretta e fare attenzione a mantenere una posizione adeguata durante le attività quotidiane.
  12. In caso di storia di tendinite, richiedere eventualmente un parere medico o fisioterapico prima di intraprendere esercizi o attività nuovi.

Fonte principale:

Traduzioni a cura della Dr.ssa Greppi Barbara

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Va bene il Voltaren gel per una tendinite che mi sono fatto venire ieri lavando la moto (ho dovuto fregare moltissimo per togliere tutti i moscerini…)?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Come primo tentativo di automedicazione in genere non ha particolari controindicazioni, chiaramente se il dolore persistesse senta anche il parere del medico.

  2. Anonimo

    Ogni mattina mi sveglio con un fortissimo formicolio a pollice e indice e non riesco più a tenere nulla di pesante in mano che mi scappa tutto… 🙁

    È tendinite? Cosa devo fare?

  3. Anonimo

    Salve , in questi ultimi giorni ho riscontrato un dolore persistente ad entrambe le braccia . Le stesse mi bruciano molto anche durante la notte mentre dormo , facendo molta attività fisica credo di avere entrambi i tendini infiammati . Secondo voi cosa posso fare per curarmi apparte il riposo ?

  4. Anonimo

    salve dottore
    io ho un dolore che dura da 15 mesi nella parte del bacino tra il muscolo piriforme e il muscolo grande e il bicipite femorale
    questo dolore si sente di piu quando mi piego o faccio un movimento brusco
    e mi toglie forza e resistenza
    ho pensato che fosse la sciatica ma i medici dicono di no
    la sindrome del piriforme neanche
    ho fatto lecografia ed esce fuori che ho una tendinite nelliserzione del muscolo e l’osso..
    da li ho fatto 5 sedute di tecar terapia in modalita antiinfiammatoria
    ma nulla ..
    non so piu cosa fare

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      5 sedute sono ancora poche, è un pò presto per aspettarsi grossi miglioramenti, dipende poi dall’estensione e dalla gravità dell’infiammazione stessa.

  5. Anonimo

    Buongiorno, ho 54 anni e sono una donna abbastanza attiva vado in palestra acquaginn tre volte a settimana, e’ sempre andato tutto bene tranne che qualche mese fa ho iniziato ad avere un disturbo al secondo dito della mano dx, dopo 4 mesi quasi totalmente risolto da ortopedico con prognosi tenosinovite stenosante con un infiltrazione, ora sono 10 giorni che ho stesso disturbo al secondo dito del piede sx , e’ gonfio e molto dolorante, e sotto il piede mentro lo appoggio sento come se avessi un sasso, secondo lei e’ lo stesso che avevo alla mano e a cosa e’ dovuto? centra qualcosa il fatto che sto entrando nella fase della menopausa da tre mesi il ciclo non c’e’ e in effetti sento che la circolazione e’ cambiata. la ringrazio della sua risposta .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non è detto che il problema sia lo stesso.
      2. Sì, la menopausa potrebbe influire, ma solo in parte.

  6. Anonimo

    Ho 69 anni e da un pò di mesi soffro di dolori alle spalle che si irradiano alle braccia e ai polpacci delle mani sotto i pollici, questi dolori si acutizzano maggiormente la notte durante il riposo. Nei giorni scorsi ho fatto un’ecografia muscolo tendinea spalla destra e sinistra con il seguente referto:
    – Assottigliamento, ipoecogeni e disomogenei i tendini sovraspinoso e sottospinoso della spalla destra, con minuscole calcificazioni in sede inserzionale.
    – Ispessito, con minimo versamento a carico della guaina, il tendine del capo lungo del bicipite branchiale di destra.
    – Modicamente ispessiti i tendini sovraspinoso e sottospinoso della spalla sinistra con minuscole calcificazioni nel tratto medio e in sede inserzionale.
    – Minimo versamento a carico della guaina del tendine del capo lungo del bicipite branchiale di sinistra.
    – Quadro ecografico di tendinosi della cuffia dei rotatori delle spalle, più accentuata a destra.
    In atto non ho ancora fatto nessuna terapia, cosa mi consiglia di fare ?
    Sarei grato di un Suo suggerimento in merito a questo referto, grazie e buon lavoro.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Deve sottoporre il referto all’ortopedico, che valuterà il quadro completo dopo aver fatto un’accurata visita medica.

    2. Anonimo

      Dottoressa Fabiani, la ringrazio del consiglio provvedererò al più presto a consultare un ortopedico. Un cordiale saluto e buon lavoro.

  7. Anonimo

    buonasera
    oggi mi sono accorta di avere una borsite al ginocchio però senza dolore posso tranquillamente piegare il ginocchio non è arrossato ho messo del ghiaccio ogni 3 ore per 20 minuti più volte al giorno , e metto la gamba a riposo con un cuscino sotto il ginocchio,oggi è sabato dovrò attendere lunedi per consultare il mio medico…lei cosa mi consiglia di fare? accetto volentieri un suo suggerimento grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci o altri trattamenti.

  8. Anonimo

    Buongiorno, ho usato il braccio sx per mesi avendo al dx un pic , quindi ho cominciato ad avvertire fastidio alla notte , ho fatto rx ed eco . Ho una capsulite , il tendine infiammato , attualmente faccio sia meso che onde d’urto , non mi sembra di migliorare molto . Mi sembra un poco gonfio la parte dolorante . É normale ?

    1. Anonimo

      Ho fatto 5 trattamenti di onde d’urto in un mese e 15 giorni . La meso per ora 4 volte . Dalle lastre si evidenzia solo infiammazione e qualche micro calcificazione , il problema è la poca mobilità. Non alzo il braccio quindi in certi movimenti sento dolore . Il fisioterapista mi dice che ci sono aderenze .

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente serve solo pazienza; è seguita anche da un ortopedico?

  9. Anonimo

    Quindi è l articolazione ? Se prendo una mesulide ? Poi ho notato che il male lo sento di più quando sto ferma.. quando mi muovo no

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sentirei comunque il medico, l’antinfiammatorio può avere un effetto antidolorifico momentaneo, ma potrebbe non essere curativo.

    2. Anonimo

      Si il mio dottore però non c’è fino a lunedì.. io la notte dormo senza male adesso mi sono svegliata e ho ancora fastidio.. ieri sera ho preso una vivin c che è anche per dolori muscolari un pochino ha fatto effetto.. proverò a prenderle fino a domani poi lunedì vado dal medico.. potrebbe andare bene?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Bene tamponare con antidolorifici, ma se il dolore fosse molto forte può fa valutare la guardia medica già oggi.

    4. Anonimo

      Capito, no be dolori forti non ne ho.. ho solo fastidio.. ma ho paura che c’entri con il cuore o polmoni.. poi anche mangiare non ne ho tanta voglia..

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’unico modo per avere una diagnosi (e una causa) certa è proprio solo la visita, mi dispiace.

  10. Anonimo

    Buona sera, ho 23 anni e ho da un po di giorni male non doloroso alla spalla sinistra e braccio.. mi prende soprattutto la sera.. e mi viene un po d ansia.. poi faccio fatica un po a digerire premetto che ho anche helicobacter pilory .. secondo voi potrebbe essere magari un nervo infiammato della spalla? Ah e poi anche la gola sempre dalla parte sinistra me la sento un po chiusa.. mando giù cibo tranquillamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non credo un nervo, magari l’articolazione un po’ infiammata.
      2. Il fastidio in gola potrebbe essere male di stagione, reflusso, … ma il medico sarà più preciso.

  11. Anonimo

    Buonasera, 3 giorni fa dp pranzo ho avvertito un senso di vertigini e stavo quasi x perdere i sensi, dp essermi ripreso un pò mi è venuto un dolore al braccio destro k si manifesta maggiormente quando sn a riposo, inoltre ho avuto mal di stomaco x tutto il giorno. Da 3 giorni il braccio destro lo sento stanco e indolenzito a questo si accompagnano dei capogiri. Cosa può essere?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, soffre di patologie?età? Potrebbe essere solo una reazione nervosa o un possibile problema di stomaco, ma farei una visita quanto prima, magari con un elettrocardiogramma per sicurezza.

    2. Anonimo

      Grazie x la risposta tempestiva, ho 26 anni, nn ho patologie k io sappia, ho frequenti mal di testa ma visite effettuate nn hanno riscontrato niente. Il giorno k ho avuto questo episodio avevo un senso di vomito k è poi durato x ttt il giorno. Durante il capogiro poi k è durato qualche minuto avevo una sudorazione eccessiva.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha mai sofferto di ansia o attacchi di panico?

      Condivido in ogni caso la necessità di approfondire di persona con il medico.

    4. Anonimo

      Grazie della risposta. Attacchi di panico nn direi ma di ansia credo di soffrirne, nn so in k misura ma direi di si. Domani andrò dal medico x saperne di più.

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      È giovane, non credo ci siano cose importanti ma è sempre meglio controllare per tranquillità.

  12. Anonimo

    Buongiorno, le spiego brevamente la mia situazione. 4 gg fa ho avuto l’influenza con febbre a 38.2 e dolori forti alle ossa. Ieri notte però ho avvertito dei dolori fortissimi tra il polloce e l’indice e su tutto il polso parte interna. Stamane non riesco a muovermi, dolori fortissimi dietro al polpaccio e lungo tutto il braccio … come se avessi fatto attività fisica. Può essere collegato al’inflienza che ho avuto?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è possibile, ma se i dolori sono così forti vanno comunque segnalati al medico.

  13. Anonimo

    Buonasera non ricordo vhe ho intruppato sotto al gomito ed e’ gonfio come puo’ essere causato puo’ anche dipendere da stress esaurimento ansia che ne so da cosa puo’ dipendere e cosa posso fare per curarlo

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, parebbe un’infiammazione, per capire di cosa si tratti e quale sia la giusta terapia serve però una valutazione medica, con visita, specie se non ha avuto traumi.

  14. Anonimo

    buona,sera da un 3 mesi ho una dendinite spalla sx con una piccola lesione parziale del tendine lnteressante il versante bursale sovraspinato mi dia qualche sugerimento grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, serve una valutazione ortopedica per capire il corretto procedimento terapeutico. Eviti di sollevare carichi.

  15. Anonimo

    Buongiorno…vorrei sapere se e possibile togliere un tendine dalla spalla?mi hanno detto che una ragazza gli hanno tolto tendine portante…e possibile?grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Non credo sia possibile senza avere nessun tipo di ripercussione. Ad ogni modo occorre una valutazione specialisitica. saluti

  16. Anonimo

    d
    buon giorno – a causa di una caduta ho la rottura quasi perforante del tendine della spalla dx – quali sono le migliori cure da fare – grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare/prescrivere nulla; sarà l’ortopedico a decidere cosa sia più adatto al suo caso.

  17. Anonimo

    salve sono quasi 4 anni che soffro di epicondilite bilaterale ad etrambe le braccia,il sx e’ da’ un mese che e’ migliorato mentr il dx e’ peggiorato,oltre all’epitrocleo ed epicondilo,mi ha preso un pezzo di bicipite e l’avanbraccio.Il fisiotrapista mi ha detto che,oltre all’infiammazione ci sono problemi muscolari,ho eseguito negli anni tutto cio’ che consiglia la medicina,vari tipi di pomate,infiltrazioni cortisoniche,onde d’urto ,laser ,chiropratica e mesoterpia ma,il dolore non passa,cosa posso fare?lascio la mia mail..in attesa di una vs risposta,

    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È mai riuscito ad affiancare i trattamenti con un po’ di riposo?

      Mi dispiace, ma non posso offrire il servizio di risposta via mail.

  18. Anonimo

    Buongiorno dottore…un anno fa,in palestra ho fatto un movimento sbagliato con la spalla destra…all inizio credevo il peggio..ma dato che non faceva male più di tanto pensavo che col passare del tempo sarebbe ritornato tutto come prima…solo che col lavoro..se sforzavo un po’ in più mi ritornava il dolore..e allora due mesi fa non ce l’ho più fatta e sono andato da uno specialista…mi ha detto che ho il tendine sovraspinoso infiammato..mi ha prescritto 10 giorni di cortisone più 10 di terapia con laser tecar e tens…sono arrivato al 6 giorno di terapia e proprio al centro della spalla sento tipo come se si fosse un po’ gonfiato…e se tocco fa male più di prima…il braccio lo riesco a muovere ..non mi fa tanto male…solo se lo porto in alto mi tira un po’…cosa può essere?? Poi alla fine della terapia faremo una risonanza…ma secondo lei ritornerà tutto come prima?? Potró ritornare a fare lavori “pesanti” e di nuovo a fare palestra??..p.s ho 22 anni e non vorrei proprio fermarmi a questo!!…grazie mille…!!!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, sono assolutamente fiducioso su un completo recupero, ma raccomando al momento di riposare per quanto possibile il braccio e di attenersi scrupolosamente alle indicazioni ricevute.

    2. Anonimo

      Grazie mille dottore!! lo spero vivamente!!! p.s sisi per ora…riposo e ghiaccio! le farò sapere….grazie ancora!!

  19. Anonimo

    Buongiorno dott….mi sta capitando di avere dolore lungo le caviglie a salire sopra ..io credo siano i tendini quando premo con le dite avverto più dolore a volte anche all’ inquine …ho iniziato a scuola di ballo 3 volte a settimana un’ora ..documentandomi ho letto che il ballo fa bene per chi effetto da osteoporosi visto che io lo sono …ho una gravissima scoliosi …sono 48 chili ho 55 anni …il mio lavoro si svolge dalle 7 alle 10 ore al giorno in piedi ..da 19 anni ..mi chiedo questo disturbo che sto avvertendo e colpa del ballo ? ho fatto sei lezioni per la prima volta in vita mia..grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, probabilmente ha forzato un po’ troppo e non era abituata; lo segnali al medico per porre rimedio e all’insegnante in modo da rallentare un pochino fino a completa ripresa.

  20. Anonimo

    Salve io mi alleno in palestra 4 mesi fa dp aver finito allenamneto mi è venuto un dolore alla spalla sinx tra trapezio .. Nn mi passava alla fine sn andato da un oseopata mi ha messo apposto ha detto era uscita la spalla.. Fa hai problema alla cuffia hai tendini infiammati io infatti non alzo più peso sn fermo.. Quanto tempo ci vuole che si sfiammano? .. Ho ancora male diverso dal prima sn migliorarto qualcosina ma nn mi passa ancora ..

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Serve diverso tempo, non è uguale per tutti e dipende dal tipo di infiammazione e dalla gravità; non faccia sforzi e segua i consigli del medico per evitare danni peggiori.

    2. Anonimo

      Per far sffiamare tendine cosa dovrei fare ? Primo riposo quello sto facendo non alzo pesi non muovo tanto il braccio.. Ma qualcosa in piú che posso fare per sfiamarli ?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Valuterei con il medico di base o con un ortopedico la situazione, potrebbe essere necessario intervenire in modo più mirato.

  21. Anonimo

    buongiorno no non subito trauma il formicolio li ho in due ditta adesso da quando mi sono alzato dal letto un forte bruciore a dalla spalla alle mani specialmente mi e venuto sul gomito adesso o preso una bustina di Aulin .Sono la persona cheche una settimana non dormo dai dolori la ringrazio francesco

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile rivalutare con il medico se il dolore è tale da impedire il riposo notturno.

  22. Anonimo

    buongiorno dott. e una settimana dolore allucinante alla spalla destra mi e venuto con un piccolo dolorino e giorno per giorno mi preso anche due ditta formicolio e come se non circolasse il sangue e la notte forti dolori in qualsiasi posizione fitte di dolore a rigirami prendo farmaci anti dolori niente adesso il gomito spalla e ditta mi di consiglio e dei farmaci che mi aliava dolori e infiammazione cordiali saluti francesco

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, ma ha subito traumi ultimamente? Oltre al dolore si addormentano le mani o ha sensazione di formicolio?

  23. Anonimo

    Buongiorno,da un po sotto il piede mi si è formato una sorta di cuscinetto, dolente e arrossato, sono due giorni che anche il ginocchio,sempre dalla stessa parte, mi si è gonfiato, stanotte ho avuto un po di febbre,crede che sia correlato il gonfiore e la febbre?

  24. Anonimo

    Buongiorno,dopo aver intensificato il mio allenamento con corsa e trx, mi è successo di sentire un giorno mentre ero ferma in piedi una fitta un bruciore, dolore fortissimo nel lato interno della gamba sx all’altezza del ginocchio(non al ginocchio) da non riuscire a muovere la gamba.
    Poi dopo 5 minuti si è alleviato.
    Solo che da quel momento ho iniziato ad avere dolori alla gamba in tutta la parte interna come bruciore e pizzichio e perdita di forza facendo fatica a camminare, caricando sempre l’altra gamba
    ora ho la stessa sensazione anche alla gamba dx
    inoltre debolezza e spossatezza generale.
    il medico dice che il tendine si è infiammato e mi ha dato ghiaccio e riposo ma dopo 3 settimane il dolore e debolezza persistono… secondo voi cosa può essere?
    Puo’ essere sufficiente questa terapia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È probabilmente ora di rivalutare la situazione se non ci sono stati miglioramenti apprezzabili.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Bene, aspettiamo di completare la terapia e poi si farà rivalutare.

  25. Anonimo

    No, nessun trauma, me ne sono reso conto da un momento all’altro,non è successo qualcosa di specifico che me lo ha procurato.
    Non ho alcun tipo ferita o lacerazione..

  26. Anonimo

    Buonasera, erano 3 giorni che avevo dolore al gomito, non gli ho dato peso ma oggi faceva molto male, arrossato e molto caldo al tatto.
    Così che sono andato dal medico che però non ha constatato problemi tipo fratture o simili, mi ha detto che si tratta di infezione e ha prescritto degli antibiotici per 10 giorni ed una pomata a base di cortisone.
    Non è stato più specifico riguardo cosa possa essere stata la causa, secondo voi cosa potrebbe essere stato?
    Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, ha avuto traumi recentemente o forse ha assunto posizioni abnormi, anche nel sonno? penso ci sia un’infiammazione, possibile la sottostante infezione, ma bisognerebbe capire di che tipo si tratti, come l’ha presa, ha lacerazioni o ferite sul o vicino al gomito?

La sezione commenti è attualmente chiusa.