Strappi muscolari e distorsioni: sintomi, cause e cura

Ultimo Aggiornamento: 161 giorni

Introduzione

Le distorsioni e gli strappi sono lesioni piuttosto frequenti che hanno gli stessi sintomi, ma coinvolgono parti diverse dell’organismo.

Si ha una distorsione quando si strappano o si stirano i legamenti, le strisce di tessuto fibroso che collegano le ossa all’interno delle articolazioni. La distorsione più frequente è quella della caviglia.

Si ha uno strappo muscolare quando si strappano o si stirano i muscoli o i tendini. I tendini sono le fasce di tessuto fibroso che collegano i muscoli alle ossa. Gli strappi più frequenti sono quelli nella parte bassa della schiena e del muscolo posteriore della coscia.

Cause

Distorsioni

Le distorsioni si verificano quando si distende eccessivamente o si strappa un legamento e contemporaneamente si stressa troppo un’articolazione. Spesso le distorsioni si verificano nelle circostanze seguenti:

  • Caviglia: Camminare o fare esercizio fisico su una superficie irregolare.
  • Ginocchio: Ruotare il ginocchio durante l’attività sportiva.
  • Polso: Cadere sul polso teso.
  • Pollice: Sciare o usare una racchetta, ad esempio giocando a tennis.

Strappi

Esistono due tipi di strappi, quelli acuti e quelli cronici. Gli strappi acuti si verificano quando il muscolo è sottoposto a una tensione o a una trazione troppo intensa; il muscolo può addirittura strapparsi quando si allunga troppo o improvvisamente.

Gli strappi acuti spesso si verificano quando:

  • si scivola sul ghiaccio,
  • si corre, si salta o si lancia un peso,
  • si solleva un oggetto pesante o si compiono sollevamenti in posizioni non corrette.

Gli strappi cronici sono causati da un movimento prolungato e ripetitivo di un muscolo. Si possono verificare durante le attività sportive come:

  • Ginnastica,
  • Tennis,
  • Canottaggio,
  • Golf.

Fattori di rischio

Tra i fattori di rischio per le distorsioni e gli strappi ricordiamo:

  • Mancanza di allenamento. Se i muscoli non sono allenati si indeboliscono e diventano più soggetti alle lesioni.
  • Affaticamento. I muscoli stanchi non sono in grado di sostenere al meglio le articolazioni. Quando si è stanchi, si corre un rischio maggiore di sottoporsi a forze in grado di stressare l’articolazione o allungare eccessivamente il muscolo.
  • Riscaldamento non adeguato. Riscaldarsi correttamente prima di un’attività fisica intensa scioglie i muscoli e aumenta la mobilità articolare: sciogliendosi, i muscoli sono meno soggetti ai traumi e agli strappi.

Sintomi

I sintomi variano a seconda della gravità della lesione.

Distorsioni

  • Dolore,
  • Gonfiore,
  • Lividi,
  • Ridotta mobilità dell’articolazione colpita,
  • Nel momento della lesione si può sentire distintamente uno schiocco o un rumore sordo che proviene dall’articolazione.

Strappi

  • Dolore,
  • Gonfiore,
  • Spasmi muscolari,
  • Ridotta mobilità del muscolo colpito.

Quando chiamare il medico

Le distorsioni e gli strappi meno gravi possono essere curati a casa; è invece opportuno andare dal medico se:

  • non si riescono a fare più di quattro passi senza provare un dolore molto intenso,
  • non si riesce a muovere l’articolazione colpita,
  • una parte della zona colpita rimane intorpidita.

Diagnosi

Probabilmente per prima cosa andrete dal medico di famiglia, che però vi indirizzerà verso uno specialista di medicina sportiva o un ortopedico.

Durante la visita il medico controllerà se nell’arto colpito ci sono gonfiori o punti particolarmente doloranti. La zona e l’intensità del dolore possono servire a capire la gravità e la natura della lesione. Il medico, inoltre, può farvi muovere l’articolazione e gli arti in diverse posizioni per riuscire a scoprire quale legamento, tendine o muscolo è stato colpito.

Le radiografie possono essere utili per escludere che il problema sia causato da una frattura o da un’altra lesione ossea. La risonanza magnetica può anche essere usata per diagnosticare la gravità della lesione.

Cura e terapia

La terapia delle distorsioni e degli strappi dipende dall’articolazione colpita e dalla gravità della lesione.

  • Farmaci. Per le distorsioni e gli strappi lievi, il medico probabilmente vi consiglierà di ricorrere a semplici rimedi casalinghi e a un analgesico da banco come l’ibuprofene (Moment®, Brufen®, Buscofen®, …) o il paracetamolo (Tachipirina®).
  • Terapia. Se la distorsione o o lo strappo è lieve o moderato, mettete la borsa del ghiaccio sulla zona colpita il prima possibile per non far gonfiare. Se la distorsione o lo strappo sono gravi, il medico può immobilizzare la zona con un busto o steccandola.
  • Intervento chirurgico. Se un legamento o un muscolo si è strappato, l’intervento chirurgico può essere una possibilità.

Stile di vita e rimedi pratici

Per intervenire subito sulla distorsione e sullo strappo prima di andare eventualmente dal medico potete adottare diverse tecniche. Nella maggior parte dei casi, se la distorsione o lo strappo sono più gravi, vi consigliamo di andare dal medico o dal fisioterapista che vi daranno diversi consigli utili.

  • Riposo. Evitate le attività fisiche che provocano dolore o gonfiore, ma non rimanete completamente immobili. Se non volete caricare tutto il peso sulla caviglia dolorante, ad esempio, potete fare la cyclette solo con la gamba sana e appoggiare la caviglia su uno sgabello.
  • Ghiaccio. Mettete subito la borsa del ghiaccio sulla zona colpita. Tenetela lì per 15-20 minuti, e ripetete diverse volte al giorno per i primi giorni. Il freddo serve per diminuire il dolore, il gonfiore e gli eventuali lividi. Se la zona impallidisce, togliete subito il ghiaccio. Se soffrite di patologie vascolari, diabete o scarsa sensibilità, prima di mettere il ghiaccio chiedete consiglio al medico.
  • Bende. Per cercare di arrestare il gonfiore, potete comprimere la zona con una benda elastica. Non avvolgete la benda troppo stretta, o potrebbe fermare la circolazione. Iniziate a bendare dalla zona più lontana dal cuore. Allentate il bendaggio se il dolore aumenta, se la zona si intorpidisce o se il gonfiore si sposta nella zona a valle, cioè più lontana dal cuore.
  • Sollevamento. Per diminuire il gonfiore, sollevate la zona colpita sopra il livello del cuore, soprattutto di notte. La gravità aiuta a diminuire il gonfiore, perché permette il drenaggio dei liquidi in eccesso.

Dopo i primi due giorni, iniziate a usare con cautela la zona colpita. Dovreste notare che piano piano migliora la capacità dell’articolazione di sostenere il peso e che riuscite a muovervi senza dolore. Le distorsioni lievi e moderate di solito guariscono nel giro di 3-6 settimane. Il fisioterapista può aiutarvi ad aumentare la stabilità e la forza dell’articolazione o dell’arto colpito.

Prevenzione

Gli esercizi di stretching e di rafforzamento per lo sport, il benessere o il lavoro, nel quadro di un programma di benessere fisico generale, possono aiutarvi a minimizzare il rischio di distorsioni e strappi. Cercate di essere in forma per praticare il vostro sport preferito, e non solo di fare sport per mantenervi in forma! Se il vostro lavoro richiede sforzi fisici, fare esercizio regolarmente può aiutarvi a prevenire le lesioni.

Potete proteggere le articolazioni sul lungo periodo lavorando per rafforzare e mantenere in forma i muscoli intorno all’articolazione danneggiata. Il sostegno migliore che potete avere sono i vostri muscoli! Chiedete al medico quali esercizi fare per migliorare la stabilità e il benessere. Usate inoltre un plantare che offra sostegno e protezione.

Fonte Principale: Mayo Clinic (traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno)

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buongiorno dottore io è da un Po che sento tipo come se avessi un peso sulla parte bassa della schiena che va e viene ora da una settimana sento dolore alla parte del tema sinistro e mal di pancia e attacchi di diarrea sta mattina mi è sembrato di sentire una parte della schiena un pochettino più gonfia…ieri o preso brufen e mi era passato io o 22 anni e per ogni piccolo dolore mi metto paura e penso al peggio noi dormiamo in tre a letto io mio figlio e mio marito che cosa potrebbe essere io o paura che sia qualcosa di grave grazie in anticipo e buona giornata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che sia nulla di grave, magari un po’ di colon irritabile, ma raccomando di verificare con il medico.

  2. Anonimo

    Dottore buongiorno,
    ho una tracheite da 1 settimana, oggi il medico mi deve rivedere, tossisco in modo secco e molto forte con veri e propri attacchi. Ho iniziato inizialmente con un piccolo dolore alla costola sotto al seno quando tossivo, da ieri si è irradiato fino alle costole superiori di lato se tocco sento proprio come se avessi un muscolo “accavallato” e mi provoca molto dolore soprattutto quando tossisco, sollevo pesi o inspiro profondamente. Ogni tanto il dolore muscolare, perchè sento proprio un dolore muscolare si irradia dietro la schiena.
    E’ possibile che i vari colpi di tosse violenti abbiano provocato una contrattura?

    1. Anonimo

      Dottore io in coscientemente o alzato un peso di 60 kg e mi fa male la spalla non so se uno strappo o unaltro sintomo mi rivolgo a te tu che cosa dipende

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Applichi ghiaccio e domani senta il medico per capire se sia un problema muscolare, articolare, …

  3. Anonimo

    salve .nel 2013 ho uno strappo dei tendini muscolo femorale ,in pratica in ospedale non si sono accorti che il muscolo si era strappato con lesioni tendinea .ora passato tre anni mi dicono che non e più possibile intervenire,le chiedo se ci sono altre tecniche per riparare i tendini grazie.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, bisogna vedere bene dove si è lesionato il tendine e in che condizioni è il muscolo che supportava. Ovviamente più tempo passa dalla lesione e più è complicato riparare il danno, in quanto il muscolo lesionato perde tessuto muscolare e diventa fibroso e poco elastico. Necessita di essere valutato da un ortopedico per capire se può essere riparato chirurgicamente. saluti

  4. Anonimo

    Mio marito circa una settimana fa mentre praticava un po di sport qua a casa mi sa ke ha fatto qualke sforzo in piu e x di piu nn corretto dak giorno dopo infatti accusa dei dolori alla skiena lato sinistro dolori ke vanno e vengono ke poi tre giorni fa ha cominciato ad avvertire di nuovo piu intensi fino a prendere la gamba…nn ce la fa a fare piu di tre passi e x di piu piegato in avanti…sta facendo la cura con siringhe di voltaren e muscolin gia da 2giorni ma nn ce proprio segno di miglioramento…come mai?

    1. Anonimo

      Siamo stati al pronto soccorso xke come gia detto tre giorni fa e rimasto assolutamente blokkato e cosi gli hanno fatto lavaggio dorador…e poi cura a casa di siringhe voltaren e muscolin stiamo secondo giorno di cura ma nessun miglioramento.. e x di piu nn trova posizione x dormire sta uscendo matto

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, ma sul referto del PS che diagnosi è riportata? Sciatalgia?

  5. Anonimo

    gentile dottore, chiedo a lei in attesa di andare dal medico, temo di avere uno strappo muscolare, al trapezio (le pare possibile?), in quanto sento un rigonfiamento molto duro e doloroso al tatto sottopelle, il dolore si estende al braccio sinistro rendendolo indolenzito anche se posso ancora muoverlo, inizialmente pensavo fosse una semplice contrattura visto che ne sono soggetta in quella zona e pertanto per rilassare ho applicato degli impacchi caldi e ho paura di aver peggiorato la situazione visto che da quel che ho letto è da evitare assolutamente, ora non so cosa devo fare, posso mettere del ghiaccio? prendere antidolorifici da banco? andare in ps non mi sembra il caso ma fino a martedì non vedrò il medico e ormai dura da parecchi giorni, cosa mi consiglia? se fosse grave in quella zona quali sintomi avrei?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il PS mi pare in effetti eccessivo, ma se il dolore è forte può rivolgersi alla Guardia Medica.

      C’è stato uno sforzo/movimento alla base del fastidio?

    2. Anonimo

      grazie per la risposta, non ho sentito il momento preciso in cui questo strappo è avvenuto, forse è un susseguirsi di fattori, sono soggetta a forte contratture in quella zona e quindi magari aver fatto un po’ di sport maldestro o aver la tendenza a dormire in posizione scorretta può aver contribuito a far passare da contrattura a strappo, sono solo che mi sono svegliata una mattina dolorante, almeno così mi sembra anche se non ne sono sicura, però c’è proprio una zona dura abbastanza estesa che si sente al tatto, sulle spalle, e il braccio fa male…

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, andrebbe comunque valutato con una visita quindi consiglierei guardia medica.

  6. Anonimo

    Professore buongiorno,
    Mio figlio gioca a calcio, stà facendo la preparazione, mattino e pomeriggio. Ieri sera dopo 2 ore che aveva finito gli allenamenti, era seduto su una panchina, si è girato verso dx e ha percepito un forte dolore ( quasi a far mancare il respiro ) dietro un palmo sopra le natiche. Palpando la schiena e dove lui sente male si percepisce un punto duro simile a un nocciolo. Fatto ghiaccio e arnica, cosa altro fare? Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, potrebbe esserci un ematoma e uno strappo muscolare, megli farlo visitare per una corretta diagnosi. Saluti.

  7. Anonimo

    Buonasera,
    ho una tendinite al piede sinistro da un anno e mezzo e solo ad aprile un buon medico mi ha saputo consigliare lo stretching, così ho iniziato a farlo tutti i giorni fino a oggi (salto solo la domenica). Il piede non è ancora guarito (a volte mi chiedo se guarirà mai), comunque, lunedì ho fatto stretching come tutti i giorni, però, arrivata alla fine con l’ultimo esercizio, ho sentito come una sensazione di strappo (eppure non ho esagerato né mi sentivo rigida, era tutto normale). Il giorno dopo, ovvero ieri, l’ho sentito facendo uno degli ultimi esercizi e oggi mi sono dovuta fermare all’inizio. L’ho fatto per pochi minuti e poi non ce l’ho più fatta. Premetto che non ho dato strattoni né niente, l’ho fatto piano. Solo che adesso mi fa male, sento proprio delle fitte come se fosse lì lì per strapparsi e non ho idea di cosa sia, in realtà non so nemmeno se sia il muscolo o il tendine. Precisamente mi fa male nella parte interna del piede sinistro, poco dopo il tallone, verso il centro. In questo momento è sul ghiaccio, ma che cosa devo o non devo fare, a parte non fare più stretching? Quanto impiegherà per guarire? Ho fatto una stupidaggine non fermandomi ieri, vero?
    Già posso camminare poco di mio per il problema principale della tendinite…

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, difficile capire così cosa sia successo, una riacutizzazione dell’infiammazione o uno strappo muscolare, ma serve una visita specialistica preferibilmente per capirlo; nel frattempo non farei nulla, evitando di tenere la zona sotto sforzo. Saluti.

  8. Anonimo

    Buonasera quasi 5mesi fa durante una partita di calcetto mi si è girato il piede verso l interno l ecografia ha evidenziato un interruzione parziale di un legamento….mi hanno consigliato una fascia a compressione media e semplici antidolorifici….sono passati 5 mesi ma ancora la caviglia è un po’ gonfia …cosa mi consigliate?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se ha ancora disturbi è il caso di fare una seconda ecografia per rivalutare la situazione a distanza di 5 mesi e una visita ortopedica. saluti

  9. Anonimo

    buona sera
    io da 3 mesi a questa parte mi sono fatto male ai polsi tirando pugni al pungibool.. il giorno seguente sono andato in ospedale sono stato fasciato provavo sempre dolore ma ho continuato a usarli come se fosse normale.dopo 1 mese mi facevano mallissimo e ho messo la bende. con esse il dolore diminuava
    arrivato in italia mi sono fatto massagiare perche avevo tutto fuori posto.. dopo una settimana faceva ancora male e sono ritornato da lui..era tutto apposto ma provavo dolore lo stesso. mi si induriva sempre il muscolo centrale del polso..con una pomata ammorbisco un po’..ma senza risultati..ecografia e ‘ tra 2 mesi
    cosa posso fare ???

    1. Anonimo

      che io sappia no.. sono ritornato in ospedale a fare una radiografia ed era apposto..la dottoressa mi ha detto che e ‘ una contusione una botta.
      non so da chi potrei andare ?

  10. Anonimo

    Salve dottore sono 4 giorni che ho dei dolori inguinale sinistro…sono andato dal mio dottore e mi ha detto di prendere o brufen o Oki per una settimana..secondo lei da cosa dipende questi dolore?non è continuo oggi non ho avuto nessun dolore mentre stasera è ricomparso…grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe essere un’infiammazione, fa sport? Ha sollevato carichi o fatto comunque sforzi addominali ultimamente? Se il medico non ha rilevato nulla di organico proverei con l’antinfiammatorio, altrimenti rivalutazione clinica.

    2. Anonimo

      Mi ha chiesto solamente se quando devo urinare mi fa male ma ho risposto di no…ho sbattuto l’anca dal lato sinistro che mi ha provocato un po’ di rossore..potrebbe essere quello?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si è probabile che siano dolori conseguenti al trauma all’anca.

  11. Anonimo

    Buongiorno dottore da martedì ho il muscolo gonfio della tibia ma nn sento dolore in quanti giorni passa la contrattura. Io nn sono abbituata a camminare ero in ferie e ho camminato tantissimo può diventare da questo grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se è solo un po’ di affaticamento in genere passa in qualche giorno.

  12. Anonimo

    Scusi ma può gonfiarsi un muscolo senza dolore e può dipendere che ho camminato tanto e da martedì che ho la contrattura ma nn. Dolore invece dovrei giusto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è alcun motivo di pensare a un sarcoma; lo valuti con il medico, vedrà che non è nulla di cui preoccuparsi.

  13. Anonimo

    Il medico ha detto che secondo lui è una contrattura ma il fatto che nn si sgonfia e nn sento dolore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo di dubitare della valutazione del medico.

  14. Anonimo

    Mi scusi ho fatto una domanda specifica le ho chiesto se in 4 giorni dovrebbe essere sgonfiare e se una contrattura può essere senza dolore la mia paura che 3 anni fa ho subito un tumore al seno e ho più probabilità degli altri ad avere un tumore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Potrebbero servire anche più giorni.
      2. Non è vero, non ha più probabilità di altri di avere qualsiasi tipo di tumore.

  15. Anonimo

    Salve dottore io ho preso uno strappo dietro sotto il sedere dopi aver tirato un capcio al pallone

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, si è fatto visitare? Se è uno strappo deve stare a riposo e può assumere degli antinfiammatori per il dolore, ma sempre sotto controllo medico.

  16. Anonimo

    Buonasera io un dolore infondo alla schiena quando sto seduto e al in piedi mi fa male uno strappo e grave infondo la schiena?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è necessariamente grave, ma è opportuna una visita medica per capirne la causa.

    2. Anonimo

      Ho fatto uno sforzo alzando un peso sono andato dal fisioterapista a detto e uno strappo mi ha dato oky per 5 giorni e mi ha dato un cerotto per questa sera dietro la schiena

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo, sono felice che non sia nulla di grave.

      Se davvero si tratta di strappo serviranno comunque settimane per risolvere completamente, quindi attenzione a non fare ulteriori sforzi.

  17. Anonimo

    Salve, ho 28 anni e godo di buona salute. Ieri sera facendo i lavori di casa ho iniziato ad avvertire un forte calore bilaterale esclusivamente nella parte posteriore delle cosce, poi ho messo una crema al mentolo e poco a poco la sensazione e’ scemata. Spesso assumo cattive posture e ho dolore ti alla schiena lungo la colonna in generale. Ora dopo le pulizie sento di nuovo questo calore, cosa potrebbe essere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente se bilaterale solo un po’ di affaticamento, ma ovviamente verifichi anche con il medico.

    2. Anonimo

      Salve dottore. Ho 33 anni e ad inizio mese ho avuto fastidi alla schiena, dolore reumatico ,( quindi non legato a movimenti), sulla parte sx sotto la scapola. Ho trattato il dolore con dicloreum e sembrava fare il suo effetto dopo le prime applicazioni. Adesso però da una settimana il dolore reumatico è scomparso e mi è rimasto un dolore sulla fascia bassa sx e un pochino sulla dx , zona lombare, che fa male quando faccio movimenti particolari o quando premo il muscolo. Potrebbe trattarsi di infiammazione? Premetto che lavoro sempre seduta per moltissime ore, faccio poche pausee e tengo le gambe accavallate. Che prodotto mi consiglia?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è probabile che siano disturbi muscolari legati a posture improprie mantenute per lunghi periodi . A mio avviso dovrebbe cercare di migliorare il tono muscolare con dello stretching e facendo sport. Nelle fasi in cui c’è dolore può prendere del paracetamolo. saluti

La sezione commenti è attualmente chiusa.