SLA (Sclerosi Laterale Amiotrofica): sintomi iniziali, cause e cure

Ultimo Aggiornamento: 2118 giorni

Introduzione

La Sclerosi Laterale Amiotrofica, o SLA, è una grave malattia neurologica che colpisce la capacità di muoversi. E’ anche chiamata malattia di Lou Gehrig.

In Italia si stima che ci siano circa 3500 malati di SLA, e sono più di 1.000 le nuove diagnosi in un anno.

La SLA colpisce le persone di tutte le razze e di tutti i gruppi etnici, colpisce soprattutto le persone tra i 40 e i 60 anni d’età e gli uomini sono più colpiti delle donne.

Anatomia

Il cervello e il midollo spinale costituiscono il sistema nervoso centrale; i nervi del corpo, di braccia, gambe, petto, addome e pelvi costituiscono invece il sistema nervoso periferico. Il cervello è simile a un computer molto complesso che elabora gli stimoli provenienti dai nostri sensi e poi dice al corpo come rispondere, parlando o muovendosi.

Le cellule principali che costituiscono il cervello e il midollo spinale sono chiamate neuroni e sono di fatto le cellule pensanti del cervello. Esse comunicano tra di loro inviando segnali elettrici attraverso filamenti detti assoni.

I neuroni che controllano i nostri muscoli sono chiamati motoneuroni. Gli assoni dei motoneuroni fanno contrarre i nostri muscoli e ciò ci aiuta ad adattarci al nostro ambiente parlando, camminando, masticando, correndo…

La SLA colpisce i neuroni che controllano i muscoli, i motoneuroni.

I messaggi provenienti dai motoneuroni del cervello, chiamati motoneuroni superiori, sono trasmessi ai motoneuroni del midollo spinale, chiamati motoneuroni inferiori, poi sono trasmessi ai muscoli.

Con la SLA sia i motoneuroni superiori che inferiori muoiono e smettono di inviare messaggi ai muscoli.

Cause

La causa della SLA non è nota, nel 90-95% dei casi si verifica in modo apparentemente casuale.

La maggior parte dei pazienti con SLA non hanno una storia familiare della malattia, né i familiari hanno un rischio aumentato di sviluppare la SLA; solo il 5-10% di tutti i casi di SLA sembrano essere genetici. I ricercatori sono stati in grado di identificare il gene legato ad alcuni casi di SLA familiare e stanno cercando di sviluppare un trattamento.

Alcuni ricercatori ipotizzano che la SLA si verifichi quando il sistema immunitario corporeo attacca i neuroni perché li ha confusi con cellule estranee.

Sintomi

I sintomi della SLA di solito si manifestano gradualmente, inizialmente possono anche essere confusi con i sintomi di altre patologie meno gravi.

I sintomi della SLA sono conseguenti alla distruzione dei motoneuroni, quindi i muscoli corrispondenti ai motoneuroni distrutti gradualmente si indeboliscono, deperiscono e si contraggono.

I sintomi iniziali della SLA colpiscono le parti del corpo dove i motoneuroni vengono danneggiati per primi; in alcuni casi la SLA colpisce una sola gamba all’inizio, i soggetti notano di avere difficoltà mentre camminano o corrono, magari inciampando più spesso.

Altri pazienti notano i primi segni della SLA nella mano o nel braccio, notando che semplici compiti come abbottonarsi una camicia, scrivere o girare la chiave in una serratura diventano difficili. Altri pazienti ancora notano difficoltà nel parlare.

La SLA causa una vasta gamma di disabilità, alla fine viene persa la capacità del cervello di controllare i movimenti volontari ed i pazienti perdono la forza e la capacità di muovere le braccia, le gambe e il corpo.

Quando i muscoli nel diaframma e nella parete toracica non funzionano più, i pazienti con SLA non possono respirare senza il supporto di una macchina.

La maggior parte delle persone con SLA si scontra con problemi respiratori entro 3-5 anni dall’esordio della malattia.

Poiché la SLA colpisce solo i motoneuroni, la patologia non altera la personalità, l’intelligenza o la memoria.

La SLA non interferisce inoltre con la vista, l’olfatto, il gusto, l’udito o il tatto. I pazienti con SLA di solito mantengono il controllo dei muscoli oculari, della vescica e delle funzioni intestinali.

Diagnosi

Un neurologo di solito diagnostica la SLA dopo aver esaminato la storia medica molto attentamente ed aver fatto un esame fisico.

Spesso è difficile fare diagnosi di SLA precocemente, poiché essa può essere confusa con altre patologie come tumori del midollo spinale, sclerosi multipla o compressione dei nervi. Quando i sintomi della SLA progrediscono diventa invece più facile arrivare alla diagnosi.

La SLA può essere diagnosticata usando test elettrici su muscoli e nervi, questi test sono chiamati EMG e NCV, cioè elettromiogramma e velocità di conduzione nervosa.

Alcuni esami sul midollo spinale ottenuti eseguendo una puntura lombare possono escludere altre malattie e indirizzare alla SLA.

La scansioni MRIs e CAT aiutano ad escludere malattie diverse dalla SLA che potrebbero essere causa dei sintomi.

Cura e terapia

Non c’è nessuna cura definitiva per la SLA.

E’ stato recentemente approvato dalla Food And Drug Administration, una sorta di Ministero della Salute Americano, il primo trattamento medico per la SLA; i ricercatori ritengono che il riluzolo (questo il nome della sostanza) riduca il danno ai motoneuroni. Sembra poi in grado di aumentare la sopravvivenza di diversi mesi, soprattutto nei pazienti che hanno difficoltà a deglutire.

E’ bene sottolineare che il riluzolo non fa regredire il danno pre-esistente ai motoneuroni, permette quindi solo di rallentare la progressione e non di migliorare il quadro clinico preesistente.

Gli altri trattamenti per la SLA alleviano i sintomi e migliorano la qualità di vita del paziente; per fornire questa terapia si forma in genere un team di diversi professionisti comprendente medici, farmacisti, terapeuti, assistenti sociali e specialisti di case di cura.

Lavorando con i pazienti il team medico può elaborare un piano individuale di terapie mediche e fisiche, fornendo eventualmente l’attrezzatura per mantenere i pazienti quanto più mobili e comodi possibile.

I medici possono prescrivere farmaci per ridurre:

Sono disponibili inoltre farmaci per aiutare i pazienti con SLA con dolore, depressione, problemi di sonno e stipsi.

I pazienti con SLA che hanno difficoltà a parlare possono trarre beneficio dal lavoro con un logopedista.

La terapia fisica e speciali attrezzature o dispositivi come rampe, bracciali, camminatori, sedie a rotelle possono aiutare i pazienti con SLA a mantenere la loro indipendenza e a rimanere mobili.

Quando i pazienti non possono più ricevere abbastanza nutrimento mangiando, può essere inserito nello stomaco un sondino, riducendo il rischio di soffocamento. Il sondino riduce anche il rischio di polmonite che potrebbe derivare dall’inalazione di cibo o bevande nei polmoni. Il sondino non è doloroso e non impedisce al paziente di mangiare con la bocca.

Quando i muscoli respiratori si indeboliscono, può essere usata di notte una macchina per la respirazione assistita durante il sonno. Con il progredire della malattia può essere necessaria la macchina per far gonfiare e sgonfiare i polmoni per tutto il tempo (respiratore).

Gli operatori sociali, gli infermieri e gli specialisti delle casa di cura aiutano ad affrontare le sfide mediche, emotive e finanziarie della SLA, specialmente durante le fasi finali.

Traduzione ed integrazione a cura di Sara Radicia

Approfondimenti:

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Maurizio

    Buonasera,
    sei mesi fa mi e’ stata diagnosticata una Neuropatia assonale sensitiva e da quel momento vivo praticamente chiuso in casa in quanto le funzioni delle mie gambe sono molto ridotte. Cammino a fatica e le scale sono una vera impresa. Quello che mi sta veramente consumando pero’ e’ il pensiero di quello che mi potra’ succedere in seguito, non so cosa aspettarmi, dai medici ho ricevuto risposte blande e piu’ che altro discordanti. Ho cercato nozioni su internet su questa malattia ma nn ho trovato molto, nemmeno impressioni di persone che come me soffrono di questa patologia. Anche un semplice consiglio o supporto morale mi sarebbe di aiuto. Grazie

  2. Franco

    salve mi chiamo franco e ho 19 anni , premetto che in passato ha sofferto di ansia e ipocondria , da un paio di settimane però dopo aver visto un servizio sui malati di sla , ho iniziato ad accusarne i sintomi , mi sentivo le dita intorpidite le braccia e le gambe molli e mi si annebbiava la vista , e sentivo delle fascicolazioni sparse , l intorpidimento mi è passato però ogni mattina al risveglio ho le gambe stanche ,durante il giorno ho anche lievi dolori all’osso sacro ,il pollice della mano sinistra mi sento come se tirasse e faccio continuamente prove per testare la mia forza muscolare , in questo periodo non riesco a pensare ad altro , sono stato anche dal mio medico di base , mi ha fatto una visita neurologica con una serie di test fisici ( mi bloccava gambe o braccia e mi chiedeva di muoverle )e ha detto che non ho nulla però io non riesco a tranquillizarmi perché penso che al buio sia difficile individuare una malattia del genere , secondo voi è il caso di approfondire o devo solo lasciar perdere ?

  3. Anonimo

    Buonasera dottore… sono in cerca di una gravidanza e vorrei sapere se la SLA è in qualche modo collegata alla SMA… sono ossessionata da questa malattia… mio zio è morto di SLA 2 anni fa… lei dice che non centra niente?!?

  4. assunta

    Buonasera dottore un mese fa ho avuto l influenza …e da li mi è rimasto sempre questo catarro che nn riesce ad andare via …e mi capita che quando mangio ho dei momenti che nn riesco a deglutire sto andando in panico ..xche ho paura che ho una malattia ho fatto le ricerche e dai sintomi assomiglia alla Sla. ..mi aiuti x favore che devo fare

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è alcun motivo di pensare alla SLA; valuti con il medico se possa essere utile un fluidificante.

  5. Mario 45 anni

    Dottore sono 2 o tre giorni a questa parte che o notata una debbolezza alla gamba destra piu un intropedimento alla mano sinistra e una debolezza generale che può essere

    1. Mario 45 anni

      Dottore o sempre quei sintomi e in piu mi manca l aria eppure l ossigeno e al 99 percento e mi fa male un po il torace

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Segnali tutto al medico, ma potrebbe essere ansia.

  6. Lorenzo

    Buonasera ho 18 anni
    Tutto e iniziato ad agosto
    Ho inconinciato a sentire dei formicolii e dei piccoli spasmi muscolari alle gambe
    E mi sentivo un fastidio strano mentre camminavo
    Mi si è anche dimezzata la massa muscolare sulle gambe e col passare del tempo ho incominciato a sentirmi scoordinato nel camminare
    Adesso sulle braccia ho notato che la massa muscolare sta diminuendo
    Ho fatto due elettromiografie e sono andato da due neurologhi un fisiatra e un neurogo specializzata in patologie rare e mi hanno sempre ripetuto che non ho niente ma non riesco proprio a stare tranquillo perché non riesco a capire come facciano a dire che non ho niente visto quello che mi sta succedendo
    Lei cosa dice?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso che consigliare di prendere in esame l’idea di affrontare i disturbi da un punto di vista dell’ansia, potrebbe essere la chiave risolutiva.

  7. Lorenzo

    Mi scusi mi ero dimenyicato di scriverle che ho avuto una atrofia sl polpaccio destro
    Ma l’ansia puo causare un atrofia o i sintomi che provo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Quasi tutti i sintomi possono essere spiegati dall’ansia; il medico di base cosa ne pensa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono cinque medici che concordano sulla diagnosi, è davvero importante che accetti il fatto che sia così.

  8. Anonimo

    Buongiorno gentile dottore.
    Mi capita, non sempre, ma spesso, tipo adesso, ieri sera e l altro ieri sera anche, di avvertire una grande pesantezza agli arti, soprattutto alle braccia. Le sento molto pesanti, come se a stento potessi tenere in mano persino un cellulare. Questa è una cosa che mi preoccupa molto. In generale ho altri tipi di problemi che non credo possano essere correlato a ciò. Ho una scoliosi oltre che a livello lombare, anche a livello toracico. Motivo per la quale spesso mi viene male a respirare, si pensa. E questa scoliosi dubito centri con le braccia e gambe così pesanti. Le dicevo che “si pensa” che la mia difficoltà respiratoria sia dovuta ad essa in quanto ho fatto in seguito a stomaco gonfio, con annesso peso, una gastroscopia risultata negativa. Ho eseguito una rx al torace per paura di avere qualcosa ai polmoni, ma anche da qui non è uscito nulla se non la scoliosi. Ho eseguito delle analisi tra cui quelle ormonali dato che ho le ovaia micropolicistoco, e sembrava tutto nella norma, ad eccezione della prolattina che era alta. Ho eseguito anche una visita per la funzione nasale, ed ho solo lievemente il setto nasale destro deviato, ma non si pensa siano legati a questa piccola deviazione, i miei problemi respiratori. Nel frattempo ho provato tante di quelle cose per provare a sgonfiare il mio stomaco e la mia pancia, ma ahimè niente mi aiuta. Carbone vegetale, mylicongas, ma niente. Da poco mi è successo di trovare sulla fece una striscia di sangue rosso vivo; era lì. Non sulla carta igienica, non sull’acqua.. Solo li.
    Le ho detto, IN BREVE, quelli che sono i problemi con la quale vivo ogni santo giorno a soli 22 anni. E giusto per renderle, forse, più facile la situazione da valutare. Ho letto così per caso degli articoli sulla Sla e sono impanicata. Ci tengo a precisare che le braccia pesanti le sentivo già da prima, e che quindi no.. Non mi sono lasciata condizionare dall’ansia. Sono spaventata da impazzire.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La mia sensazione è che molti dei sintomi siano legati all’ansia, ma è sicuramente da verificare con il medico.

    2. Anonimo

      Il mio medico, inutile a dirlo, crede io sia ansiosa. Ma il problema è che non gli ho esposto mai questo problema delle braccia pesanti. E sinceramente adesso sono impossibilitata a raggiungerlo. Sono preoccupata perché non è normale quello che provo, cioè mi viene persino pesante tenere il cellulare in mano. Non credo che sia una cosa che capita a chiunque. Così spesso. :(

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non capita sicuramente a tutti, ma le garantisco che può essere spiegato dall’ansia (lo verifichi comunque con il medico quando sarà possibile).

    4. Anonimo

      Ma il medico cosa può fare per sapere se non è una cosa di natura neurologa? Che è ciò che tempo :(

    5. Anonimo

      Lo so, ma un medico generico non è un neurologo. Quindi, per questo, le dicevo.. Cosa può fare un medico per escludere che il problema sia di natura neurologa? Cioè c’è qualcosa che può fare? Ma eventualmente, se così fosse.. Da cosa potrebbe dipendere questa sensazione di braccia pesanti?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Compito del medico di base è capire quando ci sia bisogno di uno specialista per una corretta diagnosi, mentre è assolutamente in grado di capire quando non ci sia questa necessità.

      Quando ci sono sintomi influenzali se si tratta di un problema comune il medico di base è più che qualificato a seguire il paziente, ma è altrettanto in grado di individuare le situazioni più serie (polmonite, tumore al polmone, …) da inviare al corretto specialista.

  9. robj

    Da 15 giorni soffro di formicolio alla gamba destra
    Premetto che ho fatto delle infiltrazioni mirate all’inguine per un dolore all’andata. Lei gentile dottore cosa ne pensa e che accertamenti dovrei fare? La ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ho capito che tipo di infiltrazioni abbia fatto.

  10. Roberta

    Buongiorno dottore. Non so se si ricorda di me. L’inseminazione non è andata bene esattamente come immaginavo visto lo stress in compenso quella scossa al ginocchio sx mi è passata, poi è migrata a quello dx e poi passata anche lì. Dopo le emg del 2015 e lo Xanax tutto andava per il meglio. Se nonché l’08 marzo all’uscita da lavoro, per strada, nel voltarmi indietro per vedere se arrivava qualcuno, si è piegata male la caviglia dx ed io sono caduta senza mettere le mani, quindi sbattendo spalla, ginocchio, braccia e torcendo il collo. Subito non ci ho pensato poi mi è tornato in mente che la malattia provoca cadute che sembrano dovute a storte ma non lo sono. Da lì il gelo. I dolori nel corpo sono scomparsi tranne il dolore sotto il piede dx. Devo rifare emg? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere no, ma ovviamente la decisione spetta al medico.

    2. Roberta

      La mia dottoressa sostiene di no dipende che le emg sono valide anche in fasi iniziali. Non ho sentito nessun neurologo.

  11. Roberta

    Mi scusi volevo scrivere dicendo e non dipende. Lei mi è sempre di sostegno grazie. Dall’08 non ho fatto altro che provare a camminare sulle punte e sforzare il piede. Che mi fa male ma non da segni di cali di forza. Spero che le tre emg fatte tra il 2014 ed il 2015 siano abbastanza. La dottoressa sostiene che può capitare di cadere senza che sia una malattia neurologica. Grazie molte. Davvero.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Certamente, succede a tutti. Qualche settimana fa mi sono fatto un numero davanti ad un bar… :-(

  12. Anonimo

    Dotte mio padre alla sera e alcune volte anche di giorno avverte dolore alla gamba più o meno altezza sciatica lui fa il giardiniere w a volte a male a sta gamba può essere sintomo di sla?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere semplice sciatalgia, ma raccomando di verificare con il medico.

    2. Anonimo

      Ok dottore lo faremo sicuramente ma quello che vorrei sapere e questo : quelli che hanno sintomi della sla anno dei semplici male agli arti o anno dei dolori che causano problemi a lavoro ecc ?? Cioè inizia da un male alla gamba x esempio o parte subito cn una cosa quasi invalidante? ?? Xk cmq mio padre nonostante questo dolore che non ha sempre lavora cammina tranquillamente e a volte gioca anche a calcetto..

  13. Anoni

    Buonasera dott la mia e curiosità , volevo fare alcune domande , la 1 era sentivo di trapianti all estero sono funzionanti ? La 2′ leggevo su umberto Veronesi la fondazione che. Alcune cause sono sport attivita fisica , fumo alcol , allora io mi domaando i medici consigliano di fare 150 minuti di sport a settimana poi risulta dannoso per la.saluta che provaca la.sla ?la 3 anche. I metalli quali sono u metalli dove si trovano ? Grazie lei e. Gentile

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Tutto ciò che si può fare all’estero è normalmente disponibile anche in Italia.
      2. Mi riporta cortesemente il link cui fa riferimento?

  14. Anoni

    La prima leggevo che sono state trapiantate su 60 70 persone , mi spiace ma.non so come.si fa ad importare , per quando riguarda la seconda leggevo sulla fondazione veronesi che diceva lo sport ,attivate sportive , metalli ma.e.vero ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta di fattori di rischio, non di cause.

      Per quanto riguarda i metalli si intende per esempio l’esposizione professionale, mentre sullo sport non c’è alcun dubbio che sia sempre e comunque vantaggioso praticarlo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, per esempio (non conosco esattamente il lavoro, ma immagino che si usino solventi e sostanze di vario genere), ma ovviamente affinchè ci sia rischio dovrebbero essere ignorate le norme di sicurezza.

    2. Anoni

      Grazie so che si riferisce forse.agli acidi , pero ad esempio chi sta sempre seduto con laa schiena centra con la sclerosi multipla a lungo andare ? Mi ritrovo da 3 giorni che con le maani non riesco a chiudere mi fanno male lee dite , ho pensato al telefono visto che sto sempre su Internet lansera dalle 3 ore. Centra ? Sforzi non ne ho fatti

  15. Anoni

    Gli chiedo l’ultima cosa la ringrazia per la sua gentilezza , per il dolore.neelle dite cosa potrebbe. Essere ce. Lo solo da 3 giorni non ho fatto sforzi potrebbe essere.sclerosi multipla ho 26 anni soffro di cervicale pero

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo di pensare a questa ipotesi, magari solo un piccolo affaticamento.

    2. marco

      salve ho 42 anni ,da tre mesi e iniziato come un formicolio, adesso insensibilità al pollice indice medio della mano destra, difficoltà a scrivere,inserire chiavi nelle serrature , digitare sul telefonino alcuni giorni perdita di controllo dei movimenti mano destra, riduzione forza dal50% al 70% 4 mese iniziano dolori al braccio sinistro sollevavo tranquillamente pesi superiori ai 70 kg adesso faccio fatica a sollevare 15 kg cosa dovrei fare??

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile verificare con il medico, che probabilmente la invierà allo specialista.

  16. Angy

    Buonasera,
    Sono una ragazza di 12 anni, premetto che sono abbastanza ansiosa e ipocondriaca.
    Ieri sera, stavo guardando un programma in TV sulla SLA, e il giorno seguente mi sentivo i seguenti sintomi addosso: Stanchezza, nausea e leggerissime fascicolazioni. (Quest ultime scomparivano quando mi distraevo.)
    Inoltre voglio specificare che spesso mi capita di avere dei TIC facciali, come ad esempio muovere la mascella senza motivo e guardare in alto con gli occhi.
    Questi sintomi possono essere legati solo all’ansia o mi devo preoccupare? E, la SLA può colpire ragazzi della mia età oppure è raro? Grazie in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente solo stress, non preoccuparti, ma ovviamente chiedine conferma al medico.

  17. Mark

    Salve dottore, sono un ragazzo di 14 anni. E’ da circa 5 mesi, da quando il padre di un mio amico è morto di SLA, che ho il terrore di questa malattia. Passo il mio tempo a cercare i sintomi su internet e non riesco a smettere! Stamattina ho cominciato ad avvertire un lieve dolore al braccio destro e alla mano, e ovviamente, da buon ipocondriaco, sono andato a controllare le cause su internet e che cosa mi è uscito??, che i dolori agli arti sono sintomi iniziali della SLA!! :(
    Ci tengo anche a specificare che gran parte del mio tempo lo passo al computer. Tengo le spalle curve e il braccio destro appoggiato al tavolo della scrivania, mentre quello sinistro lo appoggio sulla gamba. Questo può centrare qualcosa? La postura scorretta può causare il dolore al braccio? E inoltre, è possibile che soggetti della mia età possano contrarre questa malattia? Le auguro una buona serata.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Deve assolutamente rivolgersi al medico e parlare con lui di questa paura, rischia davvero di rovinarsi la vita per nulla; spenga il computer, subito, e domani ne parli con il medico, vedrà che l’aiuterà a superare questa fase.

    2. Mark

      La ringrazio per la risposta. Mi ha rassicurato davvero molto. Persino mia madre continua a dire che sono troppo ansioso e mi calma dicendo che malattie così gravi sono più uniche che rare in ragazzi della mia età, ma non ne sono molto sicuro…In ogni caso prenderò al più presto un appuntamento con il mio medico e sono sicurissimo che riuscirò a superare la mia ipocondria. Grazie di nuovo!

  18. Sara

    Buona sera. Mio marito da stamane, senza preavviso, mi dice che sente la lingua che si contrae da sola. La parte destra. Non ha apparentemente altri sintomi. Cercando su internet mi manda sulla SLA. Che ne pensa? Mi devo preoccupare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi perdoni la domanda, sui marito è ansioso di carattere?

    2. Sara

      Assolutamente no. Sono io di norma l’ansiosa :-)
      Una cosa che abbiamo notato è che succede sempre mentre sta mangiando.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente un po’ di stress, una sorta di fascicolazione, ma raccomando di verificare con il medico.

  19. Alessio

    Buongiorno Dottor Cimurro.
    Volevo chiederle una cosa premettendo di sapere che non si tratti di SLA. Sono un ragazzo di 23 anni che gioca 2 volte a settimana a calcetto, non faccio allenamenti di alcun tipo però, e quando arriva la partita diciamo che supero abbastanza quello che è il mio limite fisico dato che corro anche quando sono esausto. Ora però, dopo 2 giorni dall’ultima partita di calcetto, mi è capitato di avere delle fascicolazioni benigne, come delle vibrazioni, al muscolo posto sopra il ginocchio. Cosa può essere secondo lei? Mi sono apparse questa notte e ancora non vanno via. Personalmente non mi sento molto affaticato, potrebbe essere stress?(1 annetto fa mi capitò la stessa cosa, passarono in 1 settimana).
    Grazie e buona giornata!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Stress e stanchezza probabilmente, ma raccomando di verificare con il medico.

    2. Alessio

      Grazie per la risposta dottore, quello che le posso dire è che nel frattempo camminando un pò mi si sono alleviate le fascicolazioni(anzi non le ho avute per una decina di minuti). La ringrazio ancora e le auguro buona giornata!

  20. sof

    Salve, dottore buongiorno mia madre é da molto tempo che soffre di dolori alla gamba sinistra e al braccio sinistra inoltre si sente tirare l indice del piede ed é sempre stanca , solleva pesi con molta fatica,ma é dolorante puo darmi qualche risposta
    Ps. Il nostro medico di base ha sempre sottovalutato la situazione.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma fare ipotesi è purtroppo impossibile; la diagnosi del medico qual è?

    2. sof

      Il medico. Dice depressione. Ma piu volte mia mamma ha riferito che sta male a causa dei dolori.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Un tentativo di curare l’eventuale depressione è stato fatto? Prima di escluderlo sarebbe a mio avviso corretto provare perchè la diagnosi è plausibile.

  21. Maria

    Buonasera dottore .. Ho 18 anni e sto da una settimana con questi dolori e formicolii all interno delle gambe fino alle ginocchia .. Premetto che svolgo un lavoro che sto molto all impiedi .. Cosa potrebbe essere ?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buonasera, i disturbi che lei accusa possono avere diverse cause, sia circolatorie che articolari o muscolari. E’ anche probabile che siano dovuti all’eccessiva posizione eretta che lei mantiene durante la giornata. Spieghi bene i sintomi al suo medico di fiducia in modo tale che, dopo averla visitata, potrà suggerirle se è il caso di fare qualche controllo. Saluti

  22. Filippo

    Salve dottore,
    sono un ragazzo di 30 anni e da un pò di giorni che avverto delle strane sensazioni alle mani tanto da avere la sensazione di non avere forza nel tenere le cose in mano, oltre a sentire dolori alle gambe e delle vibrazioni interne sia alle gambe che alle braccia.
    Soffro d’ansia ma temo che questi sintomi possono essere riconducibili ad altro.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ansia è sicuramente una spiegazione plausibile, ma raccomando di verificare con il medico.

  23. Anonimo

    Salve.Dottore ho 25’anni da circa un mese che ho senso di stanchezza nelle gambe tutte e due esattamente dietro le ginocchia in piu tipo quando chiudo le mani averto dolore nelle dite ? Secondo laa sua esperienza cosa potrebbe essere ?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, sono sintomi troppo aspecifici per ipotizzare una diagnosi, se questi sintomi persistono o ne sopraggiungono altri consulti il suo medico per valutare degli approfondimenti.

    2. Anonimo

      Potrebbe essere tipo stress , oppure che sto mangiando poco , forse pure perche lavo la testa sempre con axqua fredda?

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, certo, lo stress e una dieta squilibrata può comportare disturbi aspecifici quali quelli da lei elencati. Cerchi di trovare un equilibrio, del tempo per lei e di mangiare con regolarità e in modo sano. Se poi i sintomi non dovessero migliorare deve andare dal suo medico di fiducia per valutare se è il caso di fare qualche indagine. Saluti

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.