I sintomi del diabete: scopri se sei diabetico

Ultimo Aggiornamento: 969 giorni

Link sponsorizzati

I sintomi iniziali della malattia dipendono innanzi tutto dal tipo di diabete: nel caso di diabete di tipo 1 si assiste di norma a:

  • un esordio improvviso,
  • spesso associato a febbre,
  • poliuria (aumentata quantità di urine),
  • polidipsia (sete),
  • astenia (sensazione di stanchezza),
  • perdita di peso,
  • secchezza cutanea (pelle secca),
  • perdita di peso inspiegabile,
  • maggiore sensibilità alle infezioni.

Ultimamente vai sempre più spessi in bagno a fare pipì? Questo potrebbe succedere perchè l’eccessiva quantità di zuccheri nel sangue non consente ai reni di lavorare in condizioni ottimali, costringendoli ad eliminare un’aumentata quantità di liquidi per diluire sufficientemente lo zucchero presente. La poliuria viene diagnosticata quando la produzione giornaliera di urina supera i 2 litri al giorno.

Se ti senti come se non riuscissi a bere a sufficienza e questo ti porta ad assumere quantità eccessive di liquidi potrebbe essere un sintomo di diabete: questo è una diretta conseguenza dell’aumentata produzione di urine: se espelli più pipì l’organismo invia segnali di sete per non disidratarsi.

Normalmente gli zuccheri assunti con la dieta, una volta assorbiti, vengono trasportati dal sangue in tutti i distretti dell’organismo dove le cellule sono in grado di prelevarlo grazie all’insulina; se questa sostanza non è prodotta in quantità sufficiente o le cellule diventano insensibili alla sua presenza, l’energia prodotta dagli zuccheri non è più disponibile e il corpo si affatica, manifestando stanchezza e debolezza muscolare.

Esistono poi altre manifestazioni del diabete, che intervengono però solo sul medio lungo periodo: neuropatie, visione offuscata, …

In caso di diabete tipo 2 i sintomi sono meno evidenti, al punto da non consentire una diagnosi rapida e certa: si ha quindi un alto valore di glicemia, ma senza i sintomi caratteristici del diabete di tipo 1.

E’ chiaramente indispensabile, per la diagnosi, rilevare un alto valore di glicemia, ossia la quantità di zucchero nel sangue, sintomo imprescindibile di diabete. E’ possibile conoscere questo valore con un esame del sangue, sia esso fatto in ospedale o presso diverse farmacie che offrono questo servizio.

Hai il diabete?

Per una corretta e sicura diagnosi di diabete basta che si rilevi una sola delle seguenti condizioni:

  • Sintomi di diabete (aumentate urine, sete, perdita di peso inspiegabile) in presenza di un valore di glicemia misurata in un momento qualunque della giornata superiore a 200 mg/dl.
  • Glicemia a digiuno superiore a 126 mg/dl, per digiuno s’intende la assoluta mancata assunzione di cibo da almeno 8 ore.
  • Glicemia maggiore o uguale a 200 mg/dl durante una curva da carico; questo test lo si effettua di norma in ospedale, somministrando una quantità nota e definita di zuccheri e rilevando in seguito come cambia il valore misurato.

Esistono infine alcune situazioni in cui, pur non superando i valori indicati di glicemia, si parla di intolleranza glucidica:

  • Glicemia a digiuno tra 100 e 125 mg/dl
  • Glicemia durante una curva di carico tra 140 e 200 mg/dl

Molto spesso queste condizioni si registrano in presenza di altre condizioni patologiche come sovrappeso, dislipidemia (semplificando, colesterolo e/o grassi in eccesso nel sangue), ipertensione (ossia pressione alta).


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Marta

    Buonasera dottore…sono alla 23esima settimana di gravidanza ,ho fatto la curva da carico da 75ml …ho solo il valore a digiuno per ora che è’ di 83,volevo chiederle il fatto di nn aver riscontrato nulla di anomalo durante l attesa delle due ore (giramenti nausee ecc..)a parte i primi minuti un po’ di tremore dovuto alla mia agitazione…può’essere un buon segno e farmi sperare l esclusione da diabete gestazionale…poi in quanto tempo il corpo smaltisce la sostanza ingerita?..quante calorie ha?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In realtà il fatto di non aver manifestato sintomi non significa nulla ai fini dell’esito.
      Gli effetti vengono smaltiti in qualche ora.
      Dovrebbero essere 75 g * 3.8 kcal/g = 285 kcal.

    2. Anonimo

      La ringrazio lei è’ davvero molto gentile e disponibile .. ! Che ne pensa del valore a digiuno di 83?ho 39 anni

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo.

      P.S.: Però adesso vado a dormire… ;-) In caso di altri dubbi, nel mio piccolo, rimango a disposizione da domani.

    4. Anonimo

      Grazie dottore..domani ritirerò’ l esito ..incrocio le dita.. La terrò’ aggiornato.. Buona giornata:)

    1. Anonimo

      Si esatto anzi li ho riletti ora ho fatto la curva da 75 sono esattamente così digiuno75 …dopo un ora 118 dopo 2ore 78

    2. Claudio

      Sappiamo che il diabete, particolarmente la forma di tipo 1, ha spesso delle componenti ereditarie. Una riflessione sugli studî in materia: sappiamo (da studî di genetica mirati) che un figlio su cinque in italia (almeno il 18%) non è del padre (inteso come marito o come compagno ufficiale della madre), ma di altra persona d.n.d.d. (cognati, amici di famiglia, parenti della madre, ecc.). Questo invita a riflettere come in maniera statisticamente altamente significativa (>95%) gli studî sull’ereditarietà del diabete e di tante altre malattie siano inficiati dalle abitudini sessuali anzidette. Si mediti sulla questione. Buona giornata a tutti.

    3. Claudio

      Pensi quel che vuole, non si tratta di questioni di stampa ma di realtà tangibili. Buona serata.

    4. Amos

      Ha ragione da vendere ,Signor Claudio. Mi occupo di biologia molecolare, e Le garantisco che effettivamente l’effetto “Mater semper certa, sed pater….” è una delle principali cause di errore nei test sull’ereditarietà.

    5. giogio

      sono una sig di 54 anni ipertesa sono molto ansiosa ora ancora di piu da quando la mia glicemia fa sherzi ho alti e bassi ci sononn mangio niente di dolce settimane che sto tra gli 80/120 poi giorni che arrivo anche a 170 ma dopo un ora a 130

  2. daria

    salve dogttore,praticamente è da un po che tendo a mangiare cose dolci ed ho notato che sento in bocca uno strano odore,lavo i denti continuamente e adesso ancora di più,mi chiedo ma se dovessi avere la glicemia alta ciò comporta l’alito pesante?purtroppo mi sento a disagio,tutti i giorni dovrei mangiare qualcosa per allontanare questo odore ed alcune volte nonostante mangi qualcosa sento sempre questo cattivo odore. mi sono rivolta al mio medico è mi ha prescritto esomeprazolo perché sostiene che sia reflusso però dopo 30 giorni di questa cura i bruciori che comunque avvertivo alla bocca dello stomaco sono scomparsi ma il cattivo odore no .cosa ne pensa?adesso sono più ansiosa che mai.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che si tratti di diabete; la percezione di alito cattivo è solo sua o confermata da chi le sta accanto?

  3. daria

    grazie dottore,cmq chi mi sta accanto non dice niente però io lo sento anche solo inspirando col naso,poi sono stata anche dal dentista pensando qualche carie ma niente di ciò,poi non assumo alcun farmaco eccetto quando ho l’influenza,mi sa che sto diventando un pò paranoica. grazie nuovamente per una sua eventuale risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La sua sensazione non basta, è indispensabile sapere se il problema sia reale o suggestione; se reale il dentista è il primo medico a cui parlarne, se in bocca non ci sono più problemi il passaggio successivo è l’otorino.

  4. daria

    buon giorno dott.Cimurro in effetti andrò dall’otorino a questo non avevo pensato perché è nel naso che sento maggiormente questo odore,chissà ma da cosa può dipendere?adesso sono molto curiosa,grazie comunque.

  5. Vincenzo

    buonasera dottore!
    sono un ragazzo di 26 anni, dal peso che oscilla tra 90 e 85 kg(mi peso almeno una volta al mese), faccio una vita molto sedentaria(anche a causa di lavoro) e sul corpo(in particolare le gambe) mi nascono spesso foruncoli è spesse volte avverto stanchezza, non eccessiva ma l’avverto comunque….specialmente dopo cena, mi arriva come un’improvviso attacco di sonno che non so spiegarmi bene il motivo! in famiglia da parte materna sarebbe ereditario……per lei quel che ho scritto possono essere sintomi del diabete? grazie!

    1. Vincenzo

      quindi anche la crescita di foruncoli non è sintomo di Diabete? un amico mi riferi’ che il suo medico gli disse che tra i probabili sintomi ci fossero pure le nascite dei foruncoli con pus che con l’obesità…

    2. Vincenzo

      me lo sapreste dire quali dottore? perchè per me potrebbe essere ereditario in futuro….

  6. Vincenzo

    ah si!
    di queste soffre di pelle secca, sensazione di stanchezza…perdita di peso non direi però!
    la ringrazio dottore! mi ha tranquillizzato!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ok, sottolineo solo che in genere la perdita di peso è associata soprattutto al diabete di tipo 1, mentre lei è a rischio di tipo 2, quindi questo aspetto lo dimentichi.

    2. Vincenzo

      nella mia famiglia ci sono casi solo del diabete di tipo 2….
      per poterlo evitare…cosa occorerebbe fare secondo lei? ok l’esercizio fisico ma servirebbe altro? aggiungo che non mangio alcun tipo di dolci…se non in casi eccezionali, altrimenti ne faccio sempre a meno!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Esercizio fisico e dieta finalizzata al raggiungimento del peso forma, bene evitare i dolci, ma i grassi animali sono altrettanto pericolosi (ed i grassi trans ancora di più) come fattore di rischio per il diabete.

      Per farsi un’idea di quello che dovrebbe essere una dieta corretta può leggere questo ebook http://www.farmacoecura.it/alimentazione/

  7. ellison

    Il mio compagno ha la glicemia alta, anche a digiuno 170 e siffre anche di pressione alta. Ultimamente perde sangue dal naso. Delle vere e proprie emorragie Io sono preocupatissima ma lui non vuol sentire nulla. In questa situazione che cosa sta rischiando? Cosa può succedere?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Rischia la vita, rischia la cecità, rischia l’impotenza, rischia di ritrovarsi obbligato a fare insulina quando adesso basterebbe un intervento molto più blando, rischia un ictus con possibili conseguenze motorie, … Tutto questo potrebbe capitare magari fra un anno o magari fra dieci, ma la strada è questa.

    2. ellison

      Che intende per cura blanda? come posso fare per convincerlo a curarsi? …lei cosa mi consiglia? …mi creda sono preoccupatissima…

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Per “blanda” intendo che al momento probabilmente non servirebbero iniezioni di insulina, ma pastiglie e stile di vita.

      Purtroppo non è semplice convincerlo, potrebbe servire farlo parlare con un diabetico insulino dipendente, che possa testimoniare in prima persona i problemi insorti.

  8. G

    Salve dottore,
    è da un po’ di mesi che è insorto un senso di sete ininterrotto e ne ho percepito il cambiamento. Inoltre soffro di ovaio micropolicistico e so che potrebbe causare il diabete. Per quanto riguarda la stanchezza è un sintomo che ho sempre avuto perchè ho la sindrome di Gilbert, ma ripeto che il sintomo che mi ha insospettito è stato quello della sete continua (da tempo mi chiedevo come mai). Dovrei fare la curva glicemica secondo lei?

    1. G

      almeno due litri al giorno, prima di questo cambiamento dovevo sforzarmi per bere un quantità giusta di acqua giornaliera

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      In tutta onestà non credo che sia diabete, ma può essere comunque opportuno valutare (ma per ora mi limiterei ad una misurazione spot a digiuno); senta in ogni caso anche il parere del medico.

  9. rocky

    Buonasera dottore oggi pomeriggio per curiosità ho visto mio suocero diabetico da 40anni circa fare il test della glicemia e per. Curiosità a l’abbiamo fatto io e mia moglie a lei é uscito 93 mentre a me 121 erano le ore 18 00 devo preoccuparmi?fare altri esami?

  10. antonio

    buon giorno dott. sono un paziente con problemi di clicemia
    alta, attualmente in cura con metformina da un po di tempo ho un fastidioso prurito sotto la pianta del piede dx è da associare a questo scompeso, preciso che l’emoglobina glicosilata 3 mesi fè era al 6.7%
    potrebbe essere aumentata per darmi questo fastidio?

    1. Anonimo

      dipende da quello che mangio ,giorni 170 altri 130 dipende forse ci sono dei picchi dopo pasto ma poi rientra faccio molta attività fisica
      non saprei

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, per prima cosa mi sforzerei di seguire una dieta per mantenerla a livelli accettabili, è probabile che il disturbo sparisca.

    3. antonio

      la ringrazio la mia intenzione è quella di iniziare una dieta e seguirò il suo consiglio grazie ancora

  11. luca

    Salve dottore , le chiedo cortesemente un suo parere.Sono un uomo di 42 anni e da un Po di tempo soffro momenti di sbalzi di umore , alle gambe ho pelle secca e bevo poco, faccio spesso pipì, e ho il
    cuoio capelluto molto secca con forfora. Spesso divento come se fossi agitato e a volte ho necessita di fare un profondo respiro per stare meglio.Da premettere , che circa 6mesi fa’ sono stato 2volte consecutivi in ospedale per problemi di ipertensione con tachicardia problemi di respirazione e attacchi di panico.(le analisi risultavano perfette solo la valore riguardante il bere era inferiore) Adesso sto meglio e il valore di ipertensione si e regolarizzara, ma percepisco avvolte sensazione come quello che le ho descritto sopra..grazie dott . Per la sua disponibilità.

    1. ale

      Sono propio sfortunato mi e stato certificato da 2 giorni e sono gia con l insulina.. grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Comprendo il suo stato d’animo, ma le raccomando di attenersi scrupolosamente alle indicazioni per imparare a gestire correttamente la glicemia.

  12. vittorio

    Salve dott volevo dirle bere sempre succhi di frutta fa aumentare il rischio di diabete ¿

  13. Marco

    Buonasera dottor Cimurro, se mangio la cioccolata ogni 3 giorni e ogni tanto qualche maritozzo rischio il diabete ? La ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il consumo di dolci è solo uno dei tanti fattori, in un contesto di vita sano non è un grosso problema.

  14. luca

    salve questa sera dopo cena solo a scopo informativo dato che in casa mia madre ha il diabete ho provato a misurarmi la glicemia pingendomi il dito…ne è uscito un valore di 290 che sia il caso di presentarmi al centro diabetico? grazie

  15. ale

    Salve dottore sono una ragazza di 20 anni mia madre ha il diabete e io in degli analisi di controllo ho notato la glicemia a 103 a digiuno di mattina l’ho poi misurata di sera con una macchinetta dopo venti minuti circa aver mangiat ed e’ uscito a 194 devo preoccuparmi??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Utile qualche approfondimento con l’aiuto del medico.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un caso, ma data la famigliarità va verificato ed approfondito.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.