I sintomi del diabete: scopri se sei diabetico

Ultimo Aggiornamento: 47 giorni

I sintomi iniziali della malattia dipendono innanzi tutto dal tipo di diabete: nel caso di diabete di tipo 1 si assiste di norma a:

  • un esordio improvviso,
  • spesso associato a febbre,
  • poliuria (aumentata quantità di urine),
  • polidipsia (sete),
  • astenia (sensazione di stanchezza),
  • perdita di peso,
  • secchezza cutanea (pelle secca),
  • perdita di peso inspiegabile,
  • maggiore sensibilità alle infezioni.

Ultimamente vai sempre più spessi in bagno a fare pipì? Questo potrebbe succedere perchè l’eccessiva quantità di zuccheri nel sangue non consente ai reni di lavorare in condizioni ottimali, costringendoli ad eliminare un’aumentata quantità di liquidi per diluire sufficientemente lo zucchero presente. La poliuria viene diagnosticata quando la produzione giornaliera di urina supera i 2 litri al giorno.

Se ti senti come se non riuscissi a bere a sufficienza e questo ti porta ad assumere quantità eccessive di liquidi potrebbe essere un sintomo di diabete: questo è una diretta conseguenza dell’aumentata produzione di urine: se espelli più pipì l’organismo invia segnali di sete per non disidratarsi.

Normalmente gli zuccheri assunti con la dieta, una volta assorbiti, vengono trasportati dal sangue in tutti i distretti dell’organismo dove le cellule sono in grado di prelevarlo grazie all’insulina; se questa sostanza non è prodotta in quantità sufficiente o le cellule diventano insensibili alla sua presenza, l’energia prodotta dagli zuccheri non è più disponibile e il corpo si affatica, manifestando stanchezza e debolezza muscolare.

Esistono poi altre manifestazioni del diabete, che intervengono però solo sul medio lungo periodo: neuropatie, visione offuscata, …

In caso di diabete tipo 2 i sintomi sono meno evidenti, al punto da non consentire una diagnosi rapida e certa: si ha quindi un alto valore di glicemia, ma senza i sintomi caratteristici del diabete di tipo 1.

E’ chiaramente indispensabile, per la diagnosi, rilevare un alto valore di glicemia, ossia la quantità di zucchero nel sangue, sintomo imprescindibile di diabete. E’ possibile conoscere questo valore con un esame del sangue, sia esso fatto in ospedale o presso diverse farmacie che offrono questo servizio.

Hai il diabete?

Per una corretta e sicura diagnosi di diabete basta che si rilevi una sola delle seguenti condizioni, in almeno due occasioni:

  • Sintomi di diabete (aumentate urine, sete, perdita di peso inspiegabile) in presenza di un valore di glicemia misurata in un momento qualunque della giornata superiore a 200 mg/dl.
  • Glicemia a digiuno superiore a 126 mg/dl, per digiuno s’intende la assoluta mancata assunzione di cibo da almeno 8 ore.
  • Glicemia maggiore o uguale a 200 mg/dl durante una curva da carico; questo test lo si effettua di norma in ospedale, somministrando una quantità nota e definita di zuccheri e rilevando in seguito come cambia il valore misurato.
  • Emoglobina glicata uguale o superiore a 6.5%

Esistono infine alcune situazioni in cui, pur non superando i valori indicati di glicemia, si parla di intolleranza glucidica:

  • Glicemia a digiuno tra 100 e 125 mg/dl
  • Glicemia durante una curva di carico tra 140 e 200 mg/dl
  • Emoglobina glicata compresa tra 6.0 e 6.4.

Molto spesso queste condizioni si registrano in presenza di altre condizioni patologiche come sovrappeso, dislipidemia (semplificando, colesterolo e/o grassi in eccesso nel sangue), ipertensione (ossia pressione alta).

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Mara

    Due giorni fa ho avvertito una bucatura proprio come spilli ai diti centrali dei piedi,stamani mi sono accorta che propio quei diti sono diventati un po scuri come averli battuti avendo formato dei lievi lividi, non avverto nessun dolore. Dott. mi scuso per il disturbo ma non riesco ad esprimermi meglio. Se può autarmi ì…….ringrazio vivamente. Mara

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ci sono stati traumi? Scarpe troppo piccole? Qualcosa che è caduto sul piede?

  2. uccellara

    Mi sono apparse delle macchie rosso scuro di forma rotonda, interno coscia e scroto una corrispondente all’altra,mi sa dire di cosa può trattarsi. Grazie per la sua risposta.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere una micosi, non la trascuri e si rivolga al medico.

    2. Anonimo

      Dottore mi scusi e da diversi giorni che ho la zona prericulare secca e gonfia e arrugata ho 39 anni cosa può essere mi risonds per favore

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Dovrebbe farsi valutare dal medico, senza vedere non saprei di cosa possa trattarsi.

  3. Anonimo

    Buonasera e scusate la tarda ora,
    la mia domanda è la seguente: il sintomo della sete va in base alla quantità (se si quanti litri di acqua sono considerati come sintomo) o la frequenza con cui la sete si manifesta?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’intensità della sete è in genere proporzionale all’entità dello stato di disidratazione dell’organismo.

  4. Pepi

    Buongiorno, io è da qualche settimane, che ho un fastidio al prepuzio, esattamente la via urinale, vado in bagno regolarmente, ma il fastidio mi da preoccupazioni, e ha volte la notte mi sveglio per il fastidio sapete darmi qualche risposta? Grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Probabilmente c’è un’infiammazione, forse un’infezione, dovrebbe farsi visitare dal medico, eventualmente dall’urologo per avere una diagnosi circostanziata.

  5. Beppe

    Salve, all’inizio di questo mese, avendo fatto una cena piuttosto ricca di dolci e dessert, ho deciso subito dopo di misurare la glicemia per vedere come ero messo. La prima volta mi da 141 mg. Incredulo per il risultato la rimisuro nemmeno 10 secondi dopo per ottenere questa volta 91 mg. La prima misurazione è stata fatta subito dopo aver cenato. Adesso mi chiedo se ci sono i presupposti per considerare che io possa essere affetto da diabete? Ho 31 anni e sono in sovrappeso.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se a distanza di 10 secondi ha rilevato una differenza così elevata è probabile che uno dei due sia un risultato errato, in ogni caso anche il 141 è un valore tutto sommato accettabile.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      È normale, il sangue si concentra a livello gastrointestinale, dove serve, e si può avere sensazione di freddo.

  6. diamante

    Buonasera io ho mia madre che soffre di diabete insulinodipendente,dopo la mia gravidanza gemellare ho dei problemi con le gambe da tre mesi circa urino tantissimo,avverto molti malesseri interiori,ho un allergia al glutine non lo mangio da quasi un anno,ho 31 anni potrei avere il diabete grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, ha una familiarità positiva per cui conviene fare i test specifici per escluderlo. saluti

    2. Anonimo

      Buonassera,ho 24 anni e da 3 mesi che ho partorito.durante la gravidanza avevo spesso episodi di tremori stanchezza confuzione,tacchicardia.submit dopo il parto la tacchicardia ce l’avevo spesso non riuscivo a stare in piedi avevo la senzazione di svenire.adesso e da 3 setimane che gli sintomi pegiorano.ho anche le vertigini e un beaccio mi sembra di moverlo con fatica.2 giorni fa ho misuratto la glicemia a digiuno era 40.ho un rene e questi giorni ho la sensazione di andare spesso in bagno.sto allatando la bambina non so se la glicemia e bassa per quello.grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. La glicemia è stata misurata in laboratorio? Il ginecologo come spiegava i sintomi durante la gravidanza?
      2. Sollecitare non serve, rispondiamo comunque appena ci è possibile.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

Ho preso atto del Disclaimer e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy