Setto nasale deviato: operazione, cause e conseguenze

Ultimo Aggiornamento: 2022 giorni

Introduzione

Setto nasale deviato

Setto nasale deviato (http://www.flickr.com/photos/mandyandjeffg/2666015255/sizes/s/in/photostream/)

La sinusite cronica può essere causata dalla forma della cavità nasale; il setto nasale è la parete che divide la cavità nasale in due narici, è composto da uno scheletro centrale di supporto coperto su entrambi i lati da una membrana mucosa. La parte frontale del setto nasale è una struttura semirigida costituita perlopiù da cartilagine e coperta da pelle ben irrorata dai vasi sanguigni. Il setto nasale ideale divide il naso esattamente a metà, separando il naso in due narici di uguali dimensioni.

Cause

La deviazione del setto nasale normalmente è una conseguenza di un trauma al naso.

Sintomi

Si stima che fino all’80 per cento circa dei setti nasali non sia centrato, ma questo disturbo di solito passa inosservato; il setto nasale deviato è la situazione in cui il setto non si trova esattamente a metà del naso.

Il sintomo più frequente del setto nasale molto deviato o storto è la difficoltà a respirare dal naso; i sintomi normalmente sono peggiori in una narice e a volte si verificano solo dal lato opposto rispetto alla deviazione.

In alcuni casi il setto nasale deviato può interferire con il drenaggio dei seni nasali, provocando infezioni ripetute.

Pericoli

Il setto nasale deviato può causare uno o più dei problemi seguenti:

  • ostruzione di una o di entrambe le narici,
  • congestione nasale, a volte solo da un lato,
  • sanguinamento nasale frequente,
  • infezioni frequenti dei seni nasali,
  • dolore al volto, mal di testa o catarro retronasale sporadici,
  • russamento (nei neonati e nei bambini piccoli).

In alcuni casi il paziente con setto nasale lievemente deviato avverte i sintomi solo durante un “raffreddore” (infezione delle vie aeree superiori). In questo caso, l’infezione respiratoria provoca un’infiammazione nasale che amplifica temporaneamente i lievi problemi respiratori connessi alla deviazione del setto nasale.

Una volta che il raffreddore “guarisce” e l’infiammazione nasale scompare, spesso si risolvono anche i sintomi causati dalla deviazione del setto nasale.

Diagnosi

I pazienti affetti da sinusite cronica spesso soffrono di congestione nasale e, in molti casi, di deviazione del setto nasale. Tuttavia, per chi soffre di questo disturbo debilitante, l’ostruzione nasale può avere anche altre cause: il problema può essere provocato da

  • una deviazione del setto nasale,
  • un edema reattivo (gonfiore) che colpisce le zone infette,
  • problemi allergici,
  • ipertrofia (aumento delle dimensioni) delle mucose,
  • altre malformazioni,
  • da una combinazione di questi fattori.

Un otorinolaringoiatra esperto è in grado di diagnosticare la causa della sinusite cronica e dell’ostruzione nasale.

La prima visita

Dopo che avrete descritto i sintomi, il vostro medico di famiglia o lo specialista vi chiederanno se in passato avete riportato gravi traumi nasali o se vi siete sottoposti a interventi chirurgici al naso. Il medico, poi, esaminerà l’aspetto generale del naso con particolare attenzione alla posizione del setto nasale: per esaminare l’interno delle narici saranno usati una lampada e uno speculum nasale (uno strumento che dilata delicatamente le narici).

Se la deviazione del setto nasale provoca sanguinamenti o sinusiti ricorrenti vi potrà essere consigliato l’intervento chirurgico, mentre in alcuni casi, potranno essere necessari ulteriori esami.

Cura e terapia

La settoplastica è un intervento chirurgico eseguito interamente attraverso le narici, in modo tale da non provocare cicatrici o segni visibili sul volto. L’intervento può essere accompagnato dalla rinoplastica, in questo caso l’aspetto del naso cambierà e ci saranno cicatrici e gonfiori evidenti sul viso. La settoplastica può anche essere accompagnata dall’intervento ai seni nasali.

L’intervento ha una durata media di un’ora, un’ora e mezza, a seconda dell’entità della deviazione. Può essere eseguito in anestesia locale o totale, di solito in regime di day hospital. Dopo l’intervento vi verranno inseriti dei tamponi nel naso per prevenire l’emorragia postoperatoria.

Durante l’intervento, le parti del setto nasale molto deviate possono essere rimosse completamente, oppure possono essere corrette e reinserite nel naso.

Se la deviazione del setto nasale è l’unica causa della sinusite cronica, riuscirete a guarire completamente da questo disturbo grave e fastidioso.

La settoplastica è la terapia chirurgica d’elezione per correggere il setto nasale deviato. Quest’intervento, di solito, non può essere eseguito né sui bambini né sugli adolescenti, perché il setto nasale cartilagineo continua a crescere fino a 18 anni circa.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Giorgio

    Salve il dottore mi a detto che o una faringite cronica per il fatto che respiro con il naso e filtrano tutti i batteri li ma la faringite passa facendo l operazione o in generale si annienta ? Aveva 5 mesi che non potevano trovare il problema è lo avuta per 5 mesi ora mi danno il giason antibiotico e spray nasale un altra cosa ma i tamponi nel naso dopo l operazione quanto durano ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, migliorando la respirazione nasale dovrebbe risolvere anche i problemi in gola.
      I tamponi verranno rimossi dopo pochi giorni.

  2. Giada Sagaci

    Salve, devo fare a breve un intervento al naso e ho fatto uso di cocaina quest’anno 3 4 volte (ogni 3-4 mesi). Voglio sapere se durante l intervento il dottore si accorge dell’ uso e se si, può dirlo ai miei genitori se sono maggiorenne?

    1. Giada Sagaci

      l’ultimo uso di quella sostanza l’ho fatto un mese fa. Sono preoccupata, devo operarmi al naso d’urgenza a causa di una deviazione del setto procuratami per lo sport. Per favore datemi una risposta.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile che possa emergere, in ogni caso se maggiorenne ritengo che eventuali dubbi sarebbero coperti dal segreto professionale cui è tenuto il medico verso il paziente.

    3. Anonimo

      grazie per la sua risposta. Non dico solo dalle analisi cmq… dico proprio nell’intervento è improbabile che se ne accorga anche se ne ho praticamente fatto uso per un anno?

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, la cocaina rende la mucosa sottile e secca, l’effetto è però molto simile all’uso di decongestionanti nasali spray, per cui non credo che il chirurgo possa pensare come prima cosa all’uso di cocaina, sempre che la sua mucosa abbia delle alterazioni di questo genere.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.