I sintomi della sclerosi multipla

Ultimo Aggiornamento: 1806 giorni

Link sponsorizzati

http://it.wikipedia.org/wiki/File:SNC21.gif

http://it.wikipedia.org/wiki/File:SNC21.gif

I sintomi della sclerosi multipla possono essere di lieve entità oppure gravi, di lunga o di breve durata, e possono manifestarsi in diverse combinazioni a seconda della zona del sistema nervoso che viene coinvolta. La remissione totale o parziale dei sintomi, soprattutto nei primi stadi della malattia, si verifica nel 70 per cento circa dei malati di sclerosi multipla.

La malattia

La sclerosi multipla è una malattia infiammatoria cronica che colpisce cervello e midollo spinale, ossia il sistema nervoso centrale.

E’ caratterizzata da una progressiva degenerazione della mielina, una sostanza grassa che riveste le fibre nervose permettendo il transito dei segnali dal sistema nervoso centrale agli organi ed ai muscoli del corpo.

Una trasmissione bloccata o fortemente rallentata si manifesta quindi come sintomo della malattia a livello del bersaglio del segnale: se per esempio ad essere interessata è la mielina del nervo ottico a risentirne sarà la vista.

La zona in cui la mielina è stata danneggiata o distrutta viene definita placca, nel tempo una placca diventa più dura a causa della formazione di tessuto cicatriziale: ecco quindi che il nome della malattia deriva da una sclerosi (sono presenti cicatrici) multipla (in molte zone).

I sintomi

Poiché a seconda della zona colpita i sintomi della sclerosi multipla sono diversi, è difficile indicare un decorso di massima: è una malattia non prevedibile, diversa da un soggetto all’altro ed anche per lo stesso paziente i sintomi possono cambiare da un attacco all’altro.

I sintomi elencati di seguito non si manifestano mai tutti, ma possono comparire e sparire a seconda della zona colpita.

L’esordio è in genere immediato, nel giro di minuti o poche ore, tuttavia in una minoranza di casi la comparsa si protrae fino a sei mesi.

I primi sintomi della sclerosi multipla spesso sono:

  • la visione offuscata o doppia,
  • la distorsione del colore rosso-verde,
  • cecità da un occhio solo,
  • debolezza muscolare di uno o più arti,
  • difficoltà di coordinazione e di equilibrio.

Questi sintomi possono essere così gravi da impedire di camminare o addirittura di stare normalmente in piedi, nei casi più gravi la sclerosi multipla può causare la paralisi parziale o totale. Sono comuni anche la spasticità (l’aumento involontario del tono muscolare che causa rigidità e spasmi) e l’affaticamento. L’affaticamento può essere scatenato dallo sforzo e può migliorare con il riposo, oppure può assumere le sembianze di una stanchezza costante e persistente.

La maggior parte delle persone affette da sclerosi multipla presenta anche parestesie, ovvero manifestazioni sensoriali transitorie e anomale, come l’intorpidimento, sensazione di punture di spillo o formicolii; di rado alcune persone possono anche provare dolore. A volte si verifica una perdita di sensibilità. Altri sintomi lamentati di frequente sono: disturbi del linguaggio, tremori e vertigini. In alcuni casi, le persone affette da sclerosi multipla possono anche perdere i capelli.

Circa la metà dei malati presenta deficit cognitivi come difficoltà di concentrazione, di attenzione, di memoria e mancanza di giudizio, ma questi sintomi spesso sono di lieve entità e vengono di norma tollerati. I malati potrebbero non essere consapevoli dei loro deficit cognitivi, spesso è un membro della famiglia oppure un amico che nota per primo il problema. Questi problemi di solito sono di lieve entità e raramente si dimostrano invalidanti; le capacità intellettive e linguistiche di solito non vengono compromesse.

Difficoltà cognitive si verificano quando le lesioni si sviluppano in aree del cervello responsabili dell’elaborazione dell’informazione, questi deficit tendono a diventare più evidenti quando l’informazione da elaborare diventa più complessa. Anche la fatica può andarsi a sommare alle difficoltà di elaborazione.

I ricercatori non hanno ancora scoperto se le alterazioni cognitive causate dalla sclerosi multipla rispecchiano problemi nell’acquisizione o nel recupero delle informazioni, oppure una combinazione di entrambi questi fattori.

I problemi legati alla memoria possono essere invece diversi a seconda del quadro clinico del paziente (malattia recidivante, in remissione, al primo stadio, progressiva, …), ma non sembra esserci nessuna correlazione diretta tra la durata della malattia e la gravità delle disfunzioni cognitive.

La depressione, che non è collegata ai problemi cognitivi, è un’altra caratteristica frequente della sclerosi multipla, inoltre circa il 10 per cento dei pazienti soffre di disturbi psicotici più gravi, come sindrome maniaco-depressiva e paranoia.

Il 5 per cento può essere soggetto a episodi di euforia e disperazione immotivate (cioè non collegate allo stato emotivo reale del paziente), globalmente noti come incontinenza emotiva. Si pensa che questa sindrome sia dovuta alla demielinizzazione del tronco encefalico, l’area del cervello che controlla le espressioni facciali e le emozioni: di solito si registra solo nei casi più gravi.

Con il progredire della malattia, le disfunzioni sessuali potrebbero diventare un problema ed è anche possibile che si perda il controllo degli intestini e della vescica.

Nel 60 per cento circa dei malati di sclerosi multipla il caldo, sia esso ambientale o dovuto all’esercizio fisico, può causare il peggioramento temporaneo di molti sintomi della malattia: in questo caso eliminando la causa del caldo si elimina anche il problema. Alcuni pazienti più sensibili alle temperature alte trovano sollievo temporaneo ai loro sintomi facendo un bagno freddo e, per lo stesso motivo, il nuoto spesso rappresenta una buona opportunità di esercizio fisico per le persone affette da sclerosi multipla.

I sintomi intermittenti della sclerosi multipla possono influenzare l’intero nucleo famigliare, perché i malati possono perdere la capacità di lavorare e nel frattempo trovarsi ad affrontare spese mediche ingenti e spese aggiuntive per l’assistenza in casa e le modifiche all’abitazione e ai veicoli. L’esaurimento emotivo del malato e della famiglia è incalcolabile, i gruppi di aiuto e il la terapia psicologica possono aiutare i malati, le loro famiglie e gli amici a trovare modi efficaci per affrontare i molti problemi che la malattia può causare.

Ricordiamo infine il segno di Lhermitte, costituito da una sensazione di scossa elettrica che percorre la colonna vertebrale e gli arti inferiori in seguito a flessione del collo.

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Symptoms_of_multiple_sclerosis.png

http://en.wikipedia.org/wiki/File:Symptoms_of_multiple_sclerosis.png

Ricapitolando i sintomi della sclerosi multipla possono essere:

  • Debolezza muscolare
  • Spasticità
  • Menomazione nella percezione del dolore, della temperatura e nel senso del tatto
  • Dolore (da lieve a grave)
  • Atassia (perdita della coordinazione muscolare)
  • Tremiti
  • Disturbi della parola
  • Disturbi della visione
  • Vertigini
  • Disfunzioni vescicali
  • Disfunzioni intestinali
  • Disfunzioni sessuali
  • Depressione
  • Euforia
  • Alterazioni cognitive
  • Affaticamento

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. mely

    So solo che la paura sta incidendo tanto!!anche perché soffrendo d’ansia perennemente sto sempre in allarme ascoltando ogni segnale del mio corpo..ho bisogno di un supporto..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che non c’è motivo di pensare alla SM, l’esame potrebbe in effetti chiarire la situazione.

  2. mely

    Ma nei vari sintomi riporta dolori muscolari intorpidimento e formicolii e a me questi sintomi ogni tanto vengono soprattutto formicolio alle mani..ecco perché mi sono subito fissata su questa malattia. .mi rendo conto che più l-ansia mi sale più avverto queste sensazioni di formicolio..grazie per le sue celeri risposte. .come vedo un po tutti abbiamo bisogno di conforto. …grazie tante

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il fatto di avere un sintomo di una certa malattia non significa essere malati; per esempio la febbre è un sintomo della meningite, ma ovviamente è esperienza comune che molto più probabilmente si tratta di raffreddore, influenza, …

      Stia tranquilla e non pensi a malattie brutte.

  3. Maria 86

    Salve,
    è da un pò che avverto dei dolori alle gambe. Inoltre spesso mi capita che si addormenta la mano o addirittura il braccio e successivamente avverto un formicolio. In più ho notato che soffro anche di un tremolio costante alle mani. Vorrei capire se devo iniziare a preoccuparmi e incominciare a prendere in considerazione la possibilità di fare degli accertamenti. Potrebbe essere un inizio di sclerosi multipla o anche SLA? Fiduciosa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente!

  4. Anonimo

    Dottore
    buona sera
    vorrei chiederle se formicolio leggerissimo alle mani fascicolazioni sparse mal di gambe e alla schiena possono configurare sclerosi multipla
    Soffro di colon irritabile e diarrea in questo periodo
    ho fatto elettromiografia e visita neurologica di pronto soccorso
    sono sintomi fluttuanti che vanno e vengono :una volta ho un dolore alla schiena ,il giorno dopo alle gambe,fascicolazioni continue (vedo il muscolo che si muove) e il cuore che ogni tanto lo sento in gola
    non so come tranquillizzarmi nonostante il medico di famiglia mi abbia detto di non pensare alle brutte malattie come questa
    ormai è un chiodo fisso

    1. Anonimo

      Ma la sclerosi multipla all “esordio ha delle differenze dall”ansia?
      Il mio nom è un formicolio alle mani ma una vibrazione non so come spiegare
      Inoltre ho letto che i sintomi della sclerosi non passano anzi peggiorano all inizio

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il medico avrebbe evidenziano sintomi ed aspetti dubbi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le chiedo scusa, mi ero perso il messaggio.

      È molto probabile che sia ansia, ma raccomando comunque la verifica con il medico.

  5. Lucia

    Buonasera dottore.Premetto che sono molto ipocondriaca è che soffro di ansia,attacchi di panico,colite e gastrite.Circa un anno fa ho sofferto di forti fitte alla testa.Ho fatto una visita dal neurologo:esito negativo a qualsiasi malattia di tipo neurologico.Il neurologo mi prescrisse una cura con Dominans forte e vitamina B.Dopo qualche giorno tutto a posto.Ora,però,da qualche giorno sono ricomparse,meno dolorose ma accompagnate da formicolii sia in testa sia al braccio destro e piccoli dolori muscolari alle gambe.Da 3 giorni sto prendendo Noritren 25 mg 3 volte al giorno.Devo anche dire che in questo periodo sto lavorando molto e che sono molto stressata,e che mi sono fissata sulle malattie gravi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Stress e stanchezza possono spiegare un nuovo episodio come il precedente e con Noritren serve un po’ di pazienza; non c’è motivo di pensare ad ipotesi peggiori.

    2. Anonimo

      Grazie dottore.Quando pensa che comincerà a fare effetto il Noritren?

  6. Antonella

    Buon pomeriggio dottore…sono una ragazza di 20 anni ,cercherò di essere piú breve possibile! Tutto é iniziato a 17 anni ..forti mal di testa inspiegabili ..antidolorifici che non funzionavano e visite che evitavo perché pensavo sarebbe passato…dopo un anno sono stata ricoverata e ho effettuato risonanza magnetica con risultato di focalitá iperintense in diverse parti del cervello..li chiamavano “punti di luce sparsi” ! Tornai a casa con nessun risultato perché secondo loro era tutto dovuto ad una nascita prematura”cosa non vera perché penso che mia mamma sappia piú di tutti quando sono nata! Comunque…i mal di testa sono continuati e a 19 anni capitava che si addormentassero braccia e gambe sia in movimento che a riposo! Mi ricoverarono di nuovo con sospetto di sclerosi multipla ed eseguí risonanza magnetica con e senza contrasto con risultato solito “punti di luce sparsi” ..feci potenziali evocati con risultato negativo e mi fece tornare di nuovo a casa con la scusa della nascita prematura! Cosi mi sono arresa…ho lasciato stare tutto ..i mal di testa ci sn spesso e forti ma adesso sto ricominciando a preoccuparmi perché questa volta mi si addormentano spesso le gambe..ma nn é quello il problema..sento formicolii e strane sensazioni tipo scosse elettriche e sono davvero fastidiose…inciampo spesso…ci sono momenti in cui ho il cervello completamente confuso ..giramenti di testa e vista offuscata…in piú ultimamente sto avendo problemi intestinali come diarrea quasi continua (ho effettuato le intolleranze ed é tutto negativo) …! Dottore ho 20 anni e sono continuamente stanca…anche se mi sforzo a non sedermi ma alla fine arrivo stremata…non voglio tornare a fare visite perché ho giá fatto tre risonanze e tutto il resto..l’ultima l’ho fatta a ottobre! Come posso migliorare la situazione…potrebbe essere il ferro o qualche vitamina che mi fa sentire cosi?? Spero in una sua risposta!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Al suo posto seguirei due strade distinte:

      1. Centro per la cura delle cefalee, portando tutta la documentazione raccolta.
      2. Visita gastroenterologica.

      A questo proposito, sa di avere il ferro basso? Che tipo di test per le intolleranze ha fatto?

  7. Antonella

    Mi hanno consigliato il centro cefalee nel caso il problema fosse solo il mal di testa…ma quelli riesco a tenerli sotto controllo! Per la visita gastroenterologica ..due anni fa ho effettuato una gastroscopia perché peso 39 kg e sono alta 1.60…! Per il test di intolleranze l’ho effettuato in farmacia ma non so entrare nei dettagli! Riguardo al ferro sono microcitemica e nella mia famiglia tutti soffrono di ferro basso! Per il centro cefalee me l’avevano consigliato ma la cosa che mi spaventa un pó é che quando ho scoperto di avere i “puntini di luce nel cervello” avevo gli stessi sintomi…anche se adesso sono piú marcati ..ma vanno e vengono! Dottore una domanda…secondo lei non c’entra piú nulla la sclerosi multipla vero?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il test delle intolleranze fatto in farmacia se lo dimentichi e con lui tutti i risultati avuti.

      È mai stata verificata la celiachia?

  8. Daisy

    Buonasera dottore
    tempo fa circa un anno fa ho iniziato ad avere forti mal di testa sotto ciclo e dolori soprattutto nella parte sinistra del volto
    ho eseguito una tac negativa e una visita neurologica di pronto soccorso
    Mi hanno prescritto poi una risonanza magnetica alla testa e angio rm ma non la feci
    circa qualche mese fa ho avuto fitte intercostali e formicolio sempre alla mano sinistra (vibrazione piu che formicolio ) e prurito ad entrambe le mani
    che si è attenuato dopo qualche giorno
    chiaramente ho riscontrato che i miei sintomi combaciano con la sclerosi multipla
    Sono iniziati bruciori alle mani , dolori di schiena e un dolore al collo che va e viene insopportabile
    ormai ho prenotato la risonanza magnetica
    il medico mi ha detto di stare serena
    ma io sono in ansia terribile
    Come mai il disturbo prende la parte sinistra del corpo? Prima i mal di testa (solo sotto ciclo) poi i formicolii ed ad oggi dolori al collo insopportabili?
    Posso stare tranquilla o cosa?
    Non so cosa pensare

    1. Daisy

      Dimenticavo di dire che in questo ultimo periodo noto che quando fisso i fogli o i libri dove studio e poi cambio lo sguardo per un attimo è come se la vista facesse zig zag
      Ho letto che potrebbe essere nistagmo
      La mia famiglia è super tranquilla e il mio medico anche
      possibile che io sia una malata immaginaria?

  9. Daisy

    Mi devo preoccupare?
    sono tutti tranquilli tranne me
    sono un rottame a 24 anni piena di dolori formicolii fascicolazioni etc
    ma la cosa che mi inquieta di più è che i mal di testa sono iniziati con un dolore sul lato sinistro e gli altri disturbi sono continuati sul lato sinistro

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente anch’io sono portato a pensare che sia ansia e che non emergerà nulla, ma ovviamente per motivi di responsabilità non posso garantirle nulla. Mi tenga al corrente.

    2. DAISY

      La ringrazio dottore

      Posso chiederle se l’ansia può portare a tutto questo?anche inconsciamente ?
      la terrò al corrente

    3. Daisy

      Inoltre se mi tocco il collo mi fa proprio male non è solo un dolore così a caso !
      Ormai sono abbandonata agli eventi
      sono tante piccole cose insieme
      non so piu che pensare

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente sì, l’ansia può spiegare tutti i sintomi; il collo è normale che sia indolenzito, quando c’è una forte preoccupazione si contraggono inconsapevolmente i muscoli del collo che quindi inizia a fare male e può dare mal di testa (cefalea tensiva).

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, allora rinnovo il consiglio (o quantomeno quello che farei io):

      1. Centro cefalee,
      2. Gastroenterologo.

  10. Antonella

    Grazie mille dottore provvederó!! Un’ultima domanda….quindi secondo lei non c’entra piú niente la sclerosi multipla vero?

  11. Alfredo ho 29 anni

    Dottore salve nn ho mai avuto niente sono 3-4 mesi che ho avuto 2 attacchi di vertigini forti nella tac nn e uscito niente penzavo che erano le orecchie però nn capisco perché mi sento sempre con questa vista offuscata o fatto la risonanza sono uscite delle macchie ho paura che è Sm però la dottoressa ha detto che se è benigna nn devo preoccuparmi mi dia una risposta graz

  12. Simone

    Salve Dottore, ho 22 anni e negli ultimi 3 mesi ho sofferto di sintomi che mi hanno spaventato e portato a pensare alla sm. Premetto innanzitutto che da un anno ho una riduzione di sensibilitá comparsa improvvisamente (parestesia) all’alluce destro e ad una zona non molto ampia della schiena. Questa riduzione di sensibilitá non mi ha mai dato altri problemi fisici nè tantomeno è stata accompagnata da altri sintomi di sm (nemmeno stanchezza) fino a 3 mesi fa quando ho iniziato ad avere dolori cronici (con fasi più intense e fasi di quiete ma comunque quotidiani) alle gambe…in particolare gluteo, coscia posteriore e polpaccio di entrambe le gambe (con maggior forza e frequenza alla gamba sinistra). Questi dolori si presentavano inizialmente simili a crampi prolungati o fitte, ora più come bruciore o fastidio. Anche qui nonostante la preoccupazione e le varie difficoltá fisiche derivate non ho pensato subito alla sm, se non dopo la comparsa di altri sintomi contemporanei al dolore alle gambe ma sporadici come talvolta un tenue formicolio alle gambe dopo brevi camminate, dolori di circa una settimana o poco più ma piuttosto frequenti a nervi come per esempio pianta del piede, palmo della mano, dita della mano, polso e caviglia, leggero deficit di attenzione e una stanchezza più accentuata del normale che non mi precluso di lavorare ma mi ha dato parecchie difficoltá specialmente negli ultimi giorni in cui faccio fatica a stare sveglio tutto il giorno e giá dal mattino mi sento spossato. Ho consultato un ortopedico e un neurologo e tramite gli opportuni esami (radiografia, RM lombare-sacrale, elettromiografia arti inferiori) abbiamo escluso ernia del disco o altri problemi della colonna e problemi a nervi e muscoli delle gambe. Al seguito ho chiesto brevemente al neurologo se potesse trattarsi di sm ma mi ha risposto che nella sm multipla la componente dolorosa è meno accentuata del mio caso e le parestesie dovrebbero essere molto più diffuse. La risposta però non mi ha convinto soprattutto per il poco interesse mostrato dal dottore verso la mia ipotesi. Ora non so se spendere altri soldi per consultare un altro neurologo o fidarmi della breve e poco esaustiva interpretazione di quest’ultimo. È evidente che come detto nel mio caso la maggior parte dei sintomi è di origine dolorosa, questo è poco comune nella sm? In secondo luogo le parestesie oltre che essere poco diffuse se fossero state il sintomo d’esordio della malattia non dovrebbero essere rientrate dopo un anno? Potrebbe fornirmi un suo parere sul mio caso? La ringrazio sentitamente in anticipo.

    1. Simone

      Dimenticavo anche la rigiditá muscolare soprattutto agli esordi del dolore alle gambe.. ora molto migliorata e presente solo più leggermente al risveglio

  13. Simone

    Nessuna diagnosi Dottore è questo che mi preoccupa…dopo i vari esami non siamo arrivati ad una conclusione….prima si era pensato ad un ernia del disco o un restringimento delle vertebre della colonna, che causassero i dolori alle gambe, ma la RM lombare-sacrale ha escluso questa possibilitá, poi abbiamo proceduto con l elettromiografia perchè si è pensato ad un danno localizzato ai nervi o ai muscoli delle gambe ma anche questo esame ha dato risultati nella norma. L elettomiografia è stata eseguita dallo stesso neurologo da cui avevo fatto la visita e appena finito l’esame ho abbozzato la possibilitá della sm ma il dottore l ha esclusa senza indagare oltre dicendo che i sintomi a suo avviso non corrispondono (anche se non l ho messo al corrente della stanchezza perche fino a qualche giorno fa non vi ho dato peso). Consulterò ancora un reumatologo ma non mi sento per niente tranquillo visto che anche se nessun dottore mi ha parlato di questa possibilitá, ho trovato dei sintomi comuni con la sm. Dovrei far visita ad un altro neurologo per farmi prescrivere la rm dell encefslo a suo avviso?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido l’idea di sentire un reumatologo, escluderei l’ipotesi di SM.

    2. Simone

      La ringrazio davvero molto per la disponibilitá, la sua opinione mi è di conforto.

  14. Utente94

    Buonasera dottore.. Da un po di giorni ho alla gamba sinistra (dal ginocchio in giu) una sensazione di calore alquanto strana.. Sento la gamba calda anche se non lo è, e la sento debole ed intorpidita, con dei formicolii.. Poi ho anche dei crampi sotto la pianta del piede anche da steso.. Cosa mi consiglia di fare? Ho provato ad aspettare ma non passa.. E mi sto preoccupando molto…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso che consigliare una visita medica.

      Età?
      Sovrappeso?

  15. Damiano

    Salve dottor cimurro vorrei chiederle un parere é da 2 ore che mi formicolano le dita delle mani…ê normale? Ho 21 anni grazie mille buona serata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non è normale, ma non sto dicendo che sia grave; è comunque da valutare con un medico se persistesse.

  16. damiano

    Ero sdraiato su di un’amaca e dondolavo da li é partito tutto….ah non é normale ma nel senso preoccupante o anche una semplice cosa? Scusi ma sn molto ansioso

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Può anche solo essere ansia, ma se non passasse domani senta il medico.

  17. mariana

    Buongiorno dottore…e da un giorno chi ho formicolio ai piedi,gamba destra e mani…sinto anche bruciori sotto piedi…sono in ansia…puo essere sm?ho 32 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra più un problema di circolazione, forse dovuta al gran caldo (insufficienza venosa?); senta comunque il parere del medico.

Lascia una risposta

ATTENZIONE: Fino al giorno martedì 21 luglio i tempi con cui risponderò saranno più rallentati rispetto al solito, ma come sempre sarà mia cura dare risposta a tutti nei limiti delle mie competenze; ringrazio per la comprensione e mi scuso per il disagio.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.