Sangue nello sperma (emospermia): cause e rimedi

Ultimo Aggiornamento: 137 giorni

Introduzione

Trovarsi di fronte a tracce più o meno abbondanti di sangue nello sperma (emospermia) è un evento non così raro come si potrebbe pensare, ma fortunatamente in molti casi il problema è transitorio e non legato a patologie gravi. Raramente è accompagnato da dolore e potrebbe verificarsi per un certo periodo di tempo.

Lo sperma può essere chiazzato di sangue, marrone-rosso o rosato, ma a prescindere dal colore e dalla quantità è raccomandabile consultare il proprio medico per capirne l’origine.

Molto spesso non viene trovata nessuna causa ovvia; in questi casi, può trattarsi di un trauma genitale passato inosservato, come una lesione da cerniera lampo dei pantaloni o altro.

Di fatto è possibile riscontrare il sintomo a qualsiasi età, dall’adolescenza in poi, anche se è sicuramente più comune nella fascia tra i 30 e 40 anni, nonché dopo i 50 anni soprattutto se in presenza di iperplasia prostatica benigna (aumento di dimensione della prostata).

Nella maggior parte dei pazienti la prognosi è ottima e il sangue nello sperma sparisce senza alcun trattamento.

Cause

Lo sperma è l’insieme di spermatozoi e liquidi rilasciati dalla prostata e altre ghiandole. I liquidi, anche detti eiaculato, raggiungono gli spermatozoi mentre lungo una serie di tubuli raggiungono l’uretra per l’eiaculazione. Vari fattori possono rompere vasi sanguigni lungo questo tragitto o quello urinario. Vasi sanguigni rotti perderanno sangue nello sperma, nell’urina, o in ambedue.

Il medico vorrà sapere se di recente ci si è sottoposti a chirurgia o biopsia prostatica, perché queste procedure possono causare sangue nello sperma per varie settimane.

È più frequente non riscontrare alcuna causa per il sangue nello sperma. In alcuni casi, soprattutto uomini sotto i 40 anni, è possibile che l’origine sia infettiva. L’infezione di solito è associata ad altri segni e sintomi, come una minzione dolorosa.

Raramente, nei soggetti con 40 o più anni, o se il sangue nello sperma è cospicuo o ricorrente, potrebbe essere un campanello di allarme per condizioni come un cancro. Di conseguenza, potrebbe essere necessaria una valutazione più approfondita. Il rischio è però basso. In uno studio di controllo su 200 uomini, per lo più sopra 40 anni, con più episodi di sangue nello sperma, il cancro della prostata veniva riscontrato solo nel 4% dei casi.

Cause comuni

Sono cause comuni di sangue nello sperma:

  • vescicolite, ossia l’infiammazione delle vescicole seminali (le ghiandole che producono la maggior parte del liquido nell’eiaculato)
  • calcoli delle vescicole seminali, ossia piccole formazioni solide nelle vescicole
  • cisti delle vescicole seminali, ossia piccole sacche piene di liquido nelle vescicole
  • prostatite, ossia infiammazione della ghiandola prostatica (la ghiandola che produce lo sperma)
  • ipertrofia prostatica benigna, una condizione frequente nei soggetti più anziani che determina l’ingrossamento della ghiandola prostatica
  • postumi di una biopsia prostatica (procedura che richiede l’inserimento di un ago nella prostata per prelevarne un campione) avvenuta entro le ultime 3 – 4 settimane

Questi problemi in genere non sono gravi e molti miglioreranno da soli senza trattamento, o al limite con un ciclo di antibiotici.

Cause meno comuni

Più raramente, il sangue nello sperma può conseguire a:

Queste condizioni sono più gravi e possono richiedere trattamenti specialistici.

Altre cause di sangue nello sperma:

  • Brachiterapia,
  • epididimite,
  • attività sessuale o masturbazione eccessiva,
  • radiazioni esterne per cancro della prostata,
  • emofilia,
  • coito interrotto,
  • orchite,
  • astinenza sessuale prolungata,
  • trauma testicolare,
  • vasectomia.

Cause rare di sangue nello sperma:

  • Amiloidosi,
  • neoformazioni benigne (cisti, polipi) di vescica, uretra o prostata,
  • schistosomiasi,
  • cancro testicolare,
  • tubercolosi,
  • assunzione di Coumadin.

Il sangue nello sperma può essere dovuto a traumi o sesso intenso?

È possibile accorgersi di sangue nello sperma durante/dopo il sesso, ma un rapporto di per sé non causa sanguinamento.

Traumi importanti del tratto genitale/urinario possono invece causare sanguinamenti dall’uretra, ma è una situazione diversa dall’emospermia.

Sintomi

Il sintomo che caratterizza l’emospermia è chiaramente la presenza di sangue nello sperma, ma è importante segnalare al medico eventuali altri sintomi per permettergli di formulare più facilmente una diagnosi.

Per esempio in caso di problemi di prostata la presenza di sangue nello sperma è spesso accompagnata da:

  • dolore durante la minzione e/o l’eiaculazione,
  • febbre o brividi (soprattutto in caso di prostatiti batteriche o altre infezioni),
  • sangue nelle urine.

Quando chiamare il medico

Se sotto i 40 anni potrebbe essere sufficiente segnalare solo telefonicamente l’accaduto al medico se:

  • non ci sono altri sintomi,
  • ci si è sottoposti di recente a esame della prostata o vasectomia, che potrebbero spiegare un sanguinamento nel breve termine,
  • il sangue nello sperma è poco, succede di rado e scompare.

Consultarlo di persona o rivolgersi ad un urologo se:

  • si hanno 40 anni o più,
  • il sangue nello sperma persiste più di 3-4 settimane,
  • il sanguinamento ricorre di frequente,
  • ci sono altri segni e sintomi, ad esempio una minzione dolorosa,
  • ci sono altri fattori di rischio, come una storia di cancro, disturbi della coagulazione o malformazioni del sistema genitale o urinario, o si sono tenuti di recente comportamenti che espongono al rischio di malattie a trasmissione sessuale.

Diagnosi

In caso di sangue nello sperma, prendere un appuntamento con il proprio medico e porsi le domande seguenti:

  • Quanto sangue c’è (l’eiaculato è molto rosso o solo striato)?
  • È già successo in passato?
  • Quando è stato notato per la prima volta? Il sangue c’è sempre?
  • Quante volte è stato visto sangue nello sperma?
  • È successo qualcosa che potrebbe aver causato questo sintomo?
  • Ci sono altri sintomi?

Cosa fa il medico per confermare il sangue nello sperma

Per confermare il sospetto, il medico inizierà con un esame obiettivo completo, comprensivo di esame dei genitali e della prostata.

Può essere necessario un campione di sperma per controllare la quantità di sangue nell’eiaculato.

Il dottore esaminerà anche un campione di urina per assicurarsi che non ci sia sangue, né visibile ad occhio nudo né al microscopio, e verificherà l’assenza di infezioni del tratto urinario.

Che esami vengono eseguiti in caso di sospetti di altre cause di sangue nello sperma?

Nel caso di sangue nell’urina (visto ad occhio o al microscopio) o se il sangue nello sperma è collegato con sintomi di un’infezione del tratto urinario, si dovrebbe consultare un urologo (chirurgo specializzato nelle malattie del tratto urinario maschile e femminile e negli organi genitali maschili) per ulteriori indagini.

Queste comprendono una TAC o un’ecografia del tratto urinario, come pure un esame cistoscopico (il cistoscopio è un tubo sottile con in cima una telecamera e una fonte di luce) della vescica e della prostata.

Un esame rettale digitale, durante il quale il medico inserisce un dito protetto da guanti nel retto per controllare dimensioni, forma e consistenza della prostata, e un esame del sangue detto PSA (dall’inglese Prostate Specific Antigen, ossia, antigene prostatico specifico) sono necessari per completare il quadro. Se questi esami sono anomali, possono essere richieste un’ecografia e una biopsia prostatica per escludere un cancro della prostata.

Cura e terapia

Il medico di base o l’urologo prescriveranno un trattamento strettamente correlato a quella che ritengono essere la causa del sangue nello sperma.

In molti casi, soprattutto se non ci sono altri sintomi o se il sangue nello sperma è stato un episodio isolato, non sarà necessario alcun trattamento e in genere il problema si risolverà da solo.

Se viene identificato un motivo specifico di sangue nello sperma, il trattamento dipenderà dalla causa individuata; per esempio potrebbero essere necessari antibiotici per trattare un’infezione o, in presenza di cisti, il drenaggio con un ago.

Nei rari casi in cui la causa fosse più grave, come un disordine della coagulazione o cancro, sarà necessario uno specialista per definire il trattamento.

Le operazioni seguenti possono aiutare ad alleviare il fastidio di un’infezione prostatica o urinaria:

  • assunzione di analgesici da banco come ibuprofene o naproxene (se prescritti),
  • abbondante idratazione,
  • consumo di alimenti ricchi di fibre in modo da favorire la defecazione.

Fonti Principali (adattamento a cura della Dr.ssa Greppi Barbara)

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Ieri ho probabilmente esagerato con la masturbazione e alla fine ho trovato piccole tracce di sangue nello sperma.

    Mi sono spaventato moltissimo e ovviamente ho smesso, ma adesso ho paura di aver fatto danni irreparabili… Cosa mi consiglia di fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente panico, spesso si tratta solo di un piccolo capillare rotto; raccomando però di non sottovalutare il sintomo e parlarne con un medico (se sei minorenne puoi rivolgerti con fiducia in consultorio).

  2. Anonimo

    Dopo una prestazione agonistica ciclistica di circa 8 ore me ne sono accorto di macchie marroni nello sperma.Devo preoccuparmi?Cosa posso fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è solo un reperto occasionale dovuto allo sforzo, quindi niente panico e segnali semplicemente l’accaduto al medico o a un urologo.

  3. Anonimo

    Gentile Dott. ho 67 anni e lunedì u.s. sono stato posto a biopsia prostatica. Oggi mercoledì sera ho avuto un rapporto protetto con mia moglie ho visto lo sperma con vistose tracce ematiche di colore rosso intenso. mi devo preoccupare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente la causa è proprio la biopsia di lunedì ed è abbastanza normale, ma ovviamente domani senta anche il parere dell’urologo.

  4. Anonimo

    Nei ultimi giorni ho urinato con un pizzico di dolore nella punta del pene, non sono una persona che beve molta acqua, poi l’altro giorno ho voluto diciamo giocare un po col mio apparato e mi sono accorto che oltre allo sperma e uscito anche un po di sangue, preciso che non ho avuti rapporti sessuali da 6 mesi ma sempre protetti, ho riprovato a giocare con il mio apparato per vedere se era un caso isolato ma si ripete la cosa. qualcuno mi puo aiutare ? ho 32 anni

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, potrebbe avere una infezione dell’apparato urogenitale. Sarebbe utile fare urinocoltura e spermiocoltura. Senta il suo medico

  5. Anonimo

    scusate ma mentre aspetto gli esami (ecografia e spermiologia) masturbarsi è consigliato o sconsigliato?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se gli esami sono già stati fatti e sta aspettando l’esito è difficile consigliare, perchè dipende dalla patologia in corso.
      Se invece gli esami sono programmati mi asterrei da qualche giorno prima.

  6. Anonimo

    Ho 68 anni, in maggio scorso ho avuto la prima eiaculazione con strisce di sangue marroncino senza dolori. il mio medico mi ha prescritto Tetraciclina per 10 gg. Tutto tornato normale. adesso è ripreso come prima. da premettere che adesso ho avuto male alla lombagine, anche e gambe. Ho fatto una R.M. dalla quale è venuta fuori “la sacroileite” può dipendere da questa cosa ? o No? cosa devo fare? Grazie e tanti saluti. Antonino

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non dovrebbe dipendere dalla sacroileite.
      Ha mai fatto una visita urologica?

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no non dipende dalla sacroileite, che diagnosi aveva fatto il suo medico in precedenza? Occorre ovviamente una rivalutazione con eventuali approfondimenti del caso.

    3. Anonimo

      Gianni 50,
      Vorrei ttporle il mio o cioe nella spazio di 2 mesi ho avuto due casi di sangue nello sperma , ho fatto tutti i controlli : visita dall’urologo ecografia prostatica e renale ( in questa ecografia e stata riscontrata una ciste innocua) esami spermicultura e Urbino cultura negative.
      Mi devo preoccupare ? O devo ire la cosa con esami specifici?
      Grazie del consiglio , buon pomeriggio

    4. Anonimo

      la visita dall’urologo ha accertato una prostatite , mi ha ordinato delle supposte di Langiron 1 la sera e 1 compressa di sarnaprost(?) x il resto tutto ok P.S.A
      nella norma , ecografia ai reni ok (trovata un ciste non pericolosa) flussometria e vescica nelle norme.Mi consiglia altri accertamenti?
      Grazie e saluti

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Segua le indicazioni dello specialista, è lui che ha valutato il quadro clinico e può decidere quindi in merito.

  7. Anonimo

    Erg.dr Militello,
    Vorrei sottoporle il mio caso: circa un mese e mezzo fa insieme allo sperma ho to leggere perdite di sangue la cosa mi ha preoccupato; dopo aver fatto esente di sangue , spermicultura e Urinoculturannon c’erano traccie , ho fatto anche una visita dall’urologo e una ecografia prostatica tutto ok
    Il problema che mi pongo e’ che da circa una settimana ho dei dolori alla base della schiena (reni?) Sono correlate le due cose( sangue nello sperma e dolore ?)
    Grazie in anticipo x la risposta e saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Essendo passato più di un mese tra i due episodi è possibile che NON siano legati tra loro, ma chiaramente il medico va messo al corrente di tutto.

  8. Anonimo

    Ho 60 anni sono stato operato due volte di turp alla prostata,anche con biopsia negativa, ho fatto i controlli dei due PSA a dire del mio urologo tranquilli,dall’anno scorso ho avuti tre episodi disangue nello sperma,con esame delle urinarie normale,il dr dice che ho la prostata molto infiammata,devo preoccuparmi,grazie…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non si preoccupi, è sufficiente continuare a collaborare con lo specialista segnalandogli questi episodi.

  9. Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)
    Dr. Andrea Militello (andrologo, urologo)

    Salve, potrebbe essere una banale prostatite

    esegua spermiogramma , spermiocoltura e visita urologica con ecografia prostatica e scrotale

    Dr. Andrea Militello, Andrologo Urologo Roma, Viale Libia 120 Sito Web: http://www.andrologiamilitello.it/

  10. Anonimo

    Buon giorno ho 44 anni soffro di diabete tipo1 faccio 3 tipi di insulina al giorno prendo Unipol da 2.5 mg 2 volte al di.
    Per la prima volta mi sono accorto di avere sangue nello sperma e un po’ di difficoltà ad urinare.grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente panico, può capitare e in genere non sono problemi seri; lo segnali al medico per le dovute verificare (all’urologo, se ne ha uno di fiducia).

  11. Anonimo

    Salve dott. Ho 49 anni qualche settimana fa avevo un dolore al testicolo sx con dolori sotto la pancia e dopo qualche giorno avevo qualche macchia di sangue nello sperma sono andato dal mio medico di famiglia e mi ha prescritto una cura col ciproxin ma niente così sono andato dopo 2 giorni a fare una ecografia è cosiddetto risultato la prostata ingrandita così vado dallurologo che mi visita e mi da il levoxacin ho finito la cura però prendo ancora xatral e permixon ma il sangue nn si toglie cosa ne pensate?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È necessario tornare dall’urologo, talvolta le infezioni alla prostata risultano ostiche da risolvere.

  12. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
    Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

    Salve, potrebbe non essere nulla di grave, non ha nessun altro sintomo? ovviamente va appurato in sede di visita specialistica urologica, non sottovaluti il problema.

    1. Anonimo

      Grazie mi sa indicare un centro specializzato a milano dove posso rivolgermi

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Può rivolgersi con fiducia a un urologo, senza la necessità di un centro specialistico.

  13. Anonimo

    Ho 47 anni e per la prima volta ho notato tracce di sangue nello sperma mi ha fatto molta impressione, cosa devo fare mi devo preoccupare ? Grazie.

  14. Anonimo

    Salve ..mio marito e da 4 giorni che urina spesso è un po’di bruciore..alla fine della minzione gli escono qualche goccia di sangue..ieri dopo il rapporto abbiamo visto che il colore dello sperma era rossiccio, dottore può essere cistite?mio marito ha 36 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Possibile, ma nell’uomo va sempre presa in considerazione anche la prostata; non sottovaluti il sintomo (ma in genere non nulla di grave) e lo segnali al medico.

  15. Anonimo

    Salve, ho 43 anni e voglio chiedere un vostro parere riguardo il mio problema che mi portò dietro da diverso tempo e riguarda alla fuori uscita di sangue nello sperma dopo un rapporto e non solo avvolte anche nella fase che precede il rapporto cioè in fase di eccitazione il problema è che faccio una cura di antibiotici e riesco a star bene per 7/8 mesi poi il problema si ripresenta guarda caso sempre quando sto sotto stress causa lavoro, chiedo siccome tutti gli urologi che ho girato negli ultimi 10 anni a seguito di tutti gli esami al riguardo mi diagnosticano delle calcificazioni prostatiche e di conseguenza una prostatite e mi fanno attaccare subito un ciclo di antibiotici pero non sarebbe più opportuno fare un antibiogramma oppure un
    analisi dello sprema per vedere quale antibiotico sarebbe più opportuno a me grazie mille.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se a seguito della cura prescritta il problema sparisce per diversi mesi significa che l’antibiotico è corretto (se ne individuano alcuni di prima scelta, adatti alla gran parte delle infezioni prostatiche).

    2. Anonimo

      Innanzitutto grazie per la risposta dottore io sto prendendo il levoxacin per 15 giorni in sostanza sto ripetendo la cura di otto mesi fa però vedo che ho iniziato da una settimana e non vedo miglioramenti cioè mi spiego, al primo rapporto anzi già durante l’eccitazione c’è questa fuori uscita poi vado in bagno a fare pipì e come se si pulisse il canale e poi nel secondo rapporto esce tutto pulito

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente la diagnosi è comunque corretta, se condivisa da diversi specialisti.

  16. Anonimo

    ho assunto del viagra due giorni fa oggi facendo sesso mi sono accorto di tracce rosse nello sperma cosa devo fare mai successo

  17. Anonimo

    ho 20 anni dopo eiaculazione ho avuto delle fuoriuscite ematiche rosse accese non marroni o nere ho subito un intervento di idrocele all’incirca un anno e mezzo fa recentemente ho dolori lievi nella parte inferiore alla mia sinistra dell’addome cosa potrebbe essere?RINGRAZIO IN ANTICIPO samuele

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Molto spesso la causa è banale e non preoccupante, ma date le numerose spiegazioni possibili (le trova descritte nell’articolo) raccomando di fare il punto con il medico.

  18. Anonimo

    Salve,stasera ho visto tracce di sangue nello sperma, non ho avuto interventi, e non prendo farmaci. Gli esami fatti 6mesi fà alla prostata erano buoni. Ho 64 anni

  19. Anonimo

    Salve! Mio marito ha cominciato 3 anni fa ad avere tracce di sangue rosso vivo nel sperma abbiamo fatto dei accertamenti ma senza risultato e che diventata più ricorrente.ha 38 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, è stata curata? È stata verificata la guarigione?

    2. Anonimo

      Ha fatto una cura di antibiotici e poi basta non ha fatto più nient’altro

    3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, e dopo la cura il problema si è ripresentato? ha mai fatto una ecografia di reni , vescica e prostata?

    4. Anonimo

      Salve si dopo la cura si presentato diverse volte sempre più spesso. No non ha mai fatto eco ai reni ne alla vescica

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È necessario rifare il punto con l’urologo, può capitare di non risolvere al primo ciclo terapeutico ed è importante non abbassare la guardia.

  20. Anonimo

    Ho 47 anni e mi succede ultimamente di eiaculare sperma con tracce rosse di sangue. Non ho altri sintomi se non alcune volte bruciore nell’ urinare. Cosa mi consiglia di fare? Ci possono essere conseguenze x mia moglie?
    Grazie x la risposta che vorrà darmi.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, potrebbe avere una infezione/infiammazione delle vie urogenitali. sarebbe opportuno andare dal suo medico per fare qualche controllo. Saluti

  21. Anonimo

    HO 70 anni, in quest’ultimo anno ho avuto poche eiaculazioni,nelle ultime tra maggio e giugno,sono apparse le colorazioni marroni nello spermo,premetto, che da25 anni assumo SINDROM anticoagulante,non ho nessun fastidio,o dolori, cosa consgli Grazie.

  22. Anonimo

    Questa mattina per la prima volta ho notato nello sperma sangue rosso viso soffro di ipertrofia prostatica benigna, ho fatto in passato due biopsie risultate tutte e due negative. Ho 55 anni e ripeto non mi era mai capito una cosa del genere. Cosa devo fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo segnali all’urologo per le necessarie verifiche.

  23. Anonimo

    o avuto una eiaculazione con evidenti striature e macchie di sangue

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Età?
      Altri sintomi?

      Raccomando in ogni caso di segnalarlo al medico per i necessari approfondimenti.

La sezione commenti è attualmente chiusa.