Rosacea: foto, sintomi, cause e cura

Ultimo Aggiornamento: 2126 giorni

Introduzione

L’acne rosacea è una malattia infiammatoria cronica che colpisce la pelle e, a volte, anche gli occhi. Tra i suoi sintomi si evidenziano rossore, eruzione cutanea e quando la malattia è in fase più avanzata ispessimento della pelle.

Nella maggior parte dei casi l’acne si limita a colpire il viso e, le categorie più a rischio, sembrano essere:

  • Le donne (soprattutto durante la menopausa),
  • Le persone di carnagione chiara,
  • Gli adulti dai 30 ai 60 anni.

Foto

Cause

Non si conoscono ancora esattamente quali siano le cause dell’acne rosacea: secondo alcuni medici si verifica quando i vasi sanguigni si dilatano con troppa facilità, provocando così le vampate di calore.

Le persone che arrossiscono spesso sono più soggette all’acne rosacea. Si ritiene inoltre che la propensione a questa malattia sia ereditaria.

Si dice infine, ma non esistono studi scientifici approfonditi in merito, che uno o più dei fattori sottoelencati possano far peggiorare l’acne rosacea:

  • Calore e bagni caldi,
  • Esercizio fisico eccessivo,
  • Esposizione alla luce,
  • Vento,
  • Temperatura troppo fredda,
  • Alimenti e bevande caldi o speziati,
  • Assunzione di alcool,
  • Menopausa,
  • Stress emotivo,
  • Uso prolungato di steroidi (cortisonici) sul viso.

Le persone in cui l’acne rosacea si manifesta sotto forma di pustole potrebbero pensare che queste siano causate da un’infezione batterica: in realtà non è stata dimostrata l’esistenza di un collegamento tra l’acne rosacea e i batteri.

Sintomi

L’acne rosacea si presenta con diversi sintomi, tra i quali possiamo trovare:

Zone colpite dalla Rosacea (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Rasacee_couperose_zones.png)
Zone colpite dalla Rosacea (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Rasacee_couperose_zones.png)
  • Frequente rossore (o vampate di calore) sul viso. Il rossore si concentra nelle zone centrali del volto (fronte, naso, guance e mento). Può essere accompagnato da bruciore e di leggero gonfiore.
  • Piccole linee rosse sottopelle. Queste linee compaiono perché i vasi sanguigni sottopelle si dilatano. La zona della pelle colpita può presentare gonfiore, calore e rossore.
  • Rossore costante e piccoli rigonfiamenti della pelle. Spesso, ma non sempre, questi rigonfiamenti contengono pus (solo in questo caso si può parlare di pustole o brufoli). I rigonfiamenti sulla pelle possono far male.
  • Infiammazione degli occhi e delle palpebre.
  • Gonfiore del naso. In alcune persone (soprattutto uomini), il naso gonfia, diventa rosso e costellato di pustole.
  • Ispessimento della pelle. La rosacea può far ispessire la pelle della fronte, del mento, delle guance o di altre zone.

Quasi metà delle persone affette da acne rosacea presenta anche problemi agli occhi. I sintomi a carico degli occhi sono:

  • rossore,
  • secchezza,
  • prurito,
  • bruciore,
  • lacrimazione
  • sensazione di avere sabbia negli occhi,
  • anche le palpebre possono infiammarsi e gonfiare,
  • gli occhi possono diventare più sensibili alla luce,
  • la vista può risultare offuscata,
  • ci possono essere altri problemi oculari.

Cura e terapia

L’acne rosacea non può essere curata, ma può essere trattata e tenuta sotto controllo e con l’andare del tempo l’aspetto della pelle migliorerà. Il trattamento dell’acne rosacea spesso viene affidato a un dermatologo (medico specialista per quanto riguarda le malattie della pelle). Esistono diversi modi per trattare l’acne rosacea.
Per la pelle:

  • A volte è possibile curare l’acne rosacea con antibiotici per uso topico (cioè antibiotici che vanno applicati direttamente sulla pelle). In altri casi, gli antibiotici devono essere assunti per via orale. Le pustole possono migliorare velocemente, ma il rossore e le vampate di calore sono più difficili da curare.
  • Le piccole linee rosse possono essere trattate con l’elettrochirurgia o la chirurgia laser. In alcuni casi la chirurgia laser può migliorare l’aspetto della pelle, senza causare troppe cicatrici o danni.
  • I pazienti che hanno il naso gonfio e ricco di escrescenze possono farsi rimuovere la pelle in eccesso per far sembrare il naso più piccolo. Di solito i pazienti trovano che quest’intervento migliori il loro aspetto fisico.
  • Alcune persone, infine, trovano che il fondotinta o il correttore siano in grado di mascherare parzialmente il rossore della pelle.

Per gli occhi:

  • La maggior parte dei problemi degli occhi può essere trattata con gli antibiotici.
  • Se le palpebre sono infette, bisogna pulirle accuratamente. Il medico potrebbe consigliarvi di strofinarle delicatamente detergenti specifici o con salviette oculari pronte all’uso. Dopo averle pulite, dovreste applicare un impacco tiepido (non caldo!) alcune volte al giorno.
  • Se necessario il medico potrebbe prescrivervi delle gocce antinfiammatorie per gli occhi.

Prevenzione

I pazienti stessi hanno un ruolo fondamentale nella terapia dell’acne rosacea. Ecco alcuni consigli da seguire:

  • Tenete un diario per annotare quando avvengono le vampate di calore. Vi potrà dare utili suggerimenti sulle cause del disturbo della pelle.
  • Usate sempre una crema solare che vi protegga dai raggi UVA e UVB. Assicuratevi che abbia un fattore di protezione (SPF) pari o superiore a 15.
  • Usate una crema idratante non aggressiva, se la ritenete utile. Non usate prodotti irritanti sul viso.
  • Se gli occhi vi danno problemi seguite la terapia consigliata dal medico e pulite le palpebre come vi abbiamo spiegato in precedenza.
  • Consultate il medico se vi sentite tristi o avete altri sintomi di depressione. Alcune persone affette dall’acne rosacea si sentono depresse per via dell’aspetto della loro pelle.

Traduzione a cura di Elisa Bruno

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Silvana

    Salve dottore, sono una mamma di 59 anni. Da una settimana mio figlio 28enne ha sempre il naso rosso, ma non come nei raffreddori e cioè tutto o soprattutto vicino le narici, ma solo sull’osso, precisamente dall’attaccatura della fronte, dove parte il naso fino a metà dello stesso. Ho avuto mia madre che soffriva di rosacea e non mi sembra proprio il caso ma non sapevo in che altra sezione scriverlo. Lui minimizza e non vuole assolutamente farsi vedere e magari fa bene, ma io sono preoccupata. Questo rossore a volte scompare durante la giornata per poi ricomparire vivissimo rendendo ben visibile l’osso nasale più biancastro. Non ha preso urti nè altro, dice solo che ha un po’ più di muco del solito al mattino, è fumatore. Cosa può essere dottore?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo in questi casi è solo attraverso la visita medica che è possibile formulare ipotesi e diagnosi, mi dispiace.

    2. Silvana

      Lo so bene, ma lui si rifiuta. Può almeno dirmi gentilmente se possono essere gravi le patologie con questo sintomo?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non mi viene in mente nulla di pericoloso, soprattutto in assenza di altri sintomi.

    4. Silvana

      Grazie mille dottore. L’unico sintomo è questa perdita di muco, soprattutto al mattino, ma comunque tutto il giorno e riferisce anche un nodo in gola che deve essere espulso ogni tanto.

  2. alessandro

    Ho una macchia rossa a forma di ala sulla guancia destra che mi è uscita circa 2 anni fa. Il primo anno usciva e spariva ma ora è perenne. Pomate al cortisone o idrocortisone non hanno funzionato e nemmeno pomate idratanti o per eczemi. Ma la rosacea puo’ manifestarsi in modo così limitato? ovvero solo su un pezzo di guancia senza colpire naso fronte altra guancia? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere è più simmetrica, ma non è impossibile; si è mai rivolta ad un dermatologo?

    2. alessandro

      No, solo in farmacia… lo faro’, e’ che subito non gli ho dato importanza poi è ritornata e pensavo sparisse da se .. che potrebbe essere? il prurito è assente o minimo, qualche vago puntino non in rilievo, macchia di 2-3 cm, si screpola + facilmente del resto della guancia.. grazie!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non mi sento di fare ipotesi, sarebbe come tirare ad indovinare, ma è senza dubbio opportuno verificare con un dermatologo e nel frattempo eviterei farmaci (a maggior ragione il cortisone) se non sappiamo di cosa si tratta.

  3. Gianna

    Buonasera Dottore
    Ho una macchia rossa sulla guancia sx uscita 6 giorni fa, era piccola circa 1 cm. ma continua a crescere, il mio medico che ho visto ieri mi ha prescritto Locoidon soluzione cutanea + mi ha detto di usare un’ idrattante (pensa sia una scottatura da sole.) oggi è domani non riesco a ricontattarlo o vedere un dermatologo. Ho messo un gel idrattante all’ aloe che non uso più : mi a creato bruciore, mentre il locoidon sembra fami passare il senso caldo /bruciore ma la macchia continua ad allargarsi molto velocemente in questo momento è circa 5/6 cm.
    Non ho mai avuto macchie sul viso o problemi di acne.

  4. Gianna

    La ringrazio per la sua veloce risposta
    Non è stata presa in considerazione una micosi, stamattina la macchia e’ meno rossa ma si è ingrandita parte da sotto L’ occhio copre tutta la guancia e arriva quasi alla bocca mentre ieri mattina era era solo nella parte superiore della guancia.
    Non so se centri qualche cosa circa una settimana prima della macchia ho avuto un erpes sulle labbra guarito in pochi gg.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’herpes non dovrebbe essere collegato, ma raccomando domani di rifare nuovamente il punto con il medico; eviti l’esposizione al sole.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.