Quinta malattia: foto, sintomi, durata e cura

Ultimo Aggiornamento: 613 giorni

Link sponsorizzati

Foto

http://en.wikipedia.org/wiki/Image:Fifth_disease.jpg

http://en.wikipedia.org/wiki/Image:Fifth_disease.jpg

Introduzione

La quinta malattia, comune specialmente nei ragazzi di età compresa tra i 5 e i 15 anni, di norma si manifesta con una distintiva eruzione cutanea di colore rosso sul viso che fa apparire la pelle del bambino come una guancia schiaffeggiata. L’eruzione cutanea si estende poi al tronco, alle braccia e alle gambe.

La quinta malattia in realtà è solo una malattia virale che la maggior parte di ragazzi supera rapidamente e senza complicazioni.

La quinta malattia è chiamata anche eritema infettivo ed è causata dal parvovirus B19. Il virus umano responsabile della quinta malattia non è lo stesso parvovirus con il quale hanno a che fare i veterinari, che può colpire animali domestici, e non può essere passato da umani ad animali e viceversa.

Gli studi dimostrano che sebbene il 40% – 60% per cento degli adulti in tutto il mondo abbiano dato prova in laboratorio di un’infezione da parvovirus B19, la maggior parte di questi adulti può non ricordare di aver avuto sintomi di quinta malattia. Ciò porta gli esperti medici a credere che molte persone con infezione da B19 abbiano avuto sintomi molto lievi o addirittura nessun sintomo.

La quinta malattia è diffusa in ogni parte del mondo, focolai di parvovirus tendono a diffondersi nel tardo inverno e all’inizio della primavera, ma possono esserci sporadici casi di malattia in ogni altro periodo dell’anno.

Sintomi

La quinta malattia inizia con una febbre lieve, mal di testa e sintomi influenzali (naso rosso o naso che cola). Questi sintomi poi svaniscono e la malattia sembra aver fatto il suo corso, finché un’eruzione appare qualche giorno più tardi. La manifestazione di colore rosso acceso appare prima sul viso, alcuni giorni più tardi si diffonde con un colore rosso, di solito più leggero, e si estende al tronco, alle braccia, e alle gambe risparmiando spesso le palme delle mani e le piante dei piedi.

Quando l’eruzione inizia schiarirsi tende ad assumere un aspetto simile ad un reticolato.

I bambini con età inferiore ai dieci anni hanno più probabilità di avere l’eruzione, ma i bambini più grandi e gli adulti lamentano più spesso prurito. Possono servire fino a 3 settimane perché l’eruzione cutanea svanisca completamente e durante tale periodo questa sembra peggiorare finché svanisce del tutto.

Alcuni tipi di stimolo (come la luce del sole, il calore, l’esercizio e lo stress) possono riattivare l’eruzione fin quando essa non è passata. Altri sintomi che possono manifestarsi a volte con la quinta malattia includono gonfiore alle ghiandole, occhi rossi, mal di gola, diarrea a e raramente eruzioni cutanee di aspetto simile a vescicole e lividi. In alcuni casi, soprattutto negli adulti e negli adolescenti, un attacco di quinta malattia può essere seguita da gonfiore o dolore, spesso alle mani, ai polsi, alle ginocchia o alle caviglie.

Contagiosità

Una persona con infezione da parvovirus è più contagiosa prima che appaia l’eruzione, anche durante il periodo di incubazione (il tempo che trascorrere tra l’infezione e il manifestarsi dei sintomi) e durante il periodo in cui essa ha solo lievi sintomi respiratori.

Poiché l’eruzione da quinta malattia è dovuta una reazione immunitaria (una risposta di difesa lanciata dal corpo contro sostanze estranee come ad esempio i virus) che si verifica solo che dopo l’infezione è passata, il bambino di solito non è più contagioso all’apparire dell’eruzione.

Il parvovirus B19 si diffonde facilmente da persona a persona con i fluidi provenienti da naso, bocca e gola, in particolare attraverso le goccioline che provengono da tosse e starnuti. Nelle famiglie dove un bambino ha la quinta malattia gli altri membri della famiglia che non hanno avuto in precedenza il parvovirus B19 hanno circa il 50 per cento delle possibilità di contrarre a loro volta l’infezione.

I bambini con manifestazione cutanea di quinta malattia possono frequentare l’asilo o la scuola in quanto non più contagiosi.

A seguito della contrazione della quinta malattia il soggetto sviluppa immunità e di solito non può essere infettato nuovamente.

Quinta malattia e gravidanza

Di norma questa malattia non rappresenta un problema né per la gestante né per il bambino, anche perchè la metà circa delle gestanti è immune al parvovirus B19: queste donne e i loro bambini, quindi, normalmente sono protetti dal virus e dalla quinta malattia.

Le gestanti non immuni non presentano complicazioni gravi dopo l’esposizione al virus della quinta malattia, di solito l’eruzione cutanea è molto lieve, e anche i bambini di solito non hanno alcun problema.

Raramente può succedere che il bambino possa iniziare a soffrire di anemia grave e la gestante rischia quindi di andare incontro ad un aborto spontaneo: si tratta tuttavia di un’eventualità molto rara, che si verifica in meno del 5% delle gestanti contagiate e con maggiore frequenza nella prima metà della gravidanza.

Consigliamo in ogni caso alle future mamme non immuni che non sono mai entrate in contatto con il virus di evitare il contatto con i pazienti affetti dalla quinta malattia.

Esami per il parvovirus B19 in gravidanza

L’esame del sangue per la quinta malattia può aiutarvi a capire se:

  • siete immuni al virus e non avete segni di infezione recente,
  • non siete immuni e non siete mai state contagiate,
  • siete state contagiate di recente.

Prevenzione

Se aspettate un figlio, vi consigliamo di andare al medico se:

  • siete entrate in contatto con una persona colpita dalla quinta malattia,
  • soffrite di disturbi che potrebbero essere ricondotti all’infezione da parvovirus B19,
  • siete state contagiate di recente dal parvovirus B19.

Esistono diversi modi per tenere sotto controllo le gestanti contagiate: il medico potrebbe consigliarvi di farvi visitare con maggior frequenza, di fare esami del sangue specifici e di fare qualche ecografia in più rispetto alle altre donne che aspettano un figlio.

Prevenzione

Non c’è vaccino per la quinta malattia e non c’è nessun modo sicuro per prevenire il diffondersi del virus. Isolare chi presenta l’eruzione della quinta malattia non previene il diffondersi dell’infezione, perché la persona di solito non è contagiosa in quel lasso di tempo.

Praticare una buona igiene, specialmente lavandosi frequentemente le mani, è sempre una buona idea perché può aiutare a prevenire il diffondersi di molte infezioni.

Diagnosi e durata

Il periodo di incubazione (il tempo che intercorre tra il momento dell’infezione e la manifestazione dei sintomi) per la quinta malattia va dai 4 ai 28 giorni, con una media pari a 16-17 giorni.

L’eruzione della quinta malattia di solito dura da 1 a 3 settimane, in rari casi nei bambini più grandi e negli adulti il gonfiore ed il dolore comuni della quinta malattia durano da pochi mesi fino a qualche anno.

I medici possono diagnosticare la quinta malattia dall’eruzione distribuita sulla faccia e sul corpo. Se un bambino o un adulto dice di non aver avuto alcuna eruzione ma è stato malato per un certo periodo il dottore può ordinare gli esami del sangue per determinare se la malattia può essere causata dal parvovirus B19.

Trattamento e complicazioni

La quinta malattia è causata da un virus e non può essere trattata con gli antibiotici usati per le infezioni batteriche. Sebbene esistano dei medicinali antivirali, al momento non ne esistono di disponibili per il trattamento della quinta malattia.

In molti casi questa è una malattia talmente lieve che non è necessaria nessuna medicina, di solito i bambini con la quinta malattia si sentono abbastanza bene e hanno bisogno di pochi trattamenti nella degenza a casa, comunque non molto diversi da altre patologie. Dopo che la febbre e i lievi sintomi influenzali sono passati, ci può essere poco da trattare all’infuori dell’eruzione stessa.

Se il vostro bambino ha prurito per via dell’eruzione chiedete al dottore dei consigli su come alleviare il fastidio, questi può anche consigliare di usare paracetamolo (Tachipirina, Efferalgan) per la febbre e i dolori articolari.

La maggior parte dei bambini con la quinta malattia recupera senza complicazioni. Nel momento in cui appare l’eruzione cutanea si sentono bene e possono tornare alle loro attività normali.

I bambini con sistema immunitario indebolito (come quelli con AIDS o con leucemia) o con malattie al sangue (come l’anemia falciforme o con l’anemia emolitica) possono diventare molto malati quando infettati da parvovirus B19, questo virus è in grado di rallentare temporaneamente o arrestare all’interno del corpo la produzione di globuli rossi, causando anemia.

Quando un bambino è in salute questo rallentamento della produzione di globuli rossi di solito passa inosservato, perché non pregiudica la salute globale, ma alcuni bambini che sono già anemici possono diventare malati se la loro produzione è ulteriormente intaccata dal virus. La produzione può raggiungere livelli pericolosamente bassi, che riguardano la fornitura dell’ossigeno ai tessuti del corpo.

Quando chiamare il medico

Chiamate il medico se il bambino ha sviluppato un’eruzione cutanea, soprattutto se essa è diffusa sul corpo ed è accompagnata da altri sintomi.

Se siete incinta e sviluppate un’eruzione cutanea o se siete state esposte a qualcuno con la quinta malattia (o a chiunque abbia un’insolita è eruzione cutanea) chiamate il vostro ginecologo.

Per approfondire: Fifth Disease

Fonte: Libera traduzione di kidshealth


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. lucciola 1

    Lui giovefi deve andare a una gita.Se giovedi ha ancora questi puntini puo andare lo stesso?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In linea di massima nessun problema, ma senta preventivamente il pediatra.

  2. raffa

    Ho notato che la mia bambina di nove anni,ha dei brufoli con la punta bianca dietro la schiena,poi sono usciti anche sul tronco,sulle braccia e stasera anche sul sedere.cosa potrebbe essere?ho un altro bambino di quattro anni,e anche a lui sono incominciati a manifestarsi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Nel viso nulla? Sono vescicole? C’è febbre? La varicella l’ha già fatta? Altri sintomi?

  3. Anonimo

    Buon giorno dott. Io e mio marito abbiamo avuto febbre e dolori forti alle ossa durata giusto 3 giorni nel tempo di una sett. Mio figlio di 4 anni ieri mi sono accorta che ha le guance rosse portato dalla pediatra mi ha detto di aspettare fino a domani che puo essere la quinta malattia. Ma io c ho un problema stiamo cercando il secondo bambino quindi ancora non so se sono incinta. Lei che dice l avro presa anche io?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Molto probabilmente ne è immune, ma se anche così non fosse in genere non rappresenta un rischio; in ogni caso, se rimanesse incinta e ne sviluppasse i sintomi, informi il ginecologo.

  4. mariagrazia

    buongiorno dottore mia figlia ha 4 anni ieri mattina si e svegliata con le bollicine piccole sul la guancia stamattina ci sono uscita a quell’altra quancia potrebbe essere la quinta malattia pero’ ogni tanto mi dice che ha mal di gola ma mangia la settimana scorsa ha avuto la congiutive mi potresti aiutare grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È possibile che sia quinta malattia, ma raccomando una visita dalla pediatra per conferma e per farle vedere la gola per escludere la scarlattina (ma che in genere causa febbre).

    2. Anonimo

      buongiorno dottore quanto tempo deve stare ha casa se la bimba di 9 anni ha la 5 malattia mi faccia sapere grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere alla comparsa dell’esantema la bambina non è più contagiosa, quindi di solito si calcola 1-2 giorni da lì.

  5. anna

    caro dottore il mio piccolo ha sette anni e sono due giorni che ha febbre alta gonfiore alle gambe e tutte macchie rosse sul viso e su tutto il corpo ,ma la cosa strana e che prima sono rosso acceso poi si schiariscono e po ridiventano rossissime e le fanno male molto le gambe mi puo aiutare??’ grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Nei bambini ritengo indispensabile sempre e comunque il parere del pediatra.

  6. Daniela

    Buongiorno dottore, in genere, negli adulti, quanto durano i dolori articolari ed il gonfiore? Cosa posso prendere x avere un po’ di sollievo? Paracetamolo? Da una settimana prendo oki 3 v.al giorno, ma non serve a nulla!

    1. Anonimo

      Dott la mia bimba di due anni ha ormai 8 giorni lievi eruzioni cutanee su viso più accentuate, braccia, sederino,gambe e tronco meno;ha febbre che varia da 37/38/questi ultimi gg anche 39;ha tosse ,dal naso scende spesso muco i primi gg trasparente poi più denso,la gola rossa, non mangia. O notato che se la temperatura e’alta le bollicine sulle guance e sul corpo sono più evidenti. Crede che sia quinta malattia? O cosa potrebbe essere? Sa io e la nonna sono 3 gg che abbiamo dolori alle articolazioni con occhi rossi tipo congiuntivite …

    2. Anonimo

      Può darmi risposta a quello che ho scritto ad anonimo 3 dicembre 2013 ore8:35 (dott. La mia bimba …..)grazie

  7. paola

    mia figlia ha la quinta malattia quando potremo andare al mare quando scompaiono o devo aspettare per forza le 3 settimane?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ultima parola spetta al pediatra, ma il rischio è che l’esposizione al sole prolunghi l’esantema.

  8. Cristina

    Mio figlio di otto anni sicuramente ha la quinta malattia, prima manifestazione cutanea ieri sera. Ma da una decina di giorni che ogni due giorni accusa mal di testa con raffreddore, starnuti ecc.Tutto questo e’ una conseguenza della quinta malattia? Grazie mille.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se con la comparsa dell’esantema spariranno i sintomi influenzali sì, ma 10 giorni sembrano tanti.

  9. federica

    Salve dottore…allora premettiamo che ho 22 anni e che se non ricordo male non ho passato la quinta malattia e per rosoloa e morbillo ho il vaccino. Allora venerdi sera non mi sentivo molto bene (avevo caldo al livello degli zigomi e credevo di avere febbre) e sabato mattina ho notato che una guancia era piu rossa dell’altra, ma non ci ho dato peso. Nel pomeriggio anche l’altra guancia era rossa: avevo l eritema a farfalla. Mi sembrava strano in quanto l’ultima volta che mi ero esposta al sole era stato il martedi e nemmeno per molto. Durante il corso della giornata di ieri poi questo eritema/esantema si è sparso fino alle braccia e al tronco (pancia e schiena) mentre da stamattina si sta espandendo ed è quasi arrivato ai piedi. Ovviamente mi crea prurito. Ora le scrivo perche la mia dottoressa( che mi ha controllato la gola e il collo) insiste che se fosse stata una malattia esantematica avrei avuto febbre e le ghiandole gonfie e dice che sarà sicuro dermatite da contatto…allora io non sono allergica a niente e non mi convince che forse la crema protettiva, utilizzata gia in altre situazioni in questi due mesi, mi abbia procurato una reazione. Il suo parere? Ah tra l’altro crede possa anche essere lo streptococco e mi ha prescritto un tampone che io non credo di fare perche mi crea fastidio (lo so è sciocco per una 22enne)… grazie anticipatamente per la risposta e scusi per eventuali errori di battitura dovuti alla piccola tastiera del mio telefono…

    1. Anonimo

      Ora che controllo effettivamente la crema che ho usato è quasi sicuramente scaduta ma non avrebbe dovuto manifestarsi prima lo sfogo?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dalla sua descrizione non credo molto nemmeno io all’ipotesi allergia, anche se è comunque possibile; è stata in contatto con bambini negli ultimi14-15 giorni?

    3. federica

      Sono in contatto con la sorella del mio ragazzo che ha 13 anni ma non ha niente. ..il 16 giugno sono stata a una comunione in cui le uniche bimbe erano mia cugina e un’amichetta ma mia zia dice che sta benissimo…ma è vero che la quinta malattia porta sempre febbre?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sempre no, ma quasi; non c’è stato alcun sintomo anomalo nei giorni precedenti l’eruzione? Anche solo magari un po’ di naso che cola?

    5. federica

      Sinceramente non ho notato altri sintomi oltre la stanchezza e qualche mal di testa..ma mi stavo preparando per un esame universitario…

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe anche essere stata una forma leggera, o comunque rimane in piedi l’ipotesi del medico (soprattutto se non passasse entro qualche giorno); in ogni caso attenzione al sole.

  10. federica

    Ma lei crede che il tampone sia una cosa necessaria? Potrebbe essere streptococco?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il dubbio può venire, ma in assenza di mal di gola, placche o febbre lo considero non molto probabile.

    2. federica

      Qualche settimana fa avevo qualcosa di cui non ricordo il nome…prodotto qualcosa che assomigliava alla placche ma presi l’antibiotico spray e poi per sicurezza multicentrum (sono stata male parecchie volte)…certo certo evitero di espormi al sole e farò le analisi che mi ha prescritto…in caso non ci fosse nessun risultato sarò costratta a fare il tampone. ..grazie mille per la disponibilità

  11. chicca

    Salve dottore, ieri avevo rossore in faccia, e mal di testa ma non ci avevo dato peso perche’ pensavo che fosse il sole. Stamattina invece mi sono svegliata con il viso gonfio e rosso e non posso aprire gli occhi. Poi mi sono uscite anche piccole bollicine nelle gambe e ho bruciore alla gola. Penso che sia quinta malattia. Ricordo di averla gia passata. Si puo ripresentare anche una seconda volta?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, si può ripetere, ma mi sembrano sintomi un po’ anomali per la quinta malattia; sentirei il medico.

  12. Mary

    Buongiorno Dottore,
    il nostro pediatra ha diagnosticato la quinta malattia al nostro bimbo di due anni. Al nido hanno avuto due casi di “mani bocca piedi” ma nessuno con quinta malattia. Il nostro bambino ha anche vescicole su piedi mani e in bocca e il pediatra dice che essendoci macchie anche su altre parti del corpo è quinta malattia. Per avere un po’ di chiarezza: possono comparire insieme le due malattie ? c’è differenza di contagio ? Il nostro bimbo è stato riamesso a scuola ma mi chiedo se è ancora contagioso? grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Possono comparire insieme.
      2. Le modalità di contagio sono le stesse.
      3. Difficile dire se sia o meno contagioso non avendo certezza della diagnosi.

    2. Mary

      La ringrazio molto. che sia il caso di rivolgermi ad un altro pediatra visto che il nostro ha già espresso le sue idee telefonicamente? o non è grave?

    3. Anonimo

      La ringrazio Dottore.
      I puntini c’erano da due/tre giorni. Il bambino era fastidioso e si arrabbiava facilmente. Diceva di avere male alla testa. Ad oggi le macchioline si sono come dire spente anche se si vedono ancora. Il bambino è ancora un po’ fastidioso e stanco. E’ così perchè non sta ancora bene?

    4. Mary

      dimenticavo : non riusciva più a tenere il ciuccio e il biberon perchè aveva le vescicolette in bocca.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Secondo me è stato mani-piedi-bocca, ma in ogni caso se stanno sparendo le vescicole e non c’è più febbre il bimbo dovrebbe essere in forma per lunedì e non più contagioso.

  13. eleonora

    buongiirno, ho mio figlio di otto anni che sono 15 giorni che ha l’influenza sono tre giorni che ho iniziato l,antibiotico ma da questa mattina sono comparse chiazze sul viso.ho il sospetto che sia la quinta malattia o il troppo sforzo per il continuo tossire se fosse la quinta malattia dandogli l,antibiotico che succede’?la ringrazio

  14. ledi

    salve Dottore ho mio figlio di 3 anni ce ha da giovedi le macchie rose li a prima nelle guance poi in sederino poi si scomparano poi escono di nuovo poi in orecchie nelle gambe non ha la febbre non ha il prurito nell culeto li aveva come li dai un bambino i sciaffi aspetto la risposta cioa

  15. ledi

    no non ha la febbre ance prima non la avuta in panca e in sciena nol ha le macchie

  16. Orazio

    Buongiorno dottore a mio figlio è stata diagnosticata la quinta malattia, e da una settimana circa ha delle eruzioni su tutto il corpo. La mia domanda è, come mai adesso ha la febbre dopo la fuoriuscita dell’esantema la febbre non doveva averla prima? a proposito ha anche una congiuntivite.
    La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, la quinta prevede che la febbre si manifesti prima, quindi o si tratta di altra malattia o si è sovrapposto qualcosa di diverso.

    2. Orazio

      Ho portato nuovamente il bambino da un’altro pediatra e gli ha diagnosticato un esantema orticaroide é possibile? cmq il rossore sul viso è quasi scomparso invece sulle braccia e sulle gambe persistono ancora, ma la cosa che mi preoccupa è la febbre e ogni 6 ore circa gli somministriamo tachipirina. Il pediatra ha detto che se non passa prima di venerdi, di somministragli l’antibiotico zitromax.
      grazie per il consulto

  17. Antonio

    Dottore è possibile che una bambina di cinque mesi possa contagiare la quinta malattia??

  18. Francesca

    Mio figlio di 2 anni e mezzo ha avuto febbre nei giorni scorsi e oggi guance rosse e puntini sulla schiena: e’ 5 malattia l’ha passata la sorella 2 settimane fa. Il punto e che lunedì ( fra 3 giorni) dovremo partire x djerba: se lo teniamo all’ombra e coperto, e’ comunque sconsigliata la partenza? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quando compare l’esantema ormai la malattia è superata, ma esponendo al sole il bambino nelle settimane successive c’è il rischio di prolungare di molto i tempi di scomparsa.

  19. flora

    Buonasera dottore. Mia figlia di 8 anni,ha la 5malattia, le prime eruzioni sul viso le ha avute venerdi scorso e ancora oggi ne ha tante sia nelle gambe, sia nel sedere e qualcuna nel tronco. La ns pediatra dice che è ancora contagiosa e ci ha consigliato di nn mandarla a scuola e sconsigliato anche di fare il fine settimana alle cascate delle marmore per evitare l’esposizione al sole. In più ci ha prescritto antistaminico. Vorrei un suo parere, considerato che altre mamme mi hanno detto che con questa malattia sono andate addirittura ai parchi divertimenti. Grazie per avermi ascoltata.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido totalmente l’indicazione di non esporla al sole e mi sembra buona l’idea dell’antistaminico, mentre secondo le principali fonti americane la bambina non dovrebbe più essere contagiosa.

  20. Susanna

    Buona sera dottore,stasera cambiando il pannolino a mio figlio di due anni ho notato che gli sono uscite delle macchie piuttosto grandi rosse sul pancino.Non ha febbre.Può essere la quinta malattia o e` x caso allergia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra più un’allergia se sul viso non c’è nulla.

  21. stella

    Buon giorno, questa mattina sono stata a contatto con la figlia di una mia amica giocando e facendo pernacchie come sempre e sono alla 26esima sett di gravidanza…da questa mattina non aveva piu vesciche dovute alla bocca-mani piedi! E` ancora contagiosa? Cosa posso fare per verificare se l ho presa? Analisi del sangue? Se si quali e devo aspettare qualche giorno per farle? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Che io sappia non si può fare altro che aspettare, da un punto di vista teorico il rischio esiste.

  22. Daniela

    mio figlio di 10 anni ha fatto le analisi del sangue dalle quali emerge un abbassamento dei globuli bianchi . siccome la sorellina ha avuto da poco la quinta malattia il pediatra pensa che anche mio figlio abbia avuto la quinta malattia senza dare sintomi evidenti e che l’abbassamento dei globuli bianchi sia dovuto a questo. lei che ne pensa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il periodo di incubazione (il tempo che intercorre tra il momento dell’infezione e la manifestazione dei sintomi) per la quinta malattia va dai 4 ai 28 giorni, con una media pari a 16-17 giorni.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il periodo d’incubazione della malattia mani-piedi-bocca varia indicativamente tra i tre ed i sette giorni.

  23. Mike9973

    Salve dottore, ho 14 anni e pochi minuti fa ho notato che nella zona delle spalle e sul torace si sono formate chiazze rosse ma del resto dei sintomi neanche l’ombra… solo un po’ di calore sempre su quelle zone rosse. Mia sorella si 8 anni ha avuto la quinta malattia alcune settimane fa ( un paio almeno) ma ora non ha più niente; secondo il suo parere potrebbe essere che io abbia contratto la quinta malattia?

    1. Mike9973

      e ci sarebbe un modo per farla passare un po’ più velocemente?

  24. Luca

    Buongiorno, ecco il quesito di un papà che deve gestire a distanza le preoccupazioni familiari.
    Una bambina di circa 12 mesi, che ha manifestato febbre alta ( 38,5 -39 ) , dolori, sudori, inappetenza, per 3 giorni, trattata con tachipirina 125mg ogni 5 ore.
    Visitata da un pediatra, che ha diagnosticato un’otite. È stata quindi curata con antibiotico in gocce ( al momento non ricordo il nome del farmaco ), somministrate in orecchio, a partire dal 2° giorno.
    Il 3° giorno si sono presentate delle macchie esantematiche rosse sul volto e collo, ma la temperatura è tornata regolare, ed anche l’appetenza va migliorando.
    Il 4° giorno la bambina non ha più febbre, e le macchie stavano svanendo.
    Il 5° giorno la bambina non ha più febbre, MA LE MACCHIE SONO AUMENTATE SU TUTTO IL CORPO.

    A questo punto mi chiedo se la V malattia presenta anche sintomi di otite?
    Grazie anticipatamente per l’aiuto, Luca

  25. elsa

    Buon giorno dott e possibile se esposto mio figlio al sole con l esantema da 5 malattia provocare diarrea fortissima addirittura sanguinante

  26. Luciana

    Buongiorno, dottore mio figlio di quasi tre anni, ha contratto la V malattia, le macchie rosse stanno quasi per svanire, volevo chiederle può fare il bagno in piscina, ovviamente in assenza di sole? Grazie in anticipo

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.