Quarta malattia (scarlattinetta): sintomi, trasmissione e cura

Ultimo Aggiornamento: 51 giorni

La malattia di Dukes (da Clement Dukes), anche conosciuta come quarta malattia o malattia di Filatov (da Nil Filatov), consiste in un esantema. È differente da altre malattie esantematiche, come il morbillo e la rosolia, anche se è stata ritenuta una forma di eruzione virale.

Nonostante Dukes l’abbia classificata come entità a sé stante, dopo che Keith Powell ne ha prospettato nel 1979 l’equivalenza con la condizione comunemente detta sindrome combustiforme da stafilococco (o sindrome stafilococcica della cute ustionata), non sembra in realtà essere diversa dalla scarlattina, una malattia febbrile dovuta alle esotossine prodotte da streptococchi piogeni.

Non è mai stata associata con uno specifico patogeno, e la terminologia è stata di fatto abbandonata. Tuttavia, esantemi misteriosi da cause sconosciute nei bambini in età scolare, risollevano spesso la questione se possa trattarsi di malattia di Dukes.

Si tratta di una malattia esantematica che colpisce in prevalenza i bambini, viene chiamata spesso anche scarlattinetta o scarlattinina.

Sintomi

Segni e sintomi possono consistere in

  • febbre,
  • nausea e vomito,
  • inappetenza,
  • sonnolenza,
  • diarrea,

associati con i tipici sintomi da infezione virale (ipersensibilità alla luce, ingrossamento dei linfonodi, mal di gola e talvolta segni di interessamento encefalico).

L’esantema può comparire in qualunque momento della malattia, ma spesso solo in un secondo momento; in genere, è diffuso a tutto il corpo. Consiste in un’eruzione maculopapulare con aree di confluenza (a livello dell’inguine e dei glutei, raramente sul viso).

Può essere urticante, vescicolare e talvolta petecchiale. Possono essere colpiti i palmi delle mani e le piante dei piedi. Le eruzioni sono più comuni nel bambino che nell’adulto.

In genere, l’eruzione scompare senza pigmentazioni o cicatrici residue nel giro di 4-5 giorni, lasciando la pelle leggermente desquamata.

Molto frequenti sono invece le forme asintomatiche, prive cioè della maggior parte dei sintomi esantema compreso.

Trasmissione

Il contagio, più frequente nei mesi primaverili ed estivi, avviene principalmente attraverso piccole goccioline di saliva. La malattia è contagiosa dal periodo di incubazione fino alla comparsa degli esantemi.

Cura

La cura prevede la somministrazione di antibiotici.

Complicanze

La scarlattinetta si risolve praticamente sempre senza ulteriori complicazioni, raramente si hanno strascichi a livello renale o malattie reumatiche. Spesso vengono tuttavia prescritti esami delle urine in seguito alla malattia per escludere danni renali.

Anche quando contratta in gravidanza, la quarta malattia difficilmente comporta gravi problemi.

Fonte: Wikipedia (EN)

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. mirism

    Ennesimo controllo.malattia non identificata.antistaminico 2 volte al giorno.purtroppo dicono che potrebbe proseguire per molto.ha colpito ormai tutto il corpo.rischi per me e per il feto non ce ne sono, ma vorrebbero fare una biopsia per capire meglio.tolto qualsiasi crema idratante uso solo acqua termale in spray per aiutarmi a sopportare il disagio.oggi non riesco nemmeno ad aprire gli occhi da tanto sono gonfia.a presto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Grazie per l’aggiornamento, mi dispiace davvero sapere che sta tribolando così.

  2. Anonimo

    Salve dottore,
    Volevo sapere cortesemente dall’inizio della cura antibiotica per quanto tempo sia ancora contagiosa la quarta malattia? Grazie!

  3. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
    Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

    Salve, solitamente dopo 2-3 giorni dall’inizio della cura antibiotica non si è più contagiosi. Saluti

  4. Anna

    Buon giorno dottore , Ho avuto la bambina di 11 mesi ricoverata per infezione alle vie urinarie. E stata dimessa 2 giorni fa visto che era senza febbre, da 2 giorni dopo una cura antibiotica per bocca . Però da ieri sera li stanno uscendo dei puntini ravvicinati sulla faccia dietro le orecchie di più , e sul corpo soprattutto le parti geniale . Cosa può essere? Lei sta facendo ancora la cura antibiotica!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere sesta malattia, ma ovviamente segnali anche al pediatra quanto comparso perchè non è l’unica possibilità.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      MI sembra sufficiente sentire telefonicamente la guardia medica o il PS.

  5. Agnese

    Salve lavoro a contatto con una ragazza xhe dice di avere sesta mlattia ed è piena di bolle nel corpo ce possivilita che me la passi? Sesi comedevo e v itare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se ormai è nella fase esantematica *se* è sesta malattia non dovrebbe più essere contagiosa.

    2. Anonimo

      Buongiorno dott . C’è mio nipote che il pediatra gli ha diagnosticato la quarta malattia (scalattinetta)
      Sta facendo cura di antibiotico lo zitromax lo prende da tre giorni ma la febbre non passa sempre 38-39
      Ha pure tutte le occhiaie scure .
      Il percorso di terapia e giusto?

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, si la terapia è corretta, non fa miracoli ovviamente ci vuole il suo tempo, 3 giorni sono un po’ pochi ancora.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

Ho preso atto del Disclaimer e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy