Pressione alta e sessualità: problemi e rimedi

Ultimo Aggiornamento: 164 giorni

Introduzione

Pressione alta

Pressione alta

Il legame che unisce pressione alta e sessualità è molto profondo e va al di là dei noti effetti collaterali dei farmaci sull’erezione maschile. Il problema di fondo è che l’ipertensione è tristemente nota tra gli addetti ai lavori come killer silenzioso, perchè nella maggior parte dei casi non provoca alcun sintomo, ma è in grado di causare danni gravissimi.

Si stima che fino a un adulto su tre possa soffrire di valori pressori eccessivi e che fino a uno su due di questi pazienti non ne sia consapevole, o in ogni caso, non faccia nulla per riportare i valori alla normalità.

Una pressione non controllata può passare inosservata per anni, ma questo non significa che non abbia un impatto sulla salute del soggetto, che purtroppo si accorgerà del problema attraverso sintomi concreti solo quando i danni saranno già più o meno permanenti.

È altamente improbabile che l’attività sessuale causi una minaccia immediata per la vostra salute, ad esempio un infarto, però l’ipertensione può influire negativamente sulla soddisfazione sessuale sotto numerosi punti di vista.

Un problema di pressione alta e una vita sessuale soddisfacente possono coesistere, a patto che affrontiate apertamente il problema con il vostro medico (meglio ancora con l’andrologo, di concerto con il cardiologo nei casi di cardiopatia più delicati) e siate disponibili ad un lavoro di squadra senza vergogna.

 

La pressione alta nell’uomo

Con il passare del tempo l’ipertensione danneggia le pareti dei vasi sanguigni e fa indurire e restringere le arterie (aterosclerosi), diminuendo il flusso sanguigno, quindi l’afflusso di sangue al pene diminuisce. In alcuni uomini l’afflusso ridotto di sangue crea problemi nel raggiungimento e nel mantenimento di un’erezione sufficiente a permettere il corretto svolgersi del rapporto sessuale: questo problema spesso è detto disfunzione erettile ed è abbastanza frequente soprattutto tra gli uomini che non seguono alcuna terapia contro l’ipertensione.

Alcuni studi hanno dimostrato che in molti uomini un problema di disfunzione erettile (che può essere anche solo un progressivo peggioramento della qualità dell’erezione) è spesso il primo segno visibile di danno cardiovascolare, non sempre reversibile.

Questo scatena una cascata di conseguenze in grado di impattare ancora più a fondo con la qualità del rapporto di coppia:

  • Anche un episodio singolo di disfunzione erettile può causare ansia, ansia che può indurre l’uomo a rifuggire da occasioni di incontro sessuale per paura che possa ripetersi la défaillance.
  • Questo può essere causa di incomprensioni con la partner e difficoltà nella relazione che, a causa della vergogna, non sempre viene superata con facilità.

L’ipertensione può anche interferire con l’eiaculazione e far diminuire il desiderio, ma un altro grosso scoglio è rappresentato dai possibili effetti collaterali dei farmaci usati per abbassare la pressione:

  • disfunzione erettile,
  • diminuzione del desiderio,
  • disturbi dell’eiaculazione (precoce o ritardata).

Diuretici, betabloccanti, vasodilatatori, … molte delle principali classi di farmaci antiipertensivi possono manifestare uno o più di questi effetti collaterali, che purtroppo sono spesso causa di abbandono della terapia. In questi casi la scelta più corretta è invece valutare la situazione con uno specialista, per trovare il compromesso migliore e più adatto al proprio caso, tenendo a mente che il controllo della pressione è e rimane il punto fermo (una pressione alta non controllata porta a impotenza permanente ed espone al rischio di infarto, ictus, …).

Le soluzioni ci sono, fortunatamente, ma in alcuni casi serve pazienza per trovare quella adatta a sé.

La pressione alta nelle donne

Le conseguenze dell’ipertensione sulla salute sessuale femminile sono un campo di ricerca molto recente, ma che purtroppo sta riservando ai ricercatori numerose sorprese.

Come nel caso degli uomini l’ipertensione può far diminuire l’afflusso di sangue alla vagina e questo può avere varie conseguenze pratiche:

  • diminuzione del desiderio o dell’eccitazione,
  • secchezza vaginale e conseguente difficoltà nei rapporti, talvolta anche fastidio e dolore,
  • difficoltà nel raggiungimento dell’orgasmo.

Come nel caso degli uomini queste difficoltà possono essere causa di ansia e tensione nel rapporto di coppia, ma a peggiorare il quadro è il fatto che ad essere più esposte a problemi di pressione alta sono le donne in menopausa, che per cause ormonali possono già avere difficoltà di desiderio e di soddisfazione durante il rapporto.

Effetti collaterali dei farmaci per la pressione alta

Purtroppo numerosi farmaci, tra cui anche diverse classi di antiipertensivi, sono in grado di interferire sulla sessualità, in particolare ricordiamo:

  • Farmaci in grado di ridurre il desiderio:
    • diuretici tiazidici, spironolattone, antiadrenergici ad azione centrale come la metildopa.
  • Farmaci in grado di interferire con l’eiaculazione:
    • diuretici tiazidici, spironolattone, antiadrenergici ad azione centrale come la metildopa, antiadrenergici periferici, bloccanti del calcio.
  • Farmaci in grado di causare disfunzione erettile:
    • diuretici tiazidici, spironolattone, betabloccanti, antiadrenergici, vasodilatatori.

Alcuni farmaci antiipertensivi sono noti per avere meno probabilità di causare effetti collaterali a livello sessuale, ad esempio gli ACE-inibitori.

Quando non sia possibile cambiare, o non si riesce a trovare un compromesso soddisfacente, è possibile ricorrere a medicinali per la cura della disfunzione erettile (Viagra, Cialis, Spedra, …), che nella maggior parte dei casi non hanno controindicazioni se assunti con i farmaci per la pressione (fanno eccezione i cerotti alla nitroglicerina, la cui associazione va tassativamente evitata).

Il sesso causa infarti?

No, nella maggior parte dei casi avere regolari rapporti sessuali non è causa di infarti e incide in modo spesso trascurabile sul rischio di averne uno.

Premesso che ogni paziente è una storia a sé e deve quindi valutare la propria situazione con il cardiologo, l’American Heart Association ritiene che l’incidenza di eventi cardiovascolari (ictus, infarti, …) durante i rapporti sia molto rara, anche perchè in genere l’attività sessuale è piuttosto breve.

Da questo punto di vista possiamo invece finalmente (!) riportare una buona notizia; l’attività sessuale è considerata una sorta di attività fisica, in grado di esercitare moderatamente cuore e sistema cardiovascolare, e come tutte le pratiche di esercizio fisico se svolta con una certa regolarità può invece avere ricadute positive sul fisico, sul controllo della pressione, sui valori di colesterolo, … Certamente questa affermazione va individualizzata su ogni paziente, ma si tratta di un motivo in più per buttarsi alle spalle paure e vergogne e aprirsi con fiducia al proprio medico.

Mantenetevi in buona salute

Anche nei pazienti che si trovano già in terapia, e a maggior ragione nei pazienti che hanno ancora una pressione buona, uno stile di vita sano può avere un impatto determinante sulla qualità della propria vita sessuale oltre che sulla salute in generale.

Acquisire e mantenere delle buone abitudini può prevenire problemi di pressione alta (nonché di ipercolesterolemia, altra causa di disturbi della salute sessuale) e può ridurre la progressione dei danni quando esista già un problema.

Si consiglia quindi di:

  1. Smettere di fumare, in quanto il fumo tra i vari danni in grado di causare annovera anche l’impotenza.
  2. Praticare regolare attività fisica aiuta a mantenere l’apparato cardiovascolare (cuore e vasi sanguigni) in perfetta forma, garantendo la qualità dell’erezione e dell’afflusso di sangue alla vagina.
  3. Perdere peso se necessario, il sovrappeso è uno dei fattori di rischio più importanti per l’ipertensione e le malattie cardiovascolari in genere.
  4. Consumare più fibre.
  5. Consumare 5 porzioni giornaliere di frutta e verdura.
  6. Ridurre l’uso del sale e degli alimenti salati, che è tra le priorità dell’Organizzazione Mondiale della Sanità nella lotta alla pressione alta.
  7. Consumare regolarmente pesce, soprattutto quello azzurro di piccola taglia.
  8. Ridurre il consumo di alcolici.
  9. Bere 1.5-2 L di acqua al giorno.
  10. Ridurre il consumo di zuccheri e dolci, per ridurre il rischio di sviluppare diabete, un’altra malattie in grado di causare numerosi problemi di natura sessuale.

Talvolta sembra retorica, ma la letteratura scientifica è ormai concorde in modo inconfutabile sull’effettiva efficacia di mettere in pratica una prevenzione primaria attraverso queste semplici buone abitudini.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Salve giornalmente assumo 40 mg di valpression,10 mg di lecardip e una statina 10 mg totalip.questi farmaci possono dare problemi di erezione?cordiali saluti.

  2. Anonimo

    prendo lortan 100 posso prendere per aiutare la mia prestazione sessuale vigra 50?

  3. Anonimo

    assumo ogni mattina GIANT 40mlg per la pressione alta pero vedo che non riesco piu ad avere rapporti sessuali vorrei assumere un pastigletta di sidenafil per migliorare sia le prestazioni e il rapporto e il desiderio che mi dice si puo grazie

    1. Anonimo

      Dr. Cimurro ma se non riesci a dare alcuna risposta se non quella di andare da un dottore abbi un poco di amor proprio e togliti dalle scatole .

    2. Anonimo

      Signor Mel, partendo dal presupposto che sia una persona maggiorenne e capace di intendere, dovrebbe sapere che non è compito del farmacista (anche se dottore, ma in farmacia) prescrivere dei medicinali a chichessia. Quindi….sia piu cortese e rispettoso degli altri, perche dimostra in tal modo solo quanto è ignorante.

  4. Anonimo

    Prendo due pasticche al giorno di ” Rixil 80 mg ” per ipertensione; per avere un rapporto sessuale discreto uso una pasticca di “Cialis” 80 mg. E’ una dose troppo alta ? Ho anni 87. Chiedo consiglio ! Stelvio –

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non esiste Cialis da 80 mg, la dose massima per compressa è 20 mg.

  5. Anonimo

    Salve, dottore il mio disturbo e che mi ritrovo con un ematocrito ha 56 e sono sempre sottoposto a salasso x questo mi anno prescritto la cardioaspirina dopo anni mi ritrovo con la minima alta e i battiti a 110 al minuto e mi anno prescritto sequacor 2,5 però il problema è che ho disfunzioni eretti li cosa devo fare ho prender

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si rivolga con fiducia a un andrologo, la situazione è gestibile.

    2. Anonimo

      Prendo la sera una compressa di doxazosin 2mg e dovrei prendere la mattina una di ramipril 5mg; ma quest’ultima non la prendo sempre , perchè mi mette stanchezza e sonnolenza. Con la prima ho ugualmente una copertura adeguata ? Grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no, ma può verificare misurando la pressione in 2-3 momenti diversi della giornata; può essere che d’estate possa essere ridotto il dosaggio, ma ogni modifica va sempre concordata con il medico.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sì, è descritto ma non è un effetto collaterale comune.

  6. Anonimo

    Salve Dottore, da qualche anno prendo antacal 10 mg, sinceramente non ho problemi erettivi, sono curioso di provare SPEDRA 100 MG, posso farlo tranquillamente?
    Grazie. Luigi

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Eviterei, se non ha problemi non c’è alcun bisogno di usare farmaci che potrebbero potenzialmente avere effetti collaterali.

  7. Anonimo

    sto prendendo isoptin mezza compressa la mattina e mezza la sera
    ramipril 5mg+25mghcl – Lyrica 50mg tre volti al di e dolerazepam 1cp di 1mg tre volti al di mezza compressa di mirtazapina alla sera + triatec 5 mg alla sera …aiutatemi non ho piu’ erezioni, come bisogna fare..ho 40 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ne parli con fiducia al suo medico curante o, meglio, a un andrologo, è una situazione che si può recuperare.

  8. Anonimo

    Assumo da circa 14 mesi Coverlam 5mg/5mg ogni sera dopo pasti. Ho 50 anni… da circa due settimane ho problemi di erezione…cosa posso fare per ritornare alla mia normale vita sessuale…!? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Visita andrologica, se il disturbo è comparso solo ora è poco probabile che la causa sia il farmaco.

  9. Anonimo

    Salve , prendo olpress 20mg da circa un anno e mi capita spesso di sentirmi fiacco e senza forze , in più ho notato un calo del desiderio e anche dell erezione

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono purtroppo possibili effetti collaterali del farmaco; ha misurato la pressione recentemente?

  10. Anonimo

    Salve Dottore, mio figlio (19 anni) a seguito di un forte mal di testa ha ingerito una cps di moment alle ore 12:30 circa e dopo 3 ore ha ingerito una tachipirina. In serata ha bevuto una tazza di latte e mangiato qualche biscotto, ha vomitato subiito, ho notato nel vomito del sangue. Il medico di famiglia gli ha prescritto una cura per 15 gg. é opportuno sottoporlo subito a visita specialistica ( gastroenterologo) oppure aspettare qualche giorno. Grazie per la cortese risposta. Antonio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si fidi del suo medico e segua scrupolosamente la cura prescritta.

    2. Anonimo

      Micardis da 80 una a pranzo ma la sera si puo prendere un integratore di senzovit

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non dovrebbero esserci interazioni, se non assume altri farmaci (penso a Cardioaspirin o simile).

  11. Anonimo

    Ho 53 anni assumo da diversi anni mezza compressa di PERINDOPRIL 4 MG tutte le mattine. Può questo farmaco diminuire le mie funzioni sessuali?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si può interferire sulla sfera sessuale, anche se mi sembra poco verosimile dal momento che ne prende un dosaggio basso e da molti anni. saluti

  12. Anonimo

    buon giorno mi è stata trovata pressione alta (misurata a stomaco pieno) 150 maxe min 100 e mi è stato chiesto di ritornare a prendere PRITOR 80 con cardirene 160 e modretic…
    li avevo lasciati perchè ormai non avevo piu erezioni a 54 anni lasciandoli qualcosa andava meglio…non vorrei ripredere cura e sentirmi bloccato nella relazione con partner che fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      L’alternativa è rischiare un infarto/ictus… Mi perdoni se gliel’ho buttata giù un po’ dura, ma purtroppo è questa la realtà.

      Può comunque valutare con il medico di provare principi attivi diversi e/o può provare a migliorare lo stile di vita per ridurre nel tempo i farmaci.

  13. Anonimo

    Mi sale la pressione quando o rapporto e mi viene un dolore alla nuca cosa posso fare

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere cefalea da orgasmo, ma raccomando di fare il punto con il suo medico o con un neurologo per confermare l’ipotesi e soprattutto valutare come risolvere.

  14. Anonimo

    buongiorno!!mio marito ha 51 anni e da un paio d’anni soffre di disfunzione erettile.Un paio di mesi fa ha scoperto di avere la pressione alta,soprattutto la minima..sta facendo una cura con Lobidiur la mattina e Lacirex 4mg la sera.La pressione si è stabilizzata ma la disfunzione si è peggiorata.Cosa potrebbe fare?Grazie dottore

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Credo sia necessario fare una visita urologica, inoltre anche i farmaci anti-ipenrtensivi possono peggiorare l’impotenza. saluti

  15. Anonimo

    Buongiorno, a seguito di un’angioplastica con 1 stent medicato un mese fa, mi è stata data questa terapia, BRILIQUE 90 mg – PANTOPRAZOLO 20mg – BISOPROLOLO 1,25 mg – ZOFENOPRIL 7,5 da prendere insieme alle ore 8 di mattina – CARDIOASPIRINA 100 mg alle ore 12…… alle ore 20 BRILIQUE 90 mg e alle 22 ATORVASTATINA 40 mg.
    Ho 48 anni e già prima dell’intervento con stent facevo uso di Viagra 25 mg per per problemi relativi solo all’ansia e non per problemi fisici.
    La mia domanda è se adesso posso usarlo ancora senza interferire con la terapia e se SI, se posso utilizzarlo la mattina, grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questi quadri così delicati è indispensabile parlarne con il cardiologo, perchè oltre a possibili interazioni vanno valutati altri aspetti importanti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ci sono interazioni tra i due farmaci, ma per la prescrizione di Viagra vengono presi in considerazione anche altri fattori da valutare con il medico.

  16. Anonimo

    Prendo plaunac 20 ogni mattina per il controllo presso rio, inoltre ho una estasia alla aorta toracica di 46 mm, il mio cardiologo dice che posso prendere il cialis 20 per avere una migliore elezione. Si possono avere problemi?

    Grazie di un suo parere.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ci sono interazioni con Plaunac e nessuno meglio del suo cardiologo può valutare gli eventuali rischi connessi allo stato di salute; se è stato prescritto, lo assuma tranquillamente.

  17. Anonimo

    assumo almaritm 100 mg al giorno divisi mattina e sera, eliquis 5 due volte al giorno per episodi di fibrillazione atriale in passato e blopresid 32 / 12,5 la mattina per l’ipertensione. Ho già preso sia viagra 50 che spedra 50 posso continuare ?

  18. Anonimo

    Salve Dottore…ho 34 anni e non so come spiegare ma da da quasi un mese il mio pene non arriva alla durezza necessaria per avere un raporto normale…sono sposato, amo mia moglie e sono molto attrato da lei..quindi il desiderio cé, e tutto…ma non so cosa mi succede..cosa mi consiglia?? Quali possono essere le cause??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Assume farmaci?
      Stress?
      Malattie croniche (pressione, diabete, …)?

    2. Anonimo

      Farmaci ho assunto infatti appena ho visto questo problema ho smesso di prendere anche quelli..erano dei gastroprotettori..gli prendevo prima dei pasti..solo quello..malatie niente di nessun genere e neanche stres.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, i gastroprotettori non dovrebbero causare problemi.

      Consiglio di segnalare il sintomo al medico, in certi casi è spia di altri problemi (pressione alta, glicemia, ipercolesterolemia, …) ed è quindi importante che venga indagato (oltre che ovviamente risolto).

  19. Anonimo

    buongiorno dottore
    ho 42 anni da 5 mesi assumo 1 compressa la mattina di bifrizide per il controllo della pressione minima in quanto un po di mesi fa si era sballata l’avevo spesso a 100, posso assumere cialis o ci possono essere problemi di interazione con il farmaco?
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se prescritto lo assuma, con il farmaco in sé non ci sono interazioni.

    2. Anonimo

      non mi è stato prescritto dal mio medico curante! e calato il desiderio sesuale nei rapporti con mia moglie e poi ho notato di incominciare ad avere problemi di eiculazione precoce! il dosaggio da poter prendere di cialis?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Il farmaco richiede ricetta medica.
      2. NON cura il calo del desiderio.
      3. NON cura l’eiaculazione precoce.

      Ne parli con fiducia a un andrologo, il primo passo per risolvere è una diagnosi certa.

  20. Anonimo

    ho 47 anni da un mese assumo 1 compressa la mattina di prinivil da 20 mg per il controllo della pressione minima l’avevo spesso a 100, posso assumere cialis

  21. Anonimo

    Salve ho 30 anni assumo testosterone undecanoato da un paio di mesi, in ottica di una giornata un po “particolare”ci sono controindicazioni nel prendere in aiutino una pasticca di cialis da 20 ?premetto che la mia pressione sanguigna è ottimale e non ho intenzione di prendere altri aiutini oltre questa parentesi.
    cordiali saluti

    1. Anonimo

      grazie dottore!non chiedevo una conferma infatti, ma solo un suo pensiero relativo all’interazione per una sera del cialis con il testosterone
      ancora cordiali saluti

  22. Anonimo

    Prendo Norvasc da 10 per la pressione e, a causa di qualche difficoltà di erezione, oggi l’urologo mi ha prescritto Spedra 100 mg.

    Ci sono interazioni?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non mi risultano interazioni note se non un blando rischio di abbassamento della pressione, ma in genere è molto ben tollerato.

La sezione commenti è attualmente chiusa.