Nodo in gola ed ansia: sintomi, diagnosi, pericoli e cura

Ultimo Aggiornamento: 1152 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Il nodo in gola (o bolo isterico, o bolo ipofaringeo) è la sensazione di avere qualcosa di fermo in gola che in realtà non c’è. Si tratta di una sensazione molto reale ed il paziente non la esprime semplicemente per lamentarsi.

Il nodo in gola può essere percepito come una massa, una sporgenza, come catarro o come semplice fastidio localizzato: il modo di descriverlo varia molto a seconda del paziente. E’ un disturbo relativamente frequente.

Solo raramente esiste davvero una massa reale in gola (causata da infezioni, problemi di tiroide, tumori, …). In questo articoli tratteremo invece il caso più comune, ossia quando la sensazione di “qualcosa in gola” è di fatto solo un’impressione, anche se particolarmente reale.

Si riesce a guarire dal nodo alla gola?

Probabilmente sì, ma sappiamo che un numero significativo di pazienti continua a lamentare il fastidio alla gola dopo due anni dalla comparsa quindi, se il sintomo persiste, è inutile rimproverarsi di non aver fatto abbastanza. Tuttavia è molto raro che il nodo in gola peggiori con il passare del tempo: se peggiora, andate di nuovo dall’otorino.

Cause

Non è stato finora diagnosticato alcun meccanismo fisiologico o eziologico specifico per il nodo alla gola; alcune ricerche suggeriscono che, nel momento in cui si presentano i sintomi, sia presente un’elevata pressione cricofaringea (dovuta alla muscolatura presente in gola) oppure una motilità ipofaringea anomala (ossia dei movimenti anomali in gola).

La sensazione di avere un nodo alla gola potrebbe anche essere causata dal reflusso gastroesofageo (GERD) o dalla deglutizione e dalla secchezza della gola connesse all’ansia o ad altri stati emotivi.

Tra i disturbi che possono essere scambiati per la sensazione di nodo alla gola ricordiamo i diverticoli cricofaringei (dell’esofago superiore), lo spasmo esofageo diffuso, il reflusso gastroesofageo, i disturbi muscolo-scheletrici (ad esempio la miastenia gravis, la distrofia miotonica e la polimiosite) e le lesioni nodulari del collo o del mediastino che causano la compressione dell’esofago.

Secondo alcuni autori la sensazione di nodo alla gola potrebbe essere sintomo di alcuni disturbi dell’umore (ad esempio una rabbia eccessiva); alcuni pazienti, inoltre, potrebbero essere particolarmente predisposti a questa reazione. Lo stress sembra avere un ruolo nella sensazione di nodo in gola nei due terzi circa dei pazienti, quindi spesso può essere utile modificare lo stile di vita o rilassarsi. Molti pazienti temono che il nodo alla gola sia un sintomo di un tumore alla gola e scoprono di sentirsi meglio appena dopo essersi fatti visitare da un otorinolaringoiatra.

Pericoli

Il nodo in gola è un sintomo del tumore alla gola?

No! In realtà molti dei pazienti che hanno questo sintomo non sono fumatori e quindi è altamente improbabile che abbiano un tumore alla gola.

E’ comunque importante in caso di persistenza del sintomo vagliare con l’aiuto del proprio medico anche questa possibilità.

Diagnosi

Lo scopo principale della diagnosi è quello di distinguere tra la sensazione di nodo alla gola dalla vera e propria disfagia, che indica un disturbo strutturale o motorio della faringe o dell’esofago.

Anamnesi

Il medico vi farà delle domande sui disturbi attuali per avere una descrizione chiara dei sintomi, soprattutto per quanto concerne eventuali dolori durante la deglutizione, le difficoltà di deglutizione (ad esempio la sensazione che il cibo rimanga in gola). Il momento in cui compaiono i sintomi è importante e occorre capire in particolar modo se il sintomo si presenta quando si mangia o si beve, oppure se sia indipendente da queste attività; il medico dovrebbe inoltre indagare esplicitamente sulla connessione tra i sintomi e gli eventi psicologici del paziente.

Il medico vi domanderà inoltre se siete dimagriti (sintomo di un disturbo della deglutizione) o se presentate sintomi di debolezza muscolare.

Visita

Il medico palpa il collo e la gola alla ricerca di eventuali noduli. L’orofaringe viene osservata direttamente e l’otorino tipicamente esamina la bocca, inserendo poi un endoscopio flessibile a fibre ottiche per controllare anche la gola.

Il medico, inoltre, dovrebbe osservare la deglutizione, di acqua e di alimenti solidi, ad esempio dei crackers. È importante l’esame neurologico, con particolare attenzione alla funzionalità motoria.

Sintomi preoccupanti

I sintomi seguenti devono essere immediatamente segnalati al medico:

  • Male al collo o mal di gola,
  • Dimagrimento,
  • Comparsa improvvisa del nodo alla gola dopo i cinquant’anni,
  • Dolore, soffocamento o difficoltà di deglutizione,
  • Rigurgito,
  • Debolezza muscolare,
  • Massa palpabile o visibile,
  • Peggioramento progressivo dei sintomi.

Esami

I pazienti che presentano i sintomi tipici del nodo in gola non hanno bisogno di eseguire particolari esami. Se la diagnosi non è chiara o il medico non riesce a visualizzare bene la faringe, vengono eseguiti gli esami per la disfagia. Tra gli esami tipici ricordiamo

  • l’esofagografia opaca o con mezzo di contrasto,
  • la misurazione del tempo di deglutizione,
  • la radiografia toracica,
  • la manometria esofagea.

Cura e terapia

Il medico rassicura in genere il paziente standogli vicino, perché finora nessun farmaco si è dimostrato efficace per combattere il nodo alla gola. Il medico, inoltre, dovrebbe consigliare al paziente di gestire la depressione, l’ansia o altri disturbi del comportamento sottostanti, indirizzandolo verso uno psichiatra, se necessario. Nel frattempo, può essere utile comunicare al paziente che i sintomi e gli stati emotivi sono collegati.

Attualmente non esiste una terapia specifica per il nodo alla gola tuttavia, se soffrite di reflusso esofageo, può essere utile curarlo. Se ci riuscite, cercate di ignorare il nodo in gola perché, più ci pensate, più sembrerà peggiorare.

La deglutizione eccessiva o il fatto di schiarirsi in continuazione la gola non fanno altro che irritare la gola e peggiorare la sensazione: il paziente può entrare in un circolo vizioso, quindi cercate di non deglutire troppo e di non schiarirvi troppo la gola, anche se vi verrebbe spontaneo.

Se la sensazione di nodo in gola è particolarmente fastidiosa, bere qualcosa di caldo o tenere in bocca una caramella vi aiuteranno a tenere la gola idratata.

Fonti Principali:

(traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno)


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. katiuscia

    Buongiorno dottore,
    le spiego che cosa mi è successo tre settimane fa ho avuto mal di gola con raucedine, poi passato l’infiammazione ho sentito un prurito e di li il medico mi ordina per una settimana fluibron e clenil.Poi ritorno perché mi sentivo irritata e un bruciore sulla trachea,mi ordina antibiotici isocef ,poi inizia la tosse stizzosa irritabile . Premetto che al mattino mi sveglio con gola secca e lingua bianca che brucia tutto il giorno,ormai sono disperata perché il mio medico mi ha detto che secondo lei è esofagite da reflusso e mi ha ordinato la protezione per lo stomaco e gaviscon. Ma adesso sento come un nodo in gola e sensazione di catarro. Secondo lei cosa può essere?

  2. Alessandro

    Dottore, che succede se un sorso d’acqua va di traverso? E successo un’ora fa ma ancora erutto in maniera strana e ho la sensazione di nodo in gola..succede qualcosa?

    1. Alessandro

      La cosa che mi spaventa è che non ho tossito, è andata diretta

    2. ALessandro

      Dottore sono preoccupatissimo, un punto del petto in basso a sinistra vicino l’ultima costola mi dà dei pizzicotti ad intermittenza ogni 20-30 secondi. Bruciano molto. devo andare in ospedale?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere non è successo nulla, ma solo lei può valutare; magari senta telefonicamente la guardia medica.

  3. anonimo

    Salve dottore non so se c’entra,ma prima mi é capitato di ingoiare una caramellina piccola,circa 15\20 min fa,ho ingoiato una frisk,mica é pericoloso?sento un nodo alla gola e qualcosa che mi risale,mi sono subito agitata e sudi,mi sarei soffocata subito si? Devo preoccuparmi?

    1. Alfonso

      Dottore e un paio di giorni mi sento un nodo alla gola pero solo quando sto ne letto che posso prendermi

    2. Alfonso

      Più o meno dottore da che pu ò di pendere sono quattro messi che non vedo la famiglia per lavoro più o meno può essere

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere ansia, ma va verificato con il medico.

    4. Alfonso

      Io prendo della terapia traquilit e revotil perche sofro proprio da zia . pero il nodo mai capitato

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senta anche il suo medico ovviamente, ma è la causa più probabile.

  4. morandi

    Mio marito si sveglia all’improvviso con la sensazione di soffocare e avendo sforzi di stomaco tira fuori acqua dura tra i 15/20 minuti…..

  5. Michela

    Dottore sto affrontando un periodo parecchio stressante e premetto che soffro da anni di attacchi di panico e ansia. Riesco a gestirli ma in periodi di stress come questo no. La cosa che mi preoccupa di più è che dopo i pasti faccio fatica a digerire e a volte mi faccio prendere dall ansia,inizio a sudare freddo,la gola mi si secca e mi sento mancare….come posso fare? Anche a livello muscolare risento molto questa tensione…inizio petto mi fa male e anche la zona delle spalle. Ho anche un altra domanda: si che questi sintomi sono legati all ansia ma perché quando mi capitano (parlo della secchezza alla gola,nodo in gola, sudore freddo e dolore al petto) il mio ritmo cardiaco scende molto?inizio genere io ho circa 50 /52 battiti al minuto. Quando sto così arrivo anche a 45 e dintorni. Corro dei rischi?grazie infinite

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere non corre particolari rischi legati al cuore, ma lo valuti anche con il medico che potrà visitarla e conosce il suo stato di salute.

      Per l’ansia non ha mai assunto nulla?

    2. Michela

      No mai ma in periodi come questi credo di averne bisogno. Lei mi può dare una dritta?grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non posso prescrivere nulla, mi dispiace, ma lo valuterei senza dubbio (farmaci e/o psicoterapia).

  6. Mauro

    Salve dottore, le spiego brevemente il mio problema. Da circa sei mesi sto male, ho avuto la mononucleosi, ho le tonsille ingrossate, linfonodi gonfi e mal di gola. Ora la mononucleosi è passata da tempo ma tutti gli altri sintomi restano, in più da circa una settimana ho difficoltà a degluitire e un moccio verde e denso, mi si chiude l’esofago e vado nel panico. Il medico mi ha appena prescritto un antibiotico, il chinoplus 600 in compresse, soltanto che non riuscirò mai a deglutire le compresse quindi il medico mi ha detto di schiacciarle e assumerle in questo modo, funzionano lo stesso o c’è qualche problema?
    Grazie in anticipo per l’attenzione.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sarebbe preferibile che fossero ingerite intere, ma se non è possibile proceda come consigliato.

    2. Mauro

      Purtroppo ho difficoltà anche ad ingerire del cibo morbido e masticatissimo quindi con le pillole la vedo ancora più difficile. Grazie mille comunque per la risposta

  7. ciccio

    Dottore é da una settimana che dalla mattina quando mi alzo fino a quando vado a letto ho un nodo alla gola come soffocare nn so cosa fare….mi aiuti é fastidiosissimo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Deve rivolgersi al medico per una diagnosi esatta; la causa più comune è un po’ di ansia, ma potrebbe essere anche reflusso, per esempio, oppure tonsille infiammate.

  8. Enrico

    io soffro d ansia da molto tempo e prendo gia ansiolitici e vado dalla psicologa stasera mi è successa una cosa strana tutte le volti i sintomi sono diversi ho avuto come una fitta al petto subito accompagnata da un bruciore della gola con tensione alle spalle e collo mi devo preoccupare anche perché ogni volta i sintomi sono diversi

  9. Matilda doddo

    Io faccio fatica a ingoiare la mia stessa saliva anche se o preso le gocce x l ansia e x gli atachi di panico mi può dire per favore come posso fare per poter mangiare per favore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha già chi la segue dal punto di vista psicologico?

  10. Paolo

    Salve dottore le spiego la mia situazione. Circa 1 mese fa sono andato una sera a mangiare fuori e mentre mangiavo un arancino, questo mi è andato di traverso o almeno così mi è sembrato perché non ho tossito ma sentivo come un pezzo di cibo che non andava ne giù ne su, nella parte destra della gola, allora sono andato nel panico, mi sono un po agitato. Il giorno dopo il fastidio c’era ancora poi successivamente sembrava essere quasi passato, io cercavo di non farci caso e gli altri mi dicevano di non preoccuparmi e di tranquillizarmi.
    1 settimana dopo sono partito per l’Ucraina a trovare i miei parenti e durante il viaggio (abbastanza lungo) subito dopo aver superato la dogana mi si è molto seccata la bocca io non capivo il purché, subito ho iniziato a leggere e cercare vari sintomi e patologie su internet. Arrivato a casa dei miei nonni mi era ritornato il problema alla gola e per 1 giorno non ho mangiato quasi niente perché non riuscivo a deglutire bene, allora il giorno successivo sono andato dall’otorinolaringoiatria il quale mi ha detto che ho le papille gustative della lingua (credo) in fondo un po gonfie e mi ha detto che potrebbe essere a causa del reflusso gastroesofageo. (mi capitava infatti spesso, soprattutto d’inverno che tornato da scuola il pomeriggio dopo aver fatto un pisolino mi svegliavo avevo un po di aciditá in gola.) La dottoressa allora mi ha prescritto delle medicine soprattutto per i problemi di reflusso e per la gola delle pastiglie a base di clorofilla, tutto questo da prendere per 1 settimana. La settimana successiva sono tornato e mi sentivo un po meglio, almeno riuscivo a mangiare di più, la dottoressa ha detto che un po la situazione è migliorata e mi ha dato le stesse cure per un’altra settimana.
    Ora mi sento meglio rispetto all’inizio ma sento comunque un fastidio in gola come se ci fosse del catarro che non scende ne sale e per questo motivo a volte ho questo senso di soffocare.
    Non ho dolore ma solo fastidio.
    Sono andato anche dall’endocrinologo perché mia nonna pensava che avessi problemi alla tiroide, la dottoressa mi ha visitato palpandomi la gola, dopodiché mi ha guardato la pancia e mi ha palpato il gomito, poi mi ha detto che non ho la tiroide ma solo i linfonodi del collo un po ingrossati magari a causa di un influenza-infenzione che di inverno non ho curato bene( ho avuto una cosa simile alle placche nel periodo invernale mi faceva male la gola e avevo male a deglutire e ho avuto un po di raffeeddore) dato da prendere delle gocce orali, 8 gocce 3 volte al giorno. (Dovrebbero essere a base di erbe ma c’è anche dell’etanolo, in lettere inglese c’è scritto sulla boccetta Lhymphomyosot)
    Premetto che sono abbastanza ansioso come persona, poi quest’anno scolastico è stato stressante per me.
    Mi capita spesso di preoccuparmi per la scuola, per la mia famiglia (mia mamma aveva perso il lavoro)

    Ora vorrei riposare e non pensare a niente ma questo fastidio alla gola proprio non me lo lascia fare.

    Mi scusi se mi sono dilungato,ma questo problema mi tormenta troppo la prego mi consigli qualcosa.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La mia sensazione è che di fondo sia un problema ansioso, ma ovviamente non posso garantirglielo.

  11. Filo

    Buongiorno.
    le scrivo perchè da una decina di giorni soffro di un dolore in gola (più che dolore è fastidio) che compare più o meno dal nulla, ma che non scompare mai totalmente.

    Mi dispiace non essere in grado di spiegarle con precisione i sintomi.
    A tratti è più intenso. Parte dalla base della gola (sotto il pomo di adamo) e arriva sino all’ugola.
    Da un senso di costrizione al petto.
    Nella deglutizione ho una sensazione di “sfregamento” sulla parte destra della gola, come di cartilagini che, appunto, “sfregano” tra loro.
    A volte mi capita addirittura di non riuscire a deglutire la saliva (il blocco mi pare essere sotto la lingua).
    Naturalmente, quando mi succede, deglutisco a ripetizione e verosimilmente tendo a peggiorare le cose.
    Sono mediamente stressato, ma direi non in modo particolare.

    In merito ho parlato con vari medici.
    Parte di questi (tre) mi hanno assicurato essere reflusso GE.
    Per questo motivo prendo un Nexium 40 ogni mattina da 5/6 giorni e Riopan dopo i pasti.
    Il mio medico della mutua (che si presume sia gastroenterologo) ed un otorino (che mi ha fatto un’endoscopia) non addebitano il problema a RGE e mi dicono di stare tranquillo.

    Io però non posso certamente continuare a vivere così, perché a tratti è davvero debilitante.

    Avrei due domande, per capire se sia o meno reflusso:
    – L’altro giorno mi sono allenato abbastanza duramente.
    Durante e dopo l’esercizio fisico, il fastidio è quasi totalmente scomparso. Quale delle patologie da lei segnalate può essere esclusa da quanto detto?

    – Che esame mi da la certezza assoluta che si tratti o meno di reflusso?

    Ho 27 anni. Fumo in modo moderato. Non bevo alcool e non mangio nulla che non siano banane e riso in bianco ad ogni pasto, da 7 giorni.

    La ringrazio molto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Rispondo alle due domande:

      1. L’ansia è quella che emerge come più probabile da questo dettaglio.
      2. Gastroscopia.

      Non sono né otorino né gastroenterologo, ma mi permetto ugualmente un consiglio; la gastroscopia di cerca di prescrivere il meno possibile perchè invasiva, meglio invece la prescrizione di IIP (come Nexium) per almeno 2-3 settimane, se ne avrà sollievo dopo questo tempo sarà una buona conferma che il problema è reflusso.

  12. Anonimo

    Dottore io ho questo sintomo come se mi si tappassero le orecchie e in qualche secondo sento un giramento di testa che poi mi porta a stare instabile per il resto della giornata, non mi capita sempre secondo lei a cosa può essere dovuto?

    1. Anonimo

      Vengono quando meno me lo aspetto ormai da 6 anni soffro anche di ansia quando mi prende ho sempre giramenti di testa sospiri preoccupazioni per quel sintomo è diverso è da anni ormai che cerco di scoprire se questo sintomo può essere provocato dalla mia ansia ma avviene anche quando non sono in ansia..

    2. Anonimo

      Si un anno fa e non trovarono niente feci anche una risonanza alla testa peró anche questo anni fa, potrebbe essere problemi del collo o della vista anche perché io sono un disegnatore e sto sempre con testa piegata e davanti al computer seduto

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, plausibile che possa essere legato alla posizione, anche se l’ansia rimane purtroppo sempre una causa plausibile.

    4. Anonimo

      lunedì parleró anche con il mio psicoterapeuta e senta dottore ma l’ansia porta a problemi al cuore alla circolazione del sangue, ischemia?

  13. Anonimo

    Dottore ma l’ansia con questo caldo può aumentare o tornare? Io sono in cura con il daparox 15 gocce che sono state scalate da poco stavo bene ma da qualche settimana è tornata con i soliti giramenti di testa e tachicardia.. Cosa devo fare secondo lei?

  14. Jack

    Dottore salve… Mi può dare un aiuto? non riesco a dimenticare una persona che mi ha fatto perdere la testa e di cui sono molto innamorato (lui non mi risponde più e non mi vuole)… Da 5 6 giorni a questa parte mangiò veramente poco.. Nodo alla gola e piango spesso… Non riesco a tirarmi su e sto dimagrendo. Cosa fare?!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ho speranza che uscendo con amici e praticando un po’ di sport possa gradualmente superare la situazione, se così non fosse le alternative sono parlarne con il medico o con uno psicologo. Se non andasse meglio non aspetti a chiedere aiuto, per evitare che peggiori.

    2. jack

      ok. Vedrò di stare in compagnia, dormire, mangiare di più e praticare un pò di sport. Speriamo sia solo un periodo e che passi

  15. terry

    Buongiorno dott.
    E un periodo ke soffro di ansia, e a volte attakki di panico, le spiego cosa mi sta succedendo in circa un mese… a volte mi sento dolorini alla trakea, fitti al collo e mi sento anke ke c ho fermo qualkosa in gola a volte in un lato o ttt 2 lati, e mi sento mancare il respiro, e mi sento anke stanca e le cose li faccio cn fatica, mi vengono anke dei vertigini, e a volte mi sento la gola calda,siccome c ho la tiroide e da 5 mesi ke prendo la eutirox 25, il mio medico mi ha fatto fare il controllo dell ormoni e mi sn risultati alla norma e quindi l eutirox 25 va bn, mi ha dtt ke questi sintomi nn può essere della tiroide, ogni volta mi visita e mi vede sempre la gola arrossata.. e cn le mani sente sia superiore ke inferiore delle ghiandoline, ma ha dtt ke nn sn preoccupanti! Secondo lei, cosa ne pensa? E ke consiglio mi potrebbe dare? Puo essere causato della tiroide? O dell ansia ke ho? Dv rifare il controllo endocrinologo, cn l ecografia si vede cosa può essere? O fare un 1 radiografia? Grz scusi x il disturbo….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il dubbio è che sia proprio “solo” l’ansia, non faccia esami o visite se non prescritte.

  16. terry

    Grz mille dottore, ma siccome ho xso peso… circa 7-8 mesi fa ero 58 kili… ogni mese xdo peso… e adesso sn arrivata a 50 kili… e nn so cosa pensare… ho pensato ke sia dovuto alla tiroide ma il medico mi ha dtt ke è impossibile. Lei pensa ke è dovuto ttt un insieme dei miei malesseri? Grz dott..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In questi 7-8 mesi per l’ansia ha mangiato meno?

  17. terry

    Ci sn giorni ke mangio meno, e ci sn giorni ke mangio un po in piu..in questi mesi ho iniziato cn gli integratori, il carnidyn, poi multicentrum e nn ho visto risultati… ieri il mio medico mi ha dato un altro tipo di integratori sustenium plus 1 al giorno,.. ma se vedo ke xdo ancora peso, ce di farmi dei controlli? Veramente avrei un po di paura a pensare al negativo…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente il problema è che mangia meno, non si preoccupi.

  18. terry

    Ok grz mille dott. Mi è stato d aiuto.. cercherò stare piu tranquilla…

  19. FM23

    Salve dottore, mi scusi se la disturbo. Sono un ragazzo di 23 anni. Premetto che, dal 12 febbraio 2015, soffro di affaticamenti muscolari alle gambe. Inspiegabilmente da un giorno all’altro mi svegliai accusando una strana tendinite a entrambi i legamenti collaterali laterali delle gambe, nonostante non ho avuto infortuni e non abbia mai fatto sforzi gravosi o sportivi in quel periodo. Feci tutte le analisi del caso (addirittura le più specifiche), su prescrizione del medico, e tutto rientrava nella norma. Addirittura le ho ripetute le analisi e l’unico valore un po’ altino era ANTITPO tra gli anticorpi tiroidei, ma ad esempio tutti gli altri (TSH compreso) erano perfettamente lineari. Verso fine maggio ho cominciato a stare meglio e devo ammettere che i dolori e affaticamenti vari sono scomparsi con l’estate. Purtroppo, però, da una settimana mi è venuto un anomalo fastidio all’altezza della faringe e del gozzo. In pratica, quando deglutisco, spesso ma non sempre, sento questo strano fastidio. Non è fisso, ma intermittente e discontinuo. Su 10 deglutizioni, lo sento 3/4 volte di media. Il medico, che mi ha visitato, dice che ho la gola molto rossa e che potrebbe essere una laringite. Ha inoltre riscontrato un linfonodo del collo un pochino gonfio. Solo che io da tre giorni sto facendo una lieve cura omeopatica. Per ora non riscontro miglioramenti. Detto questo, le preciso che io non sento assolutamente il classico dolore alla gola tipico dell’influenza. Per la prima volta ho un dolore, appunto non fisso, all’altezza del collo ogni tanto alla deglutizione. Il timore è che magari potrebbe anche essere un problema legato ad un mal funzionamento della tiroide. Secondo lei è possibile che sia una laringite oppure questo fatto che il dolore non è costante può far pensare all’ansia?

    Scusi se mi sono dilungato, ma la reputo una persona veramente gentile e un professionista serio e disponibile. Mi rivolgo a lei per avere un consiglio e un parere. La ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ansia è sicuramente un’ipotesi plausibile, anche se di fatto la gola rossa indica che comunque un po’ di infiammazione c’è; probabilmente si sovrappongono le due cause.

  20. FM23

    Si, anche per il linfonodo un po’ ingrossato che penso comunque indichi un’infiammazione in corso. Per fortuna non ho altri sintomi. Solo questo fastidio che è ben diverso dal classico mal di gola. Non sono un fumatore e magari al massimo sforzo giusto un po’ la voce per studiare ma nemmeno più di tanto. L’unico mio timore era legato che, anche considerati gli affaticamenti muscolari alle ginocchia avuti da febbraio a inizio estate, potesse dipendere dalla tiroide. Tutto qui. Mi consiglia di stare tranquillo insomma. Grazie mille per la risposta

  21. Marika

    Volevo chiedere io mi sento qualcosa fermo in gola e pungere e soffocare e caldo e quando deglutisco mi sento questa massa ferma che mi da fastidio e a volte nn riesco nemmeno a inghiottire

    1. Marika

      Si ogni tanto mi sento ansiosa mi viene da vomitare e bruciare forte e mi sento come se uno mi mettesse le mani sulla gola e mi vuole soffocare

  22. clara82

    salve dottore,mi è successo che da un po’ di tempo sono stressata e ho avuto parecchi sintomi strani,tipo formicolio a lingua e labbra,macchie sula fronte e sul collo e sul petto,da un paio di giorni mi sta succedendo che mi sento la gola che stringe,nn succede dopo i pasti,ma così,a caso mentre sono al pc,mentre sto facendo le faccende di casa e cose varie in più ho come una specie di catarro nella gola,mi sento anche svenire e il cuore a mille e le mani e i piedi intorpiditi,dopo che mi viene qst sensazione ho anche bisogno di urinare,è tutto stress? grazie in anticipo

  23. clara82

    ah,volevo dire che dopo questi sintomi mi gira la testa e mi viene mal di pancia,come se fosse male ai reni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Da verificare sicuramente con il medico, ma sì, potrebbe essere ansia/stress.

  24. Lidia

    Salve dottore mi chiamo lidia o 23anni e circa di un anno o ansia mi sento un nodo nella gola come se mi stringono la gola e mi sento mancare l aria dopo mi sento confusa e mi sento i occhi chiusi e quando o questi sintomi mi sento ol corpo pesante morto e sudo fredda mi diventano le dita delle meni fredde e le dita dei piedi freddi e mi sento girare i occhi o troppa paura mi capita anche mentre sono tranquilla peso 93kili forse centra anche il peso o troppa paura mi succede spesso la ringrazio

  25. Lidia

    Dimenticavo il medico mi a prescritto le valeriana e i massigen magnesio e potasio quando me li prendo sto un po meglio pero dopo di nuovo sto male e mi a scritto anche i tranquil ma ancora non li o presi io voglio che non o piu niente o paura voglio essere come prima che ero agile e stavo bene ora no la ringrazio tanto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembrano attacchi di panico, non c’è motivo di pensare a nulla di peggio se il medico è arrivato alla stessa confusione.

  26. Lidia

    Cosa dovrei fare quando mi sento cosi all improvviso la ringrazio sempre

  27. Lidia

    Certe volte mi fanno effetto e certe volte no non so cosa fare sono andata a finire circa 2mesi fa all ospedale mi anno fatto l eleltrogardiogramma al perto e avevo un po i bettitti accellerati pero non mi anno trovato niente mi volevano fare la tach ma non o voluto o paura cosa dovrei gare quando mi sento cosi

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe valere la pena iniziare un percorso psicoterapico per imparare a gestire questi attacchi.

  28. Lidia

    Mi sento anche non sicura di me stessa cmq a da ottobre dello scorso anno che mi sento cosi mi e successo che ero con il mio ragazzo con il motore che pioveva forte mi trovavo in strada soli tutto assieme se ne andata la luce in strada e o visto tutto al buio e mi ero sentita troppo male mi ero sentita qualcosa in testa e a da quasi un anno che sono cosi o paura di tutto ora sono peggiorara

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono assolutamente convinto che uno psicologo possa aiutarla a superare questo momento.

  29. rosy 67

    dottore , a me capita spesso di sentire un nodo in gola quando sono molto nervosa non riesco a parlare sembra che mi soffogo , potresti darmi un consiglio la ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe provare con tecniche di rilassamento come lo yoga od il training autogeno, in alternativa la psicoterapia per imparare a gestire l’ansia.

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.