Malattia di Lyme e zecche: foto, sintomi, durata e cura

Ultimo Aggiornamento: 45 giorni

Introduzione

La malattia di Lyme è un’infezione provocata dal batterio Borrelia burgdorferi. Questo batterio usualmente si trova negli animali come topi e cervi. Le zecche Ixodes possono infettarsi con i batteri quando mordono un animale infetto, per poi trasmetterlo ad una persona che può così contrarre la malattia di Lyme.

Le zecche vivono nell’erba e negli arbusti e si ancorano a un habitat accogliente quando lo attraversano. Le zecche sono piccole e difficili da vedere, le più piccole o le più giovani hanno la stessa dimensione di un seme.

La maggior parte dei casi di malattia di Lyme segnalati riguarda il Nord Est, il Midwest superiore, le zone costiere e del Pacifico degli Stati Uniti perché dette regioni sono quelle in cui le zecche tendono a vivere.

Foto

Photo Credit:

  • http://en.wikipedia.org/wiki/File:Bullseye_Lyme_Disease_Rash.jpg
  • http://nl.wikipedia.org/wiki/Bestand:Erythema_migrans_-_erythematous_rash_in_Lyme_disease_-_PHIL_9875.jpg
  • http://en.wikipedia.org/wiki/File:Lymebite.png

Sintomi

La malattia di Lyme può interessare la pelle, le giunture, il sistema nervoso ed altri apparati. I sintomi e la loro gravità variano da persona a persona. I sintomi della malattia di Lyme si presentano in tre stadi, sebbene non tutti i pazienti li attraversino tutti:

  1. Di solito il primo sintomo dell’infezione è un’eruzione di forma circolare, chiamata erythema migrans (vedi la prima e la seconda foto), che appare entro 1-2 settimane dall’infezione, ma si può manifestare fino a 30 dopo giorni dal morso della zecca. Questa eruzione ha spesso una forma simile ad un bersaglio, un’ombra centrale rossa circondata da pelle di colore chiaro che è attorniata da uno sfogo rosso esteso. Può anche manifestarsi come un cerchio esteso di un intenso rossore, visibile nella terza foto. Potrebbe essere caldo al tatto e solitamente non è doloroso e non prude. L’eruzione a forma di bersaglio si potrebbe notare difficilmente in persone con una pelle scura, dove potrebbe essere scambiato per un livido. L’eruzione usualmente scompare nell’arco di un mese. Anche se questo sfogo è considerato tipico della malattia di Lyme, molti pazienti non lo presentano mai.
  2. Accanto all’eruzione cutanea, una persona potrebbe accusare sintomi simili a quelli influenzali come linfonodi ingrossati, fatica, mal di testa e dolori muscolari. Sintomi trascurati, sintomi di una malattia allo stadio iniziale che possono scomparire da soli, ma in alcune persone, l’infezione può diffondersi in altre parti del corpo. I sintomi di questo stadio della malattia di Lyme di solito appaiono entro poche settimane dopo il morso di zecca, anche in chi non ha manifestato l’eruzione cutanea dello stadio iniziale. La persona infettata può sentirsi molto stanca e accusare un malessere, oppure può avere più aree, diverse da quella del morso, ove si ha uno sfogo cutaneo. La malattia di Lyme può coinvolgere il cuore, causando un battito cardiaco irregolare o un dolore al petto. Si può irradiare al sistema nervoso, provocando una paralisi facciale (paralisi di Bell), intorpidimento e formicolio alle braccia e alle gambe. Può iniziare a provocare mal di testa e rigidità al collo, che può essere un’avvisaglia di meningite. Possono anche manifestarsi gonfiori e dolori alle articolazioni.
  3. L’ultimo stadio della malattia di Lyme potrebbe presentarsi se la malattia non viene diagnosticata tempestivamente o è trattata in modo inappropriato. Sintomi successivi della malattia di Lyme possono insorgere in qualsiasi momento nell’arco di un paio di settimane ad anni dopo il morso infettivo di una zecca e comprendono l’artrosi, particolarmente localizzata alle ginocchia e, soprattutto negli adulti, il deterioramento cognitivo.

Il sintomo più conosciuto della malattia di Lyme è l’eruzione cutanea a forma di bersaglio, perché è uno sfogo caratteristico, una persona con l’eruzione può essere immediatamente soggetta ad una diagnosi della malattia di Lyme e gli esami del sangue non sono necessari. Siccome l’eruzione può scomparire rapidamente, prendete in considerazione l’idea di fare alcune foto a qualsiasi sfogo sospetto sul corpo del vostro bambino se non avete la possibilità di recarvi immediatamente dal dottore.

In alcuni casi, l’eruzione a forma di bersaglio non si forma mai. In assenza dello sfogo, i medici devono fare affidamento su altri sintomi combinati con una valutazione della probabilità di esposizione ad una infezione da zecche. Gli esami del sangue possono aiutare a diagnosticare la malattia di Lyme individuando la presenza di anticorpi relativi alla Borrelia burgdorferi nel sangue del paziente. Gli esami del sangue possono tuttavia dare risultati inesatti se effettuati entro un mese dopo l’infezione iniziale, poiché ci vuole tempo per sviluppare gli anticorpi. La malattia di Lyme può essere difficile da diagnosticare perché può assomigliare a molte altre patologie mediche. Il medico può aiutarvi a decidere se vostro figlio ha bisogno di un esame del sangue per rilevare se ha contratto la malattia di Lyme.

Trasmissione

La malattia di Lyme non si trasmette da persona a persona. Il rischio di sviluppare la malattia di Lyme dipende dall’esposizione dell’individuo alle zecche. I bambini e gli adulti che sono per molto tempo all’aperto, in modo particolare in prossimità di aree boschive, sono molto soggetti a contrarre la malattia di Lyme.

In rari casi la malattia di Lyme contratta durante la gravidanza può infettare il feto. Se sei incinta e sei preoccupata per questo, parlane con il tuo medico.

Animali domestici, come cani e gatti, possono essere infettati dai batteri della malattia di Lyme e possono portare zecche nelle zone in cui vivono gli esseri umani. Se possedete un cane o un gatto, parlate con il vostro veterinario per valutare l’utilizzo di un repellente per zecche e altre misure protettive che potete adottare per proteggere il vostro animale domestico.

Pericoli

Fino al 20 per cento dei pazienti che non ricevono cure sviluppano l’artrite cronica. Più raramente, la malattia può influire sul sistema nervoso(neuroborreliosi) e provocare problemi cardiaci.

Cura e terapia

Il trattamento della malattia di Lyme localizzata precocemente comporta generalmente un ciclo di antibiotici somministrati per 3-4 settimane.

Se diagnosticata in modo rapido e trattata con antibiotici, la malattia di Lyme nei bambini è quasi sempre curabile. L’eruzione cutanea di solito scompare dopo qualche giorno dopo l’inizio del trattamento, ma altri segni e sintomi possono persistere per diverse settimane.

Prevenzione

Le zecche spesso vivono all’interno di alberi ombrosi, terra umida e si aggrappano anche all’erba alta, a cespugli, ad arbusti e alberi e rami bassi. I prati e i giardini possono essere un habitat ideale per le zecche, specialmente ai bordi dei boschi e delle foreste o nei pressi di vecchi muri in pietra (aree in cui cervi e topi, il principale habitat della zecca è il cervo, prosperano).

Per prevenire la malattia di Lyme, evitare il contatto con il suolo, le foglie e la vegetazione per quanto possibile, soprattutto nel mese di maggio, giugno e luglio, quando le zecche non sono ancora pericolose e sono più difficili da scoprire.

Quando si eseguono lavori in grandi spazi aperti, seguire questi suggerimenti:

  • Indossare scarpe e stivali chiusi, camicie a maniche lunghe e pantaloni lunghi. Pantaloni inseriti negli stivali o nelle scarpe al fine di proteggere le gambe dall’attacco delle zecche.
  • Indossare abiti color pastello che vi aiuteranno a vedere facilmente le zecche.
  • Tenere i capelli lunghi raccolti o tirati indietro in un cappello per una maggiore protezione.
  • Quando siete all’esterno, non sedetevi sull’erba.
  • Quando siete all’esterno, verificate che sul vostro corpo e su quello dei vostri figli non ci siano zecche.
  • Lavate tutti gli abiti prima di abbandonare le zone infestate dalle zecche e lavate la testa e il corpo dei vostri figli al fine di eliminare qualche zecca nascosta.

I repellenti per insetti che contengono DEET (guardate N, N-dietil-meta-toluamide) possono aiutare ad allontanare le zecche. Sceglietene uno con una concentrazione di DEET fra il 10% e il 30%. Generalmente, il DEET non dovrebbe essere applicato più di una volta al giorno e non è consigliato ai bambini di età inferiore ai 2 mesi. Il DEET può essere usato su pelle esposta, così come vestiti, calzini e scarpe, ma non deve essere usato sul viso, sotto i vestiti o sulle mani di bambini piccoli.

Le zecche possono mordere ovunque ma preferiscono certe aree corporee come:

  • dietro le orecchie
  • la parte posteriore del collo
  • le ascelle
  • l’inguine
  • dietro le ginocchia

Se trovate una zecca sul corpo di vostro figlio, chiamate il vostro medico, che potrebbe salvare la zecca prima della sua rimozione (potrete metterla in un batuffolo imbevuto di alcool per ucciderla).

Si può tenere le zecche lontane da casa, falciando e disinfettando i prati, le foglie secche e l’erba alta e separando le cataste di legna dal terreno. Inoltre, potete chiedere ad un professionista di spruzzare sul vostro terreno un insetticida a Maggio e a Settembre per prevenire il moltiplicarsi delle zecche.

Non esiste alcun vaccino per la malattia di Lyme attualmente sul mercato.

Quando chiamare il medico

Se vostro figlio ha un’eruzione cutanea a forma di bersaglio o altri sintomi che possono insorgere nella malattia di Lyme, come gonfiore delle ghiandole linfatiche in prossimità di un morso di zecca, stanchezza generale, mal di testa e febbre, contattate immediatamente il vostro medico.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Marina

    Buongiorno dottore mi sono accorta di avere una zecca dietro alla coscia. L’ho tolta ma non del tutto è rimasto un puntino nero. Inoltre intorno alla puntura avevo un rossore diffuso ma non a cerchio come in certe foto. Vorrei la sua opinione e cosa devo fare, grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si rivolga a un medico, potrebbe aver lasciato nella pelle il rostro della zecca.

    2. stefj

      buongiorno dottore stamattina ho avvertito un nocciolino nella peluria vicino lo scroto ed ho tolto indenne unA PICCOLA ZECCA ANCORA VIVA CHE CAUZIONI DEVO PRENDERE PERCHE PUO AVERMI MORSO GRAZIE

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La rimozione della zecca è avvenuta con attenzione, ruotandola, per evitare che il rostro rimanesse sotto pelle?

  2. ad

    Ciao mia figlia di 4 anni aveva una zecca attaccata alla membrana del timpano.il 6 giugno ha cominciato a piangere e l ho portata al ps.mi hanno detto chebera otite catarrale e gli hanno dato augmentin per 6 giorni.passata una settimana dalla fine dell antibiotico ha ricominciato a piangere.la pediatra gli ha dato nurofen per 3 giorni.passati pochi giorni da nurofen e’ricominciato il dolore.ho deciso di portarla da un otorino il 24 giugno.l orecchio era pieno di secrezione gialla.nn so se fosse pus.poi l otorino vedeva qualcosa attaccato e l ha tirato con le pinze. Era una zecca gia morta.forse perche il 6 giugno gli avevo n messo localyn e ed era soffocata.ora sta prendendo macladyn bentelan e cexidal gocce per l orecchio.e’ancora in pericolo di prendere la malattia di lyme?adesso non piange più. Grazie

  3. ad

    Dimenticavo di dirle che quando ho deciso di portarla dall otorino aveva anche del sangue nell orecchio.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, è poco probabile che abbia contratto la malattia, la membrana del timpano costituscie comunque una protezione, e la zecca è stata trovata morta. Se non compaiono sintomi specifici non mi preoccuperei oltre, saluti.

  4. Andre

    Salve dottore abito in campagna (provincia torino) cammino da circa un mese per i prati boschi e ho riportato diVerse punture di insetti senza preoccuparmi ho diversi giorni fa gonfiore e prurito in diverse parti del corpo ma non ho notato l occhio di bue delle foto sono molto scuro con abbondante peluria detto questo qualche giorno fa ho avuto un infiammazione del pudendo e mi sono stati prescritti antifiammatori e la cosa é finita li stamattina mi sveglio con un forte mal di testa e palpitazioni e essendo ansioso ho fatto mirabolanti collegamenti adesso ho preso tachipirina e provo a riposarmi se non dovesse passare correrei subito dal dottore premessa ho dovuto lavorare molto a computer nell ultimo periodo per una tesina di maturita e camminando nei boschi mi rilissavo .
    Se prendo un giorno di riposso nel eventualita sia la malattia di lyme rischio l aggravarsi o la cronicità dei sintomi? Scusi per la grammatica e che sono terrorizato e sto scrivendo in preda al panico prendo gia depakin chrono 500 e frisium.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso non c’è motivo di pensare alla Lyme, ma ovviamente senta anche il parere del medico.

  5. Geo

    Al mio bimbo piace tanto stare nel giardino e una settimana fa li sono venuti questi cerchi rosi nel mezzo quasi giallo durri pensando che fosse da una puntura di zanzara il mio bimbo ha 16 mesi adesso che ho letto tutto questo mi viene un dubbio che nn fosse stato morso da una zecca ?!!
    Sono terrorizzata!!

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, potrebbe trattarsi di punture innocue di zanzare ma se ha ancora queste lesioni cutanee, per escludere che si tratti di spiacevoli infezioni conviene che lo faccia visitare dal suo pediatra. Saluti

  6. salvo

    Ciao dottore mia figlia a avuto un mosso di una zecca e lo tolta cosa cosa dovrei fare però nona né su sidimo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si rivolga con fiducia al pediatra, per valutare se rimanere in vigile attesa, dare una copertura antibiotica o altro.

  7. Amedeo

    Buon giorno dottore
    Mia moglie e’ stata morsa da una zecca in prossimita ‘ del ginocchio
    Dopo giorni va dal medico e’ dice Lyme (bull’s eye ).
    Era giorno 21 giugno subito le analisi del sangue e antibiotici.
    È’ possibile dopo 4 giorni avere l’esatta diagnosi ?
    Oggi 11 luglio finisco gli antibiotici può continuare gli antibiotici?
    Deve rifare le analisi de sangue ?
    Gli effetti collaterali ancora persistono !
    Dimenticavo il laboratorio dice :4 settimane per indicare clinicamente ! Ringrazio gentilmente da Toronto Canada

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere passano circa 7 giorni, ma è possibile che l’eritema bull’s eye sia comparso prima e questo è segno inequivocabile della malattia.

  8. Carol

    Salve dottore, ieri sera mio marito ha trovato appoggiata sul braccio del bambino una piccola zecca già nutrita di sangue, gli ha passato il dito per vedere cosa fosse ed è caduta per terra (Premetto che viviamo in campagna e che è pieno di ogni tipo di animale), ora noi non sappiamo se realmente l’avesse il bimbo attaccata e dopo essersi cibata del suo sangue si è staccata da sola oppure se fosse di qualche animale che la persa ed il bambino che è sempre fuori a giocare magari sdraiato nel prato l’ha beccata e si è poggiata sopra.
    Non riesco a riconoscere il punto di inoculo anke perché è pieno di puntare di zanzara che puntualmente si gratta fino ad uscirgli sangue e di conseguenza è pieno di crosta. Viviamo in Sardegna,,
    Ho sentito il pediatra, mi ha detto di aspettare che ci siano dei sintomi dopodiché si agisce.
    Quello che volevo sapere io, dal morso della zecca alla comparsa delle febbre quanto tempo passa??
    Nel senso: se tra un mese gli compare della febbre posso o devo ancora attribuirla al morso della zecca oppure no?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Se il parassita è caduto al solo contatto del dito probabilmente non si era ancora attaccata.
      2. Rimanga vigile su eventuali manifestazioni cutanee sul corpo nei prossimi giorni, alla ricerca del classico eritema a bersaglio che può vedere anche in fotografia.

  9. Rita

    Salve dottore, sono stata punta i10 giorni fa da una zecca piccolissima l’ho tolta con un battufolo di cotone con l’olio non mi sembra sia rimasta dentro qualcosa ,quanto posso aver sintomi ? E quando faccio le analisi ? Non ho rossore ma mi sento un po’ stanca e mal di testa .aspetto una risposta grazie !!!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ne parli con il medico, il rischio Lyme c’è principalmente in alcune zone.

  10. GIO

    Salve, sono un ragazzo di 26 anni. Il 22 Giugno, dopo un escursione sulla parte delle alpi in francia sono stato morso da una zecca sullo stinco. L’ho fatta rimuovere il mattino seguente da un’infermiera che non ha applicato alcool ma solo la rimozione con rotazione. Dopo 20 giorni comincio ad avere mal di testa e nausea, aspetto un paio di giorni, non passano e mi sorgono dolori alle articolazioni e alle gambe. Mi reco dal medico, per lui e lyme anche se non ho avuto nessuna eruzione cutanea. mi prescrive cura antibiotica di amoxicillina per 20 giorni. Faccio le analisi del sangue e risultano negative. Oggi, dopo 4 giorni di cura antibiotica I dolori rimangono invariati. nessuna febbre. Se dovesse essere lyme, siamo sicuri sia stata presa in tempo? 3 settimane di amoxicillina 1g per 2 volte al giorno sono sufficienti? per quanto rimangono I dolori? sono preoccupato che possano sorgere problem neuronali o di artite in breve o lontano futuro, le mie preoccupazioni sono leggittime o meno?
    grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È assolutamente presto per poter avvertire i benefici della cura antibiotica, ma in ogni caso il tempo trascorso permette ragionevole tranquillità sugli esiti del problema.

  11. Stefano

    Buongiorno Dottore, ho il classico eritema ad occhio di bue che continua a ingrandirsi da circa 20 giorni su di un fianco, in origine era una macchia relativamente piccola,non ricordo di nessuna zecca, ma solo una piccola puntura mentre guidavo, fatti gli esami dopo una decina di giorni su consiglio del dermatologo, sono risultati negativi, non ho dolori ne febbre, solo molta ansia e preoccupazione, secondo lei devo rifare gli esami ? O posso iniziare una terapia a base di creme al cortisone e antistaminici come prescritto da un secondo dermatologo che ho contattato?
    Cordiali Saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nessuno dei due dermatologi ritiene che sia Lyme? Ha frequentato zone a rischio zecche?

  12. CHLOE

    SALVE,
    HO UN CANE DI PICCOLA TAGLIA IN CASA, HO TROVATO UNA ZECCA PIENA DI SANGUE PER TERRA. E’ POSSIILE CHE SI SIA STACCATA DALL’UOMO MAGARI DAI CAPELLI? PERCHE E STRANO CHE NON CI SIAMO ACCORTI CHE ERA ATTACATA AL CANE. COSA DOBBIAMO FARE?
    GRAZIE

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Davvero improbabile che con un cane in casa il parassita preferisca l’uomo, benchè non impossibile; applichi al cane un antiparassitario e probabilmente non sarà necessario fare altro.

    2. CHLOE

      GRAZIE DELLA RISPOSTA.
      AVEVO MESSO DELLE GOCCIE ANTIPARASSITARIE, MA HO TROVATO UNA ZECCA PICCOLA CHE SI STAVA ATTACCANDO. QUINDI SI VEDE CHE NON E PIU EFFICACE, DEVO PRENDERNE UN ALTRO.
      MA SE HA MORSO L’UOMO COSA SI DEVE FARE?
      PERCHE ERA VERAMENTE GROSSA PIENA DI SANGUE.
      GRAZIE

    3. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, se non ci sono sintomi di nessun tipo non mi preoccuperei, non deve fare nulla, se non accertarsi di somministrare un antiparassitario adeguato al suo cane.

  13. Maddalena

    Salve.
    Mio marito presenta su una gamba un segno rosso ovale di circa un centimetro, circondato da un ampio alone bluastro non rosso,tondo di 7/8 centimetri. Non presenta nè dolore nè prurito, non sa se è stato punto o se ha urtato. Lavorando in campagna tutto è possibile. Cosa ne pensa? Ho guardato le foto delle punture di zecca ma vedo aloni chiaramente rossi mentre il suo è molto blu. Non mi sembra neanche un classico ematoma per il centro rosso. Abbiamo applicato flixodem.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Eviterei il cortisone senza una diagnosi esatta, che temo sia possibile solo al medico attraverso una valutazione visiva.

    2. Anonimo

      La ringrazio infatti pomeriggio si farà vedere comunque sembra già meglio.

  14. Stefano

    Caro dottore qualche settimana fa sono stato morsicato da una zecca vicino al linguine. Dopo essermi informato l’ho tolta senza problemi. Ho effettuato il controllo della parte interessata quasi ogni giorno a eccezione di alcuni che tra una cosa e l’altra me ne sono dimenticato. Ho paure che durante questo periodo si sia manifestato lo sfogo e non me ne sono accorto. Inoltre a distanza di queste settimane il punto della morsicata appare rialzato e più scuro della pelle che vi è intorno. Riguardo ad altri sintomi non ne ho presentati a meno che non siano stati così leggeri da non accorgermene. Aspetto un vostro consiglio cordiali saluti

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buonasera, se la zecca è stata tolta subito, il rischio di trasmissione di malattia è scarso, per cui può stare ragionevolmente tranquillo, ma per sicurezza ne parlerei comunque con il suo medico. saluti

    2. Stefano

      Grazie mille per la gentilezza, la zecca è stata tolta appena notata era bianca e intorno alla testa vi era un po’di sangue ma che una volta rimossa non ho notato ne è fuoriuscito. Spero di averla tolta in tempo. Un ultima domanda dopo quanto tempo se non manifesto sintomi posso stare tranquillo? grazie ancora per la sua gentilezza.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In realtà potrebbero passare anni, ma la maggior parte dei pazienti manifesta la tipica eruzione a bersaglio nell’arco di un mese.

    4. Stefano

      Ciò significa che potrei manifestare i sintomi anche fra 2/3 o più anni?

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, si ma sono casi rari, quello che descrive invece è la normale reazione cutanea ad un’irritazione simile, non mi preoccuperei più di tanto. Saluti.

  15. Anonimo

    Buonasera sono al mare e poco fa mi sono sentita pungere nel ginocchio mi guardo e vedo nell’asciugamano un insetto nero dopo un po’ sento un altro morso più sopra e ne trovo un altro insetto nero però più piccolo…non so se siano zecche perché non li riconosco…ma siccome qui a mare è sempre pieno di cani ho paura…si muore con un morso di zecca?a cosa si va incontro?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ritengo poco probabile che siano zecche, ma in ogni caso non si muore.

  16. anonimo

    Caro Dottore qualche anno fa la mia bimba e’ stata punta da una zecca che io ho rimosso e disinfettanto subito la parte …il pediatra non ha dato importanza all’accaduto e non mi ha prescritto nessun farmaco….e’ da qualche tempo che la bambina manifesta eruzioni cutanee tipiche della malattia …mal di testa…torcicollo e male ad una gamba …qualche giorno fa portandola dal fisiatra le ha sospettato questa malattia e mi ha fatto prenotare una visita reumatologica per una eventuale conferma della malattia…
    sono molto preoccupata …spero tanto che non sia cosi’ ma soprattutto se lo fosse che non sia troppo tardi per curarla…😢 Cordiali saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente lo ritengo poco probabile, ma mi tenga al corrente.

  17. Maria

    Sono una nonna sono preoccupata mio nipotino CIA 16 anni affatto un campeggio e stato morso di 19 zecche il dottore di casa li a tolti ma io sono preoccupata cosa Po succedere

  18. Vito

    Dottore buonasera, sono adulto 50anni domenica mattina dopo alcuni lavori in campagna mi sono accorto di essere stato “agganciato” da una zecca sul braccio. E’ venuta via con il passaggio del palmo della mano sul braccio stesso. Sulla zona c’è leggero rossore e non prude. Al momento non ho contattato nessun medico e nessuna terapia. Cosa mi consiglia? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo segnali telefonicamente al medico, ma nella maggior parte dei casi si resta in vigile attesa.

    2. Vito

      Dopo quanti giorni di attesa si è certi di non aver contratto alcuna infezione/malattia.
      Grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In alcuni casi non compaiono sintomi per anni, quindi la vigile attesa non sempre è la soluzione migliore.

  19. Daniele

    Caro dottore 3/4 settimane dopo il morso di una zecca ho avuto un fortissimo mal di gola con ingrossamento dei linfonodi, il medico dal quale mi sono recato non ha nemmeno preso in considerazione che ciò potesse essere collegato al morso della zecca, perciò mi ha fatto trattare il disturbo con degli antinfiammatori. Dopo alcuni giorni mi è Passato, ma nonostante ciò circa una settimana dopo quando starnutiscono provo ancora una fitta di bruciore alla gola. Durante l’irritazione avevo anche qualche linietta di febbre ma che con le medicine è scesa subito. Non ho presentato altri sintomi se non che un po’di stanchezza. Lei cosa mi consiglia? Potrei aver contratto la malattia? Aspetto una sua risposta cordiali saluti.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, in assenza di qualche sintomo correlato, tipo la classica macchia cutanea a bersaglio, starei abbastanza tranquilla, in definitiva tutti gli altri sintomi sono piuttosto aspecifici. Saluti.

  20. Michela

    Salve, vorrei sottoporre il mio caso. Da cica un anno noto una attività discontinua di un linfonodo dx sotto la gola e tensione e dolore dei nervi mascellari, malditesta stachezza ed a volte anche forti emicranie (almeno 5/6 in questo anno, e premetto che non ho mai soffeto prima di malditesta). Vado più volte dal dentista, pensando ad un problema con i denti. Ne consulto due, faccio anche una panoramica, niente, tutto ok.
    A distanza di un anno circa ho avuto un eruzione cutanea sulla gamba dx, identica alla foto, che scompare nel giro di qualche giorno. A poca distanza, circa una settimana ne ho un’altra simile più in basso sul dorso de piede. Non prudono ma il gonfiore è tanto e la parte è dolorante e molto calda al tatto. Non mi allarmo, lavorando in giardino e nell’orto, penso ad un pizzico di qualche insetto particolarmente aggressivo. Dopo circa un mese ho febbre, mal di gola (ma senza placche, apparentemente nulla di allarmante ed il mio medico prescrive dolo tachipirina.
    Passa la febbre ma non mi ristabilisco del tutto, sono dtanca il linfonodo è gonfio e pulsa, ho frequenti malditesta … cominciano le indagini.
    Per farla breve, ora sono ricoverata in ospedale ed ancora non abbiamo trovato la causa dei linfonodi (sottogola 13mm ed inguine 22mm) fortemente ingrossati ed reattivi. Potrei aver contratto la malattia Lyme ?… anche se non mi sembra di essere stata morsa da zecche, e poi a distanza di un anno non ricordo proprio. Grazie.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, dall’anamnesi ( il fatto di lavorare nell’orto e di aver avuto lesioni cutanee sospette) l’ipotesi di una eventuale malattia da morso di insetto è verosimile. Spesso il morso non si ricorda o la zecca non viene trovata. Le indagini di laboratorio potranno chiarire la situazione. Ci faccia avere notizie. Saluti

  21. Michela

    Altra domanda: è possibile che abbia contratto la malattia di Lyme un anno fa ma manifestato tutti i sintomi a distanza di un anno, compredo il tipico gonfiore, la febbre a distanza di un mese da questo ed oggi stare così male da giustificare il ricovero ospedaliero?
    Grazie infinite, ed in anticipo per una risposta che spero arrivi presto!

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, si in alcune malattie trasmesse da insetti ( M. di Lyme inclusa) i sintomi possono comparire a distanza di tempo. Ci tenga aggiornati. saluti

  22. radu nicoletta

    salve dottore, da piu di un anno ho un eruzzione sulla pelle ,prima ha iniziato sull quoio cappelutto poi si e difusa sull tutto il corpo, con il tempo si e presentata mall di testa, dolori muscolari, dolori alla spalla sinistra, formicoli nelle braccia e piedi,stanchezza, scarsa concentrazione, perdita di memorie, disturbi di pressione, ansia agitazione,innsonia. Ho vissitato il medico dermatologa, pero ho sempre gli stessi disturbi ,puo aiutarmi per favore? grazie.

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo non si può dire nulla se non dopo una corretta valutazione approfondita, oltre al dermatologo sentirei un reumatologo, visto che ha anche dolori ossei e muscolari, potrebbe essere qualcosa di reumatologico.

  23. Sara

    Dottore buongiorno sabato circa sono stata punta penso da una zanzara nella pancia a fianco e sono incinta, me ne sono accorta la sera dal forte prurito. Si e’ poi formata la crosticina da puntura che ieri ho provato a togliere per vedere se era una zecca ma era appunto una crosta. Leggendo pero’ mi viene il dubbio che possa essere una zecca o me ne sarei accorta? Ce del rossore attorno alla puntura e forse con l aumentare della pancia aumenta anche il rossore, ma non e’ il cerchio descritto per le punture di zecche. Che ne pensa lei? Io onestamente ho paura per la mia bimba in pancia sono all 34 settimana. Sto dando il dopo puntura ma il prurito non cessa ancora

    1. Anonimo

      Un altra cosa non sono stata in campagna ne al parco e vivo in citta’ e non ho animali in casa

    2. Anonimo

      Dice dottore? Mio marito dice lo stesso che la zecca rimane li attaccata. Io ho paura per la mia bimba

  24. Stefano

    Salve,
    da un po’ di anni presento dolori e infiammazioni alle articolazioni che con il tempo stanno peggiorando soprattutto ai polsi che subiscono anche lo stress del mio lavoro (lavoro al pc con frequente utilizzo del mouse).
    Dopo vari esami è risultata un’infezione pregressa alla borrelia (IGG positivi – valore 270 e IGM negativi – valore 13).
    Gli altri sintomi del morbo di lyme non li ho mai avuti (mai avuto mal di testa, spossatezza, febbre, eritemi….solo questo problema di artrite/artrosi).
    Ricordo di essere stato punto da una zecca (prontamente rimossa) ma circa 20 anni fa (abito in zona a rischio zecche).
    dopo così tanti anni è possibile che ci sia una correlazione tra l’infezione pregressa e l’artrite?
    Avrebbe senso, pertanto, una terapia antibiotica dopo tanto tempo dall’infezione e in ogni caso porterebbe benefici ai problemi articolari?
    grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Vale sicuramente la pena segnalarlo allo specialista che l’aiuterà a formulare la diagnosi, ma con gli IgM negativi temo che gli antibiotici potrebbero essere inutili a prescindere.

  25. Roberta

    Salve dottore, ho 51 anni e mi è stata diagnosticata una osteonecrosi al ginocchio asintomatica, siccome non mi capacito dell’accaduto vorrei fare anche le analisi per vedere se ho contratto la malattia di Lyme .Mi direbbe per cortesia quali sono gli analisi da fare? Grazie per la sua disponibilità.

  26. Genova80

    Salve dottore, ho contratto la malattia di lyme a seguito di puntura di zecca del 15/06/2016. da fine giugno non ho più vita. ho fatto già 2 cicli di Bassado da 3 settimane e i sintomi spariti sono solo le macchie. il mio medico di base mi fa fare solo i test anticorpi anti-borrelia. io vorrei sapere se esiste un esame per sapere il livello di infezione nel sangue,. io sto male. son sempre stanca ho la tachicardia, vedo ofuscato, ho male alla testa,,alla cute…ho 36 anni e ne sento 96!! aiutatemi grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, no non esiste un esame per valutare il livello dell’infezione…purtroppo sono situazioni molto antipatiche che possono richedere diverso tempo per la risoluzione; mi raccomando di seguire scrupolosamente le indicazioni del medico. Le auguro una pronta guarigione.

  27. monica

    Una settimana fa mentre ero su un laghetto ho visto un insetto sulla gamba. Nel toglierlo con un leggero contatto si e’ schiacciato. Aveva dentro un po di sangue. Da quello ho capito che era una zecca. Credo mi sia rimasto attaccato solo dieci quindici minuti al massimo. Ho disinfettato per qualche giorno con aureomicina. La zona non si e’ ad oggi minimamente arrossata. Pero in questi giorni ho avuto un po di mal di testa e male al ginocchio. Potrei aver contratto il morbo di lyme? Grazie in anticipo

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se la zecca è rimasta attaccata per così poco tempo è molto improbabile.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.

Ho preso atto del Disclaimer e dell'Informativa fornita ai sensi dell'art. 13 del Codice privacy