Lichen Planus: foto, terapia, sintomi e rimedi

Ultimo Aggiornamento: 2019 giorni

Introduzione

Il lichen planus è una malattia infiammatoria in grado di colpire la pelle e le mucose, si manifesta di solito sotto forma di pustole piatte e rossastre che in molti casi provocano prurito. Sulle mucose, ad esempio all’interno della bocca o della vagina, il lichen planus compare sottoforma di lesioni o pustole retiformi o biancastre, che possono causare fastidio.

Il lichen planus non è contagioso, si verifica quando il sistema immunitario scatena un attacco contro le cellule della pelle o delle mucose: la causa di questa reazione immunitaria anomala non è nota con certezza.

I casi lievi possono essere curati con relativa facilità senza andare in ospedale, oppure possono risolversi senza alcuna terapia. Se i sintomi invece sono gravi, e ad esempio comprendono dolore severo ed intenso prurito, le terapie possono essere basate su farmaci che sopprimono le anomalie del sistema immunitario.

Cause

La causa del lichen planus non è nota con esattezza, le lesioni sembrerebbero il risultato di un processo infiammatorio controllato da specifici globuli bianchi, i linfociti T. I ricercatori non sanno quale sia il fattore che scatena l’attivazione di queste cellule nel lichen planus tuttavia, in alcune persone, il processo infiammatorio potrebbe essere provocato da determinate malattie, disturbi o da altre cause.

Tra i fattori in grado di provocare il lichen planus ricordiamo:

  • Epatite C,
  • Vaccino anti epatite B,
  • Alcuni tipi di vaccino antinfluenzale,
  • Allergeni (sostanze che scatenano le allergie),
  • Pigmenti per i tatuaggi,
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei, ad esempio l’ibuprofene (il principio attivo del Moment®) e il naprossene (il principio attivo dell’Aleve®),
  • Alcuni farmaci per le malattie cardiache, per l’ipertensione o l’artrite.

Fattori di rischio

Il lichen planus può colpire chiunque, ma si manifesta soprattutto tra le persone di mezza età.

Sintomi

Le manifestazioni e i sintomi del lichen planus variano a seconda della parte del corpo colpita, solo in rari casi la malattia peggiora dopo i primi mesi, ma i sintomi potrebbero perdurare per mesi o per diversi anni.

Pelle

Se il lichen planus colpisce la pelle, probabilmente soffrirete dei sintomi seguenti:

  • Pustole piatte e rossastre potrebbero comparire su tutto il corpo, nella maggior parte dei casi sull’interno dell’avambraccio, vicino ai polsi o alle caviglie. Altre zone colpite con frequenza sono la parte bassa della schiena, il collo e le gambe.
  • Le pustole possono essere disposte in fila lungo le pieghe della pelle, oppure a chiazze, oppure ancora intorno a una zona che già ha subito lesioni o è stata molto grattata.
  • Le pustole possono essere coperte da linee bianche, sottili e nastriformi.
  • La pelle colpita può prudere.
  • In rari casi le pustole possono formare una crosta o delle vesciche.
  • Di solito le lesioni non lasciano cicatrici, a meno che ci si gratti intensamente.
  • Quando alla fine le lesioni spariscono, possono rimanere tracce di colore marrone scuro sulla pelle, che però col tempo scompariranno.

Bocca

Lichen Planus Bocca

Lichen Planus Bocca (http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Lichen_planus_lip.jpg)

Quando il disturbo colpisce la bocca (lichen planus orale) i sintomi possono comprendere:

  • Chiazze di linee bianche nastriformi o di puntini bianchi che appaiono per lo più nell’interno delle guance. Anche le gengive, le labbra e la lingua possono essere colpite.
  • Nella bocca si possono formare anche delle ulcere che tendono a far male o a causare una sensazione di bruciore.

Genitali

Il lichen planus che colpisce con minor frequenza i genitali maschili.

  • Uomini. Le lesioni rossastre e il prurito colpiscono soprattutto la sommità del pene (glande).
  • Donne. Il lichen planus può causare lesioni rossastre della pelle e prurito nei genitali esterni (vulva), oppure lesioni che provocano dolore e bruciore sulle mucose interne della vagina. La formazione di cicatrici dopo la guarigione della pelle e delle mucose è possibile ma rara.

Cuoio capelluto

Il lichen planus colpisce il cuoio capelluto relativamente di rado (questo disturbo è detto lichen planopilaris). Le lesioni possono provocare:

  • Caduta dei capelli (temporanea o definitiva).
  • Cicatrici o discolorazione del cuoio capelluto, dopo la guarigione delle lesioni

Unghie

I casi di lichen planus delle unghie sono rari, ma possono causare i problemi seguenti in una o più delle unghie delle mani o dei piedi:

  • Solchi per tutta la lunghezza dell’unghia.
  • Unghie fragili o che si spezzano.
  • Unghie che cadono (temporaneamente o in forma definitiva).

Quando chiamare il medico

Se sulla pelle compaiono delle pustole o una specie di eritema senza che ci siano motivi chiari, ad esempio un’allergia nota o il contatto con una sostanza velenosa, vi consigliamo di andare dal medico. Analogamente è consigliabile andare dal medico se notate sintomi che potrebbero essere connessi al lichen planus della bocca, dei genitali, del cuoio capelluto o delle unghie: infatti, poiché esistono diversi disturbi della pelle e delle mucose in grado di provocare disagi e lesioni, è meglio cercare di ottenere subito una diagnosi accurata.

Pericoli

Alcune prove dimostrerebbero che il lichen planus può aumentare il rischio di soffrire di determinati tipi di tumore:

  • Carcinoma a cellule squamose, un tipo di tumore alla pelle,
  • Tumore della mucosa orale,
  • Tumore del pene,
  • Tumore vulvovaginale.

Il medico potrebbe consigliarvi di effettuare semplici esami di screening per individuare eventuali cellule tumorali nei tessuti colpiti dal lichen planus.

Le lesioni del lichen planus che si presentano sulla vulva e nella vagina spesso non rispondono bene alla terapia e sono difficili da gestire. Il disturbo può quindi provocare la formazione di lesioni o cambiamenti permanenti nei tessuti vulvovaginali, che in alcuni casi possono trasformarsi in cicatrici. Il prurito, il dolore e la sensazione di bruciore grave sono frequenti: il disturbo può causare dolore durante i rapporti e quindi disfunzioni sessuali.

Diagnosi

Il medico o il dermatologo può giungere alla diagnosi di lichen planus o di un altro disturbo della pelle basandosi sulle informazioni relative ai sintomi, su un attento esame delle anomalie della pelle e, se necessario, sui risultati delle analisi di laboratorio. Tra queste analisi ricordiamo:

  • Biopsia. Può essere necessario ricorrere alla biopsia incisionale per confermare la diagnosi o per escludere una causa diversa. Durante la biopsia incisionale il medico usa un dispositivo di forma circolare per rimuovere una minuscola porzione degli strati inferiori della pelle. Questo tipo di biopsia preleva un campione profondo circa 6 millimetri. L’intervento è eseguito in anestesia locale e di norma la ferita viene suturata con i punti. Il campione è esaminato al microscopio per identificare la conformazione tipica dei linfociti T, connessa di solito alla diagnosi di lichen planus. Possono essere necessari altri esami più specifici al microscopio per identificare profili delle proteine del sistema immunitario di norma associati con la patologia.
  • Esame per l’epatite C. L’infermiere preleva un piccolo campione di sangue da inviare in laboratorio per l’analisi che scoprirà se siete affetti da epatite C, un possibile fattore scatenante del lichen planus.
  • Test allergologici. Il medico può consigliarvi di recarvi da un allergologo (medico specializzato nella diagnosi e nella cura delle allergie) che vi sottoporrà ad esami per identificare gli agenti che potrebbero scatenare le allergie e potrebbero fungere da fattori scatenanti per il lichen planus.

Cura e terapia

Il lichen planus che colpisce la pelle può durare da alcuni mesi ad alcuni anni. Di solito regredisce spontaneamente, ma può rivelarsi necessaria la terapia per eliminare il prurito e per facilitare la guarigione della pelle.

Il lichen planus che colpisce le mucose, i genitali, il cuoio capelluto o le unghie di solito causerà maggiori disagi, i sintomi che colpiscono queste zone sono più difficili da gestire, spesso continuano per molto tempo e tendono a ricorrere dopo un’iniziale guarigione.

Corticosteroidi

I corticosteroidi (cortisone) sono in grado di far diminuire l’infiammazione connessa al lichen planus. Gli effetti collaterali variano a seconda che siano utilizzati come crema da applicare direttamente sulla pelle o sulle mucose (uso topico), siano assunti sottoforma di compresse (uso orale) o somministrati mediante iniezione. I potenziali benefici dei corticosteroidi devono essere valutati attentamente, insieme ai possibili effetti collaterali, tra i quali ricordiamo:

  • Uso topico. L’uso topico e protratto dei corticosteroidi può causare indebolimento della pelle, soppressione della ghiandola surrenale, diminuzione degli effetti del farmaco e altri problemi della pelle.
  • Uso orale. L’uso orale protratto dei corticosteroidi può causare osteoporosi (indebolimento delle ossa), diabete, ipertensione, colesterolo alto e altri effetti collaterali gravi.
  • Iniezioni. Le iniezioni devono essere effettuate direttamente nella zona colpita, oppure a livello muscolare. L’uso ripetuto delle iniezioni di corticosteroidi può causare effetti collaterali in parte simili a quelli della somministrazione per via orale.

Retinoidi

I retinoidi sono versioni di sintesi della vitamina A, che possono essere impiegati per terapie topiche o orali. La terapia topica non causa gli stessi effetti collaterali riscontrabili con i corticosteroidi, ma può irritare la pelle o le mucose.

Sia i retinoidi per uso topico sia quelli per uso orale possono causare malformazioni fetali, quindi questi farmaci non dovrebbero essere usati dalle gestanti o dalle donne che desiderano avere un figlio entro poco tempo. Il medico può consigliarvi le necessarie precauzioni.

Creme o unguenti non steroidei

Diverse ricerche hanno dimostrato l’efficacia di particolari farmaci per uso topico (inibitori della calcineurina), strettamente imparentati o identici ai farmaci impiegati per prevenire il rigetto durante i trapianti. Questi farmaci sembrano essere particolarmente efficaci per la terapia del lichen planus delle mucose; tra di essi possiamo ricordare il tacrolimus (Protopic®) e il pimecrolimus (Elidel®).

Antistaminici

Gli antistaminici sono gli antagonisti di una proteina detta istamina, coinvolta in tutti i processi infiammatori. Un antistaminico per uso topico o orale può alleviare il prurito o il dolore connessi al lichen planus.

Fototerapia

La fototerapia (terapia che usa i raggi luminosi) può essere utile per eliminare il lichen planus della pelle.

UVB

Il tipo di fototerapia più comune per il lichen planus usa i raggi UVB (ultravioletti B) che penetrano solo nello strato più superficiale della pelle (epidermide). Con questa terapia c’è qualche rischio di “scottature”.

UVA

Un altro tipo di terapia, invece, usa i raggi UVA (ultravioletti A), che penetrano più in profondità nella pelle. Questa terapia viene usata di solito in combinazione con lo psoralen, un farmaco per uso topico che rende la pelle più sensibile ai raggi UVA.

Tra gli effetti collaterali a breve termine ricordiamo la nausea, il mal di testa e il prurito. Per evitare le scottature, bisogna fare attenzione a non esporsi al sole per alcuni giorni dopo aver assunto lo psoralen ed è inoltre opportuno usare speciali occhiali da sole con filtro anti UVA per proteggere gli occhi per alcuni giorni.

Evitare i fattori scatenanti

Se il medico sospetta che il lichen planus sia connesso all’assunzione di un farmaco, all’epatite C o a un determinato allergene, vi consiglierà di prendere provvedimenti per combattere il fattore scatenante. Ad esempio possiamo ricordare:

  • Farmaci. Il medico potrebbe consigliarvi di interrompere l’assunzione di un farmaco, oppure di provare un farmaco alternativo rispetto a quello che probabilmente causa l’infezione. Sarà necessario consultare il medico che ha prescritto originariamente il farmaco.
  • Epatite C. Probabilmente vi sarà consigliato di rivolgervi a uno specialista di malattie infettive oppure a un epatologo (medico specializzato nelle malattie del fegato) per ulteriori valutazioni diagnostiche e per gestire il disturbo.
  • Allergeni. Se i test indicano che il fattore scatenante potrebbe essere un allergene, vi sarà consigliato di evitare l’allergene e probabilmente dovrete fare una visita allergologica per capire quale terapia seguire.

Stile di vita e rimedi pratici

Per diminuire il prurito e l’infiammazione provocati dal lichen planus è possibile ricorrere a diversi rimedi pratici, tra i quali ricordiamo:

  • Bagni con farina d’avena colloidale (Aveeno®, ecc),
  • Impacchi caldi,
  • Unguenti senza obbligo di ricetta a base di idrocortisone (in percentuale non inferiore all’1%): questo rimedio è indicato se non state usando un corticosteroide per uso topico prescritto dal vostro medico.

Terapie alternative

Alcuni rimedi alternativi sono ritenuti efficaci per il lichen planus della pelle, ricordiamo tuttavia che tutte le affermazioni relative a queste terapie non hanno ancora ricevuto conferma sperimentale. Il lichen planus, tra l’altro, regredisce spontaneamente nella maggior parte dei pazienti, quindi è difficile valutare l’efficacia di una terapia senza ricorrere a esperimenti clinici attentamente progettati.

Tra le presunte terapie alternative per il lichen planus della pelle ricordiamo:

  • Gel a base di aloe vera,
  • Olio di lavanda,
  • Olio di melaleuca (tea tree oil),
  • Acque termali sulfuree,
  • Integratori vitaminici,
  • Dieta ricca di frutta e verdura,
  • Farmaci erboristici per uso orale e topico,
  • Olio di fegato di merluzzo, sorgente di vitamina A e D.

Prima di ricorrere a una terapia alternativa per il lichen planus della pelle, vi consigliamo di consultare il medico. Alcuni farmaci o integratori vitaminici alternativi, infatti, possono provocare gravi reazioni avverse, se assunti contemporaneamente a farmaci prescritti dal medico.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Frank

    Salve Dottore, sono hiv positivo e hcv positivo, da 1 mese mi sono comparse delle chiazze bianche all’interno guance e la lingua è bianca, spesso ho sofferto di candida, quindi mi è stato prescritto una cura per la candida. Visto che non risolvevo il problema, (anzi aumentava), mi è stato detto che trattavasi di una leucoplachia orale, ora alla visita dermatologica mi hanno detto che trattasi di lichen planus. Ma senza eseguire biopsia… Mi è stato prescritto cortifluoral soluzione 10%, che non trovo nelle farmacie. Può suggerirmi un farmaco simile? La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo di identico non c’è nulla e non posso purtroppo consigliare farmaci.

  2. pietro bos

    quesito : dermatite gli arti risposta:lesioni eritemato-violacee infiltrative presenti agli arti superiori ed inferiori compatibile con dermatite lichenoide consiglio NERISONA FORTE CREMA

  3. Anonimo

    Buongiorno Dottore volevo kiederle ho la pelle interno guance praticamente in bocca dalla parte sx che si sta togliendo secondo lei pio essere stato i risciaqui con acqua e bicarbonato a crearmi tt questo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Magari si è inavvertitamente morsicato, o ustionato, o potrebbe essere un’afta.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo, ne parli con fiducia al medico che a differenza mia potrà vedere di persona.

  4. Anonimo

    Ma la mancanza di vitamina b comporta anke bruciore in bocca? La vitamina b su Ke alimenti si trova? Perke io ultimamente nn mangio più niente

    1. Anonimo

      Ora ho una visita dal neurologo…
      ma il bruciore può essere cauSato dalla mancanza di vitamina b?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Ottimo, vedrà che troverà sollievo anche da questi sintomi fisici.
      2. Sì, possibile.

  5. valentina

    Ho una specie do bolla a sx Della guancia Bella bocca e so poggia sul dente del giudizio e ovvimente quando mangio mastico anche LA bolla .lo curate come afte ma con nessun risultato …..quindi Sara un lichen? Cosa faccio?

  6. Anonimo

    Buon giorno dottore ho un forte prurito al cuoio capelluto non trovo rimedi cosa posso fare

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha già provato shampoo specifici? Da quanto ne soffre?

  7. teresa

    I nervi della mia lingua sono nere la lingua è rossa ed è ingrandita è possibile che ho preso il buscopan insieme alla tachicardia.? Sarà che sono che devo fare?. …

  8. Barbara

    Buona sera dottore,
    Sono una donna di 30 anni che da quasi 2 soffre di lichen plano pilare del cuoio capelluto. Volevo chiederle, mi sto informando sul web, se utilizzare nizoral shampoo a base di ketaconazolo (buono per il LPP) possa essere possibile e se ha controindicazioni. Finora utilizzavo Xonda derm ma, non dà risultati di nessun tipo. Vorrei anche sapere se c’è qucve integratore naturale buono che posso prendere. Lo so che non mi guarirebbe dal lichen ma, vorrei provare. Infine, sa qualcosa del laser ad eccimeri? Ho girato 4 tricologi in questi anni e vorrei vederne un altro, per capire se il laser possa servire ad arrestare il processo di progressione. Mi scusi per essermi dilungata. La ringrazio per la sua disponibilità. Ovviamente so che i suoi sono “consigli” e non indicazioni sul cosa fare o no. Di nuovo, grazie…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non so quanto possa aiutare il ketoconazolo nel caso di lichen.
      2. Mi dispiace, ma non conosco integratori che possano realmente aiutare.
      3. Purtroppo non conosco il laser ad eccimeri, mi dispiace.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere regredisce, anche se magari si parla di anni.

    3. Barbara

      Gentile Dottore,
      Ho deciso di rivolgermi al 4 dermatologo alla ricerca di una cura che potesse aiutarmi.
      Sono approdata da un dermatologo, prof. universitario, che mi ha dato:
      Aloxidil 0,5 ogni 2gg
      Bionike defence hair shampoo anticaduta
      Bionike defence hair lozione spray anticaduta
      Hairgen compresse come integratore
      Ammetto di utilizzare lo shampoo e la lozione, non che di prendere gli integratori ma non l’aloxidil, visti gli effetti collaterali eccessivi e il fatto che tra non molto ricercherò una gravidanza.
      Lei cosa pensa di questa terapia?
      Le sembra efficace?
      Mi scuso per essermi dilungata. La ringrazio per l’attenzione. Resto in attesa di un suo parere od consiglio, cosciente che il suo resta un parere.
      La saluto

    4. Anonimo

      Intende l’aloxidil? Nessuno al momentoperché non l’ho ancora impiegato…in verità ho letto per bene il bugiardino. Lei non crede possano essere così frequenti gli effetti indicati? E questa terapia come la vede?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dei rimedi prescritti è probabilmente il più importante, quindi è un peccato non provare, anche perchè in genere non dà alcun problema.

    6. Anonimo

      Allora proverò, mi è stato prescritto per due mesi al fine di notare o meno miglioramenti. Intanto mi è subentrato anche prurito dietro la testa, probabilmente anche a causa dello stress del periodo. La ringrazio come sempre, per tutto ciò che fa. Se non le dispiace, la terrò aggiornata.

  9. Andrea

    Buonasera, penso che ho lichen anulare, è come se la pelle intorno al glande si fosse ristretta e durante l’erezione è difficile scoprire totalmente il glande. Da le foto che ho visto su Google cercando lichen anulare, sembra che il problema sia proprio quello ma c’è una differenza : sopra la pelle che si restringe ci sono tipo delle verruche bianche piccole che cascano, diventano tipo polvere. Potrebbe essere un’altra patologia? Ho è semplicemente lichen anulare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dalla descrizione potrebbe esserci un problema di fimosi, raccomando di non aspettare oltre e rivolgersi ad un dermatologo.

  10. Riccardo

    Salve dottore…da alcuni mesi ho sul grande e sulle caviglie delle pustole rosse. Il dermatologo mi ha detto che si tratta di lichen …ma posso avere rapporti senza protetti con la partner o c’è il rischio di contagiarla????

  11. Giuseppe

    Bionasera Dottore soffro da tre mesi di lichen di tipo reticolare alle pareti delle guancie, ho fatto tutti gli accertamenti e la visita odontostomatologica confetmando quello che vi ho scritto sopra, mi hanno dato come terapia dei risciaccui di Micostatin per 7 giorni al mese fino a quando non andro’ a controllo nuovamente, volevo chiedervi volevo integrare un ciclo di soministrazione di vitamine che vitamine mi consigliate e quali sono i tempi da seguire per i cicli. grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare/avallare alcuna terapia.

  12. Roxy

    Buonasera dottore grazie di questa pagina molto utile. Ho un lichen planus erosivo geniale, sono una donna. Sto usando clobasol sotto prescrizione medica. Dopo la sparizione delle piccole labbra adesso il lichen sta attaccando la mucosa e il clobasol brucia, c’è qualcosa che mi può aiutare fino a lunedì che sento il medico?
    La ringrazio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace davvero, ma non posso prescrivere alcun farmaco od altro rimedio.

  13. Lorenzo

    Buongiorno Dottore,
    Penso di aver preso lichen nitidus sulla parte alta dei piedi negli stessi punti. Sono allergico hai fans. Come posso inviarle delle foto per sapere un suo parere. Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La ringrazio per la fiducia, ma non posso purtroppo fare diagnosi (e comunque tramite foto esiste sempre un enorme margine di errore); non posso che consigliarle una visita medica.

  14. Andrea

    Sslve dottore per rossore in bocca precisamente palato quale lo specialista piu indacato grazie

  15. Cris

    Buongiorno dottore soffro di lichen planus glande da circa 3 anni in cura con crema clobesol, da circa un mese o notato una machia rossa in bocca precisamente palato fatto visita dal medico otorino e la diagnosi per lui e eritroplachia non mi a datto nessuna cura dicendomi solo di smettere di fumare e rivalutazione fra due mesi mi chiedo e le domandò è possibile che io abbia lichen anche in bocca? 2 cos’è eritroplachia esiste una cura o pure dovrei rivolgermi da un dermatologo per una biopsia grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non è impossibile, ma ritengo poco probabile che non sia stato riconosciuto.
      2. Rimozione chirurgica.

  16. walter

    Buongiorno dottore,
    mi è stato diagnosticato un Liche planus pilaris cuoio capelluto , il dermatologo mi ha prescritto:
    Diprosalic pomata alla notte per 3 settimane
    Kelual lozione saltuariamente
    Mellis Med shampoo per lavaggi frequenti
    Kestine LIO 1 cp alla sera al bisogno
    Ho fatto il trattamento però continua il plurito e piccole fistole ( molto meno che ad inizio trattamento )
    Ritiene debba continuare o vede altre soluzioni?
    Il beneficio migliore l’ho avuto con l’utilizzo di Diprosalic
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Diprosalic è cortisone ed è per questo che dà beneficio ma, per lo stesso motivo, va valutato con il medico se proseguire ulteriormente con la cura.

  17. Cris

    Buongiorno dottore come le o spiegato nel commento precedente per una lesione in bocca palato allora,otorino dice eritroplachia e non mi da nessuna cura e non mi a parlato nemmeno di nessun intervento chirurgico solo smettere di fumare e rivalutare fra 2 mesi, invece la diagnosi del odontoiatrica fatto oggi, e lesione rossa del palato duro, ricoperta da pseudomembrana biancastra verosimile lesione da trauma con sovrainfezione micotica, terapia deflucan sospensione (2 sciacqui al giorno mattina e sera per 20 giorni, vea oris spray( 2-3 applicazioni al di) mi sono fatto visitare da tre otorini diversi tutti e tre la stessa cosa. Invece la diagnosi del otorino e eritroplachia e guardando su internet mi sembra precancerosa spero di no ma se fossi veramente cosi otorino non mi avrebbe dovuto indicarmi una cura e non limitarsi solo nel dirmi smettere di fumare e rivalutare fra 2 mesi perche se fossi eritroplachia e precancerosa e non si dovrebbe aspettare 2 mesi, lei che ne pensa la prego perche non so a chi credere grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non ho modo di sapere chi abbia ragione, mi dispiace.

  18. Anonimo

    Salve dottore da quello che mi ricordo ho sempre avuto una patina bianca in fondo la lingua(radice) e non mi ha mai destato preoccupazione né tanto meno bruciore dolore ecc nel corso degli anni…x caso ho letto che uno dei sintomi dell’hiv è proprio la patina bianca!
    Sono andato dal dottore,mi ha controllato e mi ha detto che non ho niente…carenza vitaminica mi diagnosticó…così mi ha prescrittoo be-total da prendere per un mesetto e regolare la dieta…ma la patina rimane sempre…sono andato dal dentista a fare una pulizia dei denti e gli ho fatto vedere la patina.Risposta: è solo saliva che si deposita sul dorso della lingua e che non mi dovevo preoccupare…essendo ipocondriaco ho passato dei mesi pieni di ansia e panico…lei mi saprebbe dire qualcosa? Chi è affetto da hiv ha la lingua bianca per muchetto e candida giusto?
    La patina la tolgo con il pulisci lingua ogni volta che mi lavo i denti,ma subito dopo ricompare..Sembra proprio saliva che si ferma in quel punto…

    Ps: ho fatto le analisi del sangue con valori tutti a norma (globuli bianchi 8100)

    mi faccia sapere grazie!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è alcun motivo di pensare che possa essere un problema.

    2. Anonimo

      Ok dottore..invece le volevo chiedere: il rash cutaneo da hiv dopo quanto si manifesta e per quanto tempo? Che aspetto ha?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non dia alcun peso ai sintomi da sieroconversione (che per inciso si manifestano al massimo nei primi 3 mesi, di norma nel primo mese).

  19. Da3

    Buonasera dottore.
    Sono affetto da lichen ruber planus, diagnosticato da un famoso ed esperto dermatologo della mia città.
    La malattia, ha avuto il suo sfogo massimo da settembre-ottobre circa, partendo da una macchia, riscoprendomi buona parte del corpo, soprattutto il dorso e avambracci di puntini rossi e lucidi.
    Non le chiedo alcuna diagnosi o cura, vorrei solamente chiederle, se è normale che dopo un mese di cure di cortisone prescritte dal mio dermatologo la situazione non è migliorata nemmeno un po’?
    Può essere un intossicazione al fegato?
    Potrei essere diventato celiaco?
    Ho preso pomate al catrame e cortisone, e assunto una bassa dose di cortisone in pastiglie, per farlo andare via anche dal cavo orale.
    La ringrazio per l’eventuale risposta,
    Cerco solo chiarimenti o sicurezze, non chiedo una diagnosi. Vorrei solo capire, se magari ho qualcosa al fegato, o altro.
    Sono ipocondriaco, e sto temendo il peggio per la mia vita.
    Grazie, di cuore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Purtroppo può succedere che non si verifichino miglioramenti, senza necessità di andare a cercare altre cause concomitanti o meno.
      2. Aggiungo che l’ansia sicuramente peggiora la risposta alle cure.

    2. maria

      mio marito alcuni anni fa per curare il lichen ruber planus scoperto tramite biopsia ha avuto un regredimento e annullamento per qualche anno assumendo Sandimmun Neoral…..

  20. Vanas

    Buongiorno. Sotto la lingua praticamente al pavimento orale ho due puntini bianchi che con la lingua sento in rilievo. Può essere lichen ? E può essere sintomo Hiv ?

    1. Anonimo

      Le avevo avute mesi fa poi sono andate via. Da circa venti giorni sono ricomparsi . Sono due puntini piccoli bianchi al tatto con la lingua sembrano ruvidi. Ci passo sopra cottone fioc inzuppati di aceto di mele e si ammorbidiscono quasi a scomparire . Passo cotton fioc perché avendo avuto condilomi anali l’ho usato con benefici (oltre cura Aldara). Inizialmente pensavo potessero essere due piccoli condilomi e quindi ho usato aero di mele. La prima volta appunto erano scomparsi. Adesso si riducono, quasi mm si vedono più poi ricompaiono. Ho chiesto anche del Hiv perché so che il lichen è spesso associato a quella infezione …

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi viene da pensare a piccole afte, ma senza vedere è quasi come tirare ad indovinare.

    3. Anonimo

      Si la capisco . Tenga conto che inizialmente sono due minuscoli puntini bianchi divisi dalla “riga ” del sottolingua (non so come si chiami). Con la lingua mi sembra di sentirlo quasi uniti. Poi se non faccio niente rendono a diventare più spessi. Passandoci aceto di mele come lento detto regrediscono. Potrei provare con qualche prodotto per le afte secondo lei ?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un’idea, ma prima di acquistarlo faccia vedere la manifestazione al medico od al suo farmacista.

  21. carmen

    buonasera dott mi sono uscite una ciazza rossa sulle gengive mi hanno detto sospetto di lichen che devo fare e curabile che medicina posso mettere su questa macchia rossa ho da diversi mesi

  22. Giu

    Salve dottore io da 5 anni faccio la mappa dei nei ed è sempre stato tutto a posto qualche giorno fa al nuovo controllo la dermatologia mi ha fotografato una pentito solare da controllare tra tre mesi però fino all,’anno scorso mi aveva detto che erano macchie che io avevo da giovane dietro la schiena e che non c’ era da preoccuparsi infatti non aveva fatto mai una questa volta all’inizio mi aveva detto che era tutto a posto poi mi ha voluto fotografare una pentito solare con aumento della pigmentazione senza però che aveva la foto precedente e mi ha detto che mi vuole ricontrollare tra tre mesi dato che sono molto ansioso mi devo preoccupare anche se lei mi ha cercato di riassicurarmi che ne pensa grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente no, non si preoccupi, è solo una precauzione (meglio un controllo in più che uno in meno).

  23. claudio

    Dopo esami colturali spermatici e urine, biopsia visita andrologica, dermatologica e medici di base non si riesce a capire perche’ ho un arrossamento del pene allo sfregamento.. A un rapporto o altro diventa molto rosso infiammato e fa male e poi rimangono macchioline bianche anche per giorni che poi cadono cm polvere. Portando un cattivo odore.. ., dentro la zona pubica, cioe’ nei peli mi compaiono spesso brufoli rossi che mi portano abbastanza prurito non so proprio cosa pensare grazie x i consigli

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Alla luce delle visite specialistiche e degli esami fatti, se non è emersa una causa temo che la situazione sia al di là delle mie competenze, mi dispiace.

  24. Sandra

    Buona sera dottore. Ho prurito e infiammazione della vagina stasera ho comprato saugella detergente intimo .
    Ho visto cn uno specchietto che dentro le piccole labbra della vagina ci sono delle chiazze bianche . Cosa sono? Come curare? Un consiglio Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un po’ di candida, si rivolga con fiducia al medico per una diagnosi e la prescrizione di una terapia adatta.

  25. Sandra

    Mi vedo tutta la vagina sia grandi e piccole labbra gonfie rosse, cn prurito e bruciore ? cosa fare? Perché avviene l infezione ? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A volte basta solo un po’ di stress, a volte l’uso di un bagno pubblico, a volte un rapporto sessuale, …

      Si rivolga con fiducia al medico.

  26. Mario

    Buongiorno dottore,
    Sono passati circa 7 anni dai primi avvistamenti di Lichen Planus, diagnosticati a vista dal primo dermatologo, confermati successivamente da altre visite successive, in cui non prescrivevano cortisonici per non peggiorare la situazione o rendermi più sensibile, il consiglio chdi mi è stato sempre dato erano delle lampade oppure esposizioni al solo d’estate, con cui trovavo giovamento ma solo temporaneo.
    Da circa un anno sono peggiorato, aumentando di numero le lesioni ed in altre zone dove prima non c’erano, oltre al prurito fastidioso.
    Quello che vorrei sapere, se vi siano delle analisi consigliate per comprenderne le cause o avere più certezza, e se possibile, trovare un rimedio che mi aiuti a farle regredire.
    Ho paura che i dermatologi a cui mi sono rivolto l’abbiamo fatta semplice, l’ultimo (in ospedale) circa 4mesi fa, in 30secondi, e a debita distanza, mi diede delle compresse da fare per una settimana. Senza dirmi di farmi rivedere o altro; come prescritto, ho acquistato il farmaco, seguito la terapia, ma senza benefici, come purtroppo mi aspettavo.
    La ringrazio anticipatamente e buona giornata.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo abbiamo ancora una comprensione limitata del problema e temo che davvero non si possa fare molto di più.

  27. Anonimo

    Buonasera dottore, vorrei sapere solo una cosa nel caso dovessi avvisare il mio dottore: sto facendo già una cura prescritta dal mio dottore con cortisone contro la lichen planus orale (vicino alle tonsilla destra nel mio caso) e sto già migliorando, ma tendo ad avere casuali dolori dentro l’orecchio dello stesso lato dell’infezione. Sono casuali e vanno e vengono, ma vorrei sapere se le due cose possono essere correlate in qualche modo oppure no, dato che secondo la lista dei sintomi non trovo nulla riguardo all’orecchio.

    1. Anonimo

      Grazie per la risposta e inoltre vorrei chiederle un paio di cose agguintive: la cura sta funzionando (come dissi prima), ma ancora c’è presenza di bianco nella parte che è infettata, nonostante non sento più dolore (ma c’è ancora del fastidio). Quanto tempo ci vuole affinchè sparisca del tutto? La cura l’ho iniziata poco più di una settimana fa e oggi farebbero circa una decina di giorni.

      In seconda cosa, ho letto che potrebbe portare a problemi più gravi (tipo cancro o roba simile): quanto è alto il rischio?
      E inoltre, mi consiglia di fare una visita più accurata?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Per quanti giorni le ha detto di continuare?
      2. Basso.
      3. Dipende da quale sarà l’evoluzione della lesione.

    3. Anonimo

      Mi disse di continuare fino a mercoledi, iniziando da giovedi con cortisone da 5 mlg una volta al giorni, insieme a sciacqui con froben
      Ora che pero’ ho finito non sto prendendo nulla

      Grazie per avermi tranquillizato dottore!

      Le faro sapere: al momento ce ancora del bianco ma il dolore si e quasi completamente attenuato. Rimane solo un pizzicore quando apro troppo la bocca, ma faccio deglu sciacqui con colluttorio e uso uno spray al propol ,( non ricordo il nome: e’ di origine naturale a base di miele)

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra in fase di risoluzione, sono assolutamente fiducioso.

    5. Anonimo

      Buongiorno dottore, le scrivo nuovamente per chiederle sul fatto che saranno circa una ventina di giorni da quando ho iniziato la cura per il mio lichen orale e nonostante sia migliorato tanto e il dolore attenuato quasi del tutto (rimane del pizzicore quando apro troppo la bocca), la parte biancastra non pare andarsene del tutto e mi sto seriamente preoccupando: alcune persone dicono che se ne va via in una decina di giorni, ma la settimana prossima farà un mese che ce l’ho.
      Secondo lei mi devo preoccupare?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo può succedere che persista più a lungo, ma ovviamente lo segnali anche al medico.

  28. Anonimo

    Buon giorno vorrei sapere dal dott. Cosa significa linchen verrucoso eczema della pelle e come curarla grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si tratta di un tipo di lichen (la cui descrizione trova in questa pagina); nulla di grave o preoccupante, ma la cura è prerogativa del medico (possibilmente dermatologo).

    2. Anonimo

      Si infatti è già andata dermatologo e dottore si è fatta la biopsia gli hanno analizzato con un pezzetto di polvere ma il dottore curante ha detto è un tumore di pelle

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dovrebbe essere un tumore benigno, ma si attenga comunque con scrupolo alle indicazioni che le verranno date.

    4. Anone

      Grazie molto gentile ha avuto della crema una pillola per il prurito è una schiuma da lavarsi grazie dottore

  29. Anonimo

    Buona sera dottore, le vorrei chiedere una cosa dato che una mia amica ha riscontrato un lichen nella sua bocca per la seconda volta dopo alcuni mesi e il dottore le ha detto di prendere delle medicine per incrementare le sue difese immunitarie ma leggendo su internet ho letto che ci sono molti legami a possibili casi cancro e ora sono preoccupata per la sua salute! Che cosa posso dirle!?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Stia tranquillo, probabilmente si tratta solo di un periodo di stress.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.