Laringospasmo in adulti e bambini

Ultimo Aggiornamento: 1488 giorni

Link sponsorizzati

Il laringospasmo è una contrazione muscolare incontrollata ed involontaria (spasmo) delle corde vocali; è una condizione che dura di norma da pochi minuti a qualche ora, ma che blocca di fatto la possibilità di respirazione del soggetto colpito inducendo panico e paura da soffocamento.

Colpisce in particolare i bambini da 1 a 3 anni, ma possono esserne soggetti anche gli adulti, sopratutto di notte, provocando un immediato risveglio. Il laringospasmo, specie nei bambini, può essere ricorrente nella stagione fredda.

Le principali cause di laringospasmo sono:

  • infezioni delle vie aeree superiori,
  • allergie,
  • asma,
  • reflusso gastro-esofageo, in particolare durante la notte, che può portare anche a gravi crisi di apnea,
  • annegamento in acque salata.

Sintomi

Il laringospasmo si riconosce principalmente per:

  • abbassamento della voce,
  • sensazione di soffocamento,
  • difficoltà inspiratoria (dispnea, ossia la consapevolezza di una respirazione difficoltosa),
  • rumori respiratori acuti,
  • tosse convulsa (abbaiante, ricorda il verso di una foca),
  • tachicardia,
  • sudorazione abbondante.

La crisi di laringospasmo ha esordio improvviso ed altrettanto improvvisamente finisce: può durare da pochi minuti ad alcune ore.

Pur essendo particolarmente impressionante, da vivere o da vedere nel caso di bambini colpiti, non rappresenta in realtà un pericolo reale per la vita del paziente, anche se nel caso di bambini possono verificarsi in seguito alla crisi vomito, stanchezza ed inappetenza.

Quando ad essere colpiti sono neonati o bambini nella prima infanzia è comunque opportuno ricorrere ad un consulto medico immediato.

Cura e terapia

La terapia nei casi meno gravi può essere fatta umidificando il più possibile l’ambiente, evitando tassativamente le essenze balsamiche che nel caso di pazienti pediatrici possono peggiorare il quadro clinico: alcuni pediatri consigliano addirittura di chiudersi nel bagno con tutti i rubinetti aperti sull’acqua calda per saturare la stanza di vapore acqueo.

Nelle forme più gravi si ricorre a terapia aerosolica/spray con cortisone (ed eventualmente adrenalina) oppure cortisone assunto per via orale, che a queste dosi non è correlato ad effetti collaterali (sopratutto se per aerosol o spray).

Il bambino colpito da laringospasmo non deve essere fatto sdraiare, nemmeno a seguito della terapia, in quanto una posizione eretta o leggermente rialzata consente un maggior sollievo.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.