Ittero neonatale: sintomi, cause, cura, conseguenze

Ultimo Aggiornamento: 1374 giorni

Link sponsorizzati

L’ittero, una patologia frequente nei neonati, è la colorazione giallastra della pelle e della parte bianca degli occhi (sclera) causata dall’eccesso di bilirubina in circolo; la bilirubina è il prodotto della normale disgregazione dei globuli rossi.

In condizioni normali la bilirubina passa nel fegato e viene espulsa nell’intestino con il resto della bile, l’ittero si verifica quando la bilirubina si accumula più velocemente di quanto il fegato del neonato riesca a disgregarla ed espellerla dall’organismo. Tra le cause di questo disturbo ricordiamo:

  • I neonati producono più bilirubina rispetto agli adulti, perché il ricambio dei globuli rossi è più rapido.
  • Il fegato dei neonati si sta ancora sviluppando, quindi può non essere ancora in grado di rimuovere la giusta quantità di bilirubina dal sangue.
  • L’intestino riassorbe troppa bilirubina prima che l’organismo del neonato riesca ad espellerla con le feci.

La bilirubina alta (considerata tale se superiore ai 20-25 mg/dl) può causare:

  • sordità,
  • paralisi cerebrale.
  • altri tipi di lesione cerebrale.

In casi più rari, l’ittero può essere sintomo di un altro disturbo, ad esempio di un’infezione o di un problema alla tiroide; l’American Academy of Pediatrics (AAP), l’associazione dei pediatri statunitensi, consiglia di eseguire tutti gli esami necessari per escludere l’ittero entro alcuni giorni dalla nascita.

Tipi di ittero

Ittero fisiologico (normale)

Questa lieve forma di ittero si verifica nella maggior parte dei neonati, perché il fegato non è ancora maturo e quindi lo smaltimento della bile è più lento. Di solito compare da 2 a 4 giorni dopo la nascita e scompare entro la prima o la seconda settimana di vita.

Ittero dei nati prematuri

Si verifica frequentemente nei neonati prematuri, perché a maggior ragione non sono ancora pronti ad espellere efficacemente la bilirubina. Se il neonato è prematuro i medici devono tener conto che il livello critico di bilirubina è inferiore a quello dei neonati normali per impostare una terapia che non dia luogo a complicazioni.

Ittero da allattamento

L’ittero si può verificare quando il bambino allattato al seno non riceve abbastanza latte, perché ci sono difficoltà nell’allattamento o perché la madre non è ancora pronta. Il problema non è causato dal latte in sé, ma dal fatto che il bambino non riceve abbastanza nutrimento.

Ittero da latte materno

Tra i bambini allattati al seno, in una percentuale variabile tra l’1 e il 2 per cento, l’ittero può essere causato da sostanze contenute nel latte materno che fanno aumentare la bilirubina, perché ostacolano la secrezione della stessa nel sangue. Il disturbo compare tra il terzo e il quinto giorno di vita e inizia lentamente a migliorare dopo le prime 3-12 settimane.

Incompatibilità del gruppo sanguigno (problemi di Rh o di ABO)

Se il bambino ha un gruppo sanguigno diverso da quello della madre, la madre può produrre anticorpi che distruggono i globuli rossi del figlio. In questo modo si ha un accumulo improvviso di bilirubina nel sangue del bambino. L’ittero dato dall’incompatibilità del gruppo sanguigno può manifestarsi già nel primo giorno di vita del neonato. I problemi causati dall’Rh un tempo causavano una forma di ittero gravissima, ma attualmente è possibile prevenirli con un’iniezione di immunoglobuline Rh alla madre entro tre giorni dal parto: la madre non produrrà anticorpi in grado di danneggiare eventuali altri figli futuri.

Sintomi e diagnosi

L’ittero neonatale di solito compare tra il secondo e il terzo giorno di vita, inizia dalla testa e poi procede verso il basso. La pelle del neonato colpito dall’ittero di solito ingiallisce prima sulla testa, poi sul torace e sulla pancia e infine sulle gambe. Anche la parte bianca degli occhi del neonato può assumere un colore giallastro.

Molti neonati vengono dimessi dall’ospedale nel primo o nel secondo giorno di vita, quindi è consigliabile che un medico li visiti entro uno o due giorni dalle dimissioni per escludere l’ittero. Anche i genitori devono fare attenzione agli eventuali sintomi dell’ittero.

Se notate che la pelle o gli occhi di vostro figlio hanno un colorito giallastro, vi consigliamo di contattare immediatamente il pediatra per escludere la presenza dell’ittero.

Il medico può esaminare in laboratorio un campione di sangue di vostro figlio e misurare la bilirubina; alcuni medici usano un dispositivo con luce blu per ottenere una misura approssimativa e, solo se la bilirubina è alta, eseguono il prelievo di sangue. La gravità dell’ittero dipende dall’età del neonato e dall’eventuale presenza di altri disturbi concomitanti.

Quando chiamare il medico

Rivolgetevi immediatamente al medico se:

  • notate i sintomi dell’ittero nelle prime 24 ore di vita,
  • l’ittero si sta diffondendo oppure si sta aggravando,
  • vostro figlio ha la febbre, con una temperatura rettale superiore ai 38 °C,
  • vostro figlio sembra malato o non ha un comportamento normale,
  • il colorito giallastro si intensifica,
  • vostro figlio non ha fame,
  • vostro figlio sembra più assonnato del solito.

È difficile determinare la gravità dell’ittero con un semplice esame visivo, quindi tutti i neonati che hanno la pelle o gli occhi giallastri dovrebbero essere visitati dal medico.

Terapie

Nei casi lievi o moderati sarà il bambino stesso entro una o due settimane a rimuovere da solo la bilirubina in eccesso. Se l’ittero è più grave, invece, può essere utile ricorrere alla fototerapia, cioè a una terapia che impiega una luce speciale per aiutare l’organismo del bambino, e in particolare il fegato, a gestire ed eliminare l’eccesso di bilirubina.

In alcuni casi, inoltre, è consigliabile aumentare la frequenza delle poppate o ricorrere al latte artificiale per aiutare il neonato ad espellere la bilirubina con le feci. In casi rari, può essere necessaria una trasfusione di sangue per “rinfrescare” il sangue del neonato e permettergli di eliminare la bilirubina.

Se vostro figlio soffre di ittero che potrebbe essere connesso al vostro latte, il medico può chiedervi di smettere per un po’ di allattarlo. In questo periodo potete comunque tirare il latte, in modo da continuare a produrne e ricominciare ad allattare una volta che vostro figlio sia guarito.

Se la bilirubina è alta, probabilmente sarà necessario ricoverare vostro figlio. Una volta riportata la bilirubina alla normalità e interrotta la terapia, vostro figlio può dirsi guarito ed è quasi impossibile che debba essere di nuovo ricoverato per lo stesso disturbo.

Traduzione di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. anna

    salve,mio nipote nato qualche settimana fa’ ha subito 3 trasfusioni di sangue colpa ittero alto quasi a 30 ora e’in via di miglioramento,chiedo il futuro di questo bambino?avra’problemi generali in futuro?grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Con tutta probabilità sarà tutto risolto, anche se chiaramente ne chieda conferma al pediatra che conosce tutto il caso.

  2. salvatore

    Buongiorno dottore, mio figlio nato ieri stando al nido si sono accorti di un livello di bilirurbina alto e l’hanno portato al reparto di patologia neonatale per ulteriori accertamenti… è possibile che soffrendo io di gilbert sindrome l’abbia trasmessa al mio cucciolo.
    grazie della disponibiltà…
    papà in ansia.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      E’ possibile, ma che io sappia non è scontata la trasmissione ereditaria; lo segnali in ogni caso al pediatra, in modo che possa avere un quadro più completo.

  3. caterina 58

    Gentile dottore, il mio nipotino nato prematuro sabato scorso ha la bilirubina a 17 e a tutt’oggi (dopo dimissioni) non gli hanno ancora inziato la fototerapia.Volevo chiederle se questo valore può casusare danni neurologici e con quale livello di bilirubina va iniziata la fototerapia .
    La ringrazio per la risposta e per la sua competenza.

  4. Zia Asia

    Dott. mia nipote ha l’ittero ed e un po giallastra.
    Mio fratello e la fidanzata hanno lo stesso gruppo saguigno e quindi ha provocato una dirubina che e triangolare rettangolare e si rompe..
    La dottoressa del nido non sa ancora cosa e puo provocare ora lei sta sotto la lampada…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Esatto, non ho le competenze per darle una risposta, anche perchè la situazione non mi è del tutto chiara; immagino che per dirubina intenda bilirubina, ma non capisco cosa intenda per “triangolare rettangolare”.

      Infine se non sa darle una risposta la neonatologa che sta seguendo il caso di persona, è difficile che possa riuscirci qualcun altro. ;-)

  5. antonietta

    salve dottore, dopo venti giorni si sono resi conto che mia nipote ha l’ittero alto…..comporta qualcosa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no, perchè evidentemente non è stato così alto.

  6. maria

    la mia nipotina e nata sabato e fin qui’ tutto bene con parto cesario dopo 3 giorni la fanno uscire da l’ospedale e il pediatra a detto che la bambina sta benissimo oggi e andata per un controllo e gli anno detto che e gialla e gli devono fare una terapia devono mettergli le flebo e tenerla 3 giorni in ospedale non cp xche se fino ieri stava bene diceva la pediatra

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È un problema di norma banale, che può insorgere nei primi giorni di vita.

  7. Dr.Pediatra

    Salve dott.ha ragione quando dice che nn ha competenze,allora lasci i giudizi ed i commenti dell’arte medica a chi ha studiato tanto ma tanto di più per diventare pediatra e neonatologo e ritorni dietro al bancone a dispensare farmaci o composizioni galeniche da noi prescritte.Buona giornata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Accetto volentieri la critica, ma non la supponenza; se tante persone cercano risposte e rassicurazioni da farmacisti incompetenti come sono io, adeguato solo a fare il commesso, è probabilmente perchè alcuni medici professionalmente infallibili come lei peccano di umiltà ed umanità nel rapporto con il paziente. Non ho nè la presunzione nè la pretesa di volermi sostituire alla figura del medico, ma credo molto nella pharmaceutical care e ritengo che se ci fosse più collaborazione tra le figure sanitarie il paziente non potrebbe che beneficiarne.

      Ammiro gli specialisti come lei, e mi creda non sono sarcastico, perchè a differenza mia lei può realmente salvare delle vite; nel mio piccolo credo però di poter offrire una parola di conforto alla mamma spaventata, una spiegazione alla persona anziana che non ha compreso come usare il farmaco prescritto o semplicemente e cortesemente farmi da parte di fronte ad una richiesta che non so soddisfare, indicando però lo specialista più adatto a cui rivolgersi. Se anche riuscissi ad aiutare una persona su cento, non crede che ne varrebbe la pena?

      Relativamente all’argomento di questa pagina è senza ombra di dubbio un qualcosa al di là delle mie competenze, ma sono sicuro della bontà dell’articolo perchè redatto con fonti assolutamente autorevoli e se nella sezione dei commenti mi viene rivolta una domanda mi sembra cortese rispondere in ogni caso, non fosse altro che per evitare al lettore di dover tornare più volte sul sito sperando in una risposta.

      Se ha trovato errori, quindi, sarebbe credo più utile e costruttivo che me li segnalasse, come ho sempre fatto sono assolutamente disponibile a riconoscerli e soprattutto correggerli a beneficio di tutti; non ho alcuna difficoltà ad ammettere tutti i miei limiti e quello che mi interessa è solo il paziente od il lettore interessato.

    2. Dr. Paziente

      concordo pienamente! gli ospedali per fortuna sono pieni di bei Dottori, ma sfortunatamente anche di tantissimi dottorini che si fanno fighi col camice… non ho parole… fanno solo innervosire!

  8. marco

    buona sera la contato in merito a mio figlio nato una settimana fa ma con 24 giorni di anticipo rispetto alla data programmata. In poche parole il vaòore della bilirubina è di 13.9 mentre ieri e di 13.4, quindi sta salendo, mi devo preoccupare??? da considerare che tutti i giorni viene fatto il prelievo nel reparto dove è nato, e quindi sotto controllo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’importante è che sia monitorato quotidianamente, ma le confermo che è un disturbo comune e risolvibile; conosce per caso i valori rispettivamente di bilirubina diretta ed indiretta?

    2. Anonimo

      no purtroppo, noi lo mettiamo al sole, non diretto, va bene? oppure in casa che si deve fare

  9. marco

    in ospedale il pediatra mi ha detto che puo essere dovuto alla nascita prematura, ala mamma fabica, e che dopo la prima settimana che in teoriaè normale che salga, ora dovrebbe scendere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Confermo tutto, ma a mio avviso può stare tranquillo; se ci fossero problemi gliel’avrebbero tenuto in ospedale.

  10. antonella

    Egregio dott. Cimurro, mio figlio ha il corpo un pò giallastro dovuto ad un pò di ittero. Abbiamo fatto le analisi, ma i valori non sono alti da potere fare la lampada. Mi hanno detto di metterlo esposto alla luce del sole, mi chiedevo: devo esporre la testa o tutto il corpo tranne la testa?
    Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Date le temperature di questi giorni più che viso e manine di solito non si può fare.

  11. antonella

    Grazie per avermi risposto. Volevo chiederLe, inoltre, è il caso che nella testolina metto un cappellino o un panno?.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si regoli in base alla temperatura esterna, perchè non dobbiamo rischiare colpi di freddo.

      Ovviamente senta anche la pediatra in caso di dubbi.

  12. aguliaro

    buongiorno dot.vorrei .mio nipote e nato prematuro e con una malformazione al intestino.e stato operato 2 volte .e lui a anche la bilirubina alta piu’ di 12.e intubato con ssondina x il latte e a anche flebo.adesso a 5 mesi nessun miglioramentto.patra mai guarire .cosa dobbiamo asspetarci .grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma temo che solo i medici che lo stanno seguendo e che conoscono nei dettagli la situazione possano rispondere.

  13. Anonimo

    Salve, quali potrebbero essere le cause di ittero in una signora di 53 anni?
    Grazie.

  14. Anonimo

    Recentemente è stata ricoverata in ospedale per una sorta di intossicazione alimentare, la cosa può essere correlata?

  15. Anonimo

    Ok, questo problema si è presentato dopo pochi giorni che è stata dimessa, è il caso di riportarla all’ospedale o interpellare il medico di famiglia?

  16. salvatore

    sono unapersona anziana allantica pero levostre coversazioni misono serviti per esperienza perun mionipote che enato con ittero edeisottoosservazione in ospedale grazie atuttivoi .. scusate per lascrittura .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Grazie a lei e spero che la situazione di suo nipote si risolva il prima possibile.

    2. manu

      Ce ne fossero di dott. Cimurro ! Pronti a regalarti una parola di conforto! Anche io avevo un dubbio sul colorito di mio nipote e le sue risposte anche semplici mi hanno tranquillizzato. Grazie

  17. Sebastiano

    Salve dott. Cimurro, dalle sue risposte ho trovAto le mie, mia figlia ha un po’ di ittero alto e la pcr 36 ieri oggi l’ittero e’ a 10,60 e la pcr a 14 dopo un giorno di fototerapia e di antibiotico endovena ciò vuol dire che sta rispondendo alle cure , infatti hanno staccato la fototerapia , quando tempo deve passare per sapere se tutto è’ risolto? Ringrazio anticipatamente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ci aspettiamo che ogni giorno sia migliore del precedente, ma non sono in grado di quantificarle quanti giorni serviranno.

  18. Sebastiano

    Grazie lo stesso.. Dimenticavo, ma il pediatra perché non risponde? Ha studiato tanto x dare risposte , almeno credo. Graxie

  19. Domenico

    Mio nipote è nato da tre giorni e pesa Kg.4,5 questa sera l’ittero ha dato come risultato 13 è preoccupante la cosa? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Immagino intenda la bilirubina ed in genere fino a 15 mg/dl è considerata normale.

  20. Francesco

    Buonasera dottore, mia figlia e’ nata 3 giorni fa.stamattina dovevano dimetterla come da prassi invece riscontrando l’ittero hanno deciso di tenerla fino a domani sotto fototerapia. Poco fa ho chiesto alla nursery come fosse il valore e mi han detto che è di 15. Posso star tranquillo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì; 15 dovrebbe essere il valore massimo dopo si cui si inizia la fototerapia, ma in linea di massima è solo una precauzione. Mi tenga al corrente, ma vedrà che non ci saranno sorprese.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.