Iperglicemia e ipoglicemia nel diabete: sintomi, cause e valori

Ultimo Aggiornamento: 438 giorni

Link sponsorizzati

Quando si cerca di tenere sotto controllo il diabete la glicemia (la quantità di zucchero nel sangue) può alzarsi o abbassarsi troppo: questa situazione non deve essere sottovalutata, ma fortunatamente è facile riportare la glicemia nei limiti.

Studi su un grosso numero di bambini e giovani adulti sani sembrano confermare che è molto raro che la glicemia resti stabilmente sotto i 60 mg/dl o sopra i 100 mg/dl, anche se in realtà esistono casi di questo tipo che non presentano alcun tipo di sintomo.

Nella prima infanzia la glicemia può essere un po’ più bassa, sebbene in genere sopra i 60 mg/dl dopo il periodo neonatale (in cui non è raro rilevare valori da neonati perfettamente in salute addirittura fino a 27 mg/dl fin dal primo giorno di vita).

Iperglicemia

Quando c’è troppo glucosio nel sangue, si ha la cosiddetta iperglicemia. Iperglicemia è una parola formata dal prefisso di origine greca “iper” (ὑπέρ) che significa semplicemente “sopra”, mentre “glicemia” deriva dai termini “γλυκύς” e “αἷμα”, significanti rispettivamente “dolce” (perciò “zucchero”) e “sangue”, sempre dal greco.

I valori indicativi minimi per parlare di iperglicemia sono

  • 110 milligrammi su decilitro (mg/dl) di sangue a digiuno,
  • 140 milligrammi su decilitro dopo due ore da un carico di glucosio.

Questi sono valori pericolosi sul lungo periodo ma, purtroppo, spesso non legati a sintomi specifici, che compaiono per valori molto più elevati.

L’iperglicemia è causata da:

  • alimentazione smodata,
  • consumo di dolci,
  • mancata assunzione dei farmaci,
  • somministrazione insufficiente di insulina,
  • malattie,
  • stress,
  • scarso esercizio fisico.

Se non viene curata può sfociare nel coma.

Tra i sintomi dell’iperglicemia ricordiamo:

  • secchezza delle fauci,
  • sete,
  • minzione (bisogno di fare pipì) frequente,
  • visione offuscata,
  • affaticamento o sonnolenza,
  • dimagrimento,
  • sensazione di malessere,
  • mancanza di appetito,
  • alti valori di chetoni nelle urine.

In caso di iperglicemia:

  • bevete acqua o altre bevande non zuccherate a volontà,
  • controllate la glicemia,
  • attenetevi scrupolosamente alla dieta.

Se la glicemia continua a essere alta andate dal medico, che vi dirà qual è la soglia massima da non superare nel vostro caso. Se la glicemia è troppo alta, però, potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale.

Ipoglicemia

L’ipoglicemia si verifica quando non c’è abbastanza glucosio nel sangue. Il prefisso “ipo” di ipoglicemia è un prefisso di origine greca e significa “sotto”.

L’ipoglicemia di solito si verifica nei pazienti in terapia con l’insulina o con altri farmaci, può essere causata da:

  • un eccesso di insulina, in questo caso è anche definita shock insulinico,
  • scarsa alimentazione,
  • ritardo nell’assunzione del pasto,
  • lavoro fisico eccessivo,
  • stress,
  • alcool e farmaci.

I sintomi dell’ipoglicemia, che possono verificarsi anche solo in parte, invece sono:

  • sudorazione,
  • tremore,
  • nervosismo,
  • tachicardia,
  • fame eccessiva ed improvvisa,
  • pallore,
  • capogiro,
  • senso di stanchezza e svenimento,
  • cambiamenti dell’umore,
  • confusione,
  • impazienza,
  • instabilità caratteriale,
  • intorpidimento delle labbra e della lingua,
  • mal di testa,
  • vista offuscata,
  • improvvisi problemi di parola.

Ricerche sperimentali su adulti sani hanno dimostrato che la capacità mentale cala in modo rilevabile se i valori di glicemia scendono al di sotto dei 65 mg/dl; valori inferiori ai 54 mg/dl scatenano meccanismi ormonali di difesa (adrenalina e glucagone).

Se non viene curata, l’ipoglicemia può causare perdita di conoscenza o convulsioni. I pazienti diabetici riferiscono sintomi di diversa natura quando la glicemia si abbassa, dovreste imparare a riconoscere i sintomi e le sensazioni che caratterizzano nel vostro caso l’ipoglicemia.

Alcuni pazienti, invece, non avvertono alcun sintomo: in questi casi devono basarsi unicamente sull’esame della glicemia per scoprire se soffrono di ipoglicemia.

Se avete la glicemia bassa bevete o mangiate subito qualcosa che contenga zuccheri immediatamente disponibili, ad esempio:

  • mezzo bicchiere di succo di frutta o di bevanda gassata dolce,
  • dieci caramelle,
  • due cucchiai di zucchero o di miele.

Se i sintomi non scompaiono nel giro di un quarto d’ora o se la glicemia continua a rimanere inferiore agli 80 mg/dl assumete un’altra dose di zuccheri ad assorbimento rapido. Ripetete a intervalli di dieci, quindici minuti, finché la glicemia non supererà il valore indicato.

Se manca meno di mezz’ora al pasto successivo iniziate a mangiare, se invece mancano più di 30 minuti fate uno spuntino, ad esempio con mezzo panino o con tre crackers.

Fate il pasto o lo spuntino dopo aver assunto una dose di zuccheri ad assorbimento rapido, non sottraete lo spuntino dal successivo pasto in programma. Non guidate e non usate macchinari se sentite di avere la glicemia bassa.

Comunicate ai vostri famigliari e agli amici che siete diabetici, così, se per caso vi troveranno privo di sensi o in difficoltà, potranno portarvi immediatamente al pronto soccorso o chiamare un’ambulanza.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. sonia

    Buongiorno volevo sapere se un valore di glicemia 70 dopo un ora dal pranzo e normale o spesso giramenti di testa tremori e nausea potrebbe essere dovuto a qualche disturbo portato dalla glicemia il valore e stato riportato dagli esami del sangue fatti in pronto soccorso dopo un malore

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Tendente al basso.

      Era la prima volta che stava male?

  2. Lorenza

    Da un pò di tempo dopo ogni pasto ho delle sensazioni di malessere, mi cominicia a girare la testa, tremori, agitazione.
    Fino a 4 mesi fa avevo una resistenza insulinica e prendevo la metformina, poi sono stata operara di bypass gastrico e il chirugo mi ha sospeso la metforfima e ho perso 20 kg ma da una decina di giorni ho questi malesseri.
    Possono essere collegati alla resistenza insulinica?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Proverei a misurare la glicemia durante uno di questi stati di malessere, ma ovviamente senta anche il parere del medico.

  3. mara

    più che un commento, vorrei un parere: sono molto anziana come si dice oggi (86 anni) e tendo ad avere un basso valore glicemico p.e. 68 o anche 62 al mattino a digiuno, 102 due ore dopo il pasto, mancanza di energia, soprattutto la sera, sete non molta, pipì dopo tre ore circa, peso 60 chili su 160 cm.anche se ho perso ben 6 cm. Sono malata?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no; carboidrati (pane e pasta) ne mangia più o meno tutti i giorni?

  4. giusy

    Buongiorno volevo sapere se la foxina dapaglifloxin
    si può prendere ,anche se prendo metforal
    e se non hO il diabete si può prendere come aiuto x dimagrire visto che il mio I.M.C è di 33,5
    la ringrazio immensamente per un’eventuale risposta .
    Cordiali Saluti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non assuma antidiabetici se non espressamente prescritti da uno specialista.

    2. giusy

      La ringrazio immensamente per avermi risposto
      e le porgo i miei più cordiali Saluti

  5. Carmela

    Salve dottore, in questi ultimi mesi sto avendo attacchi con sintomi come sonnolenza, annebbiamento della vista, confusione mentale (come se fossi ubriaca) e freddo. Ho deciso di acquistare una macchinetta per misurare la glicemia. Ieri sera dopo quasi due ore dalla cena ( pasta, fave, noci e vino) era a 99. Stamattina appena sveglia era a 104 a digiuno. Due ore dopo il pranzo era a 87. (avvertivo i sintomi). Dopo aver mangiato 3 biscotti e un kinder k’ho misurata ed è scesa a 83. come è possibile?Ora ho cenato: pizza e vino e mi sono ripresa un po’ ma sono stremata!

  6. Mara

    Mia figlia ha 15 anni e l’esame del sangue a digiuno da la glicemia a 50 che è bassa secondo i valori
    Puo essere diabetica?
    Ha tutti i sintomi di ipoglicemia e dopo mangiato presenta i sintomi da iperglicemia
    La sua dieta è data da un nutrizionista e la segue alla lettera e non è per nuente rigida come dieta.
    Puo essere diabete?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile, ma è una situazione che va verificata con un endocrinologo; soffre di ovaio policistico?

  7. Maria

    Salve dottore io ho un bambino che ha avuto l’esordio del diabete di tipo 1a 17mesi, volevo chiedere se lei è a conoscenza di qualche dispositivo per la misurazione della glicemia senza sangue poiché è piccolo e vorrei evitare di pungerlo sempre oltre l’insulina, perché ancora non è stabilizzato. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo nulla di sufficientemente affidabile, quantomeno che io sappia.

  8. Da

    Salve,
    ho fatto le analisi del sangue ed ho visto che ho 60 di glicemia a digiuno, consiglia di tenere d’occhio il valore?
    Ho spesso mal di testa e stanchezza, potrebbe essere correlato il problema?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, è probabile che sia correlato e merita a mio parere una visita endocrinologica.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è nulla che non si possa correggere, ma non va trascurato.

  9. anna

    sono diabetica tipo 1 da 3mesi o avuto attacchi di panico e non sento piu ipoglicemia o anche la tiroide di aschimoto sono tutta sconpensata vorrei sapere dopo ke mi sarò ripresa inizierò a risentire l ipoglicemia poi mi capita ke al mattino mi sveglio bassa e quando ebassa come mi devo comportare quanto devo mangiare per non avere da ipo iper

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, vedrà che con il tempo riuscirà ad avvertire le ipo.
      In genere per correggere la glicemia bassa si assume un po’ di zucchero, una bibita dolce, …

  10. bibi

    Salve, ho 27 anni, ho partorito da circa 2 mesi e sono sempre stata molto magra.. Mi capita spesso in questi giorni (ma anche in gravidanza) di avere forte tachicardia e nervosismo e tremori dopo qualche ora dai pasti, misurando la glicemia in gravidanza mi sn accorta di avere un picco intorno ai 140 e poi subito dopo nel giro di 14-20 minuti un crollo intorno ai 70-80 poi dopo un po la glicemia si ristabilizza intorno ai 90… Sono valori normali? Feci una curva glicemica 5 anni fa in cui risultava una cosa simile… Per avere dei valori piu attendibili in quali momenti dopo il pasto dovrei misurare la glicemia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Per avere una valutazione attendibile sarebbe utile ripetere la curva (sia di glicemia che di insulina).

  11. Diana

    Buonasera, sono una ragazza incinta di 7 mesi…in attessa del incontro col ginecologo, volevo gentilmente un suo parere sui risultati della curva a carico di glucosio di 75 gr: base 89; dopo 60′- 81; dopo 120′- 82….premetto che dopo l’assunzione del glucosio ho incominciato a sentirmi male e dopo circa 20 minuti sono andata in bagno perche mi sentivo male di intestino per cosi dire….adesso non so come comportarmi e specialmente cosa mangiare in questi giorni sino a quando non vedo il ginecologo…ho paura di aver fatto del male al mio bambino….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi, nessun rischio per il bambino; i valori non sembrano tali da aver causato i sintomi.

  12. Diana

    La ringrazio tantissimo per avermi risposto e mi permetto di farle un altra domanda…Secondo lei vanno bene questi valori!? Le domando questo perche mi sembra di aver capito che la mia sarebbe una cosiddetta ,,curva piatta”, e che non e proprio un buon risultato specialmente in gravidanza.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non credo che verranno considerati un problema, ma mi tenga al corrente sul parere del ginecologo.

    2. Diana

      Buonasera dottore, allora ho fatto vedere al ginecologo i risultati della curva glicemica e per lui andava bene….Inizialmente il medico di base al vedere dei risultati mi aveva parlato di una probabile insulino resistenza cosa che mi aveva spaventato tanto..Comunque per il ginecologo a quanto pare vanno piu che bene….Adesso mi permetto di farle una domanda: in questi giorni ho una voglia pazzesca di gelato, secondo lei faccio male al bambino se ne mangio un po? Grazie per la sua disponibilità.

  13. Constanza

    Buongiorno sono una ragazza di 33 anni, da un po di tempo la mattina dopo aver preso il caffè mi abbassa la glicemia a 33 , questo è un sintomo di diabete? Poi durante la giornata mi sento confusa, stanca, ho sudorazione continua, affuscamento di vista anche con valori di 89

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, sembra più inperinsulinemia, ma raccomando comunque un parere di un diabetologo perchè è lo specialista che si occupa anche di questi problemi.

  14. Constanza

    Grazie per la sua risposta, però la causa di tutto questo quale potrebbe essere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Difficile ipotizzare le cause senza visita ed esami, anche perchè andrebbe diagnosticata con prelievo su sangue venoso (un valore di glicemia di 33 è impossibile, quindi verrà verificato in laboratorio).

  15. francesca

    salve dottore vorrei sapere se è possibile gli effetti Dell ipo iperglicemia..a volte durante la notte mi sveglio con episodi di diarrea e svenimento …secondo lei può essere legato a entrambi visto visto che sono un soggetto diabetico ..grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, mi sembra plausibile; diabete di tipo 1 o di tipo 2?

  16. Informazione

    Salve Dott,
    facendo gli esami del sangue mi sono accorto che ho la glicemia a 60 ovviamente a digiuno.
    La glicemia bassa cosa comporta?
    Volevo inoltre dire che soffro di mal di testa.
    Cosa consiglia di fare?
    Ho 20 anni.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Suggerirei di rivolgersi ad un endocrinologo per capire le cause del problema (iperinsulinemia?); i sintomi che accusa potrebbero essere legati a questo aspetto.

  17. anonjmo

    salve dottore mia madre diabetica prende glicomet a pranzo sono due giorni che comincia a stare male sudorazione ho misutato glicemia a 40 mangiat. oa i valori restano bassi cosa posso fare mia madre e anziana salve

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Va tassativamente segnalato al medico, si tratta di crisi ipoglicemiche che vanno evitate.

  18. anna rita

    Gentile dottore,
    in giugno ho effettuato anali del sangue e la avevo la glicemia a 113.
    Avendo sempre avuto valori sotto i 110, questa volta può aver influito che la sera prima del prelievo ho mangiato del cioccolato?
    Le scrivo di seguito il mio indirizzo mail: xxxxxxxxxxxxxxxxxx
    Grazie e Buon Lavoro

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      113 o 110 non cambia nulla, non si preoccupi della variazione, mentre continua ad essere un risultato che la espone al rischio di futuro sviluppo di diabete.

      Mi dispiace, ma purtroppo non posso offrire il servizio di risposta via mail.

  19. anna maria

    Salve, l’esito dell’esame della glicemia della mia bambina di 7anni e mezzo è 38, mi pùo gentilmente che significa? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente mi sembra un po’ basso per essere realistico; la bimba stava bene in quel momento? Laboratorio od apparecchio personale?

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.