Gonorrea (scolo): sintomi, cura e pericoli

Ultimo Aggiornamento: 1736 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

La gonorrea, volgarmente conosciuta come scolo,  è una malattia sessualmente trasmissibile (MST) causata da un batterio chiamato Neisseria gonorrhoeae. Può anche essere trasmessa dalla madre al figlio al momento della nascita.

Le categorie più colpite da questa malattia di solito sono gli adolescenti ed i giovani adulti:  gli esperti ritengono che centinaia di migliaia di casi non vengano diagnosticati e non ricevano le cure del caso, poiché l’infezione non sempre presenta sintomi evidenti. Molte persone affette da gonorrea sono anche affette da un’altra comune MST, la clamidia. Pertanto, quando i medici diagnosticano o sospettano un caso di gonorrea, spesso controllano e curano anche altre MST.

La gonorrea può essere prevenuta e curata, quindi tutti coloro che hanno rapporti occasionali (orali, anali o vaginali) dovrebbero prendere le dovute precauzioni contro le MSTsottoponendosi regolarmente a controlli.

Sintomi

In molti casi la gonorrea non produce alcun sintomo.

Quando ci sono sintomi, l’infezione può causare una minzione dolorosa (provoca cioè dolore facendo pipì) e perdite di aspetto torbido dal pene o dalla vagina. Queste perdite possono avere consistenza vischiosa e colore verdastro o giallastro.

Gli uomini possono provare dolore ai testicoli, ed è possibile che questi si ingrossino.

Le donne, invece, possono provare dolore al basso ventre, avere dolore durante i rapporti e sanguinamenti anomali.

La gonorrea può causare dolore rettale, specialmente quando si sta defecando; qualora infetti la gola, si avrà come risultato un mal di gola.

Nei bambini, la presenza di un’infezione MST potrebbe essere un indizio di abuso sessuale. Se avete un qualche timore o sospetto, parlatene apertamente con il pediatra.

Pericoli

Se la gonorrea non viene diagnosticata e curata, può causare problemi di salute più gravi:

  • Negli uomini può causare cicatrici all’interno dell’uretra, che possono rendere difficile la minzione.
  • Nelle donne la gonorrea non curata può diffondersi verso l’alto a partire dalla zona vaginale e causare un’infiammazione cronica della pelvi (PID), ovvero un’infezione dell’utero, delle tube di Falloppio o delle ovaie. Può causare ascessi nelle tube di Falloppio e addirittura l’infertilità.

Sia negli uomini che nelle donne, la gonorrea non diagnosticata può diffondersi attraverso il sangue verso parti del corpo lontane dagli organi riproduttivi e causare infiammazioni alle articolazioni, alla pelle, alle ossa, ai tendini, al cuore e persino alla zona che circonda il fegato.

Gravidanza

Una donna incinta portatrice di MST può contagiare il bambino, anche se la malattia non presenta sintomi evidenti. Lo screening di alcune malattie a trasmissione sessuale (ma non di tutte!) è ormai una prassi durante l’assistenza prenatale ma, se avete sintomi o preoccupazioni di qualsiasi natura, parlatene con il vostro medico.

Cura e terapia

Esattamente come le altre MST, la gonorrea può dare l’impressione di essere migliorata, quando in realtà è ancora presente. Il fatto che le perdite diminuiscano o scompaiano dopo pochi giorni anche se non ci si è curati non significa che l’infezione sia scomparsa. E le MST non curate possono diffondersi e causare altre complicazioni.

Se si sospetta la presenza della gonorrea il medico invierà a un laboratorio di analisi i campioni di urina o di fluidi prelevati dall’uretra (alla sommità del pene) o dal collo dell’utero. Se il medico ritiene che la malattia si sia diffusa, potrebbero essere necessari ulteriori accertamenti.

Se la gonorrea viene diagnosticata in una fase non avanzata, può essere curata con gli antibiotici. Poiché i sintomi della gonorrea sono simili a quelli della clamidia, e poiché una persona potrebbe essere colpita da entrambe queste malattie, i pazienti affetti dalla gonorrea a volte vengono curati per sconfiggere entrambe le malattie.

Gli adolescenti sottoposti a cure contro la gonorrea, dovrebbero anche sottoporsi a esami per escludere la presenza di altre malattie a trasmissione sessuale e dovrebbero essere lasciati da soli a tu per tu con il medico, per poter parlare apertamente degli argomenti privati, come l’attività sessuale. Non tutti gli adolescenti, infatti, si sentono a proprio agio a parlare di certi argomenti con i propri genitori. Ma è importante incoraggiarli a discutere con un adulto fidato che può informarli correttamente.

Tutti gli adolescenti che abbiano avuto rapporti di qualsiasi tipo (vaginali, orali o anali) dovrebbero essere sottoposti a controlli regolari per evidenziare la presenza di eventuali MST, in modo che queste, se presenti, non causino altri problemi di salute più gravi. È anche importante che i teenager informino tutti i partner sessuali di un’eventuale MST.

Prevenzione

Poiché la gonorrea si diffonde attraverso il contatto sessuale, il miglior modo di prevenirla rimane l’astinenza. Il contatto sessuale con più di un partner o con qualcuno che ha più di un partner aumenta il rischio di contrarre qualsiasi tipo di STD.

Se usato in maniera corretta e costante, il preservativo può diminuire il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale.

Sebbene le pillole anticoncezionali non offrano alcun tipo di protezione contro le MST, potrebbero fornire una protezione parziale contro la PID, poiché fanno sì che il corpo produca un muco cervicale più spesso, rendendo così più difficile la risalita dei batteri verso le zone alte del tratto genitale.

L’uso delle irrigazioni può aumentare il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale, poiché può modificare la flora batterica naturale della vagina e può far scorrere i batteri verso la parte superiore del tratto genitale.


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Federico

    salve dottore, ho avuto un rapporto sessuale e orale non protetto più di anno fa, da allora il mio glande risulta sempre arrossato certe volte proprio violaceo e talvolta ho desquamazioni. Avverto secchezza che mi provoca fastidi durante i rapporti ma nessuna perdita. Sempre da allora ho costantemente colpi di tosse ed ora è capitato di prendermi un brutto mal di gola con pus alle tonsille (il tutto dopo uno sforzo canoro). Contemporaneamente è peggiorata anche la situazione del glande provocandomi per la prima volta bruciori durante l’urinazione. Ora che mi è passato il mal di gola il glande è tornato nella situazione ‘normale’ in cui è da un anno. Sono stato da più dermatologi senza che questi trovassero soluzione, ho preso antimicotici in crema e pasticca e gentalyn. Sono stati come acqua fresca. Non se ne viene a capo

    1. Federico

      Mi è stata diagnostica una balanite ma a mio avviso c’è qualcos’altro sotto anche perché le cure prescritte come le ho detto non hanno cambiato nulla

    2. Federico

      Ho usato due creme una la mattina l’altra la sera per una decina di giorni, travocort e gentalyn beta, non è cambiato nulla

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è motivo di pensare ad infezioni sistemiche se l’unico sintomo locale è desquamazione; valuti con il medico se non sia opportuno associare anche una crema idratante a quelle prescritte.

  2. Carlo

    Salve Dottore !
    ho seguito la cura tutto ok dal primo Antibiotico. ma credo che ho una diminuzione di liquido Quando ho l orgasmo.perche? grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è solo un’impressione, per ora non se ne preoccupi; ha per caso una visita di controllo già fissata?

    2. Carlo

      non ancora faro al piú presto un controllo grazie.
      non & un´impressione .

  3. chiara

    salve dott.le volevo farle una domanda la clamidia e la gonnorea sn la stessa cosa..

  4. anonimo

    Dottore e per scoprire se uno a preso la gonorrea basta fare uno spermacultura grazie mille

    1. anonimo

      Dottore ma nei sintomi della gonorrea ce pure la diarrea oltre a perdite di liquido ? Grazie

  5. ada

    Salve ,volevo chiedere un’informazione perchè sono un pò preoccupata. Mio marito da più o meno due settimane, presenta delle perdite giallastre e bruciore delle vie urinarie. Tra poco deve fare la visita,però secondo lei ,si tratta di clamidia o gonnorea?
    C’è da dire che a lui gli è successo tutto ciò dopo aver fatto il bagno in una piscina ad acqua salata. La ringrazio anticipatamente !

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono entrambe malattie sessualmente trasmesse, quindi probabilmente nè una nè l’altra se il rischio è stato un bagno in piscina.

    2. stefano

      squsi dott. volevo sapere o avuto raporti sessuali 5 mesi fa non protetto.però mi sento sempre un formicolio un po di fastidio. però nessuna perdita.e poca voglia di fare altri rapporti potrebbe essere sintomo di gonorrea la ringrazio.

    3. stefano

      scusi dott. e neccesario che mi devo procupare. o e meglio che consulti il medico? la ringrazio

  6. Mac

    Salve dottore ma x curare la gonnorea come si chiama l antibiotico più indicativo ?

  7. cornelio

    Salve dottore mia moglie tornata da Venezia dove e stata x lavoro, presenta bruciori all interno vagina con perdite di liquido denso verdastro con evidente calo del desiderio sessuale , si può parlare di gonorrea? O lo esclude? Ed in che modo potrebbe averla contratta? La ringrazio anticipatamente x il suo prezioso contributo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Viene più spontaneo pensare ad una candida od infezioni simili, che si possono manifestare per stress, uso di bagni pubblici, …

  8. silvano

    buongiorno dott. a giugno 2014 a seguito di un rapporto non protetto,mi è stata diagnosticata la gonorrea,fatto la cura(antibiotico) problema risolto, però ora mi si è ripresentato il problema anche se in forma minore,vale a dire non ho bruciore,e le perdite sono piccole,quello che io non capisco è che non ho avuto rapporti sessuali completi,ho solo avuto un rapporto di masturbazione (in un centro massaggi) c,è una spigazione a questo. grazie

    1. silvano

      ho fatto gli esami del sangue e urine completi il 14/11 ed erano perfetti,ma non avevano uno scopo preciso, li faccio una volta all,anno. grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Valuterei con il medico una verifica specifica, dopo una visita (è possibile che dalla visita il medico escluda questa ipotesi).

  9. Davide

    Buona sera dott. , mi è stata diagnosticata la gonorrea e ho paura per aver attaccato il batterio alla mia ragazza essendo che la ragazza in questione è minorenne e ha cominciato a sentire i primi sintomi come posso farla curare se lei non vuole mettere in mezzo i genitori? conosce qualche struttura ospedaliera che puo curarla nel anonimato?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Una malattia che si prende avendo rapporti sessuali non protetti.

  10. Alfredo

    Dottore,buona sera,una domanda che mi assilla da molto tempo;sono un uomo di 75 anni e da quando ne avevo circa 30, nell’occasione di esami,risultava la VES 25 che con il passare del tempo è salita a sbalzi 50-85.Tutti gli altri esami sono perfetti,solo colesterolo totale 210-250.Ho tolto tutto quello possibile potesse causare ves alta.Il mio dottore da la causa a dolori,ma non ho mai sofferto ora figuriamoci a 30 anni.Mi sono ricordato con il tempo che da giovane 20 anni di aver preso la Gonorrea e non curata,può essere una conseguenza?La ringrazio

  11. michelle ardesi

    buongiorno dottore ieri mi sono presentati i primi sintomi di gonorrea con delle perdite giallaste oggi sono subito andato in ospedale qui in thailandia il dottore mi ha detto che in pochi giorni mi passa posso fidarmi ???mi han fatto subito una puntura e mi ha dato due tipi di farmaci da prendere 2 volte al giorno …distinti saluti grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, può fidarsi, ma rimanga vigile sui sintomi (e d’ora in poi protegga i rapporti! 😉 ). Consigliabile un test HIV.

    2. michelle ardesi

      la ragazza la conosco e mi ha mostrato il suo test negativo …io ne ho fatto uno giusto la scorsa settimana al momento sono negativo ovviamente mi tengo controllato …. gia stasera le perdite sembrano esser diminuite …volevo chiederle anche se ceran altri sintomi che si presenteranno perche ho visto delle immagini di macchie della pelle alla bocca e agli occhi scusi la mia stupidita ma vorrei dormire tranquillo senza pensare di svegliarmi la mattina con sorprese …..spero si limiti solo a quelle perdite che gia mi han creato disagio …..se curata bene come sto credendo di fare quanto ci si tiene a guarire normalmente ??? grazie

  12. michelle ardesi

    le perdite sembrano terminate… posso bere una birra stasera accompagnata da una pizza e almeno una mezza bottiglia di vodka venerdi prossimo ??? e un problema se bevo il medico qui mi ha detto di non bere per un mese ma mi sembra eccessivo ….

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mezza bottiglia di Vodka sarebbe troppo in ogni caso, a prescindere dalla situazione; per il resto si attenga scrupolosamente alle indicazioni del medico, anche sul mese di astinenza dagli alcolici che potrebbero interagire con i farmaci prescritti.

  13. Rosalba

    Mi e’ stata diagnosticata una salpingite mi sto curando con antibiotici.. e’ grave questa malattia? C’è l ho da molti anni senza saperlo!

  14. giovanni

    Salve 13 giorni fa ho avuto un rapporto protetto con una prostituta da allora ho avuto bruciore all’ano con sudore mal di pancia e appena di tosse leggendo in internet i sintomi sembrano quelli di una gonorrea. ..però non saprei …cosa mi consiglia di fare??magari è solo ansia oppure è qualche malattia …aspetto risposte grazie

    1. giovanni

      Sì ma ho da tre giorni bruciore all’ano ..mi consiglia di fare qualche visita ??perché il rapporto è stato protetto dall’inizio alla fine. .però mi sono sorti tanti dubbi se il preservstivo fosse bucato etc aspetto sue risposte Cordiali saluti

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Con una visita non si sbaglia mai, anche perchè potrebbe essere un disturbo reale ma del tutto indipendente dal rapporto (emorroidi?).

    3. giovanni

      Non saprei spero solo che non sia nulla di grave …appena possibile effettuero qualche visita

  15. antonio

    Salve dott volevo sapere se dopo sette messi non appaiono i sintomi dopo aver avuto un rapporto anale non protetto voldire di non avere la gonorrea?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sì, ma se il rapporto è avvenuto con un partner a rischio le ricordo di fare comunque il test HIV.

  16. Luisa

    Salve Dott.
    Vorrei sapere una cosa
    La mia prima volta è stato giorno 6/01
    Xo mesi prima avevo perdite trasparenti abbondanti e a volte trovavo dei residui di color verde chiaro .. e di recente avverto dolori al basso ventre .. potrebbe essere una delle due malattie elencate da lei ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe esserci un po’ di candida, ne parli con fiducia al medico.

  17. maxym

    Buonasera,
    da alcuni mesi ho un lieve arrossamento (della grandezza di meno di 1 centesimo€) sull’estremità della pelle che ricopre il glande.
    In situazioni normali non mi dà alcun fastidio, ma durante un rapporto oppure semplicemente scoprendo il glande si creano delle piccole lacerazioni che mi provocano bruciore. Dopo 1 o 2 giorni passa il bruciore e rimane solo il piccolo arrossamento. Forse c’è anche un pò di secchezza che impedisce alla pelle di “scivolare”. Ho 46 anni. Cosa può essere?
    Grazie

  18. salvo

    salve dott. ho 31 anni e ho avuto in passato contatto con gonorrea.
    è da una settimana che nn ho rapporti ma da ieri ho tutti i sintomi della gonorrea: bruciore durante la minzione fuoriuscita di liquido nauseabondo e bruciore al retto. Mi chiedevo se è possibile che il batterio sia latente, non è la prima volta ce mi succede.
    grazie per l’attenzione.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quando ha avuto in passato la malattia l’aveva curata? Aveva verificato con esami l’avvenuta guarigione?

    2. Anonimo

      Mi scusi ho un bruciore al pene e mi sono uscite piccolissime bollicine di colore verdastro cosa può essere?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ci sono stati rapporti non protetti con partner a rischio?

  19. ALFREDO 75 ANNI

    LE chiedo scusa del ritardo della risposta, ero assente da casa. No non ho mai fatto cure, perché prima molto giovane e non avendo dei sintomi dolorosi ho trascurato fino a constatare la VES molto alta che il mio dottore da colpa ai dolori che non ho mai avuti. Se non chiedo troppo Le sarei grato segnarmi gli esami specifici da fare. Ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Accusa sintomi di qualche genere?

      Purtroppo non posso prescrivere esami, mi dispiace.

  20. fracesco

    Buongiorno Dott.
    E da due settimane che ho forti dolori e bruciori e prurito sul glande con arrossamento lucido e anche nella parte esterna , ho preso pensando che fosse candida il diflucan , ma non ho avuto nessuna risposta .
    ho pensato che fosse gonorrea o clamidia , cosa faccio ?

  21. Federico

    Salve dr.cimurro, le volevo chiedere un parere. Questa mattina al mio risveglio credevo di avere la febbre, ma la temperatura era regolare..quando andai in bagno e abassai le mutande ho notato che presentavano delle goccioline..dato che studio infermieristica ho immaginato che qualcosa non andava. Ho applicato pressione a livello dell uretra ed è fuoriuscita una goccia d liquido giallo esattamente come se fosse Pus. Alla minzione non ho sentito nessun dolore e tutt ora non lo avverto. Il medico mi ha detto di aspettare almeno fino a giovedì per vedere se queste perdite spariscono.. Ma mi chiedevo, se dovessero sparire senza cura antibiotica, questo non vuol dire che l infezione sia passata..quindi non vorrei non curare una cosa che andrebbe curata. Lei che ne pensa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ci sono stati rapporti non protetti con partner a rischio?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Benchè possibile un contagio in questo modo non è così frequente, quindi la vigile attesa proposta dal medico potrebbe avere senso.

      Mi tenga al corrente.

    3. Federico

      Non mi sono fidato per niente di quel medico e ho deciso di prendere appuntamento allo spallanzani di Roma. Questa mattina dopo la visita, il dottore ha detto che le perdite sono quasi nulle, e potrebbe trattarsi di uretrite o una piccolissima infezione..mi ha prescritto una compressa monodose di cefixoral 400 mg (poichè sono glucosio 6 fosfato deidrogenasi carente). Per levare ogni dubbio mi ha anche prescritto delle analisi per ecludere clamidia, hiv , ecc spero proprio si risolva tutto con la compressa che ho preso oggi!

  22. Valeria

    Volevo sapere quali esami svolgere per vedere se si è affetti da gonorrea. Basta una semplice urinocultura? Un tampone vaginale? Cosa serve nello specifico? Grazie mille

  23. Piero

    Gentile dottore, è da tempo che ho rapporti non protetti con la mia compagna e, poichè entrambi non abbiamo avuto rapporti al di fuori dalla nostra coppia, non c’è mai stato alcun problema ma dopo un rapporto la settimana scorsa ho avuto bruciore alla minzione e perdita di secrezioni verdastre. Ho interrogato la mia partner che mi ha confessato di aver utilizzato erroneamente un asciugamano intimo di una sua ospite temporanea sulla quale nutriamo qualche dubbio.
    La domanda è se è possibile un contagio di malattia sessualmente trasmissibile attraverso il semplice contatto intimo con un asciugamano infetto.
    Ringrazio anticipatamente.

  24. francesca

    Salve dott..
    ho avuto rapporti orali cn un ragazzo affetto da gonorrea e prostatite (cosi mi ha detto solo dopo)…Posso aver contratto la gonorrea avendo avuto contatto con la bocca? Come posso accertarmene? Quale rimedio posso attuare? Graziw millw

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La faringite gonococcica che ne può derivare potrebbe essere asintomatica, mi rivolgerei quindi ad un venereologo per gli opportuni controlli.

  25. giorgio

    Buonasera dottore all ospedale dopo l esame hiv fanno fare altri esami del sangue per escludere altre malattie sessualmente trasmissibili tra queste ci sono anche la sinfilide gonorrea ecc?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Solo se espressamente richiesti (questi non sono gratuiti/anonimi).

  26. Nico

    Salve dottore,
    tempo fa ho avuto un rapporto (orale) non protetto in un centro massaggi. Una decina di giorni più tardi, durante la notte, mi sono svegliato per una forte erezione e pensando ad una polluzione notturna non vi ho fatto caso. Per tre giorni ho avuto perdite giallastre verdastre dal pene con arrossamento del glande ma senza dolori alla minzione ed ai testicoli. Il problema è passato e si è poi ripresentato dopo una settimana. Anche qui tre giorni ed il problema sembra passato. Può essere gonorrea?

    1. Anonimo

      Grazie per la celere risposta. Altra domanda, se posso: non le ho detto di essere affetto da fimosi e quindi non potrebbe trattarsi di una semplice infezione?

    2. Nico

      Scusi dottore avevo dimenticato di mettere il nome. La domanda precedente sulla fimosi era mia

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, anche se il rapporto a rischio ed il colore delle perdite inducono ad ipotizzare gonorrea.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Nessun antibiotico, ma una diagnosi certa con l’aiuto del medico.

  27. Cando

    Gentile Dottor Cimurro,
    Una sensazione di bruciore e solletico al glande, senza altri sintomi, puo essere gonorrea?
    Grazie
    Cando

  28. daniele

    A pasqua sono andato a fare i miei bisogni in un bagno di una piscina termale, ho messo il copri water ma sedendomi il pene è entrato in contatto con la parte sotto della tavoletta. Alzandomi finito i miei bisogni mi sono accorto che avevo del liquido bianco sul glande e alzando la tavoletta mi so reso conto che qualcuno si era masturbato on bagno. Ovviamente mi sono immediatamente pulito e lavato (e poi l’ho rifatto a casa). Pensavo fosse solo uno spiacevole avvenimento, ma da due giorni (quindi una decina di giorni dopo) ho bruciore nell’uretra e cercando su internet sono uscite preoccupanti MST. Crede che sia il caso che faccio dei test? Si può contrare qualche MST in questo modo? Grazie

    1. Anonimo

      No solo difficoltà nella minzione e bruciore, ma c’è il rischio? ho un partner fisso, è il caso che mi rivolgo a un medico? Grazie mille

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senta ovviamente il suo medico per conferma, ma onestamente ritengo improbabile che sia una MST.

    3. Anonimo

      Grazie mille mi ha tranquillizzato, mi rivolgerò al medico per ulteriori accertamenti :)

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.