Gardnerella e vaginosi: sintomi, cause, infezioni nell’uomo

Ultimo Aggiornamento: 1362 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

La vaginosi batterica è una malattia che colpisce prevalentemente le donne: la normale flora batterica vaginale perde il normale equilibrio e determinati batteri iniziano a proliferare; il principale indiziato è sempre il gardnerella vaginalis. Spesso è accompagnata da perdite, cattivo odore, dolore, prurito o bruciore.

La vaginosi batterica è la più frequente tra le infezioni vaginali che colpiscono le donne in età fertile, è inoltre frequente tra le donne incinte.

L’infezione da gardnerella nell’uomo è invece molto più rara e spesso asintomatica (non presenta cioè alcun disturbo), ma comunque possibile.

Cause

In condizioni normali nella vagina sono presenti molti microrganismi, tra i più comuni ricordiamo il Lactobacillus crispatus e il Lactobacillus jensenii. Sembra che i lattobacilli, e soprattutto i ceppi che producono il perossido di idrogeno (acqua ossigenata), contribuiscano ad impedire la proliferazione degli altri microrganismi, mantenendo la flora batterica vaginale in condizioni di equilibrio.

I microrganismi che causano la vaginosi sono diversi, tra di essi però ricordiamo principalmente la Gardnerella vaginalis, i batteri del genere Mobiluncus, i batteroidi ed i micoplasmi. Lo squilibrio della flora batterica connesso alla diminuzione dei lattobacilli, che può essere causata per esempio dall’uso di antibiotici o da squilibri del pH, permette ai batteri più resistenti di attecchire e moltiplicarsi. A loro volta questi batteri producono tossine che colpiscono le difese immunitarie dell’organismo, rendendo più difficile la ricolonizzazione da parte dei batteri fisiologici.

Le cause della vaginosi batterica possono essere diverse: l’incidenza è maggiore tra le donne sessualmente attive di età compresa tra i 15 e i 44 anni, soprattutto dopo il contatto con un nuovo partner. Il preservativo potrebbe rappresentare una barriera efficace e inoltre non è provato che l’uso di spermicidi aumenti le possibilità di ammalarsi.

La vaginosi potrebbe essere collegata all’attività sessuale, ma non ci sono prove incontrovertibili a favore della sua trasmissione sessuale, prova ne è il fatto che anche le ragazze vergini possono ammalarsi. La vaginosi, quindi, sembra essere provocata da uno squilibrio chimico e biologico della flora batterica vaginale. Alcune ricerche recenti stanno indagando sul collegamento tra la cura del partner maschile infetto e l’eradicazione dei casi di vaginosi ricorrente.

Le donne incinte e quelle affette da malattie sessualmente trasmesse sono le categorie maggiormente a rischio di infezione. La vaginosi batterica da gardnerella, in alcuni casi, può colpire anche le donne in menopausa. Uno studio del 2005 dell’Università di Gand in Belgio ha dimostrato che la carenza di ferro (anemia) subclinica può essere usata per predire con ottimi margini di sicurezza la vaginosi batterica tra le donne incinte. Uno studio longitudinale pubblicato nel febbraio del 2006 sull’American Journal of Obstetrics and Gynecology ha dimostrato l’esistenza di una connessione tra lo stress psicosociale e la vaginosi batterica da gardnerella od altri batteri, indipendente da altri fattori di rischio per il disturbo.

Prima della pubertà la vaginosi batterica potrebbe essere causata dallo streptococco, oppure da batteri provenienti dall’ano per via di un’igiene scorretta dopo la defecazione.

Sintomi

La vaginosi batterica si verifica a seguito di uno squilibrio tra batteri buoni e batteri cattivi come la  gardnerella. I sintomi risultanti sono specifici di questo disturbo e vi permetteranno di riconoscerlo facilmente.

Il cattivo odore è il primo sintomo della vaginosi: è facile avvertirlo perché diverso dal normale. Spesso viene descritto come “odore di pesce”, molto più forte e intenso del normale, e lo si nota immediatamente. Può essere più o meno intenso a seconda della paziente, ma è comunque facilmente riconoscibile.

Identificare i sintomi connessi alla vaginosi è importante, ma vi consigliamo di rivolgervi sempre al vostro medico; potrebbero infatti essere scambiati per sintomi di una vaginosi anche altri sintomi che però sono provocati dalla candida, da semplici irritazioni o da infezioni più gravi. Chi soffre di problemi come rossore, irritazione, prurito, gonfiore o bruciore potrebbe essere scambiarli per sintomi di una vaginosi, però la maggior parte dei medici li imputerà alla candida, un’infezione simile, ma di natura diversa.

La differenza tra la vaginosi da gardnerella è la candida è profonda:

  • La gardnerella è un batterio che provoca perdite vaginali grige e maleodoranti.
  • La candida è causata da un fungo, può comportare intenso prurito, bruciore, dolore durante i rapporti, arrossamento, gonfiore e perdite vaginali con cattivo odore di colore bianco-verdi dall’aspetto lattiginoso e talvolta a grumi.

Esistono anche altre infezioni più gravi, ad esempio le malattie veneree, l’herpes genitale e la pediculosi genitale.

Le malattie sessualmente trasmissibili si possono sviluppare dopo una vaginosi non adeguatamente curata, e quindi essere più gravi e più difficili da curare.

Gardnerella nell’uomo

La gardnerella viene in genere trasmessa all’uomo dalla propria partner sessuale: i soggetti di sesso maschile colpiti dal batterio non mostrano in genere alcun sintomo e molto probabilmente non sanno di essere infettati.

Il preservativo è in genere una precauzione sufficiente ad evitare il contagio, oltre ad alcune attenzioni igieniche come evitare lo scambio di asciugamani per l’igiene intima.

Il trattamento prevede in genere le stesse sostanze usate nelle pazienti di sesso femminile, eventualmente anche attraverso l’utilizzo di creme ad applicazione locale.

Pericoli

Nella maggior parte dei casi la gardnerella non causa alcuna complicazione, però esistono alcuni gravi rischi connessi a questo disturbo, tra cui:

  • maggior probabilità di contrarre il virus HIV in caso di esposizione,
  • maggior probabilità, se la donna è affetta dall’HIV, di contagiare il partner maschile,
  • maggior probabilità di infezioni a seguito di interventi come l’isterectomia o l’aborto,
  • in caso di contagio durante la gravidanza, maggior probabilità di complicazioni, ad esempio di parto prematuro,
  • maggior predisposizione alle altre malattie sessualmente trasmesse, ad esempio l’herpes simplex, la clamidia e la gonorrea.

Gravidanza

Le donne incinte affette da gardnerella od altre forme di vaginosi presentano una maggior incidenza di parti prematuri e di bambini con basso peso alla nascita (per “basso peso” si intende un peso inferiore ai due chili e mezzo).

I batteri che provocano la vaginosi, gardnerella in primis, in alcuni casi possono infettare l’utero e le tube di Falloppio (le tube che permettono la discesa degli ovuli dalle ovaie all’utero). Questo disturbo è detto malattia infiammatoria pelvica e può causare sterilità o danni alle tube tali da aumentare il rischio di future gravidanze ectopiche e sterilità. La gravidanza ectopica è un’eventualità potenzialmente fatale: l’ovulo fecondato si impianta all’esterno dell’utero, di norma in una tuba che può lacerarsi.

Diagnosi

Il ginecologo esaminerà la vagina per cercare i segni della vaginosi ed eseguirà analisi di laboratorio su un campione di fluido vaginale alla ricerca dei batteri responsabili della vaginosi.

Per diagnosticare la vaginosi batterica da gardnerella sono necessari e sufficienti solo i due sintomi ricordati in precedenza:

  1. il cattivo odore,
  2. le perdite anomale.

Se soffrite di sintomi diversi dovreste recarvi dal medico, che scoprirà se siete state colpite da un’infezione diversa, ad esempio dalla candida. Identificando lo squilibrio che causa l’infezione saprete come curarvi sul breve periodo e come riequilibrare il sistema immunitario.

Cura e terapia

La gardnerella può regredire spontaneamente senza alcuna terapia, ma tutte le donne che avvertono i sintomi dovrebbero farsi curare per evitare complicazioni. I partner di sesso maschile generalmente non devono farsi curare perchè raramente si verificano casi di infezione da gardnerella nell’uomo, ma le partner di sesso femminile sì, perché potrebbero essere state contagiate. In ogni caso alcuni ginecologi ritengono utile trattare anche l’uomo contro la gardnerella, per evitare recidive dell’infezione.

La terapia è particolarmente importante durante la gravidanza. Le donne incinte che in passato hanno avuto un parto prematuro o un bambino con basso peso alla nascita dovrebbero fare le analisi per la vaginosi batterica, anche se non hanno sintomi, e dovrebbero essere curate in caso di infezione in corso. Le donne incinte che presentano i sintomi della vaginosi devono farsi visitare e curare.

Alcuni medici consigliano la cura preventiva contro la vaginosi a tutte le donne che si sottopongono a un intervento di isterectomia o di aborto, anche in assenza di sintomi, per diminuire il rischio di sviluppare un’infezione.

La gardnerella può essere curata con gli antibiotici prescritti dal medico, di norma sono consigliati due tipi di antibiotici: il metronidazolo oppure la clindamicina.

Alle donne affette da vaginosi e positive all’HIV dovrebbero essere somministrati gli stessi farmaci prescritti alle pazienti altrimenti sane.

La vaginosi da gardnerella può ripresentarsi dopo la terapia.

Prevenzione

I ricercatori non sono ancora riusciti a far luce completamente sulla vaginosi batterica e sulla gardnerella, quindi non si sa esattamente quali siano le tecniche di prevenzione più efficaci; si sa che però che la vaginosi è spesso collegata alla presenza di un nuovo partner maschile o di diversi partner.

Le seguenti semplici tecniche di prevenzione possono contribuire a diminuire il rischio di squilibri della flora batterica vaginale e di conseguenti vaginosi dovute ad insediamento della gardnerella:

  • astinenza,
  • riduzione del numero di partner,
  • igiene corretta, senza lavande vaginali,
  • assunzione di tutti i farmaci prescritti, anche se i sintomi sono scomparsi.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno.

Fonti:

  • http://www.cdc.gov/std/bv/STDFact-Bacterial-Vaginosis.htm
  • http://www.bacterialvaginosisexpert.com/symptoms-of-bacterial-vaginosis
  • http://en.wikipedia.org/wiki/Bacterial_vaginosis

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

    1. Marco

      Ho avuto un rapporto sessuale con una ragazza che aveva la vagina che puzzava di pesce di i rapporti tutti con profilattico tranne un po’ di orale ma l’odore era forte!!! Due giorni fa e successo e sono terrorizzato che sia ammalata di qualcosa??? E che la possa avere trasmessa datemi un consiglio ciao Marco

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È da valutare con il medico, ma in genere il primo ciclo di trattamento lo fa solo la donna; dalla descrizione ho tuttavia più l’impressione che sia candida.

    2. XXXX

      Salve, sì è candida albicans, numerose colonie. e flora lattobacillare scarsa e rari leucociti( credo a causa della candida vero?) comunque mi hanno dato il diflucan una compressa e dopo due giorni l’altra e come ovuli Pevaryl sei giorni…Lei crede che va bene? La domanda che volevo porgli è, visto che ho avuto dei rapporti non protetti con il mio ragazzo non so se devo necessariamente dirglielo perchè stiamo insieme da pochissimo e un pò mi imbarazzo. Ma lui l avrà contratta al 100% ?so che spesso è asintomatica… e se sì dopo un pò gli può passare in maniera spontanea? sono un pò preoccupata e non so cosa fare. Grazie mille

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Benissimo la cura.
      Sarebbe giusto parlargliene, perchè se avesse leggeri sintomi potrebbe curarsi ed evitare di ricontagiarla al prossimo rapporto.

    4. Anonimo

      sono sempre la ragazza di prima, mi chiedevo se dovesse averla… se può passargli in maniera spontanea se non dovessimo avere
      rapporti non protetti. Me lo sa dire??

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe anche averla asintomatica, cioè non manifestare sintomi, e quindi ritrasmettergliela.

    6. Anonimo

      ma nell’uomo può guarire spontaneamente o non ci sono casi in cui ciò avviene? Scusi se sono insistente…

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Può succedere, ma se ne soffrisse rischiate di passarvelo in continuazione.

    8. Anonimo

      va bene, grazie tante! Questo non succede nel caso di rapporti protetti immagino

  1. anonima disperata

    Salve..ho scoperto da circa una settimana di avere la gardnerella vaginalis ma credo di averla da più di 20 giorni..il medico ha consigliato sia a me che al mio ragazzo una cura con flagyl x un giorno e cioè 2compresse ogni 6ore x un totale di 8pillole ciascuno..il giorno dopo la cura m sentivo meglio, 2giorni dopo abbiamo avuto rapporto ora xò a distanza di 3 giorni sento dinuovo fastidi, minori ma li sento..aiutoo!!sono DISPERATA!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente panico, nella peggiore delle ipotesi si ripeterà un secondo ciclo di terapia uguale o con farmaci diversi.

  2. anonima disperata

    Io credo k sia stata sbagliata la cura! Lei cosa mi consiglia? Dovremmo astenerci da rapporti?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ne riparli con fiducia al medico e non salti a conclusioni affrettate, potrebbero essere fastidi residui non necessariamente dovuti alla persistente infezione.

  3. stefania

    Buonasera dott.ho fatto cura per gardnerella col vagilen 250 (1 mg al di piu zidoval gel vaginale da applicare la sera dopo lavanda x7 g.A distanza di 5 g. fine cura son ricomparse le perdite.ho gia fatto la stessa cura 8 mesi fa con completa gurigione, ho fatto il test hiv a distanza di 30 g dall ultimo rapp.con esito negativo.Cosa devo sospettare? Il test non e valido?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Perchè dubita del test?
      In ogni caso se è quello comunemente usato va ripetuto a 90 giorni.

  4. stefania

    Buongiorno dott.il mio dubbio sorge xke le volte precedenti son guarita e adesso a breve mi ritrovo con lo stesso prob.inoltre la temperatura e rimasta stabile sui 37 mi sento debolezza alle gambe al punto da non riuscire a stare impiedi come prima.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quanto successo è irrilevante relativamente al test HIV.
      La temperatura può anche essere compatibile con il periodo successivo all’ovulazione, stia serena.

    2. stefania

      Dott.scusi l ignoranza IRRILEVANTE RELATIVAMENTE AL TEST cosa sign.? Che il test puo sbagiarsi? Ed e x questo ke la cura stranam.non abbia funzionato?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, significa esattamente il contrario: il risultato del test è l’unica cosa che conta, non sicuramente le recidive.

    4. stefania

      Dott. Un ultima cosa , il mio medico di base mi prescritto levopraid gocce per i motivi ke lei conosce (nausea inappetenza ecc.) Le scarike non sono sempre frequenti solo in 2 3 occasioni dall inizio mese ho avuto piu di una evac.al giorno x il restante si limitano ad 1 molle anzi oggi niente.Secondo lei posso sostituire il farmaco con l enterogermina? Da premettere ke e vero oggi niente scarike ma a pranzo quel po di riso in bianco non son riuscita a finirlo e il mio intestino fa storie senza reagire (rumoreggia e basta).

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono due farmaci molto diversi, più che sostituire al limite può provare a prenderli entrambi, in ogni caso senta anche il parere del medico.

  5. sara

    Dottore ,
    anche io (non sempre ) riscontro un odore troppo forte , ma se nel caso avessi la gardnerella cosa comportebbe se dovessi fare una Fivet? può compromettere la riuscita?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non comprometterebbe la riuscita, ma potrebbe rischiare complicazioni dopo, va quindi segnalato al ginecologo per verificare.

    2. stefania

      Grazie mille! Intanto stasera prendo le 7 gocce di levopraid domatt.kiamo ilmedico.

  6. Erika

    Salve dottore….le avevo scritto a novembre ….mi trovo ancora nella stessa situazione ….da settembre ad oggi (6mesi) sono ancora qui a chiederle come posso combattere sta benedetta gardnerella che non vuole passare!!!! Si ripresenta tutti i mesi….nel l’ultimo tampone c è scritto flora batterica assente….fino ad ora la cura è stata AZITROMICINA e FLUOMIZIN poi con consiglio del medico curante mi ha dato vagilen …..nonostante queste medicine ritorna tutti i mesi….Chiedo: essendo priva di flora batterica cosa mi consiglia di fare o meglio di usare? Chiedo e meglio prima fare una cura di ovuli di fermenti lattici e poi antibiotico o prima antibiotico e poi ovuli fermenti lattici? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Purtroppo non posso prescrivere nulla, nemmeno fermenti lattici.
      2. Spesso i due prodotti (antibiotico e fermenti) vengono associati e poi i fermenti prolungati oltre il termine dell’antibiotico.

  7. mikela

    gentile dottore ,io non ho tanti soldi per andare dal ginecologo e tantomeno comprare le medicine ….detto questo ..le scrivo se potrebbe darmi almeno un consiglio su cosa prendere , ho le perdite maleodoranti di pesce e bruciori intimi ,e mi hanno consigliato il meclon ovuli ,oppure flagyl, lo so che e meglio fare il tampone ,ma per la mutua mi passertebbe almeno un mese per l appuntamento e mi costerebbe 20 euro …e per velocizzare i tempi di guarigione chiedo a lei se posso curarmi con questi farmaci accompagnati da fermenti lattici ,e in oltre vorrei anche chiedere se per chi non ha tanti soldi per andare da un privato ,e nemmeno usl che anche cara come tiket …non ci sono altre strutture da potermi recare per essere aiutata se ne ho bisogno nel mio caso , lavoro per 600 euro al mese e pago l affitto e bollette mi resta solo da mangiare ,e non mi restano soldi per curarmi ,….sono disperata la prego mi dia un consiglio per curare questa vaginosi batterica…aspetto con pazienza la sua risposta …grz

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Purtroppo non posso proprio prescrivere farmaci, ma il suo medico di base è assolutamente in grado di aiutarla.
      2. In caso di necessità il medico di base è sempre la prima persona a cui pensare, in alternativa e per problemi più specifici può anche valutare il consultorio.

  8. mikela

    mi scusi volevo dirle che una mia amica farmacista ….attualmente mi ha dato provuli gsm …..per 10 sere ,ma dopo 6 giorni mi brucia le labbra….secondo lei basta questi ovuli ? mi sono costati 17, 50 …..carissimi …..uuufffffff che fatica dottore

  9. Veronica

    Salve dottore le scrivo perché soffro da qualche anno di gardnerella.Purtroppo posso prendere soltanto il Meclon ovuli perché assumo da 15 anni Rivotril e Depakin.Sono molto preoccupata perché a distanza di 12 giorni dal ciclo ho delle xdite rosse con grumi.Ho fatto le bhcg x un ritardo risultato -1.20 non incinta il 14 febbraio ed il 17 feb mi sono tornate..Potrei essere incinta o sono le cause della gardnerella?E’valido il test o lo devo ripetere?Se faccio il test delle urine è valido?E’sicuro il risultato?La ringrazio infinitamente.

  10. Veronica

    Buongiorno dott.Ho fatto il test a mezzanotte risultato negativo.Devo ripeterlo tra’qualche giorno?La ringrazio!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A questo punto lo ripeterei solo in caso di ritardo.

  11. rita

    Dott sn la raga di prima ke mi ha detto lei ke dovevo scriverle qua!!! Si ricorda cosa volevo saapere???

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il link che le ho messo era per indicarle questa pagina, nel cui articolo dovrebbe trovare tutte le risposte che cerca.

  12. angelica

    buonasera dott ascolti e da poco ke ho scoperto di avere la gardnerella!! E leggendo cosi c e scritto ke si puo’ avere problemi a concepire o a portare a termire una gravidanza! Siccome l anno prossimo mi devo sposare e nn ho figli e ho 31 anni mi e venuto un po il panico leggendo queste cose. Dottore mi puo dare una mano a chiarirmi un po le idee??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Stia serena, è stato un bene averlo scoperto in modo che possa essere risolta.

  13. Anna

    Salve, sono affetta da vaginite ricorrente, ormai ho provato tutte le cure, dal Trimonase agli ovuli più efficaci, ma dopo un breve periodo (un mese) la gardnerella si ripresenta, nonostante anche il partner si sia curato.
    Come posso fare per eliminare questo problema che va avanti da un anno? L’alimentazione può influire sulla recidiva? Lo stress?
    Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, stress ed alimentazione possono influire, ma in ogni caso non ci sono alternative ai farmaci.

    2. Anna

      Grazie per la risposta! Di sicuro lo stress c’è, ma mi chiedevo in che modo l’alimentazione possa influire e se ci sono dei cibi che favoriscono la recidiva per cercare di eliminarli
      HO letto da qualche parte che sarebbe meglio evitare i latticini..
      Grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’alimentazione la vedo da un punto di vista più generale, in quanto un corretto stile di vita permette all’organismo di avere un sistema immunitario molto più efficiente.

  14. angelica

    sAlve dott il gine x curare la gardnerella mi ha priscritto flasyl compresse poi monuril bustine e lomexin ovuoli e mi ha detto di fare questa cura sia io ke il mio fidanz!! Cn questa terapia passera’? e in piu dott volevo sapere da cosa e causata questa infezione?

  15. angelica

    salve dott io ho appena iniziato la cura x la gardnerella ho preso il flagly compresse mi causano emicrania e sensa di vomito!!! Insomm nn mi sento x niente bene cosa mi consiglia di fare??? E solo x i primi giorni ke sto cosi e poi il corpo si abitua??? la cura la devo fare x 10 giorni cosa faccio?

  16. angelica

    Dott mi scusi ma leggendo cosi ho visto ke avendo la gardnerella si puo contrarre l hiv!!! Cosa significa??? In caso di esposizione?? Mi scusi x l ignoranza!!! Mi sn sorti tanti dubbi leggendo!! Me lo puo spiegare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, nei giorni seguenti dovrebbe tollerarlo meglio; se così non fosse senta il medico prima di interrompere.
      2. Significa solo che se avesse rapporti non protetti con un partner sieropositivo aumenterebbe il rischio di venire contagiata.

  17. angelica

    dott come faccio a sapere se jl mio raga e contagiato o meno?? Stiamo insieme da 7 anni puo passare tutto queto tempo senza ke se ne accorga?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dopo 7 anni di rapporti è un po’ tardi per porsi il dubbio…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ci sono sintomi, se c’è il dubbio raccomando il test per entrambi, anche se continuo a stupirmi di questo dubbio dopo sette anni di rapporto monogamo.

  18. lisa

    Salve dott cimurro volevo gentilmente sapere se la gardnerella nell uomo a pure questo odore di pesce come nella donna? Grazie!

  19. angelica

    Salve come le dicevo l altro giorno ho iniziato la cura cn il flagly e ieri ho cominciatk ad aver e prurito e ross ore in tutto il corpo”!! Oggi sn and dal medico e mi ha fatto la puntura di betalan e mi ha datto di sospendere le pillole! Dott il prurito mi continua e rossore cosa posso fare? Il medico nn ho potuto piu rintralciarlo!! Cosa devo fare??? O

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non le ha prescritto farmaci per bocca?
      Se il prurito fosse ingestibile si rivolga alla guardia medica.

    2. angelica

      Salve dott no x bocca no solo il bentalan puntura!!! Ma io continuo ad avere prurito e molto fastidio alla pelle? Cosa posso fare?? Il flagly puo’ causare tutt questo? Grazie!

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere Flagyl; contatti il medico che gliel’ha prescritto.

  20. angelica

    Dott ho fatto un altra puntura di bentalan ma il prurito continua!!! Come posso risolvere questa situazione? Volevo sapere un altra cosa dott xke stasera devo prendere la bustina di monuril ma con il bentalan ke ho gia’ fatto la monuril fa male???

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non ci sono interazioni tra i due farmaci; ha sentito il medico oggi?

  21. angelica

    Si mi ha prescritto il pafinur x l allergia e un ultima puntura di bentalan! E vediamo come va!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ottimo, vedrà che andrà meglio; mi tenga al corrente.

  22. angelica

    dott e x curare ls gardnerella visto ke il flagly nn lo posso prendere che tipo di cura posso fare? Il mio gine e fuori.sede ! Con ke cosa si puo’ curare questa ke cosa visto ke nn posso prendere l antibiotico?

  23. veronica

    Salve dottore, ho avuto la gardnerella come esito del pap test circa un mese fa. Mi han prescritto meclon ovuli ma siccome non avevo più i sintomi..non ho più fatto la cura. Ora mi sembra di star bene, ma può essere che sia guarita da sola?
    La ringrazio tanto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile, segua la cura come suggeritole e poi verifichi l’avvenuta guarigione.

    2. veronica

      Grazie, allora farò quei 5 gg di cura. Ma poi come verifico la guarigione se non ho sintomi già ora?…devo rifare la visita gineclogica?…..
      Grazie ancora

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senta il ginecologo per telefono, probabilmente consiglierà un tampone.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.