Dolori di crescita nei bambini: sintomi, cause e cura

Ultimo Aggiornamento: 1053 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Quasi tutti i genitori sono stati svegliati nella notte dal proprio figlio, in lacrime, a causa di dolorose fitte alle gambe: spesso si tratta di dolori di crescita, un disturbo del tutto normale che colpisce una percentuale variabile tra il 25% e il 40% dei bambini.

I dolori di crescita di solito compaiono nella prima infanzia,

  • tra i 3 e i 5 anni,

e in fasi successive,

  • tra gli 8 e i 12 anni.

Cause

Allo stato attuale non ci sono prove che i dolori di crescita siano causati dalla crescita ossea, mentre le cause più probabili sono le lesioni e i disagi provocati dai salti, dalle arrampicate e dalle corse a cui tutti i bambini attivi si dedicano quotidianamente.

I dolori di crescita, infatti, possono comparire dopo una giornata particolarmente intensa.

Sintomi

I dolori di crescita si concentrano sempre nei muscoli, anziché nelle articolazioni. La maggior parte dei bambini lamenta dolori nelle cosce, nei polpacci o nel retro delle ginocchia.

Le articolazioni colpite da disturbi più gravi e di diversa natura sono gonfie, doloranti, arrossate o calde, invece nel caso dei dolori di crescita il loro aspetto è normale.

I dolori di crescita si manifestano spesso nel tardo pomeriggio o alla sera prima di andare a letto, però in alcuni casi possono svegliare il bambino; l’intensità del dolore varia a seconda del paziente, ma la maggior parte dei bambini non ne soffre tutti i giorni.

Quando chiamare il medico

Chiamate immediatamente il pediatra se i dolori di vostro figlio sono accompagnati dai sintomi seguenti:

  • dolore continuo, dolore nelle ore del mattino oppure gonfiore o arrossamento in una zona o in un’articolazione ben definita,
  • dolore connesso a un trauma,
  • febbre,
  • zoppicamento,
  • eruzioni cutanee insolite,
  • perdita dell’appetito,
  • debolezza,
  • stanchezza,
  • comportamenti insoliti.

Questi sintomi non sono causati dai dolori di crescita e dovrebbero essere valutati dal medico.

I dolori di crescita, normalmente, non sono connessi a disturbi gravi, però possono essere veramente fastidiosi sia per il bambino sia per il genitore.

Al mattino il bambino sembra completamente guarito, quindi i genitori molte volte sospettano che alla sera finga di stare male, anche quando in realtà il dolore è reale ed intenso. I genitori possono aiutare i bambini a rilassarsi rassicurandoli che i dolori passeranno crescendo.

Diagnosi

Il sintomo in assoluto più utile per la diagnosi di dolori di crescita è la reazione del bambino al tocco durante il dolore: i bambini che soffrono di un disturbo più grave non vogliono essere toccati, perché i movimenti tenderebbero a far aumentare il dolore, invece i bambini che soffrono di dolori di crescita reagiscono in modo diverso, si sentono meglio se vengono coccolati, toccati e massaggiati.

La diagnosi di dolori di crescita è il tipico caso di quella che i medici definiscono diagnosi differenziale: diagnosi differenziale significa che devono essere esclusi altri disturbi prima di arrivare alla diagnosi di dolori di crescita.

Il medico giungerà alla diagnosi mediante una visita accurata e domande approfondite sulla storia medica del bambino e solo in rari casi, il medico potrà prescrivere gli esami del sangue e le radiografie per arrivare a una diagnosi certa.

Cura e terapia

Per alleviare il dolore è possibile:

  • massaggiare la zona colpita,
  • fare alcuni semplici esercizi di stretching,
  • mettere una borsa dell’acqua calda sulla zona,
  • somministrare al bambino l’ibuprofene (Nurofen Febbre e Dolore®, Antalfebal®, …) o il paracetamolo (Tachipirina®). Non date mai l’aspirina ai bambini di età inferiore ai 12 anni, perché potrebbe provocare la sindrome di Reye, una malattia rara ma potenzialmente letale.

 

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Teresa 29 anni

    Ciao sono mamma di due bambine una di 6 e una di 3anni. Combattiamo anke noi da qualche anno con i dolori alle gambe ma soprattutto alle ginocchia di mia figlia Anna(quella di 6anni).Anke a mia figlia questi dolori si presentano spesso in prima serata o durante la notte e lei pangiendo ci kiede di massaggiarle le gambe.In un primo momento pensavamo ke fosse per lei un modo per attirare l’attenzione e farsi coccolare(soprattutto dopo l’arrivo della sorellina)ma poi ho kiesto al pediatra e mi ha parlato di attrite infantile o dolori di crescita ma insieme abbiamo deciso di fare alcune indagini tra cui TAS VES PCR REUMA TEST una visita OTORINA e una radiografia gli esiti sono stati buoni quindi abbiamo abolito l’ipotesi di una tonsille malata!Voi cosa ne pensate?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembrerebbero proprio essere dolori di crescita; dopo qualche attenzione e qualche coccola i dolori migliorano?

    2. Marianna

      Ciao,
      io ho due bimbe di 7 e 4 anni e fin da piccolissima la piu’ grande ha sofferto di questi dolori alle gambe. Si presentano sempre verso sera o in piena notte e l’unica soluzione oltre l’ intenso massaggio e’ un antidolorifico ( il uso il Nurofen ). L’ ho fatta visitare privatamente da quello che dicono sia uno dei migliori ortopedici pediatri dell’ ospedale Rizzoli a Bologna, il Dott. Ferrari, il quale dopo avermi prescritto una marea di esami per poter escludere reumatismi e artriti , e’ arrivato alla conclusione che sono normali dolori di crescita. A dicembre e’ stata operata alle tonsille ed adenoidi che erano messe molto male e li’ speravo in qualche miglioramento ma su quel lato li’ non e’ cambiato niente. Il brutto ( anche per me ) e che da qualche mese me lo fa anche la piccola cosi facciamo a turni, una sera una, una sera l’altra e poi ho sete……..etc. etc. e cosi’ non si dorme mai una notte tutta intera. Comunque anche se, parlando con gli altri sembra che i loro figli non li abbiano mai avuti questi dolori, mi rendo conto che sono tanti i bimbi ad avere questi problemi. Non ci resta che aspettare che passino. In bocca al lupo.

  2. vanessa

    ciao,ho una bimba di quasi 4 anni ed oltre ai piccoli disagi della febbre della crescita che riesco a risolvere bene e tenere sotto controllo…. non so cosa ha agli occhi,li apre e chiude in continuazione come se avesse qualcosa dentro,ma non ha niente… visite oculistiche neanche a parlarne si rifiuta ci ho provato ma inutile, cosa poterei fare?cè un collirio che potrebbe aiutarci…? grazie di cuore aspettiamo risposta Matilda e Vanessa

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente può sostituire una visita, che per inciso non sarebbe nulla di traumatico, ma un tentativo con lacrime artificiale forse lo farei (ipotizzando che sia solo secchezza).

      La possibilità che sia un comportamento nervoso possiamo escluderla?

  3. dea

    ciao mia figlia di 4 anni e caduta un mese fa, e da li camina male nn ha niente di rotto la radiografia e buona pero rifiuta di metere il piede x terra i dottori dicono che nn ha niente sara dalla cresita i dolori? grazie spero di risolvere questo problema siamo disperati.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se i medici sono assolutamente certi che non sia nulla, è possibile che la bimba abbia solo paura, magari per il dolore provato; valuterei qualche rimedio placebo (per esempio granuli omeopatici, oppure anche fermenti lattici, insomma qualcosa senza effetti collaterali) che possa indurre la bimba a credere di prendere una medicina specifica che le risolverà quel problema. Se fosse il tipo, si potrebbe anche pensare di bendarla sulla caviglia (con una garzina leggerissima senza alcuna efficacia) spiegandole che così non sentirà più male appoggiando il piede.

  4. annalisa

    mia figlia ha quasi 4 anni e ultimamente accusa spesso dolori alla schiena quando va a dormire e nonostante riposa il pomeriggio alle 21 e 30 gia ‘ sente il bisogno di riposare perché e’ stanca. possono essere dolori di crescita?

    1. melissa

      ciao mio figlio ha 11 anni e da una settimana che accusa dolori ai polpacci senza aver fatto nessuna attività particolare li avverte la mattina e durante tutta la giornata la pediatra dice di aspettare ancora un po prima di fare un prelievo che ne pensate.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha avuto diarrea e/o vomito nei giorni scorsi? Ha già provato a somministrare sali minerali?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Molto probabilmente si tratta solo di crescita; se la pediatra fosse d’accordo provi magari con sali minerali.

  5. Anonimo

    Mia figlia ha 3 anni .sono due giorni che ha i decimi di febbre accusa mal di testa schiena ed è debole ha gli occhi a pesciolino non vuole mangiare … Volevo avere un consulto da voi se gli devo far prescrivere gli esami del sangue, mia figlia non ha preso più il latte dopo il primo anno di vita …questa cosa mi sta preoccupando un po’ … Grazie in anticipo

  6. Crystel

    Buon pomeriggio dott ,sn molto preoccupata perché mia figlia da 3gg o più cammina come se zoppicasse e il piede sinistro lo butta come le viene e in più da un paio di gg che mi dice o meglio mi fa capire che le fa male la schiena .. Ha solo 16 mesi.. Cosa può essere ??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Magari ha preso una piccola storta, in linea di massima non si preoccupi e semplicemente senta il pediatra lunedì se non migliorasse.

  7. maria

    Salve sono una mamma di 2 figli e un’ altro/a in arrivo.mia figli stanotte si e svegliata con mal di orecchie e gli ho messo le otalgan gocce e una takipirina 500 e stamane si e svegliata con la mascella gonfia sotto l orecchio.cosa posso fare?

  8. Arianna

    Buonasera,ho una bambina di due anni e mezzo. Da qualche giorno nn mangia volentieri e alla sera dice che ha mal di schiena. Oggi le è venuta la febbre (37,7) e nn ha toccato cibo. Pensavo ad un’appendicite o una cistite (abbiamo tolto il pannolino e la notte nn fa pipì), oggi il pediatra ha detto di no. Possibili dolori di crescita?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se passassero nel giro di qualche giorno, probabilmente un po’ di sindrome parainfluenzale.

  9. Anonimo

    buona sera dottore o una bimba di due anni e mezzo prima mi diceva di avere dolori al petto e normale dottore questo non è frequente ma diceva le faceva male bo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A volte sono dolori di crescita, ma se succedesse nuovamente lo segnali al pediatra.

  10. Anonimo

    grazie della risposta dottore delle volte abbiamo paura perché pensiamo sempre al male e sempre meglio comunicare quando ci sono questi problemi Sopra tutto quando sono così piccoli però le dirò ora non si lamenta forse può essere stato anche qualche colpo d’aria perché poi gli è venuta anche la febbre ora però è tranquilla

  11. stella

    salve sono una mamma di una bimba di 5 anni mangia pochissimo ,e ha sempre dolore nella gamba mi sono molto preccupata ke devo fare per favore?

  12. Anonimo

    Salve dottore mia figlia di 5 anni lamenta ogni secondo male costola destra poi costola sinistra poi dice dietro in fondo alla schiena poi una spalla..ma mangia salta corre ma cosi nom mi fa piu vivere ma puo essere che abbia tutti questi dolori?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente lo fa per attirare un po’ l’attenzione, in ogni caso senta anche il parere del medico.

    2. Anonimo

      Anche altri due pediatri visitandola per altre cose non hanno riscontrato Nulla nel senso che mi han detto che cresce bene. .ma io penso e se ha una malattia nascosta? Se ha reumatismi o altro alle ossa…Non so come devo fare per farla smettere …forse fare esami sangue o lastre? Grazie per la sua disponibilità.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quando la bimba viene da lei e si lamenta dei dolori lei come reagisce?

    4. Anonimo

      Subito ero sempre in ansia le chiedevo ogni minuto dove avesse male ma questa cosa la faccio da tempo sono fatta così, apprensiva e non riesco a migliorare. …non so perché ma reagisco nom mangiando e mi si chiude lo stomaco. … ora provo quando mi dice mamma ho male qui…a dire e anche io ho proprio male qua…ma lei cmq ogni tanto vedo che si tocca nella costolina oppure nel petto.. Non so…

    5. Anonimo

      Usciamo anche da mesi pesanti la nonna è stata male e anche il nonno quindi mi ha sentito spesso parlare di mali….mi ha visto piangere e come dice mio marito le mie telefonate sono solo improntate su stai bene? Hai male? ?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono portato a pensare che sia un modo per attirare la sua attenzione, un qualcosa del tipo “se la mamma guardava il nonno che aveva male, allora dico di aver male anch’io così guarda anche me”.

      SI sforzi per 1-2 settimane di non dare più peso alla cosa, di distogliere completamente l’attenzione dall’aspetto salute: sono piuttosto sicuro che la bimba non ci penserà più.

  13. Anonimo

    Salve mia figlia ha 5anni e lamenta sempre mal di schiena é molto magra, , ma diciamo che mangia normale primo e secondo sempre. Due volte a settimana va anche in piscina. Disolito si stanca molto veloce. Che cosa devo fare?

  14. Anonimo

    A mio nipote di 2 anni e mezzo sono due volte che gli succede non riesce a poggiare i piedi per terra.il pediatra dice sono i dolori della crescita e gli ha prescritto degli antinfìammatori e possibile che sia così. così piccolo .da che cosa e dovuto e che cosa porta con la crescita

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Due volte in quanto tempo? Per quanto dura il problema?

  15. Elisa

    Buongiorno dottore!
    Mia figlia di 4 anni è qualche sera che accusa male alla schiena (zona lombare) che scompare la mattina.
    Questa mattina lamentava un po’ di male alle cosce (appena sopra le ginocchia).
    Penso siano dolori di crescita. Eventualmente, se il dolore si facesse più forte, pensavo di darle della tachipirina.
    Lei cosa ne pensa?

    Grazie e buon lavoro!

  16. maria

    Salve a tutti, mi ha fatto davvero tanto piacere leggere questo articolo, e sopratutto ascoltare anche altri pareri di mamme che cm me, stanno facendo i conti con questi piccoli disturbi.
    IN particolare la mia alessia di 4 anni e mezzo lamenta spesso disturbi alla schiena, “ho male alla schiena mi dice, o prp all’inizio delle vertebre, o al centro della spina dorsale…
    Premetto che è una bambina vivacissima, ma ultimamente sto andando un po’in crisi e nn saprei cosa fare, se pensare che siano disturbi di crescita o dovrei fargli fare una radiografia??
    Chi può rispondermi con un prp parere???

  17. maria

    Dimenticavo che è molto esile di corporatura nn mangia con appetito

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente radiografia, ma una visita dal pediatra per confermare l’ipotesi di dolori di crescita.

  18. Daniela

    Salve dottore,
    sono mamma di tre bambini, 10,7,4 anni.
    Quello di 4 due volte a distanza di4 mesi ha accusato tutte le mattine x 5 giorni male sopra il ginocchio sx, al 5o giorno zoppicava, tachipirina e il giorno dopo era ok, la seconda volta non zoppicava ma gli faceva male dietro il ginocchio destro, tre giorni ed è passato da solo.
    La seconda 7 anni, mi dice da 3-4 giorno che le fanno male le cosce, lei in passato , a3 4 anni, mi diceva spesso che le faceva male dietro questo o quel ginocchio, era ed è spesso raffreddata , come lo è stato il più piccolo prima e dopo i dolori, questo inverno hanno preso spesso male alla gola e antibiotici. Sono vivaci e senza segni visibili.Secondo lei
    È il caso di fare controlli ematici
    alla bambina di 7 a cui fanno male le cosce?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio parere no, non è necessario, ma senta anche il pensiero del pediatra.

  19. Daniela

    Grazie per la celerità
    complimenti per il lavoro che fa
    serve senz’altro a chi come me è , magari x eccesso di ansia, preoccupato per ogni segno, visto tutto quello che si sente in giro…buon lavoro

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.