Diarrea: cause, sintomi, rimedi, dieta

Ultimo Aggiornamento: 1967 giorni

Cos’è la diarrea?

La dissenteria (o diarrea) è una perdita di feci acquose. Una persona con dissenteria in genere defeca più di tre volte al giorno, producendone più di un litro nelle 24 ore. La diarrea in forma acuta è un problema comune che di solito si protrae per 1 o 2 giorni per poi risolversi da sola, senza un trattamento specifico. Una diarrea prolungata che dura più di 2 giorni può essere sintomo di un problema più serio che porta con sé il rischio di disidratazione.

La dissenteria cronica può essere causata da una malattia cronica.

Il pericolo maggiore è come detto la disidratazione, il che significa che il corpo viene privato di molti fluidi e questa mancanza non gli permette più di funzionare correttamente. La disidratazione è particolarmente pericolosa nei bambini e negli anziani e deve essere trattata tempestivamente al fine di evitare gravi problemi di salute.

Pazienti di tutte le età possono manifestare dissenteria e mediamente gli adulti hanno un attacco di diarrea acuta circa quattro volte all’anno.

Le cause della dissenteria

Gli attacchi acuti di solito sono causati da batteri, virus, parassiti o infezioni, mentre situazioni croniche sono di solito legate a disturbi funzionali come la sindrome da colon irritabile o a malattie infiammatorie intestinali.
Alcune delle più comuni cause di diarrea sono le seguenti:

  • Infezioni batteriche: Diversi tipi di batteri ingeriti attraverso alimenti o acqua contaminati possono provocare la diarrea. I colpevoli più comuni includono: campilobatterio, Salmonella, Shigella e colibacillosi.
  • Infezioni virali: Molti virus causano diarrea, compresi rotavirus, virus di Norwalk, citomegalovirus, herpes simplex e l’epatite virale.
  • Intolleranze alimentari: Alcune persone non sono in grado di digerire gli alimenti, come alcuni dolcificanti artificiali e lattosio, uno zucchero presente nel latte.
  • Parassiti: I parassiti possono entrare nel corpo tramite il cibo o l’acqua e stabilirsi nel sistema digestivo. I parassiti che causano la diarrea comprendono: giardiasi lambliasi , entameba istolitica e Cryptosporidium.
  • Reazione ai farmaci: Antibiotici, farmaci per la pressione arteriosa, chemioterapici ed antiacidi contenenti magnesio possono provocare diarrea.
  • Malattie intestinali: Malattie infiammatorie intestinali, colite, morbo di Crohn e malattia celiaca spesso portano alla diarrea.
  • Disturbi funzionali all’intestino. La diarrea può essere un sintomo della sindrome da colon irritabile.

Alcune persone sviluppano diarrea dopo un intervento chirurgico allo stomaco o la rimozione della cistifellea. Il motivo può essere un cambiamento nel modo in cui si muove il cibo attraverso il sistema digestivo dopo un intervento chirurgico allo stomaco od un aumento della bile nel colon dopo intervento chirurgico alla cistifellea.

Le persone che visitano i paesi stranieri sono a rischio di diarrea, causata dal cibo o dall’acqua potabile contaminata da batteri, virus o parassiti. La diarrea del viaggiatore può essere un problema per i paesi in via di sviluppo, fare turismo negli Stati Uniti, Canada, nella maggior parte dei paesi europei, in Giappone, Australia e Nuova Zelanda non comporta invece particolari rischi.

In molti casi la causa della diarrea non viene trovata. Finché la diarrea scompare da sola, non è necessario indagare a lungo.

I test diagnostici per trovare la causa della diarrea possono comprendere:

  • Storia medica ed esame fisico. Il medico interrogherà sulle abitudini alimentari ed i farmaci utilizzati.
  • Esame delle feci. Un campione di feci viene analizzato in un laboratorio per verificare la presenza di batteri, parassiti o altri segni di malattia e infezione.
  • Esami del sangue. Gli esami del sangue possono essere utili per escludere alcune malattie.
  • Digiuno. Per scoprire se un allergia o intolleranza alimentare causano diarrea, il medico può richiedere di evitare il lattosio, i carboidrati, il frumento o di altri alimenti per vedere se la diarrea si arresta a seguito di un cambiamento nella dieta.
  • Sigmoidoscopia. Per questa prova, il medico utilizza uno speciale strumento in grado di guardare l’interno della parte inferiore del retto e del colon.
  • Colonscopia. Questo test è simile a una sigmoidoscopia, ma consente al medico di visualizzare l’intero colon.
  • Scientigrafie. Queste prove possono escludere anomalie strutturali come la causa della diarrea.

I sintomi della diarrea

La diarrea può essere accompagnata da:

  • crampi,
  • dolore addominale,
  • gonfiore,
  • nausea,
  • un urgente bisogno di usare il bagno.
  • A seconda della causa, una persona può avere febbre o feci con tracce di sangue.

Dissenteria nei bambini

I bambini possono avere gravi forme di diarrea cronica. Le cause includono batteri, virus, parassiti, farmaci, disturbi intestinali funzionali e ipersensibilità alimentari.

L’infezione da rotavirus è la causa più comune di diarrea acuta infantile; di norma si risolve in un periodo di tempo tra i 3 ed i 9 giorni. I bambini con un’età compresa fra le 6 e le 32 settimane possono essere vaccinate contro il virus con un vaccino chiamato Rotateq.

Se il bambino ha diarrea, non esitate a chiamare il medico per un consiglio. La diarrea è particolarmente pericolosa nei neonati e nei lattanti, portandoli alla disidratazione in appena un giorno o due. Un bambino può morire per disidratazione nel giro di pochi giorni. Il principale trattamento per la diarrea nei bambini è la reidratazione per sostituire rapidamente i fluidi persi.

Portate il vostro bambino dal medico, se non vi è alcun miglioramento dopo 24 ore o se ha uno qualsiasi dei seguenti sintomi:

  • feci contenenti sangue o pus,
  • feci nere,
  • una temperatura superiore a 39 gradi,
  • segni di disidratazione.

I farmaci per il trattamento della diarrea negli adulti possono essere pericolosi per i bambini e dovrebbero essere prescritti solo dal medico.

Disidratazione

La diarrea può causare disidratazione, il che significa che il corpo ha perso troppi fluidi e troppi elettroliti e non può funzionare correttamente. La disidratazione è particolarmente pericolosa nei bambini e negli anziani, che devono essere trattati immediatamente per evitare gravi problemi di salute.
I segni della disidratazione comprendono:

  • sete,
  • minzione meno frequente,
  • pelle secca,
  • stanchezza,
  • stordimento,
  • urine di colore scuro.

I segni di disidratazione nei bambini comprendono:

  • secchezza della bocca e della lingua,
  • quando piangono non lacrimano,
  • pannolini non bagnati da 3 ore o più,
  • rossore all’addome, agli occhi o alle guance,
  • febbre alta,
  • svogliatezza o irritabilità,
  • pelle che non si appiattisce quando pizzicata e rilasciata.

Se sospettate che voi o il vostro bambino siate disidratati, chiamate il medico immediatamente. La disidratazione grave può richiedere il ricovero ospedaliero.

I liquidi e gli elettroliti persi durante gli attacchi di dissenteria devono essere reintegrati immediatamente, perché il corpo non può funzionare senza di loro. Gli elettroliti sono i sali minerali e influenzano la quantità di acqua nel corpo, l’attività muscolare e altre importanti funzioni.

Anche se l’acqua è estremamente importante nel prevenire la disidratazione, essa non contiene elettroliti. Brodo, zuppe, succhi di frutta e verdura contribuiranno a ripristinare i livelli di elettroliti, anche se il pediatra può prescrivere in associazione prodotti commerciali disponibili in  farmacia completi e bilanciati.

Quando deve essere consultato un medico?

La dissenteria di solito non è pericolosa, ma può diventarlo o essere il segnale di un problema più serio. Si dovrebbe consultare il medico se si verificano i seguenti casi:

  • diarrea per più di 3 giorni,
  • dolore addominale o nel retto,
  • febbre alta,
  • sangue nelle feci o feci nere, catramose,
  • segni di disidratazione.

Cura e rimedi per la diarrea

Nella maggior parte dei casi di dissenteria si deve semplicemente reintegrare i liquidi persi. I farmaci che bloccano la diarrea (Imodium, Dissenten, Loperamide, …) possono essere utili, ma non sono raccomandati per le persone in cui la diarrea è causata da un’infezione batterica od un parassita. Se la diarrea si arresta prima di aver eliminato la causa, si ottiene solo di prolungare il problema. intrappolando i parassiti nell’intestino. I medici possono prescrivere antibiotici nei casi di infezione batterica, mentre le infezioni virali richiedono altri farmaci ancora.

Dieta ed alimentazione

Fino a quando c’è dissenteria, è importante evitare la caffeina, prodotti lattiero-caseari e prodotti alimentari che grassi, ad alto contenuto di fibra o molto dolci. Questi prodotti alimentari tendono ad aggravare la diarrea.

Con i primi miglioramenti è possibile aggiungere alimenti teneri comprese le banane, riso, patate lesse, pane tostato, cracker, carote cotte, pollo al forno senza pelle o grasso.

Per i bambini, il pediatra può raccomandare una dieta particolarmente leggera. Una volta che la diarrea si è fermata, il pediatra probabilmente incoraggerà i bambini a tornare a una normale e sana alimentazione, ammesso che questa possa essere tollerata.

Traduzione a cura della Dr.ssa Elisa Campana

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Daniela

    Salve dottore è da anni ormai che minimo minimo 4 volte al mese (in giorni a caso che sembrano non dipendere troppo da cosa mangio o dal ciclo mestruale) mi capita di fare feci liquide. Ho provato ad escludere latticini fritti pomodori e qualsiasi cosa contenente conservanti glutammato dietro consiglio del medico per un mesetto etc ma niente… Alla fine il medico mi ha solo consigliato di mangiare sano e fare sport… quindi mi sono iscritta in palestra e ho seguito i suoi consigli per un pò senza nessun miglioramento.
    Il problema è molto spesso una singola scarica liquida a volte con forte brontolio, crampi e urgenza più o meno importante. A volte invece per vuotare l’intestino devo andare 2-3 volte di seguito. Ad esempio ieri dopo pranzo ho avuto una scarica liquida con un pò di brontolio ma forte urgenza e poi più niente mi è rimasto un pò di brontolio ma oggi stò bene. Quando non mi capitano queste scariche vado di corpo circa ogni 3 giorni con feci di diverse consistenze. Non so più cosa fare ora ho anche provato ad assumere fermenti kefir e adesso ho acquistato degli integratori di fibre. Sa darmi qualche consiglio?

    1. Daniela

      Come posso averne la certezza? che esami dovrei fare? e c’è qualche modo per alleviare prevenire o tenere sotto controllo i sintomi? Le fibre o stare lontana da certi alimenti possono aiutarmi? Scusi le 1000 domande ma non so più che pesci prendere e il mio medico non mi è stato molto d’aiuto.

    2. Daniela

      posso chiederle in cosa potrebbe consistere una visita con un gastroenterologo?

    3. Daniela

      Inoltre la ringrazio molto per l’articolo che mi ha segnalato è davvero utile, ma da quello che ho capito le fibre non si possono prendere in caso di diarrea… Nel mio caso non è diarrea giusto? essendo quasi sempre 1 scarica al giorno… quindi mi può essere utile assumerle?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Anamnesi (cioè domande e risposte), visita medica (verrà tastata la pancia, …), eventuali prescrizione di esami del sangue ed altre indagini.
      2. La fibra va sospesa in caso di diarrea, mentre è utile consumarla quando “si sta bene” di intestino.

  2. Anonimo

    Salve dottore 2/3 settimane fa ho avuto un episodio di vomito e diarrea liquida durata 2 giorni.. Dopo quell’episodio ho notato che appena mangio un po pesante la mattina mi sveglio con acidità e diarrea, da precisare che sto seguendo una giusta nutrizione, ma a volte capita di non seguirla.. Ieri sera ho mangiato qualcosa in più perché sono stata a cena da perenti e stamattina mi sono svegliata di nuovo con la
    Diarrea liquida che dopo 2/3 scariche è diventata gialla.. Sembra pipì.. Cosa può essere? Mi sto preoccupando

  3. Anonimo

    Salve dottore ,
    Mia figlia ha 11 anni e 2 settimana fa ha dovuto prendere un antibiotico per 6 giorni.
    Ho somministrato anche dei fermenti lattici e sta assumendo acido folico poiché microcitemica (dietro consiglio della pediatra).
    Il problema è che sono 2 giorni che dopo pranzo ha delle scariche con il mal di pancia.
    Dopo si sente meglio ma non capisco se ha preso un virus o è una conseguenza dell antibiotico. Per il resto sta bene.
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono entrambe cause plausibili, in ogni caso con i fermenti e reidratandola (acqua e sali minerali) dovrebbe risolvere; se così non fosse raccomando di segnalarlo alla pediatra.

  4. Giancarlo

    Certo che il momento cimurro non è il massimo per un medico, spero che sia uno pseudonimo

  5. Angela

    salve dottore,sono una ragazza di 17 anni che soffre di colon irritabile da quando ne aveva 10.
    Allora,sabato mi è venuta la febbre e mi è passata il lunedì..febbre non troppo alta(max 37,8) e ho preso la tachipirina..è da domenica che ho episodi di diarrea e forti dolori addominali che ancora oggi si sono manifestati. Ho la pancia gonfia e in tutto ciò mi sono pure venute le mestruazioni..io non so più come fare. Sono molto ipocondriaca..secondo lei queste violente manifestazioni di diarrea che durano già da 4 giorni sono causa del colon,della tachipirina(che prendevo 3 volte al giorno)o si tratta di influenza intestinale? La ringrazio in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere influenza intestinale, il colon irritabile non è causa di febbre.

  6. sagarenetta

    da 2 mesi ho sporadici casi di diarrea da 2 a 4 volte nelle 24 ore,
    la causa in un primo momento l’ho attribuita al aver mangiato coratella di agnello, poi ad un farmaco che aveva come effetti collaterali la diarrea, infine ho eliminato il latte dalla colazione, sostituendolo con il the ma senza apparente risultato, ultimamente ho avuto la todde che curo con sciroppo Lisomucil, in questi giorni stò un po meglio e le scariche diarroiche stanno diminuendo, e mi sento molto meglio. Ho 79 anni ,sono diabetico insulinico tipo 2.
    Non ho gravi problemi di salute a parte l’età, chiedo: posso prendere qualche medicina per la diarrea, che dire dell enterogermina o altro? Grazie per la risposta:

  7. Gianni

    Salve dottore !
    É da circa 10 giorni ormai , che ho la diarrea …
    Non ho febbre , soltanto un forte dolore allo stomaco ( che mi obbliga ad andare in bagno )
    Spesso dopo aver mangiato …
    Ho fatto delle analisi , que risultano ok … Non fatto però nessuna dieta .
    Devo preoccuparmi ?
    Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Preoccuparsi no, ma è ora di approfondire con il medico.

  8. Rita

    salve…mi figlia ha iniziato ad avere vomito e diarrea verso il15 di febbraio. ..dopo un paio di giorni è migliorata poi una ricaduta. …poi è toccato al resto della famiglia. …poi di nuovo una ricaduta…ha preso il bactrim sciroppo. ..ha fatto analisi feci e sangue tt ok….ha sempre preso dei fermenti. ….ma ancora dopo tre quattro giorni ha ricadute. …vomito durante la notte e diarrea…..la penultima volta ha preso x tre giorni lo streptomagma….dopo il quale è stata bene. ..ma adesso dopo una settimana di nuovo diarrea! !!!
    aiuto sono preoccupata.!

  9. Lory

    Salve dottore circa un mesetto fa ho fatto una cura con dicloreum e muscoril, da lì è cominciata una brutta diarrea. Sono in cura da un gastroenterologo che mi ha fatto una visita con la palpazione. A suo parere ho una brutta infezione causata o dai farmaci che ho assunto o da qualcosa che ho mangiato. Cmq mi ha prescritto il ciproxin che purtroppo non ho retto come farmaco è dopo cinque giorni l’ho sospeso nonostante la diarrea si stava placando e una volta sospeso è ricomparsa la diarrea. Allora il medico mi ha prescritto il bactrim x otto giorni ma una volta terminato il ciclo è ricomparsa la diarrea. Dopo otto giorni dalla sospensione del bactrim ho cominciato il flagyl sempre sotto consiglio del medico. Sono al terzo giorno di terapia e ho nausea, mal di pancia, mal di fianco e bruciore intimo che va e viene. È il farmaco che mi causa questi effetti collaterali? La diarrea comunque si è placata. Lei pensa che con questo farmaco posso mettere finalmente fine a questa diarrea? Che opinione ha della mia situazione?
    Ho pure fatto emocromo e esame batteriologico delle feci, entrambi ok però stavo assumendo ciproxin.
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, potrebbe essere il farmaco a causare la nausea.
      2. Sì, potrebbe effettivamente essere quello risolutivo.
      3. Direi che a questo punto è quasi certo che si tratti di infezione, dati i benefici della terapia antibiotica, quindi la strada intrapresa sembra quella corretta.

    2. Anonimo

      E per quanto riguarda il mal di pancia continuo, aria nello stomaco e sensazione di andare in bagno ?

    3. Lory

      Dottore è da circa una settimana che soffro di dolore alla bocca dello stomaco soprattutto la notte … Ed oggi è particolarmente fastidioso. Come mai?

    4. Anonimo

      Anni fa gastrite nervosa. Cmq sia adesso il dolore è più che altro si irradia in tutta la parte alta della pancia e al petto. Ieri avevo una sensazione di gonfiore e pesantezza e non ho defecato … Oggi la sensazione è meno presente m a ho defecato quattro volte. Consistenza diciamo normale

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un po’ di reflusso, ma raccomando di verificare con il medico.

    6. Lory

      Salve dottore la diarrea non vuole fermarsi. Ho fatto 8-9 giorni di flagyl ma negli ultimi giorni la diarrea l’ho avuta… Al che ho deciso di sospendere anche perché si è presentata la possibilità che io possa essere incinta. Cmq sia stamane sto di nuovo molto male . Cosa mi consiglia di fare? È ancora convinto che si tratti di infezione?o potrebbe trattarsi di qualcos’altro? È da un mese e mezzo che vado avanti cosi: dolori addominali la notte e diarrea al mattino. L’unico farmaco che stava facendo rientrare tutto nella norma e che mi faceva stare bene del tutto è stato il bactrim ma una volta sospeso la diarrea è ritornata.

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Tutto porta a pensare ad un’infezione, ma non sono in grado di fare ipotesi più concrete (giardia? batteri?); segnali il tutto allo specialista (possibilità di gravidanza compresa).

    8. Lory

      Dall’esame delle feci non risulta nessun batterio, ne parassita… Tenga conto però che ho fatto l’esame mentre assumevo il ciproxin. Bevo acqua dal depuratore sia io che la mia famiglia potrebbe esssere motivo di giardia? La beve anche mia figlia ma sia lei che mio marito stanno bene e poi con nove giorni di flagyl non sarebbe dovuta andare via?

    9. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se ben tenuto il depuratore non dovrebbe creare problemi; la coprocoltura potrebbe essere stata influenzata dall’antibiotico.

  10. Salvatore

    Buona sera dottore, e da una settimana più o meno che o la diarrera, però è strana perché quando prendo l enterogermina, lo stomaco mi si blocca e non ne o più dopo un giorno diarrera di nuovo e così per una settimana cosa può essere e mi gira ogni tanto un po la testa cosa può essere grazie .

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La testa potrebbe girarle a causa delle perdite di sali minerali, che le consiglio di integrare.

      La scariche sono associate a qualcosa in particolare che mangia? A giornate di stress?

    2. Salvatore

      Su questo non so rispondere perché io nn o avuto mai nessun problema al riguardo ma come le dico ,se assumo enterogermina sto un giorno e mezzo senza scarichi appena non la prendo butto acqua completamente,e comunque o mangiato in bianco sta settimana .

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Farei il punto con il medico, ma nel frattempo continuerei regolarmente con Enterogermina due volte al giorno almeno fino alla visita.

  11. Anonimo

    Salve dottore ormai è da una settimana che ho diarrea nonostante i fermenti lattici e una alimentazione in bianco,riso,patate,pesce lesso. Non so più cosa fare,ho eliminato i latticini preferendo i latte di riso,ma dopo colazione devo correre immediatamente in bagno. La mia dottoressa dice che è il colon. Secondo lei cosa devo fare sono molto preoccupata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Quando ha sentito l’ultima volta la dottoressa?

    2. Anonimo

      Mi ha visitata mercoledì. Potrebbe essere il latte di riso? Non riesco stranamene a digerirlo e dopo 10 minuti che lo bevo corro in bagno. Cosa potrebbe essere allora

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Provi ad evitarlo se ritiene che le dia problemi; in ogni caso se martedì avesse ancora disturbi lo segnali nuovamente al medico.

  12. Suzzarese

    Buongiorno dottore, da ieri sera sono andato in bagno 5/6 volte, e nella notte ho avuto anche dei dolori allo stomaco, nella notte ho preso 2 dissenten nell’arco di 4 ore, e in mattinata ho preso anche spasmex per i dolori allo stomaco, come non bastasse mi è venuto anche malditesta causato dai reflussi, posso assumere anche dell’aulin per combattere il malditesta?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso avallare l’uso di farmaci.

  13. Anonimo

    Buon giorno dott.sono 2sett che nn sto bene con lo stomaco ho avuto2tre giorni di diarrea acquosa dopo di che è diventata molle con 2massimo 3 evacuazioni preoccupata sono andata dal medico dove mi ha dato normix ma niente ora 5 giorno di cura e domani ultimo ho ancora rumori alla pancia sensazione di fare aria e da stamattina a ora sono andata 2 volte nn molto abbondanti ma molli con crampetti, stamattina esasperata sono andata a fare l’esame delle feci ma mi hanno detto che nn potevo xche sto assumendo l antibiotico e devo aspettare almeno 7 giorni, ho fatto ero quello dell urina xche ho anche un po’ di cistite.. Mi devo preoccupare?? Dopo quanti giorni posso fare l esame delle feci grazieee

  14. Anonimo

    Dottore dimenticavo è possibile che il normix nn faccia effetto?? comunque oggi evito il cibo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, non si preoccupi, può succedere.

      Lasci passare 7-10 giorni dalla fine dell’antibiotico, ma per la scelta degli eventuali esami si lasci guidare dal medico.

    2. Anonimo

      Grazie dott.. Ero preoccupata visto che con il normix nn passa…. Domani mattina sono le ultime due capsule

    3. Anonimo

      Comunque dott è da ieri notte che nn tocco cibo solo acqua e faccio molta aria

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo ci sono alcune forme virali che durano più a lungo, ma il medico valuterà in ogni caso ogni possibile spiegazione.

    5. Anonimo

      Comunque dottore ieri nn ho mangiato nulla solo cerchers e stamattina come al solito di nuovo diarrea nn so che fare ho finito anche con le normix

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Niente panico, ma domani faccia il punto con il medico.

  15. Anonimo

    Dottore alla fine ho fatto gli esami delle urina ed è risultato klebsinella pneumoniae sono preoccupata xche da 3 giorni sono stata vicino al
    Mio nipotino gli ho potuto mischiare questa infezione

  16. Michela

    Buongiorno, in seguito ad alcuni disturbi intestinali -ogni tanto avevo diarrea e molta aria-ho eseguito visita gastroenterologia. Dalla coprocoltura è risultata salmonella.sto assumendo ciproxin ma mi dà diverse scariche di diarrea mattutina.il medico dice di continuare, ma ho dei dubbi.premetto che quando ho iniziato l’antibiotico stavo bene, non avevo diarrea.grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Valuti con il medico di associare fermenti lattici e continui come le ha consigliato.

  17. Lorenzo

    Salve dottore, le spiego il mio problema; tre giorni fa ho ingerito gamberetti poco cotti da una pizza ai suddetti crostacei, che mi ha portato il giorno dopo ad avere crampi addominali acuti che sOno andati a diminuire nei due giorni seguenti, nei quali è però apparsa una forte dissenteria priva però di irritazione .All’inizio però ho avuto anche febbre e cefalea, manifestati prima dell’ingestione dei suddetti cristacei, e non capisco se i crampi e la dissenteria siano legati ad una leggera influenza o ad un infezione da qualche batterio come gli aeromonas (Spero non si tratti di nematodi…). E volevi chiederle cosa ne pensa e se dovrei aspettare o farmi subito visitare? Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non penso a nulla di grave e non escludo che sia un po’ di colite nervosa, ma verificherei già domani con il medico.

  18. Anna

    Buonasera dottore, sono ormai 10 gg che ho episodi di diarrea fino a 6/8 volte al giorno. Non ho febbre, solo qualche fitta all’addome. Sto prendendo fermenti lattici (Enterelle) e cercando di mangiare leggero. Comincio a preoccuparmi. Può essere una sindrome influenzale o qualcos’altro? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È decisamente ora di sentire il medico, anche se le confermo che può essere influenza intestinale (anche se così lunga). Le raccomando di integrare liquidi e sali minerali.

  19. Anonimo

    Buon giorno dottore … le racconto quello che mi succede per sapere un vostro parere ….. allora io soffro di gastrite e ernia iatale … ho fatto gastroscopia un mese fa con biopsia …. però io sono un ragazzo che soffre anche di stitichezza cioè vado in bagno ogni 2 giorni… e sempre la sera o pomeriggio.. però ho notato che quando vado la mattina con mal di pancia e crampi …. anche ho notato che il colore e un po arancione… ultimamente questa situazione mi capita spesso…. poi un altro particolare strano che spesso x giorni ho dolore alla parte sia dx che sx sotto l ombelico … che poi scopare senza assumere nessun farmaco… io ho 27 anni spesso x il mio lavoro sto stressato e soffro anche di ansia…. il mio dottore dice che può essere il colon irritato …. ho chiesto di fare una colonna scopia e il dottore mi dice che non è opportuno farla xke prima x l età e secondo e un esame invasivo…. ora vorrei sapere un vostro consiglio …. ovvio la parola sempre al mio medico però un consiglio è un parere in più e sempre buono… grazie mille e buona giornata …

    1. Anonimo

      Ho dimenticato di dire che la mattina apparte mal di pancia e crampi vado a diarrea. .

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido il parere del suo medico e punterei ad una miglior gestione dello stress, oltre che dell’alimentazione.

  20. sofia

    Buongiorno dottore,
    Le scrivo perche l altro ieri notte , l’ho passato in bagno tra vomito ,diarrea e forti dolori addominali nella parte alta, ieri poi sono andata in bagno altre tre volte sempre liquida e poi stop. C e da dire che non ho mangiato nulla per tt il giorno solo alla sera un po d brodo di pollo. Ora ho febbre ( meno d 38) e sono scossa da forti dolori alto addominali, mi devo preoccupare?
    Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra una forte influenza intestinale, ma faccia comunque il punto con il medico.

  21. Fulvio

    Buongiorno dottore, io sono molto regolare intestinamente. Ma da circa due settimane avevo feci poco formate ma nessun dolore, il medico mi ha dato fermenti e normix. Da martedì però ho cominciato ad avere scariche di diarrea isolate la mattina con brividi e febbricola (il mio bimbo nel weekend ha avuto vomito), il medico mi ha detto di integrare liquidi e continuare con i fermenti. Mercoledì distrutto e inappetente ma già stamattina sembrava meglio, poi dopo pranzo sempre in bianco ho iniziato ad avere scariche liquide circa una ogni ora. Sto cercando di reintegrare ma mi chiedo è normale per un influenza intestinale? Quando devo iniziare a preoccuparmi? Grazie mille

    1. Anonimo

      Io non vorrei ricorrere all uso di dissenten o imodium perché potrebbero ulteriormente rallentare il decorso del influenza ma se le scariche sono frequenti è il caos di usarle o basta reintegrare con liquidi?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se la vita sociale e professionale glielo permette è sufficiente reintegrare liquidi e sali minerali.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.