Calli e duroni su piedi e mani: sintomi, prevenzione e cura

Ultimo Aggiornamento: 394 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

I calli e i duroni sono strati di pelle ispessita e indurita che si sviluppano quando la cute cerca di proteggersi dall’attrito e dalla pressione; nella maggior parte dei casi i calli e i duroni colpiscono i piedi e le mani, e in particolare le dita; possono inoltre essere brutti a vedersi.

Se siete sani dovete curare i calli e i duroni solo se causano particolari fastidi, nella maggior parte delle persone scompaiono infatti semplicemente eliminando la causa dell’attrito o della pressione.

Se invece soffrite di diabete o di altre patologie che ostacolano la circolazione nei piedi, i calli e i duroni corrono un rischio maggiore di complicazioni. Chiedete consiglio al medico su come affrontare i calli e i duroni se soffrite di una di queste patologie.

Cause

I calli e i duroni si sviluppano a causa della pressione e dell’attrito ripetuti. Tra le cause dei calli e dei duroni ricordiamo:

  • Scarpe scomode o non adeguate. Le scarpe troppo strette o con i tacchi alti provocano la compressione di determinate zone dei piedi. Con le scarpe troppo larghe, invece, il piede può scivolare e sfregare contro la scarpa. Il piede può anche fare attrito contro una cucitura o un punto mal posizionati nella scarpa.
  • Non indossare i calzini. Indossare scarpe e sandali senza i calzini può causare sfregamenti e attriti sul piede. Anche i calzini troppo stretti o troppo larghi possono causare problemi.
  • Uso ripetuto di utensili. I calli sulle mani possono essere causati dalla pressione ripetuta dovuta all’uso di utensili, al lavoro, in casa o in giardino.

Fattori di rischio

Il rischio di formazione di calli e duroni può aumentare in presenza di questi fattori:

  • Borsite dell’alluce, dita a martello o altre malformazioni del piede. La borsite dell’alluce consiste nella formazione di un callo osseo nell’articolazione alla base dell’alluce. Le dita a martello, invece, sono incurvate e assomigliano ad artigli. Questi disturbi e altre malformazioni del piede, ad esempio gli speroni ossei, possono causare attriti continui all’interno delle scarpe.
  • Mancata protezione delle mani. Se si usano gli utensili senza indossare i guanti, si espone la pelle a un attrito dannoso.

Sintomi

Potreste avere un callo o un durone se notate uno dei sintomi seguenti:

  • Zona di pelle ispessita e ruvida,
  • Piccola massa di pelle indurita e in rilievo,
  • Dolore o dolorabilità sottopelle,
  • Pelle a scaglie, secca o dall’aspetto ceroso.

I calli e i duroni spesso vengono confusi, ma in realtà sono due disturbi diversi:

  • I calli sono più piccoli dei duroni ed hanno un centro duro che si estende in profondità, circondato da una zona di pelle infiammata. I calli tendono a svilupparsi nelle parti dei piedi su cui non si scarica il peso, ad esempio sulla sommità e sui lati delle dita, ma possono anche trovarsi nelle zone su cui si scarica il peso oppure addirittura tra le dita. Se vengono compressi, possono fare male.
  • I duroni di solito si sviluppano sulla pianta dei piedi, soprattutto sotto il tacco o i polpastrelli, oppure sui palmi delle mani o sulle ginocchia. Di norma non sono dolorosi (danno maggiormente una sensazione di bruciore) e possono essere di forme e dimensioni diverse, ma di solito più grandi dei calli.

Quando chiamare il medico

Se il callo o il durone inizia a fare molto male o si infiamma, andate dal medico.

Se soffrite di diabete o di problemi di circolazione chiedete consiglio al medico prima di iniziare una qualsiasi terapia fai da te, perché le eventuali lesioni ai piedi, anche piccole, potrebbero causare un’ulcera difficile da curare.

Diagnosi

Il medico esamina il piede e cerca di escludere altre possibili cause dell’ispessimento della pelle, ad esempio le verruche e le cisti. Il medico, inoltre, può prescrivervi una radiografia per capire se il callo o il durone è causato da una deformità fisica.

Cura e terapia

Per curare i calli e i duroni di solito è necessario evitare le azioni ripetitive che li hanno provocati. Può essere utile indossare scarpe adeguate, usare plantari e guanti e ricorrere ad altri accorgimenti pratici per prendersi cura della pelle.

Se il callo o il durone non scompare o inizia a far male nonostante questi accorgimenti, si può alleviare il dolore grazie a una terapia adeguata:

  • Pulizia. Il medico taglia la pelle ispessita o pulisce il callo con il bisturi, di solito in ambulatorio. Non provate a tagliare via il callo da soli, perché potreste provocare un’infezione.
  • Acido salicilico. Dopo la pulizia, il medico probabilmente applicherà un cerotto a base di acido salicilico al 40 per cento, in vendita in farmacia senza ricetta. Vi dirà con quale frequenza bisogna cambiare il cerotto e probabilmente vi consiglierà di usare la pietra pomice o un tagliaunghie per rifilare la pelle morta prima di cambiare cerotto.
  • Antibiotici. Il medico può anche suggerirvi di usare una pomata antibiotica per diminuire il rischio di infezioni.
  • Plantari. Se il callo o il durone è causato da una malformazione del piede, il medico potrebbe prescrivervi un plantare su misura (ortopedico) per prevenire le ricadute.
  • Intervento chirurgico. In rari casi il medico potrebbe consigliarvi l’intervento chirurgico per correggere l’allineamento delle ossa che provocano l’attrito.

Stile di vita e rimedi pratici

Se soffrite di diabete o di altri disturbi che provocano problemi di circolazione, chiedete sempre consiglio al medico prima di provare a curare i calli e i duroni con rimedi fai da te.

Se invece non avete altri problemi di salute, potete seguire questi consigli per guarire i calli e i duroni:

  • Usate i cuscinetti protettivi. Queste protezioni, in vendita in farmacia vanno applicate sulle zone in cui si sviluppano i calli e i duroni.
  • Fate attenzione a usare i callifughi liquidi o i cerotti medicati a base di acido salicilico, perché sono grado di irritare la pelle sana e causare infezioni, soprattutto nei pazienti affetti da diabete e problemi di circolazione.
  • Lavate le mani e i piedi. Lavate le mani e i piedi in acqua tiepida e sapone per ammorbidire i calli e i duroni e rimuovere più facilmente la pelle ispessita.
  • Togliete la pelle in eccesso, senza tagliarla. Durante o dopo la doccia, sfregate il callo o il durone con la pietra pomice o un asciugamano per rimuovere il primo strato di pelle. Non usate le forbici o il tagliaunghie per tagliare la pelle. Se soffrite di diabete non usate la pietra pomice, perché siete maggiormente soggetti alle infezioni.
  • Idratate la pelle. Mettete la crema idratante sulle mani e sui piedi per tenere morbida la pelle.
  • Indossate scarpe e calzini comodi. Indossate scarpe comode con i plantari finché il callo o il durone non guarisce. Scegliete calzini comodi, fatti di poliestere e di cotone, perché lasciano traspirare meglio l’umidità rispetto a quelli di solo cotone.

Prevenzione

Per prevenire la formazione di calli e duroni possono essere utili gli accorgimenti seguenti:

  • Indossate scarpe comode. Se non riuscite a muovere le dita dei piedi, significa che le scarpe sono troppo strette. Fate modificare le scarpe dal calzolaio nei punti dove c’è attrito o dove vi pungono.
  • Proteggetevi. Indossate i plantari in feltro o i cerotti non medicati, oppure bendate le zone che fanno attrito contro le scarpe. Potete provare a indossare i cuscinetti che separano le dita oppure a mettere un po’ di lana tra le dita.
  • Indossate i guanti imbottiti quando usate gli utensili. In alternativa potete coprire le maniglie o imbottirle con il nastro adesivo di carta.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Christian

    Io ho un durone su un dito del piede, il quale mi fa male stando in piedi? Cosa posso fare per eliminarlo?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Cerotti, liquido, pomata callifuga, callista, podologo.

  2. locyam

    cammino molto,come faccio ad evitare il riformarsi dei calli ai lati del piede, devo utilizzare solo scarpe piu comode?

  3. Alessandra

    Innanzitutto buongiorno a tutti…volevo solo specificare che tra calli e duroni c’é una bella differenza e questa é il contrario di quello che viene spiegato ..il callo é molto spesso e presenta al suo interno una parte piú dura detta fittone volgarmente chiamato radice,il durone é più grande del callo ed é piú esteso non é ben definito provoca una sensazione di bruciore piuttosto che dolore.spero di essere stata utile per una correzione!!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha assolutamente ragione, grazie mille e chiedo scusa a tutti per il refuso.

  4. cate

    Ho una piccola ulcera sotto il piede con pelle inspessita intorno non sanguinante , vorrei sapere che tipo di farmarco usare Grazie per la riposta

  5. lena dd

    Sofro da piu 1 di questa malattia ipercheratosi o provato di tutto ma nirnte da fare .cosa poso fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Può rivolgersi con fiducia ad un podolodo o ad una callista esperta.

  6. Federico

    Buongiorno…. Sono reduce di un’ estate trascorsa a camminare scalzo in ogni circostanza e su ogni tipo di percorso. E’ una cosa estremamente liberatoria e mistica. L’unico problema è che adesso ho la pianta del piede come fosse di cemento armato in quanto interamente popolata da duroni (o quanto meno, penso che lo siano). Non sento nessun dolore né alcun bruciore, ma la pianta del piede è pressoché insensibile….. Come posso risolvere il problema???

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Crema fortemente idratante, pietra pomice ed una brava callista.

  7. catia

    ho alluce valgo nel piede destro e sinistro questo mi causa duroni sotto la pianta dolorosi quando cammino sono andata dalla callista ho messo pomate ma dopo si riformano subito vorrei sapere come fare per eliminarli sono un tormento

  8. antonella

    buon giorno da un po di tempo mi e apparso sotto alluce minuscoli e doloranti internamente punti bianchi con leggero spessori-mento al tatto duro e dolorante faccio presente che passando la pietra pomice diminuiscono di spessore ma vanno più in profondità causandomi più dolore e bruciore specialmente camminando pure usando plantari in lattice cosa posso fare nel immediato?

    1. Anonimo

      dei piccoli punti bianchi nel alluce doloranti e con un forte senso di bruciore specie quando sto in piedi,come rimedio o provato a strofinare con pietra pomice fino a rendere le pelle lisca ma, toccandoli persiste il dolore tipo degli aghi impiantati e sono andati più in profondità.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Serve una visita (al limite anche una callista, se ne avesse una di fiducia) per capire se si tratti di verruca od altro.

  9. fiorella

    Quale è la differenza tra cisti e callo? Io quando vado a togliere la parte superiore della pelle come faccio pressione esce una specie di gelatina dico gelatina perchè è trasparente. Cosa può essere? ho già fatto la radiografia niente… sono andata da dermatologo niente forse è una cisti forse????

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il callo è uno strato di pelle ispessita e indurita, la cisti è una cavità che si sviluppa più profondamente e che contiene del liquido.

  10. Lampo

    Non avendo trovato una specifica argomentazione al mio caso, chiedo quale soluzione c’è per il callo infradito, fra l’alluce e il secondo dito?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Cerotti, crema callifuga, liquido callifugo.
      In alternativa callista.

  11. Anonimo

    Ho una sporgenza esterna all’alluce destro da tempo immemorabile (ero ragazzino, ora ho quasi 48 anni) anche se grossi problemi non me ne ha creati pur avendo piedi difficili e un 45 abbondante che mi costringe a cercare difficili calzature comode. Da qualche mese alla pianta poco sotto il mignolo del piede dx verso l’esterno avverto un dolore e inizialmente pensavo si trattasse di postura ma stasera ho fatto caso che c’è un piccolo ispessimento della pelle che mi crea chiaramente dei problemi a camminare. Poiché soffro di un altro problema di dolore cronico di altro genere causato da un intervento chirurgico che quando si acutizza è molto invalidante finisco per sopportare meno anche il callo o durone. Come potrà immaginare sono un po’ scottato per così dire, pensa che potrò rimediare a questo fastidio causato da ciò che ho provato a descriverle dettagliatamente quanto meglio possibile?

    1. Anonimo

      No no, è una callosità presente esattamente sull’esterno del dito alluce e abbastanza meno marcata dell’illustrazione per fortuna e devo dire, ribadire meglio, che finora non mi ha creato seri problemi. Riguardo la spiacevole novità descritta invece, l’altra sera ho applicato un normale cerotto fai-da-te e per il momento si è rivelato parzialmente efficace nel senso che ha sia pur lievemente attutito il dolore. In ogni caso più tardi dovrei recarmi dal mio medico di base per altre prescrizioni e cerco di approfittarne per chiedergli consigli. Grazie e saluti.

  12. mario

    Salve io nn so cosa ho sul ditino del piede ma ogni volta che lo levigo con la pietra mi cresce e mi fa male quando ho le scarpe cosa posso fare

  13. giovanni

    ho 1 durone sotto al piede sinistro e ogni paio di mesi quando inizia a dare fastidio lo taglio a fettine piccole con 1 arnese tipo 1 lametta . faccio bene ? epoi ho la micosi a l’unghia destra ho usato lo smalto scholl x 2 mesi 2 volte al giorno ma niente l’unghia si e ingrandita e quando la taglio sotto esce del materiale bianco ke non capisco cosa posso fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, è uno dei modi per procedere.
      2. Dermatologo.

  14. Anonimo

    buongiorno dottore ho notato che sul pollice della mano ho una pallina un po dura cosa potrebbe essere?? grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza vedere è quasi come tirare ad indovinare, ma tra le ipotesi calli e verruche.

  15. dom

    buongiorno, a causa di lavori manuali soprattutto domestici ho sviluppato delle callosita’ (ispessimenti sottocutanei) piuttosto vistose su palmo e dita delle mani, che adesso sembrano piu’ gonfi. E’ possibile ridurre questi ispessimenti? grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, ci sono diversi rimedi in farmacia, oppure meglio ancora presso un centro estetico.

  16. debby

    Salve Dottore!
    Sto usando trosyd e mi è venuto un dubbio: tra un applicazione e l’altra devo pulire l’unghia con l’acetone per rimuovere lo smalto anti micotico precedente?
    Grazie!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Visita dermatologica per una diagnosi esatta, potrebbe essere onicomicosi.

  17. alessia

    Mia nonna ha i calli sui diti dei piedi e gli fanno male cosa posso fare?
    :-) :-)

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In farmacia ci sono diversi rimedi adatti per l’automedicazione, in alternativa callista o podologo.

  18. ATINA

    Buongiorno.La nocca del pollice presenta un ispessimento che ha assunto un colore bruno/nero? cosa potrà essere ?

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.