Bruxismo nei bambini e negli adulti: cause, terapia, durata

Ultimo Aggiornamento: 157 giorni

Introduzione

Quando osservate vostro figlio mentre dorme, potete ascoltare la melodia dei suoi dolci sogni:  respiro regolare e forse un occasionale sospiro. Ma alcuni genitori sentono suoni aspri e stridori dovuti al digrignare dei denti: questo disturbo è chiamato bruxismo ed è abbastanza comune nei bambini.

Bruxismo è un termine medico per indicare il digrignare i denti dovuto alla contrazione della muscolatura masticatoria, specialmente durante il sonno profondo o mentre si è sotto stress. Viene dal termine greco “brychein” che significa far stridere i denti.

Tre bambini su dieci digrignano o fanno stridere i denti, dicono gli esperti, con la più alta incidenza in bambini al di sotto dei 5 anni.

Scopri se soffri di bruxismo

Per scoprire se soffri di bruxismo è sufficiente mettersi davanti allo specchio con i denti allineati ed appoggiati i superiori sugli inferiori; se non si individuano spazio tra incisivi superiori ed inferiori è probabile che soffriate di bruxismo.

Bruxismo (Photo credit: http://es.wikipedia.org/wiki/Archivo:Deviated_midline_2.JPG)

Cause

Nonostante i numerosi studi fatti, nessuno sa da cosa dipenda davvero il bruxismo. In molti casi i bambini possono digrignare i denti perché tra l’arcata superiore e l’arcata inferiore dei denti non vi è un’allineamento corretto, altri la considerano come una risposta al dolore dovuto per esempio a mal di orecchie o mal di denti. I bambini potrebbero trovarsi perciò a digrignare i denti in modo da alleviare il dolore, così come potrebbero celare una lesione muscolare.

Lo stress, sotto forma di tensione nervosa o ansia, è un’altra causa rilevante di bruxismo. Un compito in classe od una significativa novità nelle abitudini quotidiane (come fratellino in arrivo od un nuovo maestro) sono situazioni ad alto rischio, anche discutere con genitori e fratelli può causare uno stress sufficiente per portare a digrignare i denti o serrare le mandibole.

Alcuni bambini iperattivi, infine, possono manifestano sintomi di bruxismo.

Effetti

Generalmente il bruxismo ha conseguenze dirette sui denti, se molti casi passano inosservati senza effetti negativi, in altri può manifestarsi un lieve mal di testa o mal di orecchie. Molto spesso, tuttavia, la condizione può essere più fastidiosa per gli altri familiari a causa del suono prodotto durante il digrigno.

In alcuni casi estremi il digrigno notturno e il serrare le mandibole può togliere lo smalto ai denti, scheggiarli, aumentare la sensibilità orale a caldo e freddo  e causare grave dolore facciale e problemi alla mandibola, come la malattia temporomandibolare.

La maggior parte dei bambini che digrignano, tuttavia, non ha problemi a meno che il loro digrignare e serrare non siano cronici.

Diagnosi

Molti soggetti che digrignano i loro denti non sono consapevoli di ciò, così sono spesso i fratelli o i genitori che identificano il problema. Alcuni segnali da considerare sono:

  • Rumore da digrigno durante il sonno,
  • Dolori alla mandibola o alla faccia durante la mattinata,
  • Masticare l’interno della guancia,
  • Rosicchiarsi le unghie,
  • Succhiarsi il pollice rosicchiare matite e giocattoli per i bambini.

Se pensate di soffrire di bruxismo consultate il vostro dentista che valuterà lo smalto dei denti, insolite scheggiature e usure, e spruzzerà aria e acqua sui denti per verificare la sensibilità. Se viene rinvenuto un danno il dentista dovrà rivolgere al paziente una serie di domande, come ad esempio:

  • Come ti senti prima di coricarti?
  • Sei preoccupato per qualcosa a casa o a scuola?
  • Sei arrabbiato con qualcuno?
  • Come ti senti dopo aver dormito?

Il test aiuterà il dentista a capire se le cause del digrigno sono legate a fattori anatomici (disallineamento dei denti) o psichici (stress) e provvederà a pianificare un piano di intervento efficace.

Cura e terapia

Nei casi in cui il digrigno dei denti sia causa di dolore al viso e/o alle mandibole o di danno ai denti, i dentisti potrebbero ritenere necessaria una notte sotto controllo, in cui rilevare un calco dei denti.

La maggior parte dei bambini colpiti supera il bruxismo, ma una combinazione di verifiche da parte dei genitori e visite dentistiche può aiutare a mantenere sotto controllo il problema.

Sia che la causa sia fisica o psicologica, è possibile controllare il bruxismo rilassandosi prima di coricarsi, per esempio con un bagno o una doccia calda, ascoltando per un po’ di minuti una piacevole musica o leggendo un libro. Per il bruxismo causato da stress, cercate di scoprire la causa scatenante e lavorate su questa: ad esempio un bambino che si preoccupa di essere lontano da casa per un primo campeggio potrebbe aver bisogno di essere rassicurato che la mamma o il papà saranno vicini se dovesse succedere qualcosa.
Se il problema è più complicato discutete sulle preoccupazioni del vostro bambino e cercate di alleviarne le paure, se siete preoccupati per il suo stato emotivo parlatene al vostro medico.

In alcuni casi queste attenzioni non sono sufficienti per arrestare il  fenomeno del bruxismo. Se il bambino ha difficoltà a dormire o si comporta diversamente rispetto al solito, il pediatra o il dentista potranno suggerire una valutazione psicologica. Questo può aiutare a determinare la causa scatenante e fonte dello stress e a suggerire un adeguato trattamento del bruxismo.

Bite

Per quanto riguarda gli adulti è possibile correggere il disturbo e prevenirne gli effetti collaterali indossando un bite, una mascherina simile al paradenti che portano i pugili che viene portata soprattutto di notte, in grado di creare una barriera protettiva tra le due arcate dei denti. E’ possibile acquistarne uno personalizzato dal dentista (dai € 400 a crescere), oppure da qualche anno è possibile acquistare un bite universale in farmacia a meno di € 70.

Prevenzione

Poiché il bruxismo è una reazione naturale del bambino durante la crescita e  lo sviluppo, nella maggior parte dei casi non può essere prevenuto. Il bruxismo da stress indotto può invece essere evitato parlando regolarmente con i ragazzi dei loro sentimenti ed aiutandoli a far fronte allo stress.

Durata

Il bruxismo causato da stress continuerà fino a quando non si elimina la fonte di disagio, sia nei bambini che negli adulti.

Il bruxismo infantile è di solito rinvenibile durante l’adolescenza. La maggior parte dei ragazzi finisce di digrignare i denti al termine dell’infanzia, perché i denti permanenti sono molto più sensibili al dolore. Alcuni bambini, tuttavia, continuano a digrignare anche durante l’ adolescenza.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.
Leggi le condizioni d'uso dei commenti.
    1. Anonimo

      dottore sono l’utente qui sopra volevo togliermi una curiosità!
      il dente del giudizio quando è già uscito da molto tempo e non ha mai fatto male , può fare male all’improvviso? ( non mi ha fatto male nemmeno quando è spuntato) glielo chiedo riguardo alla nevralgia che sento se può centrare qualcosa o se è il bruxismo a crearmi queste nevralgie.
      i dente del giudizio non fa male al tatto, e non è gonfio. è normale come gli altri.

  1. Anonimo

    salve dottore sono l’utente di qui sopra, come vede le ho scritto qualche giorno fa, vorrei chiederle ancora una domanda
    ho questa nevralgia dal lato destro,che mi prende un po anche il viso e a volte qualche emicrania leggera. ho malocclusione e credo di stringere i denti la notte.
    dato che questa ” nevralgia” al mattino è del tutto assente per poi riprensentarsi puntualmente verso il pomeriggio e alla sera( durante la notte è assente), può essere dovuto alla tensione mandibolare o a una carie che ho da parecchio tempo? la gengiva non è gonfia o arrossata.
    grazie mille

  2. Anonimo

    Salve,
    Ho mio figlio, di 3 anni, che soffre di bruxismo da qualche mese, ha sempre avuto pochi episodi durante tutta la notte successivi a piccoli micro-risvegli notturni, ma ho notato che da quando gli ho tolto il biberon (da circa un mese e per sua scelta) gli episodi di bruxismo sono aumentati di numero, intensità e durata. Presumo quindi sia legato ad un fattore di stress, quanto devo preoccuparmi di questa cosa?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo segnali al pediatra, probabilmente consiglierà per ora di rimanere in vigile attesa.

  3. Anonimo

    Buongiorno.
    Ho scritto sulla pagina dei parassiti. Una domanda…ma secondo lei puo’ essere la causa i vermi.
    Graziee

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, una delle cause del bruxismo possono essere gli ossiuri.

  4. Anonimo

    Buonasera dott volevo sapere se x un infezione ai denti si puo avere un lato del viso addormentato con la sensazione che tira …ho un po di paura e da un bel po che mi capita grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La bocca e le palpebre riesce a comandarle normalmente?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe essere, ma raccomando di non trascurarlo e verificare con il medico.

  5. Anonimo

    Buon pomeriggio dottore, il mio dentista è fuori sede e non vedrà mia figlia fino a lunedì. Le spiego: da piccolina ha avuto episodi di bruxismo, poi passati. Ora ha dodici anni, la scuola sta per finire e lei è sotto stress, ha ricominciato, ma il brutto è che le si stanno staccando i due denti permanenti vicino ai canini. E questo in sole due notti. L’ho portata a dormire con me perchè appena la sento la sveglio…che altro posso fare in attesa che il dentista la veda? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare alcun rimedio (e temo che la situazione sia comunque al di là delle mie competenze).

  6. Anonimo

    Dottore come faccio a capire se soffro di questo disturbo? Il dentista come è in grado di scoprirlo? Premetto che ho tutti i sintomi di un ipotetico bruxismo. Aspetto sue risposte e la ringraxio anticipatamente

  7. Anonimo

    Già fatto, ma c’è bisogno di esami specifici per scoprirlo? Perché non mi ha parlato di bruxismo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questo caso escluderei che possa essere presente bruxismo.

  8. Anonimo

    Salve dottore da un paio di mesi mi sveglio con dolore facciale,mandibolare e anche un po la testa. Questi sintomi a volte li avverto per tutta una giornata! A volte invece sono insopportabili e devo prendere un analgesico . Informando mi su internet e parlando con il mio medico abbiamo ”scoperto” che soffro di bruxismo. Al che ho subito prenotato dal dentista (assolutamente di fiducia) che pero nel conteollarmi e facendo tutti gli esami specifici non mi ha comeramente parlato di bruxismo. Ad oggi sto aggiustando i denti con un apparecchio al palato e poi quello fisso normale. Ma mi chiedevo se potrei lo stesso acquistare un bite in farmacia e scoprire se effettivamente soffro di questo disturbo o semplicemente il dentista non se n’è accorto. Grazie in anticipo per la risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ritengo assolutamente improbabile che il dentista non se ne sia accorto, mentre potrebbe valutare con uno gnatologo se per esempio ci siano altri tipi di disturbi (come una malocclusione, per esempio).

    2. Anonimo

      Si una ma l’occlusione c’è tant’è che la sto curando con l’apparecchio

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      OK, confermo allora l’inutilità dell’acquisto di un bite.

  9. Anonimo

    Salve dottore
    Soffro di malocclusione e ATM… e anche di bruxismo…
    La mattina mi sveglio con dolori alle tempie…
    Secondo lei una volta che rimetto i denti il mio problema all ATM si risolve? E più o meno quanto tempo ci vuole perché ciò accada?
    Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, se il difetto viene risolto si , i dolori scompaiono, ma i tempi deve chiederli al chirurgo che se occuperà e che conosce bene la situazione. saluti

  10. Anonimo

    Salve
    Soffro di malocclusione…
    Da mesi… Aspetto di mettere le protesi…
    Nel frattempo i dolori si sono ovviamente accentuati
    Una cosa non capisco:
    Perché ho sempre dolori alle tempie e zigomi?
    Da cosa è collegato la malocclusione?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente l’errata masticazione causa infiammazione anche dei distretti circostanti.

    2. Anonimo

      Mi ero dimenticata di dire che soffro anche di ATM… Quindi il dolore alle tempie potrebbe essere più collegato?

  11. Anonimo

    Buongiorno
    Soffro di malocclusione
    E la mattina mi alzo con dolori al volto e alle tempie
    Una volta risolta la malocclusione
    I dolori passano?

  12. Anonimo

    Problemi atm e dolori mandibolari possono dare senso di svenimento? Se si… Perché?
    Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, no non è uno dei sintomi più frequenti di questo disturbo. saluti

  13. Anonimo

    Salve
    Quando fanno male le tempie… Fanno male le vene?
    O sono i muscoli temporo mandibolari?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Le chiedo gentilmente di non usare identità diverse e di non ripetere le stesse domande, inevitabilmente le risposte sarebbero le stesse. Comprendo che la situazione possa causare un pochino di ansia, ma è bene cercare di reagire perchè questa può far peggiorare i sintomi che ha descritto nei vari interventi.

  14. Anonimo

    Salve
    Ho messo da 10 giorni due protesi in flexite una sopra e una sotto per mancanza di denti e problemi alla mandibola.
    Ora da due giorni però ho iniziato ad avere dolore soprattutto alla notte mattina alla Mandibola sinistra.
    Scusate ma le protesi non dovrebbe togliermi il dolore?
    Invece i primi giorni mi era passato poi mi è tornato più forte.
    Magari lo deve fare perché è un processo normale visto che la mandibola deve ritornare alla normalità.
    Non so voi che ne pensate?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, è possibile sia solo una situazione passeggera, da assestamento, ma se i disturbi non dovessero migliorare nei prossimi giorni farei un controllo.

  15. Anonimo

    Ho messo due perni, e capsula sul moncone. Da allora ho spesso su quel lato gengivale sensazione di post anestesia ed ho inoltre notato che i due denti successivi ai muovono leggermente. Il dentista dice che non c’è nulla ma a me non sembra normale che abbiano movimento.

La sezione commenti è attualmente chiusa.