Balanite: sintomi, cura e cause

Ultimo Aggiornamento: 1948 giorni

Introduzione

La balanite è un’infezione od infiammazione della pelle della sommità del pene (glande). Negli uomini non circoncisi, la zona è coperta da una striscia di pelle, il prepuzio. La balanite può colpire sia gli uomini circoncisi sia quelli non circoncisi, con una maggiore frequenza in questi ultimi. I ragazzi in generale si ammalano solo se il prepuzio è molto stretto e difficile da tirare indietro.

Cause

La balanite può essere causata da diverse infezioni e malattie della pelle, tra cui ricordiamo:

  • Infezioni da lieviti (Candida) o da batteri che vivono sulla pelle. Sono la causa più frequente.
  • Infezioni a trasmissione sessuale, come l’herpes genitale,
  • Irritazione della pelle, causata dal sapone, dai detergenti o dalle creme spermicide,
  • Malattie benigne della pelle, come la psoriasi,
  • Alcuni tipi di tumore alla pelle (molto rari).

In teoria tutti gli uomini possono ammalarsi, però il disturbo si manifesta con maggior frequenza in chi ha il prepuzio stretto, difficile da tirare indietro e tra chi non fa abbastanza attenzione all’igiene intima. Il diabete può far aumentare il rischio, soprattutto se non si riesce a controllare bene la glicemia. L’iperglicemia causa un aumento degli zuccheri presenti nelle urine, l’urina ricca di zuccheri che entra in contatto con il glande e il prepuzio crea un ambiente favorevole alla proliferazione dei lieviti e dei batteri, quindi chi soffre di diabete non adeguatamente controllato ha maggiori difficoltà a combattere le infezioni.

Se il disturbo è ricorrente, può essere causato da un’infezione da lieviti (candida) trasmessa e ritrasmessa tra i partner durante i rapporti (effetto ping-pong).

Sintomi

Tra i sintomi della balanite ricordiamo:

  • Eruzione cutanea rossastra e infiammata sul pene o sotto il prepuzio,
  • Prurito o bruciore nella zona colpita,
  • Perdite biancastre, grumose o giallastre dalla pelle colpita o dal prepuzio.

Durata

La maggior parte dei casi di balanite reagisce alla terapia entro tre, cinque giorni.

Quando rivolgersi al medico

Contattate il medico se:

  • Soffrite di balanite che non risponde alle normali pratiche igieniche né ai farmaci antimicotici senza ricetta.
  • Il farmaco prescritto sembra inefficace.
  • La balanite continua a ripresentarsi.
  • Soffrite di diabete. La balanite, infatti, può essere un segnale di problemi di controllo del glucosio.

Diagnosi

Il medico di solito è in grado di riconoscere la balanite con un semplice esame visivo, in alcuni casi può essere necessario prelevare un tampone o un campione di pelle da esaminare al microscopio o da inviare in laboratorio per ulteriori esami che confermino la diagnosi.

Se la balanite non risponde alla terapia, oppure presenta caratteristiche diverse da quelle di un’infezione tipica, il medico può consigliarvi di farvi visitare da un dermatologo (specialista di malattie della pelle) o di effettuare una biopsia della pelle. Durante la biopsia sarà prelevato un piccolo campione di pelle che successivamente sarà esaminato in laboratorio. La biopsia serve per capire se i sintomi sono causati da un’infezione o da un disturbo dermatologico meno comune.

Cura e terapia

Il tipo di terapia dipende dalla causa del disturbo.

Se il problema è causato da un’infezione da lieviti, vi verrà prescritta una crema antimicotica. Il clotrimazolo è un farmaco molto efficace, disponibile in farmacia senza ricetta, ed è anche impiegato per curare la candida vaginale e il piede d’atleta. Applicatelo sulla zona colpita due o tre volte al giorno per dieci giorni. Il medico potrà anche prescrivervi una terapia antimicotica più potente, per uso topico (in crema) o orale.

Se l’infezione è di origine batterica, vi verrà prescritta una crema antibiotica e dovrete pulire bene la zona colpita. In alcuni casi potrebbero essere necessari degli antibiotici per uso orale.

Se la pelle è infiammata ma non infetta, dovrete tenerla asciutta e pulita ed evitare i saponi o i prodotti che potrebbero aggravare il disturbo. In alcuni pazienti una crema a base di cortisone può aiutare a risolvere il problema più velocemente, tuttavia il cortisone può far peggiorare alcuni tipi di infezione, quindi è meglio non usarlo a meno che non sia stato prescritto dal medico.

Spesso la circoncisione può essere utile per prevenire le infezioni ricorrenti, soprattutto negli uomini non circoncisi che hanno un prepuzio stretto e difficile da tirare indietro. Una volta iniziata la terapia, di norma è possibile avere rapporti, ma i contatti sessuali possono irritare o infiammare la zona colpita. Più raramente il contatto sessuale può causare l’effetto ping-pong, cioè la reinfezione continua tra i partner: in questo caso, entrambi i partner devono sottoporsi contemporaneamente alla terapia, per prevenire le ricadute.

Prevenzione

Chi non è circonciso dovrebbe fare particolare attenzione all’igiene intima, ad esempio ricordandosi di ritrarre completamente il prepuzio.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. ale

    mi scusi, una domanda: micosi ed hiv non sono ovviamente in correlazione giusto? Mi sta consigliando il test, avendo avuto un rapporto non protetto (non perche ci sia il rischio di contagio, avendo contratto io una micosi)?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Assolutamente no, sono del tutto indipendenti.
      2. Esatto, le sto consigliando il test perchè ha avuto un rapporto non protetto a prescindere da qualsiasi altro disturbo (che IPOTIZZIAMO possa essere una micosi).

  2. Anonimo

    Buongiorno dottore, mi capita ogni tanto di avere prurito (non esagerato) e un pò di rossore sul glande. Non ho altri sintomi ne perdite. Raramente ho piccole perdite maleodoranti (puzzo di pesce per intederci) ma non in relazione al bruciore / rossore. Potrebbe trattarsi di candida? O può dipendere dai saponi intimi / bagno schiuma ecc ecc?

    Grazie

    1. Anonimo

      Se può essere utile ho dimenticato di dire che ho fatto qualche giorno fa l’esame delle urine e sono risultate perfette

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un po’ di balanite, non trascuri il problema e lo sottoponga al medico.

  3. Anonimo

    Salve! Sono un ragazzo di 23 anni e da 1 mese circa ho avuto 2 volte l’arrossamente sulla parte iniziale del glande con bruciore e calore. La seconda volta è proprio da 2 giorni che ce l’ho. Premetto che ho la fimosi, quindi non riesco a scoprire il glande per cui vedo arrossata solo la parte della punta per quel che posso vedere. So che dovrei fare la circoncisione ma ho un po’ di paura. Un po’ di settimane fa ho fatto esame urine ed era tutto apposto, eccetto rari leucociti ma il medico mi ha tranquillizzato su questo prescrivendomi comunque un esame di urinocoltura e analisi del sangue, richiesti da me. Questo arrossamento cosa potrebbe essere? Sono un tipo abbastanza ansioso e ho paura che possa avere il tumore al pene

  4. Anonimo

    Aggiungo inoltre che sto cercando di non lavarmi in questi giorni il pene con bagnoschiuma o sapone, ma solo con acqua abbondante perché non so se usando sapone o bagnoschiuma peggioro la situazione

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è alcun motivo di pensare ad un tumore, ma il discorso fimosi va affrontato perchè impedisce una corretta igiene intima (che andrebbe sempre fatta con un detergente intimo, l’acqua da sola non basta).

  5. Anonimo

    La ringrazio! Per l’igiene intima non va bene un normale bagnoschiuma? Per quanto riguarda la fimosi, so che devo risolvere il problema e l’unico modo è la circoncisione..il mio problema è che ho paura e mi vergogno. Secondo lei questo arrossamento cos’è e a cosa è dovuto? Grazie per la gentilezza

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. No, ne usi uno intimo (sono più delicati ed adatti alle mucose infiammate).
      2. Potrebbe essere dovuta al ristagno di sostanze di scarto sotto il prepuzione, ma potrebbe anche non essere nulla di significativo.

  6. Anonimo

    Grazie! Che detergente mi consiglia? Non sono molto esperto in materia. Poi va usato sia per il pene che per l’ano? Io al momento mi stavo lavando con il Vidal Sensitive Bagno dermoprotettivo Talco Liquido

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Uno qualsiasi per l’igiene intima, meglio se specifico per uomo ma non è indispensabile.

  7. Anonimo

    Ho letto su internet che i detergenti più gettonati sono Sagella e Neutromed ovviamente per uomo. Uno dei due andrebbe bene?

  8. Anonimo

    E poi che PH deve avere? Per esempi di Saugella c’è PH 5.5 e PH fisiologico

  9. Anonimo

    E un’altra cosa: il detergente intimo si usa sia sul glande che sulla pelle del pene che lo ricopre?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Saugella uomo va benissimo, lo può usare per tutta la zona genitale ed anale.

    2. Anonimo

      Perfetto, quindi anche sulla pelle del pene che ricopre il glande.
      Ma il PH dev’essere 5.5 o fisiologico?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì.
      2. Troverà valori leggermente differenti da un prodotto all’altro, ma stando su detergenti specifici in genere non si sbaglia comunque.

    4. Anonimo

      La ringrazio!
      Siccome sono orientato per Saugella Uomo per questo chiedevo se PH 5.5 o PH fisiologico perché Saugella li ha entrambi e vorrei sapere quale mi conviene prendere

    5. Anonimo

      La ringrazio! Stamattina l’ho usato per la prima volta. Mi consiglia di usarlo ogni giorno mattina e sera?

    6. Dr. Cimurro (farmacista)

      Una volta al giorno è sufficiente, ma se adesso che è infiammato può lavarsi due volte è meglio ancora.

    7. Anonimo

      Grazie! Ho notato che dopo essermi lavato il pene con Saugella Uomo, avverto una forte sensazione di bruciore che poi si attenua dopo almeno una mezz’oretta. È normale?

    8. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è molto infiammata la mucosa, ma domani verifichi comunque con il medico.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere una leggera balanopostite, verifichi con il medico.

    2. Anonimo

      Purtroppo sono fuori per gli studi. In questi giorni sto notando che la penne del pene che ricopre il glande è screpolata e rugosa. Intendo la parte della pelle superiore dove esce la pipì. E anche la parte iniziale del glande che riesco a scoprire, dove c’è il meato uretrale, presenta secchezza, rugosità e screpolatura. Questo nonostante stia prendendo da qualche giorno Saugella Uomo, anzi sembra che prendendolo sia insorta o peggiorata. Mi devo preoccupare seriamente? Ho molto paura

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è assolutamente motivo di preoccuparsi, ma a questo punto raccomando una visita per una diagnosi esatta.

    4. Anonimo

      Capisco! Secondo lei a cosa è dovuta quella screpolatura e ruguezza della pelle iniziale del pene e del glande? Continuo a usare Saugella? Le segnalo che mi sembra che la screpolatura sia più evidente quando il pene si eccita, quindi quando poi torna normale vedo più rughezza. Consideri che sto evitando di masturbarmi da almeno 2 settimane per evitare infiammazioni ecc. Sbaglio? Grazie della pazienza!

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Continui con Saugella.
      2. Probabilmente una leggera balanite, se così fosse non sarebbe nulla di preoccupante.
      3. Bene non esagerare, ma una completa astinenza non è indispensabile.

    6. Anonimo

      Grazie!
      Vorrei chiederle 2 ultime cose:
      1. Quante volte mi consiglia di masturbarmi? Una volta a settimana?
      2. Quando devo fare la masturbazione, Saugella lo uso prima e dopo la masturbazione o solo dopo?
      Grazie davvero!

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Qui entriamo su abitudini personali, dal punto di vista medico posso solo consigliarle che è sufficiente evitare di esagerare.
      È sufficiente dopo.

      Rinnovo l’invito a sottoporre al medico il problema per una completa risoluzione.

    8. Anonimo

      Grazie! Comunque segnalo che usando Saugella anche le mani (i palmi) mi si seccano un pò. Quindi credo sia proprio Saugella. Può essere?

    9. Anonimo

      Salve volevo informarla che poco fa mi sono masturbato e ora ho un bruciore terribile e fortissimo con arrossamento del meato uretrale è un po’ del glande. Ma è il bruciore che è atroce è insostenibile. Ho paura, non so che fare

    10. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si faccia prendere dal panico, non c’è motivo, ma è anche per questo che mi ero raccomandato di parlarne con il medico; se i sintomi sono severi si rivolga con fiducia alla guardia medica.

    11. Anonimo

      È che prima di masturbarmi stavo abbastanza bene. Comunque ho bevuto moltissima acqua e quindi fatta tanta pipì e il bruciore è diminuito anche se è sempre presente

    12. Anonimo

      Le volevo segnalare che il bruciore mi è assolutamente passato. Rimane sulla pelle del pene screpolatura e rugosità e anche sulla pelle dei testicoli. Io credo sia proprio Saugella perché lo uso sia per il pene, testicoli e ano. E da quando lo uso giornalmente ho quest’effetto di rugosità sia sulla pelle del pene che su quella dei testicoli

    13. Anonimo

      L’unica cosa che mi viene in mente è che forse ne metto un po’ troppo e ciò mi ha causato questa secchezza altrimenti non saprei. Io in pratica lo metto sulle mani bagnate e lo uso

    14. Anonimo

      Ho letto su internet che per la secchezza, screpolatura o rugosità della pelle del pene esterna si potrebbe usare o la crema Nivea che si usa per le mani o Man1 Uomo Olio. Lei cosa mi dice?

    15. Dr. Cimurro (farmacista)

      Continuo a pensare che sarebbe opportuna una visita medica, serve una diagnosi certa e non procedere per tentativi.

    16. Anonimo

      Io sono fuori per lavoro e ho degli orari molto limitati per una visita al momento per quello chiedevo una soluzione temporanea che possa funzionare. Comunque quando il pene è flaccido e quindi non in erezione si nota la forte rugosità e screpolatura perché la pelle tende a scendere come se fosse in eccesso mi sembra, mentre quando è in erezione non si nota. Per quello pensavo a qualche crema

    17. Anonimo

      Prima avevo sospetto di balanite per cui ho iniziato a prendere Saugella Uomo e da lì ho notato la comparsa di secchezza e rugosità. Non so se è un caso però è andata così.

    18. Anonimo

      Magari applicare una crema idratante può migliorare la situazione. Ne ha qualcuna da consigliarmi?

    19. Dr. Cimurro (farmacista)

      Come le ho detto a mio avviso serve una diagnosi, serve capire se e cosa ci sia.

    20. Anonimo

      Lo capisco però al momento non ho il tempo materiale per farmi visitare, per questo chiedevo una soluzione per vedere se migliora qualcosa

    21. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo sarebbe come se mi dicesse “La macchina fa un rumore strano, cosa faccio per aggiustarla?”; in questi casi senza una diagnosi certa non è possibile scegliere cosa usare.

    22. Anonimo

      Volevo segnalarle che nel basso pene, credo si chiami asta, la pelle si sta spellando e verso sinistra, nella parte evidentemente già spellata, la pelle è liscia e ha un colore che mi sembra bianco-rosa. Può essere lichen?

    23. Dr. Cimurro (farmacista)

      In prima battuta più probabile un po’ di balanite, ma raccomando di verificare con il medico.

    24. Anonimo

      La ringrazio! Un’amico mi ha consigliato di prendere il burro di karitè. Semplicemente mi sembra strano che la pelle si stia spellando e ci sia da una parte un colore diverso e la pelle rugosa e molto screpolata

    25. Anonimo

      E un’altra cosa: Saugella Uomo continuo ad usarlo anche sulla sulla pelle del pene, nonostante queste screpolazioni, rugosità e spellature? Perché ho l’impressione che Saugella mi abbia causato questo

    26. Anonimo

      Magari per il glande continuo ad usarlo, però per la pelle del pene potrei usare il bagnoschiuma che ho ed è Vidal Muschio Bianco neutro. Che dice?

    27. Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente userei solo prodotti specifici per l’igiene intima.

    28. Anonimo

      Okay allora continuo a prendere Saugella Uomo magari in piccole quantità anche per la pelle del pene. Magari subito dopo applicare il burro di karitè per la pelle per le screpolature, rugosità e spellature

    29. Anonimo

      Io il Saugella lo metto sulle dita della mano, metto un poco di acqua e poi lo applico su pene e glande. E poi infine sciacquo per bene. È corretto?

    30. Anonimo

      Oggi ho ritirato risultato analisi di sangue e urine e nelle urine è stata riscontrata presenza di 5-10 leucociti per campo, presenza di batteri. Infine Urincoltura risultata positiva con Klebsiella pneumoniae con carica microbica 10^6 UFC/ML
      Sotto ci sono i vari antibiotici. Lunedì andrò dal mio medico per parlarne.
      Ho letto che questo ceppo è pericicoloso e può portare alla morte, sono molto preoccupato.

    31. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si spaventi, l’importante è averlo rilevato per poter iniziare la cura. Se possibile cercherei di sentirlo domani.

    32. Anonimo

      Lei mi conferma che è pericoloso? L’ho sentito già oggi e mi ha prescritto Unixime cpr dispersibili, 1 compressa al giorno per 7 giorni. Giusta secondo lei?

    33. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è più pericolosa di altre infezioni del tratto urinario, al limite talvolta può essere più ostica da risolvere; benissimo l’antibiotico.

    34. Anonimo

      La ringrazio! Sono un po’ preoccupato e ansioso ma speriamo bene! Secondo lei passerà con questo antibiotico? La carica microbica è molto alta?

    35. Anonimo

      Bene, oggi il medico mi fa la ricetta. L’antibiotico mi conviene prenderlo prima o dopo i pasti? Mi conviene prendere anche fermenti lattici, tipo Puraflor, per proteggere la flora intestinale dall’antibiotico?

    36. Anonimo

      Ma secondo lei come mi è venuta questa infezione? Perché ho letto che si prende soprattutto negli ospedali per cui non riesco a spiegarmi come l’abbia presa

    37. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Indifferentemente dai pasti, ma sempre alla stessa ora.
      2. Sì, utili i fermenti.
      3. Potrebbe essere successo in un bagno pubblico, per esempio.

    38. Anonimo

      I fermenti li uso fino a che non finisco la cura antibiotica? Bagni pubblici non ne ho usati in quest’ultimo periodo. Solo casa mia

    39. Anonimo

      Ho appena preso in farmacia Cefixoral 400 mg compresse dispersibili, l’antibiotico prescritto dal medico. Credo faccia parte del cefixima che faceva parte del mio antibiogramma. Giusto?

    40. Dr. Cimurro (farmacista)

      Unixime e Cefixoral sono equivalenti (entrambi a base di cefixima).

    41. Anonimo

      Perfetto quindi corretta la terapia antibiotica? Prima il medico mi parlò di Unixime, poi sulla ricetta ho visto che era Cefixoral avevo paura si fosse sbagliato

    42. Anonimo

      Salve. Ricorda che le avevo parlato dello spellamento che ho sulla pelle del mio pene e sul testicolo destro? Bene la spellatura sta continuando e noto, da sotto, che è come se stesse nascendo nuova pelle di colore diverso, più sul rosa chiaro. Come quando ti spelli per l’abbronzatura o meglio quando hai una ferita che si rimargina con pelle nuova. Questo sta accadendo ad alcune parti della pelle del mio pene mentre in altre continua la spellatura. Mentre sul testicolo destro pure noto spellature con pelle raggrinzita come sul pene. Spero di essermi spiegato bene. Sto applicando da qualche giorno il burro di karitè. Secondo lei cosa può essere? È grave?

    43. Dr. Cimurro (farmacista)

      Magari un po’ di balanite, utile verificare con il medico.

    44. Anonimo

      Prima infatti avevo sospetto di balanite in quanto avevo arrossamento del glande ma ora ce l’ho di meno. Le spellature con nascita di nuova pelle possono essere legate ad una reazione ad una infiammazione che sta passando? E queste spellature con pelle nuova è una cosa di cui preoccuparsi?

    45. Dr. Cimurro (farmacista)

      È segno di infiammazione, non la trascuri e si rivolga al medico per una diagnosi certa.

    46. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no, ma se trascurata può diventare più ostica e lunga da risolvere.

    47. Anonimo

      Salve, si ricorda di me? Alcune settimane fa avevo fatto esame urine e urinocoltura risultata positiva di Klebsiella Pneumoniae e ho avuto trattamento antibiotico per 1 settimana. Ho rifatto l’urinocoltura che è risultata nuovamente positiva da Pseudomonas Aeruginosa con carica di 10^4 e ho letto su internet che è molto pericolosa e può portare alla morte. Sono preoccupatissimo, a pomeriggio vado dal medico per vedere quale antibiotico prendere. È vero che è molto grave?

    48. Anonimo

      La ringrazio! Ma secondo lei può essere che il detergente intimo sia troppo aggressivo? Uso Saugella Uomo

    49. Anonimo

      Sono andato ieri dal mio medico che mi ha prescritto come antibiotico il Ciproxin Sciroppo, 2 cucchiaini di 250 mg ognuno, da prendere mattina e sera per 7 giorni. Mi ha detto di prenderlo dopo colazione e dopo cena. Su internet però ho letto che sarebbe meglio prenderlo a stomaco vuoto, è vero? Ha sbagliato il mio medico? Inoltre ho letto che sarebbe meglio non assumere latticini e calcio, ma in che senso?

    50. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’antibiotico può essento assunto indipendentemente dai pasti; a colazione e cena deve evitare di consumare latte e latticini.

    51. Anonimo

      Io siccome non digerisco il latte, a colazione prendo sempre latte vegetale di soia, riso o mandorla. Anche quello non dovrei prendere?

    52. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sono da evitare le fonti di calcio, quindi per esempio il latte di soia avrebbe lo stesso problema.

    53. Anonimo

      Ho capito, io purtroppo questi 2 giorni a colazione ho preso il latte di soia. Ho fatto male mannaggia. Quali sono le altre fonti di calcio per esempio?

    54. Dr. Cimurro (farmacista)

      Latte e latticini (e bevande simili, nel suo caso) sono gli unici a cui prestare attenzione.

    55. Anonimo

      Ok, io da oggi a colazione mangio brioche e fette biscottate con marmellata. Credo vada bene vero?

    56. Anonimo

      Ma queste infezioni possono essere causate dalle frequenti balaniti che ho? O non c’entra nulla?

    57. Anonimo

      La ringrazio, ma mi sembra strano che balaniti possano portare intenzioni urinarie. Spero non sia così

    58. Dr. Cimurro (farmacista)

      Una balanite è un’infezione, se di tipo batterico la presenza dei batteri nei pressi dell’uretra può favorire la comparsa della cistite.

    59. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non si preoccupi e continui regolarmente la terapia.

    60. Anonimo

      Okay spero che passi con questo antibiotico visto che il precedente non ha fatto effetto

  10. Giorgio

    Io ho sul prepuzio dei puntini bianchi
    Cosa potrebbe essere
    Ps si vedono solo quando il pene è retto…
    Cordiali saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbero essere papule perlacee peniene e, nel caso, sarebbero assolutamente innocue; ovviamente è da verificare con il medico.

    2. Anonimo

      Scusi se la disturbo ancora ma sto iniziando ad avere dei dolori intensi ai testicoli e alla schiena in basso e anche ad entrambe le fosse iliache, queste al tatto. Ho palpato i testicoli e mi fanno male e nel tratto iniziale del testicolo sento come se ci fossero delle vene ingrossate con delle palline. Cosa può essere? Sono molto ansioso e preoccupato

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere varicocele, ma raccomando di verificare con un medico; se il dolore diventasse molto forte si rivolga al PS.

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senza una diagnosi esatta temo che sia impossibile rispondere, mi dispiace.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      È possibile, ma va verificato con il medico (solo attraverso la visita sarà possibile formulare una diagnosi).

  11. Erin

    Salve,
    Ho la parte al di sopra la corona del glande arrosata, inoltre la corona del glande è di colore viola. Spesso poi trovo una sostanza biancastra in questa zona. Il medico ha visitato il mio pene perché avevo un’infezione alle urine quindi ho esposto il problema, ma mi ha detto che era normale (non ha visto la corona del glande viola). Mi ha dato Gentalyn comunque, ma non sono sicuro funzioni. Non riesco a spalmarlo bene perché comunque mi provoca un po’ di dolore toccare quella parte visto che non sono circonciso. Secondo lei cosa devo fare? Spalmo bene anche sulla zona viola oppure solo sulla zona rossa? Dopo quanto posso accorgermi che la cura sta funzionando? In caso devo tornare dla medico?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Questa potrebbe essere una delle cause che porta alla formazione di smegma (la sostanza bianca di cui parla) che peggiora ulteriormente l’infiammazione/infezione.

      Continui con fiducia la cura prescritta.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Risolverà sicuramente; continui con la cura prescritta, se non dovesse essere sufficiente il medico la modificherà di conseguenza.

    3. Anonimo

      Le volevo chiedere un’altra cosa: volevo provare ad usare un altro detergente intimo, a parte il Saugella. Ho letto in giro del Sapone Marsiglia per l’igiene intima maschile. Me lo consiglia?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non proceda per tentativi, quello che le serve è una diagnosi.

  12. JeyJey

    Salve dottore, ho trovato molto interessante il suo articolo, e credo di ritrovarmi nei sintomi descritti… Circa due settimane fa ho avuto un rapporto omosessuale (soltanto orale reciproco) e già dal giorno dopo ho iniziato ad avvertire bruciore e prurito sul prepuzio… Dal giorno ancora successivo ho notato la comparsa di evidente infiammazione (e leggero gonfiore) della pelle del prepuzio, con la comparsa di sostanza grumosa biancastra tra lo stesso prepuzio e il glande… La mia supposizione è che il mio partner (con la barba) abbia causato qualche microferita che possa aver facilitato la balanite… Dubito che sia altro, visto che prima di quella volta non avevo avuto rapporti (di nessun tipo) da parecchi mesi, e se lui avesse avuto qualche virus o batterio contagioso nel suo cavo orale avrebbe dovuto trasmettermelo anche nel mio cavo orale visti i baci profondi che ci siamo scambiati (e nel mio cavo orale non ho notato nessun cambiamento, nè visivamente nè a livello di sensazione)… Vista la lunga premessa, secondo lei posso usare il canesten per risolvere il problema della balanite? Preferibilmente in crema o andrebbe bene anche spray?… Grazie per il suo tempo… JeyJey

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Più o meno condivido la sua analisi, non sembra nulla di preoccupante (la sostanza bianca è smegma, segno di infiammazione/infezione), ma non posso avallare l’uso di farmaci, mi dispiace.

    2. JeyJey

      azie per la risposta dottore, capisco perchè non puó consigliare farmaci… Detto questo, faccio una costante puluzia intima, specialmente in questi giorni di e cattivo odore… Crede davvero sia smegma? Prima non si formava… Grazie ancora… JeyJey

  13. Marco

    Ciao,le volevo scrivere perché sono 2 anni circa che ho sempre male al pene quando lo faccio e quando mi masturbo da solo…..ho sempre la parte sopra rossa e la pelle avvolte gonfia sempre in cima…..che cosa potrebbe essere?nn riesco più a farlo con mia morosa è ogni volta per farlo mi tocca usare delle creme come sapone o crema idratante!!in questi giorni avevo pensato di andare da un urologo privatamente o da un dermatologo….lei che cosa mi consiglia?grazie per la risposta

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Dermatologo, per questi disturbi è lo specialista più indicato.

  14. Erin

    Sono di nuovo io. La balanite è passata da almeno una settimana perché il glande si presenta normale. Ma la corona del glande è sempre viola e credo anche che sia gonfia. Di cosa potrebbe trattarsi? Spero non di fimosi.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La fimosi è l’impossibilità di scoprire il glande, ma non posso che ribadire la necessità di una visita medica.

  15. Giuseppe

    Il dermatologo mi ha riscontrato ballanopostite
    Lichen 0/ neoplasia. Sileno balano prepuziale cosi riesco a decifrare la ricetta. Terapia: di obeso o pomata per 30 GG. E detergente Candinet fluido. Dopo 14 GG.ancora nessun risultato di miglioramento cosa mi consigliate di fare?😧

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere si procede ad una rivalutazione con lo stesso specialista.

  16. Anonimo

    Buongiorno avrei bisogno un informazione. Io soffro di una leggera forma di psoriasi guttata sulle braccia,schiena,viso e gambe,il problema xò è un altro:è da un pò di tempo che il glande e prepuzio mi diventano arrossati e secchi,ho già effettuato la visita dermatologica,mi hanno detto di mettere,Travocort,Loicodon,o Advant,sono tutte creme,xò quando le metto sto bene 3/4 giorni ma appena smetto mi ricompare il rossore e secchezza,volevo sapere se esistono creme idratanti x quelle zone,xchè nn mi va di continuare a mettere cortisone
    X quanto riguarda le braccia,schiena,visto e gambe il farmacista mi ha dato un bagno schiuma apposta x la pelle psorisiaca,si chiama Iralfaris,oltre al bagnoschiuma mi ha dato anche lozione corpo e viso,e vedo che funziona xchè le macchie non sono più rosse e le placche nn ci sono più.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, esistono creme idratanti adatte alla zona genitale, ma non posso suggerire farmaci.

  17. Erin

    Non so se si tratti realmente di fimosi. Il pene in erezione non si scopre automaticamente, ma devo aiutarlo io con le mani. Secondo lei è normale? Devo preoccuparmi?

    1. Erin

      Fastidio assolutamente no. Riesco a scoprirlo facilmente quando è a riposo. In erezione mi viene più difficile farlo scorrere sotto la corona del glande. Devo dire che è sempre stato così, ma il colore viola della corona del glande non si era mai presentato.

  18. Anonimo

    Buonasera , da quando una settimana fa mi era comparsa una macchiolina rossa sul glande ho iniziato dei lavaggi giornalieri col bicarbonato di sodio che sembra diano dei risultati immediati, ma sembra cmq che la situazione migliori a fatica e le macchie sono aumentate .. raramente sento prurito e non ho problemi durante la minzione.. prima di andare dal medico di base volevo provare rimedi blandi , volevo provare con Lysoform disinfettante diluito in un bicchiere d’acqua perché ho letto che dovrebbe eliminare eventuali batteri, posso provare o sconsiglia ? (ho avuto un rapporto orale qualche giorno prima che si presentasse il problema)

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non condivido, quello che serve è prima di tutto una diagnosi certa.

  19. Enrico

    Salve dottore, è da qualche giorno che provavo bruciore al glande, a un certo punto ha cominciato a spelarsi, preoccupato chiamo il medico e mi prescrive una crema, pevedone. A oggi due giorni dopo, il fastidio è passato solo che è rosso e lucido. Può essere provocato da un rapporto non protetto con mestruazioni??

    1. Anonimo

      Buonasera dottore, è da 2 giorni che sul mio glande sono apparse macchioline rosse e perdo una sostanza simile a pelle morta biancastra. Ho subito pensato alla balanite visto che quando lo scopro un po’ mi dà fastidio. Lei cosa ne pensa? Volevo un parere suo per poi semmai la situazione dovesse aggravarsi rivolgersi al mio medico

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, condivido la sua ipotesi, e per questo ritengo indispensabile la visita medica.

    3. Anonimo

      Grazie dottore per la sua risposta aspetto un altro giorno per vedere se migliora altrimenti vado dal medico

  20. Ignazio

    B giorno Dott.Cimurro.e da mesi ke ciò un problema al pene gonfiore all testa e problemi di fare sesso ke ogni volta ke lo faccio CN la mia metà mi formano delle crepette e mi fanno male ke mi costringe di staccare il rapporto sessuale.ke farmaco mi consigli???? Andibitico o altro? O c’è una cura specifica??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Prima di tutto visita medica, è indispensabile una diagnosi.

  21. Anonimo

    dottore sono un ragazzo di 16 anni…pochi giorni fa sono riuscito a scappellarmi per la prima volta il pene..oggi scappellandolo fino in fondo ho notato che la corona del glande è color viola, inoltre sul prepuzio vedo dei residui bianchi che sembrano appiccicosi..oggi ho provato a toglierli riuscendoci piu o meno…comunque vedo dei residui bianchi che rimangono sul prepuzio e non so se sia proprio cosi la pelle oppure qualcos’altro…premetto che non ho mai avuto rapporti sessuali, riguardo all’igiene intima non ero molto costante, a volte capitava che saltassi 1 giorno, forse anche 2…lei crede che potrebbe esserci qualche infezione? poi vedo anche che il frenulo sembra arrossato e talvolta brucia un po’…lei che ne dice? devo preoccuparmi?

    1. Anonimo

      inoltre il glande non l’avevo mai pulito completamente in quanto sono riuscito da poco a tirarlo giu

    2. Anonimo

      grazie ma l’avevo gia vista questa pagina..io volevo un suo parere personale, se non la disturba

  22. Milord

    Salve dottore, volevo chiederle cortesemente una considerazione riguardo al fatto che cambiando bagnoschiuma una sera che mi sono fatto la doccia la mattina mi sono svegliato con il pene spellato come quando si ha una scottatura al sole. Passata la spellatura sono usciti piccoli puntini bianchi che sembrano di pelle tutt’intorno alla corona del glande e il glande sembra essersi deformato tendente a rimpicciolirsi leggermente. Non ho sintomi di nessun genere, ne prurito, ne bruciore, ne fastidi. L’urinocoltura non ha dato luogo a sviluppo di flora microbica. Il medico mi ha prescritto travocort crema e un sapone medico ma la situazione non è cambiata. Cosa pensa che sia? Cosa mi consiglia? Dovrò abituarmi all’idea che puntini e glande resteranno così?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere balanite, ma senza vedere è come tirare ad indovinare; farei nuovamente il punto con il medico.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sembra di no, ma purtroppo la situazione è troppo vaga per poterle dare risposte certe.

    3. MATTIA

      SALVE DOTT.CIMURRO SONO MATTIA HO DA UN PO DI TEMPO DELLE COSE ROSSE SUL GLANDE ,E 3 GIORNI FA MI SONO ACCORTO CHE IL GLANDE ERA ASCIUTTO .. COSA POTREBBE ESSERE BALANTITE O CANDIDA ??

    4. MATTIA

      HO NOTATO ANCHE GIORNI FA DELLE SPELLATURE SUL PREPURZIO … SPERO SIA SOLO CANDIDA TRANQUILLA NON SONO CIRCONCISO MIO NONNO HA IL DIABETE QUINDI PENSO SIA ANCHE POTREI ESSERE A RISCHIO E FORSE E’ QUELLA LA CAUSA MA NON SAPREI ASPETTO SUE NOTIZIE …

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe anche non essere nulla, magari solo un po’ di irritazione, ma è solo attraverso la visita medica che si potrà averne la certezza.

    6. Mattia

      Quindi cosa mi consiglierebbe di fare io ho una vergogna assurda su queste cose non vorrei neanche dirlo ai miei mi vergogno troppo

    7. Dr. Cimurro (farmacista)

      Puoi rivolgerti con fiducia in consultorio se non te la senti di parlarne al tuo medico, ma non c’è davvero nulla di cui vergognarsi.

    1. Mattia

      Le dico subito che sto lavorando troppo questo perio ho capito la causa grazie mille dotto buonagiornata

    1. Anonimo

      Salve dottore mi fa male il allinizio prudito genitali glade cosa puo essere si e spellato e ora incomincio a sentire dolore cosa puo essere candida

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente balanopostite, non la trascuri e si rivolga al medico.

  23. Anonimo

    Dottore sono sempre io posso fare gli schiaqui con amukinmed il 6 dovrei fare il tampone del glade puo seccedere qualcosa potrei agravare la balanopostite

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Lo valuti con il medico, potrebbe mascherare l’eventuale infezione.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.