Balanite: sintomi, cura e cause

Ultimo Aggiornamento: 1298 giorni

Introduzione

La balanite è un’infezione od infiammazione della pelle della sommità del pene (glande). Negli uomini non circoncisi, la zona è coperta da una striscia di pelle, il prepuzio. La balanite può colpire sia gli uomini circoncisi sia quelli non circoncisi, con una maggiore frequenza in questi ultimi. I ragazzi in generale si ammalano solo se il prepuzio è molto stretto e difficile da tirare indietro.

Cause

La balanite può essere causata da diverse infezioni e malattie della pelle, tra cui ricordiamo:

  • Infezioni da lieviti (Candida) o da batteri che vivono sulla pelle. Sono la causa più frequente.
  • Infezioni a trasmissione sessuale, come l’herpes genitale,
  • Irritazione della pelle, causata dal sapone, dai detergenti o dalle creme spermicide,
  • Malattie benigne della pelle, come la psoriasi,
  • Alcuni tipi di tumore alla pelle (molto rari).

In teoria tutti gli uomini possono ammalarsi, però il disturbo si manifesta con maggior frequenza in chi ha il prepuzio stretto, difficile da tirare indietro e tra chi non fa abbastanza attenzione all’igiene intima. Il diabete può far aumentare il rischio, soprattutto se non si riesce a controllare bene la glicemia. L’iperglicemia causa un aumento degli zuccheri presenti nelle urine, l’urina ricca di zuccheri che entra in contatto con il glande e il prepuzio crea un ambiente favorevole alla proliferazione dei lieviti e dei batteri, quindi chi soffre di diabete non adeguatamente controllato ha maggiori difficoltà a combattere le infezioni.

Se il disturbo è ricorrente, può essere causato da un’infezione da lieviti (candida) trasmessa e ritrasmessa tra i partner durante i rapporti (effetto ping-pong).

Sintomi

Tra i sintomi della balanite ricordiamo:

  • Eruzione cutanea rossastra e infiammata sul pene o sotto il prepuzio,
  • Prurito o bruciore nella zona colpita,
  • Perdite biancastre, grumose o giallastre dalla pelle colpita o dal prepuzio.

Durata

La maggior parte dei casi di balanite reagisce alla terapia entro tre, cinque giorni.

Quando rivolgersi al medico

Contattate il medico se:

  • Soffrite di balanite che non risponde alle normali pratiche igieniche né ai farmaci antimicotici senza ricetta.
  • Il farmaco prescritto sembra inefficace.
  • La balanite continua a ripresentarsi.
  • Soffrite di diabete. La balanite, infatti, può essere un segnale di problemi di controllo del glucosio.

Diagnosi

Il medico di solito è in grado di riconoscere la balanite con un semplice esame visivo, in alcuni casi può essere necessario prelevare un tampone o un campione di pelle da esaminare al microscopio o da inviare in laboratorio per ulteriori esami che confermino la diagnosi.

Se la balanite non risponde alla terapia, oppure presenta caratteristiche diverse da quelle di un’infezione tipica, il medico può consigliarvi di farvi visitare da un dermatologo (specialista di malattie della pelle) o di effettuare una biopsia della pelle. Durante la biopsia sarà prelevato un piccolo campione di pelle che successivamente sarà esaminato in laboratorio. La biopsia serve per capire se i sintomi sono causati da un’infezione o da un disturbo dermatologico meno comune.

Cura e terapia

Il tipo di terapia dipende dalla causa del disturbo.

Se il problema è causato da un’infezione da lieviti, vi verrà prescritta una crema antimicotica. Il clotrimazolo è un farmaco molto efficace, disponibile in farmacia senza ricetta, ed è anche impiegato per curare la candida vaginale e il piede d’atleta. Applicatelo sulla zona colpita due o tre volte al giorno per dieci giorni. Il medico potrà anche prescrivervi una terapia antimicotica più potente, per uso topico (in crema) o orale.

Se l’infezione è di origine batterica, vi verrà prescritta una crema antibiotica e dovrete pulire bene la zona colpita. In alcuni casi potrebbero essere necessari degli antibiotici per uso orale.

Se la pelle è infiammata ma non infetta, dovrete tenerla asciutta e pulita ed evitare i saponi o i prodotti che potrebbero aggravare il disturbo. In alcuni pazienti una crema a base di cortisone può aiutare a risolvere il problema più velocemente, tuttavia il cortisone può far peggiorare alcuni tipi di infezione, quindi è meglio non usarlo a meno che non sia stato prescritto dal medico.

Spesso la circoncisione può essere utile per prevenire le infezioni ricorrenti, soprattutto negli uomini non circoncisi che hanno un prepuzio stretto e difficile da tirare indietro. Una volta iniziata la terapia, di norma è possibile avere rapporti, ma i contatti sessuali possono irritare o infiammare la zona colpita. Più raramente il contatto sessuale può causare l’effetto ping-pong, cioè la reinfezione continua tra i partner: in questo caso, entrambi i partner devono sottoporsi contemporaneamente alla terapia, per prevenire le ricadute.

Prevenzione

Chi non è circonciso dovrebbe fare particolare attenzione all’igiene intima, ad esempio ricordandosi di ritrarre completamente il prepuzio.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. cosimo

    Se qualcuno legge questo annuncio, prova come o fatto io. Avevo delle macchie rosse sul glande con prurito, ho provato qualche pomata senza risultati. Per caso o provato a fare dei lavaggi con acqua ossigenata, precisamente cotone imbevuto di acqua ossigenata, problema risolto.

  2. Anonimo

    Salve dottore, dopo qualche ora che ho fatto il bagno, tirando indietro il prepuzio ho visto dello smegma e l’uretra infiammata, avverto una sensazione di bruciore in quella zona.
    Questa cosa è ricorrente per via dei detergenti che uso pero allo stesso tempo non posso usare solo acqua per l’igiene intima quindi lei che mi consiglia?
    Ci sono detergenti specifici?
    Tutte le motivazioni che le ho fornito possono far pensare ad una balanite?
    Non ho mai usato farmaci, come mi veniva andava via dopo qualche giorno

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, ci sono detergenti specifici per l’igiene intima maschile.
      2. A questo punto è a mio avviso consigliabile una visita medica, potrebbe essere una balanite.

  3. Anonimo

    ok scusi ma è schiumoso o devo applicarlo manualmente?
    perchè avendo il glande sensibile, mi limito a far scendere la schiuma del detergente e poi passare acqua tiepida

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È un sapone liquido, dovrebbe cercare con delicatezza di massaggiare la mucosa per permettere una corretta pulizia.

  4. massimo

    Salve dottore ho questo tipo di problema…cosa devo fare,a me sembra irritato xk mi pizzica tanto…

  5. massimo

    Qualche cura che mi puo dare…e un po screpolata e rossa..puzzica a volte ma tanto apparte la visita cosa mi coangilia di fare

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che non posso prescrivere farmaci, senza una diagnosi sarebbe comunque impossibile.

  6. massimo

    Ma il medico anke se minorenne 17 anni deve mantere il segreto profesaionale a qualsiasi eta?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Si rivolga in consultorio se c’è questo problema.

  7. sam

    salve dottore.. premetto che ho gia effettuato la visita sia dal medico di famiglia che dalla guardia medica , e il risultato è stato sospetta banalite. praticamente sul glande appena sopra il prepuzio mi si è presentata una sorta di bolla e utilizzo saugella ha delle perdite di liquido bianco ma resta sempre bella piena come se non fosse mai scoppiata, e sono comparse lungo tutta la zona genitale delle specie di porretti tutti quasi insieme, e ho prurito lungo tutto il condotto uretrale.. ciò che mi chiedo è se sia pericolosa ho comunque sia avere effetti duraturi nel tempo. ho già una visita urologica prenotata ma vorrei qualche consiglio in più. grazie per la cortese attenzione in attesa di risposta le porgo i miei disti saluti.

    Sam

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      No, in genere non è pericolosa a patto che non venga trascurata troppo a lungo. Raccomando di proteggere con il preservativo eventuali rapporti.

  8. nicola

    Salve dott ieri ho fatto l amore con la mia ragazza in un bosco ora mi sono ritrovato con degli sfoghi sul pene cosa può essere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Prurito?
      La sua ragazza accusa qualche sintomo?
      È stato usato il preservativo?

  9. nicola

    Si pure a lei gli sono venuti degli sfoghi sul sedere gli hanno che è dermatite comunque si ho prurito non tantissimo pero

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere una reazione allergica a qualche vegetale presente nel bosco, ma non posso purtroppo prescrivere farmaci.

  10. MARCELLO.

    BUONGIORNO.la pelle del mio pene si è ristretta e faccio fatica a tirar fuori il glande x la pulizia che tutte le mattine dedico mi fa male e sento del pizzico anche dopo averlo richiuso,ma la il dolore piu forte è quando il pene va in eccitazione e non riesco a tirar fuori in glande.COSA POSSO FARE??? GRAZIE

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile una visita medica, potrebbe essere una fimosi.

  11. yjimm 14 06 2014

    sono stato diagnosticato con balanite di un dermatologo un mese fa mie stato arescrito unintimo intimoil euna crema abilast biogel li uso di due volte al giorno da un mese la malatia e pegiorato la machia rossa che prima era cuanto un centesimo sie estesa su tuta la superfice de la testata del pene cosa dvo fare

  12. JIMMI

    mi aspetavo ad un consiliu per cuela che riguarda la cura primavisita lo fato tramtte p.socorso unapuntameno daj CUP ti lo dano dopo 2 mesi vedi lei grasie comunche

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non posso prescrivere alcuna terapia, mi dispiace davvero; nell’attesa eventualmente può fare lavaggi con il bicarbonato.

  13. silvano

    buongiorno dott, fatto l,amore con mia moglie,dopo 2 giorni ho cominciato a sentire prurito e un pò di bruciore ad urinare,dopo 4/5 giorni ho cominciato ad avere perdite,in pratica è un liquido biancastro ed il pene è diventato rosso rosso,sono preuccopato,premetto che nel 2008 ho avuto qualche problema al pene,però il dott, disse che era un pò di riscaldo,curato con crema daktarin,(allora non era ne rosso ne avevo perdite) grazie per la risposta,

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Nulla di cui preoccuparsi, potrebbe essere una leggera infezione; non aspetti troppo tempo e si rivolga con fiducia al medico per la prescrizione della terapia.

  14. Anonimo

    Buongiorno Dottore,
    Sono circonciso e nel complesso ho sempre avuto arrossamenti al glande, circa 1 anno e mezzo fa mi ero deciso ad andare dal dermatologo(quando inizio a desquamarsi), il quale mi ha prescritto 1 olio come cura.
    Lo utilizzai fino a quando arrivò la sua scadenza e poi non lo utilizzai più.
    Nel complesso non era cambiato molto, ho il glande sempre rosso e a volte inizia a squamarsi.
    Il dermatologo ai suoi tempi mi disse che era dovuto al continuo sfregamento del glande sulle mutande.
    Ma quando li chiesi se magari era provocato dai peli mi disse di no e quindi non li tagliai più. (Una volta li tagliavo regolarmente ma poi diventano sempre più duri e fastidiosi)
    Mi chiedevo se ci fosse un modo anche naturale per poter curare il rossore perché onestamente dopo anni e anni ho paura che mi vada a fare chissà cosa lì.
    La ringrazio in anticipo.
    Cordiali Saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In questi casi il passo corretto sarebbe tornare dallo stesso specialista al termine della cura, per dargli modo di valutare l’evoluzione e correggere eventualmente diagnosi e terapia; nel suo caso, dato il tempo trascorso, potrebbe magari sentire il medico di base.

  15. Mimmo

    Buonpomeriggio dottore, premetto che non soffro di nessun tipo di malattia, ma da un pò di tempo a questa parte..alcuni giorni (non sempre), la parte della cappella del mio pene, emana uno strano odore e del liquido giallastro, in modo che fa sembrare asciutta appunto la cappella stessa, cosa devo fare in questo caso ?? devo prendere qualche crema specifica ??il fastidio dura 2/3 gg e poi passa… cosa devo fare ??? grazie in anticipo e buonagiornata :)

    1. Mimmo

      Si uso il detergente intimo tutti i giorni…ma non so proprio a cosa è dovuto questo fastidio..ad esempio oggi ne sento i sintomi…mal odore…liquido giallastro..e prurito… a cosa è dovuto ‘? grazie e buonagiornata

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha avuto rapporti non protetti con soggetti a rischio?

  16. giuseppe

    Buonasera dottore, da qualche tempo ho il glande un po’ arrossato e in mancanza di detergente intimo da uomo, ho usato quello femminile…può essere questo la causa dell’arrossamento? potrebbe essere risolto acquistando saugella uomo? e in che maniera deve essere applicato?
    Grazie della disponibilità

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Saugella Uomo è un detergente intimo che va usato come un normale sapone e poi risciacquato, ma onestamente non credo che risolverebbe; se non passa in modo spontaneo entro qualche giorno raccomando una visita medica.

      Se avesse in casa del bicarbonato può usare quello per lavarsi nel frattempo.

    2. giuseppe

      Visita medica anche dal medico di famiglia o obbligatoriamente dal dermatologo? Potrebbe essere qualcosa di preoccupante?

    3. giuseppe

      scusi ancora il disturbo…stamattina era leggermente gonfio e prima di 10 giorni non posso fare la visita dal medico..cosa mi consiglia?

  17. Antonio

    buona sera dottore,
    da un po di tempo ho degli arrossamenti alla base del glande e, dalle foto che ho visto in giro sono molto simili alla balanite, ho notato che questi arrossamenti aumentano quando mangio molti zuccheri è una mia impressione o potrebbe esserci una connessione? Cosa mi consiglia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Questo legame farebbe pensare ad una candida, ma a prescindere da questo raccomando una visita.

  18. Anonimo

    Ho dei taglietti sul glande ho 17 anni e la cosa mi spaventa un po’ perché non so se é una cosa normale.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Hai avuto rapporti non protetti?
      Altri sintomi come bruciore o fastidio?

  19. Anonimo

    No nessun tipo di rapporto non protetto e sintomi tanto meno. Però credo che la parte del glande sia un po infiammata perché ha un colore molto rossastro. I taglietti si vedono molto di più in erezione.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere una lieve irritazione, forse per secchezza cutanea; raccomando un’accurata igiene intima ed un parere del medico per avere una diagnosi.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.