Balanite: sintomi, cura e cause

Ultimo Aggiornamento: 1205 giorni

Introduzione

La balanite è un’infezione od infiammazione della pelle della sommità del pene (glande). Negli uomini non circoncisi, la zona è coperta da una striscia di pelle, il prepuzio. La balanite può colpire sia gli uomini circoncisi sia quelli non circoncisi, con una maggiore frequenza in questi ultimi. I ragazzi in generale si ammalano solo se il prepuzio è molto stretto e difficile da tirare indietro.

Cause

La balanite può essere causata da diverse infezioni e malattie della pelle, tra cui ricordiamo:

  • Infezioni da lieviti (Candida) o da batteri che vivono sulla pelle. Sono la causa più frequente.
  • Infezioni a trasmissione sessuale, come l’herpes genitale,
  • Irritazione della pelle, causata dal sapone, dai detergenti o dalle creme spermicide,
  • Malattie benigne della pelle, come la psoriasi,
  • Alcuni tipi di tumore alla pelle (molto rari).

In teoria tutti gli uomini possono ammalarsi, però il disturbo si manifesta con maggior frequenza in chi ha il prepuzio stretto, difficile da tirare indietro e tra chi non fa abbastanza attenzione all’igiene intima. Il diabete può far aumentare il rischio, soprattutto se non si riesce a controllare bene la glicemia. L’iperglicemia causa un aumento degli zuccheri presenti nelle urine, l’urina ricca di zuccheri che entra in contatto con il glande e il prepuzio crea un ambiente favorevole alla proliferazione dei lieviti e dei batteri, quindi chi soffre di diabete non adeguatamente controllato ha maggiori difficoltà a combattere le infezioni.

Se il disturbo è ricorrente, può essere causato da un’infezione da lieviti (candida) trasmessa e ritrasmessa tra i partner durante i rapporti (effetto ping-pong).

Sintomi

Tra i sintomi della balanite ricordiamo:

  • Eruzione cutanea rossastra e infiammata sul pene o sotto il prepuzio,
  • Prurito o bruciore nella zona colpita,
  • Perdite biancastre, grumose o giallastre dalla pelle colpita o dal prepuzio.

Durata

La maggior parte dei casi di balanite reagisce alla terapia entro tre, cinque giorni.

Quando rivolgersi al medico

Contattate il medico se:

  • Soffrite di balanite che non risponde alle normali pratiche igieniche né ai farmaci antimicotici senza ricetta.
  • Il farmaco prescritto sembra inefficace.
  • La balanite continua a ripresentarsi.
  • Soffrite di diabete. La balanite, infatti, può essere un segnale di problemi di controllo del glucosio.

Diagnosi

Il medico di solito è in grado di riconoscere la balanite con un semplice esame visivo, in alcuni casi può essere necessario prelevare un tampone o un campione di pelle da esaminare al microscopio o da inviare in laboratorio per ulteriori esami che confermino la diagnosi.

Se la balanite non risponde alla terapia, oppure presenta caratteristiche diverse da quelle di un’infezione tipica, il medico può consigliarvi di farvi visitare da un dermatologo (specialista di malattie della pelle) o di effettuare una biopsia della pelle. Durante la biopsia sarà prelevato un piccolo campione di pelle che successivamente sarà esaminato in laboratorio. La biopsia serve per capire se i sintomi sono causati da un’infezione o da un disturbo dermatologico meno comune.

Cura e terapia

Il tipo di terapia dipende dalla causa del disturbo.

Se il problema è causato da un’infezione da lieviti, vi verrà prescritta una crema antimicotica. Il clotrimazolo è un farmaco molto efficace, disponibile in farmacia senza ricetta, ed è anche impiegato per curare la candida vaginale e il piede d’atleta. Applicatelo sulla zona colpita due o tre volte al giorno per dieci giorni. Il medico potrà anche prescrivervi una terapia antimicotica più potente, per uso topico (in crema) o orale.

Se l’infezione è di origine batterica, vi verrà prescritta una crema antibiotica e dovrete pulire bene la zona colpita. In alcuni casi potrebbero essere necessari degli antibiotici per uso orale.

Se la pelle è infiammata ma non infetta, dovrete tenerla asciutta e pulita ed evitare i saponi o i prodotti che potrebbero aggravare il disturbo. In alcuni pazienti una crema a base di cortisone può aiutare a risolvere il problema più velocemente, tuttavia il cortisone può far peggiorare alcuni tipi di infezione, quindi è meglio non usarlo a meno che non sia stato prescritto dal medico.

Spesso la circoncisione può essere utile per prevenire le infezioni ricorrenti, soprattutto negli uomini non circoncisi che hanno un prepuzio stretto e difficile da tirare indietro. Una volta iniziata la terapia, di norma è possibile avere rapporti, ma i contatti sessuali possono irritare o infiammare la zona colpita. Più raramente il contatto sessuale può causare l’effetto ping-pong, cioè la reinfezione continua tra i partner: in questo caso, entrambi i partner devono sottoporsi contemporaneamente alla terapia, per prevenire le ricadute.

Prevenzione

Chi non è circonciso dovrebbe fare particolare attenzione all’igiene intima, ad esempio ricordandosi di ritrarre completamente il prepuzio.

Traduzione ed integrazione a cura di Elisa Bruno


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Gianni

    Salve, io leggendo i sintomi credo di avere la balanite, dovrei fare un incisione al frenulo ma vivendo all estero trovo difficolta in tutto specie nei farmaci, puô indicarmi quali che faccio fare una spedizione? O mi da i principi attivi. Comunque se metto il cortisone peggiora.. Grazie

  2. mario

    salve io ho due macchie rosse presenti ed una lateralmente sull asta del pene, le altre due sul glande proprio.. nn danno fastidio sn solo rosse a volte sembrano screpolate ma sembrano lucide quasi.. ho preso degli antimicotici ma nn è cambiato niente dovrò fare una visita dermatologica.. ma vorrei sapere cmq cm mai si sn presentate visto che in quel periodo nn ho avuto rapporti..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non tutte le infezioni, ammesso che questa lo sia, sono sessualmente trasmissibili, inoltre esistono alcune patologie che hanno cause diverse.

    2. giacomo

      Sto leggendo da poco notizie inerenti a questi tipi di patologie, ma io ho delle macchioline (2 nello specifico) situate sul glande lateralmente ed una quasi in prossimità dell’orifizio dell’uretra e le ho notate 3-4mesi fa circa, ma essendo un classico “ipocondriaco con la fobia dei medici” ho sempre rimamandato una visita da un possibile urologo/ andrologo che sia…mosso adesso dalla paura (premetto di avere 19 anni, di non essere circonciso e di non aver avuto rapporti sessuali veri e propri se non solo sesso orale con una sola partener pur avendole già, quindi non dopo, ma già mesi prima le avevo) sto incominciando ad avere paura, perchè credevo fosse una cosa piu’ o meno normale e purtroppo si sottavalutano in quanto è difficile che davanti ad un ipotetico caffè esca l’argomento “macchie rosse su pene”!! In ogni caso non sono mai stato un tipo fissato con la pulizia, poichè ai tempi ero capace di lavarmi un giorno si e un giorno no, ma da questi ultimi mesi in modo particolare mi sto lavando sempre…le macchioline non mi danno alcun fastidio, se non il fatto che le vedo e mi infastidisce…Non so se sia un caso isolato o correlato maa 2 volte mi è capitato di scoprire il glande e trovaro una soluzione simile allo sperma “mucosa” sul trasparente (in piccole dosi) che usciva per poi fermarsi dal glande. Insomma sono inpaurito,ed essendo uno studente che studia fuori vorrei poter provare qualche igiene intimo particolare o comunque sia un cremina. In base alla possibile risposta che mi darete io prenderò seri provvedimenti, ma da qualcosa devo pur partire prima di fiondarmi dal medico. mi fido di un vostro parere anche se superficiale, ma che mi indirizzi anche per la possibile visita e da cosa potrei avere :( coordiali saluti

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere nulla; è sufficiente in ogni caso il parere iniziale di un medico di medicina generale, potrebbe non essere assolutamente nulla.

    4. giacomo

      mi scusi se persisto ma non può assolutamente consigliarmi nemmeno un igiene intimo capace “possibilnte” e per sua indiscussa professionalità il problema? Il classico consiglio: “non saprei, prova a lavarti con (tipologia, genere, principio attivo del medesimo), evitando di violare il copyright e tutto ciò che riguarda la pubblicità degli stessi ? Lungi da me forzare a pdere per buono ciò che le dico, e accetterei anche di contattarla in privato se fosse possibile, anche per soli consigli. Accetto e in ogni caso la ringrazio comunque in anticipo a prescinedere dalla risposta.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Lavaggi con acqua e bicarbonato, costa poco, spesso è utile e nel peggiore dei casi non fa nulla.

    6. giacomo

      Grazie per il consiglio. Io sono iscritto alla facoltà di farmacia a messina per questo citavo principi attivi e quant’altro…naturalmente essendo al primo anno ancora tratto solo biologia farmaceutica, chimica generale, e quant’altro, niente di pratico come si suol dire. la ringrazio moltissimo proverò a fare degli sciacqui con acqua tiepida e bicarbonato, magari 2 volte al giorno con igieni intimi piu’ generici, cosi’ da coprire eventuali miceti o virus…Se entro 5-6 giorni non dovessi trovare benefici passerò,scongiurando il caso, alla visita dal medico curante.

  3. Gianguido

    Salve, ho un prepuzio stretto, difficile da tirare indietro! Qualche settimana or sono, mi sono sottoposto ad una biopsia del glande; la diagnosi successiva è stata : Balanite plasmacellulare di Zoon, con lieve displasia epiteliale.
    E’ quindi necessario sottoporsi ad un’intervento circoncisorio o si può evitarlo con una terapia farmacologica? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      A distanza è impossibile rispondere, dipende da quando “danno” è stato fatto dall’infezione e quanto margine di miglioramento c’è.

  4. David

    Salve, io ho seguito una terapia a base di doxiciclina per un problema di cisti esterne che avevo sul collo e verso fine terapia ho cominciato ad accusare i sintomi della candida (secrezioni bianche grumose, pruriti e bruciore urinando) ed ora mi è comparso anche un fastidioso rush pruriginoso sulla coscia destra molto vicino ai genitali. Potrebbe essere balenite? Sono molto lontano dal mio medico curante in questo momento e prima di allarmarmi esageratamente vorrei provare con una crema antimicotica se questo è il caso.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È possibile, ma prima di usare farmaci serve una conferma medica.

  5. Colui

    Salve, circa un anno fa sono stato operato al frenulo, dato che era corto. Dopo qualche mese dall’intervento ho notato che, quando il pene è in erezione, il glande non supera il prepuzio, in pratica il problema è stato risolto in parte. Ho capito che il problema non era il mio frenulo, ma credo che ho una fimosi serrata. Lei crede che sia il caso di circoincidere? Se possibile, gradirei alcune informazioni sulla circoincisione e sulle conseguenze sul pene di quest’ ultima. Inoltre, gradirei consigli su come rimuovere la “sporcizia” che si trova sotto il glande, dato che esso è sensibilissimo e alla minima pressione avverto un forte fastidio. Grazie in anticipo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Se sia necessaria la circoncisione può valutarla solo un medico attraverso la visita.
      2. La sporcizia si chiama smegma e va rimossa scoprendo il glande e sciacquando delicatamente la mucosa; facendolo in modo regolare la sensibilità diminuirà e riuscirà a farlo senza provare fastidio.

  6. gianni

    Ho sempre lavato il glande con saponi in doccia l’ultima volta è rimasto del sapone che wnon ho sciacquato sul glande, ed ora ho i sintomi della balanopostite quali glande arrossato pelle screpolata e prepuzio stretto quali sono i farmaci consigliati?? Naturalmente prima di intervenire con essi ne parlerò anche con il mio medico curante

  7. Anonimo

    salve, in caso di balanite procurata da shampi e detergenti, nel momento in cui mi lavo il pene devo usare solo l’acqua?
    accuso questo problema da 2 giorni oramai

  8. Anonimo

    Salve. Ho 31 anni. È da una decina di giorni che ho problemi al pene, e sono molto preoccupato! Ho del rossore al glande e mi prude lo stesso. E ho delle ferite (piccoli taglietti) sulla pelle esterna del pene,che non mi si rimarginano. I taglietti sono sulla pelle esterna all’estremità del pene. Ancora non ho usato farmaci e non mi sono rivolto a nessuno. Il problema non si risolve. Per cortesia un aiuto ! Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile una visita medica, senza diagnosi non si può valutare cura.

  9. Anonimo

    No doc non ci sono ancora andato dal dottore, conssiderando le possibili cause da lei elencate nell’articolo sono sicuro che è per via dei detergenti.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ammettiamo anche che sia così, ma il medico dovrà valutare se sia presente solo infiammazione o ci sia anche infezione, e nel caso valutare se batterica o micotica.

    1. Anonimo

      caro dottore … nn la stimo affatto ,nn fa altro che dire di andare dal medico … ma xk continua a rispondere se poi la risposta è sempre quella??? cordialità.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che nessuno è obbligato a scrivere, in alcuni casi trovare un parere in attesa di sentire il medico può essere di sollievo, magari anche solo per ridurre i timori o la paura di un problema grave.

      Credo poi di essere in certi casi utile nel dipanare alcuni dubbi relativi alla prevenzione ed alla terapia prescritta dal medico.

      Per il resto purtroppo a distanza non sono possibili diagnosi per ovvie ragioni.

  10. paolino

    Salve! Credo di avere quedto problema perchè mi capita ogni mese circa! Inizio ad avere pruriti, osservando bene la parte superiore del pene è arrossita e ho una specie di liquido (maleodorante) ke compare come se fosse sperma! Mi devo preoccupare o posso andare avanti cosi? Grazie!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Il liquido che compare è smegma e potrebbe essere causa di infezioni; è indispensabile curare il problema perchè può evolvere in complicazioni anche serie.

    2. paolino

      Grazie! Quindi ”basta” curare il problema e dopo di che non si ripresenterá piu?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non è detto che non si ripresenti più, soprattutto se per esempio trascura l’igiene intima.

    4. Anonimo

      Grazie ancora! Ma un ultima cosa! Questo problema puo causare al pene eccitato che non sia eretto piu bene come dovrebbe? O non influisce in questo?

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se trascurato può essere causa di infezioni più severe che possono ripercuotersi anche sull’erezione.

    1. gino

      sono in cura ma prima ho avuto sto rapporto con sta ragazza x quello dottore e misa la presi da unaltra ma da oggi preservativo almeno nn capita più

  11. ivan

    salve ho notato che hom usato bagnoschiuma che avevo nella borsa della palestra da settemebre e lavandomi dopo un giorno mi sono usciti dei piccoli puntini rossi sul glande il primo gg avevo problemi a ritirarm indietro la pelle. sono due giorni che sto usando bustine di euclorina e ora riesco a ritrarre la pelle pero i puntini rossi sono lievemente presenti che devo usare qualche crema??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma senza vedere di persona è impossibile una ipotesi di diagnosi.

  12. Emanuele

    Buongiorno. da un po di tempo ho un punto rosso sul glande che a volte sanguina.tutto ciò. può essere dovuto al prepuzio troppo stretto. il punto non cambia dimensioni ma solo intensità del colore. grazie

    1. Emanuele

      In effetti non è molto facile tirarlo indietro. non dico che provo dolore ma un fastidio sì

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Raccomando una valutazione medica, potrebbe esserci in atto un’infiammazione ed il rischio è che causi una fimosi.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Assolutamente no, con tutta probabilità verrà semplicemente curata l’infiammazione.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente sì, ma le ricordo che sto ragionando per ipotesi e senza una diagnosi esatta.

  13. DD

    Buonasera dottore, a luglio mi e’ stata diagnosticata dal centro mts una dermatite al pene ,dopo tamponi da miceti negativi . Mi e’ stata data advantan e nel giro di 1 settimana ho risolto il problema . Il problema e’ caratterizzato da punti rossi piccoli che col passare dei giorni crescono piu’ grandi , non c’e’ prurito ma portano cattivo odore e secchezza . A ottobre mi sono riusciti e ho riusato advantan a intermittenza fino a dicembre dove ho fatto visita del dermatologo che mi ha detto che piu’ probabile che si tratta di una forma di psioriasi o piu’ probabile una forma di lichen non grave per cui mi ha dato 2 mesi di ossido di zinco al 30% . Queste macchie vanno e vengono e pensavo ..se provassi pevaryl che e’ antimicotico generico ? Ormai sono passati tanti mesi, il dermatologo dice che questa condizione puo’ durare anche 1 anno ( con advantan scompaiono e ritornano nel giro di una settimana , l’ossido invece non li fa peggiorare ma li fa permanere )

  14. anonimo

    salve io stamattina mi sn svegliato è ho notato di avere tanti puntini rossi sulla parte superiore del pene, però non prude è brucia ..cosa dovrei fare? mi devo preoccupare??

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha avuto rapporti con partner a rischio di malattie sessualmente trasmesse?

  15. Paolo

    Salve,ho 31 anni e penso di avere la Balanite.
    Non sono circonciso.
    Durante i rapporti ho notato un’arrossamento del glande,perdita di liquido(sembra una continua lubrificazione) e un’erezione non totale.
    A volte non ho propio la sensibilita’.

    La mia compagna ha avuto la candida di recente.
    Adesso usiamo il preservativo per non complicare la situazione anche nei rapporti orali.

    Cosa devo fare ? Dove mi rivolgo ?

  16. Anonimo

    Salve dr. mi complimento x il supporto morale che da! le volevo chiedere e’ da una settimana che sulla corona del glande mi e’ comparsa una macchiolina rossa e la pelle pelle sotto il prepuzio presenta delle macchie rossastre con aumento di sudorazione soprattutto di sera dopo la doccia, di rado qualche prurito ieri ho iniziato a usare un detergente intimo x circa tre volte al di e poi asciugo bene, puo’ essere banalite ? Posso vedere se passa cosi nell’ arco di qualche giorno o e’ meglio contattare subito il derma? PS. Circa un paio di anni fa ho avuto dei condilomi che poi sono stati risolti con il derma bruciati ….., ma non penso centri qlc. … la ringrazio anticipatamente x l’ottimo lavoro che svolge

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, può restare in vigile attesa qualche giorno, ma se non passasse in questo arco di tempo non trascuri il problema e ne parli con il medico di base o con un dermatologo.

    2. Turms

      Salve dottore,ho una depitlizzazione del glande in forma leggera.Ho pensato che fosse una balanite.La ho curata da solo con balanil lavaggio e gel.Sono alcuni mesi ma non passa.Sono andato dal dermatologo che mi ha detto che non c’è niente,é solo un po arrossato e di continuare con balanil per alcuni mesi ancora.Mi sono dimenticato di chiedergli se nel frattempo posso avere rapporti con la moglie senza protezione.Cosa ne pensa Lei?Inoltre è possibile che questo fastidio duri cosi tanto?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      A mio avviso può avere rapporti se il dermatologo non ha riscontrato nulla, anche se è strano che duri così a lungo.

  17. giovanotto

    ho 17 anni e questo pomeriggio mentre mi lavavo ho trovato delle abrasioni accanto al frenulo nella parte destra… il problema e che la zona mi e gonfiata comprendendo la parte bassa del frenulo e mi si e gonfiato un po pure il prepuzio…. domani vado dal mio medico di famiglia per farmi controllare…. ancora non mi fa male… devo preoccuparmi? D:

  18. vittorio

    Salve dottore volevo chiedere se rischio qualcosa dopo che ho avuto sesso anale con la mia ragazza non protetto e lei mi ha lasciato una striscia di feci più mi sn pulito subito una volta finito con acqua e amuchina

  19. Anonimo.

    il problema è lo stesso di paolino, a periodi ricorrenti arrossamento del glande, e secrezione bianca con cattivo odore, l’urologo (non il dermatologo) mi ha diagnosticato balanopostite in quadro fimotico, mi ha consigliato solo lavaggi con Saugella e un olio spray, è sufficiente?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È sufficiente se risolve, diversamente potrebbe servire un intervento più incisivo.

  20. Fra

    Io oltre al rossore al prepuzio e ad un pò di bruciore … ho anche del bruciore nell’urinare… è collegata la cosa??

  21. Fra

    io ho consultato il medito è lui mi ha dato il latte dermatologico da applicare mattino e sera.
    Ma questo è utile anche per il bruciore durante la minzione???
    Io ho letto il bugiardino ma parla solo di rossore e infezioni esterne… almeno per quello che ho capito

    Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Provi per qualche giorno, se il bruciore persistesse significa che c’è un’infezione più in profondità che andrà gestita diversamente.

  22. Fra

    volevo precisare che il bruciore è solamente nella parte finale del pene più precisamente all’inizio del glande.
    Sono già 4 giorni che applico la crema e un leggero miglioramento l’ho riscontrato… ma non capisco se è un miglioramento dovuto principalmente al fatto che sto bevendo circa 2 litri al giorno di acqua e quando urino ovviamente l’urina stessa è molto chiara o è grazie alla crema.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è stata prescritta la crema proprio perchè il bruciore è solo nella parte terminale; sicuramente anche bere molto può contribuire.

  23. luigi

    Slave caro dottore ho 20 anni ma non so il perchè non riesco ad avere una penetrazione tale da poter fare perdere la verginità ad una ragazza…Nemmeno col sesso orale riesco ad andare in erezione, anzi inizialmente ci vado ma poi appena capisco che si passa a cose serie divento totalmente impotente. Ho fatto dei controlli da un medico che mi ha effettuato un ecodopples ai testicoli perchè poteva farmelo velocemente in ambulatorio e risulta che ho un varicocele al testicolo sx di 2 grado non operabile, ma che magari mi darà qualche fastidio in futuro. Non credo proprio che i due episodi siano assecondabili no? sarà solo un motivo psicologico o magari mancanza di libido…se fosse solo una mancanza di libido, esiste un rimedio a ciò? pareri?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Indispensabile una visita andrologica, che possa chiarire definitivamente se ci sia un problema organico o meno; se verrà escludo un problema organico il passo successivo è rivolgersi ad un sessuologo.

      Non lasci passare troppo tempo.

    2. luigi

      premetto però il fatto che sono un soggetto ansioso, e da un mesetto a questa parte che sono veramente stressato, quindi magari mi metto li’ e penso ad altro non eccitandomi come dovrei, con conseguenza che mi faccio film mentali. Se fosse un problema organico non passerebbe in erezione nemmeno con la masturbazione, invece se mi masturbo e sono da solo magari con materiale eccitante riescoe pure bene, infatti mi meraviglio come io possa arrivare li’ e fare cilecca..non so se mi spiego. se fosse organico non me lo darebbe sempre? :( ps. accolgo il consiglio

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Confermo, a questo punto direi che può “saltare” l’andrologo e rivolgersi direttamente ad un sessuologo.

    4. luca

      Non lavo il pene da 3 mesi, è diventato rosso e la cappella non viene fuori.Cosa devo fare?
      Ps Ho solo 12 anni

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare alcuna terapia.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.