Ascaridi nei bambini: foto, sintomi, cura

Ultimo Aggiornamento: 79 giorni

Introduzione

Gli ascaridi sono i responsabili di un’infezione intestinale, l’ascaridiasi, piuttosto comune soprattutto fra i bambini (almeno nei Paesi occidentali, nei Paesi poveri moltissimi sono anche gli adulti colpiti); gli ascaridi sono vermi tondi, parassiti dell’intestino di uomini ed animali.

Spesso non causano sintomi, a meno che il numero di parassiti presenti non sia significativamente elevato.

Si tratta di un’infezione piuttosto semplice da curare e che nella maggior parte dei casi non causa grosse complicazioni, anche se comprensibilmente possono scatenare un po’ di panico in casa quando per la prima volta si trova un parassita nelle feci o a livello anale.

Foto

Photo Credit: http://en.wikipedia.org/wiki/File:Ascaris_lumbricoides.jpeg

Cause

Gli ascaridi vivono nell’intestino e riescono a diffondersi disperdendo le uova nelle feci dell’ospite; il contagio è quindi oro-fecale, avviene cioè per ingestione delle uova eventualmente presenti nell’ambiente.

Nei Paesi in cui gli standard igienici sono tuttora carenti, dove per esempio si usano le feci umane come fertilizzante, è quindi molto più facile osservare una grande diffusione della parassitosi, mentre in Italia è fortunatamente più difficile un contagio, che tuttavia può avvenire:

  • non lavandosi le mani prima di mangiare,
  • consumando frutta e verdura non lavata,
  • portando le mani sporche alla bocca,
  • portando oggetti non puliti (per esempio giochi, nel caso dei bambini) alla bocca,

Il contagio non può avvenire direttamente da un soggetto all’altro, ma presuppone sempre la via di trasmissione oro-fecale.

Nel momento in cui le uova vengono ingerite raggiungono il primo tratto dell’intestino (duodeno) e dopo 1-2 settimane si schiudono rilasciando le larve, il primo stadio del ciclo vitale, che migreranno attraverso le pareti intestinali fino a raggiungere il torrente circolatorio.

Sfruttando la circolazione sanguigna si faranno trasportare fino ai polmoni, per spostarsi fino alla gola ed essere nuovamente deglutiti; tutto questo processo si svolge mentre la dimensione del parassita è ancora ridottissima, quindi l’ospite rimane assolutamente ignaro di quanto stia accadendo.

Raggiunto nuovamente l’intestino la larva andrà incontro all’ultima fase di maturazione fino a diventare un verme adulto, che può sopravvivere fino a due anni.

Un esemplare di ascaride femmina è in grado di depositare fino a 200000 uova al giorno, che vengono rilasciate nelle feci, e servono circa due mesi dal momento del primo contagio per raggiungere il momento della prima deposizione.

Si noti tuttavia che la riproduzione NON può concludersi nell’intestino dell’ospite, quindi saranno presenti al massimo tanti parassiti quante sono le uova ingerite inizialmente e non potranno aumentare di numero a meno di ulteriori e successive ingestioni di uova.

Fattori di rischio

  • condizioni igieniche carenti,
  • sovraffollamento,
  • condizioni di povertà,
  • bambini.

Sintomi

Nella maggior parte dei casi i soggetti colpiti da ascaridi non manifestano alcun sintomo, quando compaiono passano attraverso due stadi possibili.

Sintomi precoci

Si tratta di sintomi che appaiono raramente e sono causati dalle larve del parassita, che si spostano dall’intestino ai polmoni; non è chiaro il motivo per cui solo alcuni soggetti possano manifestare sintomi, che sono:

Sintomi tardivi

Si tratta di sintomi causati dai parassiti ormai adulti che si trovano stabilmente nell’intestino e quindi (raramente) compaiono non prima di 6 settimane dal contagio:

Nei casi di numeri particolarmente elevati di parassiti è possibile che si verifichino anche blocchi intestinali.

Nella maggior parte dei soggetti colpiti dagli ascaridi tuttavia non è presente alcun sintomo.

Quando contattare il medico

Si raccomanda di contattare il medico o il pediatra nel caso di:

  • presenza di parassiti nelle feci,
  • sintomi simil-asmatici che insorgono di ritorno da un viaggio in Parsi tropicali.

Diagnosi

La diagnosi avviene in genere attraverso un esame delle feci; con l’analisi al microscopio è infatti possibile individuare la presenza delle uova del parassita.

Più raramente è possibile accorgersi della parassitosi notando il verme nelle feci o dopo un colpo di tosse.

Cura e terapia

Il medico di solito prescrive i farmaci antiparassitari (tipicamente Vermox o Combantrin) da assumere per via orale per uccidere i nematodi intestinali. Sono farmaci in genere ben tollerati anche nei bambini, anche se talvolta possono causare effetti collaterali gastrointestinali (diarrea, flatulenza, dolore addominale, nausea, vomito, …).

I sintomi della parassitosi, se presenti, scompaiono in genere nel giro di una settimana dall’inizio del trattamento e spesso si procede a un esame delle feci di controllo qualche settimana dopo il trattamento.

Nei casi di infezione in gravidanza spesso si preferisce aspettare il parto prima di somministrare la cura antiparassitaria.

Prevenzione

L’azione chiave per la prevenzione è lavarsi le mani, in particolare

  • dopo essere stato al bagno,
  • dopo aver cambiato un pannolino,
  • dopo aver lavorato con la terra,
  • prima di mangiare o di toccare del cibo

Quando si viaggia è poi consigliabile:

  • bere solo da bottigliette chiuse ed evitare il ghiaccio,
  • evitare il consumo di frutta e verdura cruda,
  • lavarsi bene le mani dopo aver toccato la terra,
  • mangiare cibo caldo che sia stato cotto adeguatamente anche all’interno.

Fonti principali:

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buona sera Dottore, oggi pomeriggio sono stata con mia figlia di 8 anni a giocare con due gattini che vanno e vengono da un appartamento di alcuni vicini di casa: stanno sempre in giro. Accarezzando uno di questi la bambina ha visto sulla coda una cosa strana piccola lunghetta pochi mm e rosa-beige e incuriosita l’ha sfiorata. Aveva la consistenza di un cuscinetto, a detta sua. Lì x lì non ho dato importanza alla cosa ma poi quando il gatto si è alzato ho visto una cosa simile attaccata dietro una coscia. La bambina non si è messa le mani in bocca, solo si è grattata la guancia, le ho pulito le mani con le salviette disinfettanti e a casa le ha lavate benissimo. Potevano essere uova o frammenti di tenia o ascaridi o simili parassiti? Li avrà contratti?

  2. Anonimo

    Salve dotto Cimurro la contatto perché il mio cane di 5 anni ieri sera ha vomitato un grosso verme, probabilmente ascaride, bianco/rosato arrotolato a spirale che si muoveva. Rivoltante. Devo andare oggi dalla veterinaria, ma siccome lui abita in casa con noi ho il terrore che possa attaccarceli, ho letto che è facile che anche l’uomo li prenda dal suo amico peloso. Mi chiedo però come possa avvenire questo contagio, lui è solito leccarci il naso, a volte l’ho visto leccarsi l’ano ma evito di farmi leccare dopo aver fatto questo. Inoltre è sempre vicino a noi a prendere le coccole, oppure a volte starnutisce, questo può essere un veicolo di trasmissione? Io sempre mi lavo le mani ma il mio compagno non lo fa quasi mai, io sono quella che lo porta a fare i bisogni e la raccolgo con l’apposito sacchettino non fa bisogni in casa. Quando capita che vomita raccolgo con scottex che butto e mi lavo le mani. Cosa ne pensa?

  3. Anonimo

    Rischio basso anche per il mio compagno che è meno igienista di me? Comunque quando vomita lavo e spruzzo Lysoform sulla zona. Ho il terrore ora, mi ha troppo schifato.

  4. Anonimo

    Sono stata dalla veterinaria che mi ha dato il vermifugo da somministrare 1 oggi e 1 tra un mese. Ok no problem già fatto il primo. Devo andare la prossima settimana che mi farà fare l’esame sulle feci specifiche sui parassiti + la giardia. Il problema è che il mio compagno ho visto che si fa leccare oltre il naso anche dalla bocca. Lui le tiene chiuse però sempre saliva ci arriva no? L’ho ripreso. A sto punto può essere rischioso o sempre di basso rischio si tratta? Ok si vede che sono ansiosa, però mi ha fatto troppa impressione quel verme vivo ed ora a pensare che possono averlo anche gli umani mi da troppa noia 🙁

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Continuo a pensare che il rischio sia basso (anch’io dal mio cagnone mi faccia baciare… 😉 ).

  5. Anonimo

    buon giorno dottore ho mia figlia di 10 anni che gli vengono forti dolori lato appendicite siamo stati ricoverati 7 giorni in ospedale si presumeva l’ appendicite ma tutti gli esami escono bene ma non hanno fatto gli analisi delle feci, cosa dice potrebbero essere i vermi?

    1. Anonimo

      prurito no… ma stamattina qualcosa ho visto nelle feci sono gialli? cosa devo fare?

  6. Anonimo

    Buongiorno ho una figlia di 6 mesi e 10gg e da due gg che tante volte al giorno apri la boca e tira aria dentro di lei non so se è normale e per lei e come se gioca oppure non riesce a respirare d’avero !! Comunque lo fa speso e ho un puo paura che si annega oppure si manda troppa aria dentro di se è puoi può aver mal di pancia….no so se mi sono espresso bene X farmi capire Grazie comunque è spero di ricevere una sua risposta…Cordiali saluti…

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Non vedo rischi particolari, ma lo verifichi comunque anche con la pediatra.

  7. Anonimo

    Ma è normale che quasi ogni volta che mangia abbia presumo mal di pancia ( sgambetta sempre e gira la testa da una parte a altra come se ha un male forte ) lo so che ha problemi con gastrite intestinale ma pensavo che adesso che da 2 settimane mangia anche passato di verdura con carne oppure latte con biscotti ecc pensavo che è il latte ( Melin Pantolac ) che non la digerisce bene ma ha sempre stesa problema .Cosa devo fare per non vederla più così agitata anche di notte …li faccio sempre i massaggi su la pancia ma no e che posso stare tutta la notte per fare questi massaggi . Se è normale quando sarà che finiscono questi dolore ti ?…grazie per le risposte

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se non piange è improbabile che abbia male, in ogni caso senta anche il parere della pediatra.

  8. Anonimo

    Buon giorno . Volevo chiedere se a 6 mesi si può cominciare a dare del aqua e se il mio bimbo beve ancora tanto ( 150/200ml ) de te al finochio .li può fare del male ? E come fare per accettare a bere Aqua ? E no ho capito bene a 6 mesi li devo dare anche la sera brodo con cereale oppure va bene come faccio io ( alle 6.30 latte artificiale -150 ml, alle 9.15 latte artificiale con biscotti , a alle 12. Passato di verdura con carne e un può di olio , alle 15 la frutta oppure yogurt con la frutta e alle 19.30 latte 150ml e dopo verso alle 1 oppur 2.30 di notte 120 ml di latte sempre artificiale) e bene così oppure devo eliminare magari un può di latte e la sera di dare la pappa lattea oppura brodo con mais tapioca ecc . Grazie per tutte le risposte che li ricevo

  9. Anonimo

    Buona sera dottore, mio figlio di 5 anni stanotte ha vomitato di brutto e mentre pulivo mi sono accorta che nel vomito c’erano ste specie di parassiti lunghe di 2-3 cm bianchissime, ritengo a precisare che non li ho mai visti nelle feci e non ha appetito da un bel po di tempo ed oggi pure la febbre, e grave? la farmacista mi ha dato il combantrin. Aiuto, sa dirmi di che parassita si tratta e se c’è il rischio che anche il fratello di 8 anni li può aver preso?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente non è grave, ma lo segnali al pediatra per i necessari controlli.
      Sì, potrebbe essere stato contagiato anche il fratello.

  10. Anonimo

    Buongiorno dottore, ho 20 anni,
    Stamattina nelle feci ho visto una cosa bianca sembrava ad un verme, ho dolori addominali, ma per ora non ho prurito. Può essere che ho preso i vermi? Cosa devo fare?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe essere un po’ di suggestione, ma provi a verificare nelle prossime evacuazioni. Segnali in ogni caso i dolori addominali al medico.

  11. Anonimo

    Buongiorno.
    Il mio figlio di 20 mesi spesso si mette il dito nel culletto quando e’ senza un pannolino. Possono essere i wermi intestinali? Controllo le feci maa occhio non vedo niente. Sta spuntando i dentini. Potrebbe essere legato al fatto del dito nel sederino? Grazie mille.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, il prurito potrebbe derivare da una infiammazione della cute o anche da qualche infezione. Non è detto che si veda qualcosa nelle feci. Potrebbe essere utile fare un esame delle feci o uno scotch test. I denti non credo siano collegati al problema. Ne parli con il pediatra. Saluti

  12. Anonimo

    Buongiorno DOC, mia figlia di 6anni in precedenza ha avuto i vermi, trattati tre settimane e mi sembrava scongiurato il problema. Credo siano passati 8mesi,,,, ed ora da circa una settimana troviamo sempre le mutandine sporche e non poco, di feci. Lei dice che non si accorge. Di non aver fatto la popo ‘ e ieri sera mi diceva di guardarle il culetto perchè sentiva qualcosa…. prurito. C è attinenza??? Grazie mille

  13. Anonimo

    Salve dottore, mia figlia di 12 mesi ha un’orticaria recidiivante, Inizialmente col pediatra l’abbiamo associata ad una dieta troppo ricca di istamine (la mia, dato che l’allatto)…eliminando pomodori, cioccolato e annesso diciamo che andava meglio ma da 15 giorni I ponfi non danno tregia, sono localizzati ovunque e sono molto caldi e pruriginosi.La terapia bentelan-zirtec sembra non funzionare.Nelle feci vermi vivi non compaiono ma talvolta filamenti bianco-trasparenti si…domani abbiamo esame delle feci ma seco do lei tale sintomatologia puo associarsi a parassiti?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, non è da escludere in assoluto, potrebbe essere però solo un’irritazione intestinale da altra causa. Saluti.

  14. Anonimo

    Salve dottore, mi e’ capitato di trovare nelle mie feci una cosa che somiglia a un pezzo di filo di cotone bianco, era lunga circa 5 cm e non si muoveva. Potrebbe essere un parassita?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Difficile dirlo, se non ha sintomi non mi preoccuperei, in caso contrario faccia una visita. Saluti.

  15. Anonimo

    Buongiorno dottore,
    Dopo esser tornato dalla Spagna ho notato nelle mie feci vermi di 2/3 cm grossi quanto uno spaghetto che si muovono, ma non ho nessun sintomo, neanche prurito, ma sono presenti regolarmente da una settimana nelle mie feci….non riesco ad associarlo a nessun tipo di parassita…sono più grandi degli ossiuri di cui il mio dott. Mi parlava…attendo consiglidato che il Vermox non ha risolto nulla

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso consigliare farmaci; segnali al medico l’assenza di risultati, verrà prescritto un antiparassitario diverso.

  16. Anonimo

    Buongioro Dottore,
    Ci sono probabilità di contrarre l’ascaridiasi
    solo per essersi fatte leccare in faccia dal proprio cane?
    In sostanza può essere che ieri mattina uno dei due, o entrambi, abbiano mangiato una fece. Di sera sono andata a dargli da mangiare e come al solito hanno fatto le feste. Sarà capitata giusto un momento che uno dei due mi abbia leccato sulla bocca e sul naso, perciò ho un attimo di timore adesso.
    Per ora non mi sembra di avere nessun sintomo, ma la si può contrarre tramite la saliva o non devo preoccuparmi?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In 10 anni così io non l’ho mai contratta… 😉
      Possibile, in teoria, ma poco probabile.

    2. Anonimo

      I sintomi, in ogni caso, si verificano subito o dopo un po’?? Grazie mille della disponibilità comunque!!

  17. Anonimo

    Dottore per piacere vorrei sapere se è contagiosa visto che in classe di mia figlia c è una sua amica che ha questi vermi e si sta prendendo uno sciroppo grazie mille aspetto notizie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è una infezione a trasmissione oro – fecale, è contagiosa se non si mantiene una buona igiene.saluti

  18. Anonimo

    Salve, ho trovato nel WC dopo aver scaricato un verme cilindrico, sarà stato 1 -2 mm di diametro e lungo 8-10 cm, di colore nero. Può essere che provenisse dalle mie feci? Sono vegetariana da anni e non mangio pesce, potrei averlo preso dal l’insalata?

  19. Anonimo

    Dott mia figlia ha contratto gli ascaridi dopo tre giorni di cura con vermox gli esami alle feci risultano negative ma quelli al sangue i linfociti risultano di poco più elevati , e’ preoccupante ?

  20. Anonimo

    Buongiorno, ho una gattina di 4 mesi, in questi giorni è stata male ed il veterinario ha riscontrato che ha gli ascaridi.. Le ha dato la cura, io ho disinfettato tutta la casa e lavato tutte le coperte dove si sdraiava.. Ogni tanto la baciavo sul collo/testa, c’è stata possibilità di contagio? sono preoccupata perchè sono in cinta di 7 settimane.. i sintomi dopo quanto si manifestano? esiste qualche cura naturale che posso fare per espellere eventuali parassiti? Ho letto che gli ascaridi sono molto pericolosi perchè perforano l’intestino ed ho paura per il feto.
    Grazie in anticipo

    1. Anonimo

      Oltretutto, che tipo di prodotti mi consiglia per disinfettare la casa da eventuale uova? prodotti come il lysoform possono andare bene o devo cercare qualcosa di più potente come candeggina e ammoniaca?
      Grazie

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Improbabile un contagio.
      2. In genere non ci sono particolari rischi.
      3. Aspirapolvere ed eventuale vaporetto.

    3. Anonimo

      Perfetto, grazie mille per la pronta risposta..
      Continuerò a disinfettare la casa.
      Buona giornata

  21. Anonimo

    Buona sera mia figlia c’è 5 ani e spesso c’è prurito al sederono..mangia pocisimo e speso vomita???

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sono sintomi un po’ vaghi per ipotizzare una diagnosi, serve una visita pediatrica.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nella maggior parte dei casi nessuna, soprattutto nei Paesi occidentali; ci sono resoconti aneddotici di sintomi più gravi, ma sono rarissimi e relativi in genere a situazioni di povertà e degrado.

La sezione commenti è attualmente chiusa.