Aritmia cardiaca: cuore, sintomi, trattamento

Ultimo Aggiornamento: 976 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione

Pacemaker per aritimie (http://it.wikipedia.org/wiki/File:Herzschrittmacher_auf_Roentgenbild.jpg)

Pacemaker per aritimie (http://it.wikipedia.org/wiki/File:Herzschrittmacher_auf_Roentgenbild.jpg)

L’aritmia cardiaca è un’irregolarità del battito del cuore, che batte troppo lentamente, troppo velocemente o comunque in modo irregolare.

Esistono differenti tipi di aritmia e la maggior parte non è particolarmente pericolosa; alcune potrebbere invece essere rischiose per la vita e richiedono un controllo medico immediato.

Il trattamento potrebbe richiedere medicinali a lungo termine, raramente sono necessari interventi chirurgici per impiantare defibrillatori o pacemaker.

Questo articolo cercherà di spiegare cos’è l’aritmia ed in particolare quali sono le cause, i sintomi, la diagnosi, ed i vari possibili trattamenti.

Cuore ed aritmia

Capire come funziona il cuore può sicuramente aiutare a comprendere meglio l’aritmia: il cuore è il più importante muscolo dell’organismo e presenta due lati, il lato destro e quello sinistro. Ogni lato del cuore a sua volta è formato da 2 camere, l’atrio e il ventricolo.

  1. Una volta che l’organismo ha usato l’ossigeno contenuto nel sangue, questo ritorna al cuore attraverso l’atrio destro.
  2. L’atrio destro si contrae e il sangue viene pompato al ventricolo destro.
  3. Il ventricolo destro a sua volta si contrae e il sangue viene pompato ai polmoni.
  4. Nei polmoni, il sangue viene riempito con l’ossigeno che respiriamo.
  5. Dai polmoni il sangue ricco di ossigeno viene spinto verso l’atrio sinistro.
  6. L’atrio sinistro si contrae per spingere il sangue ossigenato verso il ventricolo sinistro.
  7. Questo si contrae e il sangue viene pompato a tutto il corpo attraverso la maggiore arteria del nostro organismo, l’aorta.
  8. Nel corpo organi e tessuti traggono ossigeno dal sangue.
  9. Infine il sangue ritorna all’atrio destro e tutto il ciclo ricomincia di nuovo.

Le contrazioni del cuore sono sincronizzate: prima gli atri si contraggono insieme e poi lo stesso fanno i ventricoli. Il normale ritmo del cuore si aggira generalmente tra i 60 ed i 100 battiti al minuto.

I muscoli del cuore si contraggono e pompano il sangue grazie ad una piccola corrente elettrica che li attiva. Questa corrente parte da una zona interna al cuore chiamata nodo senoatriale, esso permette la contrazione degli atri che si contraggono e pompano sangue ai ventricoli.

Dal nodo senoatriale, la corrente elettrica viaggia attraverso le fibre del cuore che fungono da cavi elettrici, sino ad arrivare ad un’altra area dei ventricoli chiamata nodo atrio-ventricolare, o nodo AV.

Dal nodo AV, la corrente elettrica arriva ai ventricoli facendoli contrarre e pompare il sangue.

Il cuore riesce a pompare alla velocità di 150 battiti al minuto in reazione a determinati stati fisici o emotivi, può anche ridurre il ritmo a 50 battiti al minuto in condizione di riposo.

Persone diverse hanno un ritmo cardiaco diverso durante l’attività fisica o a riposo, questo è del tutto normale, purchè la pressione del sangue non scenda troppo a causa di un aumento o di una riduzione del battito cardiaco. La pressione del sangue è correlata alle contrazione cardiache.

Aritmia cardiaca

L’aritmia cardiaca è l’espressione usata per indicare diverse condizioni che fanno sì che il cuore batta:

  • troppo velocemente,
  • troppo lentamente,
  • irregolarmente.

Un ritmo cardiaco troppo veloce prende il nome di tachicardia perchè “tachy” in greco significa veloce.

Un ritmo cardiaco troppo lento prende il nome di bradicardia, perchè “brady” in greco significa lento.

Altri irregolari ritmi cardiaci vengono indicati semplicemente con il termine aritmia.

Esistono diverse ragioni che determinano l’aritmia, che può sopraggiungere se:

  • il nodo senoatriale non è in grado di determinare abbastanza battiti cardiaci.
  • Il ritmo del nodo sinoatriale diventa anormale.
  • Se altre aree degli atri assumono la stessa funzione del nodo sinoatriale.

Altre aritmie sopraggiungono se c’è un interruzione nel circuito elettrico del cuore, portando i ventricoli a battere separatamente dagli atri.

Nel peggiore dei casi i ventricoli non sono più in grado di battere, creando una condizione chiamata fibrillazione ventricolare. Quando ciò si verifica il cuore non riesce a pompare e il il paziente decede in temi brevi. La ragione più comune di una morte improvvisa è appunto la fibrillazione ventricolare.

Cause

L’aritmia cardica puà avere origine da diverse cause:

  • Alcune persone nascono con un ritmo cardiaco irregolare.
  • Altre persone potrebbero avere l’aritmia se sono solite consumare tabacco, alcoolici o caffeina. Anche le droghe illegale possono indurre l’aritmia.
  • Alcune persone sviluppano l’aritmia dopo aver assunto pillole per la dieta o alcuni tipi di medicinali.
  • Anche le malattie del cuore possono causare l’aritmia. Le ragioni più comuni dell’aritmia sono l’infarto e la dilatazione del cuore causata da una pressione sanguigna troppo alta.
  • Alcune condizioni cliniche, come la tiroide sovrafunzionante, possono altresì condurre all’aritmia.
Aritmia e battito cardiaco (http://www.flickr.com/photos/48057098@N00/3205403611/sizes/s/)

Aritmia e battito cardiaco (http://www.flickr.com/photos/48057098@N00/3205403611/sizes/s/)

Sintomi

Quando il ritmo cardiaco diventa irregolare il soggetto potrebbe avvertire una delle seguenti sensazioni a livello del petto:

  • palpitazioni,
  • dolori lancinanti,
  • pulsazioni,
  • tremolio,
  • sentirsi come se il cuore non battesse.

Nelle aritmie più gravi, le persone si sentono deboli o hanno le vertigini.

Dolori al petto e respiri brevi si possono accompagnare un ritmo irregolare del cuore.

E’ molto importante saper controllare le propre pulsazioni, si possono sentire sul polso nella parte più vicina al pollice. Con l‘indice e il medio dell’altra mano, contate quanti battiti riuscite a sentire in 15 secondi. Moltiplicate questo numero per 4 per ottenere il vostro ritmo cardiaco per minuto.

Quando contate, assicuratevi che non facciate alcuna interruzione.

Tipologie

L’aritmia che comincia dagli atri prende il nome di aritmia atriale, quella che invece comincia nei ventricoli prende il nome di aritmia ventricolare, generalmente più pericolose.

La maggior parte delle aritmie non è pericolosa ma, se una persona avverte un anomalo battito cardiaco e pensa che si potrebbe trattare di un’aritmia, allora è opportuno farsi visitare da un medico perchè in rari casi possono anche essere fatali. Si tratta più frequentemente delle aritmie legate a malattie del cuore.

La ragione per cui alcune forme sono pericolose è che un battito cardiaco irregolare può compromettere la capacità del cuore di pompare abbastanza sangue, questo potrebbe determinare una bassa pressione sanguigna, che potrebbe anche portare alla morte.

La pressione del sangue può invece non essere influenzata in alcuni tipi di aritmia, ma il sangue potrebbe non essere totalmente pompato con ogni battito e ciò potrebbe determinare la formazione di grumi di sangue nelle camere del sangue. Ciò è vero specialmente in un determinato tipo di aritmia, chiamata fibrillazione atriale, in cui gli atri vibrano piuttosto che contrarsi.

I coauguli d sange che si formano nelle camere del cuore potrebbero liberarsi e viaggiare sino al cervello, e ciò potrebbe portare ad un ictus.

Diagnosi

Dopo un attento esame della storia medica e dopo un accurato esame fisico, il dottore potrebbe prescrivere dei test per accertare se il paziente abbia l’aritmia e, in caso positivo, di quale tipo si tratta.

L’aritmia cardiaca viene diagnosticata con un elettro-cardiogramma, chiamato anche ECG. Quest’esame dura solo 5 minuti, e gli elettrodi vengono collocati sul petto in modo da registrare gli impusli elettrici del cuore.

Siccome alcune forme non si presentanto con costanza, durante un elettro-cardiogramma potrebbe non essere notato nulla di anomalo: in tal caso al paziente potrebbe essere chiesto di indossare un ECG portatile chiamato monitor Holter, in grado di registrare gli impulsi elettrici del cuore per 24 ore, proprio come farebbe un normale ECG.

Se l’aritmia si presenta ogni pochi giorni o ogni poche settimane, il paziente potrebbe indossare un dispositivo registratore, quando il paziente avverte l’aritmia, attiva il dispositivo per registrare un ECG. L’informazione registrate viene poi trasmessa al medico per le analisi. Questo meccanismo viene chiamato monitoraggio transtelefonico.

Il medico potrebbe anche richiedere al paziente di fare attività fisica durante l’ECG, che in tal caso viene dunque chiamato ECG stress test.

E’ importante capire cosa determina l’aritmia cardiaca, proprio per questo il medico controllerà il cuore, la pressione sanguigna, gli zuccheri nel sangue, e i livelli degli ormoni tiroidei. Il dottore potrebbe anche richiedere uno studio elettro-fisiologico, o SEF. Durante questa procedura il dottore inserisce un tubo molto sottile in un vaso sanguigno di un braccio o di una gamba e lo spinge sino ad arrivare al cuore. Il medico può po studiare cosa determina l’aritmia e quali farmaci potrebbero essere usati per trattarla.

Se il medico è molto preoccupato per l’aritmia, potrebbe decidere di far ricoverare il paziente in ospedale e così monitorare costantemente il suo ritmo cardiaco.

Cura e terapia

Il trattamento dell’aritmia cardiaca dipende dal tipo e dalla sua gravità, molte forme non richiedono alcun trattamento.

Se una persona avverte un battito irregolare, potrebbe cominciare ad evitare il consumo di caffeina; alcune volte questo è tutto ciò che occorre fare per ripristinare il normale ritmo cardiaco.

In altri casi i farmaci potrebbero essere sufficienti a mantenere in ritmo cardiaco nella normalità, altre volte sono necessarie dei diluenti del sangue per prevenire la formazione di grumi nel cuore. Potrebbe essere utile anche tenere sotto controllo l’alta pressione.

Se nessuno di questi trattamenti riesce a migliorare l’aritmia cardiaca, si devono tentare altre procedure. Il medico potrebbe provare a resettare il ritmo cardiaco attraverso degli shcok elettrici, questa procedura è denominata cardioversione o elettroversione.

In certi casi le aritmie sono causate da aree del cuore iperattive: in questo caso il medico potrebbe inserire un tubo sottile attraverso i vasi sanguigni sino al cuore e compromettere i circuiti elettrici causando una sovrastimolazione. Questa procedura è denominata ablazione radiofrequenza.

Nei casi i cui il ritmo cardiaco è troppo lento, potrebbe essere inserito un pacemaker per mantenere il ritmo cardiaco a determinati livelli.

Nei casi in cui invece il ritmo del cuore sia troppo veloce, potrebbe essere impiantato un defibrillatore tramite intervento chirurgico. Il defibrillatore riesce ad avvertire quando il cuore sta battendo troppo velocemente per trasmettere uno shock elettrico al cuore, in modo da far ritornare il battito cardiaco alla normalità.

In alcuni casi di aritmia i pazienti potrebbero essere sottoposti a trattamenti di lungo periodo per evitare che l’aritmia si possa ripresentare nuovamente.

Prevenzione

Il miglior modo per prevenire lo sviluppo di una grave aritmia cardiaca è mantenere il cuore in salute, i seguenti 10 consigli possono aiutare il cuore a mantenersi sano.

  1. non fumare,
  2. essere fisicamente attivi, sotto la supervisione del medico,
  3. seguire una dieta sana ed equilibrata, che sia ricca di fibre e carente di grassi,
  4. controllare il livello di colesterolo nel sangue. Se è alto, tenerlo costanetemente sotto controllo,
  5. controllare regolamente la pressione del sangue. Se è alta, mantenerla sotto costante controllo,
  6. perdere peso se si è obesi,
  7. fare regolare esercizio fisico,
  8. controllare il livello degli zuccheri nel sangue. Se è elevato, manterlo costantemente sotto controllo,
  9. dormire abbastanza durante la notte,
  10. gestire lo stress nella propria vita.

Se si soffre di una malattia cardiaca è necessario consultare il proprio medico prima di cominciare un piano di esercizi fisici o una dieta dimagrante.

A cura di Francesca Giannino (Fonte)


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Anonimo

    dottore stamattina sono andata a misurare la pressione che era ok, ma i battiti a 77 e segnalavano aritmia…quando cammino faccio fatica, mi manca il respiro, e mi viene il fiatone. ho 20 anni, che può essere? l’ho riferito al cardiologo e ha detto che ho una modesta tachicardia perché gli ho letto i valori della pressione che ho fatto in questi giorni, e mi ha detto di mettere l’holter, ma io ho la visita per metterlo il 9 giugno….ho paura fino ad allora anche perché mi fa male il braccio sinistro…e ho mal di stomaco a volte fitte allo stomaco e testa che pulsa

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      È seguita dal cardiologo per qualche motivo particolare?
      Soffre d’ansia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      La mia sensazione è che il problema sia proprio l’ansia, senta anche il medico di base ma a mio parere non ci sono problemi ad arrivare fino al 9 giugno.

  2. anonimo

    Salve dottore, ho 20 anni e ogni tanto soffro di tachicardia o battito irregolare. Mentre dormo a volte o anche quando sono sveglia mi sento come se il cuore stesse battendo fuori dal mio corpo, in altre mi sento che batte velocissimo e ho notato che mi viene l affanno quando faccio le faccende di casa. Per nulla insomma. Non so se sono malata d cuore. Premetto che soffro d’ansia nn sempre ma spesso mi viene. Potrebbe essere quello? Molte volte mi sono sottoposta all elettro-cardiogramma e l’esame è andato tutto bene. Non so.. sn preoccupata un pò

  3. anonimo

    Salve dottore, ho 22 anni è spesso quando faccio le scale a piedi o cammino a passo svelto i battiti cardiaci salgono fino a 120-135 bpm accompagnato da fiato corto e fiatone, sono stato tempo fa dal cardiologo per questi episodi dato che ho avuto anche attacchi di panico, con extrasistole a riposo..le visite sono state tutte positive e non è emerso nulla, devo sottolineare però che feci uso di sostanze simpaticomimetiche prima di questi episodi.. posso aver causato qualche danno al cuore? Gli esami sono tutti apposto…però questa tachicardia e fiato corto quando faccio le scale mi preoccupano un po..potrebbe essere solo ansia?

  4. giulio

    Buongiorno gli scrivo per chiederle un parere sono un uomo di 50 anni,con una vita regolare, non fumo non bevo e faccio una buona attività fisica.Oggi ad un controllo medico mi é stata riscontrata una aritmia irregolare tenga conto che non é la prima volta..controlli fatti con visita nulla di fatto, potrebbe gentilmente darmi un suo parere grazie

  5. giulio

    Quattro anni fá mi sono sottoposto al rituale dell’ oter se non erro si chiama cosí……senza riscontrare nulla,peró se ripenso bene qualche mese fá ho avuto un forte matti cuore e delle verteggini, non vorrei che magari stia sottovalutando la situazione, il fatto che ho perso ultimamente del peso corporeo e rilevante…e se fosse la tiroide la ringrazio x la disponibilità

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, utile valutare la tiroide, ma soprattutto segnali al medico la perdita di peso (se inspiegabile).

  6. SIMONA

    Salve dottore, sono una ragazza di 20 anni e soffro di tachicardia o a volte battito irregolare. Molte volte mi viene da fare un sospirone come se volessi prendere fiato.. Non so cosa sia.. Ho fatto tanti elettro-cardiogramma quando ero piccola e anke nel 2010 quando sono stata operata all appendicite ed è uscito tutto ok.. Anke recentemente lo fatto in ospedale perchè mi venne un attacco di panico e mi fecero l’elettro-cardiogramma. Ma tutto ok. Solo che ho paura che non siano le extrasistole perchè mio nipote di 6 anni è ricoverato già da 2 settimane all ospedale sant’orsola di bologna per extrasistole. Mio fratello se ne accorto perchè il bimbo ha iniziato facendo dei movimenti strani col corpo. E infatti si trattava del batterio streptococco. Forse da quel batterio si è aggravato anche il cuore. Comunque non so mi dica lei. Io soffro un pò d’ansia e attacchi di panico, questi ultimi però mi vengono molto raramente. Io voglio andare dal medico ma lei cosa mi dice intanto? :(

    1. SIMONA

      sembra? mmm quel sembra non mi convince. Andrò dal medico comunque. Spero non sia niente. Grazie dottore

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non sono medico, non posso e non voglio fare diagnosi; il sembra nasce da qui. ;-)

  7. teo

    Buongiorno sono un ragazzo di 20 anni, qualche tempo fa dopo aver fatto una rampa di scale a piedi ho sentito il battito del cuore un po irregolare e misurando le pulsazioni a livello del collo ho sentito come se un battito ogni 3-4 fosse quasi strozzato, non completo. Questa cosa ora mi capita non spessissimo ma comunque ogni 3-4 giorni, sempre all’inizio di un’attività fisica blanda come un normale spostamento in bici. Dopo qualche battito irregolare il cuore torna a battere normalmente. Ho eseguito visite sportive annuali con ecg sotto sforzo per idoneità calcistica fino a 3 anni fa, dalle quali è risultato sempre tutto in regola. Ho eseguito un elettriocardiogramma a gennaio per valutare episodi di extrasistole a riposo, che sono state valutate come innocue. è necessario un controllo medico?
    Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Senta il parere del suo medico di base, ma onestamente sembra un po’ d’ansia.

  8. Anonimo

    Dottore da diversi giorni avverto come dei salti al cuore quando sono seduto e mi sto molto preoccupando siccome ho il pectum excavatum non vorrei che questo stia influenzanto il sistema cardiaco , corro gravi pericoli ? ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente no, ma è un fenomeno che va indagato dal medico.

  9. Anonimo

    Salve dottore,
    Sono una ragazza di 24 anni e qualche volta a riposo sento il cuore come se si fermasse per brevissimo tempo, oggi ho misurato la pressione ed era un pò bassa e il cuore era un pò “affaticato”. La causa potrebbe essere che ho una leggera anemia?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’anemia può incidere, ma anche l’ansia se fosse il suo caso; segnali il tutto al medico per valutare se approfondire.

  10. enzoo

    Salve e da tre mesi forse più che o come dei tonfi al cuore cm se improvvisamente perdesse un colpo in pratica sento 2 battiti forti prendo una mezza pillola di zantrapres 30mg xche mi hanno trovata un Po la pressione alta .ho 33anni soffro di un Po ansia .2anni fa ho fatto un elettrocardiogramma e un ecocardiogramma ttt normale il medico nn mi vuole prescrivere niente sn andato a spiegargli ql che mi succede dicendo che nn è niente ma questi episodi sono frequenti e mi buttano giù moralmente cosa posso fare e cosa potrebbe essere spero in una sua risposta la ringrazio

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Potrebbe effettivamente essere solo l’ansia; soffre per caso di stomaco?

  11. fanny

    Salve dottore, sono una ragazza di 21 anni.. ho fatto delle visite cardiologiche perché soffro un po d’ansia e a volte ho palpitazioni.. tra cui ho fatto un elettrocardiogramma, un ecocardiogramma, e poi ho messo l’holter per 24 ore.. nell eco è spuntato un prolasso della valvola mitrale in particolare del LA .. ma il cardiologo mi ha detto che non mi devo preoccupare perché non è pericoloso. E facendo l holter è emerso ritmo sinusale da 46 a 130 battiti. Tendenza a bradicardia notturna con 46 battiti e singola extrasistole sopraventricolare. Ho parlato con il cardiologo e mi ha detto che posso stare tranquilla. Però c’è una cosa che non capisco.. mi capita mentre mangio a volte non sempre.. che praticamente i battiti mi accelerano all’improvviso. E misurando la pressione fino a poco fa lo avevo a 101 al minuto. Così mi sono sdraiata una mezz’oretta sul letto e misurandoli nuovamente erano a 75 al minuto. Non capisco come mai.. è normale secondo lei? Premetto che sono anche sottopeso perché in questo periodo ho una situazione difficile a casa e mangio poco.. peso 43 kg .. secondo lei incide anche? Mi sento spesso stanca. Grazie

  12. Iaia

    Buonasera dottore mia nonna ha 89 anni e’ allettata da 7 mesi non ha alcuna malattia ma ora dopo un dimagrimento allucinante l’abbiamo dovuta mandare in una clinica perché purtroppo nn potevamo più tenerla così e all’ospedale gli anziani nn li tengono purtroppo…e’ disidratata ha tt macchie rosse in tutto il corpo afte alla bocca ed è’ molto anemica e il valore dell’emoglubina e’ 8 oggi mi hanno detto che ha un’aritmia …io nn so come aiutarla sta a letto cn gli occhi chiusi non parla…secondo lei quanto può sopravvivere così? La ringrazio e scusi x lo sfogo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma credo che in questo momento nemmeno i medici che la seguono possano fare previsioni.

  13. anonimo

    dottore soffro di ansia premesso e molto prendo xanax e dropaxin aspetta una bella risposta da lei dottor cimurro gioco a tenni in serie b a volte mi vengono come delle tachicardie parossistiche e in tal caso ho fatto gli esami tra cui anche eco e il cuore e sano . il problema e questa essendo molto ansioso mi vedo spesso i battiti e molte volte non e regolare tipo che sento il batttito che va normale poi ne fa 2 velocissimi come se tu tu come un aritmia dal punto di vista di battito irregolare se fosse cosi dagli esami si sarebbe riscontrato di sicuro , l ansia puo anche fare queste cose far venire dei battiti irregolari e non e niente??????????? ttendo una sua brillante risposta grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo sì, l’ansia può causare anche questi disturbi.

  14. Anonimo

    Dottore ero un po preoccupato perché avevo letto che nel peggiore dei casi viene una fibrillazione ventricolare e io quando ho avuto una tachicardia parossistica forte che è un aritmia ho avuto debolezza non verigini però debolezza mentre giocavo a tennis che un sintomo che sta scritto nelle aritmie gravi , non rischio però fibrillazione ventricolare vero non mi è venuta si sarebbe vista se mi sarebbe venuta dagli esami , quindi sintomi gravi e una cosa ma nel peggiore dei casi ancora peggio???? Giusto attendo risposta appena può io sono una persona famosa ma non scrivo nome son cose private posso star tranquillo anche se ho avuto debolezza quando avevo battiti irregolari avevo paura della fease del peggior dei casi di morte inprovvisa non rischio vero anche perché seno si sarebbe visto dagli esami se avevo malformazioni organiche e solo ansia giusto mi aspetto una gran risposta buona giornata

  15. Anonimo

    Io penso che sia solo ansia che l ansia fa di tutto secondo me anche debolezza secondo il mio parere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Confermo che l’ansia può causare questi sintomi, ma se a maggior ragione è già stato visitato da un cardiologo direi che può stare decisamente tranquillo.

  16. Giovanna

    Buonasera dottore da circa un anno ho fitte nella parte alta del petto sinistro associate a vertigini, stanchezza fisica e confusione mentale. Ho fatto una visita cardiologica con eco cardiogramma e prova dello sforzo. Al termine della visita mi è stato detto di avere un ipotensione ortostatica (80/90). Quindi sotto consiglio del cardiologo tenevo misurato la pressione da sdraiata e in piedi, ma dopo aver riferito al cardiologo i dati mi è stato detto che era tutto ok. Il disturbo persisteva quindi mi hanno consigliato una visita neurologica, dopo aver fatto questa con esito negativo e anche esami del sangue (emocromo completo) tutto nella norma, il medico mi ha prescritto una cura con gocce Laroxyl, ma dopo una settimana di cura non ho trovato beneficio e sto tuttora assumendo questo farmaco. Come ultima visita consigliata dal medico di base, ho fatto la visita ortopedica ma anche qua nulla di patologico, mi ha prescritto una rx al torace che solo domani ritirerò l’esito. Ma il disturbo continua………sono sempre stordita e stanca e guidando ho sempre il terrore che possa capitare qualcosa. Grazie.

  17. Federico

    Buongiorno,

    ho quasi 31 anni, mi sono misurato la pressione per controllo e i valori sono 105-110/70-75 con 50-64 battiti (dipende), come giudica questi valori??
    grazie

  18. Giulia

    Buongiorno dott.Una settimana fa’purtroppo è morto un mio amico per infarto fulmineo…quali sono i sintomi prima di avere un infarto fulmineo?C’e’del tempo x salvarsi?La ringrazio!

    1. debora

      Salve dottore sono una ragazza di 33 anni e mezzo,generalmente io soffro di pressione bassa l estate,ma quest anno è da maggio che non sto bene.Premettendo che sono una persona molto ansiosa e sono sempre molto stressata,sono portatrice delle patologie autoimmuni.Sto avendo delle tachicardie in questo frattempo,ma il problema che mi ha agitato molto è stato il fatto che circa una settimana fa quando in una farmacia misurando la pressione il farmacista mi ha detto che il battito del cuore non è regolare,mi sono spaventata e lui mi ha detto di stare tranquilla e cosi ho lasciato perdere,ma ieri sono stata malissimo mi trovavo in un altro paese e sono andata in farmacia a misurarmi la pressione.Il farmacista di quest altra farmacia mi ha detto la stessa cosa che c è dell arittimia e mi ha detto di farmi controllare perchè potrebbe essere una cosa da niente o una cosa piu’ importante lei cosa mi suggerisce?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Condivido la necessità di un parere del suo medico, per confermare che la causa sia solo ansia.

    3. debora

      grazie dottore,mi scusi ma volevo dirle anche che assumo anche l entact da tempo,e che nella mia famiglia ci sono casi di infarto, tutto questo mi agita molto tanto che sono contratta credo,perchè mi sento indolenzita.Non so cosa devo fare per calmarmi considerando che devo aspettare che aprano i centri di cardiologia,sono tutti in ferie.Posso prendere la valeriana ?

    4. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non posso avvallare farmaci od integratori, ma senza aspettare la riapertura dei centri è più che sufficiente parlarne con il medico di base.

    5. debora

      il problema dottore è che ora sono al mio paese ma il mio medico di base non c è l ho qui e dove vivo ci ritorno a fine mese

  19. auro

    Dottore tempo fa hp avuto un artmia io prendo anche l entact può essere dovuta anche all ansia

  20. xavier

    ciao dottore sono un ragazzo di 14 anni molte volte mi sento strano con il cuore o il battito irregolare il mio cuore batte velocissimo ma e per lo sviluppo ah o anche il soffio al cuore ma è grave

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.