Allergia ed orticaria cronica: sintomi, cause cure

Ultimo Aggiornamento: 120 giorni

Introduzione

Orticaria sulla schiena (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Hives_on_back.jpg)

Orticaria sulla schiena (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Hives_on_back.jpg)

L’orticaria è una condizione caratterizzata dalla presenza di piccoli rigonfiamenti irregolari e arrossati che compaiono sulla pelle provocando nella maggior parte dei casi un intenso prurito: si parla di orticaria cronica quando la durata del disturbo è particolarmente lunga (in genere più di 6 settimane) o quando tende a ricorrere più volte nel tempo.

Nei casi si orticaria acuta, quindi di durata inferiore, la causa è spesso legata all’assunzione di un qualche farmaco o del cibo, mentre nel caso della forma cronica si parla spesso di orticaria idiopatica, ad indicare che la causa rimane sconosciuta. 

Questo disturbo non mette in pericolo la vita del paziente, ma può causare preoccupazioni e disabilità; viene in genere trattato con antistaminici e/o cortisone, soprattutto nel caso di forte prurito.

Cause

La causa della forma cronica è al spesso difficile da individuare (rimane sconosciuta nel 50% dei casi) e si pensa che spesso sia legata a una reazione autoimmune, ossia una reazione del sistema immunitario verso una struttura dell’organismo stesso. Tra gli eventi che possono fungere da innesco a questa reazione troviamo:

  • stress,
  • infezioni virali,
  • farmaci,
  • alimenti,
  • parassiti intestinali,
  • morsi o punture d’insetto.

Alcune forme di orticaria cronica peggiorano quando il flusso sanguigno aumenta per:

  • calore ambientale,
  • freddo,
  • esercizio e sforzi fisici,
  • stress ed emotività,
  • mestruazioni,
  • luce solare.

Alcuni pazienti sviluppano un’orticaria da pressione in alcune parti del corpo, come conseguenza del lavoro che svolgono: chi sta seduto per gran parte della giornata potrebbe sviluppare l’orticaria sulle natiche, indossando cinture troppo strette potrebbero comparire i segni sull’addome.

Fattori di rischio

L’orticaria cronica colpisce entrambi i sessi, però sembra avere una maggiore incidenza tra le donne di mezza età.

Sintomi

Piccole macchie sulla pelle rotondeggianti, chiamati pomfi, di colore rosso e piccole lesioni con bordi spessi che possono anche unirsi sono il sintomo caratteristico dell’orticaria, che spesso è accompagnata anche da un prurito più o meno intenso.

Possono comparire in ogni parte del corpo e talvolta tendono a sparire e riapparire in posizioni diverse, dando una sorta di impressione di movimento.

Spesso i pazienti colpiti da orticaria cronica manifestano anche un forte stress legato al disagio e al prurito.

Il 30 per cento circa degli adulti affetti sono anche colpiti dall’angioedema, in cui il gonfiore si diffonde in zone piuttosto vaste e colpisce con maggior frequenza le labbra oppure le palpebre.

Diagnosi

Orticaria da antibiotico (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Urticaria_2.jpg)

Orticaria da antibiotico (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Urticaria_2.jpg)

La diagnosi consta essenzialmente di due fasi:

  • anamnesi,
  • visita.

L’anamnesi viene effettuata attraverso una serie di domande rivolte al paziente per ricostruirne la storia medica, i fattori di rischio e lo stato di salute generale. Questo serve a valutare l’eventuale necessità di procedere ad approfondimenti relativi a possibili malattie più gravi alla base dell’orticaria, come ad esempio l’epatite, il lupus eritematoso sistemico, l’ipertiroidismo o un tumore, anche se ovviamente si tratta di eventualità rare.

In molti casi è necessario/utile tenere un diario per una o due settimane in cui scrivere tutte le attività, tutti gli alimenti e le bevande assunte nonché i farmaci, la zona e il momento in cui compare l’orticaria, per provare a risalire ai trigger in grado di scatenare gli episodi di orticaria.

Può essere utile integrare queste valutazioni con esami di laboratorio, tra cui:

  • esami del sangue,
  • test allergici,
  • esami mirati all’esclusione di specifiche pa

Spesso il paziente viene sottoposto ad una dieta con eliminazione degli allergeni, questa dieta non contiene gli alimenti che scatenano con maggiore frequenza reazioni allergiche. La reattività a un particolare alimento viene confermata se i sintomi, dopo essere spariti, ricompaiono una volta che quell’alimento è stato reintrodotto. In parole povere l’alimento specifico che causa il problema viene individuato modificando la dieta del paziente.

Anche in questo modo tuttavia non sempre si riesce a identificare la causa specifica dell’orticaria cronica, in questi casi si dice che la malattia è idiopatica.

Durata e prognosi

Il prurito è spesso l’aspetto più fastidioso, ma in genere il paziente non esposto a rischi di alcun tipo; le reazioni di angioedema che possono interferire con la respirazione sono fortunatamente rare e ogni episodio di orticaria dura al massimo 24 ore e spesso scompare molto più rapidamente (nel giro di due, quattro ore), anche se purtroppo può andare e venire nel tempo.

Il prurito, soprattutto quando intenso, può essere causa di forte stress e può arrivare a disturbare la qualità del sonno.

La gravità del disturbo varia sensibilmente da un soggetto all’altro e si stima che:

  • In circa la metà dei casi i sintomi spariscono entro 3-5 anni dal primo episodio.
  • In circa 1 caso su 5 i sintomi persistono (a periodi alterni) fino a 10 anni e più.

Cura e terapia

Orticaria allergica sul braccio (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Urticaria_arm.jpg)

Orticaria allergica sul braccio (http://en.wikipedia.org/wiki/File:Urticaria_arm.jpg)

Prima di tutto, se la causa è nota, occorre evitarla in modo da prevenire la reazione, se invece la causa è sconosciuta sarà necessario aspettare che il disturbo regredisca lentamente.

Alcuni soggetti traggono beneficio con qualche piccola attenzione, tra cui:

  • vestiti e accessori attillati o che esercitino pressione sulla pelle,
  • cercare di mantenere una temperatura fresca nei locali dove si soggiorna, in particolar modo in camera da letto durante la notte,
  • evitare alcolici, bagni/docce calde, luce solare, fonti di stress.

Tra i farmaci di prima scelta per il trattamento dell’orticaria cronica troviamo gli antistaminici, medicinali in grado di ridurre la risposta allergica del soggetto e diminuire quindi l’entità dei sintomi (rash cutaneo e prurito).

I farmaci corticosteroidi (cortisone) come il prednisone (Deltacortene®) possono tengono sotto controllo i sintomi, soprattutto in caso di episodi particolarmente severi, ma vengono usati di rado perché con l’uso prolungato provocano effetti collaterali gravi; l’approccio ottimale prevede la prescrizione della dose utile minore possibile per il periodo di tempo più breve possibile.

Nel caso in cui l’antistaminico prescritto non fosse sufficiente è possibile valutare una delle seguenti strade:

  • aumentarne il dosaggio,
  • sommarne un secondo,
  • associare un inibitore dei leucotrieni (come il montelukast).

In alcuni casi vengono associati antistaminici anti-H2, come la cimetidina (Tagamet®) o la ranitidina (Ranidil®, Zantac®), farmaci normalmente usati come antiulcera che bloccano i recettori H2 (ndr: In Italia questo duplice approccio è poco usato). La combinazione di questi due tipi di bloccanti a volte può alleviare meglio i sintomi. La terapia deve essere individualizzata e continuata sotto stretta supervisione medica.

Quando anche questo approccio non fosse sufficiente si può valutare un antistaminico di prima generazione (per esempio Atarax®), particolarmente efficace, ma con una spiccata tendenza a causare forte sonnolenza (va preso tassativamente la sera).

Nei rarissimi pazienti che non dovessero rispondere adeguatamente a questa terapia si valuteranno farmaci più incisivi, ma con un maggior rischio di effetti collaterali (come ad esempio la ciclosporina).

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    Buongiorno dottore
    Mio figlio di 4 anni dopo due giorni di febbre alta trattata solo con tachipirina si e’ ricoperto di macchie rosse. Il pediatra ha subito diagnosticato un’orticaria e gli ha prescritto lo xyzal da prendere inizialmente due volte al giorno per poi passare ad una. Le macchie sono sparite quasi subito per poi tornare dopo un paio di giorni in maniera piu’ violenta e questa volta ha dovuto fare tre gg di bentelan. Dalla seconda gettata sono passate due settimane e continua a prendere l’antistaminico una volta al giorno, ieri ho dimenticato di darglielo e stamani aveva delle piccole macchie rosse sparse su tutto il corpo, poche ma c’erano e gli ho subito dato lo xyzal. Dottore la mia domanda e’ questa: sia il pediatra che lei dite che con l’orticaria ci vuole molta pazienza in quanto i tempi di guarigione possono essere lunghi. Ma quanto lunghi? C’e’ qualche indagine che puo’ essere fatta o terapia che possa abbassare il livello di istamine a parte una dieta corretta e l’utilizzo di antistaminici? Il pediatra dice che possono essere somministrati ai bambini anche per diversi mesi ma la cosa mi spaventa un po’. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. A volte purtroppo possono passare settimane o mesi,
      2. ma onestamente forse qualche indagine in più la farei per cercare la causa.

  2. Anonimo

    Buon giorno Dottore, siccome per problemi di diverticoli mi e’ stato prescritto di prendere ogni mese per 7 giorni NORMIX. Finora nessun disturbo visibile, ma oggi ho scoperto questi sintomi di orticaria alle gambe.
    Mi farebbe tanto piacere di ricvere un consiglio da Lei.
    LA ringazio in anticipo con distinti saluti
    ROSA

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questi giorni sta assumendo il farmaco?
      Ieri è stata in giro con gonna o pantaloni corti?

  3. Anonimo

    Presento questi sintomi da 3 giorni e non riesco ad idividuarne la causa perché ho mangiato sempre le solite cose, sono solo andata in piscina una volta e ho pensato potessi essere allergica al cloro ma è ancora tutto un mistero. Sto facendo una cura di antistaminico e cortisone il problema è che in due giorni di cura non vedo la differenza. Sono veramente preoccupata.

    1. Anonimo

      Soffro da quando sono piccola di prurito dopo la doccia che aumenta a livelli esponenziali quando l’abbronzatura va via, ma sempre dopo la doccia. Questa volta episodi forti e prolungati (prurito insopportabile sulle intere gambe per quasi 2 ore). Preso il clarityn ma non diminuisce nulla. Cosa posso fare?! Come si può ovviare a questo problema?

    2. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve , ma oltre al prurito ha anche orticaria ( ponfi cutanei) ?

    3. Anonimo

      Salve soffro di orticaria da almeno un mese e mi curo con lo zirtec. Mi sapreste dire dopo quanti giorni scomparirà del tutto?

    4. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo non è possibile dire quanto possa durare questo disturbo soprattutto se non è stata scoperta la causa determinante. saluti

  4. Anonimo

    Buongiorno, è da ieri pomeriggio che mi è comparso un prurito fastidioso in varie zone del corpo. Spesso mi prude anche all’interno del naso, delle orecchie e nelle zone intime. Bollicine, non rosse,solo qualcuna sul braccio o comunque dove la pelle è più delicata. Sono in un periodo di stress, potrebbe essere quello?
    Nei giorni precedenti ho accusato forti dolori addominali e dolore alla lingua, come se ci fossero delle fate. Potrebbe essere una reazione a qualche alimento? Premetto che risultò intollerante al lattosio e non consumo alimenti che lo contengono. Qualche mese fa, sono risultata allergica agli acari e alle graminacee. Non vorrei prendere antistaminici perché ho spesso fastidi quando li assumo. Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sia orticaria da stress che reazione allergica ad alimenti sono spiegazioni plausibili; se la situazione non migliorasse non aspetti troppo a contattare il medico.

    2. Anonimo

      Grazie. Aspetto un paio di giorni e lo contatto, il fatto che domani è ferragosto! Sto applicando una crema perché la mia pelle è anche molto secca, pensa che se non miglioro domani magari prendo un Kestine o Aerius che ho a casa? Prima prendevo sempre Kestine ma l’ultima volta mi dava la sensazione di secchezza e irritazione della gola. È anche vero che io sono un po’ ipocondriaca sui farmaci e mi suggestiono sugli effetti collaterali, quindi evito di assumersi.

    3. Anonimo

      Scusi dottore, se la disturbo ancora ma, il prurito sembra attenuare un po’. Mi pare piuttosto come avere delle formiche che mi camminano addosso. Provo con Kestine?

    4. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Buonasera, se l’ha già assunto senza particolari problemi può riprenderlo, saprà che dà sonnolenza quindi con le attenzioni del caso. Saluti.

    5. Anonimo

      Buongioro, non ho preso l’antistaminico ma la situazione va un po’ meglio. Il mio medico ci sarà domani pomeriggio. Andrò sicuramente, anche perché ho spesso fastidio sulla lingua, secchezza alla gola, pruriti vari dopo i pasti. Crede sia necessario fare dei test allergologici più approfonditi oltre a quelli sulle polveri e pollini già fatti? Io da DNA risulto anche positiva alla celiachia ma, dalle analisi sulle iga sembra io sia negativa. La mia paura è che sto sviluppando una sorta di allergia a vari alimenti insospettabili e che mi venga uno shock anafilattico. Per questo da qualche giorno consumo sempre gli stessi alimenti, privi di latte a cui già risultò intollerante. Mi consigli, per favore. Grazie

    6. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al momento non c’è motivo di pensare a uno shock, ma l’idea di consumare solo alimenti sicuri è per ora condivisibile.

    7. Anonimo

      Buonasera, vi aggiorno. Questa mattina mi sono svegliata con una costrizione alla gola. Nel pomeriggio mi sono recata dal medico che, visto il prurito e visto il gonfiore all’epiglottide mi ha prescritto zyxal oggi alle 15.30 e stasera alle 23.30 e Deltacortene al bisogno. Successivamente prove allergiche. Che ne pensate?

    8. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ha fatto benissimo a rivolgersi al medico e, nel dubbio, non aspetti eccessivamente ad assumere il cortisone.

    9. Anonimo

      Buonasera, oggi sono tornata dal medico perché il prurito era ricomparsa. Abbiamo rilevato che le pasticche contengono lattosio per cui mi sono state somministrate le gocce di xyzal. Però la posologia sul foglio dice 20 gg e il mio medico ha detto non più di 7. Cosa pensa, si sarà sbagliato? Grazie

    10. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      No, quelle sui bugiardini sono indicazioni generiche, che il medico può cambiare in base alla situazione, per cui si attenga alla prescrizione.

  5. Anonimo

    Buonasera, scusi…vorrei un parere logicamente.
    Mia madre,anzitutto è reduce di un ictus da 2 anni e mezzo,adesso a maggio, ha subito 2 infarti nel giro di 20 giorni, e soffre anche di bronchite asmatica,qualche allergia ai pollini, a certi alimenti ma, li evitiamo… comunque…arrivo al dunque,in questi giorni l’è uscito uno sfogo con delle macchie estese da circa 8 centimetri,in un braccio con un piccolo puntino,al lato del ginocchio, ci sono 3 puntini invece, e x ultimo nel collo dietro, siccome le viene prurito,.l’hanno portata dal medico e pensa sia un fatto allergico, premetto che prende un po di medicinali, le ha prescritto ”Pafinur”da prenderne una C.al giorno.
    Scusi ma,secondo lei, potrebbe essere qualche pizzico di zanzara o di qualcos’altro??
    Grazie Dott.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma senza vedere sarebbe davvero come tirare a indovinare.

  6. Anonimo

    Buona sera… dal 25 dicembre 2015 (8 mesi) ogni giorno la pelle si ricopre di pomfi… ho iniziato una terapia di 40 giorni, fino a febbraio 2016, di dieta in bianco nell’attesa dei risultati sulle analisi del sangue e delle feci , risultati negativi… ho iniziato a prendere antistaminici come zirtec … ho eliminato tutti gli alimenti che possono accelerare il processo: tartufo, gamberi, tonno, pomodori crudi, kiwi ecc…
    ho avuto anche dei casi talmente acuti che ho dovuto ricorrere a delle iniezioni di bentelan in quanto le mie labbra si gonfiarono all’inverosimile.
    ho eliminato qualunque alimento dalla mia dieta
    in questo periodo sto mangiando solo frutta (mele)
    mi avevano detto i dottori che certe volte dura anche sei mesi… visto che sono arrivato all’ottavo mese consecutivo senza nessun miglioramento vorrei sapere se ci fosse un rimedio oppure se mi devo rassegnare???

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questi casi si tampona con cortisone e antistaminici come sta facendo, sono tempi lunghi, ma spesso si risolve.

    2. Anonimo

      Io per 5 anni ho mangiato riso , lattuga e mela, tutti Dot. dicevano che mi ha sfuggito qualcosa per quello l’allergia continua ( tutte palle ),la mia vita era solo antistaminici e cortisone. Ma grazie a Dio ho trovato la Dot Ridola , una ragazza giovane e molto in gamba . Per primo mi ha cambiato antistaminico , dandomi Robilas , mi ha fatto fare la terapia Monoclonale che dura 6 mesi e da un mese lo finita e sto bene non prendo niente . Grazie di cuore alla Dot Ridolo. Quando una alergia dura più di 6 setimane si chiama alergia Cronica , perciò tu poi mangiare qualunque cosa , non c’entra niente il mangiare.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La ringrazio per la sua esperienza, ma non generalizziamo, *se* si tratta di allergia alimentare e non si toglie l’alimento responsabile l’orticaria non potrà che continuare a manifestarsi.

  7. Anonimo

    Buongiorno dottore, volevo chiedere se diminuendo la dose del cortisone sia normale che si ripresenti il dolore al polmone.

    1. Anonimo

      Buongiorno,sono ormai 12 anni che soffro di orticaria cronica,e’ fatto 2 cicli di xolair,niente da fare non va via,mi sta distruggendo la vita…

  8. Anonimo

    Buongiorno dottore! La mia bimba di 2 anni ha una specie di orticaria che gli ha comparsa sulla pancia, braccio destro e palmo della mano e sulla coscia sempre destra! All’inizio erano piccole bollicine non estese ma ogni giorno poi si sono estese! Il pediatra mi ha dato per la piccola all’inizio solo 5 gocce di antistaminico (formistil) ma dopo nn passava, anzi aumentavano e mi ha dato il bentelan una volta al giorno e una polvere senza talco, dopo un mese però l’orticaria è ancora lì! L’antistaminico lo prende ancora ed il bentelan glielo do 2 volte al giorno, la lavo con amido mio per pelli sensibilim! L’alimentazione e molto curata, con tanta frutta e verdura, senza brios oppure cioccolato, almeno da quando ha l’orticaria! Purtroppo il pediatra se ne va in ferie ed io nn so cosa devo fare più! Quale sono i prossimi passi da seguire?

  9. Anonimo

    Alla bambina di 7 anni per l’orticaria hanno prescritto Zirtec 15 GTT al giorno per 3-5 gg. Che vuol dire questo, quante gocce le devo dare al giorno?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che NON posso assumermi la responsabilità della dose senza leggere personalmente, 15 GTT significa 15 gocce.

  10. Anonimo

    Salve dottore, mi e’ stata diagnosticata dopo aver fatto i test ..Dermatite allergicaOrticaria ,sono risultata allergica ++ al Nichel Solfato .e P_Fenilendiamina base ++.Sono dei Patch cosmetici o devo stare attenta anche agli alimenti che contengono Nichel??La cura e’ stata deltacortene 25mg ,una compressa al giorno

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, il nichel contenuto negli alimenti potrebbe causarle qualche fastidio, ma potrebbe essere solo una reazione dermatologica, da contatto, per cui l’alimentazione potrebbe non darle problemi, specie se fin’ora non ne ha mai avuti. Saluti.

  11. Anonimo

    Buona sera dottore sono una dona di 45 ani lavoro come cuoca più di due mesi a iniziato tutto prima con un dolore fortissimo allo stomaco poi di notte con un prurito forte la mattina ero tutta piena di macchie rosse enormi avevo anche sulle labre ho preso per due settimane antistaminici e andata bene adesso ho sto prurito e le macchie eri sera ho sbagliato sugo di pomodoro e suceso una ltra volta grazie mille

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Sembrerebbe una reazione allergica, serve una valutazione precisa, mi raccomando di farsi visitare, non assuma farmaci senza una diagnosi, non risolve il problema. Saluti.

  12. Anonimo

    buonasera dott io sono anni che soffro di stress sembrava una cosa cosi poi da due anni a questa parte non faccio altro che dover andare dentro e fuori il pronto soccorso il mio allergologo e il dottore che mi anno fatto la diagnosi e risultata orticaria cronica allergia allamido di mais a certi tipi di antibiotici e medicinali e un continuo prendere cortisone e antistaminico come posso fare mi a preso la paura quando la gola comincia a graffiarmi e un pochino si gonfiano le ghiandole salire io mi prendo il cortisone non posso innervosirmi che subito comincia il prurito e pure l.ansia mi scusi ma so scrivere cosi sono analfabeta ma sto studiando notte

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buongiorno, purtroppo l’orticaria è una malattia particolarmente difficoltosa da curare soprattutto quando non se ne conosce bene la causa. La terapia è a base di cortisone e antistaminico e evitare di assumere tutte le sostanze che potrebbero essere in grado di scatenare l’eruzione di ponfi e prurito. Segua le indicazioni dell’allergologo e se questa condizione le ha creato una situazione di base si ansia potrebbe essere utile parlarne con il suo medico e valutare un aiuto terapeutico. saluti

  13. Anonimo

    Salve da come si puo vedere sono le 03. 40 di notte. E io non riesco piu a dormire per colpa del prurito dolori ecc. Vi prego chedo un aiuto. Sono diagnosticata con orticaria cronica sono cosi da anii non ne esco piu fuori. Vi prego se qualcuno riesce ad aiutarmi. Esco fuori di testa. Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso prescrivere farmaci; sta assumendo farmaci?

  14. Anonimo

    Aiuto!! Sto impazzendo!!
    Ho due bimbi di 5 e 6 anni, tosse fortissima,
    La pediatra mi ha fatto somministrare il bentelan, con disaggio a scalare.
    I bimbi si svegliano di notte lamentando un forte prurito alle gambe e braccia.
    Non riesco a capire, oltretutto non è la prima volta che capita, ho avvertito la pediatra ma, non mi ha dato nessuna spiegazione e nessun ulteriore controllo, ha liquidato il tutto!
    Per cercare di farli riposare gli ho dato lo zirtec ma, non sarebbe meglio fare qualche controllo?
    Grazie Dott.

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, ma sulle cute di gambe e braccia ci sono segni , bolle, arrossamenti?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Pensavo a una malattia esantematica, ma adesso sembrano un po’ troppi giorni; se è già diversi giorni che dà Bentelan senza risultato ritengo che sia ora di approfondire (dermatologo?).

      Curioso che abbia colpito entrambi, se mi tiene al corrente mi fa piacere.

  15. Anonimo

    Salve ho una situazione di Orticaria che perdura nel tempo ( anni) non riesco a trovare le cause, forse il Tirosint che prendo da anni (prima eutirox) ora i ponfi li continuamente con prurito forte. Il medico di base non aiuta, a quale centro medico potrei rivolgermi per un valido aiuto? Oppure voi eseguite delle visite a Roma?
    Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dermatologo, oppure su Roma credo che il centro di riferimento sia l’IDI.

  16. Anonimo

    Salve , e da tanto tempo che in alcuni periodi dell’anno si gonfia il labbro inferiore e mi da tanto prurito si manifesta con delle bolle sotto cutanee vorrei risolvere non ne posso più

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Si è già rivolga al medico? Capita sempre nello stesso periodo dell’anno? Le capita dopo aver mangiato? Qualche cibo in particolare?

  17. Anonimo

    buongiorno, ho avuto due rush cutanei nel giro di pochi giorni, la prima volta avevo preso un vivin c, mi sono riempito di bolle con vomito e senso di spossatezza.
    la seconda per un mal di testa ho preso un oky ed ho avuto lo stesso rush violento sempre con vomito e mal di testa tanto da andare al protnto soccorso.
    i due farmaci posso aver causato questi rush ?
    grazie

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Si, è possibile, era la prima volta che li assumeva?

    2. Anonimo

      no, li avevi già assunti in precedenza negli anni senza che succedesse niente.
      è possibile diventare intollerante a qualche farmaco così quasi all’improvviso ?
      grazie in anticipo

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo sì, è possibile; lo segnali al medico e ne tenga conto ogni volta che acquista farmaci da automedicazione (sono a questo punto a rischio tutti gli antinfiammatori).

  18. Anonimo

    Si può essere allergici alla pelle del pomodoro?e quali analisi si possono fare?

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Si, le relative prove allergologiche farebbero la diagnosi.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      In questo caso probabilmente non è allergica; che fastidi avverte?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Dai test allergici era stata rilevata qualsiasi altra allergia?

    4. Anonimo

      no nessuna,pero ogni volta che tocco il pomodoro mi esce L orticaria ,ma non sono allergica

    5. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      A parte i test allergologici non c’è altro da fare, a meno che non si tratti di orticaria, ha fatto una visita dermatologica per far visionare le lesioni?

    6. Anonimo

      Questa orticaria mi esce anche se metto bigiotteria falsa,cosa potrebbe essere?

  19. Anonimo

    Visto che ho l’orticaria da più di un mese a causa di cibi a cui sono allergico, vorrei capire se l’orticaria scomparirà prima o poi o la avró per sempre

    1. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)
      Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Se è allergico l’orticaria si manifesterà sempre all’assunzione degli allergeni contenuti nei cibi in questione, che dovrà quindi evitare.

  20. Anonimo

    Salve e da due giorni che soffro di orticaria e da due giorni che prendo antistaminico e mi sento sempre debole..e bruciore alla gola pero non e gonfia e perso 2 chili in 2 giorni..soffro anche di ansia qui io porto a esagerare un po tutto volevo chiedere due tre cose… 1 e normale che mi sento cosi debole?per la gola conviene prendere benntallan? E se posso mangiare come prima senza dieta ? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. L’antistaminico potrebbe causare un po’ di sonnolenza/stanchezza.
      2. Non assuma Bentelan se non prescritto dal medico.
      3. Che tipo di dieta?

    2. Anonimo

      Niente verdure niente legumi niente frutta, niente uova niente formaggio,parole povere solo carne e pasta in bianco! E sinceramente mi viene tanta fame.. Grazie mille

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      È stata prescritta dal medico a seguito dell’orticaria? In questo caso continui fino a diversa indicazione del curante.

  21. Anonimo

    Matteo ha 11 anni e da due convive con orticaria ricorrente con ponfi e prurito in varie parti del corpo. Allergico agli acari e frumento (no celiaco) mangia senza glutine e cura l orticaria solo con citirizia ogni giorno.
    Compare quasi sempre dal tardo pomeriggio. X Evitare il Bentelan, fa una doccia prolungata con acqua tiepida che sfiamma abbastanza i ponfi, più 12 gocce di citirizina.
    La cosa strana che l orticaria inizia a sfogare appena lui si sdraia sul suo letto e solo dove appoggia le parti del corpo (lenzuola e coperte cambiate ogni giorno). Tante volte è demoralizzato perché è una causa davvero misteriosa. Grazie.
    Mamma Carlotta

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, purtroppo le orticarie sono un capitolo molto complicato e spesso non si riesce a capire quale sia la causa scatenante. Non posso consigliare nulla se non di seguire le direttive dell’allergologo di riferimento. saluti

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il cortisone è più efficace, ma legato alla possibilità di un maggior rischio di effetti collaterali (soprattutto sul lungo termine).

La sezione commenti è attualmente chiusa.