Malattie

La sezione dedicata agli articoli relativi a patologie e disturbi in genere è senza dubbio la più vasta di tutto il sito; troverete le malattie suddivise per categoria, mentre quelle che non rientrano nelle categorie individuate sono elencate alla voce “Malattie Varie”.

Malattie Varie

Acne

Allergia ed intolleranza

Pollini e Graminacee

Altre allergie specifiche

Ansia e depressione

Ansia

Depressione

Circolazione

Pressione Alta

Denti

Diabete

Infezioni

Infezioni a trasmissione sessuale

Per una completa trattazione della sfera sessuale, ivi comprese tutte le malattie trasmissibili, si rimanda alla sezione sessualità del sito.

Invernali

Rimedi

Influenza

Influenza stagionale

Mal di testa

Malattie Muscolo Scheletriche

Parassiti

Pelle

Stomaco ed Intestino

Emorroidi

Tumore

Chemioterapia ed altre terapie

Unghie

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Anonimo

    Buongiorno dottore. Da circa una settimana addietro avverto dei disturbi agli occhi , maggiormente all’occhio sinistro, dove circa 4 anni addietro ho subito un intervento di microchirurgia con laser, in sueguito a parziale lesione della retina. Ecco, avverto dei sintomi, quali presenza di “filini” a forma di spirale, e leggeri puntini, nel momento in cui muovo gli occhi nelle diverse direzioni, mentre quando osservo la televisione o un punto fisso non ho questo disturbo, ma non vedo flash o sfocatezze. Sono stato dal mio medico di famiglia, e mi ha visitato, rassicurandomi che sono degli innocui punti vuoti di gioventù, ma tuttavia mi ha consigliato una visita specialistica cui sono prenotato per il 20 ottobre 2014, però continuo a manifestare questo fastidio. Cosa posso fare per rimanere tranquillo, perchè più passa il tempo e più mi sembra abbia l’impressione che tale fastidio, seppure a lento decorso, ma aumenti

  2. Anonimo

    Salve Dottore. Scrivo qui per chiederle semplicemente un consiglio, prima però voglio spiegarle bene la mia situazione… febbraio-marzo scorso mi son preso una potente tosse , avevo orecchie chiuse per il catarro (ed è qui che mi soffermero’ dopo), e anche naso chiuso. La cosa è andata abbastanza per le lunghe, poi il mio medico di base mi ha dato un antibiotico specifico per combattere questa infezione e mi ha aiutato a liberarmi quasi del tutto. Al momento della visita mi aveva controllato il respiro e non c’era nulla a carico dei polmoni, il suono del colpo di tosse abbastanza forte proveniva dalla gola e nient’altro. Mi ha fatto capire di come fossi chiuso proprio nella zona tra naso e orecchie, per capirci. Son rimasti dei rimasugli anche dopo la cura con l’antibiotico (una pastiglia presa per 3 giorni), se ricordo bene solo un problema di orecchie: mi spiego meglio, riuscivo a sentire bene , ma deglutendo o soffiando sentivo comunque quel “clic-clic” che si avverte quando le orecchie non sono libere del tutto. Per sicurezza la dottoressa dopo 2 mesi mi ha detto – quando gliel’ho fatto notare- di fare una visita dall’ otorino, che mi ha visitato accuratamente e mi ha dato un antiinfiammatorio per una settimana, e sempre per una settimana la solita bustina di fluimucil/mucosolvan. Avevo risolto ma in modo impercettibile…tanto che sono arrivato ad ora, a essere ancora con questo piccolo fastidio alle orecchie. Col naso mi sento libero e mi è capitato raramente di dover soffiare, facendo fuoriuscire del muco bianco. C’è anche da dire che sono allergico alle graminacee e questo me lo hanno chiesto i medici, anche se non credo che al momento possa centrare col mio caso. Son tornato una settimana fa dal mio dottore, e mi ha consigliato di andare quanto più possibile al mare (ed è qui che le rivolgo indirettamente la domanda, cioè se ho ben capito è una questione lunga la mia e devo pazientare fino a quando non avrò risolto spontaneamente la cosa, altrimenti mi dia pure dei consigli suoi) , e mi ha dato dello zerinol da prendere per 4-5 giorni, più il “solito” fluimucil… il fatto è che anche adesso ho sentito un miglioramento minimo. La mia non è fretta, però son passati diversi mesi e ho come il sospetto che la cura non sia delle più adatte… o che serva forse solo tempo, anche se mi pare eccessivo parlare addirittura di mesi. Lei che dice?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Fuma?
      Fluimucil che dosaggio e quante bustine al giorno assume?

    2. Anonimo

      No non fumo.
      1 sola bustina al giorno, domani ho l’ultima da prendere, è il Mucosolvan da 60mg per bustina che prendo, che già avevo a casa, il Fluimucil l’ho finito la volta precedente.
      Ah le scrivo anche che con oggi finisco lo Zerinol.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      La dose per un adulto è di due bustine al giorno, valuti con il medico se aumentarla; per il resto condivido il parere del suo dottore, ideale sarebbe il mare, e poi tanta pazienza ed abbondante idratazione.

  3. francesca

    salve dottore, volevo chiedervi un consiglio ieri durante una passeggiata mi venivano mancamenti come avessi la pressione bassa, addesso ho un gran mal di testa che mi prende davanti e ho po di nausea forse ho camminato sotto il sole senza cappello ho e qualcosaltro ?

    1. Anonimo

      si 120 80 settimna scorsa cosa e dovuto questi sintomi che cosa sono

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, probabilmente è stato un colpo di sole/calore.

    2. Anonimo

      anche per il mal di testa che ho avuto grazie mille per la sua diagnosi

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, anche il mal di testa potrebbe essere legato al caldo/sole.

  4. Moira

    Buona sera dottore io ho 35anni soffro di tiroide di hascimoto con esami del tsh normali ma con immunità tiroidea a 2000 io e già due anni che sto male nel senso che nel periodo mestruale o dolori alle ossa forti gonfiore alle gambe piena di cellulite che sembro ingrassata e il mio peso e sempre lo stesso dolore al seno prima dopo il ciclo nervosismo cioè sto male dolore alle anche mi a detto un medico che soffro di squilibrio ormonale e che dovrei andare da un ginecologo e prendere la pillola ma la pillola non aggrava la situazione di ritenzione o a me farebbe bene la ringrazio vorrei un suo parere

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Al 99% la pillola aiuterebbe in modo significativo.

  5. Anonimo

    Dott siccome devo assumere l’antibiotico posso assumere il claritromicina teva visto che soffro di candida dipende il tipo di antibiotico ?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se prescritto sì, ma lo associ a fermenti lattici.

  6. Claudia

    Salve dottore,

    Ho da un mese un dito gonfio e dolorante in prossimità dell’unghia. Circa dieci giorni fa sono andata a farmi vedere dal medico e mi ha diagnosticato un giradito senza pus e mi ha dato come terapia la pomata gentalyn beta tre volte al giorno e bagni in acqua e sale e, una volta al giorno, in acqua e euclorina. Sto facendo tutto in maniera scrupolosa, ma non vedo nessun miglioramento. Il dito fa meno male, ma è ancora gonfio e sotto la pellicina che una inizialmente si era tirata con la ferita che ha scaturito l’infezione c’è come del sangue “pestato”.

    Nella posologia della crema antibiotica ho letto che non dovrebbe essere usata per più di 10 giorni e oggi è l’undicesimo giorno, senza miglioramenti. Crede che dovrei interromperla? Ha degli accorgimenti per facilitare la guarigione? Non so davvero cosa fare.

    La ringrazio.

    1. Claudia

      Appena appena. In modo impercettibile direi. Però non fa quasi più male. L’unica cosa che mi turba è questo “sangue pesto” che si è esteso lungo la bolla del giradito.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Se non fa più male probabilmente l’infezione è risolta, servirà tempo per il riassorbimento dell’ematoma; domani faccia il punto telefonico con il medico.

    3. Anonimo

      Ah, dunque è normale che si sia formato un ematoma verso la “fine” dell’infezione? La ringrazio molto, mi ha davvero tranquillizzata. Avendo sentito che una delle complicazioni del giradito è la necrosi dei tessuti mi ero presa un grande spavento!
      Seguirò il suo consiglio e domani andrò dal medico per fare il punto della situazione.

    4. Claudia

      Salve dottore,
      Sono stata dal medico che mi ha detto che sebbene l’infezione sembri esserci ancora (quella porzione del dito resta gonfia), la situazione non sembra preoccupante. Mi ha prescritto l’augmentin, ma mi ha detto di aspettare ancora una settimana e di prenderlo solo se l’infezione peggiora. Nel frattempo continuo con i bagni di acqua e sale e con il tea tree oil in loco 3 volte al giorno. L’ematoma è la cosa che però continua a preoccuparmi… è un cerchietto di sangue pestato, rosso scuro, che non accenna a scomparire e che si è sviluppato solo da pochi giorni. Secondo lei è normale che un giradito ci metta così tanto a guarire? Ormai è più di un mese, sebbene abbia iniziato la terapia solo da 15 giorni. Non c’è mai stato pus, quindi non riesco proprio a capire il motivo di questo gonfiore che non accenna a passare…

      La ringrazio per la sua attenzione e cortesia.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)

      L’ematoma in quanto tale richiede fino a due settimane per essere riassorbito, quindi quello non preoccupa; va invece verificato, come giustamente le ha detto il medico, che regredisca l’infezione.

    6. Claudia

      D’accordo, allora smetto di preoccuparmi per quello e resto focalizzata sull’infezione, sperando che finalmente regredisca. Se entro una settimana non vedrò miglioramenti, prenderò l’antibiotico per bocca.

      La ringrazio molto.

    7. Claudia

      Salve dottore, torno a scriverle per darle degli aggiornamenti sul mio dito.
      Ho iniziato la terapia antibiotica con Amoxicillina + acido clavulanico, dose da 500/125 mg, tre volte al giorno per 7-10 giorni. Ho iniziato a prenderlo martedì, oggi è il terzo giorno e il dito è ancora uguale: gonfio, arrossato, dolorante al tatto e con quell’ematoma identico alla settimana scorsa. Posso chiederle dopo quanto tempo di solito l’antibiotico fa effetto nel caso di una pronunciata e duratura infezione cutanea?

      La ringrazio molto per la sua gentilezza

    8. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi verifica la dose dell’antibiotico? Non è 875+125?

    9. Claudia

      No, dottore, vivo all’estero, quindi mi hanno dato diversi dosaggi. La composizione è 500/125 mg e la casa farmaceutica Medreich. Mi scuso io perché precedentemente avevo scritto Augmentin. So che il principio è lo stesso, ma cambiano i dosaggi.

    10. Dr. Cimurro (farmacista)

      In genere gli effetti si vedono in 2-3 giorni al massimo, ma in genere vedo dosi più elevate.

    11. Claudia

      Quindi aspetto di arrivare almeno a metà cura prima di tirare le somme?
      Nel caso in cui le cose non migliorassero cosa mi consiglia? Vorrei saltare il medico di famiglia e vedere uno specialista che possa risolvere come si deve questa benedetta infezione, perché comincio davvero a preoccuparmi.

      Grazie infinite

    12. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, aspetterei di superare almeno la metà della terapia.

    13. Claudia

      Salve di nuovo, dottore.

      Scusi se la disturbo ancora. Oggi è il 9° giorno di terapia antibiotica e la situazione è ancora IDENTICA: gonfiore, rossore e “livido sottocuteno” sempre presenti, sempre uguali e sempre doloranti al tatto. Premesso che ho preso un appuntamento con il medico, ma non potrà vedermi prima di lunedì, lei cosa ne pensa? Pensa che dovrei prenotare una visita specialistica? C’è da preoccuparsi? Chiedo perché sono davvero spaventata. Anche se l’infezione è circoscritta, non riesce ad andare via in nessun modo…

      La ringrazio

    14. Dr. Cimurro (farmacista)

      Esattamente di che colore parliamo? Rosso? Viola? Blu?

    15. Claudia

      Rosso scuro, direi. Più chiaro all’interno, quasi “trasparente” a seconda dell’angolazione. Sembra una crosta sottopelle, ecco.

    16. Dr. Cimurro (farmacista)

      Comprendo il disagio di non riuscire a risolvere, ma dalla descrizione non credo davvero che ci sia nulla di preoccupante.

    17. Claudia

      La ringrazio davvero per avermi tranquillizzata, dottore. Immagino che che l’infezione fosse stata più grave si sarebbe già diffusa al resto del corpo dopo più di un mese ormai, giusto?

      Attendo fiduciosa di vedere il medico e nel frattempo evito di pensarci allora.

    18. Dr. Cimurro (farmacista)

      Non c’è alcun motivo di temere che si espanda, stia tranquilla.

  7. franco

    Sono un paio di anni ke mi capita spesso di soffrire di gotta ai piedi. Mi prescrivono delle puntere di cortisone soldesam. Dopo la cura il problema si presenta con forte dolore e go fiore. C’è uno specialista a cui mi possono rivolgere???

  8. alfredo

    salve dottore sono sempre io quello dei vermi, che gli sono usciti pure dal naso 2 mesi fa … volevo dirle una cosa dopo che ho espulso i vermetti bianchi , con il COMBANTRIN ® Pirantel Pamoato e possibile che puo’succedere di nuovo il fatto dei vermi? un gastroenterologo puo’ darmi informazioni vero? perchè ho prenotato una visita con il gastroenterologo.. Io mi preoccupo se di nuovo puo’ succedere, .. poi volevo anche sapere se in una resoranza magnetica si vedrebbero sti vermi sullo stomaco? ho dovrei fare una gastroscopia.. per favore mi aggiorni..

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      In tutta onestà continuo a nutrire più di una perplessità, ma lo specialista è sicuramente la persona più indicata a risolverle il problema.

  9. alfredo

    cio’è chi sarebbe lo specialista? parassitologo, gastroenterologo ?..

  10. Anonimo

    Buona sera io sono una ragazza di 26 anni 5 messi fa mi sono arrabiata e ho anche gridado e dopo questo nella parte destra del collo mi punge qualcosa ma mi prende qualche volta non speso io ho paura per qualche malattia forse le tiroide non lo so voi che pensate grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è solo un po’ di suggestione, ma senta anche il parere del medico.

Lascia un Commento

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.