Acido alfa lipoico

Ultimo Aggiornamento: 536 giorni

Link sponsorizzati

Introduzione all’acido lipoico

L’acido alfa lipoico, anche chiamato acido lipoico, è un acido grasso che si trova naturalmente all’interno di ogni cellula nel corpo. E’ necessario all’organismo per la produzione di energia per le normali funzioni.

L’acido alfa lipoico è coinvolto nella trasformazione del glucosio (zucchero semplice che circola nel sangue)  e dei grassi in energia.

L’acido alfa lipoico è in grado poi di incrementare l’efficienza dell’insulina, ma può migliorare anche il trasporto del glucosio all’interno delle cellule utilizzando vie indipendenti da quelle dell’insulina stessa.

L’acido alfa lipoico è anche un antiossidante, una sostanza che potenzialmente neutralizza le sostanze chimiche nocive chiamate radicali liberi. Ciò che rende unico l’acido alfa lipoico è che funziona nell’acqua e nel grasso, diversamente dai più comuni antiossidanti (vitamina C ed E), e sembra esser capace di riciclare antiossidanti come la vitamina C ed il glutatione dopo che sono stati completamente consumati.

Il glutatione è un importante antiossidante che aiuta il corpo a eliminare le sostanze nocive, l’acido alfa lipoico aumenta la formazione di glutatione.

L’acido alfa lipoico viene prodotto dal corpo, ma si può trovare anche in piccole quantità nei cibi, come ad esempio:

  • spinaci,
  • broccoli ,
  • piselli,
  • lievito di birra,
  • cavoletti di Bruxelles,
  • crusca di riso
  • e sopratutto carne e frattaglie.

I supplementi di acido alfa lipoico sono disponibili in capsule o compresse: per ottenere la massima assimilazione gli integratori a base di acido lipoico dovrebbero essere assunti a stomaco vuoto.

L’acido alfa lipoico e le neuropatie

Una neuropatia è una malattia che colpisce il sistema nervoso periferico (per info: neuropatia.it) e può essere causata da lesioni, carenze alimentari, chemioterapia o da condizioni come il diabete, la malattia di Lyme, alcolismo, herpes, malattia della tiroide, e insufficienza renale.

I sintomi possono includere dolore, bruciore, intorpidimento, formicolio, debolezza, e prurito.

L’acido alfa lipoico si suppone che funzioni come un antiossidante sia nell’acqua che nei tessuti adiposi, riuscendo a penetrare in ogni parte dei neuroni e proteggendoli da eventuali danni.

Limitando i danni provocati ai nervi dai radicali liberi, li preserva da una pericolosa degenerazione. Secondariamente, migliorando la velocità della comunicazione nervosa, ne ottimizza la funzionalità.  L’acido alfa lipoico esercita infine un’azione normalizzante nei confronti della sensibilità nervosa, riducendo in tal modo sia il dolore che la torpidità sensoriale.

Studi preliminari sostengono che l’acido alfa lipoico possa alleviare la sintomatologia descritta. In uno dei più grandi studi sull’uso dell’acido alfa lipoico, su 181 persone (in realtà non moltissime) che assumevano 600 mg, 1200 mg o 1800 mg di acido alfa lipoico al giorno o un placebo,  si è rilevato che dopo 5 settimane di assunzione la sintomatologia era migliorata in chi assumeva l’acido lipoico, in particolare il gruppo che ne assumeva 600 mg una volta al giorno. A questo proposito dev’essere però sottolineato che in alcuni casi possono essere preferite dosi ridotte, anche e sopratutto per migliorare il rapporto tra benefici e probabilità di effetti collaterali.

Inoltre l’acido alfa lipoico riesce ad attraversare la barriera ematoencefalica, un muro di minuscoli vasi e cellule strutturali, e passare facilmente al cervello. Si pensa che protegga il cervello ed il tessuto nervoso prevenendo danni causati dai radicali liberi.

Come antiossidante, l’acido alfa lipoico è stato anche indicato per:

  • cataratte,
  • glaucoma,
  • sclerosi multipla,
  • stomatopirosi (forti bruciori in bocca in assenza di lesioni apparenti),
  • morbo di Alzheimer,
  • colpo apoplettico,

ma al momento questi aspetti necessitano di ulteriore approfondimento.

Effetti collaterali dell’acido lipoico

I principali effetti collaterali dell’acido alfa lipoico sono:

  • emicrania,
  • pizzicore o sensazione di formicolio,
  • eruzioni cutanee,
  • crampi ai muscoli.

Ci sono stati pochi casi in Giappone di una rara condizione chiamata sindrome da insulina autoimmune: in questa condizione si manifestano sintomi quali ipoglicemia e anticorpi che agiscono contro l’insulina del corpo stesso senza una precedente terapia insulinica. La sicurezza dell’acido alfa lipoico in gravidanza  o in donne che allattano, in bambini, o persone con malattie ai reni o al fegato, non è nota.

Curioso infine ricordare che causa uno sgradevole odore delle urine, simile a quello percepito dopo il consumo di asparagi.

Interazioni con altri farmaci

L’acido alfa lipoico potrebbe migliorare il controllo degli zuccheri nel sangue, quindi le persone con diabete che stanno assumendo farmaci per abbassare gli zuccheri nel sangue (come metformina, glucophage, glibomet, …), possono assumere l’acido alfa lipoico solo sotto lo stretto controllo di un operatore sanitario qualificato e monitorando costantemente i livelli di zuccheri nel sangue.

Studi sugli animali indicano che l’acido alfa lipoico potrebbe alterare i livelli di ormoni tiroidei, cosi si potrebbe avere teoricamente lo stesso effetto sulle persone. Le persone che assumono farmaci per la tiroide, come levotiroxina (Eutirox), dovrebbero quindi essere monitorati dal proprio medico.

Fonte: Traduzione da about.com ed integrazione da publifit.info


Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati



Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. daniele

    salve
    sono affetto da atassia di fredeich(non elenco i sintomi),ho letto che l’acido lipico può aiutare, così come dei miorilassanti,per le riggidità.
    attualmente non prendo niente.
    vorrei sapere da dove iniziare,è qual’è il suo consiglio.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma non posso avvallare terapie di alcun tipo.

    2. Anonimo

      attenzione a chi scrive avvallare e non avallare, come è giusto. E’ un laureato? Mah.

  2. Eva

    Salve
    Ho subito un interventi di microdiscectomia per ernia discale L5-S1 a luglio 2014 e dal quell giorno sono stata sempre male, peggio di prima. Una TAC Fata a settembre evidenzia una recidiva. Il chirurgo dice che e’ necesario un altro intervento, invece il fisiatra mi ha prescritto la fisioterapia , un ciclo da 8 inezioni di ossigeno e 2 mesi di super Ala 800 una compressa al giorno.
    Lei che ne pensa?
    Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ad intervenire c’è sempre tempo, al suo posto, un tentativo con un trattamento più conservativo lo farei.

  3. Johnny

    Ho consultato un ortopedico per avere una prescrizione senza anti infiammatori, per dolori acuti a gluteo (sindrome del piriforme) ed discopatie multiple…
    Mi ha prescritto Tiobec800

    Ma è una assunzione utile?
    Ho 70 anni
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Bella domanda… l’acido lipoico è usato spesso, in alcuni casi i risultati sono sorprendenti, in altri nulli. Purtroppo non c’è alternativa a provare e giudicare dopo almeno un mese.

  4. Alessandra

    Buongiorno
    Sono un insegnate di educazione fisica inoltre una persona che pratica sport a livello agonistico . Ho 41 anni . Ho iniziato a prendere Tioneb 400 , una capsula al giorno per favorire la protezione delle cellule dallo stress ossidativo . Purtroppo due giorni dopo al suo utilizzo inizio a riempirmi nel viso di ponfi con rossi con una bollicina di siero . Posso privare a rompere la capsula in due e dimezzare il dosaggio ? Attualmente prendo una cp al giorno …. Esiste un altro farmaco eventualmente che posso provare con gli stessi o componenti simili ? Grazie
    Cordialmente
    Alessandra

  5. Alessandra

    No Dottore non c è un taglio nella capsula ..
    La prendo intera in giorni alterni ?
    Ma è ‘ normale un effetto così ? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Viene il dubbio di una reazione allergica e temo che anche assumendola a giorni alterni od a dosaggio ridotto non risolverebbe; se la reazione non è stata grave può comunque provare.

      Mi tenga al corrente.

  6. Alessandra

    D accordo dottore
    Riprovo tra qualche giorno e le farò sapere ! Grazie mille
    Come sempre

  7. Giulietta

    Soffro da 7anni di ernia discale L4/La più protrusione L5/s1.Ma dato che soffro anche di colite ulcerosa, stipsi colica ed emorroudi di terzo grado ho sempre evitato l ‘intervento x l ‘ernia però soffro di dolori cronici che poco hanno giovato con le terapie posturali. Da quattro/cinque mesi soffro pure di dolori ai polpacci e alle caviglie e dopo aver fatto una serie di esami (tutti negativi) con l’ultima risonanza è uscito il seguente risultato:-Modesta imbibizione del tessuto adiposo sottocutaneo in sede anteriore, pretibiale, posterò laterale,soprafasciale, bilateralmente. Minuta alterazione di intensità in sede sottocorticale al piatto tibiale mediale del ginocchio di sinistra.”A questo proposito io chiedevo al mio referente una visita ortopedica x risalire la causa dei dolori, lui invece mi dà Bionevril 600dicendo che tutto dipende dalla colonna. Sono preoccupata però perché mi pare che questo integratore alzi i miei valori tiroidei che sono appena sopra la norma.Poi temo molto l’intervento alla schiena perché ne ho sentite di ogni.Mi faccia sapere se è bene che prenda sto farmaco o valuti con un ortopedico. Grazie

  8. Giulietta

    Forse lei mi dirà che dovrei fidarmi più del mio medico ma gia è successo che mi ha sbagliato diagnosi e terapia quindi gentilmente le chiedevo se secondo lei nel mio caso va sentito uno specialista (privato)

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Proverei tranquillamente per almeno un ciclo, per poi valutare i risultati.

  9. isa

    Per favore, mi puo’ chiarire perché questo acido alfa-lipoico dovrebbe essere utile anche per i disturbi che riguardano le ossa e la schiena ?
    Non mi é chiaro: avevo letto che interviene in generale come anti-ossidante e in particolare per il controllo della glicemia. Da due mesi ho dolori alla schiena, anca e ginocchia e vorrrei evitare gli anti-infiammatori che, si’ calmano i disturbi, ma poi quando vengono interrotti, tutto torna come prima (specialmente di notte). Di questo integratore me ne ha parlato bene una mia amica che,dopo una cura, ha risolto i dolori della sciatalgia.
    Grazie anticipatamente al dott. Cimurro se potra’ chiarirmi le idee.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Perchè ha azione neuroprotettiva, quindi quando il disturbo è causato da un’infiammazione di un nervo (come nel caso della sciatalgia) agisce disinfiammandolo (i termini sono impropri, ma spero che rendano l’idea).

      Se il problema fosse invece uno strappo muscolare, per esempio, sarebbe perfettamente inutile.

  10. Monica

    Salve mia figlia e’ affetta da neuropatia sensitiva di secondo tipo ,impaccio motorio assenza di dolore agli arti superiori inferiore e parte dei muscoli facciali.Assume betabloccanti e antidepressivi.Potrebbe essere utile una terapia a base di acido lipoico ?E a che dosaggio?
    Grazie

  11. Mestessa

    Buongiorno, possibile che l’integratore Merilin (interatore di acido lipoico) non si trovi più in nessuna farmacia? Ne ho girate mille. Che lei sappia è fuori produzione? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Le confermo che al momento manca anche presso i grossisti, ma non so dirle se sia fuori produzione.

    2. Mestessa

      Peccato perchè il medico mi aveva detto che era uno dei più completi. Il Leninerv che Lei sappia è simile come composizione? E quindi può essere un valido sostituto? Grazie

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      Ne esistono diversi di simili e Leninerv a mio avviso va benissimo.

  12. lisa

    Non sento più alcun odore è sapore dopo una risonanza la cura che mi è stata data è mielinact secondo lei può essere utile?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Probabilmente è un sintomo destinato a sparire da solo, ma se è stato consigliato dal medico può essere che abbia verificato in passato che è utile a velocizzare la ripresa.

  13. lisa

    Scusi ma avevo capito male questa cura è iniziata da tre giorni che non sento più odori è sapori è da circa un anno pensa che questi integratori possano servire?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, potrebbe aiutare, ma servirà pazienza prima di valutare (30-45 giorni almeno).

  14. Cinzia

    Mio marito , 60 anni , e’ stato colpito dal fuoco di sant’antonio al gluteo e intera gamba(nervo sciatico).
    Ora dopo antivirali la situazione e’ molto migliorata e in recesso, ma e’ rimasto un dolore persistente e bruciante lungo tutta la gamba.
    Il dottore gli ha prescritto ALASOD e la situazione dolore sembra si stia attenuando.
    Avendo lui 3 ernie discali…..potra’ trarre beneficio anche x questa patologia da questa cura con ALASOD?????
    GRAZIE

  15. Adriano

    Ho la sclerosi multipla, primariamente progressiva e stò usando 1 bustina al dì di Tiobec 800,da 5 giorni, non assumo nessun altro farmaco per la sclerosi multipla, tranne 20 gocce alla settimana di Di Base da 10.000 U, volevo chiederle se è utile nel sintomo di stanchezza e di deambulazione e dopo quanto tempo, inizia ad avere effetto sui sintomi, e se le bustine sono uguali alle cp, chiaramente capisco che non fà miracoli, ma se secondo lei ha avuto testimonianze positive in passato sull’uso di questo integratore e sui benefici sintomatologici, la ringrazio della risposta e le augueo serena serata

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Non ho purtroppo esperienza di questo farmaco nel sollievo dei sintomi da SM, ma in altre condizioni ho visto alcuni pazienti apprezzarne un certo beneficio.
      2. Non si valuta prima di 30 giorni almeno.
      3. Bustine e compresse hanno dosaggi diversi.

    2. Anonimo

      Intendevo se le bustine, hanno lo stesso effetto delle cp, per la posologia a me è stato dato 800 mg al giorno

      Il Tiobec è milto usato per la sclerosi multipla ed è un integratore ed è per questo motivo, che non è mutuabile, perchè non può essere inserito nei farmaci, ho chiesto della testimonianza in merito ai sintomi, perchè lei ricevendo migliaia di testimonianze e domande, avrà avuto modo di leggere molti utenti, la ringrazio di nuovo per la cekerità della risposta

    3. Dr. Cimurro (farmacista)

      A parità di dosaggio sì, in genere l’effetto è uguale, ma dovrebbe prenderne due da 400 perchè non esiste da 800 in compresse.

  16. Fabe

    Salve,
    mi è stata diagnosticato da poco un tremore essenziale alle mani.
    prima di iniziare ad assumere beta bloccanti, vorrei provare con integratori e/o fitoterapici.
    Pensa che l’acido lipoico (e in quale dose) o altro possa essere utile?
    Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Onestamente non credo, ma non vedo grosse controindicazioni a provare.

    2. Dr. Cimurro (farmacista)

      Premesso che non potrei consigliare nulla, onestamente procederei comunque con i beta bloccanti.

  17. Cristina 65

    Buongiorno.
    Mi curo da anni con Prozac (mezza pastiglia al giorno) e Tavor (una pastiglia al giorno) per evitare ricaduta in depressione e ansia a cui sono predisposta.
    Una cura di Tiobec 800 (prescritta dal mio medico di base) secondo Lei è opportuna? Sono in un periodo di stress. Grazie e saluti.

  18. sonia

    Salve il medico mi ha consigliato di prendere dav x un problema di svenimenti continui. Pensa potrebbe essere utile?

  19. Valentina

    Il mio marito ha neuropatia diabetica e ha cominciato a prendere super ala 800 fra quanto tempo vediamo il resultato Grazie

  20. lu57

    prendo tiobec 800 da un mese e ogni tanto mi sveglio durante la notte con forti crampi , puo essere un effetto collaterale?
    devo smettere o prendere magnesio?
    grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)

      Improbabile che sia collegato, mentre potrebbero essere crampi causati dalla disidratazione provocata dal caldo di questi giorni. Utile valutare magnesio potassio con il medico.

Lascia una risposta

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.