Acido alfa lipoico

Ultimo Aggiornamento: 868 giorni

Introduzione all’acido lipoico

L’acido alfa lipoico, anche chiamato acido lipoico, è un acido grasso che si trova naturalmente all’interno di ogni cellula nel corpo. E’ necessario all’organismo per la produzione di energia per le normali funzioni.

L’acido alfa lipoico è coinvolto nella trasformazione del glucosio (zucchero semplice che circola nel sangue)  e dei grassi in energia.

L’acido alfa lipoico è in grado poi di incrementare l’efficienza dell’insulina, ma può migliorare anche il trasporto del glucosio all’interno delle cellule utilizzando vie indipendenti da quelle dell’insulina stessa.

L’acido alfa lipoico è anche un antiossidante, una sostanza che potenzialmente neutralizza le sostanze chimiche nocive chiamate radicali liberi. Ciò che rende unico l’acido alfa lipoico è che funziona nell’acqua e nel grasso, diversamente dai più comuni antiossidanti (vitamina C ed E), e sembra esser capace di riciclare antiossidanti come la vitamina C ed il glutatione dopo che sono stati completamente consumati.

Il glutatione è un importante antiossidante che aiuta il corpo a eliminare le sostanze nocive, l’acido alfa lipoico aumenta la formazione di glutatione.

L’acido alfa lipoico viene prodotto dal corpo, ma si può trovare anche in piccole quantità nei cibi, come ad esempio:

  • spinaci,
  • broccoli ,
  • piselli,
  • lievito di birra,
  • cavoletti di Bruxelles,
  • crusca di riso
  • e sopratutto carne e frattaglie.

I supplementi di acido alfa lipoico sono disponibili in capsule o compresse: per ottenere la massima assimilazione gli integratori a base di acido lipoico dovrebbero essere assunti a stomaco vuoto.

L’acido alfa lipoico e le neuropatie

Una neuropatia è una malattia che colpisce il sistema nervoso periferico (per info: neuropatia.it) e può essere causata da lesioni, carenze alimentari, chemioterapia o da condizioni come il diabete, la malattia di Lyme, alcolismo, herpes, malattia della tiroide, e insufficienza renale.

I sintomi possono includere dolore, bruciore, intorpidimento, formicolio, debolezza, e prurito.

L’acido alfa lipoico si suppone che funzioni come un antiossidante sia nell’acqua che nei tessuti adiposi, riuscendo a penetrare in ogni parte dei neuroni e proteggendoli da eventuali danni.

Limitando i danni provocati ai nervi dai radicali liberi, li preserva da una pericolosa degenerazione. Secondariamente, migliorando la velocità della comunicazione nervosa, ne ottimizza la funzionalità.  L’acido alfa lipoico esercita infine un’azione normalizzante nei confronti della sensibilità nervosa, riducendo in tal modo sia il dolore che la torpidità sensoriale.

Studi preliminari sostengono che l’acido alfa lipoico possa alleviare la sintomatologia descritta. In uno dei più grandi studi sull’uso dell’acido alfa lipoico, su 181 persone (in realtà non moltissime) che assumevano 600 mg, 1200 mg o 1800 mg di acido alfa lipoico al giorno o un placebo,  si è rilevato che dopo 5 settimane di assunzione la sintomatologia era migliorata in chi assumeva l’acido lipoico, in particolare il gruppo che ne assumeva 600 mg una volta al giorno. A questo proposito dev’essere però sottolineato che in alcuni casi possono essere preferite dosi ridotte, anche e sopratutto per migliorare il rapporto tra benefici e probabilità di effetti collaterali.

Inoltre l’acido alfa lipoico riesce ad attraversare la barriera ematoencefalica, un muro di minuscoli vasi e cellule strutturali, e passare facilmente al cervello. Si pensa che protegga il cervello ed il tessuto nervoso prevenendo danni causati dai radicali liberi.

Come antiossidante, l’acido alfa lipoico è stato anche indicato per:

  • cataratte,
  • glaucoma,
  • sclerosi multipla,
  • stomatopirosi (forti bruciori in bocca in assenza di lesioni apparenti),
  • morbo di Alzheimer,
  • colpo apoplettico,

ma al momento questi aspetti necessitano di ulteriore approfondimento.

Effetti collaterali dell’acido lipoico

I principali effetti collaterali dell’acido alfa lipoico sono:

  • emicrania,
  • pizzicore o sensazione di formicolio,
  • eruzioni cutanee,
  • crampi ai muscoli.

Ci sono stati pochi casi in Giappone di una rara condizione chiamata sindrome da insulina autoimmune: in questa condizione si manifestano sintomi quali ipoglicemia e anticorpi che agiscono contro l’insulina del corpo stesso senza una precedente terapia insulinica. La sicurezza dell’acido alfa lipoico in gravidanza  o in donne che allattano, in bambini, o persone con malattie ai reni o al fegato, non è nota.

Curioso infine ricordare che causa uno sgradevole odore delle urine, simile a quello percepito dopo il consumo di asparagi.

Interazioni con altri farmaci

L’acido alfa lipoico potrebbe migliorare il controllo degli zuccheri nel sangue, quindi le persone con diabete che stanno assumendo farmaci per abbassare gli zuccheri nel sangue (come metformina, glucophage, glibomet, …), possono assumere l’acido alfa lipoico solo sotto lo stretto controllo di un operatore sanitario qualificato e monitorando costantemente i livelli di zuccheri nel sangue.

Studi sugli animali indicano che l’acido alfa lipoico potrebbe alterare i livelli di ormoni tiroidei, cosi si potrebbe avere teoricamente lo stesso effetto sulle persone. Le persone che assumono farmaci per la tiroide, come levotiroxina (Eutirox), dovrebbero quindi essere monitorati dal proprio medico.

Fonte: Traduzione da about.com ed integrazione da publifit.info

Revisione scientifica e correzione a cura del Dr. Guido Cimurro (farmacista)
Le informazioni contenute in questo articolo non devono in alcun modo sostituire il rapporto dottore-paziente; si raccomanda al contrario di chiedere il parere del proprio medico prima di mettere in pratica qualsiasi consiglio od indicazione riportata.

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Aggiornamenti

Non perdere i prossimi articoli ed aggiornamenti, iscriviti con il tuo indirizzo di posta elettronica; non riceverai mai SPAM e potrai cancellarti con un solo click in ogni momento

Servizio in collaborazione con FeedBurner (Google)

Domande, suggerimenti e segnalazioni

  1. Stefano collica

    Trovo soddisfacenti i quesiti e le risposte. Mi congratulo con chi pone le domande, e naturalmente con il dottor Cimurro..
    Ho dei dolori ai quadricipiti, problemi ad L4 L5, stenosi del canale spinale. Dopo varie indicazioni, intervento chirurgico, 15 anni fa, che rifiutai, e varie : ” non c’è niente da fare ” finalmente il neurologo mi ha consigliato Tiobec 800, due volte al giorno.
    Sono trascorse due settimane e mi sembra di aver notato un certo miglioramento.
    Purtroppo anche un dolore alla fronte, del tipo di quello che a volte si avverte mangiando in fretta un gelato. Mi è successo circa 4/5 volte.Può essere causato dal Tiobec? Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      No, che io sappia l’acido lipoico non è causa di questo disturbo; se persistesse lo segnali comunque al medico.

    2. Stefano collica

      Grazie x la risposta, già segnalato al neurologo, anche a lui non risultano casi di mal di testa a causa del Tiobec 800. Comunque mi ha ridotto l’assunzione da due al giorno ad una.
      Devo comunque aggiungere che su pagine come questa, co sono 4/5 controindicazioni, o effetti collaterali,tra i quali l’emicrania. Mi auguro siano solo episodi e che mi lascino in pace. Cordiali saluti e grazie ancora.

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il dolore dura pochi attimi come quando mangia il gelato o dura più a lungo?

    4. Stefano collica

      Grazie dottor Cimurro, dura a lungo, 30 minuti, due ore ed anche tre, da due giorni con una compressa soltanto di Tiobec 800, non ho quei dolori, ma una semplice sensazione di dolore, insignificante. Spero passi anche questa. Cordiali saluti.
      P.S. Può dirmi qualcosa anche sui turbinati ? Anche su questi mi era stato consigliato l’intervento chirurgico, laser o tradizionale.Ho rifiutato, e sopporto tutte le notti un certo fastidio nella respirazione, curioso il fatto che avvertendo il freddo ai polsi, per esempio a causa del ritiro delle maniche del pigiama, immediatamente avverto ostruzione nasale.come un forte raffreddore. E questo mi costringe a sedermi, a volte ad alzarmi . Con la conseguenza che interrompo il sonno. Chiedo scusa per la lunghezza de p.s.

    5. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. In questo caso ha probabilmente ragione lei, si tratta di emicrania indotta dal farmaco (le chiedo scusa, avevo inteso che si trattasse di fitte di pochi secondi).
      2. L’intervento potrebbe in effetti essere risolutivo, ma onestamente non vedo legami diretti tra polsi e turbinati.

  2. Stefano collica

    Che devo di, alla romanesca,GRAZIE dottor Cimurro.
    Di mio aggiungo che:48 ore fa, ho fatto il test di una camminata di 60 minuti, andata meglio delle altre volte, meno pesantezza muscolare, mi riferisco ai quadricipiti.
    Ieri una giornata di dolori al quadricipite sx, due episodi da due ore ciascuno.Niente mal di testa, e prendo solo una pasticca di Tiobec 800 al giorno. Oggi altro test , una camminata di 50 minuti, nessun impedimento muscolare, e velocità maggiore.
    Comincio a convincermi che il Tiobec 800 in compresse, funzioni,lo spero fortemente e mi auguro che costi di meno, attualmente in farmacia 26 euro e 90 cent.
    Cordiali saluti e grazie per la cortesia. Auguri x le sue migliori attese.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Grazie mille per la sua testimonianza.
      2. Acquistandolo su Internet si riesce a risparmiare qualche euro.

    2. Stefano Collica

      Rieccomi per testimoniare che il Tiobec 800, assunto per un mese, dopo inizio e dolori emicranici, ridotta ad una compressa al giorno,causa dolori forti alla fronte nei primi 5 giorni. Quindi continuata la cura per un mese una pasticca al giorno. Attualmente dopo aver eseguito la prescrizione del neurologo per un mese, non avverto quell’insistente dolore al quadricipite. Per cui mi sono convinto che funziona, almeno nel mio caso. Spero che funzioni in futuro. Oggi altra visita dal neurologo che mi ha consigliato di assumere alternativamente al Tiobec 800 , l’integratore DHALA. Grazie per l’ospitalità e auguro possa essere utile ad altri. Cordiali saluti.

  3. amalia

    Salve dottore. Mi è stato consigliato il Byodinoral da 600. Ho la sintomatologia del tunnel carpale gravido e sono a 34 settimane di gravidanza.
    Questo medicinale potrebbe causare problemi in gravidanza? Grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo non ho trovato molto in merito, ma va sicuramente valutato con il ginecologo.

  4. domenico

    la terapia con ALAnerv on iniziata 4 giorni fa è sconvolgrnte spero di poterla confermare nel tempo

  5. giacomo

    Approfitto di questo spazio per porle due domande:- da qualche tempo sto assumendo alanerv on e dicloreum compresse per il trattamento di un ernia discale. Ho notato che quando assumo l’integratore alanerv ho episodi di diarrea può essere legato alla sua assunzione. Lo assumo lontano dai pasti. – mia moglie soffre di tunnel carpale che tiene a bada con un tutore x la notte e nei momenti di maggior fastidio assume destior secondo lei adesso che stiamo cercando una gravidanza é sconsigliato questo integratore? La ringrazio e le auguro buone feste.

  6. giacomo

    Mi scusi ovviamente manca il punto di domanda. Puó alanerv causare episodi di diarrea?

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Sì, è possibile che sia l’integratore.
      2. La sicurezza dell’acido lipoico in gravidanza non è mai stata accertata.

  7. Lucio

    Già di per sé, il N-Acetil Cisteina assume proprietà antiossidanti, ma la capacità dimostrata di incrementare i livelli endogeni di glutatione fa di questo integratore uno dei più efficienti combattenti del danno ossidativo. Numerose sono infatti le applicazioni terapeutiche sperimentate, orientate a ridurre l’insulto ossidativo generato in patologie come quelle neurodegenerative e tumorali, oltre che alle proprietà antinfluenzali e mucolitiche

    L’acido alfa lipoico viene prodotto dal corpo, ma si può trovare anche in piccole quantità nei cibi, come ad esempio:
    spinaci,
    broccoli ,
    piselli,
    lievito di birra,
    cavoletti di Bruxelles,
    crusca di riso
    e sopratutto carne e frattaglie.

    Domanda:consigli piu’ utile integrare con N-Acetil Cisteina
    o con Acido alfa lipoico?
    Il N-Acetil Cisteina è considerato come miglior sorgente di glutatione, per il debole assorbimento per via orale di quest’ultimo.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      A che scopo esattamente?
      Quale è il problema nel suo caso specifico?

    2. Lucio

      lo scopo principale e’ quello di aiutare l’organismo a produrre il piu’ potente antiossidante, il glutatione, per eta’ superiori a 45 anni.
      Uno dei principali antiossidanti presenti nel fluido che circonda l’occhio è il glutatione. Da numerosi studi condotti su animali è emerso come la somministrazione di acido alfa lipoico possa ridurre il rischio della comparsa di cataratta. Questa patologia è molto spesso correlata ad elevati livelli di glucosio nel sangue ed alla sovraesposizione alla luce solare. Tali fattori infatti contribuiscono alla formazione di radicali liberi, i quali possono poi provocare danni alle proteine delle lenti dell’occhio e favorire la generazione degli AGEs.
      Buone Feste

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Credo pochino a questi approcci, meglio invece agire sui fattori di rischio principali (un corretto stile di vita per prevenire lo sviluppo di diabete e mantenere sano l’organismo, uso di occhiali da sole, …).

  8. Naty

    Salve dottore. Sono una ragazza di 28 anni, ho un’iperlordosi lombare e scoliosi. Da un paio di anni soffro di ripetute contratture muscolare nella zona lombare destra che mi costringono a rimanere a letto due giorni per l’atteggiamento antalgico che mi fanno assumere. Sono un’infermiera , forse un pó é anche dovuto agli sforzi che faccio nel mio lavoro. Numerosi sono i medici che ho contattato. Mi dicono di evitare sbalzi termici e sforzi.
    Questo integratore può, secondo voi, aiutarmi a prevenire queste contratture?

    1. Naty

      Una condanna praticamente!??
      Mi consiglia qualche altra cosa? Qualche altro integratore?

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo temo che evitare sforzi sia l’unica strada certa; eventualmente un allenamento fisico mirato potrebbe dare buoni risultati, studiato magari con un fisiatra.

  9. margheritina 45

    Per un prolungato dolore alla coscia il mio medico mi ha prescritto tiobec 800 ma dopo 5 giorni mi ha causato un forte mal di stomaco il mio medico mi ha condigliato di prenderlo a stomaco pieno che ne pensate?

  10. Rachele

    Buongiorno Dottore
    Mesi fa ho assunto Tiobec
    Consigliato dal medi sportivo come integratore visto la notevole attività sportiva che faccio
    dopo una settimana di trattamento si sono presentate sulla schiena alcuni brufoli ( se così posso dire ) sottocutanei . Ho quindi sospeso il trattamento pensando ad un inizio di allergia . Vorrei riprendere il trattamento ma ho paura di una eventuale reazione allergica . Secondo lei e possibile ? Magari riparando con una piccola dose e valuto l eventuale reazione? Grazie
    Rachele

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ultima parola al medico, ma mi sembra che provare a dosi ridotte per verificare possa essere una buona soluzione.

  11. greta

    Gentile dottore per quanto tempo si può assumere acido alfalipoico? Inoltre a suo avviso è meglio Alasod o Tioplus? Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Dipende dai casi, ma in genere si tratta di cure abbastanza lunghe.
      2. MI dispiace, ma non consiglio mai prodotti specifici.

  12. Greta

    Ho letto su qualche sito che l’acido alfalipoico può alterare i valori degli ormoni tiroidei. Volevo sapere se è vero. Grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, le confermo che si ritiene che sia possibile.

  13. anonimo

    quando avevo 30 anni sono stato operato di ernia discale sx l5 s1 adesso ne ho 69 anni da un po di tempo il nervo sciatico della gamba dx mi da dei dolori il tiobec da 800 con ginnastica che eseguo puo’ essere utile grazie

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, può essere utile, ma collabori con il medico, ci sono eventualmente rimedi più incisivi se questo non bastasse.

  14. anonimo

    ci sono farmaci non dico di ricostruire le cartilagini della vertebre cervicali ma di rallentare gli schiacciamenti tra un disco e l’altro grazie per la sua risposta e buona giornata.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo nulla di miracoloso, ma qualche integratore che può dare sollievo esiste (mi dispiace, ma non posso suggerire prodotti specifici).

  15. CESARE

    Buongiorno dott, assumo acido alfa lipoico 600mg integratore, lo prendo d’iniziativa e solo per aver letto navigando.
    Lo assumo per dei dolori periferici e fascicolazioni di cui non conoscono la causa nemmeno i 5 neurologi che mi hanno seguito, devo ammettere che in associzione alla Boswelia vit C vit B vit E, mi sento decisamente meglio, se non fosse per i bruciori allo stomaco.
    Le chiedo solamente per quanto tempo posso assumere questi integratori, e nel durante devo sospenderli di quando in quando?
    La ringrazio se vorra leggermi.
    saluti cordiali.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se i benefici sono particolarmente significativi può valutare con il suo medico di assumerli anche per lunghi periodi, senza pausa; come per un farmaco è opportuno cioè fare riferimento al rapporto rischio/beneficio.

  16. ezio

    Salve, ho 60 anni e sono stato operato al colon retto dx circa 3 anni fa’.
    Sucessivamente ho’ fatto 7 sedute di chemioterapia con l’ausilio del farmaco Oxaliplatino e Xiloda a seguito dei quali mi e’ comparsa una neuropatia sia alle mani e soprattutto ai piedi.
    Questo problema mi rende la vita difficile in quanto il formicolio diventa sofferenza appena mi muovo o in particolare quando sta’ cambiando il tempo.
    Ho avuto notizie da un’amico del farmaco Triocana 600 del quale lui fa’ uso avendo una neuropatia ad una coscia e dopo l’uso ne ha’ trovato giovamento.
    Lei pensa che giovare anche nel caso mio in seguito alla chemioterapia?
    Ringrazio molto per una sua risposta ed in attesa cordialmente saluto.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il nome credo che non sia corretto, ma immagino che sia un acido lipoico; senza farsi illusioni può valere la pena provare, ma senta comunque il preventivo parere del suo medico.

  17. Mari

    Forrei porle una domanda sto prendendo neuronev da una settimana ma ho dei fenomeni in testa strani puo succedere

  18. Moira

    Buongiorno dottore, ho cominciato ieri a prendere tiobec 400. Ho dei dolori al rachide cervicale da ormai 3 mesi circa e stó eseguendo delle punture di ozono. Lei crede che queste pastiglie possano essermi utili? A volte ho la sensazione di bloccarmi e ho dolori ovunque.Grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, possono aiutare, ma all’inizio serve un po’ di pazienza.

  19. Lucy

    un medico, disse che assumendo 3 integratori ( ometto il nome di questi ) assunti in cerca maniera, i miei diverticoli che ho da circa 15 anni e cerco con il mangiare , le fibre, il normix di tenere sotto controllo, campo . Certo per la mia etè 80 anni ma cerco di muovermi il più possibile.Questo medico asserisce, che prendendo questi 3 integratori i miei diverticoli si seccano, cioè spariscono-Dio del ciel se fossi una colomba, ma non ci credo.Grazie e saluti.i

  20. Anonimo

    Buongiorno,scusi la mia ignoranza ma avrei una domanda abbastanza banale … mi saprebbe dire cosa c’entra il lievito di birra con la birra ?? Io per lievito di birra intendo le pastiglie che si comprano in erboristeria come integratore per i capelli,pelle ecc …. e se assumo qualche pastiglia insieme alla birra succede qualcosa ? Può per caso provocare gonfiore ? Grazie in anticipo

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Nessuna interazione, non provocherà più gonfiore di quanto non farebbe la birra (bevanda) da sola.

  21. Stefano

    salve, sono diabetico, ho dei fastidi sopratutto notturni di formicolii nella parte sinistra gambe e braccia, mi vengono poco frequentemente ma durano un po’ di gg , dai 2/3 ai 5/7 … L uso di ALANERV può attenuare questi sintomi..? Grazie

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Buonasera, è un prodotto a base di principi attivi con attività neurotrofiche per cui si possono aiutarla ad alleviare i suoi fastidi. Saluti

    2. Dr.ssa Fabiani (Medico Chirurgo)

      Salve, l’Alanerv potrebbe essere utile nel controllo dei sintomi descritti, dipende dai casi; il diabete è causa di neuropatia, bisognerebbe avere un quadro clinico più preciso per capire se nel suo caso è presente una neuropatia diabetica che possa spiegare questi sintomi e in tal caso valutare se la terapia è adeguata o meno. A presto.

    3. Stefano

      Grazie per le tempestive risposte.. Giusto per conoscenza, poi consulterò il diabete e medic curante… Che tipo di visite si fanno per sapere se si è affetti di neuropatie ?? E che terapie si utilizzano per quella patologia ?

    4. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Per fare diagnosi di neuropatia è utile fare una elettromiografia. I farmaci più utilizzati per ridurre i sintomi di neuropatia diabetica appartengono alla famiglia degli antiepilettici e antidepressivi (es: pregabalin).
      Ovviamente sarà il suo medico a dire se è il caso di valutare la sua situazione. Saluti

  22. Tony

    Sto assumendo tiobec800 bustine per lombo sciatalgia il mio ortopedico mi consiglia 2 bustine al giorno cosa ne pensa?

  23. chiara

    tra le controindicazioni del tiobec 800 sono descritte le eruzioni cutanee..
    che caratteristiche hanno?
    perche io ho prurito e brufoletti alle gambe che faccio fatica a capire se sono pizzichi di insetti o manifestazioni collaterali.
    la risposta sempre a questo sito?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, è vero che sono descritte ma sono rare. Purtroppo non tutti hanno le stesse eruzioni; possono andare da eritemi a bollicine o prurito. Tuttavia il fatto che abbia l’eruzione solo alle gambe fa pensare ad un altra cosa. Faccia la prova a sospendere il tiobec. Saluti.

Lascia una risposta

IMPORTANTE: In nessun caso la figura del farmacista può sostituire quella del medico, unico professionista con le competenze e la possibilità legale di formulare diagnosi e prescrivere farmaci. Le considerazioni espresse hanno quindi come unica finalità quella di agevolare in ogni modo il rapporto medico-paziente, mai ed in nessun caso devono prenderne il posto.

Gli interventi inviati potrebbero richiedere fino a 15 minuti per essere visibili sul sito.

La tua privacy mi sta molto a cuore, quindi ti consiglio di non usare nome e cognome reali, è sufficiente il nome, un soprannome, oppure un nome di fantasia; rimango a tua completa disposizione per rimuovere o modificare gli interventi inviati.

Anche se farò il possibile per rispondere ai tuoi dubbi, mi preme ricordarti che sono un farmacista, non un medico, quindi le mie parole NON devono sostituire od essere interpretate come diagnosi o consigli medici; devono invece essere intese come opinioni personali in attesa di parlare con il tuo medico.

Se pensi che abbia scritto qualcosa di sbagliato, nell'articolo o nei commenti, segnalamelo! Una discussione costruttiva è utile a tutti.

Per quanto possibile ti chiederei di rimanere in tema con la pagina, magari cercando quella più adatta al tuo dubbio; se hai difficoltà non preoccuparti e scrivimi ugualmente, al limite cancellerò il messaggio qualche giorno dopo averti risposto.

Sono vietati commenti a scopo pubblicitario.