Insonnia in neonati e bambini: Aiuto! Il mio bimbo non riesce ad addormentarsi

Ultimo Aggiornamento: 58 giorni

Introduzione

Alcuni bambini dormono molto di più di altri.

Alcuni dormono tutta la notte, altri riescono a fare solo più o meno brevi riposini.

Alcuni riposano fino a tardi, altri si svegliano presto.

Ogni bambino ha un proprio ritmo del sonno che può andare incontro a diversi cambiamenti nell’arco degli anni e sicuramente le sue abitudini saranno diverse da quelle della maggior parte dei suoi coetanei. Spesso questo può diventare causa di problemi in famiglia, perchè talvolta le abitudini acquisite mal si conciliano con le esigenze di mamma e papà.

Facciamo quindi una panoramica su problemi, soluzioni ed esigenze per affrontare in modo corretto eventuali problemi che possano presentarsi in famiglia durante la crescita del bambino.

Quanto deve dormire un bambino

Il riposo è importante per la crescita e il benessere di un bambino tanto quanto una sana alimentazione e l’attività fisica; dormire troppo poco corrono un maggior rischio di manifestare

  • obesità (perchè di giorno tendono a consumare più zuccheri per rimanere svegli),
  • irritabilità,
  • iperattività.

Le seguenti tempistiche, suggerite dall’NHS inglese, vanno intese come indicazioni di massima.

  • 1 settimana
    • Giorno: 8 ore
    • Notte: 8.5 ore
  • 4 settimane
    • Giorno: 6-7 ore
    • Notte: 8-9 ore
  • 3 mesi
    • Giorno: 4-5 ore
    • Notte: 10-11 ore
  • 6 mesi
    • Giorno: 3 ore
    • Notte: 11 ore
  • 9 mesi
    • Giorno: 2,5 ore
    • Notte: 11 ore
  • 12 mesi
    • Giorno: 2,5 ore
    • Notte: 11 ore
  • 2 anni
    • Giorno: 1,5 ora
    • Notte: 11,5 ore
  • 3 anni
    • Giorno: 0-45 minuti
    • Notte: 11,5-12 ore
  • 4 anni
    • Notte: 11,5 ore
  • 5 anni
    • Notte: 11 ore
  • 6 anni
    • Notte: 10 ore, 45 minuti
  • 7 anni
    • Notte: 10 ore, 30 minuti
  • 8 anni
    • Notte: 10 ore, 15 minuti
  • 9 anni
    • Notte: 10 ore
  • 10 anni
    • Notte: 9 ore, 45 minuti
  • 11 anni
    • Notte: 9 ore, 30 minuti
  • 12 anni
    • Notte: 9 ore, 15 minuti
  • 13 anni
    • Notte: 9 ore, 15 minuti
  • 14 anni
    • Notte: 9 ore
  • 15 anni
    • Notte: 9 ore
  • 16 anni
    • Notte: 9 ore

Neonati

È molto importante aiutare il neonato a comprende fin da subito la differenza tra giorno e notte, per esempio:

  • Durante le ore di luce:
    • tenere le tende aperte,
    • favorire il gioco,
    • non preoccuparsi troppo per il rumore durante i riposini del bimbo;
  • durante la notte:
    • abbassare le luci,
    • parlare poco e a voce bassa,
    • mettere a letto il neonato dopo averlo allattato e cambiato,
    • non cambiare il bimbo se non necessario,
    • non giocare.

Per i primi sei mesi il neonato dovrebbe dormire giorno e notte nella stessa camera della mamma.

Di grande importanza è iniziare a costruire giorno dopo giorno una routine che lo accompagni a nanna fin dai tre mesi di vita; questo può aiutare a favorire l’acquisizione di un corretto ritmo sonno-veglia, oltre a garantire un piccolo arco di tempo esclusivo dedicato solo a lui/lei.

La routine può per esempio comprendere:

  • bagnetto,
  • cambio del pannolino
  • lavaggio dei denti,
  • messa a letto,
  • lettura di una storia,
  • abbassamento delle luci,
  • bacio e abbraccio della buona notte,
  • ninna-nanna.

Con il passare dei mesi e degli anni sicuramente subentreranno dei cambiamenti, ma l’idea è accompagnarlo a letto riducendo le attività stimolanti ed eccitanti, per farlo invece rilassare con qualcosa di più tranquillo.

Si consiglia infine di far passare sempre un pochino di tempo tra il pasto e il sonno, per evitare di creargli la necessità di essere allattato per addormentarsi.

Nei primi mesi di vita è del tutto normale che il neonato vada incontro a frequenti risvegli e il papà può sicuramente essere d’aiuto per dare sollievo alla mamma.

Bambini

Molti bambini faticano ad addormentarsi alla sera e vanno incontro a frequenti risvegli notturni, vediamo quindi alcuni possibili suggerimenti per affrontare le difficoltà.

Il mio bimbo non vuole andare a dormire

  • Decidere l’ora di messa a letto.
  • Quando si avvicina l’orario in cui normalmente il bimbo si addormenta, avviare una routine della durata di circa 20 minuti con cui accompagnarlo nel sonno; nelle settimane successive anticipare la routine di 5-15 minuti a settimana fino a raggiungere l’orario prefissato.
  • Impostare un limite sul tempo da passare con lui prima di dormire, per esempio il necessario a leggere una storia, dopodiché dare la buonanotte e lasciarlo riposare.
  • Permettere l’uso del succhietto o lasciargli tenere il suo peluche o gioco preferito.
  • Lasciargli un bicchiere d’acqua a portata di mano e una lucina se necessario.
  • Se il bambino si alza riaccompagnarlo a letto, la coerenza è tutto (potrebbero essere necessarie diverse notti).

Il mio bimbo vuole dormire con me

Da notare che:

  • può servire molto tempo e tanta pazienza,
  • al posto del bacio si possono usare abbracci e/o carezze.

Questa tecnica può aiutare i bambini dai 12 mesi in poi ad abituarsi a dormire da soli e può essere utilizzata anche se il bambino si sveglia nel cuore della notte.

  1. Impostare una routine che lo tranquillizzi prima di coricarlo.
  2. Mettere a letto il bimbo quando inizia ad avere sonno, dandogli il bacio della buona notte.
  3. Promettergli di tornare dopo pochi istanti per dargli un altro bacio.
  4. Ritornare quasi subito.
  5. Fare qualche passo verso la porta, poi tornare immediatamente per un altro bacio.
  6. Promettergli di tornare dopo pochi istanti per dargli un altro bacio.
  7. Mettere qualcosa in ordine in camera per poi dargli un bacio.
  8. Finché il bambino rimane a letto, continuare a tornare per baciarlo.
  9. Fare qualcosa fuori dalla sua cameretta e poi tornare per un altro bacio.
  10. Se il bambino esce dal letto promettergli un altro bacio se torna nel letto da solo.
  11. Tornare spesso per dare baci fino a quando non si addormenta.

Ripetere ogni volta che il bambino si sveglia durante la notte.

Adolescenti

È ormai un dato di fatto, gli adolescenti dormono meno del necessario e probabilmente in questo periodo storico ancora meno rispetto al passato; stanno nascendo a questo proposito diversi interrogativi su possibili collegamenti tra carenza di sonno e patologie come l’obesità e le malattie cardiovascolari e la ricerca in questo campo riveste quindi un’importanza sempre maggiore.

I cambiamenti fisici, le pressioni sociali e fattori esterni di vario genere contribuiscono di fatto a un riposo notturno insufficiente e alterazioni del tono dell’umore, che si ripercuotono anche sull’educazione scolastica attraverso un peggioramento di memoria e capacità di concentrazione.

Per ovviare a questi problemi nel caso degli adolescenti l’approccio necessario è sicuramente diverso, più maturo rispetto a quanto visto nei paragrafi precedenti, e in particolare l’NHS inglese consiglia:

  1. Parla con tuo figlio dei problemi legati al riposo notturno, delle difficoltà a prendere sonno la sera o quelle legate al risveglio del mattino.
  2. Parlagli apertamente dei benefici e dell’importanza di dedicare il giusto tempo al riposo notturno, sia in termini di benessere, che di attenzione e memoria durante il giorno.
  3. Le prove scientifiche ormai non si contano più, la pratica regolare di una qualche attività fisica migliora la qualità del sonno e lo stato di salute generale. Gli adolescenti dovrebbero praticare almeno un’ora al giorno di attività fisica.
  4. Ridurre la quantità di caffeina consumata, si pensi per esempio alle bevande a base di cola e/o agli energy drink.
  5. È molto importante andare a letto dopo una giusta cena, né troppo abbondante, né troppo scarsa.
  6. Mantenere una buona routine, o almeno una certa coerenza negli orari migliora il riposo notturno.
  7. Costruire il giusto ambiente è essenziale per un riposo rigenerante; la camera deve essere buia, fresca, silenziosa e comoda.
  8. È opportuno evitare l’esposizione alla luce artificiale di televisori, monitor per PC, tablet e smartphone prima di dormire, in quanto in grado di alterare il ritmo sonno veglia.
  9. È importante che il materasso sia comodo.
  10. Poichè le abitudini sullo stile di vita acquisite in adolescenza vengono spesso mantenute anche da adulti, è molto importante lavorarci con efficacia per goderne dei benefici negli anni che seguiranno.

Fonte principale: NHS e pagine collegate, licensed under the OGL

Articoli correlati

Leggi gli altri articoli delle seguenti categorie:

oppure cerca altri argomenti attraverso l'indice

oppure fai una ricerca tra le centinaia di articoli pubblicati

Domande, suggerimenti e segnalazioni

Gentile utente, per garantire maggiormente la tua privacy i tuoi contributi potrebbero essere mostrati sul sito in forma anonima.

Leggi le condizioni d'uso dei commenti.

  1. Anonimo

    SONO IL PAPA’ DI UN BIMBO DI 2 ANNI CHE ANCORA CERCA IL SENO DELLA MAMMA SENZA IL QUALE, SI ADDORMENTA SOLO ATTCCATO AL SENO ( MENTRE ALL’ ASILO NIODO E DAI NONNI SI ADDORMENTA DA SOLO) .
    ESISTONO DELLE POMATE CHE POSSANO AIUTARCI A STACCARLO DA QUESTA ABITUDINE?
    SECONDO SONO MESI CHE DORME CON DIFFICOLTA’ E SVEGLIANDOSI PUIU’ VOLTE DI NOTTE E LA MATTINA PRESTO MOSTANDO IRREQUIETEZZA DURANTE IL GIORNO IMMOBILIZZANDO LA MAMMA NEI GIORNI FESTIVI PIU’ VOLTE AL GIORNO CON MAMMA NINNA.
    SIAMO DISTRUTTI !!!!!!!!
    POSSIBILE CHE IN COMMERCIO ESISTANO UNICAMENTE PRODOTTI IN SCIROPPO E CHE VISTO IL PESO DI UN BAMBINO DI 27 MESI E’ UN BIBBITONE IMBEVIBILE E IMPROPONIBILE , DOVE SONO FINITE LE GOCCE O GLOBULI SOLUBILI, BUSTINE O ALTRO?
    AIUTO!|
    SALUTI FABRIZIO

  2. Anonimo

    Gentile Fabrizio,
    anche se all’inizio non sarà semplice, il mio consiglio è di aiutare il tuo bimbo a staccarsi gradualmente dall’abitudine del seno materno, magari sostituendolo con un massaggio rilassante, accompagnato da una musica dolce, seguito da un bagno caldo e da un biberon di camomilla.

    Quello di cui i bambini hanno bisogno è nutrirsi dell’amore, della sicurezza trasmessi dal dolce contatto con le figure genitoriali, che culmina sì nell’attaccamento al seno, ma che può essere sostituito dalla costruzione, giorno dopo giorno, di una solida relazione.

    Prima di rivolgersi alla medicina, anche se omeopatica, proverei a seguire questa strada tanto dura quanto ricca di soddisfazioni.

    Facci sapere!

    Marta

  3. Anonimo

    Ho un bimbo di 2 anni e mezzo e da quando ha tolto il ciuccio (cioe’ da circa 9 mesi) ha molti problemi ad addormentarsi. Abbiamo provato a costruire un rito, a raccontare una favola prima di andare a letto, a stare con lui qualche minuto prima di lasciarlo da solo in cameretta ma niente….ogni volta si alza dal letto e viene da noi. E nonostante noi continuamo ad ripetergli che non deve mai alzarsi dal letto, piuttosto di chiamare, lui continua ad alzarsi. Ogni sera succede la stessa cosa e’ ormai non sappiamo piu’ cosa fare. Abbiamo anche provato a promettergli qualcosa in caso si fosse addormentato senza alzarsi dal letto ma niente.
    La cosa curiosa e’ che una volta che si addormanta dorme tutta la notte senza problemi. Se capita che si sveglia di notte e chiama la mamma, mi basta andare in camera e rassicurarlo due secondi e lui si riaddormenta.
    Inoltre in generale e’ un bimbo che ascolta e obbedisce quindi il fatto che la sera nonostante tutto continui ad alzarsi ci lascia molto perplessi. Aggiungo che abbiamo anche provato a cercare di capire con il bimbo se c’erano degli elementi nella sua camera che potessero disturbarlo (ad esempio dei giochi, ecc.) ma fino ad ora non abbiamo trovato nulla. Nelle ultime settimane la situazione e’ anche peggiorata in quanto il bimbo una volta salutato e lasciato solo in camera, si spoglia completamente in camera sua e poi si alza dal letto e viene da noi completamente nudo.
    Cosa possiamo fare?
    Grazie in anticipo per l’aiuto
    Paola

    1. Anonimo

      Gentile Paola, vorrei davvero riuscire ad esserle d’aiuto, ma non ho nè l’esperienza nè le competenze per suggerirle una strada da seguire; potrebbe eventualmente provare ad introdurre, nel rituale serale, un biberon con una bevanda calda per ridurre la sensazione di distacco dal succhiotto, anche se mi rendo conto che probabilmente non sarà sufficiente (o non applicabile nel caso fosse già stato eliminato anche il biberon).

  4. Anonimo

    Sono la mamma di una bambina che ha appena compiuto 5 anni. Fin dalla nascita non è mai stata una grande dormigliona ma una volta preso il ritmo giusto si è sempre addormentata con facilità anche se il suo orario mattutino di risveglio era tra le 6 e le 7 (ovvio che non ci sono mai stati sabati, domeniche, o feste comandate). Con la bimba abbiamo sempre avuto attenzione nel crearle il rito della nanna (denti, pigiamino, lettura di una storia, sempre lo stesso orario 21.00, mai cartoni animati prima di dormire….). Insomma diciamo tutto bene, ma da qualche mese io e il suo papà non abbiamo più vita, tutte le notti e dico tutte le notti, non solo fa fatica ad addormentarsi ma si sveglia più di una volta cercando la nostra presenza. Inizialmente le abbiamo rifiutato il lettone (non ha mai dormito con noi) riaccompagnandola nel suo letto e aspettando con pazienza il suo riaddormentamento poi, dopo una sua quasi crisi isterica e anche per nostra stanchezza e spossatezza, ha iniziato a venire nel letto con noi da circa metà notte fino al mattino. Mi sono rivolta alla farmacista la quale mi ha consigliato uno sciroppo omeopatico ma a nulla è servito se non a facilitare il suo sonno per la prima ora iniziale (effetto ora svanito). Non so che fare. A chi mi devo rivolgere? Al pediatra? Ad un terapeuta? Non so di che ordine può essere questo problema ma sicuramente voglio cercare di risolverlo principalmente per la serenità della bimba ma anche per quella di noi genitori.
    Un caro saluto,
    Lola

    1. Anonimo

      A mio avviso il primo specialista a cui rivolgersi è il pediatra; è possibile a mio parere che sia solo un problema temporaneo, ma è sicuramente importante risolvere il prima possibile per il benessere di tutto il nucleo famigliare.

  5. Anonimo

    Sono mamma di Margherita che da quando siamo tornati ha iniziato ad avere problemi con l’addormentamento, ha iniziato con la richiesta di venire da noi, dopo ha capito che questo è qualcosa di eccezionale non di tutti i giorni, abbiamo iniziato a farla andare a letto un po’ più tardi perchè arrivasi più stanca, abbiamo accorciato il tempo di dormire nel pomeriggio però la cosa è peggiorata….
    Va a letto, dopo cena, bagno e racconto con la mamma fino ad addormentarsi, e 1 ora o 1,30 dopo inizia a svegliarsi….viene mi chiama, dalla manina la riporto al suo letto, appena si sdraia continua a dormire, per cui ci siamo resi conto che non è proprio sveglia, non fa capricci, non piange, soltanto quando sente che me ne sono andata si risveglia. Questo succede ogni 15-20 minuti massimo tutta la notte fino alle 5-6 del mattino in cui la lasciammo entrare nel letto per l’allattamento.
    Ovviamente c’è un disturbo del sonno con una paura tremenda di perdere la mia presenza…..non capiamo il perchè tutto di un colpo, mio marito ha ippotizzato questa mattina, che forse la mancanza di una professora del asilo che ha dovuto lasciarlo per motivi familiare e che era molto legata a Margherita abbia potuto scattenare questa situazione.
    Infatti il rientro dopo la lunga vacanza è stato normale, lei si addormentava ok, questo ha iniziato nei 2 giorni che è andata al asilo e non c’era questa ragazza (nel asilo c’era questa ragazza e un’altra e con entrambe andava d’accordo) ….è l’unico nesso che ci viene in mente. Mai ha rifiutato a mio marito di notte, adesso si, sempre è andata volentieri al parco con il suo papà, adesso fa una fatica enorme a lasciarmi in casa, lasciarla al asilo è strazziante, mai tanti urla e piante ( i due primi giorni dopo il rientro è andata volentierissima….), continua a ripetere, ieri e oggi, “oggi non si va al asilo, non voglio andare, non voglio andare, voglio stare a casa con mammi e i gatti”, per cui forse è questa la ragione…..non abbiamo idea. Nel asilo la sostituta della sua professora non può praticamente avvicinarla, non la sopporta, dice che non vuole con lei, soltanto che vuole con l’altra, quindi fanno in modo che soltanto stia con quella che la fa stare al suo agio. Forse il renderse conto che di un giorno al’altro la sua professora preferita non c’è l’ha fatto avere questa paura.
    Comunque il fatto è che le notti sono alucinanti, per lei ovviamente perchè qualcosa la fa stare a disagio e non cadere in un sonno riposante e sereno, per noi perchè non sappiamo cosa sia e non dormiamo….

    Grazie in anticipo della risposta
    Olga

    1. Anonimo

      Non sono purtroppo in grado di risponderle concretamente, anche se condivido l’ipotesi di un malessere nato all’asilo; solo un particolare mi lascia perplesso, allatta ancora la bambina al seno? Quanti anni ha Margherita?

    2. Anonimo

      la mia bimba ha 28 mesi e l’allatto al seno soltanto al mattino, prima di questo periodo la prendevo intorno alle 5.30 – 6 del mattino, al suo risveglio e l’allattavo…adesso lo stesso solo che sta continuamente svegliandosi….ovviamente l’allattamento non ha una base nutrizionale, per lei il seno è qualcosa che la fa stare bene, la da conforto e lo cerca sempre al mattino….l’idea è finire prima dei 30 mesi..

    1. Anonimo

      Premesso che non sono nè pediatra nè psicologo, a mio avviso potrebbe esistere di fondo un problema di eccessivo attaccamento alla mamma, che non le permette di sentirsi sicura lontano da lei. Prenda però questa idea come opinione del tutto personale e frutto di una visione probabilmente limitata del problema: un parere del suo pediatra è invece a mio parere auspicabile per ritrovare per entrambe la giusta serenità.

  6. Anonimo

    Ho una bimba di 2 anni, da piccola è stata ataccata sempre alla mamma ed è stato dificile lasciarla con altri per via dei pianti che faceva, ma ci sono riuscita. L’ho abituata ad addormentarsi in braccia ma or mai non la posso tenere più cosi e nel pomeriggio riuscivo ad addormentarla en braccia x 10 minnuti e poi nel suo lettino senza problemi (dorme x 2 ore) e alla sera dopo il latte la portavo sul suo lettino io mi sdraiavo nel mio e si addormentaba …. adesso non è più cosi …. da 10 giorni non vuole più dormire nel pomeriggio ne alla sera…. fa dei pianti non vuole dormire nel suo lettino vuole il contatto perenne cosi l’ho avicinata al letto e la addormento tenendole la mano fin che non si addormenta … è un incubo!!!! stiammo provando col nopron ma non ci sono risultati per nulla…. Siamo nella disperazione….. Aiuto!!!!

    1. Anonimo

      Vorrei davvero poterla aiutare, ma non occupandomi di questo campo non ne sarei assolutamente in grado; è chiaro anche a lei che il problema nasce da un eccessivo attaccamento nei confronti della mamma, che rende traumatico il distacco da un giorno all’altro.

      Molte mamme hanno risolto problemi simili applicando alla lettera il metodo descritto nel libro “Fate la nanna”

      http://www.farmacoecura.it/neonati/bambini-insonnia-dormire/

      ma sicuramente con una bimba di 2 anni sono richiesti tempi diversi e il metodo può risultare più traumatico.

  7. Anonimo

    sono la nonna di un maschietto che a novembre compirà i tre anni, il bambino appena ha iniziato a parlare bene adesso sono due o tre mesi che balbetta.
    Mi hanno riferito che è opportuno fargli il tampone faringeo poichè se ci fosse lo streptococco potrebbe essere la causa delle sue balbuzie.
    E possibile che la causa è lo streptococco? Gradirei avere un suo parere.
    Distintamente saluto e ringranzio anticipatamente

  8. Anonimo

    sono la mamma di una bimba di tredici mesi. da quando è natanon ha mai avuto un ritmo di sonno regolare. nei primi mesi dormiva solo in braccio, poi sono riuscita a metterla nel letto ma si svegliava dale 10 alle 15 volte a notte piangendo. adesso si sveglia circa 3, 4, volte a notte ma ha comunque un sonno molte disturbato. inoltre durante il giorno è molto nervosa addirittura mi morde e mi pizzica. ho provato con sciroppi quali il pediason e il sedibimbi senza risultato. attualmente le sto dando la melatonina. ho dimenticato di dire che dorme con me nel letto matrimoniale. aiuto . cosa devo fare?

  9. Anonimo

    sono la mamma di una bambina di 11 anni lei da quando e nata a sempre fatto fatica ad addormentarsi pero adesso e qualche giorno che e un po ansiosa la sento che fa spesso i sospiri e le lo dice anche lei perche a fastidio io nn so cosa possa essere le saro grata se mi dicesse qualcosa grazie

    1. admin
      admin

      Bisogna cercare di capire se c’è realmente un problema (il fatto che sospiri potrebbe anche non voler dire nulla) e, in caso agire di conseguenza; a scuola è possibile che ci siano problemi di inserimento, per esempio?

  10. Anonimo

    sono mamma di u bambino che fa2 anni, non ho ancora dormito….. si sveglia ogni 30 min.. gira e rigira lettino , non rieshi mai a prendere sonno,,, e bene che vivace come bambino, che consiglio mi po dare,,……grazie
    P.S HO PROVATO DI TUTTO CAMOMMILLA, TISANE, VALERIANA, ECC,,,,

  11. Anonimo

    sono una bambina di 11 anni che da qualche tempo non riesce ad addormentarsi!
    Ho provato ad aspettare ma mi innervosisco e quindi inizio ad agitarmi.
    POI chiamo mia mamma e dopo che lei va via riesco subito a prendere sonno e mi sveglio la mattina al suono della sveglia!!
    pero non voglio ogni volta chiamare mia mamma,vorrei riuscire a dormire da sola anche perche mia madre dorme al piano di sopra e farla scendere ogni sera mi dispiace!!!
    AIUTATEMI PERFAVORE GRAZIE!!!
    P.S.=HO ELIMINATO FILM , IPAD , COMPUTER E QUALUNQUE COSA MI POSSA FAR PAURA!!

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      E’ probabilmente solo un periodo; prova ad impegnarti a rilassarti a fondo, concentrandoti a partire dai piedi e poi venendo su fino alla testa fino ad aver rilassato ogni muscolo del corpo.

    2. Anonimo

      grazie mille ma scusate,volevo chiedervi solo altre due cose:perche se non mi viene il sonno subito inizio ad agitarmi?
      e perche poi quando chiamo mia mamma (che non mi consola molto perche e stanca)riesco a dormire?

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      1. Perchè cominci a pensare che non riuscirai ad addormentarti, così pensi che devi chiamare la mamma ma ti dispiace, non vorresti farlo ma d’altra parte non riesci a dormire, e così via… E’ un circolo vizioso che ti innervosisce e rende più difficile ancora prendere sonno.
      2. Dopo l’aiuto della mamma, anche se breve, ti rilassi e sai già prima che arrivi che riuscirai a dormire, quindi ti permette di scaricare la tensione e prendere sonno.

  12. Anonimo

    io sono mamma di un bimbo di 4 anni alla sera mi si addormenta verso l una di notte,premetto che ho una bimba piccola di 20 mesi, e lei alla sera max. alle 10 và a nanna io non sò cosa fare…libri racconti stare li con lui,non serve a niente!non sò più cosa fare……il giorno è molto irrascibile…..è vero guarda la tv,ma daltronde non ne possiamo fare a meno neanche noi,x addormentarci,cosa posso fare!cè qualche goggia che poso darli

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al mattino a che ora si sveglia? Dorme in camera con la sorellina? Di pomeriggio dorme?

  13. Anonimo

    Sono mamma di una bambina di 10 anni..ormai sono più di 2/3 anni che la mia bambina tutte le sere non riesce ad addormentarsi, piange e si alza continuamente dal letto per soffiarsi il naso, fare sempre pipì,bere..per poi ritornare a letto e stare lì a piangere sino alle 2 di notte…premetto che io e mio marito abbiamo cercato di rassicurarla e non volendo dormire nel suo lettino dorme lei nel lettone col papà ma ciò non cambia nulla.Mi sono rivolta ad una psicologa ma non ho concluso nulla…per favore aiutatemi e se può consigliatemi qualkuno a cui rivolgermi grzie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      La psicologa ha ipotizzato cause?
      Lei ha idea di cosa esattamente la spaventi?
      Il pediatra cosa ne pensa?
      E’ uguale sia nei periodi di scuola che di vacanza?

  14. Anonimo

    Ciao…allora la psicologa non ha ricavato tanto dalle parole della bambina è riuscita solo tramite disegni…cmq mi dice che è molto sensibile e si spaventa per ogni notizia o fatto cattivo..in effetti lei ha il terrore degli animali e si sente male anche se in tv o per strada vede qualke persona con qualke handicap fisico.La pediatra non sapendo cosa fare mi ha semplicemente suggeri to di rivolgermi alla psikologa.Lei purtroppo è sempre così anche quando non va a scuola e ci tengo a dire che sì durante la giornata è nervosa perchè cmq non riposa bene ma in ogni caso a scuola va bene e svolge le sue attività( tra cui danza) meravigliosamente anche se vuole sempre essere seguita durante i compiti e io lo faccio per farla sentire più sicura.vorrei tanto poter risolvere la cosa anche perchè io sto male nel vederla così tutte le sere…grazie infinitamente di tutto

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Purtroppo sono un po’ in difficoltà nel darle suggerimenti, lo sarei nel caso di un adulto, ma nei bambini ancora di più; con la psicologa ha interrotto il percorso? Non ci sono stati miglioramenti?

    2. Anonimo

      Si con la psicologa ho interrotto anche perchè la bambina andava lì contro voglia….zero miglioramenti….va bene la ringrazio cmq per la sua gentilezza

    3. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace davvero non riuscire ad aiutarla; se avesse miglioramente o riuscisse a risolvere mi faccia sapere, oltre a farmi personalmente piacere potrebbe essere utile ad altre mamme.

  15. Anonimo

    SAono una mamma di una bimba di quasi 3 anni, da quando aveva 7 mesi non ha piu avuto un sonno regolare. con il consiglio dela pediatra ho iniziato con gocce omeopatiche melatonina e nopron, e anche con quest ultimo non ho ottenuto molto cosi ho smesso. Le notti a casa nostra sono un incubo. la piccola si addormenta solo con me (io entro nel suo letto) poi si sveglia un mare di volte per farla riaddormentare ritorno nel suo letto lei si attacca ai miei capelli e toccandoli tirandoli si riaddormenta poi io torno nel mio letto e il tutto si ripete. Usa il ciucio ma evidentemente non le basta. Di giorno non dorme più di un ora è una bimba attiva socievole e serena…. cosa posso fare???? inizia ad essere dura (premetto che ho un bimbo di 8 anni e lavoro)

    1. Anonimo

      trovavo il nopron in farmacia ma sono in svizzera o francia ovviamente con ricetta medica

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Ok, grazie! Chiedevo perchè in Italia non si trova più da anni.

    3. Anonimo

      grazie a lei che è sempre disponibile gentile e molto chiaro. buon lavoro

  16. Anonimo

    salve dottore ho un bimbo di 16 mesi ma dal suo primo g di vita ha avuto sampre difficoltà a dormire , ha continuamente risvegli notturni dorme poco , ho provato a dargli un po’ di gocce di melatonina per un mese ma non ho risolto piu’ di tanto la prego mi aiuti sono disperata…… VOGLIO DORMIRE grazie dottore aspetto una sia risposta

  17. Anonimo

    salve dottore si dorme nel lettone con me xche sono sola e si sveglia dalle tre alle quattro volte , eppure durante il pom non dorme troppo mass due ore e se non dorme ,alle sera crolla prima di mezzanotte tipo verso le 10 ed è finita veramente

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Il problema è complesso e sicuramente non sono la persona più adatta a darle indicazioni, ma sono dell’idea che abituarlo gradualmente a dormire nel suo letto potrebbe essere utile; altro suggerimento che spesso dà buoni risultati è abituarlo ad una serie di rituali la sera, che precedono la vera messa a letto: potrebbe per esempio essere un bicchiere di latte tiepido, seguito dalla lettura di un libro e da qualche coccola. Questo permette al bambino di rilassarsi e può contribuire a prolungare il sonno notturno riducendo le pause.

  18. Anonimo

    tutto quello che lei mi ha consigliato lo metto in pratica ma purtroppo non ho risultati ma ha chi mi posso rivolgere? cmq grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Se il pediatra non è di aiuto, al limite si potrebbe provare a sentire un neuropsichiatra infantile (il nome spaventa un po’, ma in realtà ovviamente il suo è un problema che non a che fare altri casi che potrebbero venirle in mente).

  19. Anonimo

    Ho un bimbo di 9 mesi che la notte si sveglia ogni ora e x riaddormentarsi vuole o tisana o latte al biberon anche pochi grammi. X me ormai è vizio ma nn riesco a toglierlo. Volevo ricorrere al Melamil x riuscire a limitare i risvegli, ma mi chiedo se abbia controindicazioni in bimbi che hanno soffietto sistolico al cuore di livello 2. Può aiutarmi? Il mio pediatra nn è x rimedi di nessun genere in qualunque età ma col primo figlio ho adottato il Melamil x lo stesso problema però nn aveva il soffietto al cuore. Sono un po’ indecisa su cosa fare.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Mi dispiace, ma per ovvi motivi di responsabilità non posso avvallare alcuna terapia.

  20. Anonimo

    Buongiorno dottore. M serve un consiglio. Ho un bimbo di un anno che da un paio di mesi durante la notte è un movimento unico! Ha iniziato quest’estate al mare. Dopo 3 gg al mare si è ammalato con febbre…tornati a casa era difficile farlo dormire. Risolto normalmente il problema del metterlo a letto durante la notte si gira,si rigira,si vuole mettere in piedi etc etc….passo le notti a risistemarlo nel lettino. Nn m sembra che abbia problemi di respiro;forse ha solo il nasino un po chiuso. L’unica cosa è che da quando ha avuto il raffreddore un mesetto fa gli è rimasta una tosse antipatica quando si sveglia. Lui ha un piccolo div che si sta chiudendo. La pediatra m ha dato melamil ma devo ancora darglielo,nn m fido mai a dare dei medicinali al bimbo. Lei che ne pensa???? Grazie!

    1. Anonimo

      La ringrazio!!!! Stamattina mentre lo cambiavamo c siamo accorti che sta mettendo gli incisivi superiori e i canini….forse centrano anche i denti???? La sera x addormentarsi deve o grattarsi la testa o grattare il cuscino…..

    2. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Sì, i denti possono disturbare ed innervosire moltissimo.

  21. Anonimo

    buongiorno sono un po’ preoccupata perché mio figlio di 16 mesi ha microapnee nel sonno, come se non respira per qlc secondo e poi caccia l aria. cosa puo’ essere? vi prego di rispondermi che sono angosciata, grazie sempre

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Può succedere nei bimbi ed in genere non è un problema; lo faccia comunque presente al pediatra.

  22. Anonimo

    Sono un papà di una piccola peste di due anni e otto mesi, il mio piccolo ha difficoltà ha prendere sonno la sera, e durante la notte si sveglia e fa i capricci poi per riaddormentarsi.
    Al pomeriggio, al contrario crolla, in media dorme da un’ora a due ore dalle 15.00 in poi, per poi farlo ridormire intorno alle 21,30 ma ormai non riesce a prendere sonno prima delle 22,30 addirittura adesso prima delle 21 stiamo dando uno sciroppo a base di erbe della aboca, e nel latte mettiamo della camomilla in grani, help me.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Cerchi di impostare una sorta di rituale che alla sera lui associ alla nanna; potrebbe essere per esempio un biberon/tazza di latte tiepido in braccio alla mamma che gli legge una storia prima di metterlo a letto.

      A volte creare una routine molto precisa e metodica può aiutare, ma purtroppo ci sono comunque bambini che faticano più di altri.

  23. Anonimo

    Salve sono mamma di un bimbo di due mesi,e da qualche giorno che ho notato che mio figlio la notte ha paura di dormire, verso le 21 piange perché ha sonno,lo cullo,lo metto nel suo lettino ma nemmeno mezzo ora,piange,questo va avanti sino alle 23:00-23:30 avvolte anche sino alle 02:00 del mattino..ho cercato di dargli il ciuccio,ma si fa venire i vomiti e lo sputa..si addormenta solo attaccato al seno,abitudine che vorrei togliergli, ma la mattina si addormenta da solo senza seno e senza nulla..non capisco questa paura di dormire la notte..non c e qualcosa che potrei dargli per farlo dormire tranquillo senza seno e che non lo faccia svegliare subito?il pediatra mi ha detto di fare come facevano in antichità,qualche goccia di mirto o cose simili e crolla,ma per me e un consiglio non solo stupido ma anche pericoloso…mi potrebbe dare un consiglio?e a chi potrei rivolgermi per questo problemino?grazie.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Un bambino di due mesi non ha paura di dormire, c’è qualcosa d’altro che causa il pianto; le ipotesi più probabili sono colichine o fame.

      Se si addormenta al seno potrebbe essere proprio fame e, a prescindere da questo, personalmente sono assolutamente favorevole ad un allattamento a richiesta (a due mesi non è un vizio, è assecondare un bisogno). Ne parli con un’ostetrica, troverà umanità e competenza per risolvere il problema.

  24. Anonimo

    Salve.Sono la mamma di una bambina di 5 anni che fa fatica ad addormentarsi soprattutto alla sera.Per esempio ci mettiamo a letto alle ore 22 e lei alle 24 e ancora sveglia tante volte.Ho provato a fare delle regole.Nel senso che tutte le sere ci si lava,spazzoliamo i dentini,mettiamo il pigiamino,pettiniamo i capelli.Poi ci mettiamo a leggere una o due favole e dopo ci diamo la buonanotte.Che poi risulta di non essere ?.E si muove di continuo sul letto,sembra di non trovare la posizione giusta.Talaltro c’è in mezzo anche una sorellina del età di un anno.Non so se anche questo può essere un motivo perché non ha mai fatto riferimento.Dice solamente di non avere sono.

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Al mattino va all’asilo?
      Dorme di pomeriggio?

  25. Anonimo

    caro dottore il mio nipotino ha 1o anni tutte le notti salta nel sonno, avvolte nuove con vibrio gli arti.cosa consiglia’?

  26. Anonimo

    Salve
    La mia secondogenita sin dalla nascita non é mai stata tranquilla.
    Sempre molto sveglia e irrequieta.
    Da una settimana esasperata perché non resisto più ai suoi ritmi, sono andata in farmacia dopo aver parlato con un’amica e le ho preso la melatonina.
    Una goccia ogni sera.
    Dopo un’ora iniziano i capricci e si addormenta. Compirà 3 anni a gennaio.
    Sembra che le gocce la stonino . Mi devo preoccupare?

    1. Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)
      Dr. Cracchiolo (Medico Chirurgo)

      Salve, la melatonina è usata spesso anche nei bambini e non sembra dare problemi, ma prima di dare qualsiasi prodotto che possa influire sui ritmi sonno veglia è sempre consigliabile sentire il parere del proprio pediatra. saluti

  27. Anonimo

    Buonasera Dottore,
    A mio figlio su consiglio del pediatra ad agosto dopo una vacanza al mare diedi la melatonina in quanto oltre a presentare difficoltà ad addormentarsi…aveva risvegli notturni dove stava sveglio anche per due ore prima di ruaddirmentarsi…
    Premetto che prima di quella vacanza il mio bimbo ha sempre dormito molto bene per anche dodici ore durante la notte ..
    Ho utilizzato la melatonina per tre mesi abbondanti poi quando ho visto che aveva ripreso il ritmo sonno veglia ho diminuito gradualmente…ecco é da circa una settimana che gliela ho tolta…ma ho notato che ha difficoltà ad addormentarsi la sera ora…
    Con la melatonina alle 830 crollava..
    Non so che fare….gliela devo ridare?grazie mille

    1. Dr. Cimurro (farmacista)
      Dr. Cimurro (farmacista)

      Può valutare di riprendere, ma prima sentirei comunque il parere del medico.

La sezione commenti è attualmente chiusa.